il "caro" pupo

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

cosimamma
Messaggi: 271
Iscritto il: gio dic 16, 2004 10:57 am
Località: Ovunque, ma più spesso Roma e Firenze

il "caro" pupo

Messaggio da cosimamma » sab dic 03, 2005 11:35 pm

Ospite per impegni di lavoro a casa dei miei suoceri, dove la tv è accesa 24h al dì,mentre facevo colazione ho visto un "servizio" su uno mattina(credo) dove parlavano di quanto costa un figlio...L'argomento principe è stato poi il latte artificiale...devo confessare che mi è salita la rabbia, anche se era presente una mamma che ha allattato i suoi figli, nessuno ha detto che allattare è possibile per tutte(tranne casi rari), nessuno ha dato riferimenti a cose come LLL, al fatto che gli omogeneizzati non sono indispensabili e che si cucina sicuramente meglio in casa, nessuno ha accennato al fatto che esistono i pannolini di stoffa, le fasce invece delle ipertecnologiche e supercostose carrozzine, che si può dormire nel lettone o su un semplice materasso posto su un bel tappeto caldo a terra invece dei lettini con le sbarre(e sottolineo sbarre...manco i piccoli fossero da recludere)...Certo nessuno ti regala niente e per molti arrivare a fine mese è un esercizio di funambolismo, ma mettere al mondo un figlio non significa mettere al mondo un piccolo consumista!!!
Quante delle cose "indispensabili" che ci propinano per i bambini servono realmente? E quanto invece acquistiamo per calmare il senso di insicurezza che instillano in noi?
Possibile che nessuno mai ha l'onestà di dirlo e tutti i media riversino la colpa sui "cari" bambini...loro chiedono solo la nostra vicinanza e disponibilità, siamo noi a volergli dare invece i vestiti alla moda e il giocattolo più bello!

Chiara
Messaggi: 591
Iscritto il: mar ott 05, 2004 2:52 pm
Località: Milano, Mamma di Paolo (20/5/04)
Contatta:

Messaggio da Chiara » sab dic 03, 2005 11:45 pm

Sono completamente, assolutamente d'accordo con te.
E' una vera vergogna che alla televisione ci propinino sempre queste NON-informazioni.
Anche sul giornale Corriere della sera era uscito molto tempo fa un inserto dove parlavano del "Caro bambino" e il titolone dell'articolo era "Latte e pannolini le prime spese" !
Vergogna!
Ma questi giornalisti che scrivono questi articoli dove hanno prese le informazioni? Guardando la televisione???

Bha
Chiara

alea
Messaggi: 216
Iscritto il: ven giu 17, 2005 1:18 pm

Messaggio da alea » sab dic 03, 2005 11:54 pm

La fascia è uno strumento per snob alternativi, dormire nel lettone è un po' da genitori degenerati-hippy o, nel migliore dei casi, pigri che non si vogliono alzare di notte quando il pupo piange, l'omogeneizzato è indispensabile perché se non comincia a mangiare la carne a sei mesi (proteine nella pappa due volte al dì, sentenziava il nostro pediatra) il suo sviluppo è compromesso... e non parliamo dei pannolini: minimo fino a due anni, altrimenti sono grane serie per l'equilibrio psicologico (c'è proprio ora un'istruttiva discussione sul gruppo senzapannolini di yahoo, al riguardo). E' in questo modo che tutti giudicano le mie scelte... Cosa c'è da aspettarsi dalla tv? Forse sono troppo pessimista...

cosimamma
Messaggi: 271
Iscritto il: gio dic 16, 2004 10:57 am
Località: Ovunque, ma più spesso Roma e Firenze

Messaggio da cosimamma » dom dic 04, 2005 12:17 am

Hai ragione, cretina io che mi incavolo ancora di quello che propina la tv!!!proprio io che non la guardo!!!(...cosa impossibile dai suoceri...e poi dicono che non è una droga...con la neve che c'è stata da noi andò via il segnale tv e mio suocero pur di non spengere guardava l'unica cosa possibile, cioè un dibattito fra l'azienda fornitrice dell'acqua per la provincia di Arezzo e non sò quale oscuro politicante del luogo....)
Però quanta rabbia mi fa che hai piccoli venga sempre data la croce addosso!Soprattutto quando le colpe sono le nostre!!

