Problema pannolino che mi preoccupa

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Rispondi
Yvelise
Messaggi: 40
Iscritto il: lun feb 27, 2006 10:08 pm

Problema pannolino che mi preoccupa

Messaggio da Yvelise » mer mar 22, 2006 10:10 pm

E' il motivo che mi ha portata qui...facendo una ricerca su google con una frase (non ricordo quella precisa) che conteneva la parola "pannolino".

E' un problema che mi angoscia, e pur avendo cercato in tanti forum e articoli non ho mai trovato una situazione simile.
Spero che qualcuno mi possa aiutare.

L'estate scorsa ho tolto il pannolino a mio figlio, all'epoca 2 anni e mezzo. La cosa, dopo una decina di giorni a pozzette e cacchine sul pavimento, è andata bene e Federico mi avvertiva ogni volta. Mettevamo il pannolino solo più la notte. La cosa è andata bene per 2 mesi. Poi, siamo andati in ferie. Io gli avevo spiegato che saremmo andati al mare (lui all'epoca parlava pochissimo, anche ora è indietro nel linguaggio rispetto ai suoi coetanei, ma questo è un altro problema...o no?) ma forse non gli avevo spiegato bene che saremmo andati in albergo, che avremmo dormito in una stanza diversa ecc.
Come siamo arrivati là, Federico non mi ha MAI PIU' avvertito che doveva fare la pipì. MAI. Se la faceva regolarmente nei pantaloni, o al mare nel costumino. Se lo lasciavo nudo, niente, anche per diverse ore.
Putroppo subito mi sono arrabbiata e l'ho sgridato, anche perchè eravamo in albergo, i primi due giorni piovigginava, non potevo stendere la roba sul terrazzino ma solo nella doccia...
Speravo che la cosa si risolvesse nel giro di poco tempo, invece, a distanza di 6 mesi, niente. Anzi, è peggiorata, perchè subito almeno mi avvertiva quando doveva fare cacca. Poi a settembre la materna (l'hanno preso anche col pannolino), a novembre un trasloco, e siamo tornati al pannolino a tempo pieno. Non mi avverte mai nè per pipì o altro.
Quando ancora non faceva freddo e provavo a lasciarlo senza niente (sederino nudo) tratteneva anche per ore...se invece aveva indosso mutandine o pantaloni, tutto addosso. Il pediatra mi aveva consigliato di lasciar perder per un pò e così ho fatto. Ho riprovato nelle vacanze di Natale e di nuovo un paio di volte...l'ultima qualche giorno fa. Adesso si esprime molto meglio...speravo che qualcosa fosse cambiato, ma zero.
Se gli propongo vasino o riduttore (che all'epoca del primo spannolinamento preferiva) il più delle volte rifiuta decisamente. Se accetta, resta dei quarti d'ora a giocare (non lo costringo io), ma niente.
Non capisco. Il mio istinto non mi dice nulla. Lui se cerco di affrontare l'argomento distoglie lo sguardo, ho l'impressione che gli dia fastidio sentirmi parlare di questo.
Vedere gli altri bambini alla materna che vanno in bagno non ha sortito alcun effetto.
La mia speranza era che quando tornerà il caldo e potrò lasciarlo senza vestiti il problema si sarebbe risolto (pardon per i verbi stasera non mi vengono proprio). Ma ora mi sta venendo il dubbio che non sarà così. Ho paura che invece la tratterrà.
Non sono riuscita a capire cosa sia successo, possibile che il cambiamento di ambiente per le ferie abbia avuto un tale effetto? Non so come comportarmi.
Alla materna va solo 3 ore al mattino; mi sembra piccolino rispetto ai suoi coetanei (anche perchè è nato a novembre) e non ancora pronto per stare di più. L'inserimento è stato molto graduale, è un asilo statale ma abitiamo in un paese piccolo e i bimbi non sono molti, ogni anno una sezione rischia di chiudere per cui sono molto elastici.
Sto cominciando a preoccuparmi, ho paura che ad un certo punto i suoi compagni possano prenderlo in giro perchè ha ancora il panno e lui possa soffrire di questa situazione.

anan
Messaggi: 518
Iscritto il: dom ott 17, 2004 11:12 pm

Re: Problema pannolino che mi preoccupa

Messaggio da anan » mer mar 22, 2006 11:12 pm

Yvelise ha scritto:Sto cominciando a preoccuparmi, ho paura che ad un certo punto i suoi compagni possano prenderlo in giro perchè ha ancora il panno e lui possa soffrire di questa situazione.
ALT!
ciao, mi sa che stai correndo troppo! fra un po' arrivi che tuo figlio porta il pannolino la notte delle nozze.
dai, un po' di ottimismo!

