Sono di nuovo qui..di nuovo messa male

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Rispondi
Stefania
Messaggi: 54
Iscritto il: sab nov 20, 2004 1:27 pm

Sono di nuovo qui..di nuovo messa male

Messaggio da Stefania » dom dic 11, 2005 4:14 pm

Intanto un saluto è doveroso visto che non sono un'assidua frequentatrice, un pò x motivi tecnici, un pò xkè mi riesce molto difficile scrivere dei miei problemi. Forse xkè sono costretta a guardarli in faccia.
Ero andata a vivere sola, in affitto. Trasferivo il vuoto, lasciato probabilmente dal distacco dalla figura di mia madre, nel cibo.
Prendevo antidepressivi (Zoloft c.a. 75mg).
Come stanno le cose ora? Bè per cominciare torno da mia madre xkè come forse ho già scritto, dopo essere stata bistrattata, insultata ecc dai vicini non mi sono più sentita di restare in quel posto, così a fine anno me ne vado. Purtroppo nn ho trovato la casa da comprare, o meglio l'avevo trovata ma l'hanno venduto a uno che offriva più di me. Grossa delusione!
Non so come starò tornando da mia madre (ossessiva, invadente iperprotettiva ecc..) xò x ora nn me la sento di buttare altri soldi (già ne ho pochi) in un affitto.
Ho iniziato a fare psicoterapia con una nuova dottoressa. Ho ricominciato sia xkè mi è risaltata fuori la depressione con la D maiuscola, peggio che un anno fa. Peggio xkè un anno fa la vivevo in modo estremo: mi disperavo, piangevo ecc..Ora è solo (x modo di dire)paralizzante. Mi arriva soprattutto al mattino, al risveglio, è una sensazione tremenda di dolore nel petto, pesantezza, tristezza, lutto, non so neanke descriverla, ma vi dico che non è mai stata così forte.
Ho ricominciato la terapia (e anche aumentato la dose di Zoloft da 75 mg a 150mg) anche xkè oltre alla depressione vera e propria, mi butto sul cibo. Mangio, mangio e mangio. Di continuo. Sono ingrassata diversi chili da quando vivo sola. E mi faccio letteralmente schifo ogni volta che mi guardo allo specchio. E, cosa preoccupante ancora di più, negli ultimi gg ho sentito il richiamo dell'alcool. Da quando avevo 16anni ho fatto spesso ricorso all'alccol x placare le ansie e la depressione, ma solo nei momenti diciamo acuti. Invece negli ultimi gg ne ho sentito il bisogno un pò tutto il giorno. Temo di stare sviluppando una dipendenza xkè ne sono attratta come dalle sigarette quando nn fumo x qualche ora. Ho la smania di accendermi una sigaretta e ora sento la stessa cosa x l'alcool. Dio mio, con tutti i problemi che ho mi mancava questa..
Ora sto cercando di non bere. Spero di farcela. Non voglio cadere anche nel vortice dell'alcolismo, ben più pericoloso di quello del cibo.
In tutto ciò le uniche note positive sono che da un pò, circa dall'ultima volta che ho scritto, non mi faccio più coinvogere nei giochetti di uomini problematici. Negli ultimi 10gg ho rifiutato 4inviti di ragazzi. Li sto evitando come la peste. So che devo farlo, finché non avrò trovato un minimo di equilibrio. Inoltre mi capita molto spesso di restare a casa da sola il fine settimana, ma sapete che vi dico? A parte mangiare (che poi lo faccio tanto ogni giorno) la vivo bene! Non ho più paura di stare da sola, o almeno nn l'ho a livello cosciente. Non vado nel panico come prima all'idea di passare il sabato sera a casa. E se devo uscire con persone con cui nn mi sento a mio agio, piuttosto resto a casa.
Bè x ora fine dell'aggiornamento. Scusate il modo di scrivere forse un pò giornalistico, ma x me è molto difficile esprimere ciò che provo.
Stefania.

