DR.hauschka di chi è??

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Rispondi
Veerag
Messaggi: 1
Iscritto il: mer dic 09, 2009 10:13 am
Controllo antispam: cinque

DR.hauschka di chi è??

Messaggio da Veerag » mer dic 09, 2009 10:17 am

Per favore, potreste togliermi un dubbio!
> Abbiamo un negozio di alimenti biologici e vorremmo introdurre la
> linea del dr Hauschka, ci hanno detto che è della Bayer...!
> E' vero???
> Ne sapete nulla?
> Grazie
> Veerag

sara_bz
Messaggi: 74
Iscritto il: ven mag 30, 2008 12:36 pm
Contatta:

Re: DR.hauschka di chi è??

Messaggio da sara_bz » mer dic 09, 2009 1:35 pm

ciao

non posso toglierti il dubbio, posso solo dirti che se è della bayer lo nascondono molto bene perché su internet non c'è traccia della cosa. dr. hauschka è parte del gruppo Wala che non sembra abbia a che fare con la bayer...

Avatar utente
andrea09
Messaggi: 76
Iscritto il: sab ott 24, 2009 8:19 pm
Controllo antispam: cinque

Re: DR.hauschka di chi è??

Messaggio da andrea09 » mer dic 09, 2009 2:53 pm

Veerag ha scritto:Per favore, potreste togliermi un dubbio!
> Abbiamo un negozio di alimenti biologici e vorremmo introdurre la
> linea del dr Hauschka, ci hanno detto che è della Bayer...!
> E' vero???
> Ne sapete nulla?
> Grazie
> Veerag
Ciao Veerag, a quanto ne so, la linea dr Hauschka è di proprietà di Wala Heilmittel Gmbh, a sua volta controllata al 100% dalla Wala Foundation (la Fondazione privata Wala, creata dai fondatori originari della società). Bayer quindi non c'entra nulla ...
Trovi maggiori dettagli in questa sezione del loro sito: http://www.wala.de/english/company/overview/
Ciao :D

Avatar utente
.....
Messaggi: 516
Iscritto il: mer ott 31, 2007 6:28 pm
Controllo antispam: cinque

Re: DR.hauschka di chi è??Sanoflore è della...

Messaggio da ..... » dom dic 20, 2009 11:22 am

Sarebbe davvero il top!
tra l'altro ho scritto alla e mail di sanoflore (per criticare il fatto che sul sito non c'è traccia di inci) e mi hanno risposto gentilmente (niente da dire) da un'e-mail
che teminava con "l'oreal" e quella che mi ha scritto si è firmata "gruppo vichy"!!!!!!!!!
Ma cacchio sono la stessa cosa? Bio e m..date pensavo fossero separate (anche se erbolario ne fa di 2 tipi)!
Gli ho poi fatto notare la cosa e zero risposta, penso che ora staranno ven attenti alle firme che metteranno alle prossime mail!!!!

Avatar utente
.....
Messaggi: 516
Iscritto il: mer ott 31, 2007 6:28 pm
Controllo antispam: cinque

Re: DR.hauschka di chi è??E anche sanoflore di chi è

Messaggio da ..... » dom dic 20, 2009 11:44 am

sul sito sanoflore ho trovato il riferimento, era scritta ben chiara l'associazione.
"..la sanoflore decide di far parte della multinaz. l'oreal per avere il supp. scientifico...; l'orel ha il 40% degli ingr. naturali ecc ecc...."Questo dice il sito...
:(

Avatar utente
Riky
Messaggi: 1273
Iscritto il: mar ott 05, 2004 6:36 pm
Controllo antispam: cinque

Re: DR.hauschka di chi è??

Messaggio da Riky » dom dic 20, 2009 11:55 am

L'Oréal ha acquistato Sanoflore: ma perchè ci trovate qualcosa di male?
La mia speranza grande (che nei momenti di ottimismo diventa certezza) è che tutte queste multinazionali - che oltre a tutto danno lavoro a un mucchio di gente, e fanno anche ricerca seria che purtroppo non condividono su tematiche legate all'ecosostenibilità - diventino progressivamente, anno più anno, sempre più etiche e sostenibili, e progressivamente cambino tutte le formulazioni in una direzione di dermoecocompatibilità.

