padelle in titanio

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

bustoweb
Messaggi: 35
Iscritto il: mer ago 17, 2016 8:46 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: BUSTO ARSIZIO

Re: padelle in titanio

Messaggio da bustoweb » ven nov 18, 2016 7:23 am

Io ho preferito quelle in terracotta con la piastra calore sotto credo sia il meno peggio insieme a quelle in ghisa

Simo10
Messaggi: 42
Iscritto il: mar dic 08, 2015 7:10 pm
Controllo antispam: Diciotto

Re: padelle in titanio

Messaggio da Simo10 » ven nov 18, 2016 12:11 pm

adria67 ha scritto:io in terracotta uso queste
http://pentolebionatural.com/
mi piacciono un sacco!
Ciao Adria67, ho dato un'occhiata a queste pentole e ne sono rimasto molto incuriosito. Vorrei acquistare almeno la padella, ma prima ti chiedo gentilmente una info: leggo sul sito che possono essere usate con i fornelli a gas, me senza spargifiamma. Possibile? Nel mio piano cottura se tolgo lo spargifiamma il fornello nemmeno si accende!!
grazie

Simone

adria67
Messaggi: 662
Iscritto il: gio giu 07, 2012 10:13 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: padelle in titanio

Messaggio da adria67 » ven nov 18, 2016 2:05 pm

ciao Simo 10,
so che normalmente le pentole in terracotta si devono usare con lo spargifiamma, ma sinceramente io non ce l'ho nemmeno in casa. le ho sempre usate senza....poi se lo metti di certo male non fa. ma cosa intendi per "non si accende nemmeno il fornello"?

il bello di queste pentole è che, ci mettono un po' a scaldarsi, ma poi mantengono tantissimo il calore, quindi se fai per esempio una zuppa, puoi spegnere e uscire che lei continua a cuocere per una mezz'ora.
e poi...ti danno quel senso di "cibo caldo"...di casa....anche se vivi, come me, in un appartamento.....

Simo10
Messaggi: 42
Iscritto il: mar dic 08, 2015 7:10 pm
Controllo antispam: Diciotto

Re: padelle in titanio

Messaggio da Simo10 » ven nov 18, 2016 9:43 pm

Grazie Adria67, gentilissima. In effetti quelli che mi è piaciuto di queste pentole è la cura con cui sembrano fatte e il senso di calore "come una volta" che danno (per lo spargi fiamma avevo capito male). Grazie ancora. Ciao
Simone

Cama
Messaggi: 578
Iscritto il: gio feb 18, 2016 7:41 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: padelle in titanio

Messaggio da Cama » sab nov 19, 2016 9:16 pm

Ciao Adria 67,
ti riformulo la richiesta, in maniera meno generica rispetto alla mia precedente. Io lavo queste pentole in lavastoviglie dopo un grossolano lavaggio a mano per togliere eventuali resti di cibo bruciato, successivamente a fine ciclo, in quanto umide le metto qualche minuto sul gas e fuoriesce un pò di liquido marroncino. Col passare degli anni, lo smalto è venuto via completamente dal bordo.in buona parte dei manici, mentre all'interno, sul fondo e sulle pareti, si sono scheggiate e annerite. Supponendo che i tuoi risultati siano migliori dei miei, ti chiedo iinfo per una corretta manutenzione. Un saluto Cama

Avatar utente
GiovaneAnna
Messaggi: 117
Iscritto il: gio feb 18, 2016 12:54 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: padelle in titanio

Messaggio da GiovaneAnna » dom nov 20, 2016 6:11 pm

Se posso dire la mia, le uniche cose di cui mi fido abbastanza sono i materiali che l'essere umano utilizza da sempre o, almeno, da qualche centinaio di anni: vetro, acciaio inox, legno, terracotta, ceramica. In cucina l'unico utensile di plastica che ho è un leccapentole in silicone (ma col manico di legno). Possono sfoderarmi anche l'ultima novità in termini di tecnologia ma qualsiasi cosa non sia fatta di un unico materiale tra quelli citati sopra è inaffidabile. Prima poi verrà fuori la magagna.

Se non altro il legno o la terracotta li utilizziamo da migliaia di anni senza problemi di rilievo.

