Polvere lavastoviglie fai da te

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Avatar utente
Patricija
Messaggi: 10
Iscritto il: gio giu 28, 2012 8:19 am
Controllo antispam: cinque

Polvere lavastoviglie fai da te

Messaggio da Patricija » gio giu 28, 2012 9:20 am

Finalmente mi sono decisa. Da tempo vi seguo con interesse, leggendo le discussioni che riguardano i detersivi autoprodotti, ho imparato molto e sperimentato. I risultati sono stati buoni, per noi, per l'ambiente, e per l'economia domestica :D
Ho trovato una "ricetta" per fare il detersivo in polvere per la lavastoviglie. Onestamente non so dire se l'ho trovata sul forum o in giro per la rete, e vorrei sottoporla all'attenzione di chi sicuramente ne sa più di me. Quindi, a tutti gli iscritti e, in modo particolare a mago Zago, che oramai conosco tramite i consigli e le spiegazioni che ho letto nel tempo, dimostrando grande competenza e spesso grande pazienza :D

Questa quindi è la composizione del detersivo lavastoviglie:
44% sodio citrato tetraidrato
40% soda solvay
15% sodio percarbonato
1% amido di mais

Provata e devo dire che ha fatto il suo lavoro. Le stoviglie erano pulite e senza residui. Vero è che siamo vegani e quindi difficilmente ci sono piatti particolarmente unti o puzzolenti. Però mi è sorto un dubbio: ho letto sempre che in un detersivo, le polveri da sole non bastano, bisogna aggiungere un tensioattivo (liquido piatti va bene credo).
Nel caso della polvere lavastoviglie chiedo:
La composizione va bene?
Devo aggiungere qualche goccia di detersivo piatti liquido prima di avviare?
Non vorrei trovarmi nei pasticci per schiuma o peggio.
Spero di avere un chiarimento a riguardo.
Un saluto al forum e grazie in anticipo!

P.S. Domandina: possibile che un detersivo piatti ecolabel contenga sostanze tipo sodium laureth sulphate? Chiedo perché ne ho acquistato uno, di cui non faccio il nome perché non so se sia ammesso. Sull'etichetta compaiono delle voci, andando invece sul sito dove c'è la scheda prodotto, leggo che nella composizione ci sono sostanze "non buone", eppure è a marchio ecolabel.

Ok ok ok... finisco prima di essere eccessiva! :D

Ciao a tutti
Pat

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Polvere lavastoviglie fai da te

Messaggio da Fabrizio Zago » gio giu 28, 2012 6:10 pm

Ciao Patricija e benvenuta tra noi.
La ricetta va bene. Certo un pochino di detersivo non fa male ma c'è effettivamente il rischio schiuma. Quindi potresti provarci ma con dosi veramente omeopatiche se poi ti si sviluppa schiuma devi calare la dose. Però, detto tra noi, se così funziona bene che problemi ti fai?
Veniamo adesso al tema del sodium laureth sulfate. Si tratta di una sostanza ingiustamente demonizzata. Ne ho parlato mille volte e magari e se vuoi puoi scovare (con la funziona cerca) le varie discussioni e farti un'idea di come la penso.
Il marchio ecolabel garantisce il minimo impatto sull'ambiente ma non l'origine delle sostanze. Altre certificazioni più "bio" garantiscono l'origine delle materie prime ma assolutamente non l'impatto sull'ambiente.
Sarebbe bello avere una certificazione che unisca le due esigenze. Ci stiamo lavorando.
Ciao
Fabrizio

Avatar utente
Patricija
Messaggi: 10
Iscritto il: gio giu 28, 2012 8:19 am
Controllo antispam: cinque

