ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

genfranco
Messaggi: 1258
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » lun ott 11, 2021 2:04 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eicibi.htm
Per le pagine precedenti:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

La descrizione del gruppo recita:
"BICARBONATO DI SODIO l'"ALIMENTO ESSENZIALE" più odiato dalla medicina in quanto l'alcalinizzante del corpo, che se il corpo vive in pH ALCALINO, in quel corpo NON POSSONO NASCERE E VIVERE LA CELLULE MALATE."
BICARBONATO DI SODIO gli INGANNI
https://www.facebook.com/groups/2950621381880201/
Ora per avere maggiori informazione sugli INGANNI, riporto una pagina che raggruppa tutte le prove in DOCUMENTAZIONE in nostro possesso, ma la pagina si aggiorna ogni volta che si scoprono altre prove.

La pagina in parte recita:
"Quindi possiamo concludere che questa organizzazione non ci dice la verità neppure sul BICARBONATO DI SODIO, anche perchè ne perderebbero i clienti.
Ed è per questo motivo che, dato che dichiarano che il SALE fà aumentare la pressione, ecco che il BICARBONATO DI SODIO lo dichiarano un "SALE". Non solo ma anche l'acqua di mare viene dichiarata acqua "SALATA", in quanto in questa acqua vi è la maggior quantità di CLORURO DI MAGNESIO del pianeta terra.
Oh, ma allora tutto ciò che è nel mio corpo di cui il mio corpo ne ha bisogno per mantenersi in SALUTE, sono chiamati "SALE".
E non solo, ma dichiarano che se mangi troppo salato ti viene la pressione alta, che dalle ricerche fatte da me nel tempo, posso dichiaralo FALSO in quanto a causare la pressione alta SONO I CIBI INNATURALI zeppi di "prodotti chimici" VELENOSI che è inutile elencare, delle industrie
Riguardo a questo FALSO, ne ho una dimostrazione pratica.
Infatti prima della scoperta del tumore al colon avevo la pressione che faceva le bizze, ed allora ingoiavo una pastiglia della pressione. Un giorno, dato che mi sono trovato la pressione bassa, chiamando il mio dottore di base, mi ha detto di ingoiare un cucchiaino di SALE. L'ho fatto e la mia pressione si è REGOLARIZZATA. Però NON SI E' ALZATA, MA REGOLARIZZATA.
Pare che questo dica tutto, vero?
Senza contare che questi "ALIMENTI ESSENZIALI" dei quali quelli sopra elencati li dovremmo ingoiare nei CIBI NATURALI che grazie alla reffinazione, nei CIBI non ve ne è neppure traccia.

Ma andiamo avanti per capire meglio gli inganni invece chiari nel tempo, ma sempre attuali.
Fissato questo dobbiamo anche dire che il SODIO, come il POTASSIO, il MAGNESIO ed il CALCIO e gli altri, circolano nel mio sangue da quando sono stato concepito. Questo me lo dice il mio medico di base che al primo intoppo mi fà fare l'esame del sangue per richiederne i valori, quindi è lui che mi dice con questo esame che questi "ALIMENTI ESSENZIALI" SODIO, POTASSIO, MAGNESIO e CALCIO SONO IMPORTANTI.
Ma allora se sono importanti è perchè il nostro corpo ne ha bisogno, ed esserne CARENTI è la prima causa di MALATTIA, il primo stadio importante per la classe medica, che senza questa devono andarsi a cercare i CLIENTI SULLA LUNA.
Infatti da sempre DEMONIZZANO il CALCIO, ma non solo il CALCIO, ma ora vediamo anche per il SODIO, in quanto per il POTASSIO, anche lui DEMONIZZATO per molto tempo, causa di malattie al cuore, mentre la pagina riporta il contrario:
"Riguardo al POTASSIO ed alla parola IPERPOTASSEMIA, oltre la dimostrazione pratica, di cui gli esami del sangue sotto riportati, ecco un altro articolo che determina senza ombra di dubbio che questa parola è puramente inventata dalla medicina per scopi tutt'altro che per la salute umana.
L'articolo ij oggetto recita:
"Il Potassio si prende cura delle nostre Arterie
Numerosi studi in vitro su animali suggeriscono che integrare elevate quantità di Potassio serve a proteggerci dalle malattie cardiovascolari. Ad esempio, è stato evidenziato, su animali ipertesi, che il Potassio permette di ridurre i Lipidi nel Sangue e nei vasi Sanguigni."
che è esattamente il contrario di quanto si è letto fin'ora sul web di questo importantissimo "ALIMENTO ESSENZIALE" che fà parte del sangue animale, quindi anche quello umano.
La dice lunga il fatto che per il medico di base sia necessario il controllo ogni volta che prescrive un esame del sangue, come vediamo sotto.
Come potrebbe essere diverso?
Non solo, ma l'articolo recita anche:
"Numerosi studi in vitro su animali suggeriscono che integrare elevate quantità di Potassio serve a proteggerci dalle malattie cardiovascolari. Ad esempio, è stato evidenziato, su animali ipertesi, che il Potassio permette di ridurre i Lipidi nel Sangue e nei vasi Sanguigni.
Inoltre impedisce ai Macrofagi di aderire alla parete Arteriosa. I Macrofagi sono delle Cellule specializzate, incaricate di ripulire (o spazzare si tratta di Cellule dette anche “Spazzine” capaci di distruggere gli “Organismi Estranei” che invadono il corpo) il Colesterolo LDL (il cattivo)."
Inoltre, ingoiando regolarmente l'"ALIMENTO ESSENZIALE" ACIDO ASCORBICO, questo salinificando gli "ALIMENTI ESSENZIALI", che sono la base dei miliardi e miliardi di cellule che formano il nostro corpo, LA POMPA SODIO-POTASSIO, SODIO, POTASSIO, MAGNESIO e CALCIO, grazie alla AUTOGUARIGIONE, regolano continuamente e nel tempo questa POMPA, mantenendole in PERFETTA SALUTE, con massimo giovamento dell'individuo.
In proposito la pagina recita"
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... contro.htm

...ed ancora:
"Già due pagine si preoccupano di avvisare che il SODIO è nocivo, il primo dal sito Umanitas, il secondo addirittura dalla AIRC, oggi 18 maggio 2021 si aggiunge un altro articolo che mi stupisce moltissimo, in quanto viene postato in questi giorni cui ho postato i meie articoli su questo BICARBONATO DI SODIO, non vi pare strano questo?
Però tenendo conto che questi citati siti, fin'ora non hanno fatto altro che DEMONIZZARE ciò che fà parte del mio corpo, tanto che ne ho fatto una pagina sulla quale potrete leggere: SE IL LEONE MI MANGIA MUORE giustificandolo sulla pagina che recita
"Mi sento di dover giustificare questa mia dichiarazione:
"SE UN LEONE MI MANGIA MUORE"
e lo faccio subito in quanto ciò che circola nel mio SANGUE dall'inizio della mia vita, la medicina lo dichiara VELENOSO, e se è VELENOSO nel mio SANGUE, di conseguenza sono VELENOSE anche le mie CELLULE, quindi la mia carne e di conseguenza anche i miei ORGANI.

