Un filino OT: aerometro di Baumé

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Rispondi
valeria
Messaggi: 880
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:21 pm

Un filino OT: aerometro di Baumé

Messaggio da valeria » sab ott 30, 2004 4:07 pm

Vista l'abbondanza di chimici, credo di potermi arrischiare a chiedere qui...
Cerco un pesasciroppi e non lo trovo. Dopo rapida ricerca, capisco che lo strumento che serve a me è quello scritto nel titolo. Di più, l'aerometro di questo tipo è stato inventato proprio per sciroppi (suppongo ad uso farmaceutico, più che per fare le glasse alle torte!).
In ogni caso, un qualsiasi strumento basato sul medesimo principio può essere usato in qualsiasi contesto, purché si adatti il risultato trovato, in questo caso alla temperatura che nel caso dello sciroppo raggiunge temperature prossime all'olio in frittura (quante bolle, cari amici!). Oppure ho capito aglio per cipolla?

In ogni caso...dove si compra un aggeggio del genere???

Grazie!

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Messaggio da Fabrizio Zago » sab ott 30, 2004 5:45 pm

Cara Valeria,
parlare dell'aerometro di beaumè è come invitare l'oco (il marito dell'oca) a bere.
Lo strumento non è altro che un tubo di vetro, tipo termometro, con una zavorra nel bulbo che infilato dentro in una soluzione ti dirà la sua densità espressa in gradi beaumè.
In altre parole se la soluzione è molto ricca di sostanze organiche o inorganiche questa soluzione tenderà a spingere verso l'alto il tubo di vetro, se la soluzione è più diluita lo farà meno ed in questo modo si possono "misurare" le concentrazioni di varie soluzioni.
L'aggeggio si compera in qualsiasi negozio di strumenti chimici. In ogni città universitaria ne trovi almeno due.
Se sei in difficoltà dimmelo che ti trasmettoqualche indirizzo.
Ciao
Fabrizio

valeria
Messaggi: 880
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:21 pm

Messaggio da valeria » sab ott 30, 2004 8:04 pm

Fabrizio Zago ha scritto:Cara Valeria,
parlare dell'aerometro di beaumè è come invitare l'oco (il marito dell'oca) a bere.
Lo strumento non è altro che un tubo di vetro, tipo termometro, con una zavorra nel bulbo che infilato dentro in una soluzione ti dirà la sua densità espressa in gradi beaumè.
In altre parole se la soluzione è molto ricca di sostanze organiche o inorganiche questa soluzione tenderà a spingere verso l'alto il tubo di vetro, se la soluzione è più diluita lo farà meno ed in questo modo si possono "misurare" le concentrazioni di varie soluzioni.
L'aggeggio si compera in qualsiasi negozio di strumenti chimici. In ogni città universitaria ne trovi almeno due.
Se sei in difficoltà dimmelo che ti trasmettoqualche indirizzo.
Ciao
Fabrizio
Oddio...non l'ho capita, quella del volatile!
Più che per l'aggeggio mi preoccupavo per il tipo di scala sullo strumento. La misurazione del grado di cottura dello sciroppo dev'essere fatta piuttosto in fretta, dunque se sulla scala non leggessi la densità direttamente com'è espressa nei libri di cucina, avrei qualche difficoltà, visto che mi pare che di aerometri ne siano venduti per usi diversi, con tarature diverse e scale diverse...se non ho capito male. Quindi pensavo di dover fare qualche calcolo PRIMA, per non doverlo fare con lo sciroppo sul fuoco. Ecco qual era la mia perplessità...una perplessità da pasticcera! ;o)
Dunque qui a Cagliari dovrei trovarlo, giacché c'è (adesso mi sparo un po' le pose) una bella facoltà di ingegneria ambientale, e un groooosso centro di ricerca medico (il famoso policlinico di Monserrato)...
Bè, spero che vendano al dettaglio nei posti dove vendono attrezzatura da laboratorio. Mi pare di capire poi che sia piuttosto economico (sui dieci euro).

Grazie!

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Messaggio da Fabrizio Zago » dom ott 31, 2004 12:09 pm

Cara Valeria,
lascia perdere i modi di dire sui volatili. E' una battuta tipicamente veneta e quindi non ha carattere universale.
Per l'aerometro: è ver oche ce ne sono di diverse scale ma se a te non serve una lettura precisissima puoi prendere il modello con la scala più ampia e così copri un campo vastissimo.
Quando vai a prenderlo però sarebbe bene che tu dicessi il valore che vuoi misurare e così il commesso ti darà l'aerometro giusto.
E' vero anche che si tratta di uno strumento molto economico.
Ciao
Fabrizio

valeria
Messaggi: 880
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:21 pm

Messaggio da valeria » dom ott 31, 2004 12:57 pm

Bene, grazie per le dritte! Avrei voluto comunque sapere che cosa succedeva al volatile assetato, ma lasciamo perdere...

marido
Messaggi: 2
Iscritto il: mer ott 13, 2004 7:00 pm
Località: Reggio Emilia

Messaggio da marido » dom ott 31, 2004 5:36 pm

Se ti serve per la pasticceria perchè non usi un termometro che raggiunge i 150 °-160° ? Io il pesasciroppi l'ho comprato, è abbastanza grande e devo preparare molto sciroppo per poterlo usare perciò uso il termometro, che mi è costato molto meno! Su un buon testo di pasticceria puoi trovare a quanti gradi centigradi corrispondono i Bé.

valeria
Messaggi: 880
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:21 pm

Messaggio da valeria » dom ott 31, 2004 5:56 pm

Accidenti, non sapevo che bisognasse preparare molto sciroppo, del resto, se pure deve galleggiare... Il termometro di questo tipo dove l'hai trovato, invece? Perché ho cercato molto anche il termometro, ma è incredibile quanti aggeggi fighetti e inutili vendano nei negozi che dovrebbero essere dedicati alla cucina, e poi non vendano una cosa così banale...
Grazie!

marido
Messaggi: 2
Iscritto il: mer ott 13, 2004 7:00 pm
Località: Reggio Emilia

Messaggio da marido » lun nov 01, 2004 5:00 pm

Cerca nei negozi di enologia o guarda nei mercatoni del bricolage, sempre reparto enologia. Poi esiste sempre il metodo empirico per capire a quale stadio è lo sciroppo se ne prende una puntina e la si fa raffreddare in acqua e se ne "interpreta" il risultato.

Rispondi