condivisione dei giochi

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

anan
Messaggi: 518
Iscritto il: dom ott 17, 2004 11:12 pm

Messaggio da anan » mer apr 19, 2006 8:47 pm

mamypuri ha scritto: Il mio bimbo (19 mesi) accetta senza fiatare che gli amichetti usino i suoi giochi, quando vengono a trovarci. E ne vado molto fiera, anche se credo sia solo questione di carattere. !
è anche una questione d'età
mamypuri ha scritto:.. mi fa una gran rabbia e cerco di andarmene il prima possibile!
e a tuo figlio che effetto fa?
pensi che vorrebbe andarsene?
pensi che a lui dispiaccia quanto a te che qualcuno gli sottrae un gioco di mano?

ciao
anna

mamypuri
Messaggi: 137
Iscritto il: gio feb 03, 2005 12:37 pm
Località: (Bo) mamma di Cristian 5/9/04

Messaggio da mamypuri » gio apr 20, 2006 4:05 pm

anan ha scritto: pensi che a lui dispiaccia quanto a te che qualcuno gli sottrae un gioco di mano?
Io penso di sì, lui non parla ancora, ma resta perplesso.
Ovvio che ogni esperienza sia un bagaglio culturale, però sono situazioni antipatiche che mi mettono in imbarazzo.
Ad esempio, i genitori dei bimbi possessivi non dicono loro di cambiare atteggiamento, ma guardano male me come se dovessi dire a un bimbo di 19 mesi di non toccare tanti bei giocattoli colorati!
Marcello ha scritto: Curioso che tu lo dica proprio a me, quando ci sono altre persone che ci sono andate ben prima, e infatti alle loro argomentazioni io ho risposto con le mie.
Dai, Marcello, non fare il permaloso! Perdona l'imprecisione. Mi correggo.
Siete andati fuori topic!

anan
Messaggi: 518
Iscritto il: dom ott 17, 2004 11:12 pm

Messaggio da anan » ven apr 21, 2006 9:38 pm

mamypuri ha scritto:Ad esempio, i genitori dei bimbi possessivi non dicono loro di cambiare atteggiamento, ma guardano male me come se dovessi dire a un bimbo di 19 mesi di non toccare tanti bei giocattoli colorati!
io mi sono spesso trovata a giocare il ruolo del genitore del bimbo possessivo...
io sono perplessa
da una parte vorrei che alessandro la smettesse di rompere e facesse giocare i bimbi con i suoi giochi, dall'altra però penso che non sia il caso di strappargli il "suo" gioco di mano e darlo all'altro bimbo.
qualche volta lo esorto a individuare cose che proprio non vuole condividere e cose che invece "concede".
qualche volta però questo suo atteggiamento "è TUTTO MIO" mi fa girare le scatole più del dovuto e allora agisco di forza dando qualcosa di suo al bimbo malcapitato.

di fatto non sono esperienze rilassanti. perché anziché riuscire a fare due chiacchere con la mamma/papà di turno, stiamo lì a evitare il peggio e a "giudicare" il metodo educativo altrui.

ciao
anna

mamypuri
Messaggi: 137
Iscritto il: gio feb 03, 2005 12:37 pm
Località: (Bo) mamma di Cristian 5/9/04

Messaggio da mamypuri » lun apr 24, 2006 10:06 am

In effetti, anche il bimbo "padrone di casa" non è da biasimare...
Invito le altre mamme e i papà a fare le loro riflessioni in merito!

Yvelise
Messaggi: 40
Iscritto il: lun feb 27, 2006 10:08 pm

Messaggio da Yvelise » lun apr 24, 2006 2:34 pm

Avevo scritto un lungo post che è tra quelli andati persi, in cui descrivevo un pomeriggio con mio figlio. Non sto a ripetere tutta la storia, il succo era:
- quando mio figlio gioca con coetanei sono abbastanza propensa a lasciare che risolvano da soli (ovviamente nei limiti del buon senso)
- quando però mio filgio ha la peggio con bimbi più grandi, mi scatta un forte senso di protezione: vorrei intervenire per difenderlo, sarebbe la cosa che mi verrebbe istintiva e naturale, ma non so se è giusto; se, come nel caso che raccontavo, non intervengo, mi viene il dubbio di farlo sentire indifeso e abbandonato.
Voi come vi comportate in casi come questo?

