Lavoro e veganismo

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

IlariaVegan
Messaggi: 473
Iscritto il: mar nov 08, 2005 12:06 am
Controllo antispam: cinque
Località: l'isola che non c'è :-))

Lavoro e veganismo

Messaggio da IlariaVegan » ven gen 20, 2006 6:42 pm

Ciao a tutti!
Ormai è sicuro, l'anno prossimo mi iscriverò a scienze della formazione e un domani, forse (speriamo...), insegnerò alle elementari.
Adesso sto svolgendo il servizio civile ambito minori, aiuto le maestre e, spesso, mi è capitato di trovarmi coinvolta in discussioni non certo vegan.
Ora mi chiedo... riuscirò a occuparmi dei bambini anche pensandola in un certo modo su certi argomenti?
Quando lavoravo in ufficio, ignoravo i commenti e facevo il mio lavoro fregandomene degli altri... Era abbastanza gestibile il tutto.
Con i bambini, però, è diverso... non posso certo ignorare i loro discorsi... e spiegare ciò che penso mi sembra non corretto perchè i bambini hanno i loro genitori e io non posso sostituirmi alla figura genitoriale. Anche perchè i genitori, quando vogliono, sono "carogne" e ci mettono un secondo ad attaccare insegnanti&C. accusandoli di voler cambiare la testa ai bimbi ecc. Parlo per esperienza...
E' anche vero, però, che la maestra è un po' una "seconda mamma" ed è una figura guida per il bambino... il veganismo è amore e cosa c'è di sbagliato nel professare amore ai propri alunni??? (fatelo capire ai genitori... :-/)
Non so... è un casino...
Qualcuno conosce insegnanti vegan? Come hanno affrontato il tutto?
Grazie mille a tutti e scusate lo sfogo...
Ciao :-)
Ilaria

c.m.
Messaggi: 347
Iscritto il: ven ott 08, 2004 9:35 pm
Controllo antispam: diciotto

Messaggio da c.m. » ven gen 20, 2006 8:06 pm

ilaria ,
io sono stata tanti anni insegnante e proprio il fatto di essere dalla parte degli animali mi ha creato boicot immensi
Ora qualcosa sarà cambiato , sono sempre nella scuola ma non + insegnante , mi hanno fatta fuori -non conto + niente , non faccio + parte delle riunioni e ho avuto l'orario raddoppiato ( come una simil impiegata ) .
Lasciamo perdere, nn voglio spaventarti , tu sei giovane e hai delle carte in più da giocare .

Insegnanti veg mi viene in mente Tuula , di Napoli , della lista animalista di Peacelink .
I messaggi della lista si leggono anche sul web .

http://lists.peacelink.it/animali/mail2.html

dai suoi mess. vedi che riesce a fare qualcosa nella scuola .

La LAV di Piccole Impronte a me piace , tante classi sono iscritte e su Piccole impronte ci sono foto ,disegni e pensieri dei bambini .

anche http://www.unaecoanimali.it fa concorsi e attività per le classi .

*Sara*
Messaggi: 628
Iscritto il: mer ott 06, 2004 1:10 pm

Messaggio da *Sara* » ven gen 20, 2006 9:30 pm

Io conosco un insegnante vegan e se la cava alla grande, grazie a una grande forza di volontà, anche all'interno della scuola è riuscito a creare parecchie iniziative volte all'educazione(vegan)alimentare e a spiegare ai ragazzini con grande sensibilità le motivazioni di questa sua scelta...a quanto ne so non ha nemmeno mai ricevuto proteste, probabilmente perchè riesce a sensibilizzare i ragazzini (su questa e molte altre tematiche sociali-ambientali)senza risultare invasivo :)

Qualche volta ho partecipato a incontri nelle scuole o nei centri di aggregazione in cui dovevo parlare ai ragazzi/bambini, di solito sono loro a fare mille domande, per cui è abbastanza semplice arrivare poi a parlare di alimentazione, ovviamente sempre tenendo presente che si parla con dei bambini(mi pare ovvio ;)).

sofia*
Messaggi: 224
Iscritto il: ven nov 04, 2005 3:10 pm
Località: parma
Contatta:

Messaggio da sofia* » ven gen 20, 2006 9:40 pm

io invece la vedo un pò grigia.... tu puoianchedire al tuaopinione ai bambini, ma come dici tu, igenitori sono carogne, attenta, perchè giochi con il fuoco. Mio padre,insegnante, non per questioni alimentari ma peraltriideali, anni fa rischiò la carriera. Fai scuola a casa tua, magari proponi quello che ha detto prima C.m. portarli a conoscere laLAV di piccole impronte, insegnagli ad amare e rispettare gli animali, proponi cibi vegan nella mensa. Maio non andrei troppo oltre.

c.m.
Messaggi: 347
Iscritto il: ven ott 08, 2004 9:35 pm
Controllo antispam: diciotto

Messaggio da c.m. » dom gen 22, 2006 5:28 pm

Per Ilaria

ho trovato sul web notizie della scuola triennale che ho frequentato a Torino .

http://www.comune.torino.it/sfep/sfep/exe/

il direttore frequentava come allievo quando c'ero anch'io , l'anno precedente . Gli altri doc. non li conosco .

