dito rotto?

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Rispondi
Avatar utente
Riky
Messaggi: 1273
Iscritto il: mar ott 05, 2004 6:36 pm
Controllo antispam: cinque

dito rotto?

Messaggio da Riky » mer nov 15, 2006 11:54 pm

Caro Marco,
per qualche riga dimenticati che faccio ilo medico, e prendi in seria considerazione il fatto che sono una. deficiente. Infatti ho questo problema: un mesetto fa ho fatto una cadutaccia in casa inciampando su un tavolino, e mi si è gonfiato il dito medio della mano destra. Il giorno dopo e per tutto il week end è stato molto, molto gonfio e dolente (dimensione salsicciotto). Non ho fatto niente, in attesa che si sgonfiasse. Sì', avrei dovuto andare al pronto soccorso. Ma pochè appena un ortopedico mi vede mi ingessa, e poichè un gesso alla mano destra (al dito medio :-D) non me lo posso assolutamente permettere. ho continuato a non fare nulla. Non mi sembrava rotto, ecco. Ma adesso, a distanza di un mese, è ancora molto gonfio (l'articolazione è deforme...), mi fa male ed è caldo. Ognuno ha le sue fobie, e io ho la fobia degli ortopedici e dei traumatologi.
Secondo te delle infiltrazioni superficiali di arnica possono essere utili?
Posso prendere qualche cosa? La pomata all'arnica fa poco, ora (dovevo metterla subito e non l'ho fatto). Impacchi di argilla?
Te la senti di darmi un suggerimento - che mi tenga alla larga dai medici :-D

simo72
Messaggi: 129
Iscritto il: lun mar 13, 2006 12:58 am
Località: biella

Messaggio da simo72 » gio nov 16, 2006 9:04 am

Ciao Riky. Una quindicina di giorni fa' ho sbattuto la mano e si è crepato l'osso, nel lato interno (il pezzo che va da pollice a indice). Mi hanno steccata, pero' tempo mezzora e ho tolto tutto perchè non riuscivo a fare niente. Un collega mi ha consigliato di prendere equiseto e guscio d'uovo tritato, polverizzare tutto e mangiarne un cucchiaio cosi' oppure metterlo ad esempio nella minestra. Una decina di giorni e la mano è sgonfiata. Se Marco ti dice che vanno bene le infiltrazioni puoi fare le due cose insieme, magari un po' aiuta. Ciao, auguroni. Simo

Marco Valussi
Messaggi: 1770
Iscritto il: mer ott 06, 2004 8:04 am
Località: Verona
Contatta:

Re: dito rotto?

Messaggio da Marco Valussi » ven nov 17, 2006 11:58 am

Riky ha scritto:Caro Marco,
per qualche riga dimenticati che faccio ilo medico, e prendi in seria considerazione il fatto che sono una. deficiente. Infatti ho questo problema: un mesetto fa ho fatto una cadutaccia in casa inciampando su un tavolino, e mi si è gonfiato il dito medio della mano destra. Il giorno dopo e per tutto il week end è stato molto, molto gonfio e dolente (dimensione salsicciotto). Non ho fatto niente, in attesa che si sgonfiasse. Sì', avrei dovuto andare al pronto soccorso. Ma pochè appena un ortopedico mi vede mi ingessa, e poichè un gesso alla mano destra (al dito medio :-D) non me lo posso assolutamente permettere. ho continuato a non fare nulla. Non mi sembrava rotto, ecco. Ma adesso, a distanza di un mese, è ancora molto gonfio (l'articolazione è deforme...), mi fa male ed è caldo. Ognuno ha le sue fobie, e io ho la fobia degli ortopedici e dei traumatologi.
Secondo te delle infiltrazioni superficiali di arnica possono essere utili?
Posso prendere qualche cosa? La pomata all'arnica fa poco, ora (dovevo metterla subito e non l'ho fatto). Impacchi di argilla?
Te la senti di darmi un suggerimento - che mi tenga alla larga dai medici :-D
Ciao Riky,
allora, perchè non ti fai vedere!?
Fine ramanzina...:-)
Per bocca: Schisandra e Rehmannia, due piante toniche cinesi usate per rinfozre le ossa
Equiseto in decotto e Centella in capsule per il tessuto connettivo.

