microrganismi effettivi nell'uso domestico

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Avatar utente
mariano
Messaggi: 14
Iscritto il: mar mar 25, 2008 7:04 am

microrganismi effettivi nell'uso domestico

Messaggio da mariano » ven apr 18, 2008 9:15 am

Scusate se chiedo informazioni su un'argomento che avete già trattato, ho cercato un pò ma non ho trovato nulla. Ieri sera all'incontro GAS del mio paese hanno riportato gli effetti positivi dell'usare questi microrganismi per le pulizie di tutta la casa, sul volantino riportano : "......puoi usare i prodotti EM per controllare i cattivi odori , per fare tutti i tipi di pulizie, ridurre o rimpiazzare tutti i detergenti nella tua casa e in giardino ed anche riciclarli......"
Ma io non ho capito bene cosa sono???? :oops: Sono davvero ecologici ???? etici???? naturali??? e se si funzionano o sono un ecofurbata??????????? Mi aiutate a capirci qualcosa e a consigliarmi cosa devo fare con il litro di liquido che mi hanno dato di prova???? Visto che ancora non mi ha risposto nessuno vi lascio anche il sito internet:
http://www.em-italia.com .
Fabrizio mi dai una mano tu??????

Avatar utente
mariano
Messaggi: 14
Iscritto il: mar mar 25, 2008 7:04 am

Re: microrganismi effettivi nell'uso domestico

Messaggio da mariano » sab apr 19, 2008 1:28 pm

Aiutoo perchè nessuno mi risponde??????????????????? Ho fatto una domanda stupida??????????????' :(

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: microrganismi effettivi nell'uso domestico

Messaggio da Fabrizio Zago » sab apr 19, 2008 4:51 pm

Ciao mariano,
ho visitato il sito che hai indicato e sono rimasto profondamente deluso dato che nella lunga lista di cosmetici riportata non viene segnalato un solo INCI che sia uno. Cosa c'è da nascondere? E poi c'è anche una bella normativa che lo impone! quindi l'approccio diciamo che è sul negativo andante.
Sullo specifico dei batteri che lavano ovviamente sono altrettanto contrario. Semmai sono gli enzimi che questi batteri producono che possono, limitatamente ad alcune tipologie di sporco, lavare. Ad esempio sulle macchie grasse non lavano nulla.
Ma la mia contrarietà è anche un'altra, seguimi: se nell'ambiente naturale ci sono un tot di batteri (speriamo mesofili e non patogeni) essi si sviluppano fino a raggiungere una sorta di equilibrio per cui tanti ne nascono e tanti ne muoiono. Questo significa che in un determinato "spazio" ci saranno un certo numero di batteri, in equilibrio. Ora se io metto in questo ambiente (un fiume, una stanza, il mare,....) dei batteri "diversi" saranno più tosti di quelli "naturali"? E se fosse così non è vero che si sostituirebbero a quelli naturali? Io penso di sì e penso anche (perché ti leggo nel pensiero e vedo che stai dicendo "perchédovrebbero essere diversi?") che se si trattasse di batteri "normali" non modificati, selezionati eccetera, ebbene saremmo sempre pulitissimi, non avremmo bisogno di nessun detergente nè per i panni nè per la persona, l'ambiente stesso ed i suoi batteri ci laverebbero in continuazione, siccome così non è è chiaro che si tratta di batteri diversi!
Insomma, se mi hai seguito fino a qui capirai automaticamente che queste cose fanno, potenzialmente, del male all'ambiente ed il richio è certamente più grande che usare dei tensioattivi che dopo pochi giorni o addirittura poche ore vengono degradati a sostanze ecocompatibili.

Avatar utente
mariano
Messaggi: 14
Iscritto il: mar mar 25, 2008 7:04 am

Re: microrganismi effettivi nell'uso domestico

Messaggio da mariano » sab apr 19, 2008 10:06 pm

Grazie mille, dell'inci me ne ero accorta anche io, mi sa proprio che il litro che mi hanno dato lo restituisco, mamma sto pensando ai miei zii che alla dimostrazione glielo hanno dato da bere...... :shock: Scusa Fabrizio secondo te cosa posso suggerire ai capi gruppo GAS che dopo averli conosciuti e testati in casa loro ce li hanno fatti conoscere.Quale sarebbe secondo te la soluzione meno dANNOSA?????

