dire la mia sulla bimba..pro e CONTRO

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Rispondi
cereal
Messaggi: 1
Iscritto il: dom feb 12, 2006 11:43 am

dire la mia sulla bimba..pro e CONTRO

Messaggio da cereal » dom feb 12, 2006 11:48 am

Ciao a tutti! Una premessa: sono anche io vegetariana, anche io ho allattato un bel bimbo.
nell'articolo su promiseland si demonizza la stampa perche ci da contro senza sapere che si puo benissimo allattare pur essendo vegetariani, poiche' la carenza di carne si puo integrare con moltissime altre cose. Quindi il segreto sta nella dieta equilibrata. Nessubo pero' puo'avere la presunzione di sapere se quella che la mamma accusata stava seguendo fosse una dieta bilanciata o NO al fine di allattare una bimba VISIBILMNTE sotto peso. Una bimba di 9 mesi VA SVEZZATA non puo vivere di solo latte materno ma esso va integrato alle pappe (non necessariamente alla carne). Un neonato va fatto seguire da un pediatra. Non si conoscono ancora le cause della morte ma un dato si, ' certo. LA BIMBA PESAVA COME UN NEONATO DI 3 MESI e questa a me sembra una bestialita'. Non si sta facendo il processo ai vegani o ai vegetariani ma alla gente irresponsabile ed estremista che prepotentemente si sente in diritto di scegliere sulla vita dei figli. Mio figlio non e' vegetariano. Ha tre anni. Quando vorra' scegliera' da solo. Quella bimba non ne ha avuto la possibilita'...e questo e' disumano.

Elena

Evi
Messaggi: 64
Iscritto il: mer set 07, 2005 1:09 pm
Località: Piacenza
Contatta:

Messaggio da Evi » dom feb 12, 2006 12:12 pm

sono daccordo fino alle ultime frasi....
prima di essere vegan o infami carnivori si deve essere genitori responsabili...
ed è fuori d'ogni dubbio che la marde fosse colpevole ma non in quanto vegan, in quanto genitore irresponsabile.
per lasciare al figlio la libera scelta... non sono molto daccordo... non mi permetto di dire che hai fatto una scelta sbagliata o meno, dico solo che se il pupo segue una dietabilanciata può tranquillamente essere vegan... ovvio che occorre un po' più di impegno da parte del genitore perchè essendo un individuo in crescita occorre una dieta particolarmente bilanciata, ma non credo davvero sia impossibile ne tantomeno lo limiti nel proprio libero arbitrio :)
opinioni puramente personali.

Vera F.
Messaggi: 552
Iscritto il: mar feb 07, 2006 10:13 pm
Località: Napoli Prov.
Contatta:

Messaggio da Vera F. » dom feb 12, 2006 12:40 pm

A me continuano a chiedere cosa farò quando avrò un figlio... io rispondo che considerando la dieta vegetariana adeguata allo sviluppo di un bambino, gliela farò seguire e poi sarà lui a scegliere quando entrerà nell'"età della ragione"... del resto lo hanno fatto anche i miei genitori: mi hanno imposto la carne e da ragagazzina ho scelto io il vegetarismo... lui sarà libero di fare i lcontrario.
Per il resto mi trovo d'accordo con entrambe.

wide receiver
Messaggi: 399
Iscritto il: ven giu 10, 2005 8:56 am
Località: Cernusco Lombardone LC

Re: dire la mia sulla bimba..pro e CONTRO

Messaggio da wide receiver » dom feb 12, 2006 1:25 pm

cereal ha scritto: nell'articolo su promiseland si demonizza la stampa perche ci da contro senza sapere che si puo benissimo allattare pur essendo vegetariani, poiche' la carenza di carne si puo integrare con moltissime altre cose. Quindi il segreto sta nella dieta equilibrata. Nessubo pero' puo'avere la presunzione di sapere se quella che la mamma accusata stava seguendo fosse una dieta bilanciata o NO
E infatti proprio per questo la stampa non dovrebbe lasciar intendere che l'alimentazione veg* sia inadeguata. Purtroppo sappiamo benissimo che per la maggior parte delle persone ciò che viene riportato dai giornalisti è la verità assoluta o quasi.
Se consideri gli sforzi che servono per promuovere il vegetarianesimo, a causa di una conclamata refrattarietà della gente a "stravolgere" (secondo loro) le proprie abitudini, puoi capire quanto sia perniciosa una notizia riportata in questo modo.


