aceto e acido citrico

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Avatar utente
cristina81
Messaggi: 215
Iscritto il: dom dic 21, 2008 12:54 pm

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da cristina81 » lun feb 09, 2009 7:57 pm

Fabrizio Zago ha scritto: A me l'aceto non piace molto perché aggredisce troppo le superfici metalliche. Alcune di queste poi, essendo in acciaio inox, liberano del nikel e la frittata è fatta.
io l'aceto lo sto usando da qualche tempo anche x pulire e decalcarizzare il lavandino in cucina.. a questo punto deduco che sia sbagliato....
ma che succede quando queste superfici liberano del nikel? scusate la mia impreparazione :roll: sono solo all'inizio :wink:

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da Fabrizio Zago » mer feb 11, 2009 8:02 pm

"che succede quando queste superfici liberano del nikel?"
Succede che sei, come moltissime, casalinghe sensibile al nikel ti viene una bella reazione allergica.

Avatar utente
cristina81
Messaggi: 215
Iscritto il: dom dic 21, 2008 12:54 pm

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da cristina81 » gio feb 12, 2009 7:02 pm

caspita.. non ci avevo pensato!
grazie fabrizio :)

manilasia
Messaggi: 93
Iscritto il: mer apr 29, 2009 4:05 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Barcelona
Contatta:

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da manilasia » gio lug 09, 2009 10:56 pm

Ieri al supermercato ho trovato quest'anticalcare all'aceto con marchio ECOLABEL con i seguenti ingredienti:
AQUA
ACETIC ACID
C12-14 PARETH-7 (bollino rosso)
CITRIC ACID
SODIUM COCETH-2 SULFATE (trovo sul biodiz. SODIUM COCETH SULFATE con bollino giallo)
CI 47005 (bollino rosso)

Mi chiedo: Serve solo a togliere "calcare, macchie d'acqua, sporcizia umida e resti di sapone" (come leggo sull'etichetta) o ci posso pulire anche i pavimenti o altro (data la presenza di un tensioattivo)?
Per le dosi consiglia di diluire 60 ml di prodotto in 5 litri di acqua. Se diluisco troppo non rischio di annullare l'azione acida?
Grazie, ciao!

Avatar utente
lemurella
Messaggi: 15
Iscritto il: lun mag 09, 2005 5:16 pm
Località: milano

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da lemurella » ven lug 10, 2009 8:34 am

io l'aceto lo sto usando da qualche tempo anche x pulire e decalcarizzare il lavandino in cucina.. a questo punto deduco che sia sbagliato....
ma che succede quando queste superfici liberano del nikel? scusate la mia impreparazione :roll: sono solo all'inizio :wink:[/quote]

ma porca miseria,anche io uso sempre l'aceto,sia per i fornelli che nella lavatrice come anticalcare..era l'unica cosa su cui sembravano concordare tutti i siti di 'pulizia naturale della casa'!!del bicarbonato che mi dite?

Avatar utente
fioredicampo75
Messaggi: 298
Iscritto il: lun lug 14, 2008 8:16 am
Controllo antispam: cinque
Località: Trentino

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da fioredicampo75 » mar lug 21, 2009 9:29 am

Scusate, mi aggrego a questa discussione.
Ho provato a fare l'ammorbidente con l'acido citrico (200 g di citrico e 800 ml di acqua del rubinetto), ma non ho avuto risultati esaltanti (anche se devo dire che, quando lo usavo, nemmeno con l'ammorbidente gli asciugamani mi uscivano morbidi). Da me l'acqua ha una durezza di 21.5 gradi francesi, di solito metto la soluzione nella vaschetta dell'ammorbidente e riempio fino al livello massimo consigliato. Forse è troppo poco?
E un'altra cosa: se l'aceto a contatto con l'acciaio inox libera nichel, questo capita anche con l'acido citrico, o ci sono alternative?

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da Fabrizio Zago » mar lug 21, 2009 12:55 pm

L'acido citrico è molto meno agressivo per i metalli che l'acetico.
Per questo è preferibile il primo.