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: microrganismi effettivi nell'uso domestico

Messaggio da Fabrizio Zago » dom apr 20, 2008 12:03 pm

Quale sarebbe secondo te la soluzione meno DANNOSA?????
L'unica soluzione è informarsi, capire come funzionano i detergenti, scoprire chi è mosso da buona fede e propone soluzioni vere dagli ecofurbi.
Per sempio potresti invitare un tecnico e fare una bella serata di studio e di approfondimento del tema. Altre soluzioni non ne conosco.

animavivente
Messaggi: 9
Iscritto il: dom apr 27, 2008 9:40 pm

Re: microrganismi effettivi nell'uso domestico

Messaggio da animavivente » dom apr 27, 2008 9:46 pm

Salve,
in merito ai microorganismi efficienti vi lascio un sano consiglio di verificare prima di giudicare un metodo conosciuto un po' per tutta la ns. amata terra :D
Buonazione Maurizio

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: microrganismi effettivi nell'uso domestico

Messaggio da Fabrizio Zago » dom apr 27, 2008 11:54 pm

Caro animavivente,
è proprio perchè abbiamo il massimo rispetto della nostra beneamata terra che la tecnica dei batteri ci lascia perplessi.
Forse non hai letto il mio precedente intervento, ti invito a farlo e se hai dei dati scientifici, precisi, inconfutabili DACCELI. Capirai che la tua parola o quella di chi vende questi prodotti lascia il tempo che trova e quindi, anche a te dico due cose: io posso dire quello che volgio dato che non vendo nulla. Secondo che scegli tu il laboratorio che preferisci, non deve essere il mio per forza, e andiamo a fare un test UFFICIALE di lavaggio. Se i batteri lavano come un dtersivo il test lo pago io altrimenti lo paghi tu. Per tua informazione il test costa 6200 €.
Se hai volgia di nasconderti dietro il "ma moltissime persone lo usano con soddisfazione", "tanto io non credo alla scienza" ed altre amenità del genere e siccome di menate di questo tipo ne abbiamo sentito a vagonate ma poi il test non lo hanno mai fatto (e se lo hanno fatto si sono guardati bene dal pubblicarlo), allora, credi a me, lascia perdere che è meglio.

