Linea Longé: la conoscete?

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

saralla
Messaggi: 763
Iscritto il: lun feb 27, 2006 1:28 pm
Località: milano

Linea Longé: la conoscete?

Messaggio da saralla » ven gen 16, 2009 3:58 pm

ciao a tutti, mi hanno consigliato questa linea che non conoscevo: http://www.longema.com/caratteristiche.html qualcuno di voi la usa? i costi sono davvero ottimi, circa 20E per il tubo di crema che è da 200ml, vista così mi ispira molto!! ho scritto per avere gli Inci, se me li mandano poi li posto.
Ultima modifica di saralla il ven gen 16, 2009 5:16 pm, modificato 1 volta in totale.

saralla
Messaggi: 763
Iscritto il: lun feb 27, 2006 1:28 pm
Località: milano

Re: Linea Longé: la conoscete?

Messaggio da saralla » ven gen 16, 2009 4:07 pm

Caspita detto fatto mi sono accorta che mi avevano già risposto! questo depone molto a favore! però sono un po' delusa, è vero che non ci sono petroilati e altre schifezze ma comunque vedo tanti bollini rossi :( in particolare ho guardato per bene l'ultima che è quella che volevo prendere io. Fabrizio che ne dici?


Ingredienti/Ingredients:

Aqua • Sucrose Polystearate • Caprylyl Carbonate • Caprylic/Capric
Triglyceride • Simmondsia Chinensis Oil • Glycerin • Cetearyl Alcohol •
Beheneth-25 • Hexyldecanol • Hexyldecyl Laurate • Propylene Glycol •
Hydrogenated Polyisobutene • Dimethicone • Prunus Amygdalus Dulcis Oil •
Tocopheryl Acetate • Tocopherol • Panthenol • Lactic Acid • Sodium Stearoyl
Glutamate • Xanthan Gum • DMDM Hydantoin • Phenoxyethanol • Methylparaben •
Propylparaben • Ethylparaben • Sodium Dehydroacetate • Profumo

NCI LONGE’ IDRA


Ingredienti/Ingredients:

Aqua • Sucrose Polystearate • Caprylyl Carbonate • Caprylic/Capric
Triglyceride • Simmondsia Chinensis Oil • Glycerin • Cetearyl Alcohol •
Beheneth-25 • Hexyldecanol • Hexyldecyl Laurate • Propylene Glycol •
Hydrogenated Polyisobutene • Dimethicone • Prunus Amygdalus Dulcis Oil •
Tocopheryl Acetate • Tocopherol • Panthenol • Lactic Acid • Sodium Stearoyl
Glutamate • Xanthan Gum • DMDM Hydantoin • Phenoxyethanol • Methylparaben •
Propylparaben • Ethylparaben • Sodium Dehydroacetate • Profumo


INCI LONGE’ PLUS


Ingredienti/Ingredients:

Aqua • Caprylic/Capric Triglyceride • Glycerin • Propylene Glycol •
Beheneth-25 • Cetearyl Alcohol • Olus • Behenyl Alcohol • Myristyl Alcohol •
Simmondsia Chinensis Oil • Hexyldecanol • Hexyldecyl Laurate • Brassica
Campestris Sterols • Tocopheryl Acetate • Tocopherol • Panthenol •
Chitosan • Ascorbyl Palmitate • Dimethicone • Beheneth-10 • Glycolic Acid •
Sodium Dehydroacetate • Phenoxyethanol • Methylparaben • Propylparaben •
Ethylparaben • DMDM Hydantoin • Profumo

saralla
Messaggi: 763
Iscritto il: lun feb 27, 2006 1:28 pm
Località: milano

Re: Linea Longé: la conoscete?

Messaggio da saralla » sab gen 17, 2009 10:27 am

up! :D

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Linea Longé: la conoscete?

Messaggio da Fabrizio Zago » dom gen 18, 2009 12:49 am

Sono fortemente imbarazzato perché è vero che c'è qualche bollino rosso ma ho anche visto i dati sperimentali e sono francamente ottimi. Non aggiungo altro.

saralla
Messaggi: 763
Iscritto il: lun feb 27, 2006 1:28 pm
Località: milano

Re: Linea Longé: la conoscete?

Messaggio da saralla » dom gen 18, 2009 8:53 am

ops...forse ho fatto una gaffe... :oops: non chiedo altro! però la provo, perchè se ho capito giusto quello che penso di aver capito mi fido!!!!! eccome! :D

Avatar utente
Riky
Messaggi: 1273
Iscritto il: mar ott 05, 2004 6:36 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Linea Longé: la conoscete?

