ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » mer gen 23, 2019 2:01 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... linici.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

L'articolo in oggetto, molto informativo riporta:
"Gli effetti benefici della vitamina K2 sono stati ampiamente documentati in anni di ricerca e dalla comparazione tra Vita K1 e K2 è emerso che solo quest’ultima produce effetti positivi sulla salute. Ciò è coerente con quanto evidenziato da importanti studi, che hanno rilevato la superiorità in termini di benefici sulla salute della K2.
Citiamo quanto segue dal sito nutrizionenaturale.org, che ringraziamo calorosamente:
Nel 1980, si è scoperto che la vitamina K è necessaria per attivare una proteina, l'osteocalcina, che si trova nel midollo. Un decennio più tardi, un'altra proteina, vitamina K-dipendente, è stata scoperta: la proteina Gla (MGP), riscontrata nel sistema vascolare. Senza vitamina K, questa ed altre proteine, vitamina K dipendenti, restano inattivate e non possono svolgere le loro funzioni biologiche.
Un altro dato importante è che il MGP è un inibitore molto forte di calcificazione. Se viene inattivato il MGP, si rischiano gravi calcificazioni arteriose e questo è il motivo per cui la vitamina K è così importante per la salute cardiovascolare. Gli studi indicano che la vitamina K può anche far regredire la calcificazione arteriosa indotta dalla carenza di vitamina K."
Quindi la medicina ufficiale non ha scusanti, poichè informata sull'importanza di questa vitamina K2 e non ha mai fatto nulla, La dimostrazione è che non si parla mai di esami del sangue in merito per conoscerne i valori ed eventualmente provvedere, ma non solo, questo vale anche per la vitamina D in quanto entrambe fanno parte di quegli "ALIMENTI ESSENZIALI" nell'elenco della RGR (Razione Giornaliera Raccomandata)
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Avere dei valori normali, probabilmente si potrebbe evitare la morte di infarti ed ictus per molte persone.
Sappiamo che la prima causa di morti al mondo sono proprio gli ictus e gli infarti.
Ed ancora:
"Secondo il Dott Schurgers:
"C'è una forte correlazione tra l'MGP inattivo e le micro-calcificazioni. E' molto facile ipotizzare che la carenza di vitamina K è causa di micro-calcificazioni, che inducono, in cascata processi che portano all'aterosclerosi. "
Fino a pochi anni fa, il MGP era completamente sconosciuto il che sottolinea l'importanza per i medici di mantenersi aggiornati sulle ricerche che oggi si susseguono ad un ritmo molto rapido.
Il Dr. Schurgers afferma: "Abbiamo dimostrato che se si assumono le vitamine K1 e K2, la K1 va principalmente al fegato rimanendovi ed ha relativamente una breve emivita. Dopo tre o quattro ore dall'ingestione non c'è più traccia. Viene catturata dal fegato. La K2 va anche al fegato, ma il fegato la ridistribuisce tramite la frazione di colesterolo delle lipoproteine a bassa densità (LDL), localizzate nei tessuti periferici, come nelle ossa e nel sistema vascolare.
Così, oltre ad attivare il POP che è un potente inibitore di calcificazione, la K2 aiuta anche a prevenire la calcificazione arteriosa trasportando il calcio lontano dalle zone dove non dovrebbe esserci (nel rivestimento dei vasi sanguigni) verso i punti dove è veramente necessario (per esempio nel midollo).
La vitamina K2 è fondamentale nella prevenzione dell'osteoporosi. Gli studi scientifici infatti confermano che la vitamina K2 è essenziale per la salute delle ossa."
Quindi la malattia ARTEROSCLEROSI potrebbe essere prevenuta ed addirittura anche guarita, ma da parte della medicina non succede proprio nulla.
A cosa servono le RICERCHE in merito se alle persone manca addirittura la informazione di base?
Non dimentichiamoci che:
"Nel Prospect Study, in cui 16000 persone sono state seguite per 10 anni, i ricercatori hanno osservato che ogni dose supplementare di 10 mcg di K2 nella dieta, ha permesso una riduzione del 9% del rischio di malattia coronarica, mentre la vitamina K1 non ha ottenuto gli stessi i risultati.
Uno studio epidemiologico che ha seguito ben 11.000 uomini ha scoperto che un elevato apporto di vitamina K2 è positivamente correlato con un rischio più basso del 63% di cancro alla prostata avanzato.
Sono stati studiati una serie di diversi tipi di cancro, compresi Glioblastoma, cancro epatocellulare, tumore del polmone e cancro alla prostata.
Sulla base di questi risultati viene raccomandata vitamina K2 come prevenzione del cancro o per evitare una ricaduta dopo il trattamento del cancro."
Addirittura questa vitamina K2 è contro il cancro, ma chi informa di questo?
Ma perchè si dovrebbe informare? ormai certi tipi di cancro vengono fatti con la laparoscopia, una rendita per certi medici.
Concludo:
"Mentre il dosaggio ideale deve ancora essere determinato, gli studi indicano che abbiamo bisogno di circa 360-500 microgrammi (mcg) di vitamina K2 al giorno. Non ci sono effetti collaterali noti a dosaggi più alti, di conseguenza si ritiene che sia meglio eccedere."
Addirittura un libro dal titolo:
"Il segreto per evitare l'osteoporosi e l'aterosclerosi correlate al calcio"
riporta:
"Mentre milioni di persone assumono integratori di calcio e vitamina D pensando di aiutare le loro ossa, la verità è che, senza l'aggiunta di vitamina K2, un tale regime di salute potrebbe rivelarsi pericoloso. Senza la vitamina K2, il corpo non può dirigere il calcio alle ossa dove è necessario; invece, il calcio risiede nei tessuti molli (come le arterie) - portando a una combinazione di osteoporosi e aterosclerosi, o il temuto "paradosso del calcio". Questo è il primo libro a rivelare quanto sia universale la carenza di vitamina K2 e il rischio (nella forma di cancro e diabete, tra le altre malattie) l'assenza di vitamina K2.
Scritto dal Dr. Kate Rheaume-Bleue, un esperto di salute popolare sulla televisione e radio canadesi, "Vitamina K2 e il paradosso del calcio" lancia un monito sulla popolarità della mania di calcio e vitamina D, mentre illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi. Il libro demistifica questo oscuro supernutriente - una vitamina liposolubile che gli esseri umani una volta prosperavano, ignorati dagli scienziati per quasi settanta anniDettagli come il consumo di animali nutriti con erba ha portato ad un'adeguata assunzione di vitamina K2 - mentre il mangime a base di cereali ha aiutato a sradicare la vitamina K2 dalle nostre diete Descrive come i medici stanno aumentando le dosi raccomandate di calcio e vitamina D - senza prescrivere la vitamina K2Dettagli più dannosi su transfats - e come la creazione di una vitamina K sintetica interferito con il metabolismo della vitamina K del corpo
Un libro essenziale per chiunque sia interessato alla salute delle ossa o al mantenimento della loro salute generale, "La vitamina K2 e il paradosso del calcio" è la guida per prendere la giusta combinazione di integratori e l'aggiunta di vitamina K2 a un regime giornaliero."
Quindi mi permetto di sottolineare la parte:
"illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi."
che conferma quanto sotto degli altri articoli correlati sui DENTI e sulle RUGHE.
A conferma di quanto sotto, l'articolo in oggetto recita:
"La vitamina K2, infatti, attiva una serie di speciali proteine che mobilizzano il calcio, promuove l’osteocalcina che attira il calcio nelle ossa e nei denti e attiva anche un’altra proteina chiamata MPG (Matrix GLA Protein) la quale mobilizza il calcio dai tessuti molli e dalle arterie, luoghi dove questo importante minerale può risultare dannoso.
Pare che la maggior parte delle persone soffra per una carenza di questa vitamina e pertanto ciò si ripercuote sulla deficitaria attivazione delle suddette proteine (osteocalcina e MGP) che proteggono ossa, vasi cuore e denti.
Il calcio, pertanto, non è sufficiente a garantire una buona salute delle ossa.
La vitamina D provvede al suo assorbimento nel sangue dagli alimenti mentre la vitamina K2 provvede all’assorbimento del calcio nelle ossa."
Ecco la conferma che la vitamina K2, oltre al resto, è importantissima per i denti, quindi per prevenire la carie, o magari anche eliminarla.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giorgi.htm
ATTENZIONE, ATTENZIONE, ATTENZIONE ED ANCORA A T T E N Z I O N E ! ? ! ? ! ?
Mi permetto di dirlo, in quanto ho scoperto e vi comunico la
PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI:
Mi spiego.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene la CARIE o addirittura te la ELIMINA, cosa faresti?
Dato che la CARIE è la SOLA CAUSA di spese folli dal dentista onde eliminare il dente incriminato e sostituirlo con un altro fittizio o addirittura farti montare un impianto onde poter masticare il cibo.
Ma non basta.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene le RUGHE o addirittura te le elimina, cosa faresti?
E' inutile che parli delle creme CHE NON MANGERESTI poichè prodotti chimici, ma che spalmandole sulla pelle permetti ai tuoi PORI di immetterle nel tuo corpo.
Non parliamo poi del loro costo.
Cosa faresti se tu sapessi che esiste un prodotto che può farti evitare INCTUS ed INFARTO in quanto è in grado di farti evitare o è in grado di eliminare le CALCIFICAZIONI ALLE ARTERIE E VASCOLARE, e ti fà evitare la OSTEOPOROSI, cosa faresti?
Certo, i medici da queste malattie ne traggono enormi profitti quindi insieme alle categorie sopra elencate per trarne PROFITTO hanno bisogno che tu queste cose le sappia, vero?
Pensa che:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Un "ALIMENTO ESSENZIALE" per TUTTI gli esseri viventi dei quali i più importanti l'ACIDO ASCORBICO., il CLORURO DI MAGNESIO e la vitamina D e gli altri elencati nella RGR (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della SALUTE.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Ho certezza che, data la loro rilevanza nel sangue di ogni individuo animale, ESSI LAVORANO IN SINERGIA.
Partiamo ora dall'inizio, nel 1915 durante la prima guerra mondiale il professor Pierre Delbet scoprì invece che usando il CLORURO DI MAGNESIO come DISINFETTANTE, questo elimina ogni forma di virus e batteri guarendo le ferite al 100%, quindi a quei tempi guariva i soldati evitando le amputazioni che dovevano farsi prima di questa scoperta, usando come disinfettante i prodotti proposti dalla medicina di allora. Nessuno di loro si ammalava più di setticemia e di cancrena e le altre malattie conseguenti alla errata disinfezione.
Di lui si scrive:
"Pierre Delbert: una scoperta audace.
Dobbiamo al professor Pierre Delbet la scoperta delle straordinarie virtù curative e preventive del CLORURO DI MAGNESIO. Bisogna sottolineare che qui non si tratta affatto di semplici ipotesi di lavoro, cogitazioni fumose senza altro fondamento che cercare di far colpo: certo che no! I risultati ottenuti con la terapia magnesiaca del professor Pierre Delbet poggiano su fatti scientifici basati su un'osservazione meticolosa.
Nato nel 1861, il professor Pierre Delbet per più di trent'anni di carriera fu quello che si definisce un "BARONE". La sua carriera in ambito medico fu esemplare: intermista in ospedale, primario responsabile della formazione degli altri medici in clinica, docente ordinario universitario, poi chirurgo in ospedale, premiato a più riprese dalla facoltà di Medicina e dalla Accademia di Medicina di Parigi di cui divenne membro, autore di importanti testi che furono capisaldi autorevoli di rifinimento. Morì nel 1957 a 96 anni compiuti. Tutto ciò indica che quest'illustre medico non aveva nulla del ciarlatano, ma le idee nuove sono accolte molto raramente come meriterebbero, sopratutto in ambito medico."
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... gnesio.pdf

La storia della scoperta della vitamina D parte nel 1919 quando venne evidenziato, da Huldschinsky, che bambini affetti da rachitismo guarivano se esposti alla luce ultravioletta. Un risultato simile lo si ottenne nel 1922 da A.F. Hess e H.B. Gutman usando, però, la luce solare e nello stesso periodo venne ipotizzata da Mc Collum l'esistenza di un composto liposolubile essenziale per il metabolismo delle ossa, studiando l'azione antirachitica dell'olio di fegato di pesce dal quale riuscì ad identificare una componente attiva. Già nel 1919-1920 Sir Edward Mellanby era pervenuto ad un'ipotesi simile studiando cani cresciuti sempre al chiuso. Nel 1923 Goldblatt e Soames riuscirono a dimostrare che quando il 7-deidrocolesterolo, presente nella pelle, viene colpito dai raggi ultravioletti esso dà origine ad un composto avente la stessa attività biologica del composto lipofilo di Mc Collum. La struttura della vitamina D venne identificata nel 1930 da A. Windaus.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... uciano.htm

Passiamo ora alla scoperta dell'ACIDO ASCORBICO che avvenne "ai tempi del giovane Szent-Gyorgyi i suoi studi furono rivoluzionari: un ruolo importante nei fenomeni di ossidoriduzione aveva un certo acido esuronico il quale mostrò anche di possedere la proprietà di curare e di prevenire lo scorbuto. Durante i grandi viaggi oceanici, cominciati nel 1500, lo scorbuto mieteva molte vittime fra i marinai, fino a quando, nel Settecento, si vide che le morti diminuivano se le navi portavano a bordo delle scorte di agrumi che, apparentemente, contenevano qualche sostanza curativa. Szent-Gyorgyi scoprì che si trattava proprio dell'acido esuronico che egli ribattezzò acido ascorbico e che oggi è noto come vitamina C. Per proseguire gli esperimenti occorreva disporre di una certa quantità della sostanza e Szent-Gyorgyi scoprì che proprio i peperoni, coltivati su larga scala intorno a Szeged, dove insegnava, ne avevano una elevata concentrazione. Le prime prove di estrazione furono fatte nel 1931 quando la stagione di raccolta era alla fine e fornirono pochi grammi; l'anno dopo l'estrazione cominciò all'inizio della campagna agricola e fornì qualche chilogrammo di acido ascorbico che poté essere distribuito ad altri laboratori.
Per queste sue ricerche Szent-Gyorgyi ebbe il premio Nobel per la medicina nel 1937."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... yorgyi.htm

