Un consiglio.....

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Rispondi
Juli
Messaggi: 374
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:09 pm
Località: Milano

Un consiglio.....

Messaggio da Juli » mer ott 06, 2004 7:16 am

Buongiorno a tutti,
ho bisogno di un vostro consiglio, perché mi sento in bilico tra la cattiveria e la giustizia.... ora vi spiego...
Nella mia famiglia c'è una persona che detiene il potere (nel vero senso della parola) ed è mia nonna.. (mamma di mia mamma).... lo fa in un modo sottile e cattivo, perché fa leva sulle proprie sofferenze per tenere tutti in scacco... e ci riesce da sempre...
Io non provo nessun affetto per lei.... ha fatto (e sta facendo) troppo male a tutti noi, ma in primis a mia mamma, che non muove un passo senza il suo consenso...
Ora... lo so che è anziana... e sola (gli altri figli non si fanno mai vedere) e sicuramente ne soffre, ma è giusto sacrificare la vita di un'intera famiglia per tentare di far star bene lei (che poi non è mai contenta, nonostante mia mamma l'assecondi in TUTTO e non ha più una vita sua...)?
Stamattina mia mamma mi ha chiesto di spostare la macchina (che si trova nel nostro cortile) perché deve venire la donna delle pulizie di mia nonna e DEVE parcheggiare al mio posto... è stato, naturalmente, un comando (detto con la vocina flevibile) di mia nonna...
Io mi sono rifiutata... anche se potrei, io non lo voglio fare... voglio lottare perché smetta di comandare e di tenere in pugno la mia famiglia e lo posso fare solo su queste piccole cose... però... ora mi sento in colpa, perché so che chi ne pagherà le conseguenze sarà mia mamma... infatti è già in panico per quello che succederà....

Io ho deciso di non mollare... passerò la mattinata a scuola con il senso di colpa, ma credo sia giusto così... però vorrei che qualcuno mi desse un parere....
... è giusto quello che sta accadendo alla mia famiglia? Aggiungo che si è creata una situazione insostenibile per tutti, mio padre compreso... i miei genitori non hanno mai avuto una vita loro... non possono fare nulla... mia mamma è sempre in casa... noi figli cerchiamo di fuggire il più possibile da casa... ma quando ci siamo stiamo malissimo...

Grazie per avermi ascoltata....

Vi abbraccio forte forte...

Juli

Laura
Messaggi: 11
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:01 am
Località: Roma

cara juli.....

Messaggio da Laura » mer ott 06, 2004 8:30 am

cerchiamo di analizzare un pochino la cosa........
1) nessuno ha il diritto esplicitamente o subdolamente di condizionare la vita di altri esseri umani: neanche la mamma con i propri figli. eè vero che la mamma li mette al mondo, ma deve sempre tenere presente che mette al mondo degli esseri umani e liberi, e non schiavi o robot.
2) è ben noto purtroppo che alcune persone anziane strumentalizzando la propria anzianità cercando di esplicitare forme di comando.
3) non sentirti in colpa: con tutto il rispetto per la colf di tua nonna, tua nonna deve ben tenere presente che la sua colf è una personba che lavora subordinatamente a lei che ne è la datrice di lavoro. A me non è mai successo di vedere che un datore di lavoro sposta la sua macchina nel parcheggio del posto di lavoro per fare spazio ad un dipendente.......
3) bisognerebbe far capire alla cara vecchietta in questione che deve smetterla di irretire i suoi familiari, quanto meno per non farli sospirare di sollievo il giorno in cui chiuderà gli occhi definitivamente.
4) BRAVA JULI!!!!!!!!!! hai fatto benissimo a ribellarti e se cominciasse a farlo anche tua mamma la vegliarda la smetterebbe di fare il buono e cattivo tempo. Va benissimo il rispetto verso gli anziani, ma il rispetto sempre e comunque bisogna meritarselo e guadagnarselo, a qualsiasi età. Nulla è dovuto a lei: stare ai suoi ordini non è compreso nel "pacchetto vita".
una cosa juli: affronta con tua mamma un discorso pacato ma fermo e ricordale che le persone ci trattano in modo in cui noi stessi permettiamo loro. Vale a dire se uno abbassa sempre la testa e dice sissignore, ovviamente la vegliarda sa che può sempre continuare a comandare......se si comincia a dire no alle sue pretese lei smetterà di usarvi come burattini.
spero di esserti stata utile.
baciotto

Alisia
Messaggi: 55
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:09 am
Località: L'Aquila

