ricette polvere lavastoviglie fai da te a confronto

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

sole75
Messaggi: 1128
Iscritto il: dom mar 02, 2008 2:53 pm

ricette polvere lavastoviglie fai da te a confronto

Messaggio da sole75 » lun apr 22, 2013 5:19 pm

Ciao a tutti!!!

Approfondendo il discorso polvere per lavastoviglie autoprodotta, mi sono imbattuta qui sul forum in alcune ricette diverse, ugualmente approvate da Fabrizio e da chi le sta usando con soddisfazione.

Quella più usata - che era anche l'unica che finora conoscevo - è:

44% sodio citrato tetraidrato (sequestrante x addolcire acqua)

40% soda solvay (carbonato di sodio: alcalinizzante, sgrassante, rompe lo sporco)

15% sodio percarbonato (igienizzante, libera ossigeno attivo)

1% amido di mais (antiridepositante)

1 goccia di liquido per piatti

con le sue varianti, in base alla formula del percarbonato che si usa:

- 40% soda solvay
- 60% percarbonato Officina Naturae (perché contiene già sequestranti)

Poi, però, ho trovato anche questa ricetta:
roberto65 ha scritto:
POLVERE LAVASTOVIGLIE
40 parti soda solvay
15 parti percarbonato puro
12 parti acido citrico
12 parti bicarbonato
1 parte amido di mais

Ho scritto parti e non percentuali perché il totale dà 80 e non 100.

Ad ogni lavaggio un cucchiaio colmo di polvere - 20 ml, come una tavoletta - ed un cucchiaino di detersivo per piatti.
il post in cui se ne parla è questo viewtopic.php?f=2&t=36976&hilit=polvere ... e&start=15

Qui si parla di “parti” e non di percentuali perché il totale dà 80 e non 100

in questa ricetta citrico e bicarbonato vengono messi così in polvere, poi reagiranno direttamente nella lavastoviglie a formare il citrato di sodio.

La percentuale di sodio citrato che si ottiene in questa ricetta, però, mi pare ben più bassa di quella della ricetta precedente (sodio citrato 44%)
Come mai questa grossa differenza?

E poi ho trovato quest'altra ricetta:

- 50% Carbonato di sodio
- 24% Bicarbonato
- 12% Citrato di sodio
- 12% Percarbonato
- 2% tensioattivo
Amalgamare il tensioattivo al carbonato di sodio e lasciare che asciughi e cristallizzi bene, in modo che non rimanga bagnato e non attivi il percarbonato di sodio

Questa ricetta non riesco a ritrovarla qui sul forum, me l'ero copiata nella mia cartella di ricette di detersivi...ma ora non saprei dire dove l'ho trovata....

Qui non capisco perché la dose di bicarbonato è doppia rispetto a quella del citrico. E anche qui il sodio citrato che si formerebbe sarebbe in quantità nettamente minori rispetto alla prima ricetta.

Voi sapete che io non ho la lavastoviglie, ma mi piace preparare la polvere per i familiari e gli amici che ce l'hanno :mrgreen:
Ultimamente ho preparato la prima ricetta per la sorella del mio compagno e lei ne è rimasta entusiasta. :D :P

Eventualmente le altre 2 formule possono andar bene per chi ha un'acqua medio-dolce e dunque necessita di molto meno sodio citrato?

Grazie

un abbraccio

sole

Avatar utente
Etrusca_F
Messaggi: 858
Iscritto il: gio lug 02, 2009 9:12 am
Controllo antispam: cinque

Re: ricette polvere lavastoviglie fai da te a confronto

Messaggio da Etrusca_F » mar ott 15, 2013 11:22 pm

Visto che il post è rimasto senza risposte, lo riprendo, dato che anch'io ho notato le diverse ricette.

