Estivill: se avete stomaco guardate qua...

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Antonella Sagone
Messaggi: 1252
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:13 am
Località: Roma

Estivill: se avete stomaco guardate qua...

Messaggio da Antonella Sagone » lun dic 12, 2005 11:54 am

è incredibile, guardate questo breve spezzone di un programma della TV spagnola, con Estivill che fa il "tutor" ai genitori che devono "imparare" a mettere a letto il loro bambino....

http://www.cuatro.com/multimedia/video. ... not_19.Ves

Mi vengono gli incubi a me a pensare cosa prova quel bimbo dopo che spengono tutte le luci e lo lasciano solo - mi chiedo che incubi avrà il bambino...

Estivill ce li ha mai incubi?
Antonella

xiro
Messaggi: 11
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:04 am

Re: Estivill: se avete stomaco guardate qua...

Messaggio da xiro » lun dic 12, 2005 12:27 pm

E' allucinante... noi invece cerchiamo di far dormire il nostro bambino nel suo lettino, facendolo abituare un pò alla volta; spesso si sveglia durante la notte e lo facciamo venire nel lettone senza problemi.

Metodi simili sono diffusi già da un pezzo. Quando ero bambino, alcuni genitori non esitavano ad adottare punizioni del tipo chiudere i bimbi al buio nello "sgabuzzino".

stella...
Messaggi: 231
Iscritto il: ven ott 22, 2004 8:19 am
Località: verona

Messaggio da stella... » lun dic 12, 2005 12:53 pm

estevill... dovrebbero metterlo in prigione a quello lì!

E la madre..che stava lì a guardare!

SereneLLa
Messaggi: 72
Iscritto il: ven ott 08, 2004 7:57 pm
Località: Modena

Messaggio da SereneLLa » lun dic 12, 2005 2:15 pm

Sarei curiosa di sapere come va a finire...Il bimbo che urla e scalpita per ore finche' esausto non stramazza per terra e si mette a dormire dalla stanchezza??
E i genitori in cucina ad aspettare che la lagna finsca di sbraitare con il cuore in gola e il rimorso di averlo lasciato solo...?
Mah, che assurdita'.
Non ho mai letto quel libro, non lo leggero' mai e ne sconsigliero' apertamente la lettura a tutti quelli che conosco.
Sono oggettiva, ho una bimba che non ha mai avuto problemi con il sonno, e' sempre stata abituata a dormire da sola,all'inizio nella culla vicino al mio letto cosi' potevo allattarla e poi verso l'anno nella sua cameretta e raramente fa storie prima di andare a nanna, solamente se e' molto stanca. Io lascio ancora la radiolina accesa e la ascolto sempre addormentarsi, se non ha sonno subito gioca con i suoi pupazzi o si racconta delle canzoncine da sola e poi dopo poco si addormenta beata...
Lo so, non tutti i bimbi sono uguali ma di certo non adotterei il metodo di Estevill, cerco altre alternative prima di arrivare ad una situazione cosi'esasperata...

Tita
Messaggi: 38
Iscritto il: mar ago 30, 2005 1:36 pm
Località: Brescia

Messaggio da Tita » lun dic 12, 2005 2:30 pm

Gaia ha avuto problemi di notte, fino all'incirca verso i due anni. Già dalla prima settimana a casa dall'ospedale dormiva nella culla nella camera accanto alla nostra. Ho sempre cercato di farla abituare ad addormentarsi da sola. Ci sono stati periodi in cui era facile che succedesse così, altri, e sono stati parecchi, in cui invece aveva bisogno o della mamma sdraiata nel letto con lei, o di venire nel lettone con noi due. Fino all'anno ho cercato di non averla nel lettone, più che altro perchè ho un sonno leggerissimo e rimanevo sveglia tutta notte nonostante la stanchezza, ascoltando il suo respiro, i suoi versetti, i suoi movimenti. Ma sinceramente quando ho ricominciato a pieno ritmo a lavorare e mi pesava alzarmi la notte per arrivare fino in camera sua, non ho esitato a rivedere le mie posizioni (e con me d'accordo mio marito) e a tenermela nel lettone. Non ho mai retto a sentirla piangere disperata, come ho sentito fare a questo bambino. Non condivido questo comportamento. Sono del parere che ci vuole prima di tutto elasticità e comprensione. Quando avevo poche settimane, mia madre adottò questo metodo con me per farmi "saltare" il pasto della notte. (oltretutto allattata artificialmente perchè a suo parere otto anni prima con mio fratello aveva allattato "a vuoto" per tre mesi e lui piangeva sempre, per cui con me aveva pensato bene,supportata dalle infermiere dell'ospedale di darmi subito il biberon senza mai attaccarmi al seno.Mi allattò una signora il tempo del ricovero che aveva latte in abbondanza) Sinceramente ricordo che poi verso i 3/4 anni ho frequentato spesso il lettone, e anche il letto di mio fratello per rifugiarmi dal mio terrore del buio. Secondo me certe "sofferenze" ci segnano.

lauravivy
Messaggi: 31
Iscritto il: lun dic 05, 2005 10:48 am

Messaggio da lauravivy » lun dic 12, 2005 5:28 pm

Non ho il coraggio di guardarlo ... una volta ho preso in mano il libro in libreria perché non riuscivo a credere che consigliasse davvero di ignorare una crisi di pianto del bambino che giungeva al vomito considerandola una tecnica per piegare i genitori alla propria volontà ...