Re: Polvere lavastoviglie fai da te

Messaggio da Patricija » gio giu 28, 2012 6:38 pm

Fabrizio Zago ha scritto:Ciao Patricija e benvenuta tra noi.
La ricetta va bene. Certo un pochino di detersivo non fa male ma c'è effettivamente il rischio schiuma. Quindi potresti provarci ma con dosi veramente omeopatiche se poi ti si sviluppa schiuma devi calare la dose. Però, detto tra noi, se così funziona bene che problemi ti fai?
Veniamo adesso al tema del sodium laureth sulfate. Si tratta di una sostanza ingiustamente demonizzata. Ne ho parlato mille volte e magari e se vuoi puoi scovare (con la funziona cerca) le varie discussioni e farti un'idea di come la penso.
Il marchio ecolabel garantisce il minimo impatto sull'ambiente ma non l'origine delle sostanze. Altre certificazioni più "bio" garantiscono l'origine delle materie prime ma assolutamente non l'impatto sull'ambiente.
Sarebbe bello avere una certificazione che unisca le due esigenze. Ci stiamo lavorando.
Ciao
Fabrizio
Grazie per l'accoglienza e grazie grazie grazie per la risposta. Ora, detto tra noi :D non metterò il detersivo piatti, visto che così com'è la composizione va bene e ha il tuo parere favorevole.
Cercherò le discussioni sul sodium laureth sulfate, perché sull'argomento ho davvero bisogno di capire e approfondire. So che ecolabel non corrisponde a bio, ma anche qui che fatica nella scelta dei prodotti. Piano piano ho eliminato tutto. Mi manca solo di trovare una composizione di detersivo liquido per la lavatrice, ma mi sa che alleggerirò quello in polvere. Il detersivo piatti lo uso per la preparazione della candeggina delicata, che ovviamente ho trovato in questo pozzo meraviglioso :-)
Ti riposto la composizione del det. piatti, se poi mi dai un parere ne sarò felice:
Aqua
Sodium laureth sulfate
Sodium cloride
Cocoglucoside
Cocamidopropyl betaine
Alcol c12 - c18
Parfum
Limonene
Benzisothiazolinione
Octylisothiszolinone
Methylisothiazolinone

Grazie ancora.
Pat

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Polvere lavastoviglie fai da te

Messaggio da Fabrizio Zago » gio giu 28, 2012 6:53 pm

E' una classica composizione Ecolabel. Impatta poso lava molto.
Ciao
Fabrizio

Avatar utente
Patricija
Messaggi: 10
Iscritto il: gio giu 28, 2012 8:19 am
Controllo antispam: cinque

Re: Polvere lavastoviglie fai da te

Messaggio da Patricija » gio giu 28, 2012 8:19 pm

Grazie!
Mi sto leggendo le discussioni sul sodium laureth sulfate :D

carondimonio
Messaggi: 22
Iscritto il: mer nov 18, 2009 10:44 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Polvere lavastoviglie fai da te

Messaggio da carondimonio » dom ago 05, 2012 11:22 pm

Patricija ha scritto:44% sodio citrato tetraidrato
40% soda solvay
15% sodio percarbonato
1% amido di mais

Provata e devo dire che ha fatto il suo lavoro. Le stoviglie erano pulite e senza residui.
Io devo dire che invece alcuni residui di cibo restano, con quella stessa identica composizione.
Perciò mi vengono in mente due cose:
1. Metto un po' di sapone in scaglie, ma non saprei in che percentuale per non fare danni. Eviterei i tensioattivi semplicemente per avere un detersivo tutto in polvere.
2. Aumento la soda solvay a scapito del sodio citrato.
Hanno senso le due?
Quali sono le controindicazioni?
Grazie.

panpepato
Messaggi: 49
Iscritto il: gio apr 26, 2012 12:34 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Polvere lavastoviglie fai da te

Messaggio da panpepato » ven ago 10, 2012 9:22 pm

Salve, scusate ma dove posso trovare il sodio citrato tetraidato?dove ho trovato l`acido citrico cioé in un consorzio agrario?

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Polvere lavastoviglie fai da te

Messaggio da Fabrizio Zago » sab ago 11, 2012 3:46 pm

Ciao carondimonio,
nessuna delle tue ipotesi va bene. L'aggiunta di sapone, che lava poco, non migliora la prestazione deldetersivo. Diminuire il citrato, cioè un sequestrante, peggiora nettamente il prodotto, semmai è opportuno aumentarlo.
Ciao
Fabrizio

Avatar utente
Patricija
Messaggi: 10
Iscritto il: gio giu 28, 2012 8:19 am
Controllo antispam: cinque

Re: Polvere lavastoviglie fai da te

Messaggio da Patricija » sab set 22, 2012 12:32 am

panpepato ha scritto:Salve, scusate ma dove posso trovare il sodio citrato tetraidato?dove ho trovato l`acido citrico cioé in un consorzio agrario?
Ciao Panpepato,
io il sodio citrato lo trovo presso un'azienda che tratta prodotti chimici e vende anche ai privati.