Grazie :)

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: ricette polvere lavastoviglie fai da te a confronto

Messaggio da Fabrizio Zago » mer ott 16, 2013 3:53 pm

Non ho risposto perché non sapevo cosa dire. In realtà queste ricette vanno benissimo ma siccome le variabili sono moltissime: la lavastoviglie, il ciclo scelto, il grado di sporco, la durezza dell'acqua eccetera, quindi non posso dire come funzioneranno, voi però potete provarci e dirci come vanno le cose.
Ciao
Fabrizio

Avatar utente
Etrusca_F
Messaggi: 858
Iscritto il: gio lug 02, 2009 9:12 am
Controllo antispam: cinque

Re: ricette polvere lavastoviglie fai da te a confronto

Messaggio da Etrusca_F » gio ott 17, 2013 1:41 pm

Merçi. :)

sole75
Messaggi: 1128
Iscritto il: dom mar 02, 2008 2:53 pm

Re: ricette polvere lavastoviglie fai da te a confronto

Messaggio da sole75 » sab nov 02, 2013 9:19 am

carissimi,

finora tutte le mie amiche che hanno usato la prima ricetta mi hanno detto che si sono trovate molto bene, tranne 2 che mi hanno detto che s'impacca e lascia tracce sui piatti. Pensavo che potesse dipendere dall'acqua ma una ha l'acqua calcarea, l'altra acqua di montagna :roll:

Posso consigliar loro di provare con l'altra ricetta e vedere se cambia qualcosa.

Per le tracce di carbonato che rimangono sui piatti dovrebbe funzionare l'ac citrico in soluzione del 15% nella vaschetta del brillantante, no?

baci

sole

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: ricette polvere lavastoviglie fai da te a confronto

Messaggio da Fabrizio Zago » dom nov 03, 2013 7:28 pm

Infatti secondo me non è carbonato. Detto questo bisogna capire cos'altro possa essere. Ci penso.
Ciao
Fabrizio

hydraserena
Messaggi: 2
Iscritto il: dom dic 20, 2009 5:01 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ricette polvere lavastoviglie fai da te a confronto

Messaggio da hydraserena » sab mar 29, 2014 10:19 am

Buongiorno Fabrizio. Intanto grazie per i preziosi consigli che dai sul forum.
Mi sono appena lanciata nell'autoproduzione di detersivi, iniziando da quello per lavstoviglie. Ho usato la formula, citata anche sopra, con le dosi dei vari additivi in parti perchè mi era più semplice non pesare niente:

40 parti soda solvay
15 parti percarbonato puro
12 parti acido citrico
12 parti bicarbonato
1 parte di amido di mais

Ho ottenuto un buon risultato, l'unico problema sono stati degli aloni biancastri tipo calcare sui biccuieri. Ho letto più volte che le formule vanno ottimizzate secondo la durezza dell'acqua. Posso in qualche modo recuperare la mia prezioasa polvere aggiungendo acido citrico e bicarbonato senza sciupare tutto? Preciso che come brillantante ho usato aceto. So che non si dovrebbe, ma non avevo l'acqua distillata per preparare la soluzione di acido citrico ed ero impaziente di provare il mio detersivo. Gli aloni potrebbero essere dipesi da questo? Prima di modificare la polvere dovrei provare col brillantanre all'acido citrico? Grazie mille Fabrizio!
Serena

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: ricette polvere lavastoviglie fai da te a confronto

Messaggio da Fabrizio Zago » dom mar 30, 2014 7:24 pm

Per migliorare la situazione dovresti usare del citrato di sodio già pronto eliminando bicarbonato e acido citrico (come quantità di citrato ci metti la somma dei due). A questo punto devi aumentare il dosaggio di citrato fino a quando gli aloni spariscono. Ok?
Ciao
Fabrizio

hydraserena
Messaggi: 2
Iscritto il: dom dic 20, 2009 5:01 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ricette polvere lavastoviglie fai da te a confronto

Messaggio da hydraserena » lun mar 31, 2014 3:16 pm

Chiaro! Penso che risolverò, visto il già soddisfacente risultato ottenuto!
Ciao e grazie!
Hydraserena

Avatar utente
Luce13
Messaggi: 69
Iscritto il: lun giu 30, 2014 9:49 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: ricette polvere lavastoviglie fai da te a confronto

Messaggio da Luce13 » gio lug 31, 2014 1:40 pm

Per quanto riguarda questa ricetta:

40 parti soda solvay
15 parti percarbonato (io ho la Polvere smacchiante del Carrefour - Composizione: SODIUM CARBONATE PEROXIDE, SODIUM SULFATE, SODIUM CARBONATE, PARFUM)
24 parti di citrato di sodio
1 parte di amido di mais (Domanda: va bene anche l'amido di riso o la farina?)

come ci si regola con le 'parti'? Scusate l'ignoranza ma non ho capito bene come realizzarla...