Juli
Messaggi: 374
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:09 pm
Località: Milano

Messaggio da Juli » dom dic 11, 2005 8:20 pm

Cara stefania,
se posso permettermi di darti un consiglio, non tornare da tua madre... magari cerca un'amica che possa condividere l'appartamento con te, ma se torni a casa il tuo star male potrebbe peggiorare...
Sicuramente hai bisogno di avere accanto qualcuno che ti aiuti a non autodistruggerti, ma non credo che questa persona possa essere tua mamma...

Il vuoto che stai vivendo non potrai colmarlo accanto a lei... forse nessuno potrà mai colmarlo, perché sono ferite profonde, ma devi accettarlo... devi accettare questo dolore... perché c'è... ma non c'è solo quello... ci sei tu... da qualche parte dentro di te c'è una stefania che si differenzia da sua mamma, dall'alcool, dalle sigarette, dal cibo e dagli uomini sbagliati... devi cercarla, ma io ti assicuro che esiste... e ti saprà stupire.... ma prima devi affrontare questo dolore e non cercare di lenirlo con il cibo o l'alcool... la psicoterapia forse ti aiuterà...

Cerca di fare qualcosa che ti faccia stare bene... io mi sono salvata con il teatro... mi sono iscritta a un corso di teatro senza nessuna speranza in merito, ma da quella esperienza la mia vita è cambiata... ma il dolore, quello non è certo scomparso... solo che lo vivo in modo diverso... non più distruttivo...

... Spero di non essere stata troppo superficiale... so quanto è complicato affrontare tutto quello che stai vivendo... ma se non ci crediamo noi che l'abbiamo vissuto, chi ci dovrebbe credere?

Ti abbraccio

Juli

Avatar utente
alFaris
Messaggi: 1585
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:01 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Bracciano - Roma

Messaggio da alFaris » dom dic 11, 2005 10:14 pm

Essalamu Elikah!

> non mi faccio più coinvogere nei giochetti di uomini problematici

mi sembra un segnale importante... per quanto sia d'accordo con juli - sarebbe meglio se rimanessi lontano da tua madre ma mi rendo conto che tra il dire e il fare c'è di mezzo l'affitto - mi sembra una cosa fondamentale che tu riesca a dire

> Non ho più paura di stare da sola, o almeno nn l'ho a livello cosciente.
> Non vado nel panico come prima all'idea di passare il sabato sera a
> casa. E se devo uscire con persone con cui nn mi sento a mio agio,
> piuttosto resto a casa.

perché significa che stai finalmente mettendo ordine in quel turbinio che ti rugge dentro... continua così - cerca ancora di capire chi sei e che cosa vuoi... piano piano anche il vento della sofferenza che ti soffia dentro si pacherà...

ps e ricordati di tornare da noi quando puoi! :-)



Ua Elikah Essalam! by alFaris

ULISSE
Messaggi: 186
Iscritto il: sab ott 08, 2005 9:14 am
Località: Lazio

PROVA

Messaggio da ULISSE » lun dic 12, 2005 11:39 am

Mi sentivo perso in questo mare della vita..... le onde s'infrangevano contro gli scogli del mio orgoglio....
volevo fuggire lontano dal mare, lontano dalla terra, lontano da tutto...
ma una voce mi chiamò e mi disse:
"Resta con me, anch'io mi sento sola!"
Rimasi un istante a pensare, tentennando non sapevo cosa fare...
ma la voce mi prese per mano e, scaldandomi il cuore, mi portò in un luogo dove vi era la pace.....
Mi sentii rinascere e non volevo più fuggire via, volevo solo restare lì...
Allora compresi che quella era la voce dell'Amore....l'Amore di me stesso....l'Amore per la vita.....da allora lotto giorno dopo giorno...per svegliarmi ogni mattina con la carica di vita.....con la voglia di affrontare una nuova giornata magari negativa ma certo di poterla cambiare.....
So la strada sembra in salita....ma se ci lasciamo andare non facciamo altro che aunentare la pendenza....e non vedere mai la vetta.....
Inizia a fare qualcosa per te...anche piccola....per rinforzare la fiducia in te stessa.....

