domanda per i mastri saponieri

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

elena
Messaggi: 505
Iscritto il: mar ott 05, 2004 2:20 pm

domanda per i mastri saponieri

Messaggio da elena » mar dic 13, 2005 11:15 am

Ciao a tutti, è un periodo mooolto intenso, ma quando posso vengo a leggervi. Ho un dubbio e vi chiedo consiglio: se utilizzo un oleolita (per esempio calendula o iperico) per fare il sapone, questo perde o diminuisce le sue proprietà durante la saponificazione?
Grazie :-) Elena

sojaqueen
Messaggi: 541
Iscritto il: lun mag 30, 2005 1:55 pm
Località: Veneto

Messaggio da sojaqueen » mar dic 13, 2005 1:02 pm

Non sono una esperta, ma penso che qualcosa delle sue proprietà perderà. Forse mettendo questi oli dopo il nastro, puoi salvare qualcosa, ma non è detto, perche la massa e comunque ancora molto caustica. Io li metterei lostesso alla fine.

Cari saluti
Soja

vittorio urbani

Messaggio da vittorio urbani » mar dic 13, 2005 2:28 pm

Salute elena,

perchè non fai un bel sapone, a freddo o a caldo o all'ebollizione (ah, conviene sempre scegliere bene i grassi/olii, meglio acquistarli da una ditta che riporta anche il numero di saponificazione, giusto per dosare al meglio la quota di soda caustica o altro alcale), lo rimacini con un poco di acqua, profumo, colorante e oleolita al 2-5%? Tra l'altro la qualità ne risulta certamente migliore, naturalmente a discapito di una vita semplice e rilassante, ma dato che una certa persona non te ne ha spedito un panetto...:-/

Buona serata.

elena
Messaggi: 505
Iscritto il: mar ott 05, 2004 2:20 pm

Messaggio da elena » mar dic 13, 2005 2:51 pm

Ciao Vittorio, scusa ma non ho capito bene, conviene fare un sapone normale, poi ridiscioglierlo e aggiungere oleoliti etc..? o dicevi che comunque l'oleolita fa la sua parte anche se un po' viene inattivato? Immagine

Gerazie anche a Soja, i tuoi saponi sono molto belli!
Ciao Elena
Immagine

vittorio urbani

Messaggio da vittorio urbani » mar dic 13, 2005 3:11 pm

Bèh,

qui ci vuole marco per una risposta del tutto esaustiva, ad ogni modo se aggiungi l'oleolita durante la saponificazione esponi la parte non saponificabile dell'estratto all'azione caustica della soda, per cui la perdi. Ecco perchè metterla a saponificazione avvenuta...

ma anche così, sarò semplicistico, ma, per me, in un qualsivoglia sapone tradizionale, la presenza di un oleolita ha il pregio molto poco superiore all'emollienza, al surgrassamento apportato dalla base oleosa dell'oleolita appunto... però un bel colorino rosso-amaranto l'iperìco lo dà...:-)

Buona serata.

Avatar utente
biancaneve65
Messaggi: 153
Iscritto il: mar feb 07, 2012 1:23 am
Controllo antispam: cinque

Re: domanda per i mastri saponieri

Messaggio da biancaneve65 » ven gen 04, 2013 1:27 am

Ma quindi ha senso o no fare i saponi con gli oleoliti? come si fa a sapere se delle proprietà rimangono dopo la saponificazione?
grazie a chi mi risponderà