Sappiamo però che ciò che circola nel mio SANGUE, quindi nel SANGUE di TUTTE le SPECIE ANIMALI, circola anche nella LINFA dei VEGETALI.
Questo perchè ANIMALI e VEGETALI sono FRATELLI.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eABCDK.htm

e continua:
"Sul BICARBONATO ed il SODIO, una nuova scoperta da parte mia. Naturalmente come incompetente ed ignorante in materia. Su questa scoperta, già l'articolo precedente recita:
"Questo sale viene prodotto già all'interno della bocca dalle ghiandole salivari, e viene secreto anche dalle cellule epiteliari della parete gastrica."
Oh, ma allora questo BICARBONATO DI SODIO, oggetto della pagina è importante nel mio corpo, in quanto viene addirittura AUTOPRODOTTO per il suo fabbisogno per la SALUTE.
Mi chiedo: "I gestori della medicina lo sapranno, dato che questo BICARBONATO DI SODIO è da questa congregazione dichiarato alla pari dei loro "principi attivi" i quali nella confezione il "foglio illustrativo"?
Personalmente non ho dubbi che questi signori quanto sopra lo sappiano, ma perchè sulle loro dichiarazione tutto il contrario dichiarandolo un VELENO alla pari dei "principi attivi" da loro consigliati?
La differenza tra il BICARBONATO DI SODIO ed i "principi attivo", una sola: il "fognio illustrativo" che la confezione BICARBONATO DI SODIO che acquisto dal supermercato il "foglio illustrativo" non lo contiene, quindi quale sarà la differenza tra loro?
Ad ognuno le sue personali conclusioni.
Fissato questo per chiarezza, ora riporto quanto scrive il sito Wikipedia in proposito del BICARBONATO, del SODIO, del POTASSIO ed altri, che legati con il primo diventa BICARBONATO DI SODIO e BICARBONATO DI POTASSIO nella saliva, "ALIMENTI ESSENZIALI" che noi ingoiamo giornalmente da anni ottenendone tanti BENEFICI e nessun problema..
"Composizione
La saliva umana è un fluido composto da:
Acqua (98%);
Elettroliti di cui:
2-21 mmol/L sodio,
10-36 mmol/L potassio,
1,2-2,8 mmol/L calcio,
0,08-0,5 mmol/L magnesio,
5-40 mmol/L ione cloruro,
25 mmol/L ione bicarbonato,"

Rilevando anche lo ione CLORURO ed il MAGNESIO, ecco che unendosi questi due, diventa CLORURO DI MAGNESIO.
E pensare che dalla medicina vengono chiamati "integratori" e noi invece "ALIMENTI ESSENZIALI".
Ma questo è un altro vergognoso discorso del quale dovrei ammettere di essere stato GENERATO da mio padre negli "integratori", ma non solo, dovrei anche ammettere che nel mio corpo circolano degli "integratori".

Mi permetto di riportare alcune parti di un altro articolo che ritengo molto importanti:
"Che cosa succede ai sistemi di drenaggio?
Il sistema linfatico neutralizza ciò che può, ma se esso è sovraccarico ed i suoi vasi non drenano correttamente l'ACIDO si accumula nel tessuto connettivo. Inoltre par la fa liberare i tessuto dall'ACIDO significa in pratica riscaricarlo nel sangue. In tal modo si innesca un circolo vizioso di prelevamento ancora maggiore di minerali alcalini con ulteriore sovraxxarico degli organi di filtro che sono il fegato ed ireni.
I più frequenti malesseri acuti o ricorrenti derivano o dalla mobilizzazione delle riserve di minerali alcalini nel tentativo di prevenire la distruzione oppure da tentativi urgenti di disintossicazione del corpo.
L'ACIDOSI= ECZEMI, infiammazioni. polipi, cistiti, calcoli, noduli, fibromi ecc.".

Questa è una parte dell'articolo molto esplicativo sul BICARBONATO DI SODIO, che smentisce in modo chiaro e competente le falsità che personalmente ho rilevato nelle informazioni dei siti medici.
Lascio a voi rilevarlo personalmente dalla pagina che riporto sotto documentando la sua esistenza, che a volte come per incanto sparisce,"
Però la parte che ritengo più interessante dell'articolo è questa:
"La pagina riguardo al BICARBONATO DI SODIO recita
"L'acidosi non si cura con gli antiacidi ma con il CIBO NATURALE e NON CIBO DELLE INDUSTRIE.

Se paragonassimo il nostro corpo ad un acquario e le nostre cellule a pesci immersi in fluido che trasporta il ciboe rimuove le scorie, non penseremmo mai di sporcare l'acqua con ogni genere di sostanze tossiche, come sostanze chimiche o cibi acidi! Avendolo fatto da anni, è arrivato il momento di risolvere definitivamente il problema, cambiare l'acqua! Dobbiamo ripulire il nostro ambiente interno.
Gli antiacidi, ossia i farmaci come l'omeprazolo (e i suoi derivati) o la ranitidina, sono tra i più venduti al mondo, quando si assumono si ignorano i messaggi che il corpo invia, cioè che l'ACIDOSI è la causa di qualsiasi malessere come effetto di una mancanza di BICARBONATO DI SODIO che funge da tampone alcalino.
Questo sale viene prodotto già all'interno della bocca dalle ghiandole salivari, e viene secreto anche dalle cellule epiteliari della parete gastrica. Infatti nello stomaco per ogni molecola alcalinizzante di BICARBONATO DI SODIO prodotta viene prodotto col CIBO NATURALE ingerito, Il BICARBONATO DI SODIO sale verso la superficie della mucosa gastrica mescolandosi al CIBO NATURALE alcalinizzandolo, mentre l'acido cloridrico va nelle scripte della mucosa gastrica, che sono le cavità profonde alle quali il CIBO NATURALE non arriva. Quindi, l'acido cloridrico nello stomaco è la dimostrazione che il CIBO NATURALE è stato, parzialmente o totalmente alcalinizzato, esso non è la causa della digestione, come sostenuto dalla "medicina ufficiale", ma la conseguenza!
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ipedia.htm

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... phBASE.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eicibi.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1258
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » mer ott 13, 2021 8:04 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... orbico.htm
Per le pagine precedenti:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Ginevra Scotti fà una spmanda molto interessante, in quanto fumatrice.

Dal gruppo:
Acido Ascorbico, "ALIMENTO ESSENZIALE"
https://www.facebook.com/groups/acidoas ... 9119992782

Ginevra Scotti
04/ ottobre 2021 alle ore 15:38 ·
Avrei una questione da porre sono donna fumatrice vorrei assumere 90mg di acido ascorbico in polvere ...a quanto corrisponde riferito al cucchiaino da tè ?grazie

Genre Franco
Ciao Ginevra Scotti, una bella domanda alla quale ti darò una bella risposta, non certamente mia, ma mi permetto di riportarti delle documentazioni che personalmente ritengo importantissime al riguardo dato la DISINFIRMAZIONE. ------continua------>

Genre Franco
E' ormai chiaro che questa DISINFORMAZIONE è voluta dal SISTEMA, come lo sono tutte le DISINFORMAZIONI fatte dalla associazione che dichiara di dedicarsi alla salute umana, che a volte, per fare bella figura e continuare ad ingannare, viene dedicata ad animali di altre specie trovati sofferenti nelle varie occasioni. ------continua------>

Genre Franco
Altro INGANNO chiaramente voluto è stato quello di chiamare quella polverina bianca "vitamina C" anzichè ACIDO ASCORBICO, come è stato chiamato dal chimico che ne ha scoperto la formula nel 1931 il chimico Albert Szent-Gyorgyi che ne ebbe proprio un Premio Nobel per la medicina. ------continua------>