Messaggio da Riky » dom gen 18, 2009 2:47 pm

Fabrizio mi sa che devi trovare qualcosa di alternativo e un po' meno segante del "bolino rosso altolà è tossico", perchè altrimenti chiunque veda qualche bollino rosso, anche se in fondo all'INCI (quindi quantità omeopatica) oppure rosso perchè poco biodegradabile (ma non velenoso - insomma che sia doppio rosso uno ftalato e uno 0,5% di silicone che serve a far scorrere la formula - allo steso identico modo-...embè a me dermatologa non è che piaccia molto).
E poi a voler ben vedere - a parte pochissimi casi di piccole aziende (o dei tedeschi che però usano tonnellate d'alcol e di erbe fiori e frutti) - non esistono in giro prodotti alla portata di tutti completamente gialloverdi. E parliamo di un'altro fatto importante (importante per noi derma's): e le sperimentazioni? E i test di efficacia?
Non basta vedere l'Inci, e il rosso non è tutto.... ;)
(questo per non segare a causa di qualche bollino rosso peraltro ininfluente dei prodotti validissimi e con un rapporto qualità prezzo eccezionale) - che io ho suggerito anche ad atopici, per indenderci...

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Linea Longé: la conoscete?

Messaggio da Fabrizio Zago » dom gen 18, 2009 9:48 pm

Ciao Riky,
ovviam,ente hai perfettamente ragione, vorrà dire che la prossima versione del biodizionario sarà non dico più tollerante ma più "precisa" proprio sui punti che hai sollevato tu.
Al lavoro.....!!!!

Carla65
Messaggi: 331
Iscritto il: mar mag 17, 2005 8:48 pm

Re: Linea Longé: la conoscete?

Messaggio da Carla65 » lun gen 19, 2009 10:36 pm

Ma scusate. Ho sempre pensato che quello che fa la differenza tra cosmesi tradizionale e cosmesi bio-ecologica non fosse l'efficacia, o perlomeno non solo, quanto la capacità di ottenere il medesimo scopo ad un prezzo che non fosse troppo salato per l'ecosistema.
Non è così? I cosmetici tradizionali fanno dunque tutti schifo anche dal punto di vista dell'efficacia? E' per questo che quelli della Longema si salvano? Perché tutto sommato come composizione non sono malaccio e fanno davvero bene alla pelle?
Adesso non voglio rigirare il dito nella piaga, ma quante volte mi sono ritirata dall'acquisto magari solo per un quid di dimethicone?
Se il criterio è: fa bene o no alla pelle? Allora si riapre un mondo. Va bene, poi ci sono i dati sperimentali, ecc.
Però, è una faticaccia....
Carla

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Linea Longé: la conoscete?

Messaggio da Fabrizio Zago » mar gen 20, 2009 10:16 am

Ciao Carla65,
il problema è, come sempre, la quantità in gioco. In queste creme la quantità di sostanze non biodegradabili, segnatamente il Dimethicone, non è presente in quantità "funzionale" ma solamente estetica. Mi spiego meglio: le due creme funzionano perché sono piene zeppe di sostanze naturali ed eficacissime, la pelle liscia, nutrita ed idratata non è una semplice "sensazione" che potrebbe essere raggiunta da dosi massiccie di siliconi. In queste emulsioni il silicone serve solo ad impedire il fenomeno della "mano bianca" cioè la spiacevole sensazione di avere la formazione di una schiumetta bianca che si forma quando si spalma la crema. Quindi quantità minime.

saralla
Messaggi: 763
Iscritto il: lun feb 27, 2006 1:28 pm
Località: milano

Re: Linea Longé: la conoscete?

Messaggio da saralla » mar gen 20, 2009 11:04 am

scusa Fabrizio, a me aveva perplesso molto il il propylene glycol così in alto, ma forse è uno dei propileni verdi? (ce n'è una marea ne biodizionario!) lo chiedo anche per i sensi di colpa, perchè ho praticamente fatto depennare dai fornitori del mio gas un produttore reo di mettere nelle creme il propylene glycol che avevo capito essere molto dannoso... o cavolo mi rendo conto che il gioco si fa sempre più complesso, dopo aver scoperto il biodizionario la mia scure si abbatte su qualsiasi cosa abbia un pallino rosso, ma dopo questo post mi stanno venendo un sacco di dubbi anche perchè, come dice ricki,essendo digiuna di chimica non so valutare i bollini rossi, riesco solo a eliminare in toto il prodotto che li contiene soprattutto se li ha in alto!!!! :shock:

Avatar utente
Riky
Messaggi: 1273
Iscritto il: mar ott 05, 2004 6:36 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Linea Longé: la conoscete?