ULISSE

Simona*
Messaggi: 724
Iscritto il: lun set 26, 2005 12:54 pm

Re: Sono di nuovo qui..di nuovo messa male

Messaggio da Simona* » lun dic 12, 2005 12:01 pm

Stefania ha scritto:Intanto un saluto è doveroso visto che non sono un'assidua frequentatrice, un pò x motivi tecnici, un pò xkè mi riesce molto difficile scrivere dei miei problemi. Forse xkè sono costretta a guardarli in faccia.
Ero andata a vivere sola, in affitto. Trasferivo il vuoto, lasciato probabilmente dal distacco dalla figura di mia madre, nel cibo.
Prendevo antidepressivi (Zoloft c.a. 75mg).
Come stanno le cose ora? Bè per cominciare torno da mia madre xkè come forse ho già scritto, dopo essere stata bistrattata, insultata ecc dai vicini non mi sono più sentita di restare in quel posto, così a fine anno me ne vado. Purtroppo nn ho trovato la casa da comprare, o meglio l'avevo trovata ma l'hanno venduto a uno che offriva più di me. Grossa delusione!
Non so come starò tornando da mia madre (ossessiva, invadente iperprotettiva ecc..) xò x ora nn me la sento di buttare altri soldi (già ne ho pochi) in un affitto.
Ho iniziato a fare psicoterapia con una nuova dottoressa. Ho ricominciato sia xkè mi è risaltata fuori la depressione con la D maiuscola, peggio che un anno fa. Peggio xkè un anno fa la vivevo in modo estremo: mi disperavo, piangevo ecc..Ora è solo (x modo di dire)paralizzante. Mi arriva soprattutto al mattino, al risveglio, è una sensazione tremenda di dolore nel petto, pesantezza, tristezza, lutto, non so neanke descriverla, ma vi dico che non è mai stata così forte.
Ho ricominciato la terapia (e anche aumentato la dose di Zoloft da 75 mg a 150mg) anche xkè oltre alla depressione vera e propria, mi butto sul cibo. Mangio, mangio e mangio. Di continuo. Sono ingrassata diversi chili da quando vivo sola. E mi faccio letteralmente schifo ogni volta che mi guardo allo specchio. E, cosa preoccupante ancora di più, negli ultimi gg ho sentito il richiamo dell'alcool. Da quando avevo 16anni ho fatto spesso ricorso all'alccol x placare le ansie e la depressione, ma solo nei momenti diciamo acuti. Invece negli ultimi gg ne ho sentito il bisogno un pò tutto il giorno. Temo di stare sviluppando una dipendenza xkè ne sono attratta come dalle sigarette quando nn fumo x qualche ora. Ho la smania di accendermi una sigaretta e ora sento la stessa cosa x l'alcool. Dio mio, con tutti i problemi che ho mi mancava questa..
Ora sto cercando di non bere. Spero di farcela. Non voglio cadere anche nel vortice dell'alcolismo, ben più pericoloso di quello del cibo.
In tutto ciò le uniche note positive sono che da un pò, circa dall'ultima volta che ho scritto, non mi faccio più coinvogere nei giochetti di uomini problematici. Negli ultimi 10gg ho rifiutato 4inviti di ragazzi. Li sto evitando come la peste. So che devo farlo, finché non avrò trovato un minimo di equilibrio. Inoltre mi capita molto spesso di restare a casa da sola il fine settimana, ma sapete che vi dico? A parte mangiare (che poi lo faccio tanto ogni giorno) la vivo bene! Non ho più paura di stare da sola, o almeno nn l'ho a livello cosciente. Non vado nel panico come prima all'idea di passare il sabato sera a casa. E se devo uscire con persone con cui nn mi sento a mio agio, piuttosto resto a casa.
Bè x ora fine dell'aggiornamento. Scusate il modo di scrivere forse un pò giornalistico, ma x me è molto difficile esprimere ciò che provo.
Stefania.
Credo che juli abbia ragione tornare da tua madre nn credo sia per te la soluzione ideale, fa male quando ti vedi giù essere anche bistrattata invece che aiutata facendoti capire con amore e dolcezza cosa dovresti fare per te stessa
Hai detto che ti fi schifo..io credo che nessuno faccia schifo, guardati con tenerezza, con benevolenza vs te stessa , capisci il eprchè sei arrivata a questo, trova una spinta qualcosa a cui appigliarti, per avere la voglia la spinta di dire: mi metto a dieta e così dopom i piacerò, guarirò dalla depressione lo farò per farmi dire da mia madre " scusa se ti hoi trattata male sei in gamba, nn credevo valessi tanto"
Sei una persona equilibrata lucida lo si sente da come scrivi, nn ti compiangi...prova torva qualcosa per cui vale la pena di farcela...e come dice stefano..."sempre avanti"