andrea grasselli
Messaggi: 658
Iscritto il: mar ott 05, 2004 8:02 pm
Località: lugano

Messaggio da andrea grasselli » dom dic 04, 2005 12:40 am

ciao cosimamma,

anch'io sono assolutamente d'accordo con te.
il potere è in mano a chi ha i soldi e la televisione è uno strumento di potere... che schifezza e che tristezza.

ciao alea,

grazie che hai segnalato il gruppo yahoo senzapannolini. metto qui il collegamento:

http://it.groups.yahoo.com/group/senzapannolini/

trovo l'introduzione molto bella e meritevole di riflessione e discussione.

un abbraccio. andrea

Antonella Sagone
Messaggi: 1252
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:13 am
Località: Roma

Messaggio da Antonella Sagone » dom dic 04, 2005 11:58 am

quando sono nati i miei figli (specialmente la seconda!) non ce la passavamo per niente bene con i soldi. Per fortuna che i bambini cominciano a costare solo quando iniziano la scuola!
Se solo avessi saputo della possibilità dell'EC avrei anche risparmiato la spesa dei pannolini o del detersivo per lavarli (ho provato tutte e due le possibilità).

Riassunto delle spese preventive INDISPENSABILI dei primi 4 anni di vita:
- alimentazione, euro zero. Il primo anno è soprattutto latte materno, prima esclusivo e poi con assaggini. Diciamo che dai 2 anni in poi cominciano a mangiare a tavola veri pasti, ma certo non quantità da cavallo, dove mangiano in due mangiano anche tre, dove tre quattro ecc ecc.
- pannolini, se fai EC euro zero o quasi (giusto forse qualche pannolino per quando sei fuori in situazioni non gestibili).
- vestiti: basta entrare in un giro di mamme e tutte sono felici di regalarti i vestitini smessi, che non si ha il coraggio di buttare ma nemmeno si possono tenere tutti. Io e una mia amica avevamo 2 figli a testa a scalare alternati, quindi i vestiti facevano avanti e indietro fra i 4 bambini...
- seggiolone: una spesa utile, quelle seggiolette che si fissano al tavolo, da viaggio. Ma volendo, anche nulla, il bambino può stare in braccio o, come faceva mio figlio quando era più grande, seduto su una sedia normale con gli elenchi del telefono sotto.
- passeggino, carrozzina: costosi, ingombranti e inutili. Meglio una fascia, non è una spesa esorbitante, ci vai dappertutto, e te la puoi fare anche da te con un pezzo di stoffa e minime nozioni di cucito.
- lettino, culla: basta il letto di mamma o un materasso per terra, un letto normale quando sarà più grande ma c'è tempo...
- box, girello: lasciateli gattonare e risparmiate.
- giocattoli: se sono liberi di gattonare per casa, ne troveranno quanti ne vogliono, molto più interessanti di quelli della chicco, mister baby e foppa pedretti...
- prodotti per l'igiene: acqua... al limite un po' di argilla o aveeno o olio di canapa o simile sciolto nell'acqua del bagnetto... costi irrisori, dura tantissimo. Per il resto non serve altro. Senza pannolino e senza latte artificiale non ci sono in genere nemmeno irritazioni che richiedono creme protettive per il culetto.
- spese mediche: se prende il latte della mamma per 2+ anni, veramente poche. Raro che si ammali, e raro che quando si ammala abbia bisogno di medicine, in genere le sue difese sono sufficienti insieme al latte materno a fargli superare le malattie in pochi giorni. Il latte materno fa costruire al bambino un sistema immunitario molto più efficiente, e gli effetti si vedono molto tempo oltre lo svezzamento... fino all'ultimo giorno di vita l'investimento di salute dell'allattamento al seno è documentato.
- auto: unica spesa indispensabile, il seggiolino apposito. Ma se si lascia l'auto a casa, finché non è in età scolare, non paga nemmeno il biglietto sui mezzi... tutt'al più, altra spesa utilissima, il seggiolino da fissare al telaio della bici...
- scommetto che ho scordato un sacco di altre cose... ma se non mi vengono in mente, vuol dire che indispensabili non erano...

i dolori cominciano solo con la scuola materna, in cui le maestre "pretendono" grembiulino, matite così, quaderni cosà, libri prescrittura precalcolo e premainstream..... e poi aspettate di arrivare alle elementari e medie, solo per i libri obbligatori partono dai 300 ai 500 euro (non detraibili!) a inizio anno scolastico!!!

