Titta più la notte che di giorno!

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Rispondi
Rita
Messaggi: 730
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:16 pm
Località: Piemonte,mamma di Nicolas 5 Giugno 2004

Titta più la notte che di giorno!

Messaggio da Rita » mer ott 06, 2004 8:54 am

Care mamme e cara Antonella,dopo i vari problemi di disorientamento,torno a rompere le scatole come prima,più di prima.Volevo sapere se sia cosa normale che il mio cucciolo di 4 mesi compiuti ieri,da una decina di giorni mangi pochissimo durante tutta la giornata e poi faccia il pieno tutta la notte,con pause massime di 3 ore.Considerate che da qualche tempo saltava persino la poppata notturna o ,al massimo, ne faceva una,ora non stiamo mai sotto le 3.Inoltre ho notato che la notte bagna pochissimo il pannolino,quasi nulla e,da qualche tempo fa meno cacca,nel senso che prima si scaricava anche 5 volte al giorno ed ora, massimo 2.Il latte c'è,ne sono certissima perchè alle volte si stacca infastidito ed io lo vedo zampillare dapertutto!Non capisco perchè questa inversione di rotta!Devo precisare che Nicolas ha avuto e non è ancora passato,un brutto raffreddore che ha attaccato anche a mamma e papà,non so se significhi nulla,ma io lo dico comunque.Inoltre,dormendo con noi nel lettone,il bimbo non piange per farmi capire che ha fame,ma mi tocca e mi succhia la maglia e se non me ne accorgo subito,povero piccolo,s'infila il ditino in bocca e per un pò non lo sento più.Probabilmente se non lo facessi tittare non piangerebbe perchè si consola con il dito,ma quando capisco che mi vuole,non resisto e gli do la titta,spero solo di non fraintendere,anche se non penso perchè alla fine,mangia di gusto,quindi ha proprio fame!Mi chiedo,ma fino a che punto il dito può tranquillizzarlo?Possibile che non si faccia sentire con 2 urli?Dico questo,non perchè voglio che mio figlio pianga,ma solo perchè,se non me ne accorgo,o se non dormisse con noi, sarebbe impossibile capire la sua esigenza!Scusate se ho scritto troppo,ma prima o poi dovevo ricominciare!Ciao a tutte e fatevi vive!Un bacione da Rita

vally
Messaggi: 70
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:02 pm
Località: parma
Contatta:

Messaggio da vally » mer ott 06, 2004 10:49 am

anke tommy da un po' di tempo tetta piu' la notte ed anke lui nn piange piu' quando si sveglia ma dormendo insieme a me al primo segno di risveglio lo attacco e dopo una breve ciucciatina dorme come un ghiro...xo' si sveglia piu' spesso di prima...anke lui ha preso un po' di influenza ma senza aver febbre solo un po' di tosse e catarro...stanotte ha dormito un po' di piu' ma ieri notte poverino si svegliava ad ogni colpo di tosse!!!
un bacio ciao

Antonella Sagone
Messaggi: 1252
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:13 am
Località: Roma

riflesso di emissione troppo forte?

Messaggio da Antonella Sagone » mer ott 06, 2004 3:44 pm

ciao Rita,
quello che mi descrivi sembra un classico caso di semi-sciopero del poppante, causato dal fastidio per un riflesso di emissione più vigoroso di quanto tuo figlio sembri sopportare. Questi bambini finiscono per stare al seno il minimo indispensabile e a prendere un po' meno latte di quanto sarebbe l'ottimale per i loro bisogni. Dovresti quindi prima di tutto controllare se, pannolini notturni asciutti o no, in totale nelle 24 ore ci sono almeno 5-6 pannolini BEN bagnati, e se le feci, anche se non quotidiane, sono morbide e abbondanti. A questo punto, se ci sono questi presupposti possiamo rilassarci e ragionare con più calma. Se invece dovesse venire fuori che c'è uno scarso trasferimento di latte, allora dovremo trovare una strategia per fargliene assumere di più, magari tirandolo e dandolo con un bicchierino, o lavorando sulla posizione. Avete già trovato una prziale soluzione con l'allattamento notturno.
Ti chiedo anche: la posizione notturna è forse diversa da quella diurna? A volte quando il riflesso è forte il bambino si trova meglio su un fianco che nella posizione classica. Altre posizioni migliori per il RdE forte sono quelle con il bambino sopra il seno (ad es., in una sedia a dondolo o sdraio, parti con la posizione classica e poi ti adagi all'indietro in una posizione semisdraiata).
Nota che ho parlato prima di trasferimento di latte, e non di produzione; perché d'accordo che il latte ce l'hai e lo vedi zampillare, ma il punto è: il bambino se lo prende?

Ipotesi alternative per uno sciopero strisciante sono: qualcosa che lo disturba/distrae durante il giorno, per cui preferisce poppare di notte quando la situazione è più tranquilla.
Pensaci su e fammi sapere cosa ti sembra.

Antonella

Rispondi