Poi volevo chiedere anche: ma il detersivo piatti (1 goccia di liquido per piatti citato in una ricetta) usato come tensioattivo in questo caso non è importante metterlo? Se no, perché?

Ringrazio anticipatamente!

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: ricette polvere lavastoviglie fai da te a confronto

Messaggio da Fabrizio Zago » gio lug 31, 2014 2:47 pm

Le "parti" sono grammi, quintali, cucchiai, secchi basta che sia sempre la stessa unità di misura. E' molto semplice.
Per la domanda : "Poi volevo chiedere anche: ma il detersivo piatti (1 goccia di liquido per piatti citato in una ricetta) usato come tensioattivo in questo caso non è importante metterlo? Se no, perché?"
ci sono invece varie osservazioni:
- una goccia? dove l'hai letto? Ce ne vuole ben di più!
- perché è importante metterlo? Perché contiene tensioattivi che rimuovono il grasso.

Sono argomenti che abbiamo trattato molte volte. Se vuoi approfondire ti consiglio di usare la funzione cerca (in alto a destra) ed inserire le parole chiave che ti interessano. Vedrai che enciclopedia di informazioni ti uscirà.
Ciao
Fabrizio

Avatar utente
Luce13
Messaggi: 69
Iscritto il: lun giu 30, 2014 9:49 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: ricette polvere lavastoviglie fai da te a confronto

Messaggio da Luce13 » gio lug 31, 2014 3:04 pm

sole75 ha scritto:Ciao a tutti!!!

Approfondendo il discorso polvere per lavastoviglie autoprodotta, mi sono imbattuta qui sul forum in alcune ricette diverse, ugualmente approvate da Fabrizio e da chi le sta usando con soddisfazione.

Quella più usata - che era anche l'unica che finora conoscevo - è:

44% sodio citrato tetraidrato (sequestrante x addolcire acqua)

40% soda solvay (carbonato di sodio: alcalinizzante, sgrassante, rompe lo sporco)

15% sodio percarbonato (igienizzante, libera ossigeno attivo)

1% amido di mais (antiridepositante)

1 goccia di liquido per piatti
...
Qui ho letto... E' per questo che ho chiesto perché di solito viene messo il det. piatti...
E quanto ne dovrei mettere come quantità iniziale? Si deve stare attenti a non far fare troppa schiuma (anche se è difficile vedere dato che la lavastoviglie è chiusa :S ), giusto?
E per quanto riguarda la parte di amido di mais, si può usare anche l'amido di riso o la farina?
Grazie ancora!

Avatar utente
Sara86
Messaggi: 63
Iscritto il: sab giu 14, 2014 1:18 am
Controllo antispam: diciotto

Re: ricette polvere lavastoviglie fai da te a confronto

Messaggio da Sara86 » ven ago 01, 2014 1:54 am

Luce13 ha scritto:
sole75 ha scritto:Ciao a tutti!!!

Approfondendo il discorso polvere per lavastoviglie autoprodotta, mi sono imbattuta qui sul forum in alcune ricette diverse, ugualmente approvate da Fabrizio e da chi le sta usando con soddisfazione.

