Per Fabrizio Zago(riguardo ai prodotti non test. su animali)

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Simi
Messaggi: 74
Iscritto il: mar ott 05, 2004 5:13 pm

Per Fabrizio Zago(riguardo ai prodotti non test. su animali)

Messaggio da Simi » mer ott 20, 2004 8:13 am

Ciao Fabrizio,in un post precedente ho parlato di una ditta (Winni's) che uso in quanto oltre che ad essere ecologica non esegue tests su animali,e tu mi hai detto che per legge le materie prime devono essere testate su animali.Una domanda: ma questo vale anche se la ditta in questione dichiara di non effettuare tests sulle materie prime?Ma a parte questa ditta,io ho un libro,una guida ai prodotti testati e non su animali (che forse conosci,non so se posso nominarla) e in essa vengono riportate le ditte "buone" e quelle "cattive". Quelle "buone" dichiarano di non effettuare tests sulle loro materie prime,o perche usano ingredienti che appartengono alla positive list o perche' da un certo periodo di tempo pretendono dai loro fornitori materie prime non testate...Fabrizio non ci capisco piu' niente!!Allora tutta la fatica (ma lo faccio molto volentieri) per trovare prodotti cruelty free (oltre che ecologici) e' inutile?
Attendo tue notizie,come al solito saprai illuminarmi con la tua esperienza,se non ci fossi tu... Grazie :) Simi

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Messaggio da Fabrizio Zago » ven ott 22, 2004 7:28 pm

Cara Simi,
il tema è questo: nè Winni's, nè altri produttori di detergenti possono vantare il fatto che i loro prodotti sono "cruelty free" e questo perchè se anche loro non eseguono test sugli animali è obbligatorio, ripeto obbligatorio per i fabbricanti di Materie Prime eseguire test sugli animali PRIMA di metterle in commercio.
Non ho idea di quale sia il testo a cui ti riferisci ma certamente non può essere basato sulla discriminante test sì, test no! Perché è un falso e perché serve solo a prendere in giro delle pesone seriamente ed eticamente motivate (come te ad esempio) che cercano di trovare dei prodotti non testati su animali ed i fabbricanti rispondono dicendo una mezza verità o una mezza falsità.
Insomma io dico di diffidare dei fabbricanti che dichiarano, bello in grande, che il loro prodotto non è stato testato su animali perché dicono una bugia e vogliono solo attirare la nostra attenzione.
Ciao
Fabrizio

Simi
Messaggi: 74
Iscritto il: mar ott 05, 2004 5:13 pm

PER FABRIZIO

Messaggio da Simi » sab ott 23, 2004 12:24 pm

Ciao Fabrizio grazie della risposta,come puoi immaginare sono molto demoralizzata..non riesco a capire come si possa addirittura pubblicare una guida ai prodotti non testati su animali...se hai voglia di farti un giro in questo sito (http://www.consumoconsapevole.org/07cosmetici-a.html)mi puoi dire cosa ne pensi? Non voglio fargli pubbilicita',ma e' anche da li' che prendo tanti spunti per i miei acquisti consapevoli ed etici,ma a sto punto mi sa che non serve a niente! Fammi sapere se sei andato a curiosare..grazie e scusa se ti sto tartassando... :)))) Simi

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Messaggio da Fabrizio Zago » sab ott 23, 2004 4:56 pm