Messaggio da Alisia » mer ott 06, 2004 8:48 am

Carissima!!!
Davvero nn capisco come possano delle persone vincolare e comandare la vita di altre...anche dei figli.
Si può cercare di far vedere le cose dal proprio punto di vista, ma nn imporle...cmq credo questo sia dovuto al fatto che queste eprsone anziane(Anche la mamma di mia madre lo faceva) sono state abituate a comandare la loro famiglia.
Per esempio anche mia nonna era molto egoista, voleva che mia madre nonostante tutto facesse tutto x lei e solo quello che voleva lei non curandosi del fatto che cmq aveva 1 famiglia sua e nn era + sola in casa con lei.
E' la mentalità della vecchia generazione...nn riescono a nn far valere la loro autorità.
Xrò carissima nn ti sentire in colpa, xchè nn hai fatto nulla di male.
E concordo a pieno in tutto con Laura...nn è giusto che continui a manovrare la vostra vita.
Cerca di parlarne con tua mamma, senza litigare o alzare la voce...crca solo di farle capire che questa situazione finisce x rovinare il vostro equilibrio familiare e anche personale...che nn fa bene neanche a lei, che dovrebbe tenere tranquilla la mamma nn facendola troppo intromettere nella vostra vita.
So che nn è facile dopo tanto tempo che lo si permette, però dovrete pure arrivare a 1 punto d'incontro!!!
1 bacione grande

Gae
Messaggi: 247
Iscritto il: mar ott 05, 2004 3:31 pm
Località: Torrita Tiberina (RM)
Contatta:

Rispetto

Messaggio da Gae » mer ott 06, 2004 9:04 am

Questa e solo questa è la parola chiave e certo non hai bisogno che te lo dica io.
Per tutto il resto ti capisco benissimo perchè ho vissuto una situazione simile,ma ti assicuro che non è la vecchiaia ma il carattere che con l'età peggiora.
Sono convinta che la nonnina ha tenuto sotto smacco tua mamma da sempre, solo perchè è stata buona parte della mia vita e ti assicuro che cercavo di accontentarla in tutto quello che era possibile e quì l'errore.
In vecchiaia e malata, nel dolore era diventata anche un po cattivella con qualche sprazzo di dolcezza, l'unico che sapeva tenerla a bada era mio marito, indovina come........riusciva a dirle di no, no secco senza discussioni.
Spero di esserti stata utile, almeno a toglierti i sensi di colpa, la vita di tutti i giorni la vivete voi e voi conoscete le esigenze, ripeto per l'ennesima volta non sono una bambina e l'unica cosa che desidererei è il RISPETTO ma mi sembra di aver capito che questo non solo già è presente ma si assecondano i capricci, normali per una certa età, la cosa che non è normale è mettersi tutti sotto i piedi. Tanti cari bacioni Gae

simona
Messaggi: 25
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:00 am
Località: milano

Messaggio da simona » mer ott 06, 2004 9:23 am

Juli tu sei un tesoro di ragazza che si preoccupa sempre per tutti.
Ma per stare bene noi dobbiamo diventare anche un po' egoisti e pensare al nostro benessere.
Se tua nonna è sempre stata una prepotente è un problema che deve risolversi la tua mamma, giuro che non lo dico con cinismo.
Tu invece questo problema con lei non l'hai, infatti riesci ad importi e a riesci benissimo a ribellarti.
Ognuno di noi ha un percorso individuale, anche tua madre, e non sei tu a doverti preoccupare delle conseguenze che potresti involontariamente causare, solo perchè sei stata te stessa.
Cio non significa abbandonarla a se stessa, ma anche tua madre deve imparare acamminare con le proprie gambe. Il tuo senso di colpa in questo caso è solo la bestiaccia che ti tormenta e che ti fa sentire sempre inadeguata.
Ti voglio un gran bene juli, questo è il discorso che hanno fatto anche a me e mi sembra un modo nuovo di cominciare a pensare.
O perlomeno di vedere il problema da un'altra angolazione.
Baciotto piccola

Avatar utente
musica
Messaggi: 550
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:27 am