Quella più usata - che era anche l'unica che finora conoscevo - è:

44% sodio citrato tetraidrato (sequestrante x addolcire acqua)

40% soda solvay (carbonato di sodio: alcalinizzante, sgrassante, rompe lo sporco)

15% sodio percarbonato (igienizzante, libera ossigeno attivo)

1% amido di mais (antiridepositante)

1 goccia di liquido per piatti
...
Qui ho letto... E' per questo che ho chiesto perché di solito viene messo il det. piatti...
E quanto ne dovrei mettere come quantità iniziale? Si deve stare attenti a non far fare troppa schiuma (anche se è difficile vedere dato che la lavastoviglie è chiusa :S ), giusto?
E per quanto riguarda la parte di amido di mais, si può usare anche l'amido di riso o la farina?
Grazie ancora!
Luce....usa la funziona cerca e trovi tutto. Basta digitare DETERSIVO LAVASTOVIGLIE e viene fuori tutto. Devi aver voglia di leggere, capire e sperimentare. Ti è stato detto, provaci ;)

mammabionica
Messaggi: 1
Iscritto il: lun giu 13, 2016 9:40 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: ricette polvere lavastoviglie fai da te a confronto

Messaggio da mammabionica » ven giu 24, 2016 9:26 pm

Buona sera, sono nuova del forum ma vorrei avere alcune delucidazioni perchè leggendo tutti i suggerimenti dati dai lettori e le risposte sono entrata veramente in confusioni c'è di tutto e il contrario di tutto. Sono partita da una certezza che ritenevo non potesse essere messa in discussione : non si deve usare il carbonato o bicarbonato o comunque una sostanza alcalica insieme con una acida (vedi citrato di sodio) perchè ho sempre letto che si neutralizzano a vicenda. Oppure no! Poi però vedo che sono approvate ricette dettate da lettori per produrre detersivi per lavastoviglie che usano soda e acido citrico insieme.
La mia domanda comunque è questa al di là delle quantità, che possono essere più o meno importanti e diversificate a seconda della durezza dell'acqua che il comune ci fornisce, questo non lo so e credo che debba essere sperimentato e adeguata, se metto insieme soda solvay, socio citrato, amido di mais e sale faccio un composto nocivo per la salute e/o per l'ambiente? Devo aggiungere anche percarbonato, a che scopo? L'acido citrico, per neutralizzare quel bianco che si deposita sui bicchieri non basta come brillantante e va aggiunto al momento del risciacquo oppure basta aumentare la percentuale di acido citrico e metterlo solo come brillantante? L'aggiunta di sale insieme agli altri ingredienti può essere utile per addolcire ulteriormente l'acqua o è assolutamente inutile?
Grazie

Avatar utente
Sara73
Messaggi: 460
Iscritto il: sab set 24, 2011 8:42 am
Controllo antispam: cinque
Contatta:

Re: ricette polvere lavastoviglie fai da te a confronto

Messaggio da Sara73 » sab giu 25, 2016 8:04 am

Ciao mammabionica,
Le ricette postate non sono nocive e sono certamente amiche dell'ambiente perché hanno un impatto minimo, in pratica sono simili a quelle commerciali per quanto riguarda gli ingredienti che servono, ma non hanno tutto il resto che non serve o inquina molto (es profumo, riempitivi, ecc).
Il percarbonato serve perché igienizza e sbianca.
È vero che solitamente non si mettono assieme sostanze acide e basiche, reagirebbero e tu non avresti più nessuna delle due perché si trasformano. Tranne nel caso tu voglia proprio ottenere un'altro composto, il citrato di sodio per esempio, un sequestrante ecologico che si ottiene appunto unendo acido citrico e bicarbonato (o solvay). Alcuni utenti del forum li mettono nella ricetta proprio per ottenere il citrato direttamente nella lavastoviglie. Per me però non è una buona idea perché rischi di non azzeccare bene le dosi e ti ritrovi con eccesso di solvay o di citrico, insomma per me è meglio prepararlo a parte.
L'acido citrico come brillantante è un ottima cosa e va aggiunto nell'apposito scomparto, casomai aumenti la concentrazione della soluzione di acido citrico.
A differenza dell'acido citrico come brillantante (che conferisce lucidità alle stovigli ed è un effetto astetico alla fine) il sale è indispensabile nella lavastoviglie, serve per non rovinare lo scabiatore, quindi mettilo sempre! Ma non assieme agli altri ingredienti (non servirebbe a nulla), bensì nell'apposito scomparto.
Ciao Sara (mammachimica :D )

Rispondi