cereal ha scritto:Non si sta facendo il processo ai vegani o ai vegetariani ma alla gente irresponsabile ed estremista che prepotentemente si sente in diritto di scegliere sulla vita dei figli.
a me sembra invece che si stia puntando l'indice sui vegetariani, poichè il sito Tg.com riporta: " In pratica, essendo i suoi genitori vegetariani, alla piccola sarebbero mancate completamente le proteine della carne e del pesce"

cereal ha scritto:Mio figlio non e' vegetariano. Ha tre anni. Quando vorra' scegliera' da solo. Quella bimba non ne ha avuto la possibilita'...e questo e' disumano.
Elena
In realtà nemmeno tuo figlio ha avuto la possibilità di scegliere. Nessun bambino a quell'età ha la possibilità di scegliere.
La differenza tra tuo figlio e quella bimba risiede non nella facoltà di scelta, ma nel fatto che quella bimba fosse stata alimentata male (a prescindere da vegetarianesimo o onnivorismo)

E in ogni caso restiamo ancora nel campo delle ipotesi, in quanto l'autopsia non ha ancora confermato le cause del decesso. Per quanto ne sappiamo noi, Aurora poteva anche soffrire di patologie non legate all'alimentazione.
Per queste ragioni ritengo che sia stata fatta una campagna informativa scorretta.

Ciao Elena :)

andtata
Messaggi: 2
Iscritto il: lun feb 13, 2006 9:10 am

le scelte

Messaggio da andtata » lun feb 13, 2006 9:43 am

di certo non c'entra l'esser veg o no, per essere genitori responsabili.
Ma è necessario seguire i consigli dei pediatri questo si, non credo ci possa basare sull'idea per la salute di un figlio.
Non diversamente dalla religione, sceglierà lui/lei cosa e come essere.
Ma fino a che non è nell'età della ragione un genitore non ha il diritto di mettere nemmeno lontanamente a rischio la sua salute, nè sul breve nè sul lungo termine, in realtà da quello che so non ci sono studi, su bambini nati da Vegan cresciuti sempre e solo così negli anni.
Rispetto chi ha fatto una scelta, ma non deve imporla ai figli, ti faccio conoscere tutto...sarai tu a scegliere, e se va a trovare un amichetto e prova la fettina impanata con le patatine e gli piace?
non credo che un genitore possa dirli NO.
Quando sarà adulto potrà dire mi piace, ma rinuncio conoscendo pro e contro, oppure dire mi piace e continuo, conoscendo pro e contro.
ps: non credo che i veg siano tristi:-)

and.c.
Messaggi: 79
Iscritto il: lun apr 25, 2005 3:27 pm
Località: varese

Messaggio da and.c. » lun feb 13, 2006 11:03 am

La povera bimba in questione sembra fosse stata svezzata.Certamente doveva essere seguita da un pediatra,purtroppo non è facile trovarne di competenti in merito alla nutrizione vegan e vegetariana.
Per nostra fortuna(mia e di mia moglie),nostra figlia di quasi quattro anni è seguita da due pediatre entrambe favorevoli alla dieta vegan.Quindi essendo io e mia moglie quasi vegan soprattutto per motivi salutistici,abbiamo adottato questo schema alimentare anche per nostra figlia,perchè vogliamo darle il meglio.
Per quanto riguarda gli studi sui bambini vegan puoi consultare il sito scienzavegetariana.

andrea grasselli
Messaggi: 658
Iscritto il: mar ott 05, 2004 8:02 pm
Località: lugano

Re: le scelte

Messaggio da andrea grasselli » lun feb 13, 2006 11:41 am

andtata ha scritto:da quello che so non ci sono studi, su bambini nati da Vegan cresciuti sempre e solo così negli anni
ecco qualche articolo interessante da http://www.scienzavegetariana.it (clicca sulle diciture, gli articoli contrassegnati con "div" sono divulgativi, gli altri sono medico-scientifici): andrea

Bago
Messaggi: 27
Iscritto il: ven lug 01, 2005 10:48 am

Messaggio da Bago » lun feb 13, 2006 12:22 pm

and.c. ha scritto:La povera bimba in questione sembra fosse stata svezzata.Certamente doveva essere seguita da un pediatra,purtroppo non è facile trovarne di competenti in merito alla nutrizione vegan e vegetariana.
Per nostra fortuna(mia e di mia moglie),nostra figlia di quasi quattro anni è seguita da due pediatre entrambe favorevoli alla dieta vegan.Quindi essendo io e mia moglie quasi vegan soprattutto per motivi salutistici,abbiamo adottato questo schema alimentare anche per nostra figlia,perchè vogliamo darle il meglio.
Per quanto riguarda gli studi sui bambini vegan puoi consultare il sito scienzavegetariana.

essendo della vostra zona posso avere il nome del pediatra per favore, non ho ancora figli ma potrebbe essere utile sapere.
Grazie 1000

