catarro

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Chiara
Messaggi: 591
Iscritto il: mar ott 05, 2004 2:52 pm
Località: Milano, Mamma di Paolo (20/5/04)
Contatta:

Messaggio da Chiara » mar nov 29, 2005 12:09 am

Io lo trovo al supermercato. Sia il latte di soia che di riso e avena.
Invece il latte di mandorla lo trovo nei negozi di alimentazione naturale, certe erboristerie ad esempio...
Per il latte di soia devi sempre controllare che non sia OGM.
E comunque sempre alternare.

Ciao
Chiara

chiaraf
Messaggi: 33
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:00 pm
Località: novara

Messaggio da chiaraf » mer nov 30, 2005 4:09 pm

Ma veramente il latte vaccino fa questo effetto?!
Effettivamente Davide fino a quest'anno non ha mai avuto niente, ora invece ha sempre un po' di catarro ed effettivamente quest'anno abbiamo introdotto il latte vaccino a colazione.
Vorrei quindi provare un'alternativa ma latte di soia e di riso non mi piacciono e lui ne beve talmente poco che mi andrebbe sempre tutto a male.
Vorrei quindi provare il latte di mandorla ma ho qualche dubbio.
Non c'è il rischio di reazioni allergiche con le mandorle?
E' meglio introdurlo in piccole quantità?

Grazie
Chiara

virgola
Messaggi: 216
Iscritto il: mar lug 19, 2005 1:10 pm
Località: Milano hinterland

effetto catarro

Messaggio da virgola » gio dic 01, 2005 8:57 am

beh, che il latte vaccino faccia questo effetto è sostanzialmente risaputo (ormai anche molti pediatri della mutua lo ammettono). Comunque, provare per credere!
Sul latte di mandorle e le allergie, la questione è ovviamente complessa. Qualsiasi pediatra ti dirà di introdurre non troppo presto i semi oleosi (credo non a torto), spesso omettendo di dire che cautele molto maggiori dovrebbero essere tenute per il latte vaccino (che è ben più allergizzante!). In parole povere, è stato sicuramente più "avventato" introdurre il latte di vacca, dal punto di vista delle cautele relative alle allergie. Detto ciò, noi comunque abbiamo aspettato più o meno l'anno di età per il latte di mandorle e per il latte di soia (non per il latte di riso, che praticamente si può dare come primo alimento per lo svezzamento, ovviamente, trattandosi di riso). Introdurlo in quantità crescenti è senz'altro buona norma.
Quanto tempo ha il piccolo?
P.s.: tanto per criticare un po' questa simpatia (che non condivido) per i prodotti (vegan o non vegan) con calcio aggiunto, consiglio la lettura di un articolo che era stato segnalato in qualche post che ora non ritrovo, molto interessante:
http://www.lafinestrasulcielo.mercurio. ... ticini.htm

chiaraf
Messaggi: 33
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:00 pm
Località: novara

Messaggio da chiaraf » gio dic 01, 2005 12:47 pm

Grazie Virgola,
E pensare che mia mamma mi ha sempre dato il latte col miele per farmi passare la tosse da piccola.
Davide ha 28 mesi e il latte vaccino ha iniziato a berlo verso i 2 anni quando ha smesso di bere il mio.
La mia preoccupazione era dovuta al fatto che ho letto che le mandorle possono dare reazioni molto forti, tipo shock anafilattico, cosa che non ho mai letto sul latte vaccino.
Non so se questo può essere provocato anche da piccole quantità per iniziare. Magari provo a dagliene un po' un giorno che sono a casa e lo posso tenere d'occhio.

Ciao
Chiara

virgola
Messaggi: 216
Iscritto il: mar lug 19, 2005 1:10 pm
Località: Milano hinterland

mandorle

Messaggio da virgola » gio dic 01, 2005 1:39 pm

mi sembra la cosa migliore da fare. Comunque, prima o poi più o meno tutti iniziano a mangiare le mandorle.
Riguardo al latte e miele, sicuramente sotto certi aspetti può anche far bene per le malattie da raffreddamento: è una bevanda calda, è liquido quindi serve ad assumere più liquidi, contiene miele. Il latte in quanto tale fa più male che bene, se si eccettua il fatto che in una certa misura può risultare "sedativo", il che in certi casi non guasta.
ciao

sabrinadorsi
Messaggi: 30
Iscritto il: mer ago 24, 2005 7:52 am
Località: Roma
Contatta:

catarro che non passa

Messaggio da sabrinadorsi » mer dic 07, 2005 12:14 pm

salve
ho un bimbo di 1 anno e mezzo e non gli do mai latte vaccino ne formaggi.
l'unica cosa che gli do e' yougurt bianco fatto da me e parmigiano (avevo capito che lo yogurt e' come un latte predigerito quindi non puo' essere considerato un latticino dal punto di vista della caseina e quindi della collosita' idem per il parmigiano, non ricordo piu la fonte dove ho letto questa cosa.)

