intestino pigro e diverticolite

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Rispondi
chiaraf
Messaggi: 33
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:00 pm
Località: novara

intestino pigro e diverticolite

Messaggio da chiaraf » mar gen 08, 2008 12:23 pm

Salve a tutti,
mio padre soffre da tempo di intestino pigro (è molto stitico) e questo gli provoca molto malessere sia fisico che psicologico nel senso che andare in bagno è diventata una delle sue principali preoccupazioni.
A Settembre ha avuto addirittura un'occlusione intestinale è stato ricoverato e i medici hanno dovuto intervenire chirurgicamente.
Quello che mi preoccupa è che nè i medici nè lui affrontano il problema se non con lassativi. A complicare la situazione ci sono i diverticoli che periodicamente si infiammano e questo credo che renda controindicato l'uso di semi che Marco ha consigliato in altri topic.
Lui mangia molta verdura e brodi, ma anche molte altre cose (pasta, carne ecc.) e non usa caffeina.
Come fare per aiutarlo e per "rieducare" l'intestino?

Grazie
Chiara

lupin
Messaggi: 264
Iscritto il: mar giu 12, 2007 12:19 pm
Località: Roma

Messaggio da lupin » mar gen 08, 2008 6:45 pm

Ciao,
dato che Marco mancherà per un pochino se ti va attraverso i nostri interventi possiamo provare a parlarne e sommare le nostre piccole conoscenze.

Hai mai provato a suggerire a tuo papà direttamente l'olio di semi li lino? Forse non potendo assumere i semi ammolati precendentemente in acqua potrebbe essere la giusta soluzione. Su di me l'olio di lino ha proprio questo effetto,chissà che possa aiutare anche tuo padre.
Potrebbe prenderlo anche la mattina a digiuno( suppongo...) e successivamente bere un paio di bicchieri di acqua calda(parlo solo per esperienza e non per conoscenza "scritta").

Di certo l'assunzione di molti liquidi non può che fargli bene,magari anche attraverso tisane,ad esempio di Malva e (se non soffre di disturbi di pressione vari) radice di liquirizia. Potresti magari chiedere conferma in erboristeria ,ma la malva assunta singolarmente non dovrebbe avere particolari controindicazioni. La mia erborista mi consigliava però di assumere la malva lontano da eventuali medicinali(forse perchè poteva interferire con l'assorbimento degli stessi) e dai pasti.

Magari appena tornerà Marco potresti provare a capire quale sia la causa del problema,nel frattempo potresti dare a tuo papà qualche consiglio dal punto di vista alimentare(non so però se andiamo O.T.) e vedere se la situazione migliora.
Ad esempio di evitare alimenti come riso,pane raffermo,fette biscottate,banane,mele cotogne,mirtilli e carote(che se non sbaglio hanno tutti un effetto astringente) e di preferire cibi come l'avena,il frumento,la segale,il pane integrale,il miele(ad eccezione del miele di castagno),i fichi,le prugne,le patate cotte,il succo d'arancia e d'uva(che dovrebbero essere tutti alimenti leggermente lassativi). Ovviamente non so questi alimenti se sono adatti per persone che soffrono di diverticolite,li ho citati parlando esclusivamente dell'effetto astringente o lassativo(magari puoi chiedere al tuo medico quali alimenti evitare e tirare le somme).

Credo che sia anche di buona abitudine fare un pasto serale molto leggero(magari un brodo vegetale o una zuppa di cereali ),bere una tisana prima di andare a dormire e di mangiare i legumi (o nel suo caso la carne) a pranzo. Anche un po' di attività fisica credo che ci stia bene.

Spero di esserti stato d'aiuto e magari con l'aiuto di altre persone del forum possiamo "consultarci" e fare qualcosina di buono( o almeno non far danni....),nell'attesa che Marco ti dia qualche buon consiglio.

ciao,
Lupin

chiaraf
Messaggi: 33
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:00 pm
Località: novara

Messaggio da chiaraf » mer gen 09, 2008 9:39 am

Grazie Lupin per la risposta.
All'olio di lino non avevo pensato. Ma tu come fai, ne prendi un cucchiaio così com'è? Io l'avevo provato per condire e il sapore .... era proprio cattivo!
L'alimentazione è abbastanza sotto controllo con qualche sgarro!), gli posso suggerire succo d'uva e tisane che non credo abbia provato.