animavivente
Messaggi: 9
Iscritto il: dom apr 27, 2008 9:40 pm

Re: microrganismi effettivi nell'uso domestico

Messaggio da animavivente » lun apr 28, 2008 11:42 am

A PROPOSITO DI MICRORGANISMI

I microrganismi sono piccole forme di vita che possono essere osservate solo attraverso il microscopio. Essi costituiscono le basi dell'origine della vita sul nostro pianeta e sono essenziali per la vita stessa. Infatti hanno svolto un ruolo cruciale affinché si sviluppassero gli esseri viventi sulla Terra : i microrganismi hanno "ripulito" l'atmosfera primordiale ( che era satura di gas metano, di anidride carbonica, di ammoniaca ed in cui vi era una forte radioattività ) contribuendo alla nascita degli oceani e di un ambiente nel quale gli esseri viventi potessero sopravvivere. Rappresentano un gruppo decisamente eterogeneo e la cattiva fama di cui spesso godono è ampiamente immeritata. La maggioranza di essi, infatti, svolge attività di grande utilità per l'uomo, gli esseri viventi e l'ambiente.
Si distinguono in patogeni ( che generano malattie nell'uomo, negli animali e nelle piante ) ed in benefici. Abbiamo accennato e vedremo come i microrganismi abbiano giocato un ruolo cruciale nella creazione della Terra, del suolo e degli oceani e nel favorire lo sviluppo delle piante, centrali nella catena alimentare. Ma questo non è tutto. I microrganismi giocano un ruolo chiave anche nella produzione del cibo. Fra questi alcuni vengono utilizzati dall'uomo da migliaia di anni, nei processi di produzione degli alimenti ( pane, vino, birra ) nonché nelle fasi della loro maturazione e conservazione. Con l' "aspergillus" si ottiene il sake dal riso ; con il lievito il vino dall'uva , il pane dalla farina e la birra dall'orzo ; con il caglio si producono formaggi ; il gorgonzola deriva il sapore che lo caratterizza da una muffa, la medesima da cui si ottiene la penicillina.
Gli ambienti frequentati dai vari microrganismi sono i più disparati, spaziando dal terreno agrario ai suoli incolti delle terre emerse, ai fondali marini, agli organi interni di piante e animali, con cui alcuni microrganismi possono non solo pacificamente convivere, ma addirittura instaurare rapporti reciprocamente favorevoli. I microrganismi "decompongono" i materiali organici in metaboliti semplici che possono poi essere utilizzati dalle piante e da altri organismi.
In ogni momento abbiamo milioni di microrganismi nel nostro organismo : i batteri benefici scindono le sostanze che ingeriamo e rilasciano sostanze quali gli amminoacidi ( i mattoni delle proteine ) , gli antiossidanti e gli enzimi.
LA RELAZIONE SIMBIOTICA FRA LE PIANTE ED I MICRORGANISMI
4.6 miliardi di anni fa la Terra si trovava in una intensa attività vulcanica . Quando la temperatura sulla sua superficie si abbassò al di sotto dei 300 °C, l'umidità presente nell'atmosfera si raffreddò, producendo la pioggia, che formò gli oceani. L'atmosfera era satura, fra l'altro, di monossido di carbonio ed anidride carbonica. I microrganismi hanno fatto la loro comparsa circa 3.8 miliardi di anni fa ( c.d. microrganismi primordiali ) , quando la sostanza organica necessaria per la loro sopravvivenza era ancora scarsa. Tuttavia alcuni di essi erano in grado di creare sostanza organica dall'energia della luce e da sostanze inorganiche, come l'anidride carbonica. I primi microrganismi a comparire furono alcune muffe ed alcuni batteri , oltre ai microrganismi delle alghe-verdi, in grado di produrre ossigeno attraverso la fotosintesi.
Essi utilizzavano l'anidride carbonica per sintetizzare sostanza organica, creando i nutrienti necessari alle piante ed, al tempo stesso, disgregando la roccia, dando così vita al suolo. L'ossigeno cominciò a svilupparsi ed a diffondersi nell'atmosfera, uno strato di ozono si sviluppò attorno ad essa, proteggendo la Terra dai raggi ultravioletti.
Le piante crebbero e si svilupparono. Una volta morte, venivano degradate dai microrganismi, che le riciclavano nel suolo, rendendo quest'ultimo più soffice e ricco di sostanza organica. Questa, innescando un ciclo virtuoso, aumentava il numero dei microrganismi presenti nel suolo e, contemporaneamente, il numero di piante. Le piante sopravvivono grazie all'attività dei microrganismi del suolo; allo stesso tempo esse , attraverso la fotosintesi , producono sostanza organica che costituisce l'alimento dei microrganismi. Così è evidente come le piante ed il suolo rappresentino un anello cruciale nella catena alimentare. Alla base di tutto ci sono i microrganismi, che hanno reso possibile lo sviluppo di un ambiente favorevole alla vita.
Tra le piante ed i microrganismi esiste una relazione simbiotica : fin dagli albori della vita, le piante sopravvivono grazie all'azione dei microrganismi del suolo. Contestualmente le piante producono, attraverso la fotosintesi, materiale organico che diventa cibo per gli animali e gli stessi microrganismi. In tal modo le piante ed il suolo rivestono un ruolo cruciale nella catena alimentare. Tutto ciò è supportato dall'azione dei microrganismi del suolo. Così come le piante ed i microrganismi vivono in una relazione simbiotica, allo stesso modo dovrebbe avvenire fra l'uomo ed i microrganismi. Il feto umano vive in un ambiente privo di microrganismi. Fin dalla nascita però il bambino viene in contatto con i microrganismi, che vivono nel suo intestino ( la c.d. flora batterica intestinale ) e sulla sua pelle, proteggendolo. Fra i microrganismi si distinguono quelli dagli effetti benefici, negativi e neutrali. Quando prevalgono i microrganismi benefici, anche quelli neutrali agiscono positivamente, contrastando l'azione dei microrganismi dannosi. Oggigiorno le attività umane ( da quelle della vita domestica quotidiana - acque e rifiuti - a quelle agricole ed industriali ) inevitabilmente inquinano l'ambiente. Siamo inondati di sostanze chimiche ( pesticidi, cloro etc. ) e le acque di scarico prodotte dalle abitazioni, dall'agricoltura e dall'industria inquinano i fiumi e gli oceani ; come se non bastasse gli uomini, che come abbiamo accennato non possono sopravvivere senza l'azione dei microrganismi, continuano a promuovere una fanatica azione antibatterica, che ha la finalità di eliminare i microrganismi. Ma un'azione antibatterica indiscriminata elimina anche i microrganismi rigenerativi, dei quali abbiamo immenso bisogno. E' facile prevedere quale possa essere l'esito del protrarsi di una tale situazione. I microrganismi sopravvivranno con sempre maggiore difficoltà nell'ambiente attuale ed il numero dei microrganismi che popolano il suolo, i fiumi e gli oceani si ridurrà drasticamente. Immaginiamo, per esempio, cosa potrebbe accadere se una grande quantità di sostanza organica inquinata venisse rilasciata in un fiume. In assenza di un numero sufficiente di microrganismi capaci di decomporla, quando questa raggiungerà i mari darà corso al processo di eutrofizzazione [ abnorme proliferazione di bio-massa vegetale (micro-alghe). Il termine "eutrofizzazione", dal greco eutrophia (eu = buona, trophòs = nutrimento), in origine indicava, in accordo con la sua etimologia, una condizione di ricchezza in sostanze nutritive (nitrati e fosfati) in ambiente acquatico; oggi viene correntemente usato per indicare le fasi successive del processo biologico conseguente a tale arricchimento e cioè l'abnorme sviluppo di alghe con conseguenze spesso deleterie per l'ambiente ] con conseguente abnorme proliferazione del plancton e scarsità di ossigeno.Questo sconvolgente scenario, purtroppo, non interessa solamente gli oceani. In un ambiente sfavorevole ai microrganismi non si sviluppa nemmeno il ciclo della catena alimentare fra piante e suolo. Invece, se i rifiuti , una volta trattati con i MICRORGANISMI EFFETTIVI ® EM® , vengono distribuiti sul terreno , il suolo diventa più tenero, le piante crescono con maggiore facilità e maggiore è il raccolto che si ottiene.Le acque diventano più pulite e si riduce l'inquinamento degli oceani.