Nell'ottica di un vero miglioramento, e davvero globale, è poco interessante che nascano mille nuove aziendine che producono eco e vendono allo 0,0000001 della popolazione. E' più interessante e importante, ai fini del benessere della "pelle" (per salvarsi letteralmente la pelle) che TUTTE le più grosse, le più diffuse, le più usate, le più acquistate, le più facilmente avvicinabili da tutti (anche da chi "ignora" tematiche eco) siano sempre più sostenibili e sempre migliori e sempre più rispettose di pelle e ambiente, purtuttavia mantenento dermocompatibilità ed efficacia d'uso.

Io la penso così, per cui ben vengano le multinazionali che danno segnali positivi.

Avatar utente
.....
Messaggi: 516
Iscritto il: mer ott 31, 2007 6:28 pm
Controllo antispam: cinque

Re: DR.hauschka di chi è??

Messaggio da ..... » dom dic 20, 2009 12:14 pm

è vero che molti troppi, e anche io tempo fa, non guardano l'inci e non sanno, non si informano...
è vero danno lavoro, anche se un lavoro non etico purtroppo, ma trovarlo tale è difficile...
però tra un'azienda piccola o media che sia che produce secondo certi criteri e una che ha sempre venduto cacca e poi puff:eco-bio! chi scegli?
poi io ho anche un odio clamoroso per le pubblicità di ogni genere di cui si nutrono le multinazionali e non solo.
Certo sarebbe meglio che si adeguassero al naturale e poi il "perdono" e la possibilità di cambiare vanno concessi alle persone....

Avatar utente
Riky
Messaggi: 1273
Iscritto il: mar ott 05, 2004 6:36 pm
Controllo antispam: cinque

Re: DR.hauschka di chi è??

Messaggio da Riky » dom dic 20, 2009 12:56 pm

OK - tu sai, conosci e scegli, e fai le tue scelte perchè sei un consumatore consapevole.
Ma molti - la stragrande maggioranza - non lo sono: perc cui è opportuno che il mercato offra prodotti sempre più etici a prezzi abbordabili per tutti. Il fatto di odiare una multinazionale non è costruttivo ai fini di un miglioramento globale secondo me: - ti dico solo la mia personale opinione: se tutte le multinazionali progressivamente cambiassero (ipotesi che non reputo così pellegrina, saranno costrette a cambiare, anche grazie alle persone come te! oltre che perchè la gente sta iniziando ad accorgersi che spesso i prodotti che offrono fanno letteralmente cagare (e scusate il mio elegante francesismo) e che la pelle collettiva non migliora - anzi - usando determinati prodotti, e, mi auguro, mi auguro di cuore che cambino anche per favorire il benessere del pianeta e quidi la salute di chi sul pianeta vive.
In pratica io non vedo negativa la virata verso l'ecosostenibilità - anche fosse fatta solo per motivi di marketing, ma in fondo il mercato va anche in direzione di ciò che la gente vuole e chiede.
Trovo invece deleterei per il progresso di una dermoecocosmesi seria e soprattutto di un insediamento in pianta stabile di una cosmesi che sia solo dermoecocosmesi, tutti quei prodotti fatti solo "sulla carta" con ingredienti eco e certificati, ma che all'atto pratico si rivelano delle schifezze e delle accozzaglie di ingredienti. trovo deleterei quei prodotti non affidabili, che si presentano una volta in un modo e una volta nell'altro, a seconda dell'umore e dell'estro del formulatore, e tutti quei prodotti più che artigianali che van bene se autoprodotti, ma che sono immondi da mettere in vendita (poi io medico li suggerisco, la gente trova un prodotto una volta eparato, una volta di una consistenza, una volta di un'altra, eccetera) - e si convince che l'ecocosmesi eè quella, ed ecco che torna dritta in farmacia dalle "solite" - affidabili (sic) marche.

Rispondi