crea il tuo consorzio in dieci mosse

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Rispondi
goccia
Messaggi: 1002
Iscritto il: gio ott 21, 2004 2:34 pm
Località: Anzio (Rm)

crea il tuo consorzio in dieci mosse

Messaggio da goccia » mer ago 03, 2011 3:54 pm

Ciao.
Era davvero una bella idea quella di creare un Consorzio di Aziende produttrici di cosmetici e prodotti biodegradabili.
Perché non prosegue?
Forse non ci sono abbastanza motivazioni ... io vorrei provare a fornirne qualcuna ...
vediamo se così può essere più interessante.
Niente di definitivo! Solo qualche consiglio e unicamente “pour parler” tra di noi, alla buona.

Consorziarsi è sicuramente un vantaggio per i soci perché il gruppo sviluppa una forza – a vari livelli - che da soli è impossibile da raggiungere.
Qualche esempio:
migliore capacità contrattuale nell’acquisto delle materie prime e delle forniture;
veloce diffusione di know-how interna;
importazione diretta;
registrazione di marchi e possibilità di creazione di linee prodotto parallele;
opportunità di approccio alle grande realtà di distribuzione consumer;
ricerca comune di nuove molecole, tanto per citarne alcuni.

Far nascere un consorzio nazionale non è una cosa impossibile, magari sembra difficile ma non lo é.
Allora, come si può dare vita a un consorzio in dieci mosse?
Vediamo ...

1. E’ indispensabile dapprima identificare una rosa di Soci Fondatori, da 5 a 10 Aziende che credano fermamente nel progetto, si rendano referenti - magari per settore di competenza - e formino un pool che si incarica di incontrare e trasferire ai nuovi soci i vantaggi di un consorzio di aziende;
2. I soci fondatori stabiliscono di comune accordo gli intenti di base, la politica generale da adottare, gli obiettivi a breve e lungo termine, tutte le regole importanti e i servizi che il consorzio intende fornire ai soci, redigendo una bozza di Statuto Associativo che il notaio metterà poi agli atti;
3. E’ necessario creare una budget di spesa iniziale che comprenda le spese a cui i soci fondatori vanno incontro nel primo anno: spese notarili per la creazione del consorzio, rimborsi per le prime riunioni - in un luogo comodo a tutti - spese per la segreteria consortile, spese fisse e variabili; il budget viene ripartito tra i soci fondatori, che lo saldano a scadenze prefissate previa emissione di fattura;
4. Per un minor costo iniziale la sede consortile può essere collocata presso una di queste Aziende fondatrici, che locherà un locale al neonato Consorzio; più in là si penserà ad una sede più adeguata, in base alle esigenze.
5. Identificare un elenco di fornitori comuni coi quali dialogare e prevedere accordi pre-consortili che contengano le principali informazioni commerciali (a partire da quelle in essere con i soci, confrontabili) e stendere anche un elenco dei fornitori interessanti non ancora utilizzati;
6. Redigere una brochure informativa per i futuri soci, che potranno così prenderne visione prima della scelta; è importante approcciare solo persone già ben disposte all’ingresso: è inutile perdere tempo con chi ancora non sa cosa fare, anche perché si rischia di consegnare materiale contenente informazioni riservate, che è bene non circolino. I nuovi soci vanno scelti tra le proprie conoscenze affidabili e sottoposte al giudizio degli altri soci prima della proposta.
7. Concentrare gli ingressi dei soci (notaio) una o due volte l’anno, facendo sottoscrivere al socio potenziale una lettera di impegno all’ingresso contestualmente al versamento della prima rata di competenza; i documenti sensibili e i contratti collettivi di cui potranno beneficiare verranno consegnati ad ingresso ultimato. Questo è molto importante.
8. La segreteria consortile è la prima immagine che soci e fornitori ricevono, ovvero, deve funzionare non bene, benissimo. E’ l’anello di congiunzione tra soci, custode dei contratti e di ogni tipo di documentazione cartacea, smista le richieste di tutti, organizza i dati statistici e ricorda le scadenze; più in là si occupa delle gare e dei contratti di fornitura collettivi realizzati dal consorzio.
9. Creare il sito web, altro importante biglietto da visita del gruppo.
10. Un altro vantaggio potrebbe essere la centralizzazione delle consulenze di chimica industriale... :lol:

Che ve ne pare? Non è un bel progetto?
Io credo di si.
E allora ... coraggio.
Ciao,

goccia
Messaggi: 1002
Iscritto il: gio ott 21, 2004 2:34 pm
Località: Anzio (Rm)

Re: crea il tuo consorzio in dieci mosse

Messaggio da goccia » mar ago 09, 2011 8:56 am

Punto uno: una rosa di soci fondatori ...
Suggerimenti sui nominativi?

Avatar utente
karenluisa
Messaggi: 61
Iscritto il: mer giu 01, 2011 2:39 pm
Controllo antispam: cinque

Re: crea il tuo consorzio in dieci mosse

Messaggio da karenluisa » mar ago 09, 2011 1:27 pm

Io che commercializzo cosmetici biologici posso dire che un'idea sarebbe quella di riunire varie aziende del settore (in consorzio va bene) in modo che si possa fare della "ricerca" nell'ambito della cosmesi bio-eco.
In questo modo le piccole aziende italiane non starebbero solo a guardare le grandi multinazionali che si stanno buttando nel "bio", ma farebbero vedere che anche loro fanno qualcosa, anche loro fanno ricerca, anche loro progrediscono (e non solo sfruttando le ricerche condotte dalle multinazionali).
Si potrebbe ipotizzare il "Primo Laboratorio Italiano di Ricerca per la Cosmesi Bio-Ecologica". Tante aziende insieme, investendo non grosse cifre, possono così far sentire la loro voce, anche nell'ambito dell'innovazione cosmetica.
Ci vorrebbe solo volontà, ma tristemente constato il solito modo italiano di operare: ognuno cura il suo giardinetto, ognuno pensa a come battere la concorrenza, senza rendersi conto che non siamo più nell'epoca della CONCORRENZA, ma siamo nell'epoca della COLLABORAZIONE. Solo collaborando insieme, possiamo affrontare le sfide del mercato globale (che non è solo quello delle multinazionali, ma è anche quello delle aziende cinesi...).
Sono la sola a pensarla così?

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: crea il tuo consorzio in dieci mosse

Messaggio da Fabrizio Zago » mar ago 09, 2011 7:37 pm

Io sarei il primo ad iscrivermi. Contate su di me.
Ciao
Fabrizio

goccia
Messaggi: 1002
Iscritto il: gio ott 21, 2004 2:34 pm
Località: Anzio (Rm)

Re: crea il tuo consorzio in dieci mosse

Messaggio da goccia » mer ago 10, 2011 8:54 am

Chissà se é fattibile pensarlo come una "famiglia allargata".

Sto pensando a quote destinate non solo ai soci produttori ma anche ai soci negozianti, che entrando a far parte del consorzio pagherebero si i costi associativi, ma potrebbero acquistare il prodotto finito ad un prezzo diverso, diciamo "di favore", assicurando al consorzio un minimo di acquisto annuo.
Mettiamo insieme la filiera e insieme dividiamo costi e benefici.

goccia
Messaggi: 1002
Iscritto il: gio ott 21, 2004 2:34 pm
Località: Anzio (Rm)

Re: crea il tuo consorzio in dieci mosse

Messaggio da goccia » mar ago 23, 2011 2:51 pm

Sono rimasta male per la causa intentata da Sauro e dalla sua Azienda contro dei volontari animalisti, persone che vedo lavorare da anni e spendere il proprio tempo gratuitamente per portare avanti la causa.
Chi può dirmi esattamente cos'é successo?
Pare che la prima udienza fosse stamattina.
Grazie.

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: crea il tuo consorzio in dieci mosse

Messaggio da Fabrizio Zago » gio ago 25, 2011 2:12 pm

Personalmente non ne so nulla. Aspettiamo notizie.
Ciao
Fabrizio

Rispondi