IlariaVegan
Messaggi: 473
Iscritto il: mar nov 08, 2005 12:06 am
Controllo antispam: cinque
Località: l'isola che non c'è :-))

Messaggio da IlariaVegan » dom gen 22, 2006 9:42 pm

Grazie a tutti!!!

Ilaria

Adremar
Messaggi: 90
Iscritto il: gio dic 15, 2005 12:09 am

Messaggio da Adremar » lun gen 23, 2006 12:38 am

Non so consigliarti nulla, cmq in bocca al drago! :'

sciuga
Messaggi: 29
Iscritto il: ven giu 10, 2005 10:42 am
Località: Trento

Re: Lavoro e veganismo

Messaggio da sciuga » lun gen 23, 2006 8:34 am

IlariaVegan ha scritto:Qualcuno conosce insegnanti vegan? Come hanno affrontato il tutto?
io :-)
finora i miei studenti avevano tra i 20 e 23/24 anni, quindi era facile parlare un po' dell'argomento, tra un po' invece mi troverò davanti ai ragazzi della scuola media e non so cosa mi aspetta... se capita di parlare dell'argomento animali spiegherei tranquillamente la mia decisione, così almeno vedono che si vive anche senza la carne. poi si vedrà... ;-)

IlariaVegan
Messaggi: 473
Iscritto il: mar nov 08, 2005 12:06 am
Controllo antispam: cinque
Località: l'isola che non c'è :-))

Messaggio da IlariaVegan » ven apr 28, 2006 11:24 pm

Ennesima crisi...
Sono convinta della mia scelta (vedi sopra), ma non so se riuscirò a conciliare il mio pensiero e il mio stile di vita con l'insegnamento verso bambini figli di una società basata su principi opposti ai miei...
Esempio:
Tema: come ho trascorso la domenica
Svolgimento: (...) ieri sono venuti a pranzo da noi i nonni e la mia mamma ha preparato un arrosto buonissimo con le patatine fritte (...)
oppure (...) ieri sono andato a pescare con il mio papà e abbiamo portato a casa una trota gigante (...) :-((((((((((( Come faccio??????
Per non parlare poi dell'impatto mensa... come potrò affrontare ogni pranzo in mezzo a bambini che non solo mangiano cadaveri, ma, magari, mi chiedono pure di tagliare loro la bistecca o "roba" simile?? :-(((
Sono in crisi... voi che ne pensate?

myr
Messaggi: 67
Iscritto il: gio gen 05, 2006 11:17 pm

Messaggio da myr » sab apr 29, 2006 2:06 am

purtroppo quando si lavora ci sono molte altre priorità rispetto alle nostre inclinazioni. es.: correggere ortografia e grammatica del tema e non giudicarne il contenuto, anche se a te la relazione della pesca alla trota fa star male!
in sala mensa dovrai controllare che i bimbi stiano seduti, non si ingozzino, non reclamino solo fritture e pizza e non si tirino addosso l'insalata invece che mangiarla (questo da mia esperienza personale).
nel campo nutrizionale potrai però ampliare le loro conoscenze parlando di alimentazione alternativa, magari proponendo percorsi didattici ad hoc (ricerche e sperimentazioni varie; in molte scuole già lo fanno per via della sempre più diffusa obesità infantile). tieni conto che molti bimbi arrivano da famiglie con una totale ignoranza alimentare, con mamme che cucinano solo pasta e 4 salti... , e devono imparare prima di tutto che il cibo è una cosa che si "crea" manipolando materie esistenti in natura e non che esce bell'e pronto da una busta colorata!

goccia
Messaggi: 1002
Iscritto il: gio ott 21, 2004 2:34 pm
Località: Anzio (Rm)

Messaggio da goccia » sab apr 29, 2006 9:17 am

IlariaVegan ha scritto:Sono in crisi... voi che ne pensate?
Che questa é la realtà e se riuscirai a superare e a confrontarti con questi bambini sarai di aiuto alla causa animale, altrimenti peccato.

Spero che riuscirai a vederla come un'occasione, un momento di crescita personale e non un ostacolo.
Spero che accoglierai ed imparerai a fare questa cosa che non ti va giù: fallo per gli animali, tu sei per loro un'occasione da non perdere dato che hai la possibilità di dialogare con le nuove generazioni.

