aceto e acido citrico

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Rispondi
Avatar utente
cristina81
Messaggi: 215
Iscritto il: dom dic 21, 2008 12:54 pm

aceto e acido citrico

Messaggio da cristina81 » sab gen 24, 2009 2:36 pm

ho letto parecchi post sull'argomento, ma mi sono restati due dubbi:
- ho letto che la soluzione aceto + acido citrico disinfetta, e quindi va bene per pulire anche i sanitari. dubbio: anche il solo aceto di mele diluito nell'acqua demineralizzata funziona come disinfettante?
- per quanto riguarda l'utilizzo dell'acido citrico come ammprbidente, ho letto che e' migliore dell'aceto perche' e' meno acido e corrode meno le parti metalliche ... ma a lungo andare, non e' che anche l'acido citrico finisce per corrodere?
:roll:

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da Fabrizio Zago » sab gen 24, 2009 5:38 pm

Cara cristina81,
le cose stanno csì:
- qualòsiasi accido sviluppa un pH talmente basso da essere incompatibile con la vita dei microorganismi quindi qualsiasi acido ha un'azione igienizzante. Ovviamente non devi diluire troppo l'acito o altro acido perché altrimenti non funziona.
- qualsiasi acido ha una certa capacità di corrosione verso i metalli, anche lo stesso ammorbidente un pochino corrode. Solo che tra acido acetico ed acido citrico il primo è nettamente più aggressivo, quindi meglio il citrico.

Avatar utente
cristina81
Messaggi: 215
Iscritto il: dom dic 21, 2008 12:54 pm

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da cristina81 » sab gen 24, 2009 6:57 pm

grazie fabrizio, sei stato chiarissimo.
un'ultima cosa: anche pulendo regolarmente i pavimenti, i sanitari, la cucina e via dicendo con l'aceto, rischio di corredere le tubature a lungo andare?

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da Fabrizio Zago » sab gen 24, 2009 7:17 pm

Ciao cristina81,
io non ho mai parlato di tubature perché, nelle case moderne le tubature sono di plastica e non si possono corrodere. Se la casa è molto vecchia potresti avere delle tubature in piombo e neppure quello si corrode. Quella che si corrode è la LAVATRICE.

Avatar utente
cristina81
Messaggi: 215
Iscritto il: dom dic 21, 2008 12:54 pm

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da cristina81 » sab gen 24, 2009 7:24 pm

grazie, ora e' tutto chiaro :D

mariatemporala
Messaggi: 171
Iscritto il: mar dic 02, 2008 12:09 pm

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da mariatemporala » gio gen 29, 2009 10:19 am

Buongiorno!
Mi allaccio qui che mi sembra pertinente.
Ho fatto la bottiglia con l'acido citrico diluito come ammorbidente e però ho notato un odore diverso sul bucato, decisamente meno gradevole rispetto all'aceto.
Potrebbe essere "colpa" del fatto che avevo usato l'acqua del rubinetto? (durezza 18, mi sono fatta mandare le analisi dal consorzio acquedotto).
Io uso il deumidificatore in una stanza, l'acqua che di solito butto via posso usarla come acqua demineralizzata per fare le diluizioni del citrico? Se sì devo bollirla o non serve?
grazie!
manuela

matedena
Messaggi: 356
Iscritto il: mar ago 29, 2006 9:39 am

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da matedena » gio gen 29, 2009 12:40 pm

Io la uso e la bollisco perchè ci sono microorganismi che vivono anche in ambiente acido (pH 2-3)

Avatar utente
poalapoala
Messaggi: 131
Iscritto il: ven apr 13, 2007 2:17 pm

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da poalapoala » gio gen 29, 2009 2:02 pm

Fabrizio Zago ha scritto:Cara cristina81,
le cose stanno csì:
- qualòsiasi accido sviluppa un pH talmente basso da essere incompatibile con la vita dei microorganismi quindi qualsiasi acido ha un'azione igienizzante. Ovviamente non devi diluire troppo l'acito o altro acido perché altrimenti non funziona.
- qualsiasi acido ha una certa capacità di corrosione verso i metalli, anche lo stesso ammorbidente un pochino corrode. Solo che tra acido acetico ed acido citrico il primo è nettamente più aggressivo, quindi meglio il citrico.
va bene 200 gr di acido citrico con 200 ml di aceto vero? questa soluzione è anche sgrassante?

