olio vegetale di rosa mosqueta

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Rispondi
liz_liz
Messaggi: 51
Iscritto il: gio set 21, 2006 12:57 pm
Località: Toscana

olio vegetale di rosa mosqueta

Messaggio da liz_liz » sab nov 11, 2006 3:39 am

Ciao a tutti...
finalmente ho trovato un negozio bio nella mia città... una faticaaa... ne è valsa però la pena... la signora è gentilissima...
Ultimamente ho avuto problemi di pelle dovuti penso all'intolleranza al lattosio... prima di partorire avevo ridotto al minimo l'utilizzo di latte e derivati e la pelle era rinata, poi con le gravidanze e allattamenti non ho avuto alcun problema... e adesso, forse per il poco tempo che ho avuto per me fra notti insonni e giorni di fuoco dietro a due "birbe", ho trascurato l'alimentazione e aggiunto qua e là troiaietti confezionati, formaggi per far presto... etc... ed ecco la conseguenza: brufoli enormi sul basso mento e parecchio infiammati... proprio come quelli che avevo prima di scoprire l'intolleranza (vari anni fa)... sono stata proprio una sciocchina... sigh
subito ho tolto il latte e derivati e devo dire che mi sento meglio... anche l'intestino ringrazia... la pelle sta piano piano migliorando... beh ... ho preso pure appuntamento per fare test intolleranze, ma non so se darà un esito giusto, visto che è fra 15 giorni e già da una settimana ho eliminato il latte... che dite?
Poi finalmente mi è arrivata la crema alla calendula che aspettavo da settimane dall'estero ---> ha questo inci :

Water (Aqua), Elaeis Guineensis (Palm) Oil, Glycine Soja (Soybean) Oil*, Alcohol, Tricaprylin, Glycerin, Sodium Lactate, Hydrogenated Palm Glycerides, Squalane, Mangifera Indica (Mango) Seed Butter, Orbignya Oleifera Seed Oil, Persea Gratissima (Avocado) Oil*, Olea Europaea (Olive) Fruit Oil*, Glyceryl Oleate Citrate, Butyrospermum Parkii (Shea Butter)*, Hydrogenated Lecithin, Tocopheryl Acetate, Prunus Persica (Peach) Fruit Extract*, Prunus Armeniaca (Apricot) Fruit Extract*, Calendula Officinalis Flower Extract*, Calendula Flower Oil*, Hamamelis Virginiana (Witch Hazel) Water*, Lysolecithin, Melissa Officinalis Water*, Tocopherol, Xanthan Gum, Lecithin, Brassica Campestris (Rapeseed) Sterols, Caprylic/Capric Triglyceride, Ascorbyl Palmitate, Ascorbic Acid, Fragrance (Parfum)**, Geraniol**, Citronellol**, Limonene**, Linalool )

DOMANDA: la signora del negozio bio tiene anche una marca di cosmetici, oltre che oli essenziali e alimenti, e ha ovviamente notato gli odiosi brufoletti che mi sono spuntati sul viso, così mi ha consigliato di usare l'OLIO VEGETALE DI ROSA MOSQUETA alternandolo alla mia crema alla calendula... magari una la sera e una la mattina... che ne pensate?
Poi mi ha anche detto che secondo lei è meglio nel mio caso usare gli oli vegetali invece che creme e company, perché in questo momento la mia pelle è super sensibile ed è meglio evitare prodotti con alcool ... è un discorso che fila, o no?
P.S: ovvio che oltre a questi rimedi esterni, devo andare anche da un omeopata e fare più test per capire a fondo da cosa son venuti fuori e curarmi anche dall'interno...

Grazie milleee
ciaooo
Liz

Avatar utente
Landre82
Messaggi: 1069
Iscritto il: mar ott 11, 2005 7:07 pm
Controllo antispam: cinque
Contatta:

Messaggio da Landre82 » sab nov 11, 2006 12:13 pm

Cia Liz..
Che io sappia l' olio di rosa mosqueta è un ottimo elasticizzante della pelle , infatti è un buon antirughe... ma non so se possa servire anche per i brufoli ....
Nel dubbio di consiglio di optare per altre cose , visto che l' olio di mosqueta COSTA PARECCHIO !!! ( se poi qualcuno conferma ciò che ti ha detto la tua erborista ...allora ok :) )

Per i brufoli prova ad usare un olio vegetale ( se ce l' hai in casa ) con l' aggiunta di qualche goccia di oe di lavanda... al massimo puoi usare anche quella crema che hai comprato ( sempre con l' aggiunta della lavanda )..la calendula è efficace contro i punti neri e comunque deterge la pelle...