I microrganismi rivestono un ruolo fondamentale nel delicato equilibrio della vita sul nostro pianeta. Pertanto, se si vuole preservare l'equilibrio della Terra e dell'umanità, si deve comprendere e riaffermare la relazione simbiotica che ci lega ai microrganismi. L'azione di molti individui che lavorano nella stessa direzione può fare la differenza.
COSA SONO I MICRORGANISMI EFFETTIVI® EM®?
I MICRORGANISMI EFFETTIVI ® EM® non sono composti da un singolo microrganismo, ma da un folto gruppo di microrganismi non modificati geneticamente ( in totale 10 generi di microrganismi ed 80 differenti specie ) che coesistono simbioticamente in un'unica miscela , fra i quali :

* batteri della fotosintesi
* lieviti ( come quelli contenuti nella birra e nel pane )
* batteri dell'acido lattico ( come quelli contenuti nello yogurt, nel burro e nel formaggio )

La potenzialità di tali microrganismi esistenti in natura e la loro capacità di coesistere in tale formula simbiotica è stata scoperta e sviluppata più di 25 anni fa dal prof. Teruo Higa ( docente presso la Facoltà di Agraria dell'Università Ryukyu di Okinawa, in Giappone ) , mosso dalla volontà di trovare prodotti alternativi ai fertilizzanti ed ai pesticidi usati nell'agricoltura tradizionale, sviluppando una cultura di microrganismi che promuovesse la vita, in alternativa all'utilizzo di composti chimici.
I MICRORGANISMI EFFETTIVI ® , applicati all'agricoltura, hanno un ampio spettro di effetti :

* fissare l'azoto atmosferico
* rendere solubili sostanze nutritive
* sviluppare sostanza organica nel suolo, attraverso la fotosintesi
* migliorare le proprietà fisiche del suolo
* curare le malattie attraverso la produzione di antibiotici
* scomporre la sostanza organica presente nel suolo
* rendere il cibo animale più digeribile
* eliminare i cattivi odori degli allevamenti
* contrastare i processi ossidativi

Per un approfondimento dei benefici apportati dai vari microrganismi, si rimanda alla scheda tecnica T001 . Sebbene questi meccanismi fossero già stati scoperti da alcuni scienziati, il loro approccio era "unilaterale", avendo essi studiato l'effetto di una singola specie di microrganismi su uno dei processi sopra menzionati. La scoperta dei MICRORGANISMI EFFETTIVI ® EM® da parte del prof. Higa ha reso invece possibile affrontare uno svariato numero di problemi con una singola miscela di microrganismi.
L'attività dei MICRORGANISMI EFFETTIVI ® si basa sul principio della prevalenza o dominanza, secondo cui in natura esistono 3 tipi di microrganismi :

* degenerativi o patogeni ( attraverso il processo ossidativi producono i radicali liberi )
* neutrali ( rappresentano la maggioranza )
* rigenerativi ( ostacolano l'ossidazione, producendo sostanze antiossidanti )

secondo il principio della prevalenza, i microrganismi neutrali seguono il gruppo predominante, cosiddetto "leader".
I MICRORGANISMI EFFETTIVI ® EM® , che appartengono al gruppo dei microrganismi rigenerativi, quando vengono applicati correttamente rimpiazzano i microrganismi degenerativi assumendo così la leadership, e trascinano nella propria direzione i microrganismi neutrali ( che diventano loro alleati ) . In tal modo essi originano un ambiente rigenerativo ( pro-biotico ) con un processo auto-generante nel tempo.
I MICRORGANISMI EFFETTIVI ® EM® , laddove applicati, migliorano effettivamente ed efficacemente l'ambiente microbiologico.
I MICRORGANISMI EFFETTIVI ® EM® favoriscono la fermentazione utile ( c.d. maturazione ) a discapito della fermentazione nociva ( c.d. putrefazione ) de-componendo molecole complesse e generando al contempo prodotti metabolici come antibiotici, enzimi ed antiossidanti.
Per un approfondimento dell'attività dei MICRORGANISMI EFFETTIVI ® EM® si rimanda alla scheda T002.
COME AGISCONO I MICRORGANISMI EFFETTIVI® EM®?
I benefici dei MICRORGANISMI EFFETTIVI ® EM® si dimostrano in prima linea in agricoltura, dove con il loro impiego è possibile migliorare la qualità e lo stato di salute del suolo, ottenendo non solo un aumento della qualità dei prodotti agricoli, ma risolvendo anche non pochi problemi a livello ecologico.
I MICRORGANISMI EFFETTIVI ® EM® hanno un effetto rigenerante, ovunque li si voglia impiegare per rinvigorire e prevenire degenerazioni e patologie. L' insieme delle varie applicazioni dei prodotti a base di MICRORGANISMI EFFETTIVI ® EM® viene denominata TECNOLOGIA EM® . Essa rientra nel ramo delle biotecnologie, vale a dire della applicazione industriale di sistemi e processi biologici.
La TECNOLOGIA EM® è una tecnologia ECONOMICA ed EFFICACE .
Da 20 anni la TECNOLOGIA EM® viene impiegata con grande successo a livello mondiale , in più di 150 paesi. Essa trova una vastissima gamma di applicazioni:

* agricoltura e allevamento di bestiame
* casa e giardino
* smaltimento rifiuti
* trattamento delle acque e risanamento dell'ambiente
* edilizia abitativa
* benessere e rigenerazione

Da quando sono stati utilizzati per la prima volta, nel 1982, i MICRORGANISMI EFFETTIVI ® EM® non hanno mai causato effetti collaterali ; pertanto la TECNOLOGIA EM® non comporta effetti dannosi diretti ed indiretti, a breve o a lungo termine. L'economicità, l'efficacia, la semplicità d'uso e l'assenza di effetti collaterali, le sono valsi la definizione di "Tecnologia Autentica".
L'autenticità dei prodotti EM® è garantita dal marchio riprodotto a lato. Con questo marchio la EMRO® ( EM Research Organisation ) , un'organizzazione no-profit , si assume la responsabilità di rispettare i principi del prof. Higa, di attenersi scrupolosamente alla sua formula, di commercializzare e distribuire a livello mondiale i prodotti originali EM® .


Il Prof. Teruo Higa è nato ad Okinawa il 28 Dicembre 1941. Figlio di agricoltori, si è appassionato di agricoltura fin dall'infanzia, fino ad ottenere la laurea in Agraria. Attualmente è Professore alla cattedra di Orticoltura presso l'università di Ryukyus, ad Okinawa. "Uomo del suo tempo" nel rapporto con l'agricoltura tradizionale, è stato un accanito sostenitore ed utilizzatore di fertilizzanti artificiali, prodotti chimici e pesticidi per l'agricoltura. Dopo anni di convivenza con tali sostanze, ha notato un progressivo declino del proprio stato di salute ed, in particolare, ha cominciato a soffrire di allergie.

Come il Prof. Higa è giunto alla scoperta dei MICRORGANISMI EFFETTIVI ® EM® :

A metà degli anni settanta, egli venne nominato supervisore di un progetto avente la finalità di introdurre la coltivazione in aree desertiche del Medio-Oriente di alcune colture, fra cui il cocomero.
La coltivazione di tale frutto era resa difficile, fra l'altro, a causa di una malattia particolarmente virulenta che , stranamente, si mostrava resistente a qualsiasi tipo di trattamento chimico. Dopo svariati tentativi fallimentari, lo staff di ricerca si arrese alla sconfitta ; pertanto le piantine ammalate vennero sradicate ed abbandonate nei fossati di scolo che erano utilizzati per la raccolta delle acque di scarico delle cucine. Sconfortato, il Prof. Higa cessò di pensare a quelle piantine abbandonate, fino al giorno in cui notò, con immenso stupore, che esse non solo avevano perso qualsiasi segno della malattia, ma avevano anche iniziato a sviluppare nuove radici, gemme ed a produrre frutti. Tale inaspettato evento lo fece giungere alla conclusione che l'agricoltura stesse confidando in modo troppo esasperato sull'utilizzo di sostanze chimiche. Era perciò evidente quanto fosse necessario avviare un nuovo percorso, trovare un approccio alternativo e migliore dal punto di vista dell'impatto ecologico.
Così, una volta rientrato in Giappone, il Prof. Higa ha concentrato le proprie ricerche sui microrganismi. Correva l'anno 1977. Ma anni di intense ricerche non sembravano portare al risultato sperato : l'applicazione di singoli ceppi di microrganismi era efficace su alcune colture, ma non su altre. Ciò non bastò a scoraggiare la caparbietà del ricercatore.
Nel 1981 il Prof. Higa fece una scoperta tanto sensazionale quanto casuale. Come da prassi, era solito accumulare i microrganismi , una volta terminata la sperimentazione, in un unico contenitore. Un giorno, dovendolo svuotare, ne riversò il contenuto sul prato del giardino adiacente al laboratorio. Dopo una settimana notò come l'erba sulla quale aveva posto il mix di microrganismi fosse più rigogliosa rispetto all'altra. Al momento pensò che qualche suo studente avesse praticato degli esperimenti su quella stessa porzione di prato, ma , accertatosene, scoprì che così non era stato. All'improvviso una folgorazione illuminò la sua mente : era stata la combinazione di differenti tipi di microrganismi ! Era il "mix" la combinazione vincente che per anni aveva cercato !
Era convinzione generale in ambito scientifico che diverse tipologie di microrganismi ( in particolare aerobici ed anaerobici) potessero entrare in conflitto fra loro. Invece era evidente che tale conflitto non aveva avuto luogo ! Nel "mix" di microrganismi casualmente ottenuto vi era una combinazione sinergica, che li faceva convivere proficuamente.
A questa combinazione il Prof. Higa avrebbe successivamente dato il nome di MICRORGANISMI EFFETTIVI ® EM® ed avrebbe denominato TECNOLOGIA EM® la tecnologia che si è sviluppata attorno ad essi. :D
Ecco qualche scheda di sicurezza:
http://www.bionrg.it/Upload/SGruppo/Ss-em1.pdf
http://www.bionrg.it/Upload/SGruppo/SS%20EM-FKE.pdf
http://www.bionrg.it/download/GARANZIA_ ... TICITA.pdf
Altri link d'interesse:


Ulteriori informazioni e links

Siti particolarmente raccommandabili per la tematica EM

http://eminfo.info/ accozzaglia independete e molto vasta sulla tecnologia EM in genere cio'é sulla scoperta di miscugli di microrganismi simbiotici e rigenerativi (sito in inglese)
http://www.icbm.de/pmbio/mikrobiologischer-garten/ Un viaggio attraverso il mondo dei microbi (sito in inglese)
http://www.eufic.org/article/it/artid/microorganismi/ Articolo: "Il mondo minusculo dei microorganismi"
i nostri partner

http://www.em-world.de/ il nostro fornitore nuovo di EM (sito in tedesco)
http://www.acqua-seven.com/ Tecnologia EM per 'acqua: Osmosi inversa + Generatore di vortici + Ri-mineralizzazione + Energetizzazione (ceramica EM) in un solo aparachio integrato (sito in tedesco)

Forum EM

http://www.forum.em-effektive-mikroorganismen.de/ Forum dell’OLV (Società editrice per l’agricoltura organica r. l.) - (sito in tedesco)


Documentazione utile

http://www.agriton.nl/embroschure.html Relazione del prof. Higa su: I microrganismi utili ed efficaci per un’agricoltura stabile e per un ambiente sano (sito in inglese)
http://www.agriton.nl/embros.html Relazione del prof. Higa su: Nutrirsi bene e in modo sano (sito in inglese)
http://www.agriton.nl/apnanger.html Manuale all’uso di EM nei paesi APNAN (il network per l’agricoltura naturale nelle zone del pacifico asiatico) (sito in inglese)
http://www.embiotech.org/ sito pachistano (in lingua inglese) con moltissime informazioni utili, tra cui anche i suggerimenti per l’uso industriale di EM (acque di scarico, impianti di depurazione ecc.) (sito in inglese)
http://www.embio.it/catalog_1/download/berichte/EM Landwirtschaft - sanu Abschlussarbeit.pdf L\'impiego di EM in agricoltura. Tesi nell\'ambito del corso \"sanu\" per esperti per la natura ed ambiente, Biel (publicato in ottobre 2003) (sito in tedesco)
http://www.embio.it/catalog_1/download/berichte/Boku Wien.pdf L\'effetto di EM come integratore sull\'emissione di ammoiniaca, metano ed altri gas e sull\'odore del liquame di bovini e porci. (pubblicato in febbraio 2004) (sito in tedesco)
http://www.embio.it/catalog_1/download/berichte/Bokahi - Ferkel.pdf L\'influsso di Bokashi sulla salute e rendimento di lattonzoni (pubblicato in primavera 2003) (sito in tedesco)

Perche', sig. Zago, chiede alla gente un test da 6.200 euro??!!!
Le conviene fare una semplice prova di pulizia a mano o in lavatrice o con le stoviglie ect. di fronte ai cittadini interessati? Non e' dubbiosa e scoraggiante la sua proposta da 6.200 euro, e xche' e chi dovrebbe prendere tutti questi soldi?
Ma lei, sig. Zago, era un ex-responsabile della Henkel, una multinazionale che vende detergenti per miliardi all’anno? :shock:
Buonazione a tutti

cybermarzia
Messaggi: 386
Iscritto il: lun gen 28, 2008 1:37 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: firenze

Re: microrganismi effettivi nell'uso domestico

Messaggio da cybermarzia » lun apr 28, 2008 2:20 pm

sono gli stessi da cui comprai -a suo tempo- le noci del sapone.......