sapete darmi qualche indicazione specifica su questi 2 alimenti?

perche comunque mio figlio il catarro ce l'ha, e come... non so bene che altro fare dal punto di vista alimentare.... sto cercando di dargli frutta e pastina, la carne non mi sembra indicata in questi giorni di catarro, o sbaglio?

grazie
sabrina

piccolastella
Messaggi: 211
Iscritto il: dom mar 13, 2005 4:11 pm
Località: Treviso

Messaggio da piccolastella » mer dic 07, 2005 2:38 pm

Ciao Sabrina se vai qui:
http://www.promiseland.it/inchieste/latte/latte1.php
trovi molte risposte .......

"Un'altra sostanza chimica presente nel latte è la caseina.
È un potente agglomerante, un polimero usato per fare plastiche e colle, ottimo per fare solidi accessori o incollare etichette alle bottiglie di birra.....Ottanta delle proteine del latte sono caseina.
È anche un allergeno, un'istamina che crea molto muco."
se vuoi leggere tutto l'articolo:

http://www.promiseland.it/view.php?id=762

Anche il parmigiano e lo yogurt contengono istamina ...

Ciao

Roberta
Ultima modifica di piccolastella il mer dic 07, 2005 2:44 pm, modificato 2 volte in totale.

piccolastella
Messaggi: 211
Iscritto il: dom mar 13, 2005 4:11 pm
Località: Treviso

Messaggio da piccolastella » mer dic 07, 2005 2:40 pm

e ancora..

".....Un secolo fa, le mucche producevano 8-12 litri di latte il giorno; le Holstein di oggi arrivano a produrre tre o quattro volte tanto. Si è arrivati a tanto attraverso incroci selettivi per produrre mucche con una ghiandola pituitaria anormalmente attiva e attraverso l'alimentazione molto ricca di proteine. La ghiandola pituitaria non produce soltanto gli ormoni che stimolano la produzione di latte, produce anche gli ormoni della crescita. Recentemente, la FDA ha approvato un ormone della crescita geneticamente modificato per le mucche. Questi ormoni sono identici a quelli prodotti dalla ghiandola pituitaria delle mucche di oggi molto produttive. Questa procedura incrementerà il livello di ormoni della crescita bovini già presenti nel nostro latte da decenni. Questi ormoni sono presenti nella frazione acquosa del latte, non nel grasso.

I bambini ricevono gli ormoni della crescita dalle mamme, attraverso il latte materno. Piccole quantità di questi ormoni sono necessarie e piccole quantità non sono dannose ma un eccesso può tradursi in anormalità della crescita. Gli ormoni pituitari in eccesso sono anche associati con la comparsa del tumore e alcuni studi collegano l'assunzione di latte con il cancro. La mucca con pituitaria superattiva è prona a molte malattie. Secerne quasi sempre pus nel latte e ha bisogno di dosi frequenti di antibiotici. "

virgola
Messaggi: 216
Iscritto il: mar lug 19, 2005 1:10 pm
Località: Milano hinterland

parmigiano e yogurt

Messaggio da virgola » ven dic 09, 2005 10:11 am

anche se non sono informato nel dettaglio (biochimico) sull'argomento, l'idea che mi sono fatta (scusate la banalità) è pressappoco la seguente:
latte e latticini in generale fanno più male che bene, per molteplici motivi. Alcuni motivi (digestione, pesantezza, per esempio) non sono presenti però o lo sono in misura minore nello yogurt e nei formaggi (soprattutto alcuni come il parmigiano), alimenti per i quali valgono quindi molte ma non tutte le obiezioni al latte. Quindi: meglio non assumere proprio latticini, ma è preferibile assumerne pochi in forma di yogurt e parmigiano che assumere latte, burro, formaggi grassi.

Rispondi