Ed infine cronologicamente, ecco arrivare la vitamina K2.
la pagina in oggetto dichiara:
"La vitamina K2, scoperta nel 1935 dal biochimico Carl Peter Henrick Dam, per questo ebbe il premio Nobel per la Medicina e la Fisiologia nel 1943, insieme allo statunitense Edward Adelbert Doisy che della vitamina K aveva realizzato la sintesi, sta attirando sempre più l'attenzione del mondo scientifico per via delle sue evidenti proprietà benefiche legate alla presenza di calcio nel nostro corpo. La K2 vitamin mette in azione una proteina nota come osteocalcina, che spazza via il calcio dai tessuti in cui potrebbe risultare dannoso (vene, arterie) spostandolo nelle ossa e nei denti. Un recente libro della dottoressa naturopata Kate Rhéaume-Bleue mette in evidenza le cause e gli effetti della vitamina K2, sostenendo che una corretta e costante assunzione, attraverso gli alimenti che ne offrono un maggiore apporto, non solo aiuta a contrastare la carenza di calcio ma contribuisce a migliorare la salute, contrastando patologie molto comuni. Tra gli indizi di una possibile carenza di vitamina K2 vi sono problemi renali, carie, osteoporosi e la formazione di rughe.
Scorri la gallery per scoprire i 4 buoni motivi per cui assumerla e dove trovarla
di Sara Rezk
16 Giugno 2017"
Tutte queste informazioni le ho inserite l'una dopo l'altra in modo da capire esattamente dov'è questa mia dichiarata: "PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Come abbiamo potuto rilevare, cronologicamente l' "ALIMENTO ESSENZIALE" più giovane è appunto questa vitamina K2, stabilendo che tra il 1915 del CLORURO DI MAGNESIO al 1935 della vitamina K2 sono passati solo 10 anni, ma dal 1935 ad oggi 2018 ne sono trascorsi 88 di anni.
Stabilito questo posso quindi dire con certezza che molte persone, ricercatori o meno, in questo tempo hanno avuto modo di studiare e sperimentare i BENEFICI ottenuti ingoiando in qualche modo questi "ALIMENTI ESSENZIALI", contenuti sia dai CIBI NATURALI che con prodotti di sintesi.
Ora sappiamo che l'"ALIMENTO ESSENZIALE" più conosciuto è la vitamina D, la quale è collegata alla OSTEOPOROSI, poi la vitamina C da noi denominato ACIDO ASCORBICO, poi il MAGNESIO, nella forma di magnesio supremo, ma pur sempre MAGNESIO. Ora però con la giusta informazione si è capito che il principe delle forme di magnesio è appunto il CLORURO DI MAGNESIO poichè già in natura sul pianeta terra nei mari e negli oceani, dove esiste la maggior parte delle specie viventi, sia animali che vegetali. Questo determina senza ombra di dubbio la sua importanza per la vita sul pianeta terra.
Dopo questa chiara informazione, ecco che mi chiedo:
PERCHE' NON SI E' MAI SENTITO PARLARE DI QUESTA VITAMINA K2 SE NON NELL'ULTIMO PERIODO?
MA SOPRATUTTO, PERCHE' NON SI CONOSCONO I VERI BENEFICI GIA' RILEVATI DA RICERCHE CHE HANNO SPERIMENTATO QUESTA VITAMINA K2?
Sul web si trovano poche informazioni al riguardo e sempre molto vaghe.
Ora, prima di riportare questi dichiarati BENEFICI vorrei descrivere certi perchè di certe informazioni che troviamo abbondantemente sul web che personalmente ho potuto mettere insieme venendo a conoscenza di quanti vi stò riportando
Ho sempre pensato che i consigli che trovi sul web di non ingoiare la CARNE in quanto ecc. ecc. ecc. oppure di non ingoiare il LATTE ed i DERIVATI ecc. ecc. ecc., doveva avere un motivo molto valido per farlo e che quindi BEN REMUNERATI, ma non riuscivo a determinarne un motivo preciso. Quindi non riuscivo a metterlo a fuoco questo VERO MOTIVO di tanto accanimento, ma sapevo che era così, in quanto questi sono CIBI NATURALI a cui la EVOLUZIONE col tempo, ha adattato al corpo umano e che personalmente ingoio dalla mia nascita, sopratutto il LATTE ed sui derivati.
Scoprendo invece ciò che troverete sotto, ho capito esattamente quanto è importante per molte categorie la DISINFORMAZIONE che si legge sul web su questi CIBI NATURALI.
Iniziamo col dire che questi CIBI NATURALI contengono in maggior quantità quel sopra citato "ALIMENTO ESSENZIALE" chiamato vitamina K2, una vitamina liposolubile, quindi oleosa, quindi necessaria per la prevenzione o la MANUTENZIONE come lo sono TUTTO ciò che è un grasso o oleoso del corpo animale, della quale mi permetto di riportare parte dei suoi compiti DOCUMENTATI.
Prima però, mi permetto di elencare le CATEGORIE che da questa DISINFORMAZIONE ne traggono ENORMI PROFITTI:
LE INDUSTRIE DI BELLEZZA
I DENTISTI
LA MEDICINA
ED ALTRE CATEGORIE ANCORA CHE CONSIDERO MARGINALI.
A questo punto però devo elencare il perchè di questo profitti ed inizio riportando parti dell'articolo in oggetto che chiarirà, senza ombra di dubbio, quanto sopra dichiarato.
Naturalmente ho cercato conferme sulla vericidità di questo articolo e avendole trovate, riporterò delle conferme inconfutabili in merito con altri articoli, anche in inglese tradotti, come degli studi fatti da ricercatori. Tutto questo perchè ora sò COSA DEVO CERCARE.
La parte dell'articolo in oggetto che voglio citare scrive:
"1 Previene e contrasta la formazione di rughe: Una ricerca coreana del 2008 pubblicata nella rivista "Nephrology" dimostra che l'aumento della rugosità facciale dipenda molto spesso da una diminuzione della corretta funzione renale (uno dei sintomi di scarsa assunzione di vitamina k2). Agendo su più fronti, attraverso l'assunzione di questa vitamina, non solo è più facile contrastarne la formazione, ma anche riportare indietro l'orologio biologico
Prove edimiologiche dimostrano che le donne giapponesi, assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto), fonte principale di vitamina k2, risultano avere una pelle molto più distesa rispetto alle donne nordamericane della stessa età
2.Preserva la salute dei denti: Tra tutti i benefici della vitamina k2, la salute dentinale è il beneficio oggetto di maggior ricerca e maggiori risultati. Sarebbe molto semplice, infatti, grazie ad un'assunzione costante di k2, riuscire non solo a prevenire la placca ma anche a guarire la carie
L'anatomia del dente è costituita da una struttura calcificata simile all'osso e dunque come per le ossa stesse, richiede una buona quantità di osteocalcina, per un buon funzionamento e una buona conservazione"
Sulla SOIA mi permetto di sottolineare la parola "FERMENTAI" della frase: "assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto)".
Mi permetto di farli in quanto questo è la soia NON FERMENTATA ed usata dalle industrie alimentari:
"Il latte di soia: la verità
"Anche in questo caso in letteratura sono presenti studi con risultati contrastanti. Tra i tanti, senza creare inutili allarmismi ma solo per dare un'idea di quanto delicata sia la questione, ve ne sono alcuni che sottolineano la capacità degli isoflavoni di favorire la crescita e la proliferazione delle cellule tumorali mammarie. In base ai risultati di questi studi, la soia ed i suoi derivati sarebbero controindicati alle donne con storia presente o passata di cancro al seno."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... alatte.htm
La soia: la verità
Il progresso tecnologico rende possibile la produzione di proteine di soia isolate da ciò che in passato era considerato un sottoprodotto — l’elevata proteina della soia priva di grassi — e di trasformare qualcosa che sembra orribile e puzza terribilmente in prodotti che possono essere consumati da esseri umani. Gli aromi, i conservanti, i dolcificanti, gli emulsionanti e le sostanze nutritive sintetiche hanno trasformato quello che era il brutto anatroccolo dei cibi lavorati, la proteina della soia, in uno dei cibi miracolosi della New Age.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... verita.htm
DALLA FORMAZIONE DELLE RUGHE, QUINDI ORA SAPPIAMO CHI DA QUESTA MANCATA INFORMAZIONE NE TRE ENORMI GUADAGNI.
Di questo ne chiedo conferma alle persone che usano le CREME ANTI-RUGHE che costano un occhio della testa, perchè se costassero meno non avrebbero il valore che gli si attribuisce, ma purtroppo queste creme non le mangerebbero, non immaginando che questi PRODOTTI CHIMICI CANCEROGENI entrano nel loro corpo dai loro miliardi PORI, che tra l'altro la pagina dice:
"Oggi 30/04/2011 prima che tu legga delle CREME VARIE: antirughe, per il viso, per il corpo, solari e chi più ne ha più ne metta, voglio proporti un ragionamento che ti renderà possibile la valutazione di tutti questi "PRODOTTI CHIMICI", anche quelli comprati in erboristeria e dichiarati come naturali. Quando il tuo cervello determina che una parte del tuo corpo ha bisogno di un piccolo ritocco o ritieni di doverlo proteggere dai raggi solari, il tuo pensiero và subito ai vari prodotti che hai registrato in un angolo del cervello. Non pensi lontanamente che tutto ciò che ti ha colpito: la forma, il colore ed nome del prodotto scritto sul vasetto contenitore, la pubblicità fatta dalla casa produttrice, le parole così convincenti e poi il detto "se costa caro vale molto"; tutto questo è fatto in modo da poterti influenzare nelle scelta indirizzandoti verso un prodotto piuttosto che verso un altro. Sicuramente non ti passa neanche lontanamente nel cervello di farti la domanda che mi permetto di farti ora:
IL PRODOTTO CHE USI O DEVI COMPRARE, CHE SAI ESSERE UN "PRODOTTO CHIMICO", lo mangeresti? NOOOOOOOOOOO???????
Ti chiedo "ma perchè no????" Questo te lo dico io:
Hai paura che ingerendolo ti possa fare male. Ma NON hai mai pensato che sotto il piccolissimo strato di pelle hai la carne che fà parte del tuo corpo? Lo sai che la tua pelle tramite i pori respira e si nutre di ciò che le viene spalmato e quindi quei "PRODOTTI CHIMICI" che non ingerisci mettendoli in bocca, glieli fai avere attraverso la pelle? Cosa pensi che possano fare alla tua pelle ed alla tua salute "QUESTE CREME"?
A TE LA RISPOSTA.
Quindi ora che ne sei consapevole ti dico: "SULLA TUA PELLE METTICI SOLO QUELLO CHE MANGERESTI".
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... meviso.htm
ED ORA PARLANDO DELLE FORMAZIONI DI CARIE, SI PUO' CAPIRE QUANTI DANNI AVREBBERO QUESTI DENTISTI CHE SAPPIAMO TUTTI BENISSIMO DI CHE CIFRE SI PARLA SE SI HA BISOGNO DEL LORO INTERVENTO CHE GUARDA CASO E': O CON IVA O SENZA IVA.
COME BUON ULTIMO LA MEDICINA CHE SE TI VENGONO I TUMORI DELLA PELLE O DEVI FARE DEI RAGGI ALLA DENTATURA O ADDIRITTURA TI RECHI DAL DENTISTA DELLA MUTUA, LA PARCELLA SE TI VA' BENE LA PAGA IL MINISTERO DELLA SALUTE, IN QUANTO QUESTO DENTISTA NON LAVORA GRATIS.
E come buon ultimo, vogliamo sapere in che CIBI NATURALI troviamo la maggior parte della vitamina K2 indispensabile a quanto descrive l'articolo?
La parte recita:
"COME ASSUMERLA: i cibi che più di altri aiutano a includere la vitamina K2 nella propria dieta sono tutti gli alimenti fermentati, come ad esempio i fagioli di soia (natto) dal sapore molto forte ma utili anche alla riduzione del colesterolo
il tuorlo d'uovo (soprattutto se proveniente da gallina ruspante) per i grassi insaturi che riducono il colesterolo e i nutrienti essenziali
i formaggi provenienti da bestiame alimentato a erba, i cosiddetti grass-fed
altra fonte di vitamina k2 è la selvaggina, in particolare le carni d'anatra, fagiano, coniglio, tacchino, cinghiale sono tra i maggiori integratori di menachione
anche il pollo è un ottimo integratore di vitamina k2, oltre ad avere un'altissima concentrazione di proteine di buona qualità
QUANTITÁ CONSIGLIATA: la quantità raccomandata varia in base al fabbisogno del corpo, che può essere maggiore o minore in base allo stato di salute personale. La quantità varia, inoltre, in base alla tipologia di integratore K2 assunto (da alimento o da integratori del tipo MK-4 che vitamina k2 dalle piante di tabacco)."
Oh, ma allora della CARENZA della vitamina K2, anche i reni ne soffrono e lavorano male, potendo quindi dare problemi, ma questo lo "specializzato" nefrologo lo sà? glielo avranno insegnato? Mi auguro tanto di sì, ma se così fosse avremmo saputo di questa vitamina K2, in quanto prescrivendola o facendone fare gli esami del sangue, nel tempo almeno qualcuno lo saprebbe.
SONO INVECE CERTO DI NO.
Quindi mi permetto di ricordare a chi ha problemi di reni di farsi fare l'esame della
VITAMINA K2
che da questi risultati può vederne il valore, avendo così il modo di correre ai ripari dandogliela al proprio corpo affinchè possa usarla per la sua AUTONOMA GUARIGIONE.
Scusate, non vado oltre.....
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gavita.htm
Oggi 22 gennaio 2019, dopo avermi fatto fare ieri le richieste degli esami del sangue per Franca e per me, dal nostro medico di base, stamattina alle 7.30 ci siamo recati al laboratorio analisi per il giusto prelievo.
Dato che è dal 05/04/2018 che con Franca ingoiamo ogni giorno con costanza questa vitamina K2, quindi da quasi un anno, ho proposto al mio medico di richiedere anche i valori di questa. Al che, non avendo trovato gli estremi necessari mi ha comunicato che li cercava ed avremmo fatto questo esame un pò più in là.
Ebbene questa mattina alla impiegata che ha ritirato le richieste ho fatto la domanda logica per avere gli estremi necessari per questo esame e lei mi ha comunicato che il laboratorio questo esame lo fà, ma per la regione Piemonte non è mutuabile, quindi solo a pagamento ed al costo di
160.00 EURO
Mi permetto allora di comunicarvi il mio pensiero, e penso di non sbagliare.
Il tutto non può che determinare senza ombra di dubbio che vi è nel SISTEMA
LA MASSIMA MALAFEDE
in quanto oltre a non dare le GIUSTE INFORMAZIONI in merito a questa vitamina K2. si mette in condizioni il medico di base di NON FAR FARE QUESTO ESAME, in quanto che se uscisse CARENTE, è logico il DOVERE, da parte sua, di prescrivere questa vitamina come stà succedendo con la vitamina D.
Questo dimostra chiaramente che LA TUA, LA MIA, LA VOSTRA SALUTE PER IL SISTEMA SANITARIO NON E' LA PRIORITA', ANZI E' IL CONTRARIO.
Spero di non avervi tediato, in quanto non è la mia intenzione, ma farvi capire LE PURE VERITA'.
Per il resto degli esami del sangue, onde dimostrarvi la nostra SALUTE, posterò i risultati in altra settimana.
Questo post lo dedico ad una comunicazione per i VEGANI ed i VEGETARIANI.
Premetto che non ho nulla contro nessuno, tanto meno contro di voi, ma farvi parte di ciò che ho scoperto poco tempo fà.
Sappiamo tutti che chi si alimenta seguendo uno STILE DI VITA VEGETARIANO o VEGANO è facile che il loro corpo sia CARENTE di un "ALIMENTO ESSENZIALE" molto importante:
la VITAMINA B12
Però come detto, sapendolo, è possibile correre ai ripari ingerendo giornalmente quel cosi detto "INTEGRATORE" che personalmente ho denominato "ALIMENTO ESSENZIALE", anche solo per il fatto che questi sono nel mio sangue, quindi segnati a LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA, MA SOPRATUTTO PERCHE' NON AMMETTO DI ESSERE STATO "GENERATO" negli "INTEGRATORI", (e voi?) onde evitare sorprese di mancanza di salute.
Questo, come sappiamo è ammesso anche dai grandi sostenitori di questo STILE VEGETARIANO o VEGANO, ma nonostante questi sostenitori siano per la maggior parte di loro delle autorità mediche, che per nominarne alcuni:
come primo, l'oncologo Umberto Veronesi
seguito dall'oncologo Franco Berrino
seguiti da altri medici che ho sentito personalmente per radio, tv, ed altri mezzi di comunicazione per descrivere i vantaggi di questo STILE DI VITA.
Un altro personaggio molto conosciuto è Valdo Vaccaro, che inoltre gestisce un sito di informazione al riguardo della salute, dedicato ai VEGANI. ed ai VEGETARIANI, in quanto si dichiara VEGANO personalmente.
Ora, avendo personalmente scoperto la GRANDE IMPORTANZA della vitamina K2 per la VERA SALUTE, mi chiedo:
COME MAI TUTTI QUESTI PERSONAGGI NON VI HANNO INFORMATO DELLA IMPORTANZA DI QUESTA VITAMINA K2 PER LA SALUTE VOSTRA?
MI VOLETE CONVINCERE CHE LORO DI QUESTA VITAMINA K2 NON NE SANNO PROPRIO NULLA, DATO CHE CI SONO MOLTI STUDI CHE NE DIMOSTRANO LA IMPORTANZA?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ariani.htm
AVENDO INFORMAZIONE QUALI CIBI CONTENGONO QUESTA VITAMINA K2, DEDUCO CHE I CONSIGLI DI CERTI MEDICI SUL LATTE E SULLA CARNE; SIANO MOLTO INTERESSATI.
QUALCOSA DA AGGIUNGERE O DA TOGLIERE?
IN CONCLUSIONE E' FINALMENTE FACILE CAPIRE IL PERCHE' DELLA DISINFORMAZIONE SUI CIBI NATURALI E SULLA VITAMINA K2.
La vitamina K è una molecola liposolubile scoperta nel 1929 dallo scienziato danese Henrik Dam. Egli osservò che polli sottoposti ad una dieta inadeguata sviluppavano una particolare situazione clinica caratterizzata da bassi livelli di protrombina e spiccata tendenza emorragica. Successivamente gli stessi scienziati scoprirono che nutrendo questi animali con piante ricche di sostanze liposolubili (erba medica/medicago sativa) era possibile alleviare questi problemi. Questa sostanza che influiva sulla coagulazione (in danese : Koagulation) fu chiamata vitamina K. Negli stessi anni veniva anche scoperto che soggetti con gravi patologie epatiche ad impronta itterica avevano anch’essi bassi livelli di protrombina. Era stato chiarita la relazione tra vitamina K, adeguata funzione epatica e normale funzione coagulativa.
Formula chimica di varie molecole di Vitamina K
Quando si parla di vitamina K ci si riferisce non ad una singola molecola ma ad una famiglia di nutrienti, basilare è distinguere tra:
Vitamina K1 (o Fillochinone), sintetizzato da vari tipi di piante, si tratta di un’unica molecola.
Vitamina K2 (o Menachinone), sintetizzato da vari batteri della flora intestinale, in particolare Gram +, si distinguono qui vari gruppi di molecole in relazione alla catena laterale formata da un numero diverso di unità isopreniche:
– MK-4, menachinone a catena corta, meno attivo, presente soprattutto nei prodotti di derivazione animale, ottenuta comunque anche per via sintetica.
– MK- 7-13, menachinoni a catena più lunga, più attivi, presenti soprattutto in prodotti fermentati in particolare derivati dalla soia quali il Natto (MK-7). Più lunga è la catena isoprenica laterale, maggiore è la lipofilia della vitamina.
Vitamina K3 (o Menadione), molecola sintetica usata come sodio bisolfito nell’alimentazione di polli e suini, è idrosolubile ma poco stabile.
FONTI ALIMENTARI DI VITAMINA K
Le maggiori fonti dietetiche di vitamina K1 sono le verdure di colore verde scuro e gli olii vegetali. La vitamina K2 alimentare deriva da 2 maggiori fonti:
grassi di origine animale quali uova e latte e derivati . Gli animali accumulano K2 nei loro tessuti in proporzione diretta con la ricchezza in vitamina K1 dei vegetali che assumono. Ovviamente la carne ed il latte di animali allevati al pascolo sono molto più ricchi in questa vitamina rispetto agli animali tenuti in stalla e nutriti a cereali. La stessa cosa del resto accade con l’acido alfa linoleico.
specifici alimenti fermentati, quali in particolare la soia (Natto) ed il formaggio Brie. In questi casi la vitamina K2 è prodotta dall’azione di specifici batteri.
La vitamina K2 agisce attivando una specifica proteina (Osteocalcina) che stimola l’incorporazione del calcio nelle ossa e nei denti. E’ stato dimostrato che la vitamina K2 riduce il rischio di frattura indipendentemente dai livelli di mineralizzazione ossea. L’associazione con la vitamina D crea una specifica sinergia per il miglioramento della densità ossea. La vitamina K2 agisce anche stimolando la calcificazione del tessuto cartilagineo e rinforzando la struttura degli anelli intervertebrali risultando utile pertanto nell’artrosi degenerativa in generale e nella spondiloartrosi in particolare.
Studi recenti hanno evidenziato come la vit.K2 sia il maggior fattore di mobilizzazione del calcio. I suoi livelli sono direttamente correlati con un calo della mortalità in generale e cardiaca in particolare.
Il 20% dell’Osteocalcina non è legata alle ossa e circola a livello sanguigno. Poiché è prodotta solo dagli osteoblasti, il suo dosaggio rappresenta un attendibile marker di metabolismo osseo e dei livelli di vitamina K. Livelli elevati di osteocalcina si riscontrano in adolescenza, nel morbo di Paget e in altre patologie caratterizzate da aumento della mineralizzazione-riassorbimento osseo quali l’iperparatiroidismo. La non carbossilazione dell’osteocalcina per carenza di vitamina K è associata ad aumentato rischio di fratture dell’anca. Recentemente si è valorizzato il ruolo metabolico dell’osteocalcina non attivata che sembra giocare una parte positiva nel metabolismo glucidico. Gli studi sono ancora in corso ed appaiono confusi perché prevalentemente fatti su roditori i quali, rispetto agli umani, hanno assai maggior percentuale di osteocalcina carbossilata, tuttavia sembra chiaro un ruolo della vitamina K e conseguentemente dell’osteocalcina nel diabete II e l’importanza di una supplementazione ragionata della vitamina K stessa.
PROTEINA GLA DI MATRICE ( MGP)
AZIONE ANTIDIABETICA
Il deficit relativo di vitamina K è associato con maggiori picchi glicemici postprandiali e la supplementazione con vitamina K2 migliora il diabete II. Bisogna ricordare che i picchi insulinici correlati ai momenti di iperglicemia sono uno dei maggiori fattori di invecchiamento tissutale. Il ruolo, non ancora definito, della vitamina K nel metabolismo del glucosio è spiegabile tramite la complessa inter relazione tra vitamina K ed osteocalcina. Dati recenti indicherebbero che bassi livelli di osteocalcina totale (dipendenti dalla vit. D) e di osteocalcina non carbossilata (dipendenti da bassi livelli di vit. K) possano essere in rapporto con esacerbazione delle alterazioni del metabolismo glucidico. Interessante è il rilievo che topi geneticamente carenti di osteocalcina manifestano insulino resistenza e la somministrazione a questi animali di osteocalcina stimola la secrezione insulinica da parte delle cellule b pancreatiche e l’espressione dell’adiponectina (ormone molto favorevole per un buon equlibrio del metabolismo gluco-lipidico e che controlla l’obesità); queste proprietà sono attribuibili all’osteocalcina non carbossilata. Questi rilievi sono in parte modificati nell’uomo nel quale anche l’osteocalcina carbossilata dalla vitamina K sembra avere questi effetti favorevoli nel diabete. Interessante è anche il fatto che nelle donne con diabete gestazionale c’è un aumento dei livelli di osteocalcina che sembra essere un positivo adattamento alla problematica di insulino resistenza frequente in questi soggetti.
PREVENZIONE E TRATTAMENTO DELLE PATOLOGIE CARDIACHE
I livelli di assunzione di vitamina K2 sono inversamente correlati con morbilità e mortalità cardiovascolare. La supplementazione di tale vitamina, nell’animale da esperimento, riduce in 6 settimane del 50% le calcificazioni aterosclerotiche. Il meccanismo di azione è quello dell’attivazione di una specifica proteina (MGP) che rimuove gli accumuli di calcio dalle arterie e da altri tessuti molli, ove possa essere anomalamente accumulato. Questi stessi risultati non si ottengono impiegando vitamina K1. La calcificazione arteriosa è una delle più importanti cause di ipertensione sistolica senile, legata precipuamente alla diminuita elasticità dei vasi Anche le vene varicose possono essere di molto peggiorate da una calcificazione legata alla carenza di vitamina K.
Interessante è il recente rilievo che la vitamina K inibisce una proteina denominata aterocalcina, scoperta nei tessuti aterosclerotici calcificati e coinvolta nello sviluppo dell’aterosclerosi stessa.
Un buon apporto di vitamina K2 rende le arterie più elastiche e morbide rimuovendo gli accumuli di calcio
PREVENZIONE ANTINEOPLASTICA
La vitamina K2 regola una proteina coinvolta con la crescita cellulare, cosa molto utile per prevenire la proliferazione tumorale soprattutto a livello polmonare e prostatico, ma anche in caso di leucemia e mieloma. Tale nutriente si è rivelato utile anche per cancro al seno ed al fegato, in particolare la supplementazione di vitamina K2 appare capace di prolungare la sopravvivenza nei pazienti con epatocarcinoma e di prevenire l’insorgenza di tale patologia nei pazienti con epatite C.
Studi recenti hanno approfondito i meccanismi con i quali la vitamina K esercita un ruolo antiproliferativo, essa induce differenziazione (quindi quanto meno riduce la malignità cellulare) e stimola l’apoptosi in maniera assai più lenta rispetto ai comuni chemioterapici. Viene stimolato, tramite la produzione di superossido, un cambiamento a livello della membrana mitocondriale con rilascio di citocromo C che induce l’apoptosi della cellula in maniera quasi fisiologica. Questi effetti della vitamina K sono inibiti dalla vitamina E e solo parzialmente dalla ciclosporina, farmaco normalmente usato per ridurre i livelli di apoptosi nei pazienti trapiantati o con patologie autoimmuni.
Nelle donne con pregresso cancro al seno in cura con anti estrogeni o inibitori dell’aromatasi il rischio osteoporotico è molto elevato. Ovviamente vanno evitate sostanze anche solo correlate con gli estrogeni (Boro ). La vit K ha un doppio ruolo in queste pazienti.
AZIONE ANTI AGING
