come vi trovate con l'acido citrico come ammorbidente?

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Avatar utente
tenshi
Messaggi: 47
Iscritto il: lun nov 15, 2010 3:05 pm
Controllo antispam: cinque

Re: come vi trovate con l'acido citrico come ammorbidente?

Messaggio da tenshi » lun ago 22, 2011 10:35 am

Dopo varie discussioni con il mio ragazzo per cercare di risolvere il dilemma della T-shirt siamo arrivati alla conclusione, ricordandone tutti gli eventi, che il problema non è stato il trattamento pre-lavaggio ma la macchia stessa.
In pratica è passato un po' di tempo da quando si è macchiata a quando l'ho lavata. In quel frattempo il tessuto si è "consumato" sotto un qualche agente chimico all'origine della macchia.
Quindi mi scuso per la domanda inappropriata.
Ciao a tutti e grazie del lavoro che fate.
Tenshi.

Avatar utente
Gaetano77
Messaggi: 15
Iscritto il: sab mag 03, 2014 3:48 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come vi trovate con l'acido citrico come ammorbidente?

Messaggio da Gaetano77 » dom mag 04, 2014 9:01 pm

ATTENZIONE

In riferimento a quanto tratta questa discussione.

Tutti i problemi di cui parlate sono leciti, l'acido citrico in concentrazioni troppo elevate corrode il bucato (è pur sempre un acido) facendolo diventare anche più ruvido di quanto non possa fare il calcare.

Sul libro "Guida ai detersivi Bioallegri 3a edizione" si parla di mettere 100 ml di soluzione di acido citrico al 20% nella vaschetta dell'ammorbidente, nella mia personale opinione decisamente troppi.

Nella guida all'acido citrico di Officina Naturae si parla di 100 ml di soluzione di acido citrico al 10%, nella mia personale opinione adatti solamente a chi ha acque molto dure superiori a 40° francesi.

Infine ho chiesto ad un chimico di calcolarmi quanto acido citrico serve per annullare il carbonato di calcio (comune calcare) contenuto in 15 litri di acqua (quantità media di acqua per un risciacquo in lavatrice) della durezza di 45° gradi francesi.

La risposta è stata, puro calcolo matematico quindi forse influenzabile da altri fattori all'interno della lavatrice, che sono sufficienti 150 ml di soluzione di acido citrico al 6%.

Tutto ciò non mi stupisce, perchè se preferite, è necessaria la stessa quantità di aceto che ha un acidità di poco superiore.

elsatar
Messaggi: 1002
Iscritto il: sab dic 16, 2006 10:53 am

Re: come vi trovate con l'acido citrico come ammorbidente?

Messaggio da elsatar » dom mag 04, 2014 10:18 pm

L'acido citrico come ammorbidente non serve solo come anticalcare, serve a bilanciare l'alcalinità dei detersivi. Qui comunque mi pare si sia sempre parlato di 50 ml di soluzione al 15 o 20 %

Ciao Elsatar

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come vi trovate con l'acido citrico come ammorbidente?

Messaggio da Fabrizio Zago » lun mag 05, 2014 9:38 am

Ciao Gaetano77,
probabilmente sei intervenuto avendo letto superficialmente i vari post.
In tutti i casi non sopporto che dice "secondo la mia opinione" oppure "ho letto su internet". Qui si fanno discorsi seri e non a caso e neppure secondo l'opinione di qualcuno. Semplicemente cerchiamo di dare dei riscontri scientifici, altrimenti saremmo attaccabili da tutti e da tutto.
L'acido citrico come ha perfettamente detto elsatar non serve solo per legare il calcio normalmente presente nell'acqua ma soprattutto per bilanciare l'alcalinità derivante dal detersivo.
E poi chi lo dice che si devono fare i calcoli su 15 litri? Ci sono lavatrici che ne usano molto meno ed altre, vecchi modelli, molta di più.
Quello che diciamo qui è che ognuno, in base alla durezza dell'acqua della sua zona, del tipo di lavatrice eccetera, dovrebbe cercare il dosaggio ideale.
Ciao
Fabrizio

Avatar utente
Gaetano77
Messaggi: 15
Iscritto il: sab mag 03, 2014 3:48 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come vi trovate con l'acido citrico come ammorbidente?