CARA JULI

Messaggio da musica » mer ott 06, 2004 10:56 am

ciao juli,mi dispiace che stamattina tu sia andata a lavorare con i sensi di colpa...secondo me è veramente ingiusto.
il mio ragazzo ha una famiglia così assillante e castrante che ha contribuito a mandare in crisi il nostro rapporto!!!!
la nonna(la mamma di sua mammma che ora non è più in vita)era una presenza costante e assillante per tutti e gli ultimi anni era pesantissima:sia lei che la mammma telefonavano al mio ragazzo in continuazione anche quando eravamo fuori città per qualche viaggio intimo....di un egoismo fuori di ogni limite,io ho sempre sofferto di questa sua realtà.
quando è morta sua nonnna hanno continuato ad assillarlo la madre e la sorella...con un'atteggiamento di possesso secondo me inaudito!!!!
il padre ha sempre subito questa realtà e questo ha contribuito ad allontanarlo dalla moglie creando così i presupposti per un matrimonio in crisi..
ti scrivo tutto questo perchè trovo molto sbagliato l'atteggiamento di certe donne anziane e non, che comandano e creano rapporti conflittuali nelle famiglie,come trovo sbagliato assecondare i loro capricci e i loro egoismi per paura o debolezza.
cara juli creare tensione a tutti perchè ci si sente vecchi ,soli è qualcosa che non concepisco nella maniera più assoluta...secondo me bisogna lasciar vivere le persone che si ama...
perchè devi avere i sensi di colpa tu?sensi di colpa per che cosa?
ti mando un bacio grande e spero di non essere stata troppo dura
aurora

Juli
Messaggi: 374
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:09 pm
Località: Milano

Messaggio da Juli » mer ott 06, 2004 1:05 pm

Grazie a tutti voi... davvero... mi avete rincuorato tantissimo...
Stamattina, quando sono uscita di casa, ero tentata di assecondare la cara nonnina (solo per non far star male mia mamma)... avevo già le chiavi in mano, ma poi non l'ho fatto... e sono contenta di questo! Ho pensato al messaggio che vi avevo scritto e questo mi ha dato la forza per resistere...

Ho appena visto mia mamma... ha una faccina provata... sapeste quante volte abbiamo tentato di farle capire che non può sacrificare la sua vita (e quella di tutta la sua famiglia) per star dietro ai capricci della nonna.... ma non c'è speranza... ci ho provato con le buone e con le cattive, ma non ci sente... è una forma di amore/odio che le ha causato tanto dolore fin da ragazzina.... ora come fa ad uscirne?

Cmq... grazie ancora...

Però non sono poi così buona come dice simona.... qua in famiglia mi dovreste vedere... insofferente e spesso arrabbiata con tutti... loro credono che io sia proprio così....

A volte non so nemmeno io chi sono... diciamo che sto imparando a conoscere tutte le parti che vivono in me... sono tante...alcune belle e altre brutte... come tutti, del resto...

Vi abbraccio tutte....

Juli

Avatar utente
alFaris
Messaggi: 1585
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:01 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Bracciano - Roma

Messaggio da alFaris » mer ott 06, 2004 2:03 pm

Essalamu Elikah!

> Però non sono poi così buona come dice simona....

al tempo piccola... perdona il "francesismo" - a roma si dice che tre volte buoni si è c*gli*ni... ora un conto è preoccuparsi per il prossimo un conto è consentire al prossimo di schiacciare l'esistenza propria...

ora per quanto riguarda la tua nonna terribile... credo che sia davvero necessario che la tua mamma trovi in te un carattere fermo... perché sicuramente anch'ella si trova male con una madre così decisa (eufemismo)... hai visto mai che riesca a raccogliere la propria personalità da terra e a far valere sé stessa? :-) è una cosa difficile da fare ma credo che sia necessaria...

in bocca al lupo piccola! e quando hai bisogno di un gruppo di amici ricordati di noi...!



Ua Elikah Essalam! by alFaris

ilario
Messaggi: 1
Iscritto il: mar ott 05, 2004 5:57 pm
Località: mantova

sottomissione

Messaggio da ilario » mer ott 06, 2004 9:50 pm

Scusate se mi intrometto nella discussione,mi chiamo ilario,e siccome la mia situazione e' sostanzialmente similare a quella di Juli vorrei espremermi dicendo che la liberta' di ognuno finisce dove inizia quella di ogni altro...e che nessuno ha il diritto di esercitare potere in modo subdolo sugli altri componenti di un nucleo...percio' se mi posso permettere in ultimo,direi di non mollare e adottare una linea di durezza e battaglia se si vuol prendere in mano le redini del gioco...con me ha funzionato..io ho agito cosi' x il rispetto e l'uguaglianza di tutti,che credo sia un valore importantissimo da non trascurare.

Rispondi