E’ noto che l’incidenza di morbo di Alzheimer aumenta con l’età ed è maggiore nel genotipo con apolipoproteina E4. Un deficit relativo di vitamina K, che influenza le funzioni extraepatiche (coagulazione) della vitamina stessa, si verifica comunemente sia nell’invecchiamento maschile che in quello femminile. Le concentrazioni ematiche di vitamina K sono più basse nei soggetti con genotipo APOE4. Sono numerose le evidenze secondo le quali la vitamina K ha importanti funzioni a livello cerebrale inclusa la regolazione dell’attività sulfotransferasica e dei fattori di crescita correlati ai recettori fosfochinasici cellulari. L’ipotesi è che il deficit di vitamina K possa contribuire alla patogenesi del morbo di Alzheimer e che la sua supplementazione possa prevenire o ridurre il danno neuronale correlato a questa malattia o a fattori vascolari. La vitamina K2 si è dimostrata utile nella prevenzione del danno cerebrale da ictus e per antagonizzare l’invecchiamento
AZIONE SULLA FUNZIONE NERVOSA
Una proteina Gla vitamina K dipendente chiamata Gas6, simile alla vitamina S, ha attività neurotrofica a livello dei neuroni dell’ippocampo. Vari dati sperimentali dimostrano che questa proteina stimola la crescita e la sopravvivenza di molti tipi di cellule neuronali.
Il trattamento con inibitori della vitamina K riduce i sulfatidi e l’attività della glutatione-s-transferasi a livello cerebrale.
AZIONE ANTI INFIAMMATORIA
La vitamina K2 ha una potente azione anti infiammatoria (riduzione di PGE2, COX2, IL-6) e può essere molto utile in patologie quali l’artrite reumatoide e la sclerosi multipla. In ogni caso la riduzione dei livelli di infiammazione è giovevole a tutti i livelli, tramite il beneficio anti neoplastico e cardiovascolare ed è una delle spiegazioni del fattore longevità correlato a buoni livelli di vitamina K2.
La supplementazione di 1mg di vitamina K, è stata vantaggiosa nel compensare i difetti di carbossilazione tipici della fibrosi cistica.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... iaging.htm
TRADUZIONE:
Il segreto per evitare l'osteoporosi e l'aterosclerosi correlate al calcio
Mentre milioni di persone assumono integratori di calcio e vitamina D pensando di aiutare le loro ossa, la verità è che, senza l'aggiunta di vitamina K2, un tale regime di salute potrebbe rivelarsi pericoloso. Senza la vitamina K2, il corpo non può dirigere il calcio alle ossa dove è necessario; invece, il calcio risiede nei tessuti molli (come le arterie) - portando a una combinazione di osteoporosi e aterosclerosi, o il temuto "paradosso del calcio". Questo è il primo libro a rivelare quanto sia universale la carenza di vitamina K2 e il rischio (nella forma di cancro e diabete, tra le altre malattie) l'assenza di vitamina K2.
Scritto dal Dr. Kate Rheaume-Bleue, un esperto di salute popolare sulla televisione e radio canadesi, "Vitamina K2 e il paradosso del calcio" lancia un monito sulla popolarità della mania di calcio e vitamina D, mentre illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi. Il libro demistifica questo oscuro supernutriente - una vitamina liposolubile che gli esseri umani una volta prosperavano, ignorati dagli scienziati per quasi settanta anniDettagli come il consumo di animali nutriti con erba ha portato ad un'adeguata assunzione di vitamina K2 - mentre il mangime a base di cereali ha aiutato a sradicare la vitamina K2 dalle nostre diete Descrive come i medici stanno aumentando le dosi raccomandate di calcio e vitamina D - senza prescrivere la vitamina K2Dettagli più dannosi su transfats - e come la creazione di una vitamina K sintetica interferito con il metabolismo della vitamina K del corpo
Un libro essenziale per chiunque sia interessato alla salute delle ossa o al mantenimento della loro salute generale, "La vitamina K2 e il paradosso del calcio" è la guida per prendere la giusta combinazione di integratori e l'aggiunta di vitamina K2 a un regime giornaliero.
TRADUZIONE
Recensioni editoriali
Dalla copertina posteriore
Stai prendendo calcio o vitamina D? Questo libro potrebbe salvarti la vita!
Scopri il segreto per evitare l'osteoporosi e le malattie cardiache.
Milioni di persone assumono vitamina D e integratori di calcio per la salute delle ossa. Una nuova ricerca mostra che questo aumenta il rischio di infarto e ictus perché il calcio aggiunto si accumula nelle arterie - il paradosso del calcio. Il segreto per mantenere le ossa forti e le arterie chiare è la vitamina K2, un soprannaturale poco noto a cui un tempo gli esseri umani prosperavano e che è stato ignorato dagli scienziati per quasi 70 anni.
All'interno di questo libro troverai:
In che modo il consumo di animali nutriti con erba ci ha tradizionalmente fornito ampie quantità di vitamina K2 - mentre il mangime per animali a base di cereali ha contribuito all'eradicazione della vitamina K2 nella nostra dieta moderna
Come il K2 è il più importante nutriente anti-invecchiamento per combattere le rughe, l'Alzheimer, le malattie cardiache, l'osteoporosi e altro
I benefici per la salute K2 promuove denti dritti e privi di cavità e ossa forti nei bambini
Quali deliziosi cibi "peccaminosi" sono pieni di cuore-sano K2
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... amento.htm
L'integrazione a tre anni con il trattamento con menzona-7 a basso dosaggio aiuta a ridurre la perdita ossea nelle donne sane in postmenopausa.
Osteoporos Int. 2013 Sep; 24 (9): 2499-507. doi: 10.1007 / s00198-013-2325-6. Epub 2013 23 marzo.
L'integrazione a tre anni con il trattamento con menzona-7 a basso dosaggio aiuta a ridurre la perdita ossea nelle donne sane in postmenopausa.
Knapen MH1, Drummen NE, Smit E, Vermeer C, Theuwissen E.
Informazioni sull'autore
Astratto
Abbiamo studiato se supplementi di vitamina K2 a basso dosaggio (menachinone-7, MK-7) potrebbero influire positivamente sulla salute delle ossa. Accanto a un miglioramento dello stato di vitamina K, l'integrazione di MK-7 ha ridotto significativamente il declino legato all'età nella densità minerale ossea e nella resistenza ossea. Gli integratori a basso dosaggio di MK-7 possono quindi aiutare le donne in post-menopausa a prevenire la perdita di tessuto osseo.
INTRODUZIONE:
Nonostante i dati contraddittori sulla supplementazione di vitamina K e sulla salute delle ossa, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha accettato l'indicazione sulla salute relativa al ruolo della vitamina K nel mantenimento dell'osso normale. In linea con l'opinione dell'EFSA, abbiamo dimostrato che la supplementazione di vitamina K1 (fillochinone) e K2 (menaquinone-4) a dosi elevate a 3 anni ha migliorato la salute delle ossa dopo la menopausa. A causa della maggiore emivita e della maggiore potenza della catena MK-7, abbiamo esteso queste indagini misurando l'effetto della supplementazione di MK-7 a basse dosi sulla salute delle ossa.
METODI:
Donne in postmenopausa in buona salute (n = 244) hanno ricevuto per 3 anni capsule placebo o MK-7 (180 µg MK-7 / giorno). La densità minerale ossea della colonna lombare, dell'anca totale e del collo del femore è stata misurata mediante DXA; sono stati calcolati gli indici di forza ossea del collo del femore. La valutazione della frattura vertebrale è stata eseguita mediante DXA e utilizzata come misura per le fratture vertebrali. Sono state misurate osteocalcina non carbossilata circolatoria (ucOC) e carbossilati OC (cOC); il rapporto ucOC / cOC serviva come marker dello stato di vitamina K. Le misurazioni si sono verificate al basale e dopo 1, 2 e 3 anni di trattamento.
RISULTATI:
L'assunzione di MK-7 ha migliorato significativamente lo stato di vitamina K e ha ridotto il declino correlato all'età in BMC e BMD alla colonna lombare e al collo del femore, ma non all'anca totale. La forza ossea è stata anche favorevolmente influenzata da MK-7. MK-7 ha diminuito significativamente la perdita in altezza vertebrale della regione toracica inferiore nel mid-site delle vertebre.
CONCLUSIONI:
I supplementi di MK-7 possono aiutare le donne in postmenopausa a prevenire l'osso
perdita. Se questi risultati possono essere estrapolati ad altre popolazioni, ad es. Bambini e uomini, è necessario un ulteriore approfondimento.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... pubmed.htm
L'articolo in oggetto, molto informativo riporta:
"Gli effetti benefici della vitamina K2 sono stati ampiamente documentati in anni di ricerca e dalla comparazione tra Vita K1 e K2 è emerso che solo quest’ultima produce effetti positivi sulla salute. Ciò è coerente con quanto evidenziato da importanti studi, che hanno rilevato la superiorità in termini di benefici sulla salute della K2.
Citiamo quanto segue dal sito nutrizionenaturale.org, che ringraziamo calorosamente:
Nel 1980, si è scoperto che la vitamina K è necessaria per attivare una proteina, l'osteocalcina, che si trova nel midollo. Un decennio più tardi, un'altra proteina, vitamina K-dipendente, è stata scoperta: la proteina Gla (MGP), riscontrata nel sistema vascolare. Senza vitamina K, questa ed altre proteine, vitamina K dipendenti, restano inattivate e non possono svolgere le loro funzioni biologiche.
Un altro dato importante è che il MGP è un inibitore molto forte di calcificazione. Se viene inattivato il MGP, si rischiano gravi calcificazioni arteriose e questo è il motivo per cui la vitamina K è così importante per la salute cardiovascolare. Gli studi indicano che la vitamina K può anche far regredire la calcificazione arteriosa indotta dalla carenza di vitamina K."
Quindi la medicina ufficiale non ha scusanti, poichè informata sull'importanza di questa vitamina K2 e non ha mai fatto nulla, La dimostrazione è che non si parla mai di esami del sangue in merito per conoscerne i valori ed eventualmente provvedere, ma non solo, questo vale anche per la vitamina D in quanto entrambe fanno parte di quegli "ALIMENTI ESSENZIALI" nell'elenco della RGR (Razione Giornaliera Raccomandata)
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm
Gli effetti benefici della vitamina K2 sono stati ampiamente documentati in anni di ricerca e dalla comparazione tra Vita K1 e K2 è emerso che solo quest’ultima produce effetti positivi sulla salute. Ciò è coerente con quanto evidenziato da importanti studi, che hanno rilevato la superiorità in termini di benefici sulla salute della K2.
Citiamo quanto segue dal sito nutrizionenaturale.org, che ringraziamo calorosamente:
Nel 1980, si è scoperto che la vitamina K è necessaria per attivare una proteina, l'osteocalcina, che si trova nel midollo. Un decennio più tardi, un'altra proteina, vitamina K-dipendente, è stata scoperta: la proteina Gla (MGP), riscontrata nel sistema vascolare. Senza vitamina K, questa ed altre proteine, vitamina K dipendenti, restano inattivate e non possono svolgere le loro funzioni biologiche.
Un altro dato importante è che il MGP è un inibitoremolto forte di calcificazione. Se viene inattivato il MGP, si rischiano gravi calcificazioni arteriose e questo è il motivo per cui la vitamina K è così importante per la salute cardiovascolare. Gli studi indicano che la vitamina K può anche far regredire la calcificazione arteriosa indotta dalla carenza di vitamina K.
Secondo il Dott Schurgers:
"C'è una forte correlazione tra l'MGP inattivo e le micro-calcificazioni. E' molto facile ipotizzare che la carenza di vitamina K è causa di micro-calcificazioni, che inducono, in cascata processi che portano all'aterosclerosi. "
Fino a pochi anni fa, il MGP era completamente sconosciuto il che sottolinea l'importanza per i medici di mantenersi aggiornati sulle ricerche che oggi si susseguono ad un ritmo molto rapido.
Il Dr. Schurgers afferma: "Abbiamo dimostrato che se si assumono le vitamine K1 e K2, la K1 va principalmente al fegato rimanendovi ed ha relativamente una breve emivita. Dopo tre o quattro ore dall'ingestione non c'è più traccia. Viene catturata dal fegato. La K2 va anche al fegato, ma il fegato la ridistribuisce tramite la frazione di colesterolo delle lipoproteine a bassa densità (LDL), localizzate nei tessuti periferici, come nelle ossa e nel sistema vascolare.
Sia la K1 che la K2 sono liposolubili, ma la K2 è più solubile nei grassi, almeno per quanto riguarda i menaquinoni a catena lunga come il MK7 che viene trasferito per la maggior parte nel sistema vascolare. Abbiamo ipotizzato che questa sia una delle principali funzioni benefiche della K2 essendo la k1 maggiormente presente nel fegato.
Così, oltre ad attivare il POP che è un potente inibitore di calcificazione, la K2 aiuta anche a prevenire la calcificazione arteriosa trasportando il calcio lontano dalle zone dove non dovrebbe esserci (nel rivestimento dei vasi sanguigni) verso i punti dove è veramente necessario (per esempio nel midollo).
La vitamina K2 sembra essere importante per il flusso vascolare del cervello. Nelle autopsie, su soggetti con il morbo di Alzheimer sono stati riscontrati molti casi di degenerazione vascolare il che fa pensare che sia proprio questa degenerazione a produrre i sintomi del morbo di Alzheimer.
Anche se non c'è una ricerca specifica su questi aspetti, appare evidente che la vitamina K2 possa aiutare a prevenire la malattia di Alzheimer attraverso l'azione che tende ad evitare la formazione della placca. Secondo il dottor Schurgers, almeno uno studio ha dimostrato che la vitamina K2 ha un ruolo importante nel rilascio di energia cellulare nei pazienti con il morbo di Parkinson, e può risultare utile anche nel trattamento di questa grave malattia.
La vitamina K2 è fondamentale nella prevenzione dell'osteoporosi. Gli studi scientifici infatti confermano che la vitamina K2 è essenziale per la salute delle ossa.
L'osteocalcina è una proteina prodotta dagli osteoblasti (cellule responsabili della formazione ossea), ed è utilizzata come parte integrante del processo di formazione delle ossa. Tuttavia, l'osteocalcina deve essere "carbossilata" prima che possa essere attiva. La vitamina K opera come cofattore per l'enzima che catalizza la carbossilazione della osteocalcina.
E' stato anche accertato come la vitamina K2 sia un "attivatore" molto più efficace di osteocalcina della K1.Notevoli sono state le ricerche sugli effetti protettivi della vitamina K2 contro l'osteoporosi."
Il Rotterdam Study è stato il primo a dimostrare che un’assunzione quotidiana di Vitamina K2, superiore a 32 mcg, riduce il rischio sia di calcificazioni arteriose, che di morte cardiovascolare, di ben il 50%, senza avere effetti collaterali.
Lo studio di Rotterdam ha riscontrato che coloro che assumono maggiori quantità di K2 hanno il più basso rischio di malattie cardiovascolari, minore rischio di calcificazione cardiovascolare, la più bassa probabilità di morte per malattie cardiache. Questa è stata una scoperta importante, perché in precedenza tale correlazione non esisteva. Più tardi, altri studi hanno anche dimostrato che è la vitamina K2 che apporta i benefici per la sanlute e non la K1.
Diversi studi giapponesi hanno dimostrato che la vitamina K2 inverte completamente la perdita di tessuto osseo e, in alcuni casi addirittura aumenta la massa ossea nelle persone con osteoporosi. (1)
Le prove di sette studi giapponesi indicano che la supplementazione di vitamina K2 produce una riduzione del 60 per cento delle fratture vertebrali e una riduzione dell'80 per cento di quelle dell'anca e di altre fratture non-vertebrali. (2)
I ricercatori dei Paesi Bassi hanno dimostrato che la vitamina K2 è tre volte più efficace della vitamina K1 nella formazione di osteocalcina, che controlla la costruzione delle ossa.(3)
Anche se il corpo può convertire la K1 in K2, gli studi dimostrano che la quantità di K2 prodotta da questo processo da sola è insufficiente. Se si assume abbastanza K1, il corpo utilizza la maggior parte di essa per i fattori di coagulazione, lasciando poco residuo per le ossa.
(1)Eur J Nutr. December 2004;43(6):325-335
(2)Arch Intern Med. 2006; 166: 1256-1261
(3)Blood. Apr 2007;109(8):3279-83
(nutrizionenaturale.org)
Nel Prospect Study, in cui 16000 persone sono state seguite per 10 anni, i ricercatori hanno osservato che ogni dose supplementare di 10 mcg di K2 nella dieta, ha permesso una riduzione del 9% del rischio di malattia coronarica, mentre la vitamina K1 non ha ottenuto gli stessi i risultati.
Uno studio epidemiologico che ha seguito ben 11.000 uomini ha scoperto che un elevato apporto di vitamina K2 è positivamente correlato con un rischio più basso del 63% di cancro alla prostata avanzato.
Sono stati studiati una serie di diversi tipi di cancro, compresi Glioblastoma, cancro epatocellulare, tumore del polmone e cancro alla prostata.
Sulla base di questi risultati viene raccomandata vitamina K2 come prevenzione del cancro o per evitare una ricaduta dopo il trattamento del cancro.
Sempre dal sito nutrizionenaturale.org:
Dosaggi raccomandati
Per evitare la carenza di vitamina K1, Dr. Schurgers raccomanda di mangiare almeno 200 grammi di verdura ogni giorno. Suggerisce inoltre di assumere vitamina K2 su base giornaliera, il che significa che dovremmo mangiare degli alimenti fermentati.
Mentre il dosaggio ideale deve ancora essere determinato, gli studi indicano che abbiamo bisogno di circa 360-500 microgrammi (mcg) di vitamina K2 al giorno. Non ci sono effetti collaterali noti a dosaggi più alti, di conseguenza si ritiene che sia meglio eccedere. Come minimo, sono necessari 45 mcg al giorno per cercare di scongiurare le malattie cardiovascolari, così come evidenziato nello studio Rotterdam, il primo studio che dimostra l'effetto benefico della vitamina K2. In questo studio, le persone che hanno consumato 45 mcg di K2 al giorno sono vissute sette anni in più delle persone che ne hanno assunto quotidianamente solo 12 mcg. (nutrizionenaturale.org)
Riportiamo di seguito alcuni abstract di studi sugli effetti della vitamina K2.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... linici.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 798
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » ven gen 25, 2019 3:08 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... pubmed.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Su questa pagina mi permetto di riportare in oggetto uno studio su questa eccezionale vitamina K2.
Addirittura un libro dal titolo:
"Il segreto per evitare l'osteoporosi e l'aterosclerosi correlate al calcio"
riporta:
"Mentre milioni di persone assumono integratori di calcio e vitamina D pensando di aiutare le loro ossa, la verità è che, senza l'aggiunta di vitamina K2, un tale regime di salute potrebbe rivelarsi pericoloso. Senza la vitamina K2, il corpo non può dirigere il calcio alle ossa dove è necessario; invece, il calcio risiede nei tessuti molli (come le arterie) - portando a una combinazione di osteoporosi e aterosclerosi, o il temuto "paradosso del calcio". Questo è il primo libro a rivelare quanto sia universale la carenza di vitamina K2 e il rischio (nella forma di cancro e diabete, tra le altre malattie) l'assenza di vitamina K2.
Scritto dal Dr. Kate Rheaume-Bleue, un esperto di salute popolare sulla televisione e radio canadesi, "Vitamina K2 e il paradosso del calcio" lancia un monito sulla popolarità della mania di calcio e vitamina D, mentre illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi. Il libro demistifica questo oscuro supernutriente - una vitamina liposolubile che gli esseri umani una volta prosperavano, ignorati dagli scienziati per quasi settanta anniDettagli come il consumo di animali nutriti con erba ha portato ad un'adeguata assunzione di vitamina K2 - mentre il mangime a base di cereali ha aiutato a sradicare la vitamina K2 dalle nostre diete Descrive come i medici stanno aumentando le dosi raccomandate di calcio e vitamina D - senza prescrivere la vitamina K2Dettagli più dannosi su transfats - e come la creazione di una vitamina K sintetica interferito con il metabolismo della vitamina K del corpo
Un libro essenziale per chiunque sia interessato alla salute delle ossa o al mantenimento della loro salute generale, "La vitamina K2 e il paradosso del calcio" è la guida per prendere la giusta combinazione di integratori e l'aggiunta di vitamina K2 a un regime giornaliero."
Quindi mi permetto di sottolineare la parte:
"illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi."
che conferma quanto sotto degli altri articoli correlati sui DENTI e sulle RUGHE.
A conferma di quanto sotto, l'articolo in oggetto recita:
"La vitamina K2, infatti, attiva una serie di speciali proteine che mobilizzano il calcio, promuove l’osteocalcina che attira il calcio nelle ossa e nei denti e attiva anche un’altra proteina chiamata MPG (Matrix GLA Protein) la quale mobilizza il calcio dai tessuti molli e dalle arterie, luoghi dove questo importante minerale può risultare dannoso.
Pare che la maggior parte delle persone soffra per una carenza di questa vitamina e pertanto ciò si ripercuote sulla deficitaria attivazione delle suddette proteine (osteocalcina e MGP) che proteggono ossa, vasi cuore e denti.
Il calcio, pertanto, non è sufficiente a garantire una buona salute delle ossa.
La vitamina D provvede al suo assorbimento nel sangue dagli alimenti mentre la vitamina K2 provvede all’assorbimento del calcio nelle ossa."
Ecco la conferma che la vitamina K2, oltre al resto, è importantissima per i denti, quindi per prevenire la carie, o magari anche eliminarla.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giorgi.htm
ATTENZIONE, ATTENZIONE, ATTENZIONE ED ANCORA A T T E N Z I O N E ! ? ! ? ! ?
Mi permetto di dirlo, in quanto ho scoperto e vi comunico la
PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI:
Mi spiego.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene la CARIE o addirittura te la ELIMINA, cosa faresti?
Dato che la CARIE è la SOLA CAUSA di spese folli dal dentista onde eliminare il dente incriminato e sostituirlo con un altro fittizio o addirittura farti montare un impianto onde poter masticare il cibo.
Ma non basta.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene le RUGHE o addirittura te le elimina, cosa faresti?
E' inutile che parli delle creme CHE NON MANGERESTI poichè prodotti chimici, ma che spalmandole sulla pelle permetti ai tuoi PORI di immetterle nel tuo corpo.
Non parliamo poi del loro costo.
Cosa faresti se tu sapessi che esiste un prodotto che può farti evitare INCTUS ed INFARTO in quanto è in grado di farti evitare o è in grado di eliminare le CALCIFICAZIONI ALLE ARTERIE E VASCOLARE, e ti fà evitare la OSTEOPOROSI, cosa faresti?
Certo, i medici da queste malattie ne traggono enormi profitti quindi insieme alle categorie sopra elencate per trarne PROFITTO hanno bisogno che tu queste cose le sappia, vero?
Pensa che:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Un "ALIMENTO ESSENZIALE" per TUTTI gli esseri viventi dei quali i più importanti l'ACIDO ASCORBICO., il CLORURO DI MAGNESIO e la vitamina D e gli altri elencati nella RGR (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della SALUTE.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Ho certezza che, data la loro rilevanza nel sangue di ogni individuo animale, ESSI LAVORANO IN SINERGIA.
Partiamo ora dall'inizio, nel 1915 durante la prima guerra mondiale il professor Pierre Delbet scoprì invece che usando il CLORURO DI MAGNESIO come DISINFETTANTE, questo elimina ogni forma di virus e batteri guarendo le ferite al 100%, quindi a quei tempi guariva i soldati evitando le amputazioni che dovevano farsi prima di questa scoperta, usando come disinfettante i prodotti proposti dalla medicina di allora. Nessuno di loro si ammalava più di setticemia e di cancrena e le altre malattie conseguenti alla errata disinfezione.
Di lui si scrive:
"Pierre Delbert: una scoperta audace.
Dobbiamo al professor Pierre Delbet la scoperta delle straordinarie virtù curative e preventive del CLORURO DI MAGNESIO. Bisogna sottolineare che qui non si tratta affatto di semplici ipotesi di lavoro, cogitazioni fumose senza altro fondamento che cercare di far colpo: certo che no! I risultati ottenuti con la terapia magnesiaca del professor Pierre Delbet poggiano su fatti scientifici basati su un'osservazione meticolosa.
Nato nel 1861, il professor Pierre Delbet per più di trent'anni di carriera fu quello che si definisce un "BARONE". La sua carriera in ambito medico fu esemplare: intermista in ospedale, primario responsabile della formazione degli altri medici in clinica, docente ordinario universitario, poi chirurgo in ospedale, premiato a più riprese dalla facoltà di Medicina e dalla Accademia di Medicina di Parigi di cui divenne membro, autore di importanti testi che furono capisaldi autorevoli di rifinimento. Morì nel 1957 a 96 anni compiuti. Tutto ciò indica che quest'illustre medico non aveva nulla del ciarlatano, ma le idee nuove sono accolte molto raramente come meriterebbero, sopratutto in ambito medico."
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... gnesio.pdf