Antonella Sagone
Messaggi: 1252
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:13 am
Località: Roma

Re: le scelte

Messaggio da Antonella Sagone » lun feb 13, 2006 12:39 pm

andtata ha scritto:di certo non c'entra l'esser veg o no, per essere genitori responsabili.
Ma è necessario seguire i consigli dei pediatri questo si, non credo ci possa basare sull'idea per la salute di un figlio.
Non diversamente dalla religione, sceglierà lui/lei cosa e come essere.
Ma fino a che non è nell'età della ragione un genitore non ha il diritto di mettere nemmeno lontanamente a rischio la sua salute
cito questo in rappresentanza di tanti altri che hanno detto cose analoghe.
per prima cosa, la libertà di scelta. siamo noi genitori che scegliamo per i figli, sempre. Ogni scelta ne preclude un'altra, almento finché il bambino cresce ed è in grado/ha il potere di scegliere da solo.
Conosco diversi veg che si rammaricano del fatto di essere stati inconsapevolmente abituati alla carne da bambini, si rammaricano anche di aver avuto piacere nel mangiarla, perchè non sapevano la sofferenza animale che c'era dietro... le scelte sono una faccenda complessa.
Qui comunque le scelte non c'entrano nulla, c'entra un qualcosa che è andato molto storto e NON SAPPIAMO ANCORA AFFATTO di cosa si è trattato.

Seconda cosa, su cosa si deve basare un genitore per la salute di un figlio? I pediatri... fatti un giro e troverai pediatri che dicono tutto e il contrario di tutto. C'è tutta la gamma; che lo dica un pediatra non garantisce un bel nulla che sia un buon consiglio, in 20 anni che mi occupo di madri e neonati ne ho sentite tante... e qui taccio!
Ma vorrei anche farvi riflettere su un aspetto:
una mamma che ha fatto scelte molto controcorrente (alimentazione veg, allattamento oltre i primi mesi, svezzamento graduale, niente vaccinazioni) difficilmente troverà un pediatra che non la "sgridi" anche aspramente per quello che fa, ordinandogli tutt'altro modo di nutrire e accudire suo figlio. Va a finire così che queste mamme spesso finiscono per mentire al pediatra o per non consultarlo affatto, dandosi al "fai da te". Il che, se subentra una patologia, una situazione che avrebbe davvero bisogno del parere medico, può avere risultati catastrofici. Io raccomando sempre alle mamme che mi consultano di parlare con il pediatra e, se non va bene per loro, di non stancare di cercarne un altro, ma comprendo perfettametne quanto questo possa essere difficile, se non impossibile soprattutto nei piccoli centri dove non c'è molta scelta e dove i pregiudizi e le prssioni sociali sono più forti.

Chiudo invitando a non dare giudizi così affrettati sui genitori di questa bambina: non sappiamo come sono andate le cose (i media possono anche aver distorto fortemente lo svolgimento dei fatti), e non sappiamo soprattutto di cosa è morta questa bambina (finché l'autopsia non sarà ultimata). Ma non dubito che i genitori non avranno certo deciso di lasciar morire di fame la loro bambina sotto i loro occhi senza darsene peso!!
Antonella

Perla
Messaggi: 156
Iscritto il: ven mar 11, 2005 11:59 am
Località: milano

bimbi e pediatri

Messaggio da Perla » lun feb 13, 2006 3:11 pm

D'accordissimo con Antonella!!!! Perchè un genitore per essere responsabile e per tutelare veramente la salute di suo figlio deve, la maggior parte delle volte non ascoltare i "consigli" dei pediatri della mutua! Ed è veramente difficile con un bambino piccolo, magari il primo, riuscire a non essere messi in crisi dal continuo confronto con la bilancia, i percentili, le battutine di amici e parenti che ti guardano come una marziana ...niente carne? no, neanche pesce, noooo, neanche formaggio????, e non parliamo poi delle prime febbri...come???niente tachipirina a 38??? No neanche a 39, ma provate a dire al pediatra della mutua che preferite che la malattia faccia il suo corso..... provate pure a dire che preferite non fare le vaccinazioni..... saranno capaci di farvi sentire proprio dei genitori inadeguati....
Difficile la vita dei vegetariani, ancor di più con un figlio che magari disgraziatamente nonostante sia allattato e mangi la sua quantità di latte non assimila tutto e resta sempre un pò magro .......
Ma si sopravvive.....se si riescono ad evitare questi preziosi consigli dei pediatri che così giusto per conoscenza ti refilano campioncini di latte artificiale prima e e poi di pappette già preparate con "tutto quello che serve per una crescita equilibrata"!!!!
A tutte le mamme vegetariane un saluto.
Perla

pleiadi
Messaggi: 620
Iscritto il: mar giu 21, 2005 5:29 pm
Località: Bagheria (Pa) ma Napoletana!