anan
Messaggi: 518
Iscritto il: dom ott 17, 2004 11:12 pm

Messaggio da anan » lun apr 24, 2006 6:13 pm

Yvelise ha scritto: vorrei intervenire per difenderlo, sarebbe la cosa che mi verrebbe istintiva e naturale, ma non so se è giusto
non dimentichiamo che stiamo parlando di bimbi, e sono bimbi sia quelli che aggrediscono che quelli che le prendono.

qual è la situazione in cui non sei intervenuta?
cosa succedeva a tuo figlio?
quanto era più grande l'altro?

anna

Yvelise
Messaggi: 40
Iscritto il: lun feb 27, 2006 10:08 pm

Messaggio da Yvelise » mar apr 25, 2006 2:41 pm

Ciao Anna.
nel caso che descrivevo ci trovavamo alla Città dei Ragazzi, a Genova, una specie di parco giochi al coperto. I giochi sono all'interno di un recinto e i genitori i genere restano fuori. C'era un gioco, una gru enorme, alta circa 2 metri, a cui mio figlio si è attaccato come una cozza, siccome però c'erano 2 manovelle per comandarla per un bel pò tutto è andato bene, perchè anche alti bimbi potevano partecipare. Poi è arrivato un bambino direi sui 5/6 anni, ma non lo conosco, ha spinto via mio figlio, che ne ha 3, e si è impadronito delle 2 manovelle. Federico è rimasto lì stile condor e non appena l'altro bambino mollava una manovella si affrettava a riprendere il gioco, con conseguente spintone da parte dell'altro (non tanto forte da farlo cadere, comunque). La scena si è ripetuta 5 o 6 volte e forse la cosa che più mi ha colpito è stata che l'altro bimbo non ha detto una parola al mio, non so "adesso gioco io" o qualcosa di simile, comunicava solo tramite spintoni. Alla fine Fede è uscito dal recinto in lacrime, ma poi si è distratto abbastanza velocemente con altri giochi. Io però, che ho assistito al tutto senza intervenire, non mi sono sentita affatto bene. Nonostante in genere sia per il non-intervento, in quel caso avrei voluto che l'altra mamma dicesse a suo figlio di non spingere in quel modo. Non so, sono rimasta confusa dalle mie emozioni

anan
Messaggi: 518
Iscritto il: dom ott 17, 2004 11:12 pm

Messaggio da anan » mar apr 25, 2006 8:58 pm

Yvelise ha scritto:ci trovavamo alla Città dei Ragazzi, a Genova, una specie di parco giochi al coperto.
lo conosco
Yvelise ha scritto:Federico è rimasto lì stile condor e non appena l'altro bambino mollava una manovella si affrettava a riprendere il gioco, con conseguente spintone da parte dell'altro (non tanto forte da farlo cadere, comunque).
direi che federico se l'è cavata bene.
Yvelise ha scritto:La scena si è ripetuta 5 o 6 volte e forse la cosa che più mi ha colpito è stata che l'altro bimbo non ha detto una parola al mio, non so "adesso gioco io" o qualcosa di simile, comunicava solo tramite spintoni.
comunicazione non verbale...
Yvelise ha scritto:Io però, che ho assistito al tutto senza intervenire, non mi sono sentita affatto bene.
cosa pensi avresti potuto fare?
mi sembra che hai lasciato (con un certo coraggio direi) a tuo figlio la possibilità di sbrigarsela da solo.
lui ci ha provato e quando ha visto la mala parata ha batutto la ritirata strategica.
forse potevi spiegare a federico perché non sei intervenuta e perché l'altro lo buttava per aria. prova a vedere se ricorda l'episodio e magari spiegaglielo ora.
agli occhi dei bambini le cose appaiono diverse da quelle che sembrano a noi, soprattutto a noi mamme quando vediamo qualcuno fare un torto a nostro figlio.
magari per federico c'era solo un tipo che non lo faceva giocare. stop.
agli occhi di un grande invece c'era un bimbo più grande che si approfittava di uno più piccolo e in malo modo lo buttava per aria.
Yvelise ha scritto: Nonostante in genere sia per il non-intervento, in quel caso avrei voluto che l'altra mamma dicesse a suo figlio di non spingere in quel modo. Non so, sono rimasta confusa dalle mie emozioni
ovviamente non so perché l'altra mamma non sia interventua.
forse lo ha fatto per gli stessi motivi per cui non sei intervenuta tu. forse era una situazione che effettivamente non richiedeva l'intervento di un adulto. un bimbo grande aveva la meglio su uno più piccolo ma nessuno si è fatto male e il bimbo piccolo si è subito consolato.