Grazie ancora
Ciao
Chiara

lupin
Messaggi: 264
Iscritto il: mar giu 12, 2007 12:19 pm
Località: Roma

Messaggio da lupin » mer gen 09, 2008 2:54 pm

chiaraf ha scritto:Grazie Lupin per la risposta.
All'olio di lino non avevo pensato. Ma tu come fai, ne prendi un cucchiaio così com'è? Io l'avevo provato per condire e il sapore .... era proprio cattivo!
L'alimentazione è abbastanza sotto controllo con qualche sgarro!), gli posso suggerire succo d'uva e tisane che non credo abbia provato.

Grazie ancora
Ciao
Chiara

Ciao Chiara!
Figurati per me è un piacere,sto tutto il giorno a leggere di piante e cibo :-) spero di aver detto cose giuste.

Credo che l'olio di lino sia più assimilabile se ben miscelato in uno yogurt o in un paio di cucchiaini di ricotta,nella quantità di un cucchiaio e non oltre(so che si può aumentare la quantità in particolari casi ma per farlo sarebbe meglio te lo consigliasse un medico o un naturopata).
Miscelandolo nello yogurt scompare quel saporino non proprio gradevole , quasi non te accorgi più e forse usato in questo modo anche come concetto è diverso dall'assunzione di lassativi,non so se mi sono spiegato..... in questo modo lo vedo quasi come una cura ,mentre preso a digiuno mi sembra più un modo diretto per agire momentaneamente sul problema(e continuo a non sapere se mi sono spiegato bene... :-) ).

So che l'olio di lino,se preso con continuità e conservato correttamente(in frigorifero,per non più di 30 giorni,lontano dalla luce,meglio se la bottiglia la rivesti con della carta argentata) agisce in vari modi,migliorando la respirazione ed ossigenazione cellulare,lubrificando i vari tessuti e migliorandone quindi la permeabilità,migliorando il transito intestinale,nutrendo la pelle secca...

Casomai la tisana di malva potresti fargliela provare a digiuno,un bel paio di tazze non credo che possano far male. So che è una pianta ricca di mucillagini dalle grandi proprietà emollienti,antiinfiammatorie e depurative. Magari prima della colazione e/o dell'assunzione di medicine sarebbe meglio aspettare un'oretta.
Ultima cosa,credo che per il caso di tuo padre sia più indicato il decotto rispetto all'infuso(più adatto quest'ultimo per le infiammazioni della gola,gargarismi etc...).

ciao ciao

Albero Olistico
Messaggi: 36
Iscritto il: lun feb 04, 2008 4:18 pm
Località: Milano
Contatta:

Re: intestino pigro e diverticolite

Messaggio da Albero Olistico » ven feb 08, 2008 4:52 pm

Ciao Chiara, ho riscontrato un notevole successo in casi simili nel trattare la disbiosi intestinale e con la riparazione dell'epitelio per "recuperare" i diverticoli. L'olio di lino in questo caso è troppo poco.
Immagino che i medici non vi abbiamo dato indicazioni in questo senso... potresti provare con la naturopatia :mrgreen:

Marco Valussi
Messaggi: 1770
Iscritto il: mer ott 06, 2004 8:04 am
Località: Verona
Contatta:

Re: intestino pigro e diverticolite

Messaggio da Marco Valussi » mer feb 13, 2008 11:26 am

chiaraf ha scritto:Salve a tutti,
mio padre soffre da tempo di intestino pigro (è molto stitico) e questo gli provoca molto malessere sia fisico che psicologico nel senso che andare in bagno è diventata una delle sue principali preoccupazioni.
A Settembre ha avuto addirittura un'occlusione intestinale è stato ricoverato e i medici hanno dovuto intervenire chirurgicamente.
Quello che mi preoccupa è che nè i medici nè lui affrontano il problema se non con lassativi. A complicare la situazione ci sono i diverticoli che periodicamente si infiammano e questo credo che renda controindicato l'uso di semi che Marco ha consigliato in altri topic.
Lui mangia molta verdura e brodi, ma anche molte altre cose (pasta, carne ecc.) e non usa caffeina.
Come fare per aiutarlo e per "rieducare" l'intestino?