Cara Simi,
sono andato a farmi un giro sul sit oche hai segnalato.
Ma la mia posizione non è cambiata e cioè ritengo che si debba diffidare di chi dichiara di non fare test sugli animali.
Nel sito visitato si coglie bene dove sta il problema: loro ammettono la frase incriminata è priva di senso (e qui siamo d'accordo) ma poi dicono anche che "i test sugli animali per i prodotti cosmetici sono obbligatori" ma non è vero! Da molti anni le aziende cosmetiche non fanno alcun test sugli animali.
Altra fonte di confusione è l'affermazione secondo cui basta usare la "positiv list" e cioè un elenco di sostanze per le quali sono passati molti anni dall'ultimo test sugli animali. Ebbene anche in questo caso trovo falso e tendenzioso questo ragionamento: se una sostanza è stata testata su animali nel 1972 o nel 2003, per me non fa alcuna differenza.
Chiudo dicendo che mi fa lievemente ridere il fatto che si sia proposta una lista di aziende che sono definte "buone" solo perché hanno aderito all'iniziativa proposta in quel sito. Ma siccome molte le conosco direttamente posso garantire di persona che non è vero che usano sostanze "MAI" usate su animali. E quindi, mi sembra la solita manovra di marketing che serve a venderci dei prodotti ed a spillarci dei soldi. Insomma sono degli Ecofurbi...la razza peggiore!
Ciao
Fabrizio

valeria
Messaggi: 880
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:21 pm

Messaggio da valeria » sab ott 23, 2004 6:17 pm

Ah, ma gli animalisti sono spesso una brutta razza, caro Fabrizio! ;o) Del tutto in buona fede, molti facevano affermazioni del tipo "Sì, ma io se in un cosmetico non c'è scritto chiaramente che non testano sugli animali, allora non lo compro!", potevi dirgli le cose più ragionevoli del mondo che restavano di quella idea. Quindi non è solo ecofurbizia, è stato un'equivoco alimentato da entrambe le parti, produttori e consumatori.

Simi
Messaggi: 74
Iscritto il: mar ott 05, 2004 5:13 pm

Per Fabrizio

Messaggio da Simi » sab ott 23, 2004 7:05 pm

Ciao Fabrizio,sei come sempre gentile.Grazie per aver fatto un giro in quel sito..mi sento letteralmente presa per il ....,scusa la finezza.Logicamente non da te ma da questi ecofurbi. Tutta questa "fatica" per niente...ma come e' possibile???Comunque grazie per avermi aperto gli occhi,da stasera mi dedichero' agli acquisti ecologici e basta.
Che delusione pero'.... :( Un abbraccio :) Simi

Simi
Messaggi: 74
Iscritto il: mar ott 05, 2004 5:13 pm

Per Valeria

Messaggio da Simi » sab ott 23, 2004 7:11 pm

Ciao Valeria,io sono un'animalista pero' dopo quello che mi ha detto Fabrizio apriro' gli occhi,certo sto gia' male a pensare che in realta' in commercio non esistono prodotti non testati su animali,ma non e' giusto farsi prendere in giro. Comunque noi non siamo una brutta razza
;),amiamo semplicemente gli animali. Buona serata :) Simi

adriano
Messaggi: 589
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:13 am

Re: Per Fabrizio

Messaggio da adriano » dom ott 24, 2004 10:13 am

Simi ha scritto:Ciao Fabrizio,sei come sempre gentile.Grazie per aver fatto un giro in quel sito..mi sento letteralmente presa per il ....,scusa la finezza.Logicamente non da te ma da questi ecofurbi. Tutta questa "fatica" per niente...ma come e' possibile???Comunque grazie per avermi aperto gli occhi,da stasera mi dedichero' agli acquisti ecologici e basta.
Che delusione pero'.... :( Un abbraccio :) Simi
Scusate ma Fabrizio ha messo in chiaro la realtà delle cose,spazzando via tutte le storie sul testato su animali si o no ..
Assodato che tutte le materie prime sono state testate su animali non ne detto (almeno per una parte di loro) che lo saranno anche in futuro e su futuro che un movimento serio deve fondare le proprie aspirazioni ,un passo notevole è stato fatto con l'inserimento nella legge sul cosmetico del DIVIETO DI SPERIMENTAZIONE ...i tempi non sono immediati lo sappiamo tutti ..ma le fondamenta sono state gettate e la casa che nascerà sarà certamente rispettosa del progetto iniziale.
2009-2013, speriamo prima ,ma la strada è stata tracciata ..e voi che vi siete impegnate su questa battaglia dovete esserne orgogliose ..