Intndiamoci, non sto facendo il Savonarola della situazione, tutti abbiamo a volte "comprato" delle cose stupide ma che ci piaceva acquistare per i nostri figli; sto solo dicendo che volendo, nessuna di queste cose, a parte rare eccezioni, è indispensabile. Quando avevo i figli piccoli il mio problema è stato sempre che avevo più cose di quante ne occorressero, prché le persone interno non riuscivano a trattenersi dal comprargliele o regalargliele... nessuno che ti regalasse un'ora a settimana di aiuto domestico, o di lavanderia, o un bel viaggetto per tre... :-((

Antonella

ps ma quanto hanno detto che era la spesa per il latte artificiale?

alea
Messaggi: 216
Iscritto il: ven giu 17, 2005 1:18 pm

Messaggio da alea » dom dic 04, 2005 2:48 pm

>nessuno che ti regalasse un'ora a settimana di aiuto domestico, o di >lavanderia, o un bel viaggetto per tre... :-((

Parole sante! Anche la nostra casa scoppia di oggetti, per lo più regalati e naturalmente con le migliori intenzioni (probabilmente qualcuno lo avremmo comprato noi stessi se non ce lo avessero regalato: ad esempio il seggiolone), regolarmente appostati in tutti gli angoli della casa, a cominciare dai bellissimi-costosissimi giocattoli di tutti i tipi... Ma vuoi mettere la bellezza di giocare con le pentole di mamma? E' proprio vero che dai bimbi si ha tanto da imparare. E se dovessi stilare una graduatoria degli oggetti inutili, in testa campeggerebbe il passeggino: praticamente mai usato per nessuno scopo, se non per qualche breve pisolino in un periodo brevissimo. Bisognerebbe far circolare liste di questo tipo: sono salutari per tutti (non solo per il portafoglio).

Emy
Messaggi: 405
Iscritto il: dom gen 02, 2005 7:40 am
Contatta:

Messaggio da Emy » dom dic 04, 2005 8:26 pm

Sono moltissimo d'accordo con voi...anche se anche qui ci sono le dovute eccezzioni..
Io il passeggino lo uso tantissimo, soprattutto se devo andare a fare la spesa, oppure mi porto dietro più di un figlio,sul mio ci starebbero tutti e tre..due sulla seduta, e uno in piedi dietro, borse della spesa sotto e sui manici..e via, posso correre, senza dover far correre i bimbi se non vogliono .

Spese inutili ne ho fatte poche...ricordo una forbicina della chicco che tagliava malissimo le unghiette...però tanto inutile non era poichè è ottima per i primi allenamenti a tagliare la carta :-) .
Ricordo quando ho pensato, al perchè dovevo comprare le creme di mais quando magari potevo usare la farina per polenta precotta, o la farina OO.
Tra l'altro col secondo e il terzo facevo spessissimo solo assaggi dal piatto(mio) e latte materno.


Però questa cosa di non avere le cose "giuste" per il neonato, i primi mesi mi ha fatto andare via di testa...una parte di me si rifiutava, perchè a me piace generalmente arrangiarmi con quel che ho, usavo il trancino e andavo anche bene, ma era martellante il senso di colpa per non utlizzare..quello "che sarebbe stato adeguato"..non c'era nulla di razionale in tutto ciò...perciò ho comprato dopo molti mesi una forbicina, che però non ho utilizzato perchè tagliava male....bah..
Tante cose le ho ereditate da mia sorella, o persone amiche me le hanno date.
Insomma un bambino è caro se si seguono certi standard...altrimenti , finchè è piccolo non incide più di tanto.

Approvo l'utilità del seggiolino della macchina, del seggiolino da tavolo anche se spesso uso il passeggino quando sono in vacanza, del seggiolino della bici, anche se quando sono più grandini si va meglio con quei cuscinetti da attaccare al portapacchi.