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da Fabrizio Zago » sab gen 31, 2009 3:18 pm

Ciao poalapoala,
l'aceto non è nè più nè meno sgrassante della sola soluzione dell'acido dictrico e cioè praticamente nulla. Per sgrassare ci voglioni i tensoattivi!
A me l'aceto non piace molto perché aggredisce troppo le superfici metalliche. Alcune di queste poi, essendo in acciaio inox, liberano del nikel e la frittata è fatta.

sole75
Messaggi: 1128
Iscritto il: dom mar 02, 2008 2:53 pm

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da sole75 » sab gen 31, 2009 7:58 pm

Fabrizio Zago ha scritto: - qualòsiasi accido sviluppa un pH talmente basso da essere incompatibile con la vita dei microorganismi quindi qualsiasi acido ha un'azione igienizzante.
matedena ha scritto:... ci sono microorganismi che vivono anche in ambiente acido (pH 2-3)
:oops: Scusatemi se faccio la pignola, ma queste due affermazioni, a prima vista, sembrerebbero incompatibili.
potete spiegarmi, per favore?

GRAZIE :D
Sole

matedena
Messaggi: 356
Iscritto il: mar ago 29, 2006 9:39 am

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da matedena » dom feb 01, 2009 11:37 am

Per i miei studi di biologia posso affermare che ci sono batteri acidofili che anzichè usare l'H2O per la chemiosintesi, usano l'H2S.
Esistono altresì spore che possono resistere alle condizioni più avverse.
E' vero che entrambi si trovano in ambienti "difficili" -diversi dalle nostre case- ma è anche vero che i climatizzatori filtrano di tutto. Un esempio ne sono quelli montati sulle automobili, per cui si raccomanda la pulizia ogni anno, pena il rischio di allergie e sensibilizzazioni.

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da Fabrizio Zago » dom feb 01, 2009 2:22 pm

Ciao matedena,
concordo con te sull'esistenza di batteri acidofili che sopravvivono anche in ambienti a pH molto basso. Tuttavia non c'è solamente il pH a determinare la possibile vitalità dei microrganismi. Anche la "tensione ionica" ovvero la concentrazione di sali gioca un ruolo decisivo. Una salamoia, ad esempio, pur essendo a pH neutro conserva perfettamente molti alimenti (compatibili con la salamoia ovviamente).
Qui stiamo parlando di soluzioni praticamente "sature" di acido citrico e quindi oltre che un pH basso abbiamo anche una concentrazione salina che, unite, impediscono la crescita batterica. Tutto ciò in condizioni normali se poi si seleziona un ceppo con lo scafandro, beh allora non c'è storia ed anche con le maggiori precauzioni non si risolve il problema. Perché è anche vero che ceppi resistenti si possono formare verso i conservanti, verso tutto. Ma, in condizioni di igiene normale, la conservazione è pressoché garantita.

Avatar utente
poalapoala
Messaggi: 131
Iscritto il: ven apr 13, 2007 2:17 pm

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da poalapoala » lun feb 02, 2009 8:39 am

quindi cosa mi consigli per pulire il forno?
grazie ciao

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da Fabrizio Zago » mer feb 04, 2009 9:48 pm

"quindi cosa mi consigli per pulire il forno?"
Soda solvay e molto, parecchio, olio di gomito.

Avatar utente
poalapoala
Messaggi: 131
Iscritto il: ven apr 13, 2007 2:17 pm

Re: aceto e acido citrico

Messaggio da poalapoala » gio feb 05, 2009 1:45 pm

Mille grzie Fabrizio :oops:

Rispondi