adriano

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Messaggio da Fabrizio Zago » dom ott 24, 2004 11:54 am

Già, caro Adriano,
alle volte sono talmente preso dall'altra parte della medaglia che non sottolineo abbastanza invece la parte che si vede della stessa medaglia. Tutto quello che hai detto è sacrosanto e meno male che ci sei tu a mettere il giusto equilibrio in questa discussione.
Grazie e ciao
Fabrizio

Nippo
Messaggi: 595
Iscritto il: mar ott 05, 2004 7:56 pm
Località: Alghero
Contatta:

Messaggio da Nippo » dom ott 24, 2004 3:12 pm

Allora queste sono tutte balle?
da:
http://www.infolav.org/lenostrecampagne ... ontestato/

"Già da oggi però si possono preferire i cosmetici che non incrementano la sperimentazione sugli animali scegliendo le aziende che non commissionano od effettuano esperimenti su animali e che hanno sottoscritto l'impegno di non testare o far testare su animali prodotti finiti o singoli ingredienti.

Ma possiamo essere sicuri delle nostre scelte?

Lo Standard Internazionale "Humane Cosmetics Standard" è innovativo rispetto ai principi adottati fino a qualche tempo fa poiché è più restrittivo sul fronte "tecnico" e morale, è più forte poiché è un'iniziativa unitaria delle cinquanta più importanti associazioni antivivisezioniste ed animaliste nel mondo, è più garantista per le associazioni stesse ed i consumatori poiché le affermazioni e gli impegni saranno controllati da una società indipendente di auditing, è più impegnativo perché prevede la possibilità di cessione di un logo che contraddistinguerà i prodotti "buoni".

Certo, anche a causa dei limiti della legislazione, sui prodotti o sulle confezioni sarà purtroppo possibile ancora per molto tempo leggere le diciture più diverse.

E' attualmente in corso il rinnovo della Guida pratica, per il quale sono state contattate oltre 1000 aziende. Le aziende che non hanno aderito al progetto possono averlo fatto per due motivi: non condividono la nostra Campagna oppure non se la sentono di provare quanto affermato in etichetta sapendo che la legislazione italiana comunque già glielo impone. Una terza possibilità, più auspicabile, è che stanno lavorando per conformare la propria politica di produzione allo Standard ed hanno intenzione di aderire in un secondo momento.

In attesa della pubblicazione della nuova guida, per avere informazioni sui cosmetici non testati, potete contattare direttamente Roberta Bartocci, responsabile della campagna: [email protected]

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Messaggio da Fabrizio Zago » dom ott 24, 2004 5:18 pm

Caro Nippo,
io sono qui per cercare di fare chiarezza e delle volte contrinformazione perché, mi pare chiaro, che spesso molte cose che leggiamo non vengono spiegate bene o addirittura nascondono la classica fregatura.
Io non ho nulla contro la campagna antivivisezione, ci mancherebbe altro! Solo sospettarlo mi offende terribilmente.
Quindi il principio che hai riportato: "Già da oggi però si possono preferire i cosmetici che non incrementano la sperimentazione sugli animali scegliendo le aziende che non commissionano od effettuano esperimenti su animali e che hanno sottoscritto l'impegno di non testare o far testare su animali prodotti finiti o singoli ingredienti." è perfettamente logico, comprensibili e condivisibile....però devo anche dire molto chiaramente che:
- prima di questa dichiarazione mi aspettavo che lo stesso movimento d'opinione dicesse chiaramente che chi scrive "non testato sugli animali" è un ecofurbo.
- che praticamente tutte le ditte produttrici di cosmetici finiti non fanno più test sugli animali da anni.
- e quindi che anche le più grandi multinazionali potranno avvalersi del "bollino" di "buoni" perché riusciranno a dimostrare di non fare test sugli animali (mentre magari ne hanno fatti finoi all'altro giorno).
- che i fabbricanti di materie prime si nasconderanno dietro le deroghe implicite nella normativa e continueranno a fare test sugli animali.
Concludendo non è vero che quello che si sostiene nel sito che hai affermato siano tutte balle, affatto! Ma l'informazione o la si da tutta o è meglio tentare di nascondersi dietro un dito. Si fa più bella figura. Credi a me.
Ciao
Fabrizio

