certe volte proprio non ci riesco...

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Daniele
Messaggi: 985
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:32 am
Località: Bagheria (PA)

Messaggio da Daniele » mar apr 18, 2006 10:26 pm

Marcello, il tuo punto di vista è chiaro e lo comprendo.

Ma non puoi certo pretendere che tutti si debbano comportare alla tua maniera, almeno non in questo caso.

Non si tratta di fare o meno la bella statuina new age...

pleiadi
Messaggi: 620
Iscritto il: mar giu 21, 2005 5:29 pm
Località: Bagheria (Pa) ma Napoletana!

Messaggio da pleiadi » mer apr 19, 2006 8:25 am

Infatti, ognuno ha la sua reazione e comportamento, ammetto che con un agnello o un capretto a tavola tratterei a fatica le lacrime di rabbia, infatti anche per questo motivo ho deciso di non salire a Napoli per Pasqua, ci sarebbe stato al 100% l'agnello, ma se mia zia mi avesse detto "uh e perchè non sali?" penso che sarebbe stato inutile dire "zia non vengo perchè tu cucini l'agnello!" Mi avrebbe risposto con una risata, oppure con un "maaaaaaaaah?!" o peggio ancora mi avrebbero deriso in mia assenza (lo fanno di persona figurati senza di me d'avanti), facendo così. cioè evitando pranzi e cene ove si cucina la carne, non facciamo peggio? Allora si che ci accusano di essere chiusi, di essere una setta, di essere asociali!

MissVanilla
Messaggi: 2580
Iscritto il: dom ott 10, 2004 11:37 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Nordest
Contatta:

Messaggio da MissVanilla » mer apr 19, 2006 9:15 am

pleiadi ha scritto:Infatti, ognuno ha la sua reazione e comportamento, ammetto che con un agnello o un capretto a tavola tratterei a fatica le lacrime di rabbia, infatti anche per questo motivo ho deciso di non salire a Napoli per Pasqua, ci sarebbe stato al 100% l'agnello, ma se mia zia mi avesse detto "uh e perchè non sali?" penso che sarebbe stato inutile dire "zia non vengo perchè tu cucini l'agnello!" Mi avrebbe risposto con una risata, oppure con un "maaaaaaaaah?!" o peggio ancora mi avrebbero deriso in mia assenza (lo fanno di persona figurati senza di me d'avanti), facendo così. cioè evitando pranzi e cene ove si cucina la carne, non facciamo peggio? Allora si che ci accusano di essere chiusi, di essere una setta, di essere asociali!
non so... fino alla scorsa settimana la pensavo come te... ora mi sono rotta davvero... tanto il rispetto non c'è e non ci sarà mai, perchè costringiamo la gente ad avere a che fare con la proprioa coscienza, e questo non piace a nessuno... anche se mangi a tavola con loro, penseranno sempre che sei asociale perchè non mangi come loro, non cambia nulla, o sei come la massa o appena appena te ne allontani diventi un folle. Allora tanto vale salvaguardarsi e non farsi venire il fegato amaro.

Marcello

Messaggio da Marcello » mer apr 19, 2006 3:04 pm

Daniele ha scritto:Ma non puoi certo pretendere che tutti si debbano comportare alla tua maniera, almeno non in questo caso.
E' davvero fuori luogo questa tua affermazione a me rivolta. Io non pretendo mai nulla, né in questo, né in altri casi, se non il rispetto degli altri, siano essi uomini, altri animali, ambiente.

Detto questo, posso avere il mio parere e scrivere cosa secondo me è giusto fare? Penso di sì.

M.

Marcello

Messaggio da Marcello » mer apr 19, 2006 3:10 pm

pleiadi ha scritto:Infatti, ognuno ha la sua reazione e comportamento, ammetto che con un agnello o un capretto a tavola tratterei a fatica le lacrime di rabbia, infatti anche per questo motivo ho deciso di non salire a Napoli per Pasqua, ci sarebbe stato al 100% l'agnello, ma se mia zia mi avesse detto "uh e perchè non sali?" penso che sarebbe stato inutile dire "zia non vengo perchè tu cucini l'agnello!" Mi avrebbe risposto con una risata, oppure con un "maaaaaaaaah?!" o peggio ancora mi avrebbero deriso in mia assenza (lo fanno di persona figurati senza di me d'avanti), facendo così. cioè evitando pranzi e cene ove si cucina la carne, non facciamo peggio? Allora si che ci accusano di essere chiusi, di essere una setta, di essere asociali!
Scusa antonella, ma questa tua situazione è davvero emblematica di un certo tipo di comportamento, da parte dei vegan, che io comincio a contestare.

Non vai a napoli dai tuoi perché non sopporti la vista di un cadavere bambino sulla tua tavola? Ecco, fai esattamente quello che propongo io.