Avatar utente
zoe77
Messaggi: 299
Iscritto il: ven feb 24, 2012 7:44 am
Controllo antispam: cinque

Re: Polvere lavastoviglie fai da te

Messaggio da zoe77 » sab set 22, 2012 9:40 am

il sodio citrato lo trovi qui:
http://www.percarbonatodisodio.it/index ... age596.htm

ma è davvero semplice prepartelo a casa basta che tu abbia acqua demineralizzata, soda e acido citrico
leggi qui:
viewtopic.php?f=2&t=30378&hilit=citrato ... E&start=75

Avatar utente
selenina84
Messaggi: 75
Iscritto il: mer ago 01, 2012 12:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Polvere lavastoviglie fai da te

Messaggio da selenina84 » sab set 22, 2012 9:11 pm

Buonaecoserata a tutti! :D
sono ai miei primi esperimenti di alchimia e ho bisogno di qualche aiutino per evitare iniziative che magari non hanno senso! :mrgreen:
sto preparando la mia polvere lavastoviglie, non ho comprato percarbonato puro, ma ho preso lo sbiancante Ikea che lo contiene insieme al carbonato, al Taed e enzimi vari. Questa è la composizione:
Sodium carbonate > 30%
percarbonato 15 - 30%
tetracetiletilendiammina <5%
enzimi <1%
Secondo voi posso utilizzarlo o è meglio che mi procuri quello puro?
Se è fattibile devo, immagino, rivedere le percentuali della ricetta originale (45% sodio citrato, 15% percarbonato puro, 40% soda solvay)... solo che con quei >, < tra il 15 e il 30%... non riesco a farmi i calcoli... :roll:
mayday! mayday!! :lol:
Attendo un'illuminazione!

Avatar utente
selenina84
Messaggi: 75
Iscritto il: mer ago 01, 2012 12:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Polvere lavastoviglie fai da te

Messaggio da selenina84 » mar set 25, 2012 10:15 pm

eccomi con valutazioni alla mano... metto in conto una figuraccia perchè magari sto per dire una scemenza! :roll:
se in lavastoviglie ci possono andare anche taed ed enzimi di questa miscela sbiancante, allora potrei mettere 10 gr della suddetta polvere e 10 gr di citrato? visto che le percentuali sono simili (tra il prodotto e la miscela fai da te per lavastoviglie) e visto che manca solo il citrato magari per arrivare al 100% posso aggiungere solo quello...
chissà che non c'è un po' di senso in quello che ho detto... :oops:

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Polvere lavastoviglie fai da te

Messaggio da Fabrizio Zago » mer set 26, 2012 1:33 pm

Non ho capito bene perché mescoli grammi con percentuali. Ma una cosa è certa e cioè che taed ed enzimi vanno benissimo in una polvere lavastoviglie. Ma proprio benissimo.
Ciao
Fabrizio

Avatar utente
selenina84
Messaggi: 75
Iscritto il: mer ago 01, 2012 12:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Polvere lavastoviglie fai da te

Messaggio da selenina84 » gio set 27, 2012 10:27 pm

dunque... ho fatto queste considerazioni:

ho paragonato lo sbiancante Ikea e il detersivo fai da te... mi sembra che:
- le percentuali non sono così diverse tra loro per quanto riguarda il percarbonato...
- se taed e enzimi sono rispettivamente meno del 5 e 1 % nello sbiancante,allora il carbonato dev'essere presente con una percentuale tra il 65 e l'80%, che è di parecchio maggiore rispetto alla ricetta fai da te.
- nello sbiancante Ikea manca il sodio citrato

quindi... se 20 gr di polvere fai da te (il quantitativo per un lavaggio a pieno carico) sono il 100% e poco meno della metà sono di sodio citrato (meno del 50% quindi meno di 10 gr) allora a grandi linee ho concluso che metà della dose necessaria potesse essere coperta dallo sbiancante e metà dal citrato.
Correggetemi se ho detto una sciocchezza! :oops:

se per caso il calcolo matematico che ho fatto potesse essere vicino all'esattezza :lol:
sarebbe altrettanto "ecologicamente esatto" impiegare taed ed enzimi per un detersivo lavastoviglie o sarebbe "ecologicamente migliore" il percarbonato puro in quanto taed ed enzimi non necessari?

ok... adesso, dopo questo ragionamento, vado a far raffreddare il cervello! :lol:

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Polvere lavastoviglie fai da te

Messaggio da Fabrizio Zago » sab set 29, 2012 5:13 pm

TAED ed enzimi sono come la manna sia per la lavatrice che la lavastoviglie. Quindi diciamo che la "base" può essere la stessa. Poi le altre percentuali, senza impazzire con i calcoli te le devi trovare con l'esperienza cioè provando.
Ciao
Fabrizio

Rispondi