Re: bimbi e pediatri

Messaggio da pleiadi » lun feb 13, 2006 3:22 pm

Perla ha scritto:ancor di più con un figlio che magari disgraziatamente nonostante sia allattato e mangi la sua quantità di latte non assimila tutto e resta sempre un pò magro .......
Perla
Che poi sempre meglio un bimbo un pò magro ma forte e in salute piuttosto che tutti sti bambini obesi che ci sono in giro!

Io ero una di quelle bambine magreeeeeeeeee, secchissssimeeee, le calze di lana (che in genere sono aderenti) a me andavano larghissime sui polpacci, ma il pediatra lo diceva sempre ai miei genitori "si è magra ma è forte, meglio che essere cicciona" e sto parlando di 27..28 anni fa, e poi che il latte della madre è poco nutriente = alimentazione vegetariana è una cretinata, mi sono ricordata che mia madre, graaaaan carnivora, quando sono nata io non aveva latte "buono" e in giusta quantità per me, quindi non c'entra nulla!


MARY
Messaggi: 42
Iscritto il: lun ott 25, 2004 1:15 pm
Località: emilia romagna
Contatta:

alimentazione

Messaggio da MARY » mar feb 14, 2006 10:33 am

Premetto che ho due figli grandi e sono diventata vegetariana quando loro non erano più dei neonati però penso di poter dire la mia su quello che farei oggi se avessi un bambino piccolo.
Rimango dell'idea che la scelta vegetariana o vegana sia un fatto personale e non è giusto imporla ad altri, io ho una figlia vegetariana e un figlio che non lo è.
Và rispettata la scelta di ognuno (cosa che io faccio ma che raramente fanno gli altri, che mi vogliono imporre di mangiare quello che pare a loro) però con un bambino si sceglie quello che si pensa sia meglio per lui.
Se io avessi un neonato ora gli imporrei sicuramente una dieta senza carne, non per motivi etici, ma per motivi di salute.
In fondo se noi adulti pensiamo che la carne fà male perchè dobbiamo somministrarla a nostro figlio ???
L'unica risposta che trovo a questa domanda è che non riusciamo completamente a liberarci da tutti i luoghi comuni che abbiamo sentito per anni e in presenza di un figlio riaffiora quel qualcosa che dice che in un'alimentazione equilibrata c'è anche la carne.
Ma allora perchè noi non la mangiamo ?? Perchè continuamo a leggere che le proteine animali non sono indispensabili ???
Credo che bisogna liberarsi da questi fantasmi e fare qualche scelta per nostro figlio, in fondo anche la dieta onnivora è una scelta.
L'altro giorno leggevo un'intervista a Margherita Hack che raccontava che lei ha avuto due genitori vegetariani che l'hanno cresciuta con lo stesso tipo di alimentazione, non ha mai sentito un pezzo di carne, che ha fatto sport a certi livelli e che li ringrazia per questa scelta.
Dobbiamo avere il coraggio di fare scelte diverse dagli altri senza avere sensi di colpa.

Lia
Messaggi: 498
Iscritto il: ven nov 26, 2004 3:18 pm

Messaggio da Lia » mar feb 14, 2006 12:02 pm

Io avevo aperto l'altro topic scandalizzata dal modo in cui era stata data la notizia, dei fatti in realtà si sa poco e niente e nessuno dovrebbe sentirsi in potere di generalizzare.
Al tg2 nel dare la notizia della bimba avevano rimarcato la questione delle scelte dei genitori "imposte" ai figli (avevano anche elencato le scelte religiose, non solo alimentari, ecco che "vegan=estremisti-setta-integralisti").
Io vi posso dire che sono stata cresciuta da due genitori "sessantottini" convinti che dovessi scegliere tutto da sola, dalla religione alla fede politica ai vestiti, ecc. Se dovessi fare un bilancio vi giuro che avrei preferito che qualcosa mi fosse stato passato come valore "indiscutibile", almeno fino ad una certa età...Poi comunque ci si arriva ma volete mettere la ricchezza, l'orgoglio di sentirsi parte di una scelta di vita? Secondo me non è affatto sbagliato educare i figli dando loro una strada precisa, poi si rispetteranno le loro scelte, ovvio, ma si sarà lasciata loro una base solida.
O forse parlo così perchè non ho avuto figli e la faccio facile????
Immagino le difficoltà relative ai pediatri, vista l'isteria collettiva che c'è intorno ai bambini e visto anche come si comportano i medici normali....

Rispondi