La storia della scoperta della vitamina D parte nel 1919 quando venne evidenziato, da Huldschinsky, che bambini affetti da rachitismo guarivano se esposti alla luce ultravioletta. Un risultato simile lo si ottenne nel 1922 da A.F. Hess e H.B. Gutman usando, però, la luce solare e nello stesso periodo venne ipotizzata da Mc Collum l'esistenza di un composto liposolubile essenziale per il metabolismo delle ossa, studiando l'azione antirachitica dell'olio di fegato di pesce dal quale riuscì ad identificare una componente attiva. Già nel 1919-1920 Sir Edward Mellanby era pervenuto ad un'ipotesi simile studiando cani cresciuti sempre al chiuso. Nel 1923 Goldblatt e Soames riuscirono a dimostrare che quando il 7-deidrocolesterolo, presente nella pelle, viene colpito dai raggi ultravioletti esso dà origine ad un composto avente la stessa attività biologica del composto lipofilo di Mc Collum. La struttura della vitamina D venne identificata nel 1930 da A. Windaus.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... uciano.htm

Passiamo ora alla scoperta dell'ACIDO ASCORBICO che avvenne "ai tempi del giovane Szent-Gyorgyi i suoi studi furono rivoluzionari: un ruolo importante nei fenomeni di ossidoriduzione aveva un certo acido esuronico il quale mostrò anche di possedere la proprietà di curare e di prevenire lo scorbuto. Durante i grandi viaggi oceanici, cominciati nel 1500, lo scorbuto mieteva molte vittime fra i marinai, fino a quando, nel Settecento, si vide che le morti diminuivano se le navi portavano a bordo delle scorte di agrumi che, apparentemente, contenevano qualche sostanza curativa. Szent-Gyorgyi scoprì che si trattava proprio dell'acido esuronico che egli ribattezzò acido ascorbico e che oggi è noto come vitamina C. Per proseguire gli esperimenti occorreva disporre di una certa quantità della sostanza e Szent-Gyorgyi scoprì che proprio i peperoni, coltivati su larga scala intorno a Szeged, dove insegnava, ne avevano una elevata concentrazione. Le prime prove di estrazione furono fatte nel 1931 quando la stagione di raccolta era alla fine e fornirono pochi grammi; l'anno dopo l'estrazione cominciò all'inizio della campagna agricola e fornì qualche chilogrammo di acido ascorbico che poté essere distribuito ad altri laboratori.
Per queste sue ricerche Szent-Gyorgyi ebbe il premio Nobel per la medicina nel 1937."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... yorgyi.htm

Tutte queste informazioni le ho inserite l'una dopo l'altra in modo da capire esattamente dov'è questa mia dichiarata: "PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Come abbiamo potuto rilevare, cronologicamente l' "ALIMENTO ESSENZIALE" più giovane è appunto questa vitamina K2, stabilendo che tra il 1915 del CLORURO DI MAGNESIO al 1935 della vitamina K2 sono passati solo 10 anni, ma dal 1935 ad oggi 2018 ne sono trascorsi 88 di anni.
Stabilito questo posso quindi dire con certezza che molte persone, ricercatori o meno, in questo tempo hanno avuto modo di studiare e sperimentare i BENEFICI ottenuti ingoiando in qualche modo questi "ALIMENTI ESSENZIALI", contenuti sia dai CIBI NATURALI che con prodotti di sintesi.
Ora sappiamo che l'"ALIMENTO ESSENZIALE" più conosciuto è la vitamina D, la quale è collegata alla OSTEOPOROSI, poi la vitamina C da noi denominato ACIDO ASCORBICO, poi il MAGNESIO, nella forma di magnesio supremo, ma pur sempre MAGNESIO. Ora però con la giusta informazione si è capito che il principe delle forme di magnesio è appunto il CLORURO DI MAGNESIO poichè già in natura sul pianeta terra nei mari e negli oceani, dove esiste la maggior parte delle specie viventi, sia animali che vegetali. Questo determina senza ombra di dubbio la sua importanza per la vita sul pianeta terra.
Dopo questa chiara informazione, ecco che mi chiedo:
PERCHE' NON SI E' MAI SENTITO PARLARE DI QUESTA VITAMINA K2 SE NON NELL'ULTIMO PERIODO?
MA SOPRATUTTO, PERCHE' NON SI CONOSCONO I VERI BENEFICI GIA' RILEVATI DA RICERCHE CHE HANNO SPERIMENTATO QUESTA VITAMINA K2?
Sul web si trovano poche informazioni al riguardo e sempre molto vaghe.
Ora, prima di riportare questi dichiarati BENEFICI vorrei descrivere certi perchè di certe informazioni che troviamo abbondantemente sul web che personalmente ho potuto mettere insieme venendo a conoscenza di quanti vi stò riportando
Ho sempre pensato che i consigli che trovi sul web di non ingoiare la CARNE in quanto ecc. ecc. ecc. oppure di non ingoiare il LATTE ed i DERIVATI ecc. ecc. ecc., doveva avere un motivo molto valido per farlo e che quindi BEN REMUNERATI, ma non riuscivo a determinarne un motivo preciso. Quindi non riuscivo a metterlo a fuoco questo VERO MOTIVO di tanto accanimento, ma sapevo che era così, in quanto questi sono CIBI NATURALI a cui la EVOLUZIONE col tempo, ha adattato al corpo umano e che personalmente ingoio dalla mia nascita, sopratutto il LATTE ed sui derivati.
Scoprendo invece ciò che troverete sotto, ho capito esattamente quanto è importante per molte categorie la DISINFORMAZIONE che si legge sul web su questi CIBI NATURALI.
Iniziamo col dire che questi CIBI NATURALI contengono in maggior quantità quel sopra citato "ALIMENTO ESSENZIALE" chiamato vitamina K2, una vitamina liposolubile, quindi oleosa, quindi necessaria per la prevenzione o la MANUTENZIONE come lo sono TUTTO ciò che è un grasso o oleoso del corpo animale, della quale mi permetto di riportare parte dei suoi compiti DOCUMENTATI.
Prima però, mi permetto di elencare le CATEGORIE che da questa DISINFORMAZIONE ne traggono ENORMI PROFITTI:
LE INDUSTRIE DI BELLEZZA
I DENTISTI
LA MEDICINA
ED ALTRE CATEGORIE ANCORA CHE CONSIDERO MARGINALI.
A questo punto però devo elencare il perchè di questo profitti ed inizio riportando parti dell'articolo in oggetto che chiarirà, senza ombra di dubbio, quanto sopra dichiarato.
Naturalmente ho cercato conferme sulla vericidità di questo articolo e avendole trovate, riporterò delle conferme inconfutabili in merito con altri articoli, anche in inglese tradotti, come degli studi fatti da ricercatori. Tutto questo perchè ora sò COSA DEVO CERCARE.

La parte dell'articolo in oggetto che voglio citare scrive:
"1 Previene e contrasta la formazione di rughe: Una ricerca coreana del 2008 pubblicata nella rivista "Nephrology" dimostra che l'aumento della rugosità facciale dipenda molto spesso da una diminuzione della corretta funzione renale (uno dei sintomi di scarsa assunzione di vitamina k2). Agendo su più fronti, attraverso l'assunzione di questa vitamina, non solo è più facile contrastarne la formazione, ma anche riportare indietro l'orologio biologico
Prove edimiologiche dimostrano che le donne giapponesi, assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto), fonte principale di vitamina k2, risultano avere una pelle molto più distesa rispetto alle donne nordamericane della stessa età

2.Preserva la salute dei denti: Tra tutti i benefici della vitamina k2, la salute dentinale è il beneficio oggetto di maggior ricerca e maggiori risultati. Sarebbe molto semplice, infatti, grazie ad un'assunzione costante di k2, riuscire non solo a prevenire la placca ma anche a guarire la carie
L'anatomia del dente è costituita da una struttura calcificata simile all'osso e dunque come per le ossa stesse, richiede una buona quantità di osteocalcina, per un buon funzionamento e una buona conservazione"

Sulla SOIA mi permetto di sottolineare la parola "FERMENTAI" della frase: "assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto)".
Mi permetto di farli in quanto questo è la soia NON FERMENTATA ed usata dalle industrie alimentari:
"Il latte di soia: la verità
"Anche in questo caso in letteratura sono presenti studi con risultati contrastanti. Tra i tanti, senza creare inutili allarmismi ma solo per dare un'idea di quanto delicata sia la questione, ve ne sono alcuni che sottolineano la capacità degli isoflavoni di favorire la crescita e la proliferazione delle cellule tumorali mammarie. In base ai risultati di questi studi, la soia ed i suoi derivati sarebbero controindicati alle donne con storia presente o passata di cancro al seno."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... alatte.htm

La soia: la verità
Il progresso tecnologico rende possibile la produzione di proteine di soia isolate da ciò che in passato era considerato un sottoprodotto — l’elevata proteina della soia priva di grassi — e di trasformare qualcosa che sembra orribile e puzza terribilmente in prodotti che possono essere consumati da esseri umani. Gli aromi, i conservanti, i dolcificanti, gli emulsionanti e le sostanze nutritive sintetiche hanno trasformato quello che era il brutto anatroccolo dei cibi lavorati, la proteina della soia, in uno dei cibi miracolosi della New Age.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... verita.htm

DALLA FORMAZIONE DELLE RUGHE, QUINDI ORA SAPPIAMO CHI DA QUESTA MANCATA INFORMAZIONE NE TRE ENORMI GUADAGNI.
Di questo ne chiedo conferma alle persone che usano le CREME ANTI-RUGHE che costano un occhio della testa, perchè se costassero meno non avrebbero il valore che gli si attribuisce, ma purtroppo queste creme non le mangerebbero, non immaginando che questi PRODOTTI CHIMICI CANCEROGENI entrano nel loro corpo dai loro miliardi PORI, che tra l'altro la pagina dice:
"Oggi 30/04/2011 prima che tu legga delle CREME VARIE: antirughe, per il viso, per il corpo, solari e chi più ne ha più ne metta, voglio proporti un ragionamento che ti renderà possibile la valutazione di tutti questi "PRODOTTI CHIMICI", anche quelli comprati in erboristeria e dichiarati come naturali. Quando il tuo cervello determina che una parte del tuo corpo ha bisogno di un piccolo ritocco o ritieni di doverlo proteggere dai raggi solari, il tuo pensiero và subito ai vari prodotti che hai registrato in un angolo del cervello. Non pensi lontanamente che tutto ciò che ti ha colpito: la forma, il colore ed nome del prodotto scritto sul vasetto contenitore, la pubblicità fatta dalla casa produttrice, le parole così convincenti e poi il detto "se costa caro vale molto"; tutto questo è fatto in modo da poterti influenzare nelle scelta indirizzandoti verso un prodotto piuttosto che verso un altro. Sicuramente non ti passa neanche lontanamente nel cervello di farti la domanda che mi permetto di farti ora:
IL PRODOTTO CHE USI O DEVI COMPRARE, CHE SAI ESSERE UN "PRODOTTO CHIMICO", lo mangeresti? NOOOOOOOOOOO???????
Ti chiedo "ma perchè no????" Questo te lo dico io:
Hai paura che ingerendolo ti possa fare male. Ma NON hai mai pensato che sotto il piccolissimo strato di pelle hai la carne che fà parte del tuo corpo? Lo sai che la tua pelle tramite i pori respira e si nutre di ciò che le viene spalmato e quindi quei "PRODOTTI CHIMICI" che non ingerisci mettendoli in bocca, glieli fai avere attraverso la pelle? Cosa pensi che possano fare alla tua pelle ed alla tua salute "QUESTE CREME"?
A TE LA RISPOSTA.
Quindi ora che ne sei consapevole ti dico: "SULLA TUA PELLE METTICI SOLO QUELLO CHE MANGERESTI".
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... meviso.htm

ED ORA PARLANDO DELLE FORMAZIONI DI CARIE, SI PUO' CAPIRE QUANTI DANNI AVREBBERO QUESTI DENTISTI CHE SAPPIAMO TUTTI BENISSIMO DI CHE CIFRE SI PARLA SE SI HA BISOGNO DEL LORO INTERVENTO CHE GUARDA CASO E': O CON IVA O SENZA IVA.
COME BUON ULTIMO LA MEDICINA CHE SE TI VENGONO I TUMORI DELLA PELLE O DEVI FARE DEI RAGGI ALLA DENTATURA O ADDIRITTURA TI RECHI DAL DENTISTA DELLA MUTUA, LA PARCELLA SE TI VA' BENE LA PAGA IL MINISTERO DELLA SALUTE, IN QUANTO QUESTO DENTISTA NON LAVORA GRATIS.