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: microrganismi effettivi nell'uso domestico

Messaggio da Fabrizio Zago » lun apr 28, 2008 7:55 pm

Caro animavivente,
lei non ha risposto a nessuna questione che le ho posto.
Ha solo cercato di violare la mia privacy e tentato di far credere che io mi intaschi 6200 euro.
Questa somma la può spendere dove vuole ma se lei non ci DIMOSTRA dati alla mano che i batteri (e già che ci siamo e visti anche i suoi riferimenti) e le noci lavano meglio o in maniera uguale al detersivo di riferimento europeo, ebbene lei ha sbagliato posto. Si tenga le sue inutili disamine, ci lasci in pace e faccia in modo che si parli il meno possibile di queste cose.
E' perlomeno strano che lei intervenga in un sito in cui si cerca di responsabilizzare i consumatori con affermazioni lunghe ma senza nessun dato concreto. Se vuole le mando i metodi analitici, una lista di laboratori, tutto quello che vuole ma senza questa evidenza di efficacia non intendo continuare a perdere tempo.
Fabrizio Zago

animavivente
Messaggi: 9
Iscritto il: dom apr 27, 2008 9:40 pm

Re: microrganismi effettivi nell'uso domestico

Messaggio da animavivente » mar apr 29, 2008 3:38 am

Salve sig. Zago,
la mia intenzione non e' la violazione della sua privacy bensi' una constatazione di quanto ho letto per caso e con sorpresa su internet del suo operato.
Inoltre ho notato le sue diverse discussioni contrastanti avute con i vari utenti perplessi sulla vs. chiarezza in merito alla nocivita' dei cosidetti detersivi-cosmetici-ect. "ufficialmente biologici" e "non" di cui la biologia terrestre ne viene continuamente alterata e danneggiata sin da quando si sono inventati le innumerevoli ed "artificiali composizioni fisico-chimiche" dissonanti ed incompatibili al D.N.A. generando l'indebolimento progressivo di tutta la salute mondiale (compreso centinaia di miglioni di morti tra animali, bambini, adulti ed anziani) nonostante le infinita' di denunce e processi fatte alle conosciute multinazionali.
Data la infelice ed allarmante situazione ambientale-sociale, l'unica via d'uscita e' di invertire la rotta seguendo una vita salutare, naturale ed ecosostenibile usando esclusivamente prodotti e metodi esclusivamente naturali e cercando di essere e non di avere amandoci tutti insieme x la liberta' assieme ai microorganismi efficienti di cui ne siamo carenti e bisognosi.
X la sua esigenza personale di confronto basta ordinarli da embio.it e provarli o, ancora meglio, contattare un responsabile che sara' lieto di ascoltare le sue proposte o, altro suggerimento, cercare tra i vari forum italiani, tedeschi, inglesi, giapponesi ect., sul loro utilizzo quotidiano riportandole come annotazione alcuni link utili:

- Sperimentazione del liceo scientifico di brunico: http://www.embio.it/catalog_1/download/ ... tifico.pdf
- Massimo rendimento del latte con minimo stress x le mucche eseguita da ditta di produttore di mangimi in Svizzera (in Italiano): http://www.embio.it/catalog_1/download/ ... eli.it.pdf

http://www.agriton.nl/embroschure.html Relazione del prof. Higa su: I microrganismi utili ed efficaci per un’agricoltura stabile e per un ambiente sano (sito in inglese)
http://www.agriton.nl/embros.html Relazione del prof. Higa su: Nutrirsi bene e in modo sano (sito in inglese)
http://www.agriton.nl/apnanger.html Manuale all’uso di EM nei paesi APNAN (il network per l’agricoltura naturale nelle zone del pacifico asiatico) (sito in inglese)
http://www.embiotech.org/ sito pachistano (in lingua inglese) con moltissime informazioni utili, tra cui anche i suggerimenti per l’uso industriale di EM (acque di scarico, impianti di depurazione ecc.) (sito in inglese)
http://www.embio.it/catalog_1/download/berichte/EM Landwirtschaft - sanu Abschlussarbeit.pdf L\'impiego di EM in agricoltura. Tesi nell\'ambito del corso \"sanu\" per esperti per la natura ed ambiente, Biel (publicato in ottobre 2003) (sito in tedesco)
http://www.embio.it/catalog_1/download/berichte/Boku Wien.pdf L\'effetto di EM come integratore sull\'emissione di ammoiniaca, metano ed altri gas e sull\'odore del liquame di bovini e porci. (pubblicato in febbraio 2004) (sito in tedesco)
http://www.embio.it/catalog_1/download/berichte/Bokahi - Ferkel.pdf L\'influsso di Bokashi sulla salute e rendimento di lattonzoni (pubblicato in primavera 2003) (sito in tedesco)

Buonazione :)