Messaggio da Gaetano77 » lun mag 05, 2014 10:18 am

Fabrizio Zago ha scritto:Ciao Gaetano77,
probabilmente sei intervenuto avendo letto superficialmente i vari post.
In tutti i casi non sopporto che dice "secondo la mia opinione" oppure "ho letto su internet". Qui si fanno discorsi seri e non a caso e neppure secondo l'opinione di qualcuno. Semplicemente cerchiamo di dare dei riscontri scientifici, altrimenti saremmo attaccabili da tutti e da tutto.
L'acido citrico come ha perfettamente detto elsatar non serve solo per legare il calcio normalmente presente nell'acqua ma soprattutto per bilanciare l'alcalinità derivante dal detersivo.
E poi chi lo dice che si devono fare i calcoli su 15 litri? Ci sono lavatrici che ne usano molto meno ed altre, vecchi modelli, molta di più.
Quello che diciamo qui è che ognuno, in base alla durezza dell'acqua della sua zona, del tipo di lavatrice eccetera, dovrebbe cercare il dosaggio ideale.
Ciao
Fabrizio
Buongiorno Fabrizio,

mi dispiace essere stato frainteso, ho scritto "secondo la mia opinione" (che sfortunatamente in italia suona male) per non voler dare nessun tipo di imposizione, ho comunque scritto dopo quello che un chimico ha calcolato sull'abbattimento del calcare contenuto in una determinata quantità d'acqua a una determinata durezza, più "riscontro scientifico" di così...

Ho anche capito leggendo il forum (e come mi ha ricordato elstar) che l'acido citrico dovrebbe essere usato più propriamente per bilanciare l'alcalinità dei detersivi (soprattutto in polvere mi sembra anche di aver letto) ma dalla grande maggioranza di persone viene usato per cercare di neutralizzare il calcare... e questa discussione è proprio intitolata: "come vi trovate con l'acido citrico come ammorbidente?" e non a caso (secondo me) alcuni usando concentrazioni di acido citrico al 20% lamentano problemi di buchi sul bucato.

Infine io stesso ho provato (50 ml nella vaschetta dell'ammorbidente) la concentrazione di acido citrico al 20% (fatta con circa 200 gr di acido citrico e 800 ml di acqua distillata) ed ho notato che le fibre erano sì slegate tra loro ma anche incredibilmente ruvide proprio come fossero state attaccate da un acido.

Mi fa piacere la sua schiettezza, ma a parte forse il mio tono un pò allarmante io ho riportato le mie impressioni sia dopo verifiche matematiche che dopo test empirici.

Avatar utente
Gaetano77
Messaggi: 15
Iscritto il: sab mag 03, 2014 3:48 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come vi trovate con l'acido citrico come ammorbidente?

Messaggio da Gaetano77 » mar mag 06, 2014 4:01 pm

P.S.
Per quanto riguarda il controbilanciare l'alcalinità dei detersivi nell'ultimo risciacquo (quello dell'ammorbidente) credo comunque venga occupata solo una una piccola parte di soluzione di acido citrico in quanto il bucato è pur sempre passato attraverso circa 2/3 risciacqui (in lavatrice) per cui mi auguro sia davvero ben sciacquato(proprio come dovrebbe essere), secondo la mia esperienza detersivi liquidi come Dash e Dixan sono davvero problematici nel risciacquo, quelli della Nuncas si sciacquano decisamente meglio, quelli di Officina Naturae (provato il Solara in polvere) ancora meglio.

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come vi trovate con l'acido citrico come ammorbidente?

Messaggio da Fabrizio Zago » mar mag 06, 2014 7:13 pm

Ciao Gaetano77,
diciamo questo: se si usano detersivi liquidi non ci sono grossi problemi di alcalinità fissata nelle fibre di tessuto. Con quelli in polvere moltissimo. Se vuoi ti posso passare centinaia di dati ottenuti in laboratorio. Una volta che il calcio carbonato si è formato non è così facile asportarlo, come suggerisci tu, con semplici risciacqui. Sarebbe come credere che le stalattiti si sciolgano (invece che formarsi).
Ciao
Fabrizio

Avatar utente
Gaetano77
Messaggi: 15
Iscritto il: sab mag 03, 2014 3:48 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come vi trovate con l'acido citrico come ammorbidente?

Messaggio da Gaetano77 » mar mag 06, 2014 10:36 pm

Fabrizio Zago ha scritto:Ciao Gaetano77,
diciamo questo: se si usano detersivi liquidi non ci sono grossi problemi di alcalinità fissata nelle fibre di tessuto. Con quelli in polvere moltissimo. Se vuoi ti posso passare centinaia di dati ottenuti in laboratorio. Una volta che il calcio carbonato si è formato non è così facile asportarlo, come suggerisci tu, con semplici risciacqui. Sarebbe come credere che le stalattiti si sciolgano (invece che formarsi).
Ciao
Fabrizio
pensavo che l'alcalinità fosse data da piccoli residui di detersivo, quindi in sostanza i detersivi in polvere hanno un bassissimo (o nullo) potere anticalcare per cui in 1 lavaggio e 2 risciacqui il bucato accumula 3x calcare per cui possono servire quantità superiori di acido citrico rispetto a quelle che servono per neutralizzare il calcare contenuto nell'acqua di 1 solo lavaggio/risciacquo...?
se così fosse, stimare quanto acido citrico serva per neutralizzare il calcare accumulato è un calcolo matematico parecchio difficile e comunque anche facendo prove empiriche ci sarebbero probabilmente troppe variabili da tenere in considerazione...