Oh, ma allora della CARENZA della vitamina K2, anche i reni ne soffrono e lavorano male, potendo quindi dare problemi, ma questo lo "specializzato" nefrologo lo sà? glielo avranno insegnato? Mi auguro tanto di sì, ma se così fosse avremmo saputo di questa vitamina K2, in quanto prescrivendola o facendone fare gli esami del sangue, nel tempo almeno qualcuno lo saprebbe.
SONO INVECE CERTO DI NO.
Quindi mi permetto di ricordare a chi ha problemi di reni di farsi fare l'esame della
VITAMINA K2
che da questi risultati può vederne il valore, avendo così il modo di correre ai ripari dandogliela al proprio corpo affinchè possa usarla per la sua AUTONOMA GUARIGIONE.
Scusate, non vado oltre.....
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gavita.htm
Oggi 22 gennaio 2019, dopo avermi fatto fare ieri le richieste degli esami del sangue per Franca e per me, dal nostro medico di base, stamattina alle 7.30 ci siamo recati al laboratorio analisi per il giusto prelievo.
Dato che è dal 05/04/2018 che con Franca ingoiamo ogni giorno con costanza questa vitamina K2, quindi da quasi un anno, ho proposto al mio medico di richiedere anche i valori di questa. Al che, non avendo trovato gli estremi necessari mi ha comunicato che li cercava ed avremmo fatto questo esame un pò più in là.
Ebbene questa mattina alla impiegata che ha ritirato le richieste ho fatto la domanda logica per avere gli estremi necessari per questo esame e lei mi ha comunicato che il laboratorio questo esame lo fà, ma per la regione Piemonte non è mutuabile, quindi solo a pagamento ed al costo di
160.00 EURO
Mi permetto allora di comunicarvi il mio pensiero, e penso di non sbagliare.
Il tutto non può che determinare senza ombra di dubbio che vi è nel SISTEMA
LA MASSIMA MALAFEDE
in quanto oltre a non dare le GIUSTE INFORMAZIONI in merito a questa vitamina K2. si mette in condizioni il medico di base di NON FAR FARE QUESTO ESAME, in quanto che se uscisse CARENTE, è logico il DOVERE, da parte sua, di prescrivere questa vitamina come stà succedendo con la vitamina D.
Questo dimostra chiaramente che LA TUA, LA MIA, LA VOSTRA SALUTE PER IL SISTEMA SANITARIO NON E' LA PRIORITA', ANZI E' IL CONTRARIO.
Spero di non avervi tediato, in quanto non è la mia intenzione, ma farvi capire LE PURE VERITA'.
Per il resto degli esami del sangue, onde dimostrarvi la nostra SALUTE, posterò i risultati in altra settimana.

Questo post lo dedico ad una comunicazione per i VEGANI ed i VEGETARIANI.
Premetto che non ho nulla contro nessuno, tanto meno contro di voi, ma farvi parte di ciò che ho scoperto poco tempo fà.
Sappiamo tutti che chi si alimenta seguendo uno STILE DI VITA VEGETARIANO o VEGANO è facile che il loro corpo sia CARENTE di un "ALIMENTO ESSENZIALE" molto importante:
la VITAMINA B12
Però come detto, sapendolo, è possibile correre ai ripari ingerendo giornalmente quel cosi detto "INTEGRATORE" che personalmente ho denominato "ALIMENTO ESSENZIALE", anche solo per il fatto che questi sono nel mio sangue, quindi segnati a LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA, MA SOPRATUTTO PERCHE' NON AMMETTO DI ESSERE STATO "GENERATO" negli "INTEGRATORI", (e voi?) onde evitare sorprese di mancanza di salute.
Questo, come sappiamo è ammesso anche dai grandi sostenitori di questo STILE VEGETARIANO o VEGANO, ma nonostante questi sostenitori siano per la maggior parte di loro delle autorità mediche, che per nominarne alcuni:
come primo, l'oncologo Umberto Veronesi
seguito dall'oncologo Franco Berrino
seguiti da altri medici che ho sentito personalmente per radio, tv, ed altri mezzi di comunicazione per descrivere i vantaggi di questo STILE DI VITA.
Un altro personaggio molto conosciuto è Valdo Vaccaro, che inoltre gestisce un sito di informazione al riguardo della salute, dedicato ai VEGANI. ed ai VEGETARIANI, in quanto si dichiara VEGANO personalmente.
Ora, avendo personalmente scoperto la GRANDE IMPORTANZA della vitamina K2 per la VERA SALUTE, mi chiedo:
COME MAI TUTTI QUESTI PERSONAGGI NON VI HANNO INFORMATO DELLA IMPORTANZA DI QUESTA VITAMINA K2 PER LA SALUTE VOSTRA?
MI VOLETE CONVINCERE CHE LORO DI QUESTA VITAMINA K2 NON NE SANNO PROPRIO NULLA, DATO CHE CI SONO MOLTI STUDI CHE NE DIMOSTRANO LA IMPORTANZA?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ariani.htm
AVENDO INFORMAZIONE QUALI CIBI CONTENGONO QUESTA VITAMINA K2, DEDUCO CHE I CONSIGLI DI CERTI MEDICI SUL LATTE E SULLA CARNE; SIANO MOLTO INTERESSATI.
QUALCOSA DA AGGIUNGERE O DA TOGLIERE?
IN CONCLUSIONE E' FINALMENTE FACILE CAPIRE IL PERCHE' DELLA DISINFORMAZIONE SUI CIBI NATURALI E SULLA VITAMINA K2.

Il libro della naturopata francese Kate Rhéeaume-Bleue con tante informazioni sulla riscoperta della vitamina K2. Ecco i buoni motivi per cui assumerla e come:
1 Previene e contrasta la formazione di rughe: Una ricerca coreana del 2008 pubblicata nella rivista "Nephrology" dimostra che l'aumento della rugosità facciale dipenda molto spesso da una diminuzione della corretta funzione renale (uno dei sintomi di scarsa assunzione di vitamina k2). Agendo su più fronti, attraverso l'assunzione di questa vitamina, non solo è più facile contrastarne la formazione, ma anche riportare indietro l'orologio biologico
Prove edimiologiche dimostrano che le donne giapponesi, assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto), fonte principale di vitamina k2, risultano avere una pelle molto più distesa rispetto alle donne nordamericane della stessa età
2.Preserva la salute dei denti: Tra tutti i benefici della vitamina k2, la salute dentinale è il beneficio oggetto di maggior ricerca e maggiori risultati. Sarebbe molto semplice, infatti, grazie ad un'assunzione costante di k2, riuscire non solo a prevenire la placca ma anche a guarire la carie
L'anatomia del dente è costituita da una struttura calcificata simile all'osso e dunque come per le ossa stesse, richiede una buona quantità di osteocalcina, per un buon funzionamento e una buona conservazione
3. Aumenta il livello di fertilità: è dato recente che oggi, circa il 10% delle coppie non riesce a concepire, neanche con la fecondazione assistita. Gli organi sessuali maschili e femminili sono tra i principali regolatori della crescita della densità ossea
una mancanza notevole di osteocalcina può dunque ridurre la produzione di estrogeni e testosterone. Una regolare assunzione di cibi provenienti da bestiame la cui alimentazione sia a base d'erba, risulta centrale per la capacità riproduttiva.
4. Contrasta le malattie ossee e arteriose (osteoporosi, artrite, ostruzione delle arterie): lo sviluppo dello scheletro e della massa ossea avviene dalla nascita fino a circa 20 anni. Gli esperti concordano sul fatto che più massa si riesce a costruire nei primi vent'anni di età, più risulterà possibile prevenire l'osteoporosi. Più in generale, col passare degli anni, i livelli di osteocalcina tendono a diminuire e se debitamente inclusi nella propria dieta alimentare, la qualità della vita può nettamente migliorare
COME ASSUMERLA: i cibi che più di altri aiutano a includere la vitamina K2 nella propria dieta sono tutti gli alimenti fermentati, come ad esempio i fagioli di soia (natto) dal sapore molto forte ma utili anche alla riduzione del colesterolo
il tuorlo d'uovo (soprattutto se proveniente da gallina ruspante) per i grassi insaturi che riducono il colesterolo e i nutrienti essenziali
i formaggi provenienti da bestiame alimentato a erba, i cosiddetti grass-fed
altra fonte di vitamina k2 è la selvaggina, in particolare le carni d'anatra, fagiano, coniglio, tacchino, cinghiale sono tra i maggiori integratori di menachione
anche il pollo è un ottimo integratore di vitamina k2, oltre ad avere un'altissima concentrazione di proteine di buona qualità
QUANTITÁ CONSIGLIATA: la quantità raccomandata varia in base al fabbisogno del corpo, che può essere maggiore o minore in base allo stato di salute personale. La quantità varia, inoltre, in base alla tipologia di integratore K2 assunto (da alimento o da integratori del tipo MK-4 che estrae la vitamina k2 dalle piante di tabacco)."
Tra l'altro la pagina in oggetto dichiara:
"La vitamina K2, scoperta nel 1935 dal biochimico Carl Peter Henrick Dam, per questo ebbe il premio Nobel per la Medicina e la Fisiologia nel 1943, insieme allo statunitense Edward Adelbert Doisy che della vitamina K aveva realizzato la sintesi, sta attirando sempre più l'attenzione del mondo scientifico per via delle sue evidenti proprietà benefiche legate alla presenza di calcio nel nostro corpo. La K2 vitamin mette in azione una proteina nota come osteocalcina, che spazza via il calcio dai tessuti in cui potrebbe risultare dannoso (vene, arterie) spostandolo nelle ossa e nei denti. Un recente libro della dottoressa naturopata Kate Rhéaume-Bleue mette in evidenza le cause e gli effetti della vitamina K2, sostenendo che una corretta e costante assunzione, attraverso gli alimenti che ne offrono un maggiore apporto, non solo aiuta a contrastare la carenza di calcio ma contribuisce a migliorare la salute, contrastando patologie molto comuni. Tra gli indizi di una possibile carenza di vitamina K2 vi sono PROBLEMI RENALI, carie, osteoporosi e la formazione di rughe.
Scorri la gallery per scoprire i 4 buoni motivi per cui assumerla e dove trovarla
di Sara Rezk
16 Giugno 2017"

Oh, ma allora della CARENZA della vitamina K2, anche i reni ne soffrono e lavorano male, potendo quindi dare problemi, ma questo lo "specializzato" nefrologo lo sà? glielo avranno insegnato? Mi auguro tanto di sì, ma se così fosse avremmo saputo di questa vitamina K2, in quanto prescrivendola o facendone fare gli esami del sangue, nel tempo almeno qualcuno lo saprebbe.
SONO INVECE CERTO DI NO.
Quindi mi permetto di ricordare a chi ha problemi di reni di farsi fare l'esame della
VITAMINA K2
che da questi risultati può vederne il valore, avendo così il modo di correre ai ripari dandogliela al proprio corpo affinchè possa usarla per la sua AUTONOMA GUARIGIONE.
Scusate, non vado oltre.....
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gavita.htm