Sul metodo, non saprei, ognuno trova quello che meglio si confà.
Certo che qualche bel libro aiuterebbe ... io ho la fissa - lo dico io, tanto si sa che é così - per la comunicazione non violenta e forse un bel libro per cominciare potrebbe essere educazione che arricchisce la vita di esserci edizioni, trovi la scheda sul loro sito.
Comincia col chiedere rispetto in generale e poi potrai introdurre l'argomento, facendo attenzione e senza andare troppo oltre, perché come dici sono figli di altri.

Auguri,

IlariaVegan
Messaggi: 473
Iscritto il: mar nov 08, 2005 12:06 am
Controllo antispam: cinque
Località: l'isola che non c'è :-))

Messaggio da IlariaVegan » sab apr 29, 2006 9:19 am

myr ha scritto:purtroppo quando si lavora ci sono molte altre priorità rispetto alle nostre inclinazioni. es.: correggere ortografia e grammatica del tema e non giudicarne il contenuto, anche se a te la relazione della pesca alla trota fa star male!
Verissimo.
Però, vedi, la mia crisi consiste anche nella paura di non riuscire ad essere abbastanza forte per affrontare ogni giorno pugnalate così... (esempio della pesca)
Ok, il mio lavoro non sarà giudicare il contenuto, certo. Come posso, però, stare bene dentro e lavorare serenamente (fondamentale per svolgere al meglio ogni compito) se continuo a star male per ciò che vedo, sento, intuisco? Come ho scritto sopra, sto prestando servizio di assistenza nelle scuole e mi accorgo che, talvolta, è molto difficile mandare giù certe cose.
Razionalmente ho tutto chiaro in testa, ma emotivamente mi sento confusa e molto impaurita...

myr ha scritto: in sala mensa dovrai controllare che i bimbi stiano seduti, non si ingozzino, non reclamino solo fritture e pizza e non si tirino addosso l'insalata invece che mangiarla (questo da mia esperienza personale).
E se mi chiedono ti tagliare loro la bistecca?
So che potrebbe sembrare una cosa sciocca, ma il solo pensiero mi angoscia... :-/

IlariaVegan
Messaggi: 473
Iscritto il: mar nov 08, 2005 12:06 am
Controllo antispam: cinque
Località: l'isola che non c'è :-))

Messaggio da IlariaVegan » sab apr 29, 2006 9:29 am

goccia ha scritto:
Auguri,
Grazie, goccia :-)

myr
Messaggi: 67
Iscritto il: gio gen 05, 2006 11:17 pm

Messaggio da myr » sab apr 29, 2006 8:00 pm

se sarai riuscita a spiegare ai bambini il tuo punto di vista, capiranno perchè sarà un'altra maestra a tagliare la loro bistecca e non tu.
ha ragione goccia, sarà un'occasione di crescita, non un ostacolo.
ciao!

Anto
Messaggi: 538
Iscritto il: dom ott 09, 2005 1:37 pm
Località: ex Sibyl, Milano
Contatta:

Messaggio da Anto » sab apr 29, 2006 8:12 pm

Ciao Ilaria,

io ho lavorato per 3 mesi alla scuola materna.

Ho anche tagliato la bistecca ai bambini... terribile. Se avessi fatto altrimenti la dirigente avrebbe tagliato me a pezzettini e credo che avrei rischiato grosso.

Certo una cosa l'ho capita... ho capito che quello non era lavoro per me.

Comunque nei tre mesi in cui sono stata con loro ho capito che i bambini sono molto più sensibili e intelligenti di quello che si crede nel senso comune.

Loro certi collegamenti li fanno immediatamente... non come gli adulti che hanno delle strutture mentali impossibili da smontare.

Ad alcuni ho fatto capire come dovevano comportarsi coi piccioni e che non dovevano sprecare kg di carta.

Se le cose gliele spieghi con dolcezza, capiscono, eccome.

Il problema non sono loro, ma sono altri:

1)le mamme
2)le colleghe

Io ho capito che quello non era il mio lavoro, perchè oltre al fatto che non avevo nessuna voglia di tagliare le bistecche e imboccarli, non mi piace la mentalità che c'è nelle scuole, ciò che viene insegnato ai bambini sa di vecchio, di antico, sa di facciata. E non mi piace per nulla.

Ma se tu sei ben motivata e cosciente degli ostacoli, allora vorrei dirti che il tuo contributo sarà importantissimo, perchè, ripeto, i bambini sono molto più avanti di noi in fatto di sensibilità. Certe cose le capiscono subito.

Rispondi