Genre Franco
E quì non posso non riportare il motivo per cui è stato fatto questo da questi CERVELLONI della medicina. La pagina recita: "Fissato come base questo, ora procediamo a chiarire quali sono gli altri "ALIMENTI ESSENZIALI" sono dichiarati VELENOSI dalle MEDICINE, e che quindi fanno parte di me, e che quindi possono far morire quel leone che abbia la disgrazia di ingoiarmi.
Devo fissare che quelli che sono AUTOPRODOTTI dalla specie umana lo sono AUTOPRODOTTI anche da TUTTE le altre specie viventi sul pianeta terra.
Primo fra tutti, come sopradetto, l'ACIDO ASCORBICO, denominato dalle MEDICINE: vitamina C.
Ma non basta, un fatto che ritengo importantissimo e che smentisce LE MEDICINE è che nel lontano 1937 fù proprio LA MEDICINA di allora a dare il Premio Nobel per la MEDICINA al chimico Albert Szent-Gyorgyi (1893-1986) in quanto isolò questa polverina dai peperoni piccanti, il quale la chiamò ACIDO ASCORBICO, ma allora non vi sembra che questi individui hanno memoria corta?
Albert lo fece legando indissolubilmente questa polverina alla malattia lo SCORBUTO, infatti devo far notare che questo Premio Nobel gli è stato dato della medicina, e guadacaso NON per altra motivo ma PER LA MEDICINA in quanto era l'unico prodotto che GUARISCE la peggiore e terribile malattia al mondo DA SEMPRE, dell'Homo Sapiens; LO SCORBUTO
La parola ACIDO perchè ha il gusto acre del limone, mentre se alla parola
ASCORBICO
togli la prima lettera A e le ultime tre lettere ICO, ti rimane
SCORB
che aggiungendo UTO ti viene la parola
SCORBUTO.
Quindi ha LEGATO indissolubilmente la malattia lo SCORBUTO alla polverina da lui isolata.
Ma alla MEDICINA del periodo questo non stava bene, in quanto TUTTI avrebbero saputo, e che quindi chi era malato di SCORBUTO, ingoiando l'ACIDO ASCORBICO sarebbe guarito o l'avrebbe prevenuto ingoiando la quantità necessaria a questo scopo..
Ma se la gente guariva, loro cosa sarebbero stati a fare? a divertirsi lasciandosi scappare delle occasioni indicibili per la MALATTIA UMANA? Loro avevano già le idee dei vaccini e nel contenpo DIMINUIRE LA POPOLAZIONE MONDIALE, un fine ancora in auge ai nostri tempi, tanto che è ora dichiarato apertamente.
Ecco che allora in quel momento le diedero il nome "vitamina C", rendendo questo ACIDO ASCORBICO un bandito e rendendo questa polverina UN ANONIMO, difatti tutti sanno che vi è la vitamina C da molti anni, ma a nessuno viene in mente di capire cosa sia ed a cosa serva.
Quindi riguardo al'ACIDO ASCORBICO, concludo che almeno è UN MEDICINALE, ma siamo certi che guarisca SOLO LO SCORBUTO?
Cosa guarirà altro?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... LENOSI.htm ------continua------>

Genre Franco
Fissato questo ora sulla dose che citi tu, ti riporto le dosi che ammette medicina che trovi sulla Razione Giornaliera Raccomandata del Ministero della Salute sulla quale trovi le dosi massime consigliate di TUTTI gli "ALIMENTI ESSENZIALI" conosciuti, ------continua------>

Genre Franco
Sulla quale la pagina riporta il valore dell"ACIDO ASCORBICO, prima e fino al che trovi su questo link: http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm che riporta il valore massimo di 60 mg fiino al 18 marzo 2009. ------continua------>

Genre Franco
Che poi nel tempo questo valore è stato aumentato a 70 mg, a 240 mg, a 500 mg per arrivare as oggi al valore di 1000 mg. ------continua------>

Genre Franco
Ecco che allora riferendomi a questi valori, ritengo che il valore che ti proponi, di 90 mg sia irrisorio. Ma ora volgio riportarti altre documentazioni dei nostri SCIENZIATI del secolo scorso dei quali è impossibile trovare i loro libri in forma cartacea, quindi reperibile. ------continua------>

Genre Franco
Riporto pprima di tutto quanto scrive lo SCIENZIATO dottore in chimica Irwin Stone, il quale l'ACIDO ASCORBICO lo ha ingoiato per più di 50 anni, che ci comunica le dosi giornaliere dei suoi amici, altri SCIENZIATI come lui, che sono anche le sue. ------continua------>

Genre Franco
Il suo libro in formato *.pdf ci riporta: "La mia dose giornaliera raccomandata di acido ascorbico si avvicinerebbe molto a quella sintetizzata quotidianamente dai mammiferi con il gene del il GLO intatto. In condizioni di stress le dosi devono essere incrementate Ho preso per molti anni circa 20 grammi di acido ascorbico giornalmente, oltre trecento volte l’attuale RDA, godendo sempre di ottima salute per tutto il periodo. Nelle mie pubblicazioni del 1983 relative agli effetti del regime mega-ascorbico sull’invecchiamento e sulla sindrome di Alzhaimer, cito come esempi lampanti del potere che l’acido ascorbico ha nel mantenere una lunga e sana vita attiva, senza malattie, i miei vecchi amici e colleghi: Albert Szent-Gyorgyi (età 91); Linus Pauling ( età 83); Frederick Klenner (età 77); me stesso (età 77). Stanno tutti lavorando
ancora sodo e nessuno mostra la minima traccia di Alzhaimer.
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... 50anni.pdf ------continua------>

Genre Franco
Non solo, ma come ricercatore, sullo stesso libro ci comunica un fatto che ritengo importantissimo che dice: "pagina 3/7------le dosi ingerite causa il suo incidente e guarigione
Nel maggio del 1960, all'incontro di Mineapolis, fui eletto Vice Presidente della società Americana dei mastro birrai, un'associazione alla quale ho partecipato a lungo. Questo significava che sarei diventato presidente nel 1962-63. Dopo l'incontro decidemmo di trascorrere una vacanza alle Blak Hills, Sud Dakota e visitare il monte Rushmore ma non ci arrivammo mai. Fuori Rapid Citym Sud Dakota, fummo vittime di un grave incidente automobilistico, in cui un ubriaco che guidava contromano a 150 km/h fece una collisione frontale con la nostra vettura. Mia moglie ed io fummo gravemente feriti e l'unica ragione per cui ci salvammo fu che prendevamo regolarmente mega dosi di ACIDO ASCORBICO da decenni. Non andammo mai in shok profondo, condizione letale per la maggior parte delle vittime di incidenti, e fui personalmente in grado di verificare le notevoli qualità curative dell'ascorbato, assumendone una dose di 50 fino a 60 grammi al giorno durante la nostra convalescenza. Mia moglie si rimise presto e mi fece da "infermiera". Subii cinque operazioni serie senza nessun trauma chirurgico e le mie numerose lesioni alle ossa guarirono così in fretta che fui in grado di lasciare l'ospedale in meno di tre mesi; fare un viaggio in treno di verso casa per più di 3500 km e solo dopo ancora due mesi essere già in grado di tornare al lavoro nel mio laboratorio. Lasciai l'ospedale coi miei mezzi, con le stampelle, camminando con delle gambe che il dottore predisse non sarei stato in grado di usare per almeno un anno. La mia laringe fu danneggiata da una parte del volante che mi ferì profondamente la gola e i dottori persero la speranza, dicendomi che non avrei più proferito parola. Con l'aiuto di megadosi di ascorbati, risolsi lentamente il problema e fui in grado di riprendere a tenere discorsi pubblici in qualità di presidente della società scientifica, anche se con tono di voce leggermente diverso. Se chiedete a mia moglie vi dirà che ora parlo anche troppo.