Messaggio da Riky » mar gen 20, 2009 11:28 am

Al di là di questa linea di cui si parla nel topic, il limite del "giudizio da *no al bollino rosso* sempre e comunque risulta evidente. Primo perchè c'è rosso e rosso, secondo perchè c'è sede e sede in INci - ovvero concentrazione utilizzata, terzo perchè la ricerca deve prevedere anche la mssima funzionalità ed efficacia della formula, oltre che sicurezza e basso impatto ambientale. La ecoprogettazione del futuro (che inizia oggi) si può diffondere solo se si danno ai produttori delle "flessibilità": il talebanesimo eccessivo non giova all'eco - e manco alla pelle alla fin fine.
Faccio un esempio - c'è un produttore di cosmetici molto in gamba (non cito per discrezione, e vorrei continuaste anche voi a non far nomi) che ha sempre formulato meravigliosamente. Ma quando, per il desiderio di mettere la più alta percentuale di "robba bio" nelle sue formule, ha praticamente sostituito l'acqua con un succo di pianta bio, ha creato dei prodotti assai peggiori (dal punto di vista della gradevolezza e della tollerabilità) di quelli che faceva precedentemente. Sono più bio, sono più eco, ma.... sono migliori?
In che direzione bisogna andare? Secondo me bisogna favorire la ricerca. Invece il bollino rosso a volte favorisce l'emotività.
Altro esempio: secondo voi, gli esecrabili test su animali viventi, verranno bloccati da scienziati seri ed etici che lavorando e facendosi un mazzo tanto scopriranno e troveranno alternative valide al sacrificio animle, oppure da gruppi di fanatici che imbenzinano e incendiano (sto parlando per eccessi, cercate di capirmi). Certo, non ci fossero stati i pasionari, non ci sarebbero stati scienziati col fuoco al culo per trovare alternative forse, e qua il discorso si fa complesso.... mi sa che ognuno può dire di tutto, ma credetemi: se volete davvero fare un favore alla pelle e al pianeta, dovete davvero iniziare a documentarvi un po' con la capoccia vostra. E...provate a chiedere agli/alle abili spignattatori/trici che fanno cosmetici fai da te: dopo un inizio tutto bio, per fare prodotti "migliori" comunque uno zic di palla rossa gialla arancone qua e là lo mettono... Lola, Anto, Alastor, confermatemi o....sconfermatemi! :D

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Linea Longé: la conoscete?

Messaggio da Fabrizio Zago » mar gen 20, 2009 7:27 pm

Io dico solo che qui nasce l'esigenza del pallino arancione.
Vedrò come fare.
Per il resto sono completamente d'accordo con Riky. Purtroppo il biodizionario è una prima risposta alle tante schifezze che ci sono state propinate ma è anche necessario farsi una idea propria che vada al di là del semplice bollino (di qualsiasi colore sia). L'esempio del dimethicone usato in una maniera o in un'altra dovrebbe far riflettere.

alastor
Messaggi: 658
Iscritto il: lun mag 12, 2008 11:31 am

Re: Linea Longé: la conoscete?

Messaggio da alastor » mar gen 20, 2009 10:23 pm

Riky ha scritto:documentarvi un po' con la capoccia vostra. E...provate a chiedere agli/alle abili spignattatori/trici che fanno cosmetici fai da te: dopo un inizio tutto bio, per fare prodotti "migliori" comunque uno zic di palla rossa gialla arancone qua e là lo mettono... Lola, Anto, Alastor, confermatemi o....sconfermatemi! :D
io non ho fatto il militare per cui non sono abile ma sono stato citato e quindi sottoscrivo in pieno quanto scritto da riky, confermo senza indugio (ma se mi sbolognate il dimeticone mi concedete un arancione anas anche ad un altro paio di bollini rossi?: )

Giusi Pil
Messaggi: 139
Iscritto il: ven gen 02, 2009 10:46 pm

Re: Linea Longé: la conoscete?

Messaggio da Giusi Pil » sab gen 24, 2009 7:42 pm

ciao a tutti,
ho letto con molto interesse i vostri post. Vi allego un INCI di una crema per il viso che avevo rifiutato per via di 2, mi sebra, prodotti con bollini rossi. Alla luce di questo forum vorrei sapere che ne pensate e se gli ingredienti naturali possono essere di qualche efficacia.

Aqua, ethilhexil palmitate, gliceryl stearate, Simmondsia chinensis oil, Butyrospermum parkii butter, tocopheryl acetate, cetearyl alcohol, glycerin, cetearyl olivate, sorbitan olivate, Aloe Barbadensis gel, niacinamide, hydrolyzed ulva lactuca extract, glycine soja extract, oryzanol, epigallocatechin gallate, ceramide 3, ceramide 6 II, ceramide 1, phytosphingosine, cholesterol, sodium lauroyl lactylate, carbomer, xantan gum, lactic acid, phytic acid, lecithin, tocopherol, ascorbyl palmitate, sodium benzoate, potassium sorbate, parfum.

Grazie.

andrea86
Messaggi: 180
Iscritto il: gio lug 05, 2007 4:08 pm

Re: Linea Longé: la conoscete?

Messaggio da andrea86 » sab gen 24, 2009 11:34 pm

in generale sono d'accordo con voi quando dite che bisogna ragionare con la propria testa e vedere prodotto per prodotto quali sono i bollini rossi e decidere di conseguenza... ma volevo anche dire che uso prodotti tutti verdissimi, ottimi sia per qualità, texture, che per risultati. non in tutto, ma in molti casi si puo' fare bio e funzionale. e non ci trovo niente di male ad usare erbe ed erbette come dite voi.

Rispondi