Avatar utente
toto48
Messaggi: 277
Iscritto il: lun set 15, 2008 5:16 pm

Re: domanda per i mastri saponieri

Messaggio da toto48 » ven gen 04, 2013 2:12 pm

biancaneve65 ha scritto:Ma quindi ha senso o no fare i saponi con gli oleoliti? come si fa a sapere se delle proprietà rimangono dopo la saponificazione?
grazie a chi mi risponderà
Ciao Biancaneve :D :D
Tieni presente che i saponi solidi che realizziamo noi, hanno un ph >8 quindi non adatti a tutte le persone e non sono saponi curativi!! ma possono evitare (quelli da bucato specialmente, effetti collaterali che danno i saponi commerciali) l'oleolito io lo uso, per averne una rimanenza nel sapone (e ci vorrebbe una analisi chimica per stabilirne la quantità) che nel metodo a freddo sarà probabilmente irrisoria allora io nel calcolo della soda per gli oli di base faccio uno sconticino dello 06% per compensare più o meno la media dei vari sap degli oli impiegati in quanto spesso non ti ritrovi le loro analisi ed al nastro aggiungo l'oleolito, se poi vuoi che dell'oleolito resti qualcosa in più usa il metodo a caldo aggiungendo l'oleolito a fine cottura.
spero di non aver detto baggianate :( a Fabrizio, la correzione.
ciao toto

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: domanda per i mastri saponieri

Messaggio da Fabrizio Zago » ven gen 04, 2013 5:20 pm

Ummmmmm i principi attivi vegetali contenuti nell'oleolito, ad alta temperatura si scassano alla grande.
Forse il metodo a freddo ne preserva un po'. Ma io sono per fare il sapone ed aggiungerci qualche principiio attivo alla fine a pH regolato e a fine di qualsiasi reazione.
Ciao
Fabrizio

Avatar utente
biancaneve65
Messaggi: 153
Iscritto il: mar feb 07, 2012 1:23 am
Controllo antispam: cinque

Re: domanda per i mastri saponieri

Messaggio da biancaneve65 » dom gen 06, 2013 12:35 pm

:? cosa intendi quando dici alla fine di ogni reazione? perchè anche dopo il nastro continua a reagire durante la fase gel.

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: domanda per i mastri saponieri

Messaggio da Fabrizio Zago » dom gen 06, 2013 5:44 pm

Sì, ma la reazione avviene a freddo e quindi è meno probabile che i principi attivi si scassino. La reazione finisce dopo molto tempo se si usa la tecnica a freddo. Io infatti preferisco la classica produzione a caldo con lavaggi di salamoia che allontanano le scorie e l'alcalinità in eccesso. Con il metodo a caldo la reazione è praticamente istantanea e quindi posso aggiungerci principi attivi senza rischio di perderli.
Ciao
Fabrizio

stellasoave
Messaggi: 223
Iscritto il: mar ago 26, 2008 12:33 am

Re: domanda per i mastri saponieri

Messaggio da stellasoave » dom gen 06, 2013 8:48 pm

scusate ma io continuo a non capire.
Cioè faccio un sapone a freddo e poi quando aggiungo gli oleoliti?? Al nastro? Dopo sarebbe impossibile visto che il sapone diventa duro e a quanto ne so anche il metodo di ridiscioglierlo e aggiungerli dopo li farebbe rimanere in sospensione sulla pasta di sapone....o sbaglio????

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: domanda per i mastri saponieri

Messaggio da Fabrizio Zago » lun gen 07, 2013 10:23 am

E allora? Anche se rimangono in sospensione cosa cambia? Anzi direi che così le proprietà dell'oleolito rimangono più integre.
Ciao
Fabrizio

Avatar utente
chiarab38
Messaggi: 24
Iscritto il: mer mar 23, 2011 3:03 pm
Controllo antispam: cinque

Re: domanda per i mastri saponieri

Messaggio da chiarab38 » lun gen 14, 2013 4:25 pm

Io li aggiungo sempre dopo il nastro e mi trovo bene!

mirella tosca
Messaggi: 197
Iscritto il: sab mar 31, 2012 1:45 pm
Controllo antispam: cinque

Re: domanda per i mastri saponieri

Messaggio da mirella tosca » mar gen 15, 2013 9:37 am

Ciao a tutti.
queste particelle di olio in sospensione non favoriranno l'ossidazione? se si come si rimedia a questo inconveniente?
grazie per chi mi risponde
Ciao Mirella

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: domanda per i mastri saponieri

Messaggio da Fabrizio Zago » mar gen 15, 2013 12:01 pm

Le goccioline che possono ossidarsi sono solo quelle in superficie e cioè a contatto con l'aria. Se il sapone lo usi di continuo non ci sono problemi perché l'oleolita non ha il tempo per ossidarsi.
Ciao
Fabrizio

Rispondi