pagina 4/7------meccanismo biochimico ereditario FEEDBAK
I mammiferi con il gene intatto del GLO posseggono anche un meccanismo biochimico ereditario feedback, che aumenta la sintesi di ACIDO ASCORBICO da parte del fegato in risposta alle varie tipologie di stress. Questo meccanismo di feedback fu un'importante fattore nell'assicurare ai mammiferi la sopravvivenza e la dominazione sulla terra negli ultimi 165 milioni di anni di evoluzione. Alcuni miei studi indicano come alcuni grandi gruppi di mammiferi si estinsero durante questo periodo, in quanto incapaci di produrre una dose giornaliera sufficiente di ACIDO ASCORBICO che avrebbe garantito loro la sopravvivenza. L'Homo Sapiens ha pagato un forte tributo in termini di decessi, malattie e debolezze durante gli ultimi milioni di anni di evoluzione, cercando di sopravvivere senza i benefici derivanti dal gene intatto del GLO. Considero l'Homo Sapiens come mammifero più a rischio, prevedendo la sua estinzione nel ventunesimo secolo a causa dell'inquinamento da sovrappopolamento, a meno che non decida di prendere in mano il proprio destino evolutivo e si trasformi nella sua robusta, l'Homo Sapiens Ascorbicus" ------continua------>

Genre Franco
Questa parte la ritengo importantissima in quanto ci comunica che in caso di STRESS, TUTTI gli animali si AUTOPRODUCONO ACIDO ASCORBICO senza limiti nè di quantità nè di tempo. ------continua------>

Genre Franco
Mi collego a questo fatto riportando la tabella cone le dosi che ci lascia lo SCIENZIATO, il dottor Cathcart che con queste dosi alla occorrenza ha guarito molte persone in quanto questa è una sua personale esperienza da medico. -------continua------Z

Genre Franco
La pagina recita: "TAVOLA I – DOSI USUALI TOLLERATE DALL’INTESTINO
CONDIZIONE------------GRAMMI NELLE 24 ORE-----------NUMERO DI DOSI NELLE 24 ORE
normale---------------------------------------4-15-------------------------------------------------- 4-6
lieve raffreddore--------------------------30-60------------------------------------------------- 6-10
raffreddore forte------------------------ 60-100+-----------------------------------------------8 - 15
influenza ----------------------------------100 - 150----------------------------------------------8 - 20
ECHO, coxsackievirus----------------100 - 150----------------------------------------------8 - 20
mononucleosi----------------------------150 - 200+--------------------------------------------12 - 25
polmonite virale------------------------100 - 200+---------------------------------------------12 - 25
febbre da fieno, asma-------------------15-50-------------------------------------------------- 4 - 8
allergia ambientale ed ai cibi---------0.5-50-------------------------------------------------- 4-8
ustioni, ferite, chirurgia--------------25 - 150+----------------------------------------------- 6 - 20
ansietà, esercizio ed altri stress lievi--15-25------------------------------------------------4- 6
cancro-------------------------------------15 - 100-------------------------------------------------4 - 15
spondilite anchilosante---------------15 - 100-------------------------------------------------4 - 15
sindrome di Reiter----------------------15-60---------------------------------------------------4 - 10
uveite acuta anteriore----------------30 - 100-------------------------------------------------4 - 15
artrite reumatoide--------------------15 - 100--------------------------------------------------4 - 15
infezioni batteriche-------------------30 - 200+-----------------------------------------------10 - 25
epatite infettiva-----------------------30 - 100--------------------------------------------------6 - 15
candidiasi------------------------------15 - 200+-------------------------------------------------6 - 25
FIGURA 1. DOSI RAPPRESENTATIVE PER TRATTARE I SINTOMI ACUTI DELLA
MALATTIA IN PAZIENTI MOLTO TOLLERANTI VERSO L’ACIDO ASCORBICO

GRAMMI DI ASCORBATO NELLE 24 ORE
1) Notare che le curve dei sintomi della malattia indicano un effetto molto piccolo sui
sintomi acuti finché le dosi non raggiungono l’80-90% del livello di tolleranza
intestinale. Forse è solo in prossimità delle dosi di tolleranza che l’ascorbato è spinto
dentro i siti primari della malattia.
2) La soppressione dei sintomi in alcuni casi potrebbe non essere totale, ma
usualmente è lto significativa e spesso il miglioramento è completo e rapido.
3) L’epatite può richiedere da 30 a 100 grammi.
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... _C_ITA.pdf ------continua------>

Genre Franco
Personalmente, nella occasione che mi è stato tolto un tumore al colon, invece di fare le proposte cure di radio o chemio, la mia decisione è stata di seguire le dosi da questo SCIENZIATO per un lungo tempo, che tornato alle dosi normali, ora sono quì a raccontarle. ------continua------>

Genre Franco
Specificato questo, ora mia cara Ginevra Scotti, data la DISINFORMAZIONE voluta, mi sono chiesto dove vuoi arrivare con la tua dose proposta di 90 mg in confronto alle dosi di 20 grammi giornalieri. ciaooo Franco
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... orbico.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1258
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » ven ott 15, 2021 1:31 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... orbato.htm
Per le pagine precedenti:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Ritengo la domanda di Mafalda Passaretti molto importante, quindi non posso fare a meno di sottoporvela in modo da chiarire l'uso della parola "ascorbato". Infatti gli "ascorbati" possono essere molti in quanto basta aggiungere dei sali minerali all'ACIDO ASCORBICO ed il nome del risultato di venta "ascorbato di, col nome del sale minerale": Come potrete leggere sotto questa forma de la combina il corpo della0individuo a suo piacimento, ma noi dobbiamo fornirgli gli "ALIMENTI ESSENZIALI" singoli:
Quindi la prola "ascorbato è del piccolo chimico, quindi lasciamola a lui in quanto il nostro corpo è perfettamente in grado di formarseli da solo, data la AUTOGUARIGIONE e la riprova ci viene dal fatto che il corpo di ogni essere vivente è in grado di fare come il nostro corpo, in quanto anche noi facciamo parte della vita su questo pianeta.

