Percarbonato - 30° e 50° PERCHE' ???

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

sole75
Messaggi: 1128
Iscritto il: dom mar 02, 2008 2:53 pm

Re: Percarbonato - 30° e 50° PERCHE' ???

Messaggio da sole75 » mar ago 12, 2008 11:41 am

matedena ha scritto:perchè la Sonett, se vende un prodotto puro al 70%, ne minimizza l'INCI dichiarando sul sito solo >30% ?
Non vorrei dire una cavolata, ma credo che sia la formula con cui si indica la composizione, in base alla Normativa UE: gli ingredienti si elencano in base alla percentuale con cui sono presenti:
tra 5 e 15%
tra 15 e 30%
sopra il 30%

Non esiste in questa dicitura la formula sopra il 40% o 50% o 70%. Tutto quello che supera il 30% si indica con >30%.

Per quanto riguarda il contenuto della mail che mi hanno inviato, traduco qui di seguito:

"Gentile Signora...,
grazie per la Sua richiesta. La composizione del prodotto è 30% carbonato di sodio e 70% percarbonato di sodio. La composizione dichiarata segue le prescrizioni UE.
La denominazione INCI per Percarbonato di Sodio è Sodium Carbonate Peroxide.
...."

matedena ha scritto:Non è per caso che il prodotto parte dalla fabbrica al 70% e col caldo dei camion arriva a destinazione in una percentuale variabile, difficile da calcolare, ma sicuramente >30% ?
Per quanto riuguarda il fatto che il percarbonato durante il trasporto e per il calore possa degenerare e perdere le sue proprietà, rigiro la domanda a Fabrizio.
Ciao

Avatar utente
elena.legnani
Messaggi: 630
Iscritto il: ven ott 20, 2006 9:53 pm
Località: Bologna

Re: Percarbonato - 30° e 50° PERCHE' ???

Messaggio da elena.legnani » mer ago 27, 2008 2:22 pm

Ma Officina non ha risposto ancora?

sole75
Messaggi: 1128
Iscritto il: dom mar 02, 2008 2:53 pm

Re: Percarbonato - 30° e 50° PERCHE' ???

Messaggio da sole75 » gio ago 28, 2008 10:23 am

Finalmente è arrivata la risposta di Officina Naturae. Ve la copio così com'è:

Cara ..., è un vero piacere avere a che fare con persone consapevoli, che si pongono domande su argomenti che farebbero sorridere la maggior parte della popolazione!
Il nostro prodotto Percarbonato Sbiancante contiene il
50% di percarbonato di sodio.
Quando abbiamo formulato il prodotto, abbiamo cercato di eliminare uno dei problemi derivati dall'utilizzo del percarbonato di sodio.
Quando il percarbonato libera l'ossigeno, diventando carbonato di sodio, tende ad indurire i tessuti a causa dei sali che si fissano sulla trama.
Per questo motivo abbiamo inserito nella formula dei sequestranti sotto forma di silicati e fosfonati che, addolcendo l'acqua, lasciano i capi più morbidi e migliorano l'efficacia dei tensioattivi.
Spero essere stato esaustivo, nel caso abbiate altre domande non esitate a contattarci ancora.
Buona serata,
Luca


Mi chiedo ora, in vista del problema che si è riscontrato e di cui - proprio in questo topic - parlavano Franceschilla e Matedena (cioè l'INDURIMENTO dei tessuti) se veramente la formula di ON riesce a ovviare a questo problema meglio di altre combinazioni (ad es percarbonato sonett + anticalcare ecor che contiene ce aspettavamiome sequestrante il sodio citrato). Quali sequestranti sono più efficaci? Meglio citrato di sodio o silicati e fosfonati?

Fabrizio, ora che abbiamo i dati che aspettavamo, pui darci un tuo parere?
ciao e grazie
Sole

sole75
Messaggi: 1128
Iscritto il: dom mar 02, 2008 2:53 pm

Re: Percarbonato - 30° e 50° PERCHE' ???

Messaggio da sole75 » mer set 03, 2008 9:04 am

Ciao a tutti!
Questa discussione è stata "abbandonata" ed è scivolata un po' in basso nella pagina iniziale, quindi è poco visibile. Però a me restano ancora parecchi dubbi riguardo ai vari tipi di percarbonato in commercio.
Per riepilogare: abbiamo confrontato il percarbonato Sonett con quello Officina Naturae (che diverse di noi usano o hanno usato con soddisfazione....e che - rispetto a quello Sonett - ha un costo nettamente superiore, al quale vanno aggiunte le esose spese di spedizione!!!!)
Dunque, in risposta alla mia richiesta, la Sonett mi ha scritto che la loro polvere è composta al 30% di carbonato di sodio e al 70% di percarbonato di sodio.
Officina Naturae invece mi ha scritto che la percentuale di percarbonato nel loro prodotto è del 50%, mentre il resto della formula è costituito da sequestranti sotto forma di silicati e fosfonati che, addolcendo l'acqua, lasciano i capi più morbidi e migliorano l'efficacia dei tensioattivi.
Le email che ho ricevuto dalla Sonett e da ON le ho copiate per intero in post precedenti (se volete leggerle).
A questo punto, abbiamo abbastanza dati per stabilire quale dei due prodotti è più efficace?
Ripeto qui la mia domanda:
sole75 ha scritto:Mi chiedo ora, in vista del problema che si è riscontrato e di cui - proprio in questo topic - parlavano Franceschilla e Matedena (cioè l'INDURIMENTO dei tessuti) se veramente la formula di ON riesce a ovviare a questo problema meglio di altre combinazioni (ad es percarbonato sonett + anticalcare ecor che contiene come sequestrante il sodio citrato). Quali sequestranti sono più efficaci? Meglio citrato di sodio o silicati e fosfonati?