vedrai che tutto si sistema. appena ti senti, prova a toglierglielo di nuovo e datti tempo. molto tempo. settimane intendo. molto tempo e poche aspettative. vedrai che pian piano ritroverete il ritmo che avete perso.

ti sei fatta un giro sul gruppo yahoo senzapannolini?

ciao
anna

sabry
Messaggi: 335
Iscritto il: mar ott 05, 2004 1:27 pm

Messaggio da sabry » gio mar 23, 2006 1:41 pm

il mio consiglio è: togli il pannolino, di giorno e di notte, senza troppi giri di parole....magari digli solo che sono finiti, ma senza enfasi alcuna...preparati ad ascìiugare in terra ma senza commentare....portati dietro molti cambi....lo so, sembra drastico....se non te la senti inizia un po per volta...ma secondo me è molto meglio dimenticarselo proprio del tutto....metti molti asciugamani nel lettino e preparati il pigiama di ricambio...per la notte....e soprattutto non mostrarti mai preoccupata per la sua pipì...non sgridarlo mai, non perdere mai la pazienza, magari prova a giocare tu stessa...con dei pupazzi....che ne so a un certo punto, mentre lui ti può ascoltare, ma senza chiamarlo direttamente...chiedi ad un suo pupazzo se vuole venire in bagno con te a far la pipi...per vedere chi ne fa di più...con Camilla funzionava....la competizione con gli amichetti immaginari....ancora adesso giochiamo che io sono la maestra e la casa è una scuola popolata di bimbi....cosi io dico "su bimbi, tutti in bagno a fare la pipi e a lavare i denti..." e lei corre perchè deve essere la prima....

alea
Messaggi: 216
Iscritto il: ven giu 17, 2005 1:18 pm

Messaggio da alea » gio mar 23, 2006 2:11 pm

Cara Paola, anche secondo me potresti provare a togliere del tutto il pannolino, almeno di giorno, rassegnandoti alle pozzette e senza enfatizzare il fatto (se pensi di riuscire a restare calma: io confesso che a volte perdo la pazienza). Anche Chicco non mi avverte sempre (ora ha venti mesi, è senza pannolino da quando ne aveva undici), ma ha sempre accettato di buon grado di fare pipì quando glielo propongo, inizialmente in forma di gioco (ad es. mandare la pipì al mare, dar da bere ai pesci, o alle foglie se siamo all'aperto etc.). Magari riesci a prendere un ritmo accettabile anche per tuo figlio e che ti consenta di ridurre le "perdite", poi vedrai che diventerà naturale anche per lui e gli incidenti saranno rari.
Auguri!
Alessandra

anan
Messaggi: 518
Iscritto il: dom ott 17, 2004 11:12 pm

Messaggio da anan » gio mar 23, 2006 3:33 pm

mi è venuta in mente una cosa proprio stamattina.
e se provassi a eliminare il vasino e a proporgli di farla altrove?
noi non abbiamo mai comprato il vasino.
alessandro ha fatto pipì sempre (da che aveva 14mesi) in un vasetto grande dello yogurt e la cacca nel water con me come riduttore.

all'inizio era senza pannolino e la faceva a terra ma io ero lì pronta a scattare per intercettarne un pochino.
mentre la faceva gli dicevo: guarda ale, la tua pipì! e facevo pssss
velocemente alessandro ha imparato a farla al mio pssssss. mi regolavo sul tempo, quando pensavo fosse ora mi avvicinavo, abbassavo i pantaloni e via con il psssss.
questo è il vantaggio di essere maschi, così la possono fare in piedi senza smettere di giocare.

poi puoi comprare libri sulla cacca e sulla pipì
chi me l'ha fatta in testa

la pipì della zebra
le cacche del coniglio

ciaooooooooooo

anna

sabry
Messaggi: 335
Iscritto il: mar ott 05, 2004 1:27 pm

Messaggio da sabry » gio mar 23, 2006 4:05 pm

io riflettevo anche su questo: ovvero che gran parte del "problema" (e non mi riferisco solo a questo caso in particolare) sta nel fatto che la mamma (ovvero tutte le mamme) si "preoccupa"...
lo so...come fa una mamma a non preoccuparsi?
ci preoccupiamo per tutto e forse troppo...
io sto imparando ...certo con gran fatica....a non preoccuparmi..o per lo meno a non darlo troppo a vedere...
mi ripeto spesso: è un periodo e tutto passa...è una delle tante "fasi"... e funziona....ci rilassiamo tutte e due...ed ogni cosa tende a dissolversi o a evolvere in positivo...