Dal gruppo:
Acido Ascorbico, "ALIMENTO ESSENZIALE"
https://www.facebook.com/groups/acidoas ... 702925728/

Mafalda Passaretti
15 maggio 2021 alle ore 07:58 ·
Scusate la mia domanda, che sicuramente è già stata fatta.
Vorrei acquistare Acido Ascorbico tamponato.
È meglio ascorbato di potassio o ascorbato si sodio? Grazie

Genre Franco
Ciao Mafalda Passaretti, prima di tutto ti devo dire che sul web trovi una infinità di offerte di ACIDO ASCORBICO, sia da solo che in unione di altri prodotti. Però ti devo dire che le invenzioni umane non sono mai fatte per la salute, ma per il SOLO COMMERCIO, che purtroppo con la SALUTE non ha niente a che fare. ------contnua------>

Genre Franco
Ti devo spiegare subito il perchè. In natura e per gli individui del REGNO ANIMALE, la AUTOPRODUZIONE di ACIDO ASCORBICO è fatta partendo dagli "ZUCCHERI" attraverso 4 (quattro) passaggi enzimatici anch' essi AUTOPRODOTTI. ------continua------>

Genre Franco
Non lo dico io ma lo SCIENZIATO del secolo scorso Irwin Stone che al riguardo scrive: "pagina 1/6------scoperta dell'acido ascorbico che combatte lo scorbuto
E’ ben noto che gli esseri umani privati dell’acido ascorbico svilupperanno lo scorbuto ed in pochi mesi ne moriranno. All’inizio degli anni ’30, l’acido ascorbico fu identificato come il principio antiscorbutico nel cibo, che forniva la profilassi contro questa malattia fatale. Nelle due decadi prima della scoperta dell’acido ascorbico, il fattore antiscorbutico era considerato come una sconosciuta sostanza in tracce nei cibi chiamata «vitamina C». Per centinaia di anni in precedenza era empiricamente noto che qualche cosa nei vegetali freschi, nella carne o nel pesce preveniva o curava lo scorbuto.
Lo scorbuto è una malattia molto antica; era menzionata da Ippocrate (Hirsch, 1885) e gli egiziani avevano parecchi geroglifici per scrivere riguardo la malattia (Ebbell, 1938; Bourne, 1944). Nel lungo periodo della preistoria e della storia umana, lo scorbuto aveva causato molte morti, aveva creato più sofferenza umana ed aveva alterato il corso della storia più di ogni altra singola causa. Non appena l’Uomo, o i suoi antenati primitivi, lasciarono il loro ambiente tropicale o semi tropicale, e si spostarono verso i climi temperati dove i vegetali freschi non erano più disponibili per tutto l’anno, cominciarono ad avere guai. Quando l’uomo imparò a cucinare la carne ed il pesce, così riducendo il loro contenuto in instabile acido ascorbico, le loro difficoltà scorbutiche si aggravarono ulteriormente. Ogni anno, nel tardo inverno e
primavera, l’intera popolazione, indebolita dai ricorrenti danni dello scorbuto, era decimata dalle invasive infezioni virulente secondarie e da altre malattie. In verità è un caso fortunato per noi, la popolazione umana al momento sopravvissuta, che le
necessità di acido ascorbico per la mera sopravvivenza siano basse.


pagina 1/10------quali altri animali che hanno perso l'AUTOPRODUZIONE
In sostanza, la causa dello scorbuto è la incapacità del fegato umano di sintetizzare l’acido ascorbico. Questa sintesi è comune a quasi tutte le forme di vita ed è realizzata nel fegato della maggior parte dei mammiferi (Chatterjee et al., 1961). Questi mammiferi non possono normalmente contrarre lo scorbuto, non importa quanto poco acido ascorbico o vitamina C ci sia nella loro dieta. Essi fabbricano continuamente una provvista di questa importante sostanza fisiologica in quantità abbastanza grandi. Fino al 1907 lo scorbuto fu considerato primariamente una malattia umana perché nessun altro animale appariva suscettibile ad esso. In quell’anno si scoprì che i porcellini d’India potevano essere resi scorbutici (Holst and Frölich, 1907).
Il fegato dei mammiferi produce acido ascorbico a partire dal glucosio con una sintesi a passi, ciascun passo essendo controllato da un enzima specifico separato (Grollman and Lehninger, 1957; Burns, 1959). Questo completo sistema enzimatico è presente in tutti i mammiferi eccetto l’Uomo, qualche scimmia, i porcellini d’India ed un pipistrello indiano che mangia frutta, Pteropus medius (Chatterjee et al., 1961).
Queste poche eccezioni sono i soli mammiferi che svilupperanno lo scorbuto se privati di acido ascorbico nella loro dieta. La malattia è rapidamente fatale nei porcellini d’India, soccombono in circa 2-3 settimane.


pagina 2/10------l'ultimo enzima mancante per la AUTOPRODUZIONE
Il fegato dell’Uomo è privo dell’ultimo enzima nella serie necessaria per convertire il glucosio in acido ascorbico. La mancanza di questo unico enzima, L-gulonolactone ossidase, blocca completamente la sintesi anche se il fegato umano contiene gli altri enzimi intermedi della serie (Chatterjee et al., 1961). L’assenza di questo enzima è causata da una carenza o da un difetto ereditario nel gene necessario per la sua sintesi.
Così la sindrome dello scorbuto è una tipica malattia genetica simile nell’eziologia ad altre riconosciute malattie genetiche come la fenilcheturia (PKU), la galattosemia, l’alcaptonuria e le molte altre di questa lista di anomalie metaboliche genetiche che aumenta con continuità. Queste malattie genetiche sono tutte causate da un difetto ereditario nel gene che controlla la sintesi dell’enzima particolare la cui assenza o mancanza di attività causa la specifica sindrome metabolica patologica.
pagina 2/10------LA MALATTIA "IPOASCORBEMIA"
Anche se il difetto genetico implicato nella sintesi umana dell’acido ascorbico sembra essere chiaramente definito nella genetica biochimica, l’acido ascorbico è ancora visto dalla Medicina come «vitamina C». Non mi è stato possibile trovare nessun riferimento che tenti di cambiare l’attuale classificazione dello scorbuto come un disturbo nutrizionale o avitaminosi per assegnargli la sua vera posizione di malattia genetica. A causa di questa mancanza di riconoscimento del suo status genetico propongo il nome di Ipoascorbemia, per la sindrome dello scorbuto, nel rispetto dei livelli generalmente abnormemente bassi di acido ascorbico nel sangue che possono esistere nei pochi mammiferi con questo difetto genetico. Lo scorbuto franco può
quindi essere considerato come la estrema conseguenza della Ipoascorbemia. ------continua------>