La vitamina K è una molecola liposolubile scoperta nel 1929 dallo scienziato danese Henrik Dam. Egli osservò che polli sottoposti ad una dieta inadeguata sviluppavano una particolare situazione clinica caratterizzata da bassi livelli di protrombina e spiccata tendenza emorragica. Successivamente gli stessi scienziati scoprirono che nutrendo questi animali con piante ricche di sostanze liposolubili (erba medica/medicago sativa) era possibile alleviare questi problemi. Questa sostanza che influiva sulla coagulazione (in danese : Koagulation) fu chiamata vitamina K. Negli stessi anni veniva anche scoperto che soggetti con gravi patologie epatiche ad impronta itterica avevano anch’essi bassi livelli di protrombina. Era stato chiarita la relazione tra vitamina K, adeguata funzione epatica e normale funzione coagulativa.
Formula chimica di varie molecole di Vitamina K
Quando si parla di vitamina K ci si riferisce non ad una singola molecola ma ad una famiglia di nutrienti, basilare è distinguere tra:
Vitamina K1 (o Fillochinone), sintetizzato da vari tipi di piante, si tratta di un’unica molecola.
Vitamina K2 (o Menachinone), sintetizzato da vari batteri della flora intestinale, in particolare Gram +, si distinguono qui vari gruppi di molecole in relazione alla catena laterale formata da un numero diverso di unità isopreniche:
– MK-4, menachinone a catena corta, meno attivo, presente soprattutto nei prodotti di derivazione animale, ottenuta comunque anche per via sintetica.
– MK- 7-13, menachinoni a catena più lunga, più attivi, presenti soprattutto in prodotti fermentati in particolare derivati dalla soia quali il Natto (MK-7). Più lunga è la catena isoprenica laterale, maggiore è la lipofilia della vitamina.
Vitamina K3 (o Menadione), molecola sintetica usata come sodio bisolfito nell’alimentazione di polli e suini, è idrosolubile ma poco stabile.
FONTI ALIMENTARI DI VITAMINA K
Le maggiori fonti dietetiche di vitamina K1 sono le verdure di colore verde scuro e gli olii vegetali. La vitamina K2 alimentare deriva da 2 maggiori fonti:
grassi di origine animale quali uova e latte e derivati . Gli animali accumulano K2 nei loro tessuti in proporzione diretta con la ricchezza in vitamina K1 dei vegetali che assumono. Ovviamente la carne ed il latte di animali allevati al pascolo sono molto più ricchi in questa vitamina rispetto agli animali tenuti in stalla e nutriti a cereali. La stessa cosa del resto accade con l’acido alfa linoleico.
specifici alimenti fermentati, quali in particolare la soia (Natto) ed il formaggio Brie. In questi casi la vitamina K2 è prodotta dall’azione di specifici batteri.
La vitamina K2 agisce attivando una specifica proteina (Osteocalcina) che stimola l’incorporazione del calcio nelle ossa e nei denti. E’ stato dimostrato che la vitamina K2 riduce il rischio di frattura indipendentemente dai livelli di mineralizzazione ossea. L’associazione con la vitamina D crea una specifica sinergia per il miglioramento della densità ossea. La vitamina K2 agisce anche stimolando la calcificazione del tessuto cartilagineo e rinforzando la struttura degli anelli intervertebrali risultando utile pertanto nell’artrosi degenerativa in generale e nella spondiloartrosi in particolare.
Studi recenti hanno evidenziato come la vit.K2 sia il maggior fattore di mobilizzazione del calcio. I suoi livelli sono direttamente correlati con un calo della mortalità in generale e cardiaca in particolare.
Il 20% dell’Osteocalcina non è legata alle ossa e circola a livello sanguigno. Poiché è prodotta solo dagli osteoblasti, il suo dosaggio rappresenta un attendibile marker di metabolismo osseo e dei livelli di vitamina K. Livelli elevati di osteocalcina si riscontrano in adolescenza, nel morbo di Paget e in altre patologie caratterizzate da aumento della mineralizzazione-riassorbimento osseo quali l’iperparatiroidismo. La non carbossilazione dell’osteocalcina per carenza di vitamina K è associata ad aumentato rischio di fratture dell’anca. Recentemente si è valorizzato il ruolo metabolico dell’osteocalcina non attivata che sembra giocare una parte positiva nel metabolismo glucidico. Gli studi sono ancora in corso ed appaiono confusi perché prevalentemente fatti su roditori i quali, rispetto agli umani, hanno assai maggior percentuale di osteocalcina carbossilata, tuttavia sembra chiaro un ruolo della vitamina K e conseguentemente dell’osteocalcina nel diabete II e l’importanza di una supplementazione ragionata della vitamina K stessa.
PROTEINA GLA DI MATRICE ( MGP)
AZIONE ANTIDIABETICA
Il deficit relativo di vitamina K è associato con maggiori picchi glicemici postprandiali e la supplementazione con vitamina K2 migliora il diabete II. Bisogna ricordare che i picchi insulinici correlati ai momenti di iperglicemia sono uno dei maggiori fattori di invecchiamento tissutale. Il ruolo, non ancora definito, della vitamina K nel metabolismo del glucosio è spiegabile tramite la complessa inter relazione tra vitamina K ed osteocalcina. Dati recenti indicherebbero che bassi livelli di osteocalcina totale (dipendenti dalla vit. D) e di osteocalcina non carbossilata (dipendenti da bassi livelli di vit. K) possano essere in rapporto con esacerbazione delle alterazioni del metabolismo glucidico. Interessante è il rilievo che topi geneticamente carenti di osteocalcina manifestano insulino resistenza e la somministrazione a questi animali di osteocalcina stimola la secrezione insulinica da parte delle cellule b pancreatiche e l’espressione dell’adiponectina (ormone molto favorevole per un buon equlibrio del metabolismo gluco-lipidico e che controlla l’obesità); queste proprietà sono attribuibili all’osteocalcina non carbossilata. Questi rilievi sono in parte modificati nell’uomo nel quale anche l’osteocalcina carbossilata dalla vitamina K sembra avere questi effetti favorevoli nel diabete. Interessante è anche il fatto che nelle donne con diabete gestazionale c’è un aumento dei livelli di osteocalcina che sembra essere un positivo adattamento alla problematica di insulino resistenza frequente in questi soggetti.
PREVENZIONE E TRATTAMENTO DELLE PATOLOGIE CARDIACHE
I livelli di assunzione di vitamina K2 sono inversamente correlati con morbilità e mortalità cardiovascolare. La supplementazione di tale vitamina, nell’animale da esperimento, riduce in 6 settimane del 50% le calcificazioni aterosclerotiche. Il meccanismo di azione è quello dell’attivazione di una specifica proteina (MGP) che rimuove gli accumuli di calcio dalle arterie e da altri tessuti molli, ove possa essere anomalamente accumulato. Questi stessi risultati non si ottengono impiegando vitamina K1. La calcificazione arteriosa è una delle più importanti cause di ipertensione sistolica senile, legata precipuamente alla diminuita elasticità dei vasi Anche le vene varicose possono essere di molto peggiorate da una calcificazione legata alla carenza di vitamina K.
Interessante è il recente rilievo che la vitamina K inibisce una proteina denominata aterocalcina, scoperta nei tessuti aterosclerotici calcificati e coinvolta nello sviluppo dell’aterosclerosi stessa.
Un buon apporto di vitamina K2 rende le arterie più elastiche e morbide rimuovendo gli accumuli di calcio
PREVENZIONE ANTINEOPLASTICA
La vitamina K2 regola una proteina coinvolta con la crescita cellulare, cosa molto utile per prevenire la proliferazione tumorale soprattutto a livello polmonare e prostatico, ma anche in caso di leucemia e mieloma. Tale nutriente si è rivelato utile anche per cancro al seno ed al fegato, in particolare la supplementazione di vitamina K2 appare capace di prolungare la sopravvivenza nei pazienti con epatocarcinoma e di prevenire l’insorgenza di tale patologia nei pazienti con epatite C.
Studi recenti hanno approfondito i meccanismi con i quali la vitamina K esercita un ruolo antiproliferativo, essa induce differenziazione (quindi quanto meno riduce la malignità cellulare) e stimola l’apoptosi in maniera assai più lenta rispetto ai comuni chemioterapici. Viene stimolato, tramite la produzione di superossido, un cambiamento a livello della membrana mitocondriale con rilascio di citocromo C che induce l’apoptosi della cellula in maniera quasi fisiologica. Questi effetti della vitamina K sono inibiti dalla vitamina E e solo parzialmente dalla ciclosporina, farmaco normalmente usato per ridurre i livelli di apoptosi nei pazienti trapiantati o con patologie autoimmuni.
Nelle donne con pregresso cancro al seno in cura con anti estrogeni o inibitori dell’aromatasi il rischio osteoporotico è molto elevato. Ovviamente vanno evitate sostanze anche solo correlate con gli estrogeni (Boro ). La vit K ha un doppio ruolo in queste pazienti.
AZIONE ANTI AGING
E’ noto che l’incidenza di morbo di Alzheimer aumenta con l’età ed è maggiore nel genotipo con apolipoproteina E4. Un deficit relativo di vitamina K, che influenza le funzioni extraepatiche (coagulazione) della vitamina stessa, si verifica comunemente sia nell’invecchiamento maschile che in quello femminile. Le concentrazioni ematiche di vitamina K sono più basse nei soggetti con genotipo APOE4. Sono numerose le evidenze secondo le quali la vitamina K ha importanti funzioni a livello cerebrale inclusa la regolazione dell’attività sulfotransferasica e dei fattori di crescita correlati ai recettori fosfochinasici cellulari. L’ipotesi è che il deficit di vitamina K possa contribuire alla patogenesi del morbo di Alzheimer e che la sua supplementazione possa prevenire o ridurre il danno neuronale correlato a questa malattia o a fattori vascolari. La vitamina K2 si è dimostrata utile nella prevenzione del danno cerebrale da ictus e per antagonizzare l’invecchiamento
AZIONE SULLA FUNZIONE NERVOSA
Una proteina Gla vitamina K dipendente chiamata Gas6, simile alla vitamina S, ha attività neurotrofica a livello dei neuroni dell’ippocampo. Vari dati sperimentali dimostrano che questa proteina stimola la crescita e la sopravvivenza di molti tipi di cellule neuronali.
Il trattamento con inibitori della vitamina K riduce i sulfatidi e l’attività della glutatione-s-transferasi a livello cerebrale.
AZIONE ANTI INFIAMMATORIA
La vitamina K2 ha una potente azione anti infiammatoria (riduzione di PGE2, COX2, IL-6) e può essere molto utile in patologie quali l’artrite reumatoide e la sclerosi multipla. In ogni caso la riduzione dei livelli di infiammazione è giovevole a tutti i livelli, tramite il beneficio anti neoplastico e cardiovascolare ed è una delle spiegazioni del fattore longevità correlato a buoni livelli di vitamina K2.
La supplementazione di 1mg di vitamina K, è stata vantaggiosa nel compensare i difetti di carbossilazione tipici della fibrosi cistica.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... iaging.htm
TRADUZIONE:
Il segreto per evitare l'osteoporosi e l'aterosclerosi correlate al calcio
Mentre milioni di persone assumono integratori di calcio e vitamina D pensando di aiutare le loro ossa, la verità è che, senza l'aggiunta di vitamina K2, un tale regime di salute potrebbe rivelarsi pericoloso. Senza la vitamina K2, il corpo non può dirigere il calcio alle ossa dove è necessario; invece, il calcio risiede nei tessuti molli (come le arterie) - portando a una combinazione di osteoporosi e aterosclerosi, o il temuto "paradosso del calcio". Questo è il primo libro a rivelare quanto sia universale la carenza di vitamina K2 e il rischio (nella forma di cancro e diabete, tra le altre malattie) l'assenza di vitamina K2.
Scritto dal Dr. Kate Rheaume-Bleue, un esperto di salute popolare sulla televisione e radio canadesi, "Vitamina K2 e il paradosso del calcio" lancia un monito sulla popolarità della mania di calcio e vitamina D, mentre illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi. Il libro demistifica questo oscuro supernutriente - una vitamina liposolubile che gli esseri umani una volta prosperavano, ignorati dagli scienziati per quasi settanta anniDettagli come il consumo di animali nutriti con erba ha portato ad un'adeguata assunzione di vitamina K2 - mentre il mangime a base di cereali ha aiutato a sradicare la vitamina K2 dalle nostre diete Descrive come i medici stanno aumentando le dosi raccomandate di calcio e vitamina D - senza prescrivere la vitamina K2Dettagli più dannosi su transfats - e come la creazione di una vitamina K sintetica interferito con il metabolismo della vitamina K del corpo
Un libro essenziale per chiunque sia interessato alla salute delle ossa o al mantenimento della loro salute generale, "La vitamina K2 e il paradosso del calcio" è la guida per prendere la giusta combinazione di integratori e l'aggiunta di vitamina K2 a un regime giornaliero.

ORIGINALE
The secret to avoiding calcium-related osteoporosis and atherosclerosis
While millions of people take calcium and Vitamin D supplements thinking they're helping their bones, the truth is, without the addition of Vitamin K2, such a health regimen could prove dangerous. Without Vitamin K2, the body cannot direct calcium to the bones where it's needed; instead, the calcium resides in soft tissue (like the arteries)--leading to a combination of osteoporosis and atherosclerosis, or the dreaded "calcium paradox." This is the first book to reveal how universal a Vitamin K2 deficiency is, and the risk (in the form of cancer and diabetes, among other ailments) the absence of Vitamin K2 poses.
Written by Dr. Kate Rheaume-Bleue, a popular health expert on Canadian television and radio, "Vitamin K2 and the Calcium Paradox" sounds a warning about the popularity of the calcium and Vitamin D craze, while illustrating the enormous health benefits of Vitamin K2 in making the body less susceptible to dental cavities, heart disease, prostate cancer, liver cancer, diabetes, wrinkles, obesity, varicose veins, and other ailments.The book demystifies this obscure supernutrient--a fat soluble vitamin that humans once thrived on, ignored by scientists for almost seventy yearsDetails how the consumption of grass-fed animals led to adequate Vitamin K2 intake--while grain-based animal feed helped eradicate Vitamin K2 from our dietsDescribes how doctors are raising recommended doses of calcium and Vitamin D--without prescribing Vitamin K2Details more damning facts about transfats--and how the creation of a synthetic Vitamin K interfered with the body's Vitamin K metabolism
An essential book for anyone interested in bone health, or maintaining their overall health, "Vitamin K2 and the Calcium Paradox" is the guide to taking the right combination of supplements--and adding Vitamin K2 to a daily regimen.
TRADUZIONE
Recensioni editoriali
Dalla copertina posteriore
Stai prendendo calcio o vitamina D? Questo libro potrebbe salvarti la vita!
Scopri il segreto per evitare l'osteoporosi e le malattie cardiache.
Milioni di persone assumono vitamina D e integratori di calcio per la salute delle ossa. Una nuova ricerca mostra che questo aumenta il rischio di infarto e ictus perché il calcio aggiunto si accumula nelle arterie - il paradosso del calcio. Il segreto per mantenere le ossa forti e le arterie chiare è la vitamina K2, un soprannaturale poco noto a cui un tempo gli esseri umani prosperavano e che è stato ignorato dagli scienziati per quasi 70 anni.
All'interno di questo libro troverai:
In che modo il consumo di animali nutriti con erba ci ha tradizionalmente fornito ampie quantità di vitamina K2 - mentre il mangime per animali a base di cereali ha contribuito all'eradicazione della vitamina K2 nella nostra dieta moderna
Come il K2 è il più importante nutriente anti-invecchiamento per combattere le rughe, l'Alzheimer, le malattie cardiache, l'osteoporosi e altro
I benefici per la salute K2 promuove denti dritti e privi di cavità e ossa forti nei bambini
Quali deliziosi cibi "peccaminosi" sono pieni di cuore-sano K2

ORIGINALE
Editorial Reviews
From the Back Cover
Are you taking calcium or vitamin D? This book could save your life!
Learn the secret to avoiding osteoporosis and heart disease.
Millions of people take vitamin D and calcium supplements for bone health. New research shows that this actually increases the risk of heart attack and stroke because the added calcium builds up in arteries--the calcium paradox. The secret to keeping bones strong and arteries clear is vitamin K2, a little-known supernutrient that humans once thrived on and that has been ignored by scientists for almost 70 years.
Inside this book, you'll find:
How consumption of grass-fed animals traditionally provided us with ample quantities of vitamin K2--while grain-based animal feed contributed to the eradication of vitamin K2 in our modern diet
How K2 is the most important anti-aging nutrient for fighting wrinkles, Alzheimer's, heart disease, osteoporosis and more
The health benefits K2 promotes for straight, cavity-free teeth and strong bones in children
Which delicious "sinful" foods are brimming with heart-healthy K2.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... amento.htm
L'articolo in oggetto, molto informativo riporta:
"Gli effetti benefici della vitamina K2 sono stati ampiamente documentati in anni di ricerca e dalla comparazione tra Vita K1 e K2 è emerso che solo quest’ultima produce effetti positivi sulla salute. Ciò è coerente con quanto evidenziato da importanti studi, che hanno rilevato la superiorità in termini di benefici sulla salute della K2.
Citiamo quanto segue dal sito nutrizionenaturale.org, che ringraziamo calorosamente:
Nel 1980, si è scoperto che la vitamina K è necessaria per attivare una proteina, l'osteocalcina, che si trova nel midollo. Un decennio più tardi, un'altra proteina, vitamina K-dipendente, è stata scoperta: la proteina Gla (MGP), riscontrata nel sistema vascolare. Senza vitamina K, questa ed altre proteine, vitamina K dipendenti, restano inattivate e non possono svolgere le loro funzioni biologiche.
Un altro dato importante è che il MGP è un inibitore molto forte di calcificazione. Se viene inattivato il MGP, si rischiano gravi calcificazioni arteriose e questo è il motivo per cui la vitamina K è così importante per la salute cardiovascolare. Gli studi indicano che la vitamina K può anche far regredire la calcificazione arteriosa indotta dalla carenza di vitamina K."
Quindi la medicina ufficiale non ha scusanti, poichè informata sull'importanza di questa vitamina K2 e non ha mai fatto nulla, La dimostrazione è che non si parla mai di esami del sangue in merito per conoscerne i valori ed eventualmente provvedere, ma non solo, questo vale anche per la vitamina D in quanto entrambe fanno parte di quegli "ALIMENTI ESSENZIALI" nell'elenco della RGR (Razione Giornaliera Raccomandata)
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Avere dei valori normali, probabilmente si potrebbe evitare la morte di infarti ed ictus per molte persone.
Sappiamo che la prima causa di morti al mondo sono proprio gli ictus e gli infarti.
Ed ancora:
"Secondo il Dott Schurgers:
"C'è una forte correlazione tra l'MGP inattivo e le micro-calcificazioni. E' molto facile ipotizzare che la carenza di vitamina K è causa di micro-calcificazioni, che inducono, in cascata processi che portano all'aterosclerosi. "
Fino a pochi anni fa, il MGP era completamente sconosciuto il che sottolinea l'importanza per i medici di mantenersi aggiornati sulle ricerche che oggi si susseguono ad un ritmo molto rapido.
Il Dr. Schurgers afferma: "Abbiamo dimostrato che se si assumono le vitamine K1 e K2, la K1 va principalmente al fegato rimanendovi ed ha relativamente una breve emivita. Dopo tre o quattro ore dall'ingestione non c'è più traccia. Viene catturata dal fegato. La K2 va anche al fegato, ma il fegato la ridistribuisce tramite la frazione di colesterolo delle lipoproteine a bassa densità (LDL), localizzate nei tessuti periferici, come nelle ossa e nel sistema vascolare.
Così, oltre ad attivare il POP che è un potente inibitore di calcificazione, la K2 aiuta anche a prevenire la calcificazione arteriosa trasportando il calcio lontano dalle zone dove non dovrebbe esserci (nel rivestimento dei vasi sanguigni) verso i punti dove è veramente necessario (per esempio nel midollo).
La vitamina K2 è fondamentale nella prevenzione dell'osteoporosi. Gli studi scientifici infatti confermano che la vitamina K2 è essenziale per la salute delle ossa."
Quindi la malattia ARTEROSCLEROSI potrebbe essere prevenuta ed addirittura anche guarita, ma da parte della medicina non succede proprio nulla.
A cosa servono le RICERCHE in merito se alle persone manca addirittura la informazione di base?
Non dimentichiamoci che:
"Nel Prospect Study, in cui 16000 persone sono state seguite per 10 anni, i ricercatori hanno osservato che ogni dose supplementare di 10 mcg di K2 nella dieta, ha permesso una riduzione del 9% del rischio di malattia coronarica, mentre la vitamina K1 non ha ottenuto gli stessi i risultati.
Uno studio epidemiologico che ha seguito ben 11.000 uomini ha scoperto che un elevato apporto di vitamina K2 è positivamente correlato con un rischio più basso del 63% di cancro alla prostata avanzato.
Sono stati studiati una serie di diversi tipi di cancro, compresi Glioblastoma, cancro epatocellulare, tumore del polmone e cancro alla prostata.
Sulla base di questi risultati viene raccomandata vitamina K2 come prevenzione del cancro o per evitare una ricaduta dopo il trattamento del cancro."
Addirittura questa vitamina K2 è contro il cancro, ma chi informa di questo?
Ma perchè si dovrebbe informare? ormai certi tipi di cancro vengono fatti con la laparoscopia, una rendita per certi medici.
Concludo:
"Mentre il dosaggio ideale deve ancora essere determinato, gli studi indicano che abbiamo bisogno di circa 360-500 microgrammi (mcg) di vitamina K2 al giorno. Non ci sono effetti collaterali noti a dosaggi più alti, di conseguenza si ritiene che sia meglio eccedere."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... linici.htm

TRADUZIONE
L'integrazione a tre anni con il trattamento con menzona-7 a basso dosaggio aiuta a ridurre la perdita ossea nelle donne sane in postmenopausa.
ORIGINALE
Three-year low-dose menaquinone-7 supplementation helps decrease bone loss in healthy postmenopausal women.


TRADUZIONE
Osteoporos Int. 2013 Sep; 24 (9): 2499-507. doi: 10.1007 / s00198-013-2325-6. Epub 2013 23 marzo.
L'integrazione a tre anni con il trattamento con menzona-7 a basso dosaggio aiuta a ridurre la perdita ossea nelle donne sane in postmenopausa.
Knapen MH1, Drummen NE, Smit E, Vermeer C, Theuwissen E.
Informazioni sull'autore
Astratto

Abbiamo studiato se supplementi di vitamina K2 a basso dosaggio (menachinone-7, MK-7) potrebbero influire positivamente sulla salute delle ossa. Accanto a un miglioramento dello stato di vitamina K, l'integrazione di MK-7 ha ridotto significativamente il declino legato all'età nella densità minerale ossea e nella resistenza ossea. Gli integratori a basso dosaggio di MK-7 possono quindi aiutare le donne in post-menopausa a prevenire la perdita di tessuto osseo.
INTRODUZIONE:

Nonostante i dati contraddittori sulla supplementazione di vitamina K e sulla salute delle ossa, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha accettato l'indicazione sulla salute relativa al ruolo della vitamina K nel mantenimento dell'osso normale. In linea con l'opinione dell'EFSA, abbiamo dimostrato che la supplementazione di vitamina K1 (fillochinone) e K2 (menaquinone-4) a dosi elevate a 3 anni ha migliorato la salute delle ossa dopo la menopausa. A causa della maggiore emivita e della maggiore potenza della catena MK-7, abbiamo esteso queste indagini misurando l'effetto della supplementazione di MK-7 a basse dosi sulla salute delle ossa.
METODI:

Donne in postmenopausa in buona salute (n = 244) hanno ricevuto per 3 anni capsule placebo o MK-7 (180 µg MK-7 / giorno). La densità minerale ossea della colonna lombare, dell'anca totale e del collo del femore è stata misurata mediante DXA; sono stati calcolati gli indici di forza ossea del collo del femore. La valutazione della frattura vertebrale è stata eseguita mediante DXA e utilizzata come misura per le fratture vertebrali. Sono state misurate osteocalcina non carbossilata circolatoria (ucOC) e carbossilati OC (cOC); il rapporto ucOC / cOC serviva come marker dello stato di vitamina K. Le misurazioni si sono verificate al basale e dopo 1, 2 e 3 anni di trattamento.
RISULTATI:

L'assunzione di MK-7 ha migliorato significativamente lo stato di vitamina K e ha ridotto il declino correlato all'età in BMC e BMD alla colonna lombare e al collo del femore, ma non all'anca totale. La forza ossea è stata anche favorevolmente influenzata da MK-7. MK-7 ha diminuito significativamente la perdita in altezza vertebrale della regione toracica inferiore nel mid-site delle vertebre.
CONCLUSIONI:

I supplementi di MK-7 possono aiutare le donne in postmenopausa a prevenire l'osso

perdita. Se questi risultati possono essere estrapolati ad altre popolazioni, ad es. Bambini e uomini, è necessario un ulteriore approfondimento.