ciao
anna

Yvelise
Messaggi: 40
Iscritto il: lun feb 27, 2006 10:08 pm

Messaggio da Yvelise » mer apr 26, 2006 3:05 pm

Anna, credo di aver vissuto peggio io l'episodio di mio figlio!
Quando è uscito gli ho semplicemente detto che lui aveva già giocato tanto con quella gru e ora quel bambino aveva voglia di giocarci lui e devo dire che Fede ha protestato molto brevemente prima di dedicarsi ad altro.
Sono io che provavo una stretta al cuore vedendolo lì, così piccolino (è anche molto minuto fisicamente), con quel faccino deluso mentre l'altro lo spintonava via. Ma devo dire che l'episodio mi sarebbe sembrato antipatico anche se al posto di mio figlio ci fosse stato un altro bimbo della sua età. A me quegli spintoni sembravano di una prepotenza estrema e la prepotenza è una cosa che mi dà molto fastidio; facevo fatica ad accettare che quel modo fosse quello in cui loro comunicavano, anche se probabilmente lo era. Non ero preoccupata che lui potesse farsi male fisicamente, anche fosse caduto il pavimento è comunque di gomma, era il messaggio che passava a non piacermi "io sono più forte quindi faccio quello che voglio".
Quello era un episodio tutto sommato banale, ma mi ha fatto nascere diversi interrogativi.
Cos'ha imparato lui da quell'episodio, ad esempio? Che "se uno è più forte fa quello che vuole?" oppure che "è giusto lasciare il posto agli altri altrimenti se lo prendono?" o ancora non ne è rimasta traccia nella sua mente? La visione dei bimbi è diversa dalla nostra, certo...un giorno Fede giocava con una coetanea che vede spesso e il pomeriggio era stato piuttosto agitato, con scambio di spintoni e anche sberle da parte di entrambi...ma alla sera Fede mi ha detto "Matilde picchia sempre". Lui, no :)
Tornando a quell'episodio, se la situazione fosse stata all'inverso, cioè se mio figlio fosse stato quello più grande, che avrei dovuto fare? Se non fossi intervenuta e l'altra mamma incacchiatissima mi avesse chiesto ragine del mio non-intervento, che gli avrei detto?
Mi piacerebbe che mio figlio imparasse a difendersi dalla prepotenza altrui, ma senza essere ingiusto con gli altri. Certo non posso pretenderlo ora, che ha 3 anni, ma non sono sicura su come fare ad insegnarglielo...o se posso e devo farlo.
Mi interessano molto le vostre opinioni.

anan
Messaggi: 518
Iscritto il: dom ott 17, 2004 11:12 pm

Messaggio da anan » mer apr 26, 2006 6:51 pm

l'altro giorno alessandro stava disegnado su un tavolo in un negozio.
un bimbo si è avvicinato e gli ha strappato di mano un pennarello.
io ero lì che aspettavo il peggio conoscendo il caratterino di ale.
ale, invece, ha reagito dicendo al bimbo: sei proprio indisponente!!!

anna

Rita
Messaggi: 730
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:16 pm
Località: Piemonte,mamma di Nicolas 5 Giugno 2004

Messaggio da Rita » mer apr 26, 2006 9:12 pm

anan ha scritto: ale, invece, ha reagito dicendo al bimbo: sei proprio indisponente!!!

anna
Ale non si smentisce mai, è il mio mito!!!:-)))))))))))
Rita

Rispondi