Genre Franco
Non lo dico io ma lo SCIENZIATO del secolo scorso Irwin Stone che al riguardo scrive: "pagina 1/6------scoperta dell'acido ascorbico che combatte lo scorbuto
E’ ben noto che gli esseri umani privati dell’acido ascorbico svilupperanno lo scorbuto ed in pochi mesi ne moriranno. All’inizio degli anni ’30, l’acido ascorbico fu identificato come il principio antiscorbutico nel cibo, che forniva la profilassi contro questa malattia fatale. Nelle due decadi prima della scoperta dell’acido ascorbico, il fattore antiscorbutico era considerato come una sconosciuta sostanza in tracce nei cibi chiamata «vitamina C». Per centinaia di anni in precedenza era empiricamente noto che qualche cosa nei vegetali freschi, nella carne o nel pesce preveniva o curava lo scorbuto.
Lo scorbuto è una malattia molto antica; era menzionata da Ippocrate (Hirsch, 1885) e gli egiziani avevano parecchi geroglifici per scrivere riguardo la malattia (Ebbell, 1938; Bourne, 1944). Nel lungo periodo della preistoria e della storia umana, lo scorbuto aveva causato molte morti, aveva creato più sofferenza umana ed aveva alterato il corso della storia più di ogni altra singola causa. Non appena l’Uomo, o i suoi antenati primitivi, lasciarono il loro ambiente tropicale o semi tropicale, e si spostarono verso i climi temperati dove i vegetali freschi non erano più disponibili per tutto l’anno, cominciarono ad avere guai. Quando l’uomo imparò a cucinare la carne ed il pesce, così riducendo il loro contenuto in instabile acido ascorbico, le loro difficoltà scorbutiche si aggravarono ulteriormente. Ogni anno, nel tardo inverno e
primavera, l’intera popolazione, indebolita dai ricorrenti danni dello scorbuto, era decimata dalle invasive infezioni virulente secondarie e da altre malattie. In verità è un caso fortunato per noi, la popolazione umana al momento sopravvissuta, che le
necessità di acido ascorbico per la mera sopravvivenza siano basse.
pagina 1/10------quali altri animali che hanno perso l'AUTOPRODUZIONE
In sostanza, la causa dello scorbuto è la incapacità del fegato umano di sintetizzare l’acido ascorbico. Questa sintesi è comune a quasi tutte le forme di vita ed è realizzata nel fegato della maggior parte dei mammiferi (Chatterjee et al., 1961). Questi mammiferi non possono normalmente contrarre lo scorbuto, non importa quanto poco acido ascorbico o vitamina C ci sia nella loro dieta. Essi fabbricano continuamente una provvista di questa importante sostanza fisiologica in quantità abbastanza grandi. Fino al 1907 lo scorbuto fu considerato primariamente una malattia umana perché nessun altro animale appariva suscettibile ad esso. In quell’anno si scoprì che i porcellini d’India potevano essere resi scorbutici (Holst and Frölich, 1907).
Il fegato dei mammiferi produce acido ascorbico a partire dal glucosio con una sintesi a passi, ciascun passo essendo controllato da un enzima specifico separato (Grollman and Lehninger, 1957; Burns, 1959). Questo completo sistema enzimatico è presente in tutti i mammiferi eccetto l’Uomo, qualche scimmia, i porcellini d’India ed un pipistrello indiano che mangia frutta, Pteropus medius (Chatterjee et al., 1961).
Queste poche eccezioni sono i soli mammiferi che svilupperanno lo scorbuto se privati di acido ascorbico nella loro dieta. La malattia è rapidamente fatale nei porcellini d’India, soccombono in circa 2-3 settimane.
agina 2/10------l'ultimo enzima mancante per la AUTOPRODUZIONE
Il fegato dell’Uomo è privo dell’ultimo enzima nella serie necessaria per convertire il glucosio in acido ascorbico. La mancanza di questo unico enzima, L-gulonolactone ossidase, blocca completamente la sintesi anche se il fegato umano contiene gli altri enzimi intermedi della serie (Chatterjee et al., 1961). L’assenza di questo enzima è causata da una carenza o da un difetto ereditario nel gene necessario per la sua sintesi.
Così la sindrome dello scorbuto è una tipica malattia genetica simile nell’eziologia ad altre riconosciute malattie genetiche come la fenilcheturia (PKU), la galattosemia, l’alcaptonuria e le molte altre di questa lista di anomalie metaboliche genetiche che aumenta con continuità. Queste malattie genetiche sono tutte causate da un difetto ereditario nel gene che controlla la sintesi dell’enzima particolare la cui assenza o mancanza di attività causa la specifica sindrome metabolica patologica.
pagina 2/10------LA MALATTIA "IPOASCORBEMIA"
Anche se il difetto genetico implicato nella sintesi umana dell’acido ascorbico sembra essere chiaramente definito nella genetica biochimica, l’acido ascorbico è ancora visto dalla Medicina come «vitamina C». Non mi è stato possibile trovare nessun riferimento che tenti di cambiare l’attuale classificazione dello scorbuto come un disturbo nutrizionale o avitaminosi per assegnargli la sua vera posizione di malattia genetica. A causa di questa mancanza di riconoscimento del suo status genetico propongo il nome di Ipoascorbemia, per la sindrome dello scorbuto, nel rispetto dei livelli generalmente abnormemente bassi di acido ascorbico nel sangue che possono esistere nei pochi mammiferi con questo difetto genetico. Lo scorbuto franco può
quindi essere considerato come la estrema conseguenza della Ipoasco
rbemia. ------continua------>

Genre Franco
pagina 2/10------la malattia genetica grave
La malattia genetica, Ipoascorbemia, ha eziologia similare a quella di riconosciute malattie genetiche quali la PKU e le molte altre, con una notevole differenza nell’incidenza. Le altre anomalie genetiche sono di una incidenza comparativamente
bassa nella popolazione umana , mentre la Ipoascorbemia sembra affliggere l’intero genere umano. Pertanto abbiamo una malattia genetica grave e, finora, non riconosciuta, di apparente incidenza universale tra gli umani, che sembra essere stata
solo marginalmente o sub-marginalmente “corretta” nel corso dell’intera storia dell’Uomo. La mancanza di una “completa correzione” di questa anomalia metabolica genetica potrebbe essere un fattore molto importante nella incidenza e morbidità delle malattie, nel processo di invecchiamento e nella estensione della vita umana. Il termine “correzione” significa fornire all’individuo acido ascorbico nelle quantità che verrebbero sintetizzate dal fegato se non ci fosse questo difetto genetico. Queste quantità “correttive” calcolate dagli scarsi dati disponibili sono indicate in parecchie volte quelle suggerite, come adeguate, dalla teoria della vitamina C.
La perdita del gene per la sintesi dell’enzima attivo, L-gulonolactone ossidase, probabilmente ebbe luogo in qualche Primate antenato dell’Uomo da una mutazione letale condizionale (Gluecksohn-Waelsch, 1963), forse circa 50 milioni di anni fa.
Potrebbe essere possibile collocare meglio quando si è presentata questa mutazione se si seguisse il suggerimento dell’autore di esaminare vari membri dell’ordine dei Primati rispetto a questo sistema enzimatico (Stone, 1965). La ragione per cui questa mutazione sfavorevole non eradicò gli animali mutati risiedeva nella presenza di piccole quantità di acido ascorbico a disposizione nel loro cibo, adeguato per assicurare la loro sopravvivenza.


pagina 3/10------il fegato NON è capace a SINTETIZZARE, mentre TUTTI gli animali SI.
------i ratti ne SINTETIZZANO in caso di STRESS, come per l'uomo di 70 kag. da 4.9 a 18 grammi al giorno
L’Uomo ha sofferto di questo difetto genetico per tutta la sua intera esistenza ed è stato assolutamente dipendente dal suo cibo per rifornirsi di quantità marginali di questa sostanza fisiologica che il suo fegato manca di sintetizzare. Egli non è mai
stato capace di ricavare dal suo cibo le quantità di acido ascorbico che sarebbero state prodotte dal suo fegato, se giudichiamo ciò dalle quantità sintetizzate da un altro mammifero, il ratto, fornito del sistema enzimatico completo. Il ratto normale non stressato sintetizza acido ascorbico alla velocità di 70 mg per kg di peso corporeo al giorno (Salomon and Stubbs, 1961) ed il ratto stressato aumenta la sintesi a 215 mg per kg al giorno (Conney et al., 1961). Questo è equivalente alla produzione da 4.9 a 15.0 di acido ascorbico al giorno calcolato per il peso di 70 kg di un adulto umano. A causa dei magri ammontari dello instabile acido ascorbico nei cibi, è semplicemente impossibile ingerire abbastanza peso di materiale edibile da fornire queste quantità in grammi di acido ascorbico.
Questa non è la prima volta che è stata affrontata la possibile non adeguatezza dei cibi nel fornire livelli ottimi di acido ascorbico. Bourne, nel 1949, notò che per i nostri più vicini parenti mammiferi, i grandi primati, il loro cibo principe sono i vegetali. Egli stimò che un gorilla nel suo habitat naturale consuma circa 4.5 grammi di acido ascorbico al giorno. Anche il gorilla presumibilmente soffre dello stesso difetto genetico dell’Uomo. Bourne suggerì anche che le attuali dosi giornaliere
raccomandate in mg potrebbero essere lontane dalle quantità ottime e forse avrebbero dovuto essere invece misurate in grammi al giorno. Egli dichiarò. “Forse è naturale per il nostro sangue ed i nostri tessuti di essere saturati di vitamina e che ci sia un grande flusso costante, attraverso il nostro sistema urinario, di grandi quantità e che siano escrete nel nostro sudore Potremmo trovare che dosi continue di vitamina C a questo (alto) livello lungo un considerevole periodo di tempo potrebbero avere una pronunciata ed inequivocabile attività anti infettiva”. ------continua------>