Ma poi, anziché spiegare che quello è il motivo, tu che fai? Non lo dici, e forse chissà trovi una scusa. E' assurdo, ora siamo noi che dobbiamo trovare una giustificazione per non dire come stanno le cose! Ma ti rendi conto?

Massima esecrazione e indignazione dobbiamo mostrare di fronte a certi comportamenti. Non si tratta di non andare più a mangiare le prime volte in posti dove c'è anche la carne; qui si sta parlando di un contesto diverso, dove già conoscono il problema, e non possiamo più mandare messaggi con la nostra presenza. Ma è il nostro rifiuto, il nostro fermo, inamovibile e indignato rifiuto che può servire a far capire in queste situazioni che quello che fanno è sbagliato.

Come ci si fa a sedere di fronte al cadavere di un agnellino, ed essere soddisfatti perché non ce lo offrono?

M.

PS: è una opinione, non una pretesa

goccia
Messaggi: 1002
Iscritto il: gio ott 21, 2004 2:34 pm
Località: Anzio (Rm)

Messaggio da goccia » mer apr 19, 2006 3:38 pm

Daniele ha scritto: Non si tratta di fare o meno la bella statuina new age...
che in questo caso sarei io.
Bene.

goccia
Messaggi: 1002
Iscritto il: gio ott 21, 2004 2:34 pm
Località: Anzio (Rm)

Messaggio da goccia » mer apr 19, 2006 4:00 pm

Marcello ha scritto: PS: è una opinione, non una pretesa
Un'opinione espressa come al solito malamente.

Comunque complimenti, mi é passata la voglia di venire anche qui. Bel risultato.

Verdesperanza
Messaggi: 198
Iscritto il: ven ott 14, 2005 1:57 pm
Località: arezzo

Messaggio da Verdesperanza » mer apr 19, 2006 4:14 pm

Goccia lo ha detto tu, bisogna avere pazienza...

Marcello

Messaggio da Marcello » mer apr 19, 2006 4:36 pm

goccia ha scritto:
Marcello ha scritto: PS: è una opinione, non una pretesa
Un'opinione espressa come al solito malamente.
Ho scritto un po' più di quatromiladuecento messaggi, solo nel forum nuovo, non contiamo quelli nel vecchio.

E il risultato sarebbe che io esprimo la mia opinione "come al solito" malamente?

Il problema è che in un forum pubblico come questo, quando qualcuno mette a disposizione degli altri le proprie esperienze, come hai fatto tu, deve pure mettere in conto che talvolta arrivano delle critiche.

Succede spesso a me, basta leggere poco più sopra, e se qualche volta succede pure a te, non ci fare caso, me replica entrando nel merito della questione, e non dando giudizi così generali e inappellabili ("come al solito malamente") da risultare palesemente sbagliati.

M.

Daniele
Messaggi: 985
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:32 am
Località: Bagheria (PA)

Messaggio da Daniele » mer apr 19, 2006 7:21 pm

Marcello ha scritto:
Daniele ha scritto:Ma non puoi certo pretendere che tutti si debbano comportare alla tua maniera, almeno non in questo caso.
E' davvero fuori luogo questa tua affermazione a me rivolta. Io non pretendo mai nulla, né in questo, né in altri casi, se non il rispetto degli altri, siano essi uomini, altri animali, ambiente.

Detto questo, posso avere il mio parere e scrivere cosa secondo me è giusto fare? Penso di sì.

M.
Certo che lo hai, ma personalmente non ritengo giusto fare, come hai fatto, affermazioni perentorie su come i vegan dovrebbero comportarsi in certe circostanze.
Non bisogna mettersi a sedere in una tavola dove è presente il cadavere di un agnellino. Non è giusto. Non si può far finta di niente.

Bisogna mostrare tutta la nostra completa, totale e forte riprovazione davanti a questi comportamenti omicidi, che in una terribile categoria di crudeltà occupano il posto più alto.
Forse è più giusto, in situazioni come queste, limitarsi a riportare la propria esperienza.

Marcello

Messaggio da Marcello » mer apr 19, 2006 8:03 pm

Daniele ha scritto:
Marcello ha scritto:
Daniele ha scritto:Ma non puoi certo pretendere che tutti si debbano comportare alla tua maniera, almeno non in questo caso.
E' davvero fuori luogo questa tua affermazione a me rivolta. Io non pretendo mai nulla, né in questo, né in altri casi, se non il rispetto degli altri, siano essi uomini, altri animali, ambiente.

Detto questo, posso avere il mio parere e scrivere cosa secondo me è giusto fare? Penso di sì.

M.
Certo che lo hai, ma personalmente non ritengo giusto fare, come hai fatto, affermazioni perentorie su come i vegan dovrebbero comportarsi in certe circostanze.
Non bisogna mettersi a sedere in una tavola dove è presente il cadavere di un agnellino. Non è giusto. Non si può far finta di niente.