Esternamente, applicazioni di Symphytum (consolida maggiore) radice, con arnica tintura (non gel omeopatico), piccola dose di peperoncino o zenzero, e per il dolore applicazioni di iperico e salice (o pioppo).
Il salice e d il pioppo li puoi prendere anche internamente per l'infiammazione.
Fatti vedere! Se hai una microfrattura e si salda male recuperi male la funzionaità e magari ti trascini i dolorini per un bel pò. Pupoi sempre dire che non vuoi essere ingessata, ma solo sapere cosa c'è che non va, no?

Ciao e auguri
Marco

Avatar utente
Riky
Messaggi: 1273
Iscritto il: mar ott 05, 2004 6:36 pm
Controllo antispam: cinque

Messaggio da Riky » ven nov 17, 2006 3:14 pm

Ok - ramanzina pienamente meritata...e accettata -
oggi vado a fare la lastra.
:-)
Grazie dei consigli

Quindi - Schisandria e Rehmannia - le prendo come le trovo, in giornata
- Equiseto - un decotto al giorno
- Centella capsule - un paio la sera dopo cena
- Salice - internamente - una capsula assieme alla centella (che probabilmente sostituirò con un'aspirina....)
- Pioppo - internamente magari sotto forma di succo se lo trovo, assieme a centella e aspirina la sera

Esternamente radice di consolida (maniluvio col decotto? ) associata ad arnica tintura - esiste una pomata SYMPHITUM COMPOSITUM che contiene anche arnica, capisco che decotti e tinture sono più efficaci, ma mi sa che... forse semplifico troppo i tuoi consigli, ma appico questa....
Iperico, salice e zenzero - in maniluvio?

Scusa se ti chiedo ulteriori chiarimenti, quando tu dici di applicare una certa parte di pianta topicamente, intendi il fare un impacco con decotto/infuso, o un maniluvio, o altro?

GRAZIE marco - ora vado dal segaossa dannaz....:-)

Marco Valussi
Messaggi: 1770
Iscritto il: mer ott 06, 2004 8:04 am
Località: Verona
Contatta:

Messaggio da Marco Valussi » ven nov 17, 2006 5:02 pm

Riky ha scritto:Ok - ramanzina pienamente meritata...e accettata -
oggi vado a fare la lastra.
:-)
Grazie dei consigli

Quindi - Schisandria e Rehmannia - le prendo come le trovo, in giornata
- Equiseto - un decotto al giorno
- Centella capsule - un paio la sera dopo cena
- Salice - internamente - una capsula assieme alla centella (che probabilmente sostituirò con un'aspirina....)
- Pioppo - internamente magari sotto forma di succo se lo trovo, assieme a centella e aspirina la sera

Esternamente radice di consolida (maniluvio col decotto? ) associata ad arnica tintura - esiste una pomata SYMPHITUM COMPOSITUM che contiene anche arnica, capisco che decotti e tinture sono più efficaci, ma mi sa che... forse semplifico troppo i tuoi consigli, ma appico questa....
Iperico, salice e zenzero - in maniluvio?

Scusa se ti chiedo ulteriori chiarimenti, quando tu dici di applicare una certa parte di pianta topicamente, intendi il fare un impacco con decotto/infuso, o un maniluvio, o altro?

GRAZIE marco - ora vado dal segaossa dannaz....:-)
Ciao Riky, scusa ho scritto in velocità:
Schisandra e Rehmania probabilmente le trovi in compresse, oppure secche per decotto.
Equiseto OK, aggiungi dello zucchero al decotto mentr elo fai, per avere più silicio
Centella OK
Salice e Pioppo: usa uno o l'altro (oppure l'aspirina :-) )

Applicazioni esterne, vai pure con la pomata, non ti preoccupare.
ciao
marco

Rispondi