a fabrizio!

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Rispondi
nicole
Messaggi: 672
Iscritto il: mer ott 06, 2004 9:49 am

a fabrizio!

Messaggio da nicole » gio ott 28, 2004 3:12 pm

fabrizio ciao, ho bisogno una delucidazione perchè sono preoccupata! uso delle salviettine intime per la mia bimba che al secondo posto INCI hanno il propylene Glycol che tu segnali come codice giallo.
Su un articolo di Francesca Gasparini che riporto qui uno stralcio"Sono sicuri i prodotti per la cura della persona e della pelle?, molto approfondito e ben documentato scientificamente soprattutto riguardo agli effetti dei singoli componenti sulla salute. Solo per fare alcuni esempi, molti di questi componenti sono derivati del petrolio o da sostanze chimiche usate anche a livello industriale come sgrassanti, come solventi, come antigelo per radiatori, come oli per i freni, o sono presenti negli spray caustici per pulire i forni o negli smacchiatori per sciogliere olio e grasso; altri, come il PG (Propylene Glycol), hanno un uso industriale che prevede come avvertenza quella di “[…] evitare il contatto con la pelle perché il PG porta conseguenze tipo anormalità al cervello, al fegato e reni. Non si trovano avvertenze invece su prodotti come deodoranti, dove la concentrazione è maggiore che in molte applicazioni industriali” [Sono sicuri i prodotti per la cura…]; altri, come i profumi (l’indicazione profumo sulla confezione di un qualsiasi prodotto si può riferire a più di 4000 sostanze differenti, quasi tutte di origine sintetica) sono nel tempo potenzialmente cancerogeni e tossici, mentre a breve termine sono causa di sintomi quali emicrania, capogiri, eruzioni cutanee, scolorimento della pelle, tosse violenta e vomito e reazioni allergiche della pelle; lo stesso vale per i coloranti, di origine sintetica, che, “[…] usati nei cibi, medicinali e cosmetici, sono ottenuti dal catrame di carbone. Ci sono molte controversie rispetto al loro uso, comunque studi sugli animali hanno dimostrato che sono quasi tutti agenti cancerogeni” [Sono sicuri i prodotti per la cura…]; altri, come l’SLS (Sodium Lauryl Sulfate) e i suoi affini, “[…] usati come detergenti e tensioattivi, si trovano sia negli shampoo per auto, nei prodotti per pulire i pavimenti dei garages e negli sgrassatori dei motori, sia come ingredienti principali ampiamente usati nei cosmetici, dentifrici, balsamo per capelli, e in circa il 90% degli shampoo e prodotti che schiumano”, perché è un potente schiumogeno molto economico: nonostante sia stata attestata scientificamente da più fonti la sua alta pericolosità (cfr. l’articolo Sono sicuri i prodotti per la cura…) noi ne ingoiamo quotidianamente in quantità perché è presente in tutte le marche di dentifrici tradizionali." Tu cosa ne pensi? le salviette le uso dalla nascita, che problemi posso aver causato? grazie in anticipo
Nicole

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Messaggio da Fabrizio Zago » ven ott 29, 2004 7:19 pm

Cara Nicole,
quello che sostiene Francesca Gasparini è grave e ne risponderà lei, in tutti i sensi.
Io mi limito a dire che ci sono molte imprecisioni ma soprattutto c'è una ricerca spasmodica del sensazionalismo che non mi piace.
In molti casi ha mescolato varie informazioni facendo appunto solo della confusione.
Il mio punto di vista è noto: ritengo il glicole propilenico (pericloso veramente solo se ingerito) una sostanza che ha un solo difetto e cioè di derivare dal petrolio. Per il resto ha degli aspetti molto interessanti come l'ottimo potere solvente nell'estrazione di principi attivi da piante officinali. Per questo motivo il pallino è giallo (ci sono pro e contro) e non rosso cioè dove ci sono solo contro e nessun pro.
Usa tranquillamente le tue salviettine e nel frattempo cercane di eco-bio perché ce ne sono.
Ciao
Fabrizio

icod
Messaggi: 31
Iscritto il: mar ott 12, 2004 7:56 pm

Messaggio da icod » sab ott 30, 2004 11:22 pm

posso introdurmi..anche se sono una profana che piu' profana non si puo'?
A me le parole della Gasparini mi ricordano la famosa mail che ha girato per anni..quella famosa "non lavatevi"..che incriminava essenzialmente il Sodium Lauryl Sulfate ed il Sodium Laureth sulfate di essere cancerogeni.
Mail che poi e`stata smentita da siti come quello dell'"Antibufale" o abbastanza accettata da http://www.disinformazione.it".
In effetti se non si e`chimici o esperti in materia tutte qste notizie non fanno altro che confondere le idee...
non abbiamo i mezzi sufficienti per valutare le notizie ed i dettagli tecnici e cosi crediamo o meno a quello che ci dicono...poi..leggiamo altre notizie e..ci casca il mondo perche`dice tutto il contrario...insomma...
siamo un po' come dei naufraghi alla deriva..
speriamo di arrivare da qualche parte prima o poi....

Ps: ma fabrizio..tu hai dato un okkiata al suo sito? lei nomina promiseland varie volte e sembra una persona se non ben informata (visto quello che hai detto tu) almeno benintenzionata...
mi piacerebbe proprio sapere cosa ne pensi..almeno sulla sua linea in generale...
mi sa che e`una ragazza autodafè`: a me non sembra che sia un'esperta in materia ma che ha fatto vari e lunghi studi....
sara`affidabile?

uhmmmmmm.......ti stiamo kiedendo troppo...?

ciao ed un saluto alla mia cara Nicole!

Fabrizio Zago
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Messaggio da Fabrizio Zago » dom ott 31, 2004 12:22 pm

Cara icod,
non ho il minimo dubbio che Francesca Gasparini sia mossa da intenti più che nobili e che voglia contribuire seriamente al movimento d'opinione che noi, in qualche modo, rappresentiamo, tuttavia è anche possibile avere delle idee diverse no?
Quando dico che "quello che sostiene Francesca Gasparini è grave e ne risponderà lei" voglio dire che non ho nessuna voglia di fare l'avvocato difensore di nessuno. E non credo che Francesca Gasparini lo voglia! Così come credo che non sia corretto giudicare le idee altrui. Io mi limito ad esporre le mie sottolineando sempre che è il "mio personale punto di vista" (anche per il biodizionario ho voluto che fosse chiaro questo concetto) e lascio a tutti voi tirare le somme, decidere se ho una vaga idea di quello che racconto...insomma siete voi, sei te che devi farti una tua idea su questo mondo. Così sarai meno "come un naufrago alla deriva.. "
Ciao
Fabrizio

Rispondi