Bisogna mostrare tutta la nostra completa, totale e forte riprovazione davanti a questi comportamenti omicidi, che in una terribile categoria di crudeltà occupano il posto più alto.
Forse è più giusto, in situazioni come queste, limitarsi a riportare la propria esperienza.
Nel tuo forum non ti periti di scrivere frasi come "comprate uova del commercio equo e solidale" e non piuttosto "sarebbe meglio comprare uova del commercio equo e solidale" oppure addirittura "io ho comprato uova del commercio equo e solidale: voi che fate?", come invece sembri suggerire a me in questo caso.

Tu perché non ti limiti a portare la tua esperienza, anziché dire agli altri cosa devono o non devono comprare?

Io ho tutto il diritto di dire quello che secondo me devono fare i vegan: si chiama libertà di parola e di espressione. E questa categoria di persone ha altrettanto diritto di prendere le mie parole e farne carta straccia.

Se hai delle critiche da farmi, e non ne dubito, dato che non possiedo la verità rivelata, entra nel merito.

M.

Daniele
Messaggi: 985
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:32 am
Località: Bagheria (PA)

Messaggio da Daniele » mer apr 19, 2006 9:28 pm

Marcello, non mi sembra che il tuo paragone colga nel segno.

Non mi sembra che io abbia mai scritto, nè lo penso, che è sbagliato sedere nella stessa tavola di chi ha comprato, per l'occasione, l'uovo di pasqua della Nestlè. Al limite, consiglierei semplicemente di astenersi dal consumarlo.

Il tuo paragone potrebbe essere corretto se io ti avessi detto che sbagli a dire alle altre persone che dovrebbero diventare vegan come te, ma conoscendomi sai che non ti direi mai una cosa del genere.

Marcello

Messaggio da Marcello » mer apr 19, 2006 10:48 pm

Daniele ha scritto:Marcello, non mi sembra che il tuo paragone colga nel segno.

Non mi sembra che io abbia mai scritto, nè lo penso, che è sbagliato sedere nella stessa tavola di chi ha comprato, per l'occasione, l'uovo di pasqua della Nestlè. Al limite, consiglierei semplicemente di astenersi dal consumarlo.
Certo, non è la stessa cosa, anche perché di là c'è un morto sulla tavola, mentre di qua c'è uno sfruttamento.

Ribadisco e confermo tutto quello che ho scritto in questi messaggi: liberi di non essere d'accordo.

Io in una tavola, fra parenti o amici, che da anni conoscono la mia posizione etica sull'alimentazione, e che eventualmente se ne strafregano, continuando a mangiare allegramente un cadavere bambino davanti ai miei occhi, non ci metto piede e secondo me non ce lo dovrebbe mettere nessun vegan in una situazione simile.

Che scelgano, fra un agnello morto, e me vivo. Non metto in dubbio che tanti preferiscano il primo.

Ma io non faccio da alibi alle loro cattive coscienze, che si lavano con gesti superficiali.

M.

Alex81
Messaggi: 816
Iscritto il: gio set 01, 2005 1:24 pm
Località: Pc

Messaggio da Alex81 » gio apr 20, 2006 9:20 am

Marcello ha scritto:Io in una tavola, fra parenti o amici, che da anni conoscono la mia posizione etica sull'alimentazione, e che eventualmente se ne strafregano, continuando a mangiare allegramente un cadavere bambino davanti ai miei occhi, non ci metto piede e secondo me non ce lo dovrebbe mettere nessun vegan in una situazione simile.
Che scelgano, fra un agnello morto, e me vivo. Non metto in dubbio che tanti preferiscano il primo.
Ma io non faccio da alibi alle loro cattive coscienze, che si lavano con gesti superficiali.
Sottoscrivo in pieno. E' ora di smetterla di scendere a compromessi, è ora di ribadire il nostro dissenso anche negando la nostra presenza, se necessario. Senza contare lo schifo e la tristezza che come è logico proveremmo trovandoci con un cadavere di agnellino a 20 cm di distanza e vedendo la gente che si diverte e si abbuffa come se niente fosse. No grazie, preferisco passare la Pasqua da solo.

sofia*
Messaggi: 224
Iscritto il: ven nov 04, 2005 3:10 pm
Località: parma
Contatta:

Messaggio da sofia* » gio apr 20, 2006 9:41 am

ogni volta che ci sono delle feste mi rattristro ... oltre ad essere stat aad un pranzo dove veniva servita carne, ho ascoltato una ragazza della mia età (28anni) che diceva "la vivisezione è prorpio una brutta cosa, però anceh se amo gli animali, se mi regalassero una pelliccia di visone non la rifiuto!"
.. che tristezza. quanta incoerenza. quanta ignoranza. mi sento come MissVanilla, con la voglia di smettere di essere tollerante, pacifica, carina.
Tanto, anche così mi sono sentita dire in questi pochi mesi di cambiamento alimentare, che sono una razzista, e che conil mio comportamento non salvo certo il mondo.
ma andate a fanculo.

Rispondi