Yvelise
Messaggi: 40
Iscritto il: lun feb 27, 2006 10:08 pm

Messaggio da Yvelise » gio mar 23, 2006 6:07 pm

Grazie per i vostri suggerimenti.
Togliere il pannolino tutto il giorno (la notte, sinceramente, non me la sento!) sarà possibile a giugno, finita la materna...perchè lì lo accettano col pannolino, ma non "senza", cioè non sono disposti a cambiarlo da capo a piedi ogni volta che fa qualcosa. D'altra parte li capisco perchè non si tratta di un nido. Per questo avevo provato a toglierlo durante le vacanze di Natale e durante lo stop didattico di febbraio, in modo che non avesse questa confusione, mattino pannolino resto della giornata senza.
D'altra parte finchè non posso lasciarlo a sederino nudo (e dove abito io sarà possibile fra un paio di mesi) anche in casa diventa un problema: l'altro giorno quando ho provato gli ho dovuto cambiare maglietta intima, mutandine, pantaloni, calze e ciabattine perchè aveva bagnato tutto. Non posso pensare di andare avanti settimane con questi cambi completi 5 o 6 volte al giorno.
Poi il fatto è che non si tratta di un primo spannolinamento. Anch'io l'estate scorsa avevo fatto più o meno come dice anan, lui la faceva volentieri col riduttore, poco nel vasino; visto che era estate spesso la faceva in giardino, si scavava perfino un buchetto nella terra con la palettina per la cacca :). Il problema non mi sembra tanto insegnargli a farla o ad avvetirmi, perchè sono cose che aveva già acquisito. Possibile che da un giorno all'altro abbia dimenticato? Il problema mi sembra che lui per qualche motivo voglia "lasciarsi andare" solo con la protezione del pannolino, tanto è vero che se lo lascio a sederino nudo come avevo fatto all'inizio e come ho riprovato a fare di tanto in tanto, lui la trattiene per ore e questo non mi sembra positivo.

mamypuri
Messaggi: 137
Iscritto il: gio feb 03, 2005 12:37 pm
Località: (Bo) mamma di Cristian 5/9/04

Messaggio da mamypuri » mar mar 28, 2006 4:57 pm

Non sono ancora esperta di spannolinamento, ma so che lo sviluppo dei bimbi è fatto di continue conquiste, e di necessarie regressioni. A 7 mesi mangia tantissimo, a 9 mesi non vuole + niente. A 10 mesi fa la pipì nel lavandino, ora non la fa +. Finalmente dice "gatto", poi non proferisce più parola x giorni... Sicuramente lo stressarsi troppo di fronte a una cosa, pone troppo l'accento su quel problema, e non aiuta affatto a risolverlo!

Francesca G.
Messaggi: 568
Iscritto il: mar ott 05, 2004 3:18 pm
Località: Bologna
Contatta:

Messaggio da Francesca G. » gio mar 30, 2006 8:45 am

Anch'io sono convinta che il tuo bimbo non debba "imparare" a fare i suoi bisogni nel luogo giusto, a dirlo in tempo e a trattenerli. Lo sa già fare: sa dove dovrebbe farla, quando dovrebbe farla ecc. Ma non vuole.
C'è stato qualche piccolo trauma al momento sbagliato che lui ha associato con il fare i bisogni. E ora che si è bloccato trovare una via può essere molto difficile.
Quando ha il pannolino, non c'è modo che tu glielo togli e andate insieme in bagno a farla? Magari giocando a qualcosa? Facendo scorrere l'acqua del bidet o del lavandino o giocando con le manine in una ciotola d'acqua?

Visto comunque che non vuole parlare della cosa, leggere dei libri che hanno per tema il fare la cacca o la pipì potrebbe essere un modo di parlarne in modo indiretto e forse potrebbe essergli utile.
Certo bisognerebbe capire perché ha smesso di farla, ma forse non se lo ricorda più neanche lui.

Comunque mi sembra che l'estate sarà il momento migliore per ricominciare il processo e provare a togliere il pannolino con convinzione. Magari all'inizio proverà a trattenerla, ma poi dovrà farla e con dolcezza dovrai cercare di aiutarlo a riaccettare queste funzioni. Ci potrebbe volere anche tutta l'estate.

La pipì della notte per me non era la più tragica. Col mio primo bimbo io avevo moltissime traverse impermeabili (di quelle che si lavano, ma si possono usare anche quelle usa e getta) e parecchi lenzuolini da sotto con gli angoli (comprati al mercato) e se si bagnava cambiavo traversa e lenzuolino senza battere ciglio. Poi tutto in lavatrice insieme alle altre cose. A lui lo mettevo a letto solo con le mutande. Era molto semplice. E in breve ha smesso di farla.

Ciao,
F.