Il tiralatte..è stato utile a volte, più per tranquillità che per altro.

cosimamma
Messaggi: 271
Iscritto il: gio dic 16, 2004 10:57 am
Località: Ovunque, ma più spesso Roma e Firenze

Messaggio da cosimamma » lun dic 05, 2005 2:32 pm

Per i seggiolini non ci sono santi ci devono essere( sia per la macchina che x la bici ed essere usati!!!!!come le cinture ed il casco(anche x i piccoli, non è banale una caduta dalla bici!).
Io dopo quello da neonato ne ho comprato uno ( amio avviso ottimo, anche se costoso) tedesco, che cresce e si regola con l'altezza del piccolo e "tiene" fino a 36 kg...dopo la cinture!
Per la spesa scolastica, visto che il pargolo fra due anni andrà a scuola ci siamo messe d'accordo con una amica di comprare matite , colori, quaderni e quant'altro all'ingrosso, dividendoci poi i pacchi...Penso che in un gruppo d'acquisto c'è sempre qualcuno che può accedere ad un ingrosso (architetti, geometri, chiunque abbia un negozio o uno studio...).
Per il latte mi pare che il costo sia stato stimato dai 1200 ai 2000 euro ed oltre l'anno a seconda del tipo di latte e della quantità(giunta o allattamento totale).
Per i libri è un ladrocinio!!!
Oltretrutto ( e non scherzo) ora i compiti alle elementari si fanno per gran parte sui libri...Secondo me così le case editrici si assicurano che non si possano rivendere usati!!!Oltretutto(sarà che sono maniaca e tratto i libri come oggetti preziosi) trovo molto diseducativo che si insegni ai bambini a scivere sui libri!
I libri non devono spaventare e non sono sacri, ma bisogna anche imparare a rispettarli, come si dovrebbe rispettare un insegnante...Soprattutto per chi fruisce delle biblioteche.
Per quanto riguarda il passeggino non critico chi lo usa(l'ho fatto anch'io prima di scoprire la fascia)ma critico i modelli super tecnologici, superingombranti e supercosotosi....ma tanto, tanto di moda!!!!

Antonella Sagone
Messaggi: 1252
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:13 am
Località: Roma

Messaggio da Antonella Sagone » lun dic 05, 2005 4:19 pm

cosimamma ha scritto:Per i libri è un ladrocinio!!!
Oltretrutto ( e non scherzo) ora i compiti alle elementari si fanno per gran parte sui libri...Secondo me così le case editrici si assicurano che non si possano rivendere usati!!!Oltretutto(sarà che sono maniaca e tratto i libri come oggetti preziosi) trovo molto diseducativo che si insegni ai bambini a scivere sui libri!
I libri non devono spaventare e non sono sacri, ma bisogna anche imparare a rispettarli, come si dovrebbe rispettare un insegnante...Soprattutto per chi fruisce delle biblioteche.
sottoscrivo al 100% quanto detto! Anche per me i libri sono sacri e non si devono scribacchiare. Tra l'altro gli spazi per rispondere a quelle insulse domande sono piccolissimi, costringono i bambini a scrivere male, e chiaramente non si può che rispondere a monosillabi o quasi, guai a dare risposte un po' più ampie, non c'è lo spazio!!

Dovresti mettere questo post anche sul forum della lettura!
Antonella

Rita
Messaggi: 730
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:16 pm
Località: Piemonte,mamma di Nicolas 5 Giugno 2004

Messaggio da Rita » lun dic 05, 2005 10:05 pm

Ciao ragazze!!!!!!!
Anche io, naturalmente, sono d'accordo con voi.
Ve lo dice una mamma pirla (lasciatemelo dire) che in gravidanza aveva già comprato il mondo, tutte cose inutili o quasi...
Ora, con il senno di poi, mi rendo conto di quanto sia stata stupida ( ah! Se penso all'Angel Care, bello e nuovo, mai usato!!!!!!!!!!!!!!), però mi rendo anche conto che tutto ciò è avvenuto x un'unica ragione, come diceva giustamente Cosimamma, x l'insicurezza.
Ero terrorizzata di non essere all'altezza di essere madre e tutte quelle sciocchezze materiali, placavano un po' le mie paure.
Poi, se si fa l'errore di entrare in un negozio specializzato x l'ainfanzia, ci si rende conto di quanti prodotti esistano x le cure del bebè e, la sola vista di tutti questi prodotti, fa venire il capogiro e la convinzione che tutto sia troppo, troppo difficile x noi...
Non so se vi è capitato, vedere aggegi assurdi che, solo x capire come funzionano, il vostro bimbo è gia pronto x non adoperarli più, xchè nel frattempo è cresciuto troppo!!!!!!!!:-))
Insomma, sicuramente, la società rema contro al nostro istinto di madre ed a favore del consumismo.
L'unica cosa che mi rende serena e fiduciosa è la consapevolezza che, se dovessi diventare madre x la seconda volta, molti degli errori fatti (in questo senso) non li rifarò.
Un bacione, Rita