Fabrizio, ora che abbiamo i dati che aspettavamo, pui darci un tuo parere?
GRAZIE e ciao a tutti
Sole

matedena
Messaggi: 356
Iscritto il: mar ago 29, 2006 9:39 am

Re: Percarbonato - 30° e 50° PERCHE' ???

Messaggio da matedena » mer set 03, 2008 9:23 am

Mah... stando alla % di percarbonato si direbbe Sonett, ma il mio dubbio rimane sempre quanto fa male alle fibre.

sole75
Messaggi: 1128
Iscritto il: dom mar 02, 2008 2:53 pm

Re: Percarbonato - 30° e 50° PERCHE' ???

Messaggio da sole75 » gio set 04, 2008 3:17 pm

matedena ha scritto:Mah... stando alla % di percarbonato si direbbe Sonett, ma il mio dubbio rimane sempre quanto fa male alle fibre.
Difatti questo è anche il mio dubbio. Come dicevo, temo che in particolare il carbonato di sodio (la soda) mi stia rovinando i panni e sbiadendo i colori. Qualcun altro ha riscontrato il problema dell'indurimento dei tessuti.

Fabrizio, puoi dirci qualcosa in proposito?
Grazie
ciao ciao
Sole

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Percarbonato - 30° e 50° PERCHE' ???

Messaggio da Fabrizio Zago » sab set 06, 2008 6:35 pm

Ciao sole75,
è vero adesso abbiamo abbastanza dati per dare dei giudizi.
Il prodotto Sonett sbianca di più ma è molto agressivo sui tessuti, il prodotto ON è certamente meno sbiancante ma più equilibrato dal punto di vista dell'agressione ai tessuti.
In definitiva credo che molto dipenda dall'uso che se ne fà: usato come semplice additivo (cioè sopra un altro detersivo) allora è più efficace il primo, se invece si desidera una "base" da usare per costruire un formulato allora mi pare più indicato quello ON.

Martasandrini
Messaggi: 10
Iscritto il: dom gen 21, 2007 4:12 pm

Re: Percarbonato - 30° e 50° PERCHE' ???

Messaggio da Martasandrini » dom set 14, 2008 7:19 pm

Quoto
sole75 ha scritto:
matedena ha scritto:Mah... stando alla % di percarbonato si direbbe Sonett, ma il mio dubbio rimane sempre quanto fa male alle fibre.
Difatti questo è anche il mio dubbio. Come dicevo, temo che in particolare il carbonato di sodio (la soda) mi stia rovinando i panni e sbiadendo i colori. Qualcun altro ha riscontrato il problema dell'indurimento dei tessuti.

Fabrizio, puoi dirci qualcosa in proposito?
Grazie
ciao ciao
Sole

Avatar utente
valsun
Messaggi: 11
Iscritto il: lun gen 13, 2014 3:29 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Percarbonato - 30° e 50° PERCHE' ???

Messaggio da valsun » gio gen 16, 2014 8:59 am

Buongiorno, dopo aver letto tutto quello che riuscivo sul percarbonato di sodio mi restano molte curiosità, inizio a postarne una semplice e vi ringrazio se saprete risolverla:

Secondo questo sito (http://alberoestella.it/negozio/prodott ... ante-puro/) che vende e commenta il percarbonato di Officina Naturae, il percarbonato, decomponendosi, genera carbonato di sodio (soda solvay) che si fissa ai tessuti e lascia un ph alcalino, diverso da quello acidulo della pelle, e quindi va necessariamente neutralizzato con un risciacquo a base di acido citrico (informazione non presente invece nel sito di ON).
Se ciò è vero per il percarbonato puro, mi sembra contraddire quanto si era arrivati ad affermare in questa discussione, cioè che la formula di ON è al 50% perché contiene anche sequestranti che addolciscono l’acqua e ammorbidiscono i tessuti, evitando che il carbonato di sodio che rimane quando si libera l’ossigeno indurisca le fibre…
Quindi l’acido citrico è davvero indispensabile con questo prodotto di ON?
Grazie

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Percarbonato - 30° e 50° PERCHE' ???

Messaggio da Fabrizio Zago » gio gen 16, 2014 5:17 pm

L'acido citrico è indispensabile in tutti i casi. Con un prodotto "puro" ne servirà di più. Con un "formulato" cioè con la presenza anche di sequestranti, meno, molto meno. Ma serve comunque.
Ciao
Fabrizio

Avatar utente
valsun
Messaggi: 11
Iscritto il: lun gen 13, 2014 3:29 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Percarbonato - 30° e 50° PERCHE' ???

Messaggio da valsun » gio gen 16, 2014 10:45 pm

Grazie per la gentilezza e la velocità!
Ho comunque intenzione di usare l'acido citrico al posto del consueto ammorbidente, secondo i vostri consigli, quindi la cosa non mi crea problemi, volevo solo capire a livello teorico come funzionasse.
A presto!
Valentina

Rispondi