Avatar utente
GiovaneAnna
Messaggi: 117
Iscritto il: gio feb 18, 2016 12:54 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: padelle in titanio

Messaggio da GiovaneAnna » dom nov 20, 2016 6:48 pm

Vorrei suggerire una riflessione più ampia sull'argomento, perché è un tema a cui penso molto e che ritengo critico per il nostro tempo.
Non sembra anche a voi che quasi qualsiasi invenzione a partire da quelle fatte nello scorso secolo abbia portato più volte a scoprirne dei risvolti negativi piuttosto che positivi? Qualsiasi derivato petrolchimico si sta rivelando una bidonata in termini di salute, poiché anche se non sono (ancora) tutti probabili cancerogeni abbiamo montagne di plastica in ogni angolo del pianeta; gran parte dei detergenti e dei cosmetici interferiscono con il normale funzionamento degli organismi viventi; quando ci sediamo a tavola è altamente probabile che ci mangiamo e beviamo tutte le porcherie che abbiamo immesso nell'ecosistema e che derivano dallo sviluppo industriale (compreso il profumatore per wc che tanto deodora il nostro bel bagno pulito e asettico); cerchiamo di curarci quando stiamo male ma sempre più spesso la cura sembra abbassare la qualità della nostra vita più della malattia stessa e i farmaci una volta ritenuti la salvezza dell'umanità ora la stanno mettendo in pericolo.

Io penso questo: dobbiamo fare una riflessione attenta su ciò che ci impone la società moderna e capire davvero ciò che è necessario per la nostra vita che per svolgersi in modo sereno deve essere necessariamente in armonia con l'ambiente in cui viviamo.
Dobbiamo semplificare. Alleggerire. Il modo di vivere che abbiamo ora non è sostenibile dal nostro pianeta. Tutti, tutti, possiamo decidere di eliminare un'abitudine che non va bene per noi e per il pianeta e magari troveremmo il tempo di cuocere una buona zuppa di verdura fresca e cereali, scelti con attenzione tra il marasma di cose in vendita nel marasma di negozi e mercati tra cui possiamo scegliere. Possiamo cuocerla con calma nella nostra stupenda pentola di terracotta invece di schiaffare nell'antiaderente la spinacina dal freezer.

adria67
Messaggi: 662
Iscritto il: gio giu 07, 2012 10:13 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: padelle in titanio

Messaggio da adria67 » dom nov 20, 2016 8:24 pm

Cama ha scritto:Ciao Adria 67,
ti riformulo la richiesta, in maniera meno generica rispetto alla mia precedente. Io lavo queste pentole in lavastoviglie dopo un grossolano lavaggio a mano per togliere eventuali resti di cibo bruciato, successivamente a fine ciclo, in quanto umide le metto qualche minuto sul gas e fuoriesce un pò di liquido marroncino. Col passare degli anni, lo smalto è venuto via completamente dal bordo.in buona parte dei manici, mentre all'interno, sul fondo e sulle pareti, si sono scheggiate e annerite. Supponendo che i tuoi risultati siano migliori dei miei, ti chiedo iinfo per una corretta manutenzione. Un saluto Cama
Cama, ti chiedo scusa, ma mi era sfuggita la tua richiesta!

guarda, io mi comporto come te. le risciacquo e spesso le lascio a bagno per staccare le eventuali parti attaccate e poi le lavo o a mano o in lavastoviglie, ma non mi hanno mai dato le problematiche che danno a te, non so se possa essere per la differenza dei materiali o per quale motivo. Da nuove le ho sottoposte al trattamento che consigliavano, che però al momento non ricordo, forse era sempre quello di lasciarle a bagno.....provo a cercare i foglietti e se li trovo ti scrivo tutto. Comunque per la manutenzione ordinaria, faccio come te....
solo una ha una leggera crepa sul fondo, ma rimane sotto il rivestimento, quindi non rilascia nulla (e il le faccio sempre scaldare vuote prima dell'utilizzo).
scusa ancora, e...se posso aiutarti, sono qui.