Genre Franco
Ed ancora: "pagina 3/10------ipotesi di ingestione ottimale di ACIDO ASCORBICO
Nella precedente stima della produzione di acido ascorbico basata sui dati del ratto, ci si rende conto che c’è una grande disparità tra la dimensione del corpo dei ratti e quella del corpo degli esseri umani, disparità che potrebbe influenzare la
estrapolazione. Comunque questi sono gli unici dati disponibili oggi e pone nettamente in evidenza la necessità per molto più lavoro nella a lungo trascurata area della sintesi quantitativa di acido ascorbico nei grandi mammiferi. Se queste grandi
cifre sono valide, allora l’Uomo attraverso la sua intera esistenza ha tirato avanti con quantità di acido ascorbico estremamente piccole in contrasto con gli altri mammiferi.
Ciò solleva certamente il problema di che cosa è accaduto alla fisiologia dell’Uomo durante questo lungo periodo di tempo e se trarrebbe beneficio dall’essere rifornito di acido ascorbico in quantità comparabili a quelle prodotte da altri mammiferi. Ciò inoltre rivela bene la robustezza della fisiologia umana per essere stata capace di adattarsi a livelli di acido ascorbico così tanto inferiori a quelli degli altri mammiferi.
Lo scorbuto ci ha accompagnato fin dalla preistoria, ma il concetto di malattie genetiche o degli errori di metabolismo innati data solo dal 1908 (Garrod, 1908). Nel corso dei secoli c’è stata una stretta associazione dello scorbuto con la carenza di cibi freschi, così la professione medica ha a lungo guardato alla sindrome dello scorbuto meramente come ad un disturbo nutrizionale. Lo sviluppo delle scienze nutrizionali nell’ultima parte del diciannovesimo secolo e della teoria delle vitamine nelle prime decadi del ventesimo secolo hanno ulteriormente rafforzato la tenuta di questi errati concetti nutrizionali. Quando furono postulate, queste ipotesi sembravano essere una chiara e logica spiegazione dei fatti disponibili. Alla luce della nostra attuale conoscenza, comunque, non c’è ragione per continuare la insostenibile teoria della vitamina C sulla eziologia dello scorbuto, la cui unica giustificazione è ora di natura storica. Se lo scorbuto fosse una malattia scoperta solo nell’ultima decina d’anni, non c’è dubbio che gli sarebbe stato assegnato il suo giusto posto di malattia genetica.
Le implicazioni del fatto che la sindrome scorbutica è una anomalia metabolica genetica piuttosto che un disturbo nutrizionale è molto più di un’ipotesi affascinante o di una mera questione di semantica. Il riconoscimento della eziologia genetica dello
scorbuto ed il bisogno di fornire acido ascorbico ai livelli che sarebbero sintetizzati dal fegato avrebbero conseguenze estremamente importanti in medicina ed in terapia.
Presentemente la medicina considera l’acido ascorbico non come un importante prodotto biochimico endogeno mancante, implicato praticamente in ogni processo fisiologico dell’organismo vivente, ma al contrario come vitamina C -meramente uno
specifico nutriente esogeno che a livello di tracce previene o cura lo scorbuto.
L’intero campo dell’uso terapeutico dell’acido ascorbico in molte malattie diverse dallo scorbuto è ora accantonato a causa dei risultati clinici confusi ed in conflitto riportati nelle migliaia di articoli pubblicati negli ultimi trenta anni. L’applicazione di questi concetti genetici a questa vasta letteratura medica introduce una misura di ordine nel caos. La maggior parte dei ricercatori clinici che riferiscono in questi articoli sono stati allenati al pensiero che l’acido ascorbico sia la “vitamina C” e
pertanto essi trattarono queste altre entità cliniche come se fossero lo scorbuto, dando solo dosaggi vitamin-simili nell’ordine dei milligrammi al giorno ed essi riportarono scarsi o indifferenti risultati clinici. Alcuni altri ricercatori che fortuitamente usavano l’acido ascorbico in dosi di parecchi grammi al giorno furono i soli capaci di riportare successi clinici e perfino cure drammatiche. Senza saperlo, questi ricercatori avevano usato l’acido ascorbico più vicino alla quantità che si presenta nella sintesi dei mammiferi e pertanto avevano superato la Ipoascorbemia dei loro pazienti. In tal modo essi mantenevano le risposte fisiologiche a livelli ottimi ed erano capaci di trarre vantaggio da molte delle capacità terapeutiche uniche dell’acido ascorbico. Ci siamo occupati della preparazione di una rivista comprensiva e critica del lavoro clinico sull’uso terapeutico dell’acido ascorbico in malattie diverse dallo scorbuto negli ultimi tre decenni (Stone, in preparazione). I risultati di tale indagine, finora, supportano la tesi esposta.
Questo concetto genetico fornisce un nuovo razionale per l’uso terapeutico di alti livelli di acido ascorbico sia da solo che in combinazione con altri medicament i, ed apre prospettive di test clinici in molte aree restate incolte nelle tre decadi a partire
dalla scoperta dell’acido ascorbico. Queste includono aree di fondamentale importanza per l’Uomo come le malattie infettive, le malattie del collagene, le condizioni cardiovascolari, il cancro ed il processo di invecchiamento. Si spera che la pubblicazione di questo articolo stimolerà ulteriore riflessione al riguardo e darà impulso all’inizio della necessaria ricerca clinica. ------continua------>