Grazie
Chiara
Ciao Chiara, aggiungo a quanto già detto solo una cosa, è possibile reperire sul mervato dei preparati a base di semi di psillio nei quali è assente la frazione più coriacea del seme, sono delle polverine che si mescolano con acqua e si bevono immediatamente. Questo potrebbe essere un metodo per far assumere a tuo padre mucillagini e fibre solubilli senza andare ad iritare i diverticoli, ed anzi contribuendo a lenirle eventuali infiammazioni. Sempre sul mercato esistono combinazioni di questa polvere di psillio con probiotici, e questa combinazione avrebbe ancora più senso per una costipazione di lunga durata che ha sicuramente intaccato l'integrità della flora batterica residente.
Ciao
Marco

AmanteAloeVera
Messaggi: 2
Iscritto il: gio feb 14, 2008 11:19 am

Re: intestino pigro e diverticolite

Messaggio da AmanteAloeVera » gio feb 14, 2008 12:00 pm

Buongiorno a tutti, anche mio padre soffre da tempo di problemi allo stomaco precisamente
gastrite, colite duodenite e so che potreste nn crederci ma da poco sono spuntati i cosìdetti diverticoli...
Beh, ho provato dopo varie medicine a fargli assumere 30ml prima dei pasti 3 volte al giorno di Gel Aloe Vera
e mi ringrazia tutti i giorni perchè fa molta meno fatica a digerire,
lo stomaco nn è più sempre gonfio e può permettersi qualche eccezione il fine settimana...
(nella situazione in cui è, lo teniamo sotto dieta sana e priva di grassi!)
Mi faceva piacere dividere con voi i benefici dell'Aloe!!

Avatar utente
catwalk72
Messaggi: 1
Iscritto il: dom mar 30, 2008 7:46 pm

Re: intestino pigro e diverticolite

Messaggio da catwalk72 » gio giu 19, 2008 10:32 am

Ciao Chiaraf , se posso ,
vorrei consigliarti la lettura del libro del dott. Bernard Jensen " Intestino Libero " , che io ho ritirato dal sito macrolibrarsi.it .
Il dott. Jensen era specializzato nel curare proprio la patologia di tuo papa' , ma non solo con la dieta , con un apparecchio che in inglese chiama "colema" , e' una specie di clistere e idrocolon , che permette una pulizia profonda del colon .Come hai detto tu stessa i medici sanno prescrivere solo lassativi , ma sono dannosi per l'organismo perche' lo stressano , invece la pulizia diretta sia con il colema che con un normale clistere ( di quelli che si appendono ) permette all' organismo di essere ripulito dalle scorie che tutti abbiamo nel nostro corpo , dovute all' alimentazione moderna .Le remore ai clisteri sono di tipo culturale , in quanto associate a pratiche per vecchi , oggigiorno c'e' la pillola , lo sciroppo pronto e pulito e una pratica antica , con la quale molti medici nel primo '900 curavano l'influenza e' stata fatta cadere nel dimenticatoio . Se vorrai provare sappi che non provoca affatto una dipendenza , come molti dicono , solo che senza una modifica dell'alimentazione ,inevitabilmente si ritorna al punto di partenza .
un saluto

mati
Messaggi: 4
Iscritto il: ven apr 18, 2008 10:07 am

Re: intestino pigro e diverticolite

Messaggio da mati » mar lug 01, 2008 11:59 am

Ciao ragazze, ho già scritto su questo forum a proposito di pancia gonfia e malessere dovuto a stitichezza perchè mi creava non pochi disagi, poi cominciato a cercare su Internet dei rimedi naturali che potessero lenire un pò il problema e così ho trovato i prodotti del DrNatura (acquistabili su Internet) indicati proprio per i problemi intestinali.Io ho cominciato la cura da un mesetto e ho trovato davvero dei miglioramenti significativi, e ho letto sul sito che è anche indicato per la diverticolite, la malattia di cui parli.Magari dai un’occhiata, c’è anche la lista di tutti gli ingredienti naturali e fra questi ci sono anche i semi di lino e lo psillio di cui parlate.Date un’occhiata se credete.

Rispondi