Yvelise
Messaggi: 40
Iscritto il: lun feb 27, 2006 10:08 pm

Messaggio da Yvelise » gio mar 30, 2006 1:57 pm

Francesca, credo che tu abbia inquadrato perfettamente il problema.
Si, ormai credo che dovrò aspettare la bella stagione; quando poi terminerà la materna potrà stare tutto il giorno senza.
Ho provato di TUTTO, credimi lui spesso viene in bagno con me e se accetta di sedersi sul vasino o riduttore possiamo stare lì anche mezz'ora a giocare senza che lui si stufi, ma...non produce niente, salvo poi farla magari dieci minuti dopo se è vestito o col pannolino.
I libriccini li cercherò sicuramente; finora avevo provato con l'esempio del cane (abbiamo un cane), facendogli vedere che lei quando vuol fare i suoi bisogni va vicino alla porta e io la faccio uscire in giardino. Si è sempre interessato alla cosa, ma senza risultati pratici. Magari mi avverte tutto contento se il cane ha fatto la cacca e mi assiste mentre la tolgo (e cerco di sottolineare la cosa, "hai visto che bella cacca, che ha fatto"). Niente.

Ho parlato di questa cosa alla psicologa da cui vado per i miei problemi e lei mi ha detto potrebbe essere un problema di "controllo", che forse il cambiamento dovuto alle ferie ha scatenato il bisogno di tenere sotto controllo quello che poteva e poi certo l'inizio della materna e il trasloco non hanno aiutato.

Antonella Sagone
Messaggi: 1252
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:13 am
Località: Roma

Messaggio da Antonella Sagone » dom apr 09, 2006 12:22 pm

Yvelise ha scritto:Ho parlato di questa cosa alla psicologa da cui vado per i miei problemi e lei mi ha detto potrebbe essere un problema di "controllo", che forse il cambiamento dovuto alle ferie ha scatenato il bisogno di tenere sotto controllo quello che poteva e poi certo l'inizio della materna e il trasloco non hanno aiutato.
cara Yvelise,
sembra anche a me che dal punto di vista pratico i suggerimenti che ti sono stati dati sono più che validi. è importante non insistere su una questione che sta diventando un elemento di "contesa" fra voi due; io non enfatizzerei affatto la cosa anche per diverse settimane, e farei una "tregua" fino a quando non potrai prenderti del tempo tranquillo per voi due per riprovare con uno spannolinamento totale. Come dice la psicologa, ci sono stati vari scombussolamenti di recente, e i bambini hanno bisogno di calma e di tempo per fare passi avanti, e a volte hanno bisogno di tornare un po' indietro. Poi, più enfasi dai a questo aspetto, più può diventare un elemento caricato di ansie e di aspettative negative sia per te che per il tuo bimbo.

Ci sono momenti in cui perdiamo la sintonia, perché le nostre aspettative di genitori si discostano troppo da ciò che il bambino in quel momento sente o è in grado di fare. Il primo passo è l'accettazione della situazione e mettersi nella disposizione di ascolto; poi capire che i tempi dei bambini possono essere diversi da quelli che noi vorremmo. E non sempre capiamo al volo, o forse non c'è troppo da analizzare e da capire nel comportamento di tuo figlio, tranne che in questo momento non è interessato a questo aspetto. Non è così insolito come pensi.
In ogni caso non sono molto d'accordo su questo tornare sull'argomento con esempi (il cane, i libricini), né sul lodare il cane perché la fa, o lui se la fa nel posto "giusto": si tratta di una normale funzione fisiologica che non necesita di tanta enfasi e non dovrebbe suscitare alcuna sorpresa. Le lodi e le sottolineature mandano un messaggio fuorviante al bambino, che evacuare sia qualcosa di speciale, di eccezionale: e non la routine quotidiana di tutti.
Fidati del tuo bimbo: quando è pronto lo farà; nel frattempo, la cosa migliore è "non fare una piega" e lavorare di lavatrici....
Antonella

Yvelise
Messaggi: 40
Iscritto il: lun feb 27, 2006 10:08 pm

Messaggio da Yvelise » dom apr 09, 2006 1:28 pm

Grazie per la tua risposta, Antonella. In effetti ho cercato più volte di non dar peso alla cosa anche per diverso tempo, ma ogni tanto mi "scappa", magari se sono particolarmente stanca o nervosa, perchè mi sembrerebbe così semplice che lui la facesse nel vasino, invece di stare sempre lì a cambiar pannolini. Sono arrivata ad odiarli! All'inizio poi ho accettato veramente male la sua "regressione".
Poi c'è il fatto che io non ho una suocera, ma 2 prozie del mio compagno che ogni tanto lo tenevano che non perdono occasione di farmi una colpa di questo problema (io non sono stata capace di togliergli il pannolino "in tempo"), e nonostante fossero il mio unico aiuto evito di lasciargli mio figlio perchè non lo tormentino con questa cosa. Per fortuna c'è una vicina che se proprio devo andar via senza di lui lo tiene volentieri qualche ora.

A giugno finirà la materna e farà caldo, cercherò di rilassarmi e accantonare il tutto fino a quel momento. Ciao

Rispondi