Avatar utente
Meristemi
Messaggi: 251
Iscritto il: lun gen 14, 2008 6:05 am

Re: microrganismi effettivi nell'uso domestico

Messaggio da Meristemi » mar apr 29, 2008 11:57 am

animavivente ha scritto: Inoltre ho notato le sue diverse discussioni contrastanti avute con i vari utenti perplessi sulla vs. chiarezza in merito alla nocivita' dei cosidetti detersivi-cosmetici-ect. "ufficialmente biologici" e "non" di cui la biologia terrestre ne viene continuamente alterata e danneggiata sin da quando si sono inventati le innumerevoli ed "artificiali composizioni fisico-chimiche" dissonanti ed incompatibili al D.N.A. generando l'indebolimento progressivo di tutta la salute mondiale (compreso centinaia di miglioni di morti tra animali, bambini, adulti ed anziani) nonostante le infinita' di denunce e processi fatte alle conosciute multinazionali.
Data la infelice ed allarmante situazione ambientale-sociale, l'unica via d'uscita e' di invertire la rotta seguendo una vita salutare, naturale ed ecosostenibile usando esclusivamente prodotti e metodi esclusivamente naturali e cercando di essere e non di avere amandoci tutti insieme x la liberta' assieme ai microorganismi efficienti di cui ne siamo carenti e bisognosi.
Dio mio. Mi chiedo quante speranze possiamo avere di rallentare lo scempio dell'ambiente se ci proponiamo alla gente in un certo modo, bizzarro a dir poco. Se l'obiettivo è quello di raggiungere e convincere più persone possibili (perche' parlarsi addosso nel circolo chiuso degli ambientalisti sappiamo che non porta a nulla) occorre almeno sapersi porre, avere un'idea non troppo vaga di quello che si dice e soprattutto, saper portare prove inconfutabili. Quelle prove che nella saggezza popolare si riassumono nell'espressione "carta canta". Ora io in questo thread vedo che si canta parecchio, ma di carte e di numeri non ne ho ancora visti.

Si stava parlando del presunto potere detergente di un mix di microrganismi, o sbaglio? Delle due dozzine di link che portano ad argomenti tra i piu' svariati ce n'e' almeno uno che descriva il potere detergente dei microrganismi? Altrimenti qui stiamo a chiedere pere ad uno che vende solo lenzuola. E per cortesia, che sia qualcosa di sensato. Che i microrganismi facciano crescere meglio l'erba non è la stessa cosa rispetto a pulire. Anche il letame fa crescere meglio l'erba.

Laura12
Messaggi: 2799
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 am

Re: microrganismi effettivi nell'uso domestico

Messaggio da Laura12 » mar apr 29, 2008 3:25 pm

Meristemi ha scritto: Mi chiedo quante speranze possiamo avere di rallentare lo scempio dell'ambiente se ci proponiamo alla gente in un certo modo, bizzarro a dir poco..
Grande Meristemi, quoto ogni tua parola!
Non so cosa faccia credere a certi personaggi che basti ammantarsi di un'aura "naturale con fiorellini + rimpianto dell'età dell'oro (ma quale?)" per far abboccare chi con sincera buona volontà nel concreto quotidiano vuol fare qualcosa per l'ambiente.
Se siamo su questo forum è perchè ci piace il rigore scientifico puntuale e pertinente, non vagheggi evocativi e suggestivi ma inconsistenti.

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: microrganismi effettivi nell'uso domestico

Messaggio da Fabrizio Zago » mar apr 29, 2008 7:39 pm

animavivente,
dove sono i dati di lavaggio? Fino a quando non li presenti è inutile che continui ad intervenire. Forse non lo hai capito bene ma se non dai prova di quello che sostieni i tuoi sono solo ed unicamente dei bal bla bla. Non sappiamo che farcene!
Fabrizio Zago

animavivente
Messaggi: 9
Iscritto il: dom apr 27, 2008 9:40 pm

Re: microrganismi effettivi nell'uso domestico

Messaggio da animavivente » mer apr 30, 2008 12:32 am

Buona positivita' a tutti.
X qualsiasi tipo di dati e' sufficiente cercare ed analizzare i tanti siti-forum-blog relativi agli em (microrganismi efficaci) e lavanoci (si raccomanda di acquistarle presso aziende stimate x l'importanza della sostanza contenuta detta saponina) che fanno da statistica sui risultati (99,99% positivi) delle performance su ogni settore d'interesse.
E allo stesso tempo, con pochi euro, acquistarli e... provare x credere sul bucato ma anche sui pavimenti, stoviglie, mobilio, cucina, auto e moto, wc e scarichi, ect. adottando chiaramente i relativi criteri di utilizzo che si trovano sui siti di acquisto (ovviamente quelli stimati italiani ed europei oltre a quelli americani, giapponesi, indonesiani, cinesi ect.).
E' vero che carta canta ma e' ancora piu' vero e realmente scientifico provare x credere come tanti hanno fatto oltre ad essere l'espressione piu' semplice e diretta.
Buonazione :D

Rispondi