Purtroppo lo dice veramente ... e purtroppo questo libro è diventato un best seller..

Che tristezza,

Laura

carlapioneer
Messaggi: 74
Iscritto il: ven feb 25, 2005 10:02 pm
Località: Parma

Messaggio da carlapioneer » lun dic 12, 2005 9:22 pm

Carissime io e mio marito abbimo provato terrore a guardare il video e Romeo oergogliosissimo si addormenta ancora alla tetta di sera, svegliandosi diverse volte di notte per chiedere la tetta e io alle volte mi incvolo pure perchè non ho una notte intera da molto, di giorno si addormenta in braccio al papà che gli canta una canzoncina o nelle braccia di sua nonna o di sua zia e ne andiamo fieri. POi quando guardiamo un video del genere tuuti i nostri dubbi vengono fugati, è crudele e egoista fare una cosa del genere.
Carla

Gio
Messaggi: 607
Iscritto il: mar dic 28, 2004 11:13 am
Località: torino

Messaggio da Gio » mar dic 13, 2005 8:49 am

Ciao.
Non riesco ad aprire il video, ma non importa, riesco a immaginare ...
Voglio solo dirvi che, purtroppo, esistono anche persone (che ri-purtroppo, conosco di persona) che esaltano questo libro, dicono che per loro è stata una salvezza (quando dai loro racconti ... non c'era nulla da salvare, perchè la bambina era già di quelle tranquille ... non ad alta richiesta per intenderci) e, quando gli fai qualche appunto al riguardo ti dicono ancora che i bambini "vanno educati da molto piccoli, perchè sono furbi loro, e se gli dai un dito poi si prendono tutto il braccio ..."

SIGH!

Gio

zazie
Messaggi: 36
Iscritto il: dom giu 05, 2005 2:04 pm
Località: milano, mamma di emma 20/05/04

Messaggio da zazie » mar dic 13, 2005 9:25 am

buongiorno
ho visto il video (AIUUUUUUTOOOOO) e sono rimasta senza parole. Premetto che ieri sera ho impiegato circa un'ora per addormentare Emma, un po' col seno un po' senza... un'impresa (a un certo punto mi ero proprio impazientita), ma mai dico mai mi verrebbe in mente di adottare questo "metodo" per far dormire la bimba.
Anche io vorrei sapere come continua il video, mah ... forse una successione di pianti serali per poi arrivare alla triste rassegnazione? I sottotitoli recitavano - circa - "Antonio (?) non riesce ad addormentarsi senza la madre" e io mi sono chiesta, ma cosa è successo la mamma si è stufata? perché bisogna togliere al bambino questa abitudine tanto bella per addormentarsi?
monicaunpoconfusa

andrea grasselli
Messaggi: 658
Iscritto il: mar ott 05, 2004 8:02 pm
Località: lugano

Messaggio da andrea grasselli » mar dic 13, 2005 10:07 am

questo video mostra cose che io definisco perverse: la perversione della vita disassociata. al posto di integrare, di costruire insieme, qui si vede il rapporto genitori-figli come un rapporto di scontro, di competizione, di lotta per vedere chi è più forte. quando si entra in una dinamica del genere, probabilmente non se ne esce più, se non con un grande lavoro di cambiamento.
eppoi ci si chiede perché nel mondo ci sono tanti criminali? la criminalità parte da qui, da una vita disassociata, di non ascolto, di rapporti di tensione al posto di rapporti di amore. so che non si può concedere tutto ai bambini, ma la questione è di avere un modo di profonda empatia e di collaborazione per interagire nelle situazioni che la vita ci presenta.
non tutti diventano però criminali: alcuni trovano strade loro, con tanta sofferenza, per uscire dall'inferno del sentirsi abbandonati; per altri c'è il ritalin e compagnia bella, che li rende schiavi di psicofarmaci e quindi ottimi consumatori per la società capitalistica.

sono ritornato da uno stage di biodanza e naturismo (presentato nel forum dedicato al naturismo - viewtopic.php?t=11420 ) e sono in uno stato di grazia.
sento che sì, un altro mondo è possibile, ma per costruirlo dobbiamo mettere amore, affettività e ascolto davanti a tutto.
è troppo grande il regalo che mi ha dato questo stage, non posso descriverlo. l'anno prossimo avremo altri stage. vi terrò informate, nel caso qualcuna volesse partecipare.

un abbraccio grande.
andrea

piccolastella
Messaggi: 211
Iscritto il: dom mar 13, 2005 4:11 pm
Località: Treviso

Messaggio da piccolastella » mar dic 13, 2005 10:09 am

...Senza parole.... Non ci posso credere!
Ho sentito mamme che esaltate dal libro seguono i consigli di questo personaggio pseudo esperto di bambini (a proposito ma lui ha dei figli o riesce solo a teorizzare su quelli degli altri) ma mai avevo immaginato di vedere una cosa del genere!