andrea grasselli
Messaggi: 658
Iscritto il: mar ott 05, 2004 8:02 pm
Località: lugano

Messaggio da andrea grasselli » lun dic 05, 2005 10:33 pm

Rita ha scritto:L'unica cosa che mi rende serena e fiduciosa è la consapevolezza che, se dovessi diventare madre x la seconda volta, molti degli errori fatti (in questo senso) non li rifarò.
carissima rita,

tutte facciamo degli errori (parlo al femminile: ritengo ingiusto parlare al femminile solo se in un gruppo sono tutte donne). spesso gli errori sono un'occasione per farci crescere. importante è riconoscerli ed essere oneste con se stesse e con le altre.

anche se per un motivo o un altro non sarai madre per la seconda volta, sento che la tua esperienza sarà utile ad altre mamme. le scelte di vita partono da dentro, ma c'è anche in parte il lasciarsi impregnare dal vissuto di persone che sentiamo vicine.

ti e vi abbraccio. andrea

alea
Messaggi: 216
Iscritto il: ven giu 17, 2005 1:18 pm

Messaggio da alea » lun dic 05, 2005 11:13 pm

cosimamma ha scritto: Per quanto riguarda il passeggino non critico chi lo usa
Ci sono casi in cui è il pargolo che ti insegna l'inutilità del passeggino e la necessità assoluta della fascia....:) La solita saggezza infantile che ho già decantato altrove. Per un po' di mesi ho tentato di usarlo; risultato: spingevo il passeggino vuoto mentre tenevo Chicco nella fascia...
Ale

lauravivy
Messaggi: 31
Iscritto il: lun dic 05, 2005 10:48 am

Re: il "caro" pupo

Messaggio da lauravivy » mar dic 06, 2005 12:36 pm

cosimamma ha scritto: Possibile che nessuno mai ha l'onestà di dirlo e tutti i media riversino la colpa sui "cari" bambini...loro chiedono solo la nostra vicinanza e disponibilità, siamo noi a volergli dare invece i vestiti alla moda e il giocattolo più bello!
Penso che il "caro" bambino sia proprio un falso problema ... semmai il problema vero sta nel fatto che la vicinanza e la disponibilità, di cui appunto i nostri figli hanno tanto bisogno, sono diventati risorse molto scarse, se non un vero e proprio lusso..
Questo credo sia dovuto sia alle condizioni oggettive, soprattutto di lavoro, in cui la maggioranza delle famiglie si trova, sia ad un'idea se vogliamo un po' "consumistica" della famiglia, in cui affrontare sacrifici e rinunce (parlo sempre e soprattutto di tempo e di energie di solito dedicate a se stessi) diventa quasi inconcepibile..
Bellissima la lista dei modi per risparmiare Antonella ... sai che mi sto facendo tentare dall'EC per Bianca? Ora devo documentarmi però!

Baci a tutti,

Laura

cosimamma
Messaggi: 271
Iscritto il: gio dic 16, 2004 10:57 am
Località: Ovunque, ma più spesso Roma e Firenze

Messaggio da cosimamma » mar dic 06, 2005 4:21 pm

La cosa forse più assurda che ho visto? Il marsupio per andare a fare il bagno in piscina!!!!Come se le mamme fossero così incapaci da non riuscire a portare il figlio in piscina senza farlo affogare!!!!....Purtroppo sono sicura che qualcuno l'avrà anche comprato....
Per quanto riguarda il lavoro certo non c'è molto tempo a volte....ma la qualità di quello che si passa insieme?Quello dipende solo da noi!

Rispondi