coccinella
Messaggi: 116
Iscritto il: gio nov 04, 2004 11:23 am

Messaggio da coccinella » lun dic 12, 2005 12:27 pm

Non aver paura di mettere su qualche chilo, appena ti sentirai un po' meglio smetterai di mangiare troppo, non avrai piú bisogno di riempire il vuoto con il cibo. quando soffrivo di bulimia, diversi anni fa, mi pareva che il mio corpo fosse nascosto dalla ciccia e piú mi guardavo e piú mi odiavo. ho provato ad andare da uno psicologo ma mi metteva troppa tristezza e non riuscivo a parlare con lui del problema.
Stavo vivendo un periodo di grande tristezza a causa di un abbandono che mi ha spezzato il cuore e cercavo mangiando di rimediare. Ho preso almeno 10 kg, ma sai cosa mi ha aiutato a smettere? l'affetto di un'amica, cui ho detto del mio problema e che mi ha aiutata tantissimo solo con la sua comprensione. e dopo mesi e mesi ho smesso. e il mio corpo é tornato normale. ma soprattutto io sono tornata a star bene.
ti auguro di trovare un amico, una persona tanto speciale, a cui dire in tutta onestá del tuo problema con il cibo e dell'attrazione per l'alcol. forse non ti risolverá il problema, ma giá ammetterlo con qualcuno aiuta, e avere un alleato fa sentire subito meglio.
un abbraccio

ULISSE
Messaggi: 186
Iscritto il: sab ott 08, 2005 9:14 am
Località: Lazio

Per te stessa

Messaggio da ULISSE » mar dic 13, 2005 10:04 am

Dentro il vetro del bicchiere colmo d'alcool le onde delle vene
hanno ancora il sapore dei tuoi vent’anni...i lividi sembrano scomparsi
mentre bevi questo fottuto goccio di vita e ti perdi nell’illusione del veleno....
Torni la piccola principessa col mondo tra le unghie e il futuro nelle labbra di un poeta..... Ma la realtà del presente e squallida quando l'effetto va via....
E’ il vetro scheggiato mamma che ti plana nell’inferno e tremi come fumo di sigaretta mentre racconti sempre la stessa storia con la passione del tuo fiato spento ferita dal rantolo di un singhiozzo....Giri...Rigiri ma ti ritrovi sempre al punto di partenza.....Dentro il vetro del bicchiere bruci la fiducia che tutto abbia un senso......Non vale la pena bruciarsi il cervello e tapparsi le ali....per rifuggiarsi dietro un bicchiere colmo d'alcool....E'da cotardi scappare da se stessi.....So che per te cara Stefania queste parole sembreranno dure....Ma ti parlo per esperienza personale.....e ti posso dire quando riuscirai a vedere la bottiglia come una nemica...capirai quanti vali....e quanto tempo hai buttato via....bruciando te stessa....
Affronta anche con dolore ciò che ti si presenta oggi davanti....risolvendolo anche con la sofferenza....ma sarai te stessa....avrai avuto la forza di farlo pur soffrendo....qualche cicatrice ogni tanto non fa male fa ricordare gli sbagli.....ma L'alcool è il suicidio della ragione....un insulto a te...alla tua intelligenza.....
Fallo per te in prima persona e per chi ti vuole bene.....Trova la forza di farti nemica quella bottiglia........

ULISSE

Rispondi