Lola
Messaggi: 2943
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:34 am
Località: Monfalcone

Messaggio da Lola » sab nov 11, 2006 3:46 pm

Guarda, la mosqueta nel caso di brufoli non è proprio indicata, ha tante doti ma per pelli acneiche o a vario titolo infiammate fa più danni che altro.

e da dove viene la storia che le creme hanno dentro alcool??? la maggior parte di quelle in commercio non ce l'ha. La crema alla calendula che hai comprato ce l'ha, ma non dovrebbe fare grandi danni.

liz_liz
Messaggi: 51
Iscritto il: gio set 21, 2006 12:57 pm
Località: Toscana

Messaggio da liz_liz » sab nov 11, 2006 5:46 pm

Ciao Landree ... grazie... la signora mi ha detto anche dell'olio essenziale di lavanda, ha detto di metterne qualche goccia nell'acqua e poi sciacquarsi, ma ho già chiesto a marco e mi ha detto che non ha senso fare così perché gli oli essenziali non sono solubili quindi sarebbe meglio fare infuso di fiori di lavanda e camomilla e poi sciacquarsi... :)

grazie anche a te Lola... menomale che ho chiesto qui, altrimenti l'avrei comprata.. grazie mille ancora...
la storia dell'alcool me l'ha detta la signora... da dove l'ha tirata fuori non so ...
poi in questo periodo che pretendo più spiegazioni e non compro più a caso fidandomi delle cose che mi dicono gli altri,mi sembra di parlare con la gente dura o forse venale... che tende a scoraggiare queste scelte naturali.. pensate.. sono andata in farmacia a prendere un prodotto della weleda e la farmacista mi ha detto che è meglio usare poca " di quella roba" (così l'ha definita... guardandola anche male) perché non ci sono conservanti e oggi siamo più vulnerabili a eventuali danni di cattiva conservazione e alla fine è molto meglio comprare prodotti chimici o una via di mezzo .... perché viviamo nel 2006 e non possiamo tornare indietro con prodotti per la persona... (nel prodotto che ho comprato c'è l'alcool, che è un conservante, no?quindi che dicee???)
ma sono proprio fuori dal mondo sti discorsi... ma come mai fanno così? li trovo tutti io ???

Ciaooo
Liz

Avatar utente
Landre82
Messaggi: 1069
Iscritto il: mar ott 11, 2005 7:07 pm
Controllo antispam: cinque
Contatta:

Messaggio da Landre82 » dom nov 12, 2006 11:37 am

liz_liz ha scritto:Ciao Landree ... grazie... la signora mi ha detto anche dell'olio essenziale di lavanda, ha detto di metterne qualche goccia nell'acqua e poi sciacquarsi, ma ho già chiesto a marco e mi ha detto che non ha senso fare così perché gli oli essenziali non sono solubili quindi sarebbe meglio fare infuso di fiori di lavanda e camomilla e poi sciacquarsi... :)

pensate.. sono andata in farmacia a prendere un prodotto della weleda e la farmacista mi ha detto che è meglio usare poca " di quella roba" (così l'ha definita... guardandola anche male) perché non ci sono conservanti e oggi siamo più vulnerabili a eventuali danni di cattiva conservazione e alla fine è molto meglio comprare prodotti chimici o una via di mezzo .... perché viviamo nel 2006 e non possiamo tornare indietro con prodotti per la persona... (nel prodotto che ho comprato c'è l'alcool, che è un conservante, no?quindi che dicee???)Ciaooo
Liz


Si , è molto meglio l' infuso ..o al massimo l' oe di lavanda usalo ma con un olio vegetale e non con l' acqua !

x la storia della farmacista - weleda : il problema è che spesso quando non si vedono conservanti negli inci , questi possono trovarsi all' interno di altri ingredienti ! Da quanto ne so le case produttrici tedesche sono famose x non mettere conservanti , diciamo "convenzionali" , ma usano spesso alcol , oli essenziali e altro . Io non so dire se quello che dice la tua farmacista sia vero...certo è che forse il suo ragionamento nasce non tanto da una questione di formulazioni ma da abitudini sbagliate di noi consumatori .
La scadenza dei prodotti cosmetici è roba recente...prima , molti pensavano che uno shampoo o una crema fossero "eterni"..nel senso che un prodotto rimaneva nello scaffale del bagno x anni , fino alla sua completa consumazione...tanto la scadenza non c' era ..per cui non ci si poneva il problema della sua conservazione !
Immagina creme , shampi , bagnoschiuma , li x tanto tempo ( spesso con il tappo semi aperto ---olè alle invasioni batteriche-- ) .. Ma non solo... Immaginate un piccolo negozio di un piccolo paesino , dove tali prodotti rimangono x anni sugli scaffali senza essere comprati....è vero che se rimangono chiusi , si conservano ... in vacanza in Salento , questa estate , ho trovato in un negozio lo shampoo Panten , quello ancora con la confezione vecchia ( roba da datazione al carbonio 14 ) .. per cui forse la tua farmacista intendeva dire che un prodotto con kili di conservanti ha + garanzie di sopravvivere a questi comportamenti .

La gente però non è stupida ...ora legge la scadenza ( data e/o barattolino ) ...quindi non penso che questo discorso si possa ancora fare ( o comunque si è ridotto notevolmente ... x fortuna )

Ciaoo

Rispondi