Genre Franco
Finendo: "1.1.2 Sommario
Si è mostrato che lo scorbuto, ora considerato come un disturbo nutrizionale dovuto alla carenza un costituente in tracce del cibo, la vitamina C, è il prodotto finale di una malattia genetica tipica. Questa sindrome da malattia genetica è stata nominata
Ipoascorbemia. La sua causa primaria è la mancanza ereditaria del – o di un difetto nel - gene che controlla la sintesi dell’enzima L-gulonolactone ossidase. Si tratta di un enzima del fegato dei mammiferi, l’ultimo della serie per convertire il glucosio in acido ascorbico. L’Uomo è uno dei pochi mammiferi che sono privi di questo enzima e che pertanto sono incapaci di sintetizzare il loro proprio acido ascorbico. Il difetto genetico si è presentato nel corso della evoluzione da una mutazione letale condizionale. La sostituzione, riguardo all’eziologia dello scorbuto, della attuale teoria della vitamina C con questo concetto genetico, fornisce importanti e nuovi punti di vista rispetto agli aspetti quantitativi dell’acido ascorbico nella fisiologia umana e fornisce anche nuovi razionali per l’uso di alte dosi di acido ascorbico nella normale fisiologia e nella clinica di entità diverse dallo scorbuto.
1.1.3 Riferimenti
• BOURNE G. H. (1944). Records in the older literature of tissue changes in
Scurvy. Proc. Royal Soc. Med., 37: 512-516.
• BOURNE G. H. (1949). Vitamin C and immunity. Brit. J. Nutrit., 2: 341-346.
• BURNS J. J. (1959). Biosynthesis of L-ascorbic acid; basic defect in Scurvy.
Amer. J. Med., 26: 740-748.
• CHATTERJEE I. B. et at. (1961). Aspects of ascorbic acid biosynthesis in
animals. Ann. N. Y. Acad. Sci., 92: Art. 1, 36-55.
• CONNEY A. H. et al. (1961). Metabolic interactions between ascorbic acid
and drugs. Ann. N. Y Acad. Sci., 92: 115-127.
• EBBELL B. (1938). Alt Aegyptische Bezeichnungen für Krankheiten und
Symptoms. Oslo.
• GARROD A. E. (1908). Inborn errors of metabolism. Lancet., II: 1-7, 73-79,
142-148, 214-220.
• GROLLMAN A. P., LEHNINGER A. L. (1957). Enzymatic synthesis of Lascorbic
acid in different animal species. Arch. Biochem., 69: 458-467.
• GLUECKSOHN-WAELSCH S. (1963). Lethal genes and analysis of
differentiation. Science., 142: 1269-1276.
• HIRSCH A. (1885). Handbook of Geographical and Historical Pathology. Vol.
II. The New Sydenham Society, London.
• HOLST A., FROHLICH T. (1907). Experimental studies relating to ship Beriberi
and Scurvy. II. On the etiology of scurvy. J. Hyg., 7: 634-67 1.
• SALOMON L. L., STUBBS D. W. (1961). Some aspects of the metabolism of
ascorbic acid in rats. Ann. N. Y. Acad. Sci., 92: Art. 1, 128-140.
• STONE I. (1965). Studies of a mammalian enzyme system for producing
evolutionary evidence on man. Amer. J. Phys. Anthrop., 23: 83-86.


• In Preparation. The Application of Modern Concepts of Ascorbic Acid to
Health and Therapy.
Indirizzo dell’autore: Dr. Irwin Stone, 208 Winchester Ave., Staten Island, N. Y.
10312, U.S.A.
Da “Acta Geneticae Medicae et Gemellologiae”, 1966, Volume 15, pp. 345-350
NB: Eziologia: lo studio della causa o delle cause di una malattia. http://digilander.libero.it/genfranco/I ... netica.pdf ------continua------>

Genre Franco
Ecco per cui la variazioni proposte ed offerte dall'uomo non possono che complicare l'uso di questo fantastico "ALIMENTO ESSENZIALE" ACIDO ASCORBICO. Nello specifico vorrei spiegare perchè non è affato idoneo il prodotto denominato ACIDO ASCORBICO LIPOSOMIALE. ------continua------>

Genre Franco
Dalla pubblicità di questa scoperta umana, si può rilevare che è rilasciato lentamente, con lo scopo presunto che venga usato tutto senza spreco, che allo scopo è semplicemente ACIDO ASCORBICO "sintetizzato",che è quello che ingoio da 25 anni che attualemnte è prodotto in Cina. continua------>

Genre Franco
Infatti questa polverina bianca è messa in grasso a sferette, che per sciogliersi ci vuole tempo. Questo è il fine, ma sempre lo SCIENZIATO Irwin Stone questo metodo lo annulla scrivendo: "pagina 4/7------meccanismo biochimico ereditario FEEDBAK
I mammiferi con il gene intatto del GLO posseggono anche un meccanismo biochimico ereditario feedback, che aumenta la sintesi di ACIDO ASCORBICO da parte del fegato in risposta alle varie tipologie di stress. Questo meccanismo di feedback fu un'importante fattore nell'assicurare ai mammiferi la sopravvivenza e la dominazione sulla terra negli ultimi 165 milioni di anni di evoluzione. Alcuni miei studi indicano come alcuni grandi gruppi di mammiferi si estinsero durante questo periodo, in quanto incapaci di produrre una dose giornaliera sufficiente di ACIDO ASCORBICO che avrebbe garantito loro la sopravvivenza. L'Homo Sapiens ha pagato un forte tributo in termini di decessi, malattie e debolezze durante gli ultimi milioni di anni di evoluzione, cercando di sopravvivere senza i benefici derivanti dal gene intatto del GLO. Considero l'Homo Sapiens come mammifero più a rischio, prevedendo la sua estinzione nel ventunesimo secolo a causa dell'inquinamento da sovrappopolamento, a meno che non decida di prendere in mano il proprio destino evolutivo e si trasformi nella sua robusta, l'Homo Sapiens Ascorbicus. http://digilander.libero.it/genfranco/I ... 50anni.pdf ------continua------>

Genre Franco
Quindi possiamo concludere che se il nostro corpo ha bisogno dei ACIDO ASCORBICO per uno STRESS, avendo ingoiato queste palline di grasso, questo non viene rilasciato, quindi il nostro corpo continua ad essere CARENTE di ACIDO ASCORBICO, come se non fosse mai stato ingoiato. continua------>Genre Franco

Genre Franco
Mentre lo scritto di Irwin Stone dice che l'animale l'ACIDO ASCORBICO che se lo AUTOPRODUCE, in caso di STRESS inizia questa AUTOPRODUZIONE senza limiti nè di quantità nè di tempo, ma finio alla fine dello STRESS. ------continua------>

Genre Franco
Quindi possiamo concludere che l'ACIDO ASCOTBICO dobbiamo ingoiarlo come se fosse AUTOPRODOTTO dal nostro corpo, senza se e senza ma, ed in polvere come lo troviamo in commercio senza frozoli ed invenzioni. ------continua------>

Genre Franco
Ed ora mia cara Mafalda Passaretti, riguardo alla tua domanda per l'"ascorbato", personalmente questa parola l'ho tolta dal mio vocabolario, in quanto serve solo al piccolo chimico ed al mio corpo in quanto il primo con wursta parola indica l'unione di ACIDO ASCORBICO con un altro "ALIMENTO ESSENZIALE" come il BICARBONATO DI POTASSIO, oppure il BICARBONATO DI SODIO, il CLORURO DI MAGNESIO oppure il CALCIO, mentre per il mio corpo è lui che queste unioni le fà AUTONOMAMENTE per il suo fabbisogno. ------continua------>

Genre Franco
Come buo ultimo ti devo informare, data la tua domanda inprecisa, che in commercio l'unica forma di "ascorbato" trovi soloquello do sodio e non quello di potassio in quanto se li unisci l'acqua frigge disattivandosi. E questo lo fà anche senza l'acqua. ------continua------>

Genre Franco
La conferma ti viene dal fatto che della Nike, che trovi in farmacia nella confezione vi sono 100 bustine di ACIDO ASCORBICO dal contenuto di 0.15 grammi e altre 100 bustine di BICARBONATO DI POTASSIO dal contenuto di 0.30 grammi, che si uniscono all'uso in un poco di acqua. Unendo i due vedrai che l'acqua frigge e si beve. ------continua------>

Genre Franco
Quindi se vuoi ingoiare l'ACIDO ASCORBICO dovrai, come noi, mettere tutti questi "ALIMENTI ESSENZIALI" SONGOLI ed in polvere in un poco di acqua di rubinetto prerarando il tutto al momneto. ciaooo Franco
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... orbato.htm

ciaooo Genfranco
.
.

Rispondi