Neemmolina
Messaggi: 162
Iscritto il: dom giu 01, 2008 11:02 pm

Re: padelle in titanio

Messaggio da Neemmolina » lun nov 21, 2016 11:33 am

Le Bionatural sono proprio le pentole in terracotta che ho avuto tempo addietro. Dato che sono vetrificate (all'interno hanno esattamente un rivestimento in vetro) è davvero molto importante evitare qualsiasi sbalzo di temperatura perché possono filarsi e rompersi quindi mai aggiungere acqua fredda in una di queste pentole quando la stessa ad esempio è stata riscaldata. Se si è spaccato anche di poco il rivestimento in vetro come purtroppo era accaduto a me succede che quando si cucina poi il cibo penetra sotto lo strato vetrificato arrivando ad impregnare la terracotta e ogni volta come ribrucia sul fuoco si annerisce la parte di sotto della pentola sempre più (è comunque normale che un po' si annerisca mettendola sul fornello, è comunque grossa e non serve lo spargi fiamma), uno se ne può accorgere meglio anche ascoltando se la pentola vuota riscaldata frigge allora è andato l'olio dentro (a me era successo col padellino della linea). Bisogna stare attenti anche a conservarle asciutte per non far fare muffa sotto sempre nel fondo: basta metterle sul fornello 10 minuti dopo averle lavate per farle asciugare e poi aspettare un pochino che si raffreddino prima di conservarle perché mantengono molto il calore e potrebbero bruciare il ripiano del mobile, per lo stesso motivo non bastano i comuni sotto pentola in commercio ed io le lasciavo sul piano cottura senza portarle a tavola. Ora ho quelle in vetroceramica di cui ho parlato prima ma queste mi piacerebbe riprenderle in futuro da usare nel caminetto cucinando così come una volta faceva mia nonna, anche a me piace davvero il semplice e l'essenziale.

Cama
Messaggi: 578
Iscritto il: gio feb 18, 2016 7:41 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: padelle in titanio

Messaggio da Cama » lun nov 21, 2016 1:23 pm

Ciao Adria 67 e ciao Neemmolina,
grazie mille a entrambe per i chiarimenti sulla corretta manutenzione. Anch'io ho queste pentole Bionatural, però le mie sono rovinate, magari ho trascurato l'aspetto relativo agli sbalzi di temperatura. Le parti interne delle pentole, fondo e pareti, lì dove è venuto via lo smalto-vetro, si sono annerite, ora mi chiedo se in queste condizioni continuano a essere innocue o sto rischiando di ingerire particelle di vetro o altro ? Per quanto riguarda invece l'annerimento esterno, lo trovo normale, essendo a contatto con la fiamma, ma tanto non dovrebbe essere un problema. Le mie, dopo il lavaggio in lavastoviglie, quando le metto ad asciugare sul fornello, trasudano un pò di liquido biancastro o marroncino, a quel punto spengo, altrimenti quelle gocce carbonizzano e le risciacquo, lasciando poi asciugare all'aria. Su una ho anche avvertito cattivo odore di muffa e non l'ho più usata, però a distanza di tempo, avendola sul mobile, ho notato che quell'odore è sparito, ora potrei anche riusala, magari passandoci dell'acqua ossigenata ? I bordi sono completamente privi di smalto -vetro, non so le vostre, mi chiedo se tanto può influire negativamente, magari durante la cottura si sbriciano e va a finire terracotta all'interno.
Infine al primo uso non ho strofinato l'aglio sul fondo,come invece dice qualcuno su internet. Ringraziandovi nuovamente per la cortese collaborazione, vi saluto caramente Cama

biscotto
Messaggi: 26
Iscritto il: ven set 26, 2014 10:28 am
Controllo antispam: diciotto

Re: padelle in titanio

Messaggio da biscotto » mer nov 23, 2016 3:33 pm

salve a tutti, utilizzo questo thread perché mi sembra quasi in tema

ho visto che sul sito lagostina parecchi prodotti riportano la dicitura "ecolabel" e mi domandavo, in caso qualcuno lo sappia, è lo stesso Ecolabel come lo intendiamo qui o è semplicemente un "modo di dire" per indicare una qualche vocazione ecologica?

grazie a chi vorrà e saprà rispondere

Avatar utente
Sara73
Messaggi: 460
Iscritto il: sab set 24, 2011 8:42 am
Controllo antispam: cinque
Contatta:

Re: padelle in titanio

Messaggio da Sara73 » ven nov 25, 2016 7:47 am

Ciao,
Nel sito dell'ispra c'è l'elenco di tutti i prodotti certificati Ecolabel.
Non so se non è aggiornato, non mi sembra ci sia la lagostina ma, ma forse l'azienda produttrice è un'altra....
http://www.isprambiente.gov.it/it/certi ... ertificati

Ciao Sara

Rispondi