Avatar utente
cristina81
Messaggi: 215
Iscritto il: dom dic 21, 2008 12:54 pm

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da cristina81 » mer lug 22, 2009 7:59 am

fioredicampo75 ha scritto:Scusate, mi aggrego a questa discussione.
Ho provato a fare l'ammorbidente con l'acido citrico (200 g di citrico e 800 ml di acqua del rubinetto), ma non ho avuto risultati esaltanti (anche se devo dire che, quando lo usavo, nemmeno con l'ammorbidente gli asciugamani mi uscivano morbidi). Da me l'acqua ha una durezza di 21.5 gradi francesi, di solito metto la soluzione nella vaschetta dell'ammorbidente e riempio fino al livello massimo consigliato. Forse è troppo poco?
non so se possa c'entrare qualcosa, ma invece dell'acqua del rubinetto, si consiglia di diluire con la demineralizzata, giusto?
io faccio cosi' e ho dei buoni risultati...
magari per la durezza della tua acqua devi concentrare un po' di piu' la soluzione...

manilasia
Messaggi: 93
Iscritto il: mer apr 29, 2009 4:05 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Barcelona
Contatta:

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da manilasia » mer lug 22, 2009 11:08 pm

Ripropongo domanda...
Grazie!
M
manilasia ha scritto:Ieri al supermercato ho trovato quest'anticalcare all'aceto con marchio ECOLABEL con i seguenti ingredienti:
AQUA
ACETIC ACID
C12-14 PARETH-7 (bollino rosso)
CITRIC ACID
SODIUM COCETH-2 SULFATE (trovo sul biodiz. SODIUM COCETH SULFATE con bollino giallo)
CI 47005 (bollino rosso)

Mi chiedo: Serve solo a togliere "calcare, macchie d'acqua, sporcizia umida e resti di sapone" (come leggo sull'etichetta) o ci posso pulire anche i pavimenti o altro (data la presenza di un tensioattivo)?
Per le dosi consiglia di diluire 60 ml di prodotto in 5 litri di acqua. Se diluisco troppo non rischio di annullare l'azione acida?
Grazie, ciao!

matedena
Messaggi: 356
Iscritto il: mar ago 29, 2006 9:39 am

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da matedena » gio lug 23, 2009 7:02 am

I pavimenti di marmo, travertino, graniglia non si possono lavare con sostanze acide. I sanitari si.

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da Fabrizio Zago » ven lug 24, 2009 5:41 pm

Cara manilasia,
i prodotti ecolabel, per avere il marchio, devono ottenere un risultato di performance a livello dei migliori prodotti presenti sul mercato. E lo devono ottenere con le prescrizioni di diluizione indicate in etichetta. Quindi se il produttore ha indicato una diluizione di 60 ml in 5 litri d'acqua vuol dire che in quelle condizioni svolge, egregiamente, la sua azione.

Avatar utente
flora
Messaggi: 238
Iscritto il: sab mar 08, 2008 2:40 pm

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da flora » sab lug 25, 2009 7:07 am

Fabrizio Zago ha scritto:A me l'aceto non piace molto perché aggredisce troppo le superfici metalliche. Alcune di queste poi, essendo in acciaio inox, liberano del nikel e la frittata è fatta.
ma una pentola in acciaio inox dove si cuociano cibi a ph acido, che fa, "arricchisce" questi cibi di nichel :? ?! penso al comunissimo sugo al pomodoro...

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da Fabrizio Zago » sab lug 25, 2009 8:05 am

Tranquilla che tra il pH che raggiunge il sugo di pomodoro e l'acido acetico non c'è paragone. Continua pure a fare il tuo sugo nella pentola inox che non ci sono problemi di sorta.

manilasia
Messaggi: 93
Iscritto il: mer apr 29, 2009 4:05 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Barcelona
Contatta:

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da manilasia » dom lug 26, 2009 9:56 pm

...e quando tolgo il calcare dal bollitore lasciandolo pieno di aceto durante tutta la notte...???
poi bevo té al nikel??? :shock:

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da Fabrizio Zago » dom lug 26, 2009 10:46 pm

Sì!
Ma perché vi intestardite ad usare l'aceto non l'ho ancora capito.

Rispondi