Picramato

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Rispondi
Lelanonstudio
Messaggi: 2
Iscritto il: ven nov 12, 2021 3:29 pm
Controllo antispam: Diciannove

Picramato

Messaggio da Lelanonstudio » ven nov 12, 2021 4:29 pm

Buongiorno a tutti,
Vi sottopongo una questione che riguarda la normativa cee per il picramato come additivo agli hennè. A quel che so i riferimenti parlan sempre in percentuale e mai in grammi sostanza/persona. Si parla di una percentuale dello 0,2% sotto cui tale sostanza viene ritenuta innoqua e uno 0,6% come tollerata dalla normativa all interno dell henné finito e venduto. In commercio vi sono prodotti che arrivano fino al 3% e la spiegazione dei produttori è che la lercentuale sia da intendersi sul prodotto finito, che per il suo utilizzo prevede anche sei parti di acqua.
Ammesso questo io mi chiedo, e chiedo a voi se mi sto incagliando o meno nel ragionamento, ha senso fare la normativa di tutela sulla tossicità di un elemento con una percentuale e non con la quantità massima oltre la quale quella sostanza per un singolo risulta tossica su un prodotto che viene venduto a peso?
Se l indifuo A ha i capeli corti ed usa 40 gr di prodotto da miscelare e l individuo B ha i capelli lunghi e ne usa 200 la percentuale sul prodotto resta nei parametri accettati ma i grammi di sostanza per l individuo sono 3 volte tanto. Non si trova da nessuna parte la quantita e non la lercentuale oltre la quale è tossica?
Fine del delirio. Grazie

Avatar utente
Erica Congiu
Messaggi: 1169
Iscritto il: sab dic 05, 2015 1:50 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Picramato

Messaggio da Erica Congiu » mer nov 17, 2021 7:04 pm

Ciao Lela, domanda molto interessante.

Gli ingredienti cosmetici vengono sempre autorizzati con una percentuale di utilizzo di sicurezza. Ovviamente quella percentuale si riferisce a quanto di quel particolare ingrediente deve essere presente rispetto la totalità del prodotto finito ed è una soglia che sicuramente tiene conto del fatto che di un determinato prodotto possono essere utilizzate quantità variabili.

E' vero che una persona che ha i capelli lunghi usa più hennè rispetto a chi ha i capelli corti, ma è anche vero che il problema non è tanto l'hennè che finisce nei capelli, ma l'hennè che viene a contatto con la cute e quella quantità è sempre pressapoco la stessa, a prescindere dalla lunghezza dei capelli. Il fusto del capello è una superficie "morta", può certamente assorbire sostanze ma queste non entrano nel nostro organismo, la cute e il bulbo del capello invece sono cellule "vitali" e possono assorbire sostanze e farle arrivare al nostro torrente circolatorio.

Quindi puoi stare tranquilla, non verrebbero immessi in commercio prodotti con quantità non ammesse di picramato, ma se comunque vuoi evitare qualsiasi rischio, ti consiglio di acquistare hennè privi di questa sostanza, che funzionano comunque molto bene, vanno solo riapplicati più frequentemente.

Lelanonstudio
Messaggi: 2
Iscritto il: ven nov 12, 2021 3:29 pm
Controllo antispam: Diciannove

Re: Picramato

Messaggio da Lelanonstudio » dom nov 28, 2021 2:28 pm

Erica, grazie infinite della riaposta precisissima!!!
Sei una chimica?

Avatar utente
Erica Congiu
Messaggi: 1169
Iscritto il: sab dic 05, 2015 1:50 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Picramato

Messaggio da Erica Congiu » gio dic 02, 2021 6:32 pm

Lelanonstudio ha scritto:
dom nov 28, 2021 2:28 pm
Erica, grazie infinite della riaposta precisissima!!!
Sei una chimica?
No, sono una biologa esperta in biocosmesi :wink:

Rispondi