ORIGINALE
Knapen MH1, Drummen NE, Smit E, Vermeer C, Theuwissen E.
Author information
Abstract

We have investigated whether low-dose vitamin K2 supplements (menaquinone-7, MK-7) could beneficially affect bone health. Next to an improved vitamin K status, MK-7 supplementation significantly decreased the age-related decline in bone mineral density and bone strength. Low-dose MK-7 supplements may therefore help postmenopausal women prevent bone loss.
INTRODUCTION:

Despite contradictory data on vitamin K supplementation and bone health, the European Food Safety Authorities (EFSA) accepted the health claim on vitamin K's role in maintenance of normal bone. In line with EFSA's opinion, we showed that 3-year high-dose vitamin K1 (phylloquinone) and K2 (short-chain menaquinone-4) supplementation improved bone health after menopause. Because of the longer half-life and greater potency of the long-chain MK-7, we have extended these investigations by measuring the effect of low-dose MK-7 supplementation on bone health.
METHODS:

Healthy postmenopausal women (n?=?244) received for 3 years placebo or MK-7 (180 µg MK-7/day) capsules. Bone mineral density of lumbar spine, total hip, and femoral neck was measured by DXA; bone strength indices of the femoral neck were calculated. Vertebral fracture assessment was performed by DXA and used as measure for vertebral fractures. Circulating uncarboxylated osteocalcin (ucOC) and carboxylated OC (cOC) were measured; the ucOC/cOC ratio served as marker of vitamin K status. Measurements occurred at baseline and after 1, 2, and 3 years of treatment.
RESULTS:

MK-7 intake significantly improved vitamin K status and decreased the age-related decline in BMC and BMD at the lumbar spine and femoral neck, but not at the total hip. Bone strength was also favorably affected by MK-7. MK-7 significantly decreased the loss in vertebral height of the lower thoracic region at the mid-site of the vertebrae.
CONCLUSIONS:

MK-7 supplements may help postmenopausal women to prevent bone loss. Whether these results can be extrapolated to other populations, e.g., children and men, needs further investigation.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... pubmed.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 798
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » ven gen 25, 2019 3:08 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... pubmed.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Su questa pagina mi permetto di riportare in oggetto uno studio su questa eccezionale vitamina K2.
Addirittura un libro dal titolo:
"Il segreto per evitare l'osteoporosi e l'aterosclerosi correlate al calcio"
riporta:
"Mentre milioni di persone assumono integratori di calcio e vitamina D pensando di aiutare le loro ossa, la verità è che, senza l'aggiunta di vitamina K2, un tale regime di salute potrebbe rivelarsi pericoloso. Senza la vitamina K2, il corpo non può dirigere il calcio alle ossa dove è necessario; invece, il calcio risiede nei tessuti molli (come le arterie) - portando a una combinazione di osteoporosi e aterosclerosi, o il temuto "paradosso del calcio". Questo è il primo libro a rivelare quanto sia universale la carenza di vitamina K2 e il rischio (nella forma di cancro e diabete, tra le altre malattie) l'assenza di vitamina K2.
Scritto dal Dr. Kate Rheaume-Bleue, un esperto di salute popolare sulla televisione e radio canadesi, "Vitamina K2 e il paradosso del calcio" lancia un monito sulla popolarità della mania di calcio e vitamina D, mentre illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi. Il libro demistifica questo oscuro supernutriente - una vitamina liposolubile che gli esseri umani una volta prosperavano, ignorati dagli scienziati per quasi settanta anniDettagli come il consumo di animali nutriti con erba ha portato ad un'adeguata assunzione di vitamina K2 - mentre il mangime a base di cereali ha aiutato a sradicare la vitamina K2 dalle nostre diete Descrive come i medici stanno aumentando le dosi raccomandate di calcio e vitamina D - senza prescrivere la vitamina K2Dettagli più dannosi su transfats - e come la creazione di una vitamina K sintetica interferito con il metabolismo della vitamina K del corpo
Un libro essenziale per chiunque sia interessato alla salute delle ossa o al mantenimento della loro salute generale, "La vitamina K2 e il paradosso del calcio" è la guida per prendere la giusta combinazione di integratori e l'aggiunta di vitamina K2 a un regime giornaliero."
Quindi mi permetto di sottolineare la parte:
"illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi."
che conferma quanto sotto degli altri articoli correlati sui DENTI e sulle RUGHE.
A conferma di quanto sotto, l'articolo in oggetto recita:
"La vitamina K2, infatti, attiva una serie di speciali proteine che mobilizzano il calcio, promuove l’osteocalcina che attira il calcio nelle ossa e nei denti e attiva anche un’altra proteina chiamata MPG (Matrix GLA Protein) la quale mobilizza il calcio dai tessuti molli e dalle arterie, luoghi dove questo importante minerale può risultare dannoso.
Pare che la maggior parte delle persone soffra per una carenza di questa vitamina e pertanto ciò si ripercuote sulla deficitaria attivazione delle suddette proteine (osteocalcina e MGP) che proteggono ossa, vasi cuore e denti.
Il calcio, pertanto, non è sufficiente a garantire una buona salute delle ossa.
La vitamina D provvede al suo assorbimento nel sangue dagli alimenti mentre la vitamina K2 provvede all’assorbimento del calcio nelle ossa."
Ecco la conferma che la vitamina K2, oltre al resto, è importantissima per i denti, quindi per prevenire la carie, o magari anche eliminarla.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giorgi.htm
ATTENZIONE, ATTENZIONE, ATTENZIONE ED ANCORA A T T E N Z I O N E ! ? ! ? ! ?
Mi permetto di dirlo, in quanto ho scoperto e vi comunico la
PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI:
Mi spiego.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene la CARIE o addirittura te la ELIMINA, cosa faresti?
Dato che la CARIE è la SOLA CAUSA di spese folli dal dentista onde eliminare il dente incriminato e sostituirlo con un altro fittizio o addirittura farti montare un impianto onde poter masticare il cibo.
Ma non basta.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene le RUGHE o addirittura te le elimina, cosa faresti?
E' inutile che parli delle creme CHE NON MANGERESTI poichè prodotti chimici, ma che spalmandole sulla pelle permetti ai tuoi PORI di immetterle nel tuo corpo.
Non parliamo poi del loro costo.
Cosa faresti se tu sapessi che esiste un prodotto che può farti evitare INCTUS ed INFARTO in quanto è in grado di farti evitare o è in grado di eliminare le CALCIFICAZIONI ALLE ARTERIE E VASCOLARE, e ti fà evitare la OSTEOPOROSI, cosa faresti?
Certo, i medici da queste malattie ne traggono enormi profitti quindi insieme alle categorie sopra elencate per trarne PROFITTO hanno bisogno che tu queste cose le sappia, vero?
Pensa che:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Un "ALIMENTO ESSENZIALE" per TUTTI gli esseri viventi dei quali i più importanti l'ACIDO ASCORBICO., il CLORURO DI MAGNESIO e la vitamina D e gli altri elencati nella RGR (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della SALUTE.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Ho certezza che, data la loro rilevanza nel sangue di ogni individuo animale, ESSI LAVORANO IN SINERGIA.
Partiamo ora dall'inizio, nel 1915 durante la prima guerra mondiale il professor Pierre Delbet scoprì invece che usando il CLORURO DI MAGNESIO come DISINFETTANTE, questo elimina ogni forma di virus e batteri guarendo le ferite al 100%, quindi a quei tempi guariva i soldati evitando le amputazioni che dovevano farsi prima di questa scoperta, usando come disinfettante i prodotti proposti dalla medicina di allora. Nessuno di loro si ammalava più di setticemia e di cancrena e le altre malattie conseguenti alla errata disinfezione.
Di lui si scrive:
"Pierre Delbert: una scoperta audace.
Dobbiamo al professor Pierre Delbet la scoperta delle straordinarie virtù curative e preventive del CLORURO DI MAGNESIO. Bisogna sottolineare che qui non si tratta affatto di semplici ipotesi di lavoro, cogitazioni fumose senza altro fondamento che cercare di far colpo: certo che no! I risultati ottenuti con la terapia magnesiaca del professor Pierre Delbet poggiano su fatti scientifici basati su un'osservazione meticolosa.
Nato nel 1861, il professor Pierre Delbet per più di trent'anni di carriera fu quello che si definisce un "BARONE". La sua carriera in ambito medico fu esemplare: intermista in ospedale, primario responsabile della formazione degli altri medici in clinica, docente ordinario universitario, poi chirurgo in ospedale, premiato a più riprese dalla facoltà di Medicina e dalla Accademia di Medicina di Parigi di cui divenne membro, autore di importanti testi che furono capisaldi autorevoli di rifinimento. Morì nel 1957 a 96 anni compiuti. Tutto ciò indica che quest'illustre medico non aveva nulla del ciarlatano, ma le idee nuove sono accolte molto raramente come meriterebbero, sopratutto in ambito medico."
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... gnesio.pdf

La storia della scoperta della vitamina D parte nel 1919 quando venne evidenziato, da Huldschinsky, che bambini affetti da rachitismo guarivano se esposti alla luce ultravioletta. Un risultato simile lo si ottenne nel 1922 da A.F. Hess e H.B. Gutman usando, però, la luce solare e nello stesso periodo venne ipotizzata da Mc Collum l'esistenza di un composto liposolubile essenziale per il metabolismo delle ossa, studiando l'azione antirachitica dell'olio di fegato di pesce dal quale riuscì ad identificare una componente attiva. Già nel 1919-1920 Sir Edward Mellanby era pervenuto ad un'ipotesi simile studiando cani cresciuti sempre al chiuso. Nel 1923 Goldblatt e Soames riuscirono a dimostrare che quando il 7-deidrocolesterolo, presente nella pelle, viene colpito dai raggi ultravioletti esso dà origine ad un composto avente la stessa attività biologica del composto lipofilo di Mc Collum. La struttura della vitamina D venne identificata nel 1930 da A. Windaus.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... uciano.htm

Passiamo ora alla scoperta dell'ACIDO ASCORBICO che avvenne "ai tempi del giovane Szent-Gyorgyi i suoi studi furono rivoluzionari: un ruolo importante nei fenomeni di ossidoriduzione aveva un certo acido esuronico il quale mostrò anche di possedere la proprietà di curare e di prevenire lo scorbuto. Durante i grandi viaggi oceanici, cominciati nel 1500, lo scorbuto mieteva molte vittime fra i marinai, fino a quando, nel Settecento, si vide che le morti diminuivano se le navi portavano a bordo delle scorte di agrumi che, apparentemente, contenevano qualche sostanza curativa. Szent-Gyorgyi scoprì che si trattava proprio dell'acido esuronico che egli ribattezzò acido ascorbico e che oggi è noto come vitamina C. Per proseguire gli esperimenti occorreva disporre di una certa quantità della sostanza e Szent-Gyorgyi scoprì che proprio i peperoni, coltivati su larga scala intorno a Szeged, dove insegnava, ne avevano una elevata concentrazione. Le prime prove di estrazione furono fatte nel 1931 quando la stagione di raccolta era alla fine e fornirono pochi grammi; l'anno dopo l'estrazione cominciò all'inizio della campagna agricola e fornì qualche chilogrammo di acido ascorbico che poté essere distribuito ad altri laboratori.
Per queste sue ricerche Szent-Gyorgyi ebbe il premio Nobel per la medicina nel 1937."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... yorgyi.htm

Tutte queste informazioni le ho inserite l'una dopo l'altra in modo da capire esattamente dov'è questa mia dichiarata: "PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Come abbiamo potuto rilevare, cronologicamente l' "ALIMENTO ESSENZIALE" più giovane è appunto questa vitamina K2, stabilendo che tra il 1915 del CLORURO DI MAGNESIO al 1935 della vitamina K2 sono passati solo 10 anni, ma dal 1935 ad oggi 2018 ne sono trascorsi 88 di anni.
Stabilito questo posso quindi dire con certezza che molte persone, ricercatori o meno, in questo tempo hanno avuto modo di studiare e sperimentare i BENEFICI ottenuti ingoiando in qualche modo questi "ALIMENTI ESSENZIALI", contenuti sia dai CIBI NATURALI che con prodotti di sintesi.
Ora sappiamo che l'"ALIMENTO ESSENZIALE" più conosciuto è la vitamina D, la quale è collegata alla OSTEOPOROSI, poi la vitamina C da noi denominato ACIDO ASCORBICO, poi il MAGNESIO, nella forma di magnesio supremo, ma pur sempre MAGNESIO. Ora però con la giusta informazione si è capito che il principe delle forme di magnesio è appunto il CLORURO DI MAGNESIO poichè già in natura sul pianeta terra nei mari e negli oceani, dove esiste la maggior parte delle specie viventi, sia animali che vegetali. Questo determina senza ombra di dubbio la sua importanza per la vita sul pianeta terra.
Dopo questa chiara informazione, ecco che mi chiedo:
PERCHE' NON SI E' MAI SENTITO PARLARE DI QUESTA VITAMINA K2 SE NON NELL'ULTIMO PERIODO?
MA SOPRATUTTO, PERCHE' NON SI CONOSCONO I VERI BENEFICI GIA' RILEVATI DA RICERCHE CHE HANNO SPERIMENTATO QUESTA VITAMINA K2?
Sul web si trovano poche informazioni al riguardo e sempre molto vaghe.
Ora, prima di riportare questi dichiarati BENEFICI vorrei descrivere certi perchè di certe informazioni che troviamo abbondantemente sul web che personalmente ho potuto mettere insieme venendo a conoscenza di quanti vi stò riportando
Ho sempre pensato che i consigli che trovi sul web di non ingoiare la CARNE in quanto ecc. ecc. ecc. oppure di non ingoiare il LATTE ed i DERIVATI ecc. ecc. ecc., doveva avere un motivo molto valido per farlo e che quindi BEN REMUNERATI, ma non riuscivo a determinarne un motivo preciso. Quindi non riuscivo a metterlo a fuoco questo VERO MOTIVO di tanto accanimento, ma sapevo che era così, in quanto questi sono CIBI NATURALI a cui la EVOLUZIONE col tempo, ha adattato al corpo umano e che personalmente ingoio dalla mia nascita, sopratutto il LATTE ed sui derivati.
Scoprendo invece ciò che troverete sotto, ho capito esattamente quanto è importante per molte categorie la DISINFORMAZIONE che si legge sul web su questi CIBI NATURALI.
Iniziamo col dire che questi CIBI NATURALI contengono in maggior quantità quel sopra citato "ALIMENTO ESSENZIALE" chiamato vitamina K2, una vitamina liposolubile, quindi oleosa, quindi necessaria per la prevenzione o la MANUTENZIONE come lo sono TUTTO ciò che è un grasso o oleoso del corpo animale, della quale mi permetto di riportare parte dei suoi compiti DOCUMENTATI.
Prima però, mi permetto di elencare le CATEGORIE che da questa DISINFORMAZIONE ne traggono ENORMI PROFITTI:
LE INDUSTRIE DI BELLEZZA
I DENTISTI
LA MEDICINA
ED ALTRE CATEGORIE ANCORA CHE CONSIDERO MARGINALI.
A questo punto però devo elencare il perchè di questo profitti ed inizio riportando parti dell'articolo in oggetto che chiarirà, senza ombra di dubbio, quanto sopra dichiarato.
Naturalmente ho cercato conferme sulla vericidità di questo articolo e avendole trovate, riporterò delle conferme inconfutabili in merito con altri articoli, anche in inglese tradotti, come degli studi fatti da ricercatori. Tutto questo perchè ora sò COSA DEVO CERCARE.

La parte dell'articolo in oggetto che voglio citare scrive:
"1 Previene e contrasta la formazione di rughe: Una ricerca coreana del 2008 pubblicata nella rivista "Nephrology" dimostra che l'aumento della rugosità facciale dipenda molto spesso da una diminuzione della corretta funzione renale (uno dei sintomi di scarsa assunzione di vitamina k2). Agendo su più fronti, attraverso l'assunzione di questa vitamina, non solo è più facile contrastarne la formazione, ma anche riportare indietro l'orologio biologico
Prove edimiologiche dimostrano che le donne giapponesi, assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto), fonte principale di vitamina k2, risultano avere una pelle molto più distesa rispetto alle donne nordamericane della stessa età

2.Preserva la salute dei denti: Tra tutti i benefici della vitamina k2, la salute dentinale è il beneficio oggetto di maggior ricerca e maggiori risultati. Sarebbe molto semplice, infatti, grazie ad un'assunzione costante di k2, riuscire non solo a prevenire la placca ma anche a guarire la carie
L'anatomia del dente è costituita da una struttura calcificata simile all'osso e dunque come per le ossa stesse, richiede una buona quantità di osteocalcina, per un buon funzionamento e una buona conservazione"

Sulla SOIA mi permetto di sottolineare la parola "FERMENTAI" della frase: "assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto)".
Mi permetto di farli in quanto questo è la soia NON FERMENTATA ed usata dalle industrie alimentari:
"Il latte di soia: la verità
"Anche in questo caso in letteratura sono presenti studi con risultati contrastanti. Tra i tanti, senza creare inutili allarmismi ma solo per dare un'idea di quanto delicata sia la questione, ve ne sono alcuni che sottolineano la capacità degli isoflavoni di favorire la crescita e la proliferazione delle cellule tumorali mammarie. In base ai risultati di questi studi, la soia ed i suoi derivati sarebbero controindicati alle donne con storia presente o passata di cancro al seno."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... alatte.htm

La soia: la verità
Il progresso tecnologico rende possibile la produzione di proteine di soia isolate da ciò che in passato era considerato un sottoprodotto — l’elevata proteina della soia priva di grassi — e di trasformare qualcosa che sembra orribile e puzza terribilmente in prodotti che possono essere consumati da esseri umani. Gli aromi, i conservanti, i dolcificanti, gli emulsionanti e le sostanze nutritive sintetiche hanno trasformato quello che era il brutto anatroccolo dei cibi lavorati, la proteina della soia, in uno dei cibi miracolosi della New Age.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... verita.htm

DALLA FORMAZIONE DELLE RUGHE, QUINDI ORA SAPPIAMO CHI DA QUESTA MANCATA INFORMAZIONE NE TRE ENORMI GUADAGNI.
Di questo ne chiedo conferma alle persone che usano le CREME ANTI-RUGHE che costano un occhio della testa, perchè se costassero meno non avrebbero il valore che gli si attribuisce, ma purtroppo queste creme non le mangerebbero, non immaginando che questi PRODOTTI CHIMICI CANCEROGENI entrano nel loro corpo dai loro miliardi PORI, che tra l'altro la pagina dice:
"Oggi 30/04/2011 prima che tu legga delle CREME VARIE: antirughe, per il viso, per il corpo, solari e chi più ne ha più ne metta, voglio proporti un ragionamento che ti renderà possibile la valutazione di tutti questi "PRODOTTI CHIMICI", anche quelli comprati in erboristeria e dichiarati come naturali. Quando il tuo cervello determina che una parte del tuo corpo ha bisogno di un piccolo ritocco o ritieni di doverlo proteggere dai raggi solari, il tuo pensiero và subito ai vari prodotti che hai registrato in un angolo del cervello. Non pensi lontanamente che tutto ciò che ti ha colpito: la forma, il colore ed nome del prodotto scritto sul vasetto contenitore, la pubblicità fatta dalla casa produttrice, le parole così convincenti e poi il detto "se costa caro vale molto"; tutto questo è fatto in modo da poterti influenzare nelle scelta indirizzandoti verso un prodotto piuttosto che verso un altro. Sicuramente non ti passa neanche lontanamente nel cervello di farti la domanda che mi permetto di farti ora:
IL PRODOTTO CHE USI O DEVI COMPRARE, CHE SAI ESSERE UN "PRODOTTO CHIMICO", lo mangeresti? NOOOOOOOOOOO???????
Ti chiedo "ma perchè no????" Questo te lo dico io:
Hai paura che ingerendolo ti possa fare male. Ma NON hai mai pensato che sotto il piccolissimo strato di pelle hai la carne che fà parte del tuo corpo? Lo sai che la tua pelle tramite i pori respira e si nutre di ciò che le viene spalmato e quindi quei "PRODOTTI CHIMICI" che non ingerisci mettendoli in bocca, glieli fai avere attraverso la pelle? Cosa pensi che possano fare alla tua pelle ed alla tua salute "QUESTE CREME"?
A TE LA RISPOSTA.
Quindi ora che ne sei consapevole ti dico: "SULLA TUA PELLE METTICI SOLO QUELLO CHE MANGERESTI".
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... meviso.htm

ED ORA PARLANDO DELLE FORMAZIONI DI CARIE, SI PUO' CAPIRE QUANTI DANNI AVREBBERO QUESTI DENTISTI CHE SAPPIAMO TUTTI BENISSIMO DI CHE CIFRE SI PARLA SE SI HA BISOGNO DEL LORO INTERVENTO CHE GUARDA CASO E': O CON IVA O SENZA IVA.
COME BUON ULTIMO LA MEDICINA CHE SE TI VENGONO I TUMORI DELLA PELLE O DEVI FARE DEI RAGGI ALLA DENTATURA O ADDIRITTURA TI RECHI DAL DENTISTA DELLA MUTUA, LA PARCELLA SE TI VA' BENE LA PAGA IL MINISTERO DELLA SALUTE, IN QUANTO QUESTO DENTISTA NON LAVORA GRATIS.