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come vi trovate con l'acido citrico come ammorbidente?

Messaggio da Fabrizio Zago » mer mag 07, 2014 4:20 pm

Sì, è vero! Le variabili sono molte ed è per questo che dare un valore assoluto è un errore madornale. Bisogna provare e trovare il proprio dosaggio sulla base del detersivo utilizzato, acqua, tipo di lavatrice eccetera.
Non c'è altra soluzione che procedere per tentativi. Molti utenti hanno fatto questo percorso e si trovano benissimo.
Ciao
Fabrizio

Avatar utente
valsun
Messaggi: 11
Iscritto il: lun gen 13, 2014 3:29 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come vi trovate con l'acido citrico come ammorbidente?

Messaggio da valsun » mer giu 25, 2014 1:33 pm

Ho letto attentamente tutto il post. Vi leggo frequentemente e spesso trovo le risposte alle mia domande senza neanche dover intervenire!
Questa volta vorrei chiedere un parere in base a quanto scrivete.

Uso detersivo liquido ON nella pallina, in quantità minine (poco più di un cucchiaio) con aggiunta di un cucchiaio di percarbonato di sodio ON al bisogno, e acido citrico nella vaschetta dell'ammorbidente in soluzione al 20%. Trovo anch'io il bucato un po' duro, ma non capisco se è normale e devo solo abituarmi o se è possibile migliorare la situazione.
La durezza della nostra acqua è purtroppo piuttosto elevata, i dati del gestore dicono che la media è 35,6°: io pensavo di fare prove aumentando la saturazione della soluzione, però leggendo sembra che potrei ottenere migliori risultati diminuendola, cosa consigliate?
Inoltre, cambia molto se sciolgo l'acido citirco nell'acqua del rubinetto o in acqua distillata? Alla fine si va sempre a mischiare nell'acqua della lavatrice, no?

Grazie per l'attenzione!
Valentina

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come vi trovate con l'acido citrico come ammorbidente?

Messaggio da Fabrizio Zago » mer giu 25, 2014 5:29 pm

Sì, Valentina, hai perfettamente ragione. Usare acqua distillata non ha senso se poi l'enorme quantità di acqua in cui il prodotto si diluisce è dura, completamente inutile.
L'adozione della pallina è cosa buona e giusta. Se il bucato ti esce duretto io credo siano i carbonati che si fissano ai tessuti quindi la quantità di acido citrico deve essere aumentata. Prova e poi vieni qui a dirci come è andata.
Ciao
Fabrizio

Avatar utente
valsun
Messaggi: 11
Iscritto il: lun gen 13, 2014 3:29 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come vi trovate con l'acido citrico come ammorbidente?

Messaggio da valsun » mer giu 25, 2014 11:14 pm

Grazie, proverò! Mi sono dimenticata di dire che di acido citrico ne metto 100 ml (al 20%).

Avatar utente
sonoalberto
Messaggi: 48
Iscritto il: gio gen 17, 2013 12:51 am
Controllo antispam: cinque

Re: come vi trovate con l'acido citrico come ammorbidente?

Messaggio da sonoalberto » ven giu 27, 2014 11:37 pm

Mia moglie che era ed è tuttora molto scettica su tutto ciò che sia diverso dai prodotti "classici" oggi, utilizza solo esclusivamente acido citrico.
Le ho chiesto di provarlo un anno fa e da allora ha continuato. Credo che (per me che la conosco)sia il miglior test.

Avatar utente
valsun
Messaggi: 11
Iscritto il: lun gen 13, 2014 3:29 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come vi trovate con l'acido citrico come ammorbidente?

Messaggio da valsun » ven lug 04, 2014 10:14 am

Nonostante diverse ricerchine, sono di dura cervice e necessito di un riassunto...

1) Ho capito che l’acido citrico serve principalmente per riportare il ph dei tessuti a un valore più vicino a quello della pelle (mediamente acida), dato che i carbonati del detersivo li rendono alcalini; anche i sali di calcio (=calcare =durezza) rendono alcalini i tessuti; l'acido citrico neutralizza entrambi e riporta il ph a valori più vicini alla pelle, è corretto?

2) cosa c’entra tutto questo con la morbidezza/durezza dei tessuti? Sono i carbonati e i sali di calcio che induriscono i tessuti?

Grazie di cuore!

Avatar utente
Luce13
Messaggi: 69
Iscritto il: lun giu 30, 2014 9:49 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come vi trovate con l'acido citrico come ammorbidente?

Messaggio da Luce13 » ven lug 04, 2014 11:52 am

valsun ha scritto:Nonostante diverse ricerchine, sono di dura cervice e necessito di un riassunto...
Mi associo al tuo commento :?

Rispondi