Nippo
Messaggi: 595
Iscritto il: mar ott 05, 2004 7:56 pm
Località: Alghero
Contatta:

Messaggio da Nippo » dom ott 24, 2004 5:49 pm

Ok, ma se una ditta invece di tirare fuori prodotti con nuove formule che vanno obbligatoriamente testate, vende prodotti composti da ingredienti che sono già stati testati in passato risparmia la tortura di altri animali...o no?
Se per esempio tu ti metti a creare cosmetici e poi li vendi, mica sei obbligato a farli testare su animali.
Se testati o no in passato a me non importa in quanto tutto è stato testato su animali dalla corrente elettrica all'acqua ecc ecc.
L'importante per una ditta sarebbe quindi non creare nuovi prodotti che si è obbligati a testare. Non bastano quelli che ci sono? Mi è sfuggito qualcosa?
ciao
N.

valeria
Messaggi: 880
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:21 pm

Re: Per Valeria

Messaggio da valeria » dom ott 24, 2004 7:05 pm

Simi ha scritto:Ciao Valeria,io sono un'animalista pero' dopo quello che mi ha detto Fabrizio apriro' gli occhi,certo sto gia' male a pensare che in realta' in commercio non esistono prodotti non testati su animali,ma non e' giusto farsi prendere in giro. Comunque noi non siamo una brutta razza
;),amiamo semplicemente gli animali. Buona serata :) Simi
Ehi ehi...ho detto "spesso"! :-)

Simi
Messaggi: 74
Iscritto il: mar ott 05, 2004 5:13 pm

Per Valeria

Messaggio da Simi » dom ott 24, 2004 7:20 pm

Ciao Valeria,lo so che hai detto spesso e che comunque non lo volevi dire con cattiveria,pero' devi capire che questa "scoperta" mi ha molto amareggiata..su questo forum sto imparando tante cose belle e sto imparando anche ad aprire gli occhi,tutto questo grazie a voi.
Siete mitici!! Un bacio :) Simi

elena
Messaggi: 505
Iscritto il: mar ott 05, 2004 2:20 pm

positive list etc...

Messaggio da elena » lun ott 25, 2004 10:38 am

Ciao a tutti, già nel forum vecchio avevamo sollevato la questione e sono contenta che ad altre persone interessi.
Io vivo felicemente con 7 gatti e 4 cani, più uno stuolo innumerevole di micini che vengono curati, allattati con biberon e poi dati in adozione da me e altri volontari.
Ebbene sì anche io faccio parte degli amanti degli animali, animalista è una parola che non mi è mai piaciuta, troppo ristrittiva e spesso usata in senso negativo da chi accusa che siamo tutti fanatici.Putroppo è vero che si incontrano persone eccessive, macredo che ovunque ce ne siano e che chi ama gli animali e la natura non debba sentirsi giudicato soprattutto sa chi dice"ehi ma bisogna amare le persone"..ehi chi ci obbliga a scegliere?Non si possono amare entrambe?;-)
Io credo che chi ama e ripsetta la vita ami sia animali, che persone, che piante!

Pochi giorni fa mi è capitata una cosa raccapricciante all'università.Esistono ancora esami che hanno come programma la vivisezione, lo stabulario(dove si tengono gli animali da esperimento) e che inneggiano l'utilizzo degli animali per gli esperimenti, per poi descrivere minuziosamente le tecniche di soppressione!

Forse la positive list è inutile ora, ma sarebbe bello avere un domani delle aziende davvero cruelty free...
Ciao Elena

Rispondi