Ma questo è da Telefono Azzurro!
Che società è mai questa che permette simili cose e le enfatizza anche sui media ? E' possibile che un genitore non sia libero di non vaccinare SUO figlio, di scegliere cibi sani alla mensa scolastica e poi sia autorizzato, invitato esortato ad applicare questi metodi ?
A me è venuto male a vedere questo bambino anche perchè mi immaginavo i figli delle persone che mi hanno caldamente consigliato questo metodo (in primis mia cognata).
Ho fatto due discussioni pesanti su questa cosa e mi sono presa della folle perchè allatto di notte (!!!!!) come se fossi io che mi sveglio nel cuore della notte e metto la tetta in bocca a mio figlio per obbligarlo a mangiare invece che "abituarlo" a dormire (!!!!).
Poveri bambini ....


Roberta

Antonella Sagone
Messaggi: 1252
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:13 am
Località: Roma

Messaggio da Antonella Sagone » mar dic 13, 2005 10:58 am

andrea grasselli ha scritto:questo video mostra cose che io definisco perverse: la perversione della vita disassociata. al posto di integrare, di costruire insieme, qui si vede il rapporto genitori-figli come un rapporto di scontro, di competizione, di lotta per vedere chi è più forte.
Caro Andrea, sono assolutamente d'accordo con l'aggettivo che hai scelto: qui si tratta di perversione.

Il fatto che Estivill abbia tanta presa si spiega solamente perché va ad agganciarsi a ideologie profonde e a perversioni profonde (per-verso: distolto dalla direzione naturale) che già sono in atto e permeano la società in cui viviamo. E queste perversioni sono quelle che hai detto, in particolare la perdita della capacità di empatizzare, socializzare, cooperare. Si insegna anzi come una grande conquista la capacità (o sarebbe meglio dire la patologia reattiva?) di fare a meno degli altri, di saper fare a meno di sostegno, affetto, contatto fisico, comprensione, aiuto. E' l'ideale occidentale dell'Individuo con la "I" maiuscola, in quanto ben distinto dal tessuto di relazioni in cui vive, capace di competere, lottare, superare il suo prossimo, di essere insensibile alla sofferenza altrui e propria: insomma una perfetta macchina da guerra. Guerra che si comincia a praticare fin da bambini, fin dalla culla. Per produrre soldati, lavoratori indefessi, consumatori indefessi, vincitori (capaci di comandare) e vinti (farmacodipendenti, schiavi antichi e moderni), per produrre genitori capaci a loro volta di perpetuare il tradimento dell'amore naturale verso i piccoli.

Antonella

sabry
Messaggi: 335
Iscritto il: mar ott 05, 2004 1:27 pm

Messaggio da sabry » mar dic 13, 2005 4:44 pm

mi sembra di sentire il battito accelarato del cuore di quel bimbo che chiama la sua mamma....
mi sembra di leggere i suoi pensieri di sgomento, paura, senso di abbandono ed impotenza....
e mi chiedo....ma se queste cose le sento io...come fa a non sentirle sua madre? E' nella stanza accanto che guarda tutto da una telecamera e si porta la mano alla fronte accennando una smorfia di cui nemmeno riesco a cogliere il significato....
e chi sono quelle persone attorno? tutti li a guardare questo spettacolo dell'orrore....il dramma di un essere indifeso....
Che rabbia ho dentro.
Ed il programma che trasmette questo orrore immagino sia una carrellata di azioni cruente....visto il torero....

Emy
Messaggi: 405
Iscritto il: dom gen 02, 2005 7:40 am
Contatta:

Messaggio da Emy » mar dic 13, 2005 8:42 pm

sigh..
Ma perchè avevano il cancelletto in camera?

alea
Messaggi: 216
Iscritto il: ven giu 17, 2005 1:18 pm

Messaggio da alea » mer dic 14, 2005 2:14 pm

A me sembra girato come dovrebbe esserlo un video su perché e come non mettere mai in atto un metodo simil-Estivill: il bimbo che invoca la mamma, che comincia a piangere, che viene lasciato solo, dietro un cancelletto nella camera buia... Ma questo è un incubo! Nessuna delle parole che ho letto mi sembra eccessiva: perversione, Telefono Azzurro... E come si possono convincere genitori con una sensibilità anche mediocre con un video simile?! A me viene voglia di andare a malmenare il signor Estivill in persona - e dire che sono una persona pacifica.
Ale

Rispondi