Oh, ma allora della CARENZA della vitamina K2, anche i reni ne soffrono e lavorano male, potendo quindi dare problemi, ma questo lo "specializzato" nefrologo lo sà? glielo avranno insegnato? Mi auguro tanto di sì, ma se così fosse avremmo saputo di questa vitamina K2, in quanto prescrivendola o facendone fare gli esami del sangue, nel tempo almeno qualcuno lo saprebbe.
SONO INVECE CERTO DI NO.
Quindi mi permetto di ricordare a chi ha problemi di reni di farsi fare l'esame della
VITAMINA K2
che da questi risultati può vederne il valore, avendo così il modo di correre ai ripari dandogliela al proprio corpo affinchè possa usarla per la sua AUTONOMA GUARIGIONE.
Scusate, non vado oltre.....
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gavita.htm
Oggi 22 gennaio 2019, dopo avermi fatto fare ieri le richieste degli esami del sangue per Franca e per me, dal nostro medico di base, stamattina alle 7.30 ci siamo recati al laboratorio analisi per il giusto prelievo.
Dato che è dal 05/04/2018 che con Franca ingoiamo ogni giorno con costanza questa vitamina K2, quindi da quasi un anno, ho proposto al mio medico di richiedere anche i valori di questa. Al che, non avendo trovato gli estremi necessari mi ha comunicato che li cercava ed avremmo fatto questo esame un pò più in là.
Ebbene questa mattina alla impiegata che ha ritirato le richieste ho fatto la domanda logica per avere gli estremi necessari per questo esame e lei mi ha comunicato che il laboratorio questo esame lo fà, ma per la regione Piemonte non è mutuabile, quindi solo a pagamento ed al costo di
160.00 EURO
Mi permetto allora di comunicarvi il mio pensiero, e penso di non sbagliare.
Il tutto non può che determinare senza ombra di dubbio che vi è nel SISTEMA
LA MASSIMA MALAFEDE
in quanto oltre a non dare le GIUSTE INFORMAZIONI in merito a questa vitamina K2. si mette in condizioni il medico di base di NON FAR FARE QUESTO ESAME, in quanto che se uscisse CARENTE, è logico il DOVERE, da parte sua, di prescrivere questa vitamina come stà succedendo con la vitamina D.
Questo dimostra chiaramente che LA TUA, LA MIA, LA VOSTRA SALUTE PER IL SISTEMA SANITARIO NON E' LA PRIORITA', ANZI E' IL CONTRARIO.
Spero di non avervi tediato, in quanto non è la mia intenzione, ma farvi capire LE PURE VERITA'.
Per il resto degli esami del sangue, onde dimostrarvi la nostra SALUTE, posterò i risultati in altra settimana.

Questo post lo dedico ad una comunicazione per i VEGANI ed i VEGETARIANI.
Premetto che non ho nulla contro nessuno, tanto meno contro di voi, ma farvi parte di ciò che ho scoperto poco tempo fà.
Sappiamo tutti che chi si alimenta seguendo uno STILE DI VITA VEGETARIANO o VEGANO è facile che il loro corpo sia CARENTE di un "ALIMENTO ESSENZIALE" molto importante:
la VITAMINA B12
Però come detto, sapendolo, è possibile correre ai ripari ingerendo giornalmente quel cosi detto "INTEGRATORE" che personalmente ho denominato "ALIMENTO ESSENZIALE", anche solo per il fatto che questi sono nel mio sangue, quindi segnati a LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA, MA SOPRATUTTO PERCHE' NON AMMETTO DI ESSERE STATO "GENERATO" negli "INTEGRATORI", (e voi?) onde evitare sorprese di mancanza di salute.
Questo, come sappiamo è ammesso anche dai grandi sostenitori di questo STILE VEGETARIANO o VEGANO, ma nonostante questi sostenitori siano per la maggior parte di loro delle autorità mediche, che per nominarne alcuni:
come primo, l'oncologo Umberto Veronesi
seguito dall'oncologo Franco Berrino
seguiti da altri medici che ho sentito personalmente per radio, tv, ed altri mezzi di comunicazione per descrivere i vantaggi di questo STILE DI VITA.
Un altro personaggio molto conosciuto è Valdo Vaccaro, che inoltre gestisce un sito di informazione al riguardo della salute, dedicato ai VEGANI. ed ai VEGETARIANI, in quanto si dichiara VEGANO personalmente.
Ora, avendo personalmente scoperto la GRANDE IMPORTANZA della vitamina K2 per la VERA SALUTE, mi chiedo:
COME MAI TUTTI QUESTI PERSONAGGI NON VI HANNO INFORMATO DELLA IMPORTANZA DI QUESTA VITAMINA K2 PER LA SALUTE VOSTRA?
MI VOLETE CONVINCERE CHE LORO DI QUESTA VITAMINA K2 NON NE SANNO PROPRIO NULLA, DATO CHE CI SONO MOLTI STUDI CHE NE DIMOSTRANO LA IMPORTANZA?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ariani.htm
AVENDO INFORMAZIONE QUALI CIBI CONTENGONO QUESTA VITAMINA K2, DEDUCO CHE I CONSIGLI DI CERTI MEDICI SUL LATTE E SULLA CARNE; SIANO MOLTO INTERESSATI.
QUALCOSA DA AGGIUNGERE O DA TOGLIERE?
IN CONCLUSIONE E' FINALMENTE FACILE CAPIRE IL PERCHE' DELLA DISINFORMAZIONE SUI CIBI NATURALI E SULLA VITAMINA K2.

Il libro della naturopata francese Kate Rhéeaume-Bleue con tante informazioni sulla riscoperta della vitamina K2. Ecco i buoni motivi per cui assumerla e come:
1 Previene e contrasta la formazione di rughe: Una ricerca coreana del 2008 pubblicata nella rivista "Nephrology" dimostra che l'aumento della rugosità facciale dipenda molto spesso da una diminuzione della corretta funzione renale (uno dei sintomi di scarsa assunzione di vitamina k2). Agendo su più fronti, attraverso l'assunzione di questa vitamina, non solo è più facile contrastarne la formazione, ma anche riportare indietro l'orologio biologico
Prove edimiologiche dimostrano che le donne giapponesi, assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto), fonte principale di vitamina k2, risultano avere una pelle molto più distesa rispetto alle donne nordamericane della stessa età
2.Preserva la salute dei denti: Tra tutti i benefici della vitamina k2, la salute dentinale è il beneficio oggetto di maggior ricerca e maggiori risultati. Sarebbe molto semplice, infatti, grazie ad un'assunzione costante di k2, riuscire non solo a prevenire la placca ma anche a guarire la carie
L'anatomia del dente è costituita da una struttura calcificata simile all'osso e dunque come per le ossa stesse, richiede una buona quantità di osteocalcina, per un buon funzionamento e una buona conservazione
3. Aumenta il livello di fertilità: è dato recente che oggi, circa il 10% delle coppie non riesce a concepire, neanche con la fecondazione assistita. Gli organi sessuali maschili e femminili sono tra i principali regolatori della crescita della densità ossea
una mancanza notevole di osteocalcina può dunque ridurre la produzione di estrogeni e testosterone. Una regolare assunzione di cibi provenienti da bestiame la cui alimentazione sia a base d'erba, risulta centrale per la capacità riproduttiva.
4. Contrasta le malattie ossee e arteriose (osteoporosi, artrite, ostruzione delle arterie): lo sviluppo dello scheletro e della massa ossea avviene dalla nascita fino a circa 20 anni. Gli esperti concordano sul fatto che più massa si riesce a costruire nei primi vent'anni di età, più risulterà possibile prevenire l'osteoporosi. Più in generale, col passare degli anni, i livelli di osteocalcina tendono a diminuire e se debitamente inclusi nella propria dieta alimentare, la qualità della vita può nettamente migliorare
COME ASSUMERLA: i cibi che più di altri aiutano a includere la vitamina K2 nella propria dieta sono tutti gli alimenti fermentati, come ad esempio i fagioli di soia (natto) dal sapore molto forte ma utili anche alla riduzione del colesterolo
il tuorlo d'uovo (soprattutto se proveniente da gallina ruspante) per i grassi insaturi che riducono il colesterolo e i nutrienti essenziali
i formaggi provenienti da bestiame alimentato a erba, i cosiddetti grass-fed
altra fonte di vitamina k2 è la selvaggina, in particolare le carni d'anatra, fagiano, coniglio, tacchino, cinghiale sono tra i maggiori integratori di menachione
anche il pollo è un ottimo integratore di vitamina k2, oltre ad avere un'altissima concentrazione di proteine di buona qualità
QUANTITÁ CONSIGLIATA: la quantità raccomandata varia in base al fabbisogno del corpo, che può essere maggiore o minore in base allo stato di salute personale. La quantità varia, inoltre, in base alla tipologia di integratore K2 assunto (da alimento o da integratori del tipo MK-4 che estrae la vitamina k2 dalle piante di tabacco)."
Tra l'altro la pagina in oggetto dichiara:
"La vitamina K2, scoperta nel 1935 dal biochimico Carl Peter Henrick Dam, per questo ebbe il premio Nobel per la Medicina e la Fisiologia nel 1943, insieme allo statunitense Edward Adelbert Doisy che della vitamina K aveva realizzato la sintesi, sta attirando sempre più l'attenzione del mondo scientifico per via delle sue evidenti proprietà benefiche legate alla presenza di calcio nel nostro corpo. La K2 vitamin mette in azione una proteina nota come osteocalcina, che spazza via il calcio dai tessuti in cui potrebbe risultare dannoso (vene, arterie) spostandolo nelle ossa e nei denti. Un recente libro della dottoressa naturopata Kate Rhéaume-Bleue mette in evidenza le cause e gli effetti della vitamina K2, sostenendo che una corretta e costante assunzione, attraverso gli alimenti che ne offrono un maggiore apporto, non solo aiuta a contrastare la carenza di calcio ma contribuisce a migliorare la salute, contrastando patologie molto comuni. Tra gli indizi di una possibile carenza di vitamina K2 vi sono PROBLEMI RENALI, carie, osteoporosi e la formazione di rughe.
Scorri la gallery per scoprire i 4 buoni motivi per cui assumerla e dove trovarla
di Sara Rezk
16 Giugno 2017"

Oh, ma allora della CARENZA della vitamina K2, anche i reni ne soffrono e lavorano male, potendo quindi dare problemi, ma questo lo "specializzato" nefrologo lo sà? glielo avranno insegnato? Mi auguro tanto di sì, ma se così fosse avremmo saputo di questa vitamina K2, in quanto prescrivendola o facendone fare gli esami del sangue, nel tempo almeno qualcuno lo saprebbe.
SONO INVECE CERTO DI NO.
Quindi mi permetto di ricordare a chi ha problemi di reni di farsi fare l'esame della
VITAMINA K2
che da questi risultati può vederne il valore, avendo così il modo di correre ai ripari dandogliela al proprio corpo affinchè possa usarla per la sua AUTONOMA GUARIGIONE.
Scusate, non vado oltre.....
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gavita.htm

La vitamina K è una molecola liposolubile scoperta nel 1929 dallo scienziato danese Henrik Dam. Egli osservò che polli sottoposti ad una dieta inadeguata sviluppavano una particolare situazione clinica caratterizzata da bassi livelli di protrombina e spiccata tendenza emorragica. Successivamente gli stessi scienziati scoprirono che nutrendo questi animali con piante ricche di sostanze liposolubili (erba medica/medicago sativa) era possibile alleviare questi problemi. Questa sostanza che influiva sulla coagulazione (in danese : Koagulation) fu chiamata vitamina K. Negli stessi anni veniva anche scoperto che soggetti con gravi patologie epatiche ad impronta itterica avevano anch’essi bassi livelli di protrombina. Era stato chiarita la relazione tra vitamina K, adeguata funzione epatica e normale funzione coagulativa.
Formula chimica di varie molecole di Vitamina K
Quando si parla di vitamina K ci si riferisce non ad una singola molecola ma ad una famiglia di nutrienti, basilare è distinguere tra:
Vitamina K1 (o Fillochinone), sintetizzato da vari tipi di piante, si tratta di un’unica molecola.
Vitamina K2 (o Menachinone), sintetizzato da vari batteri della flora intestinale, in particolare Gram +, si distinguono qui vari gruppi di molecole in relazione alla catena laterale formata da un numero diverso di unità isopreniche:
– MK-4, menachinone a catena corta, meno attivo, presente soprattutto nei prodotti di derivazione animale, ottenuta comunque anche per via sintetica.
– MK- 7-13, menachinoni a catena più lunga, più attivi, presenti soprattutto in prodotti fermentati in particolare derivati dalla soia quali il Natto (MK-7). Più lunga è la catena isoprenica laterale, maggiore è la lipofilia della vitamina.
Vitamina K3 (o Menadione), molecola sintetica usata come sodio bisolfito nell’alimentazione di polli e suini, è idrosolubile ma poco stabile.
FONTI ALIMENTARI DI VITAMINA K
Le maggiori fonti dietetiche di vitamina K1 sono le verdure di colore verde scuro e gli olii vegetali. La vitamina K2 alimentare deriva da 2 maggiori fonti:
grassi di origine animale quali uova e latte e derivati . Gli animali accumulano K2 nei loro tessuti in proporzione diretta con la ricchezza in vitamina K1 dei vegetali che assumono. Ovviamente la carne ed il latte di animali allevati al pascolo sono molto più ricchi in questa vitamina rispetto agli animali tenuti in stalla e nutriti a cereali. La stessa cosa del resto accade con l’acido alfa linoleico.
specifici alimenti fermentati, quali in particolare la soia (Natto) ed il formaggio Brie. In questi casi la vitamina K2 è prodotta dall’azione di specifici batteri.
La vitamina K2 agisce attivando una specifica proteina (Osteocalcina) che stimola l’incorporazione del calcio nelle ossa e nei denti. E’ stato dimostrato che la vitamina K2 riduce il rischio di frattura indipendentemente dai livelli di mineralizzazione ossea. L’associazione con la vitamina D crea una specifica sinergia per il miglioramento della densità ossea. La vitamina K2 agisce anche stimolando la calcificazione del tessuto cartilagineo e rinforzando la struttura degli anelli intervertebrali risultando utile pertanto nell’artrosi degenerativa in generale e nella spondiloartrosi in particolare.
Studi recenti hanno evidenziato come la vit.K2 sia il maggior fattore di mobilizzazione del calcio. I suoi livelli sono direttamente correlati con un calo della mortalità in generale e cardiaca in particolare.
Il 20% dell’Osteocalcina non è legata alle ossa e circola a livello sanguigno. Poiché è prodotta solo dagli osteoblasti, il suo dosaggio rappresenta un attendibile marker di metabolismo osseo e dei livelli di vitamina K. Livelli elevati di osteocalcina si riscontrano in adolescenza, nel morbo di Paget e in altre patologie caratterizzate da aumento della mineralizzazione-riassorbimento osseo quali l’iperparatiroidismo. La non carbossilazione dell’osteocalcina per carenza di vitamina K è associata ad aumentato rischio di fratture dell’anca. Recentemente si è valorizzato il ruolo metabolico dell’osteocalcina non attivata che sembra giocare una parte positiva nel metabolismo glucidico. Gli studi sono ancora in corso ed appaiono confusi perché prevalentemente fatti su roditori i quali, rispetto agli umani, hanno assai maggior percentuale di osteocalcina carbossilata, tuttavia sembra chiaro un ruolo della vitamina K e conseguentemente dell’osteocalcina nel diabete II e l’importanza di una supplementazione ragionata della vitamina K stessa.
PROTEINA GLA DI MATRICE ( MGP)
AZIONE ANTIDIABETICA
Il deficit relativo di vitamina K è associato con maggiori picchi glicemici postprandiali e la supplementazione con vitamina K2 migliora il diabete II. Bisogna ricordare che i picchi insulinici correlati ai momenti di iperglicemia sono uno dei maggiori fattori di invecchiamento tissutale. Il ruolo, non ancora definito, della vitamina K nel metabolismo del glucosio è spiegabile tramite la complessa inter relazione tra vitamina K ed osteocalcina. Dati recenti indicherebbero che bassi livelli di osteocalcina totale (dipendenti dalla vit. D) e di osteocalcina non carbossilata (dipendenti da bassi livelli di vit. K) possano essere in rapporto con esacerbazione delle alterazioni del metabolismo glucidico. Interessante è il rilievo che topi geneticamente carenti di osteocalcina manifestano insulino resistenza e la somministrazione a questi animali di osteocalcina stimola la secrezione insulinica da parte delle cellule b pancreatiche e l’espressione dell’adiponectina (ormone molto favorevole per un buon equlibrio del metabolismo gluco-lipidico e che controlla l’obesità); queste proprietà sono attribuibili all’osteocalcina non carbossilata. Questi rilievi sono in parte modificati nell’uomo nel quale anche l’osteocalcina carbossilata dalla vitamina K sembra avere questi effetti favorevoli nel diabete. Interessante è anche il fatto che nelle donne con diabete gestazionale c’è un aumento dei livelli di osteocalcina che sembra essere un positivo adattamento alla problematica di insulino resistenza frequente in questi soggetti.
PREVENZIONE E TRATTAMENTO DELLE PATOLOGIE CARDIACHE
I livelli di assunzione di vitamina K2 sono inversamente correlati con morbilità e mortalità cardiovascolare. La supplementazione di tale vitamina, nell’animale da esperimento, riduce in 6 settimane del 50% le calcificazioni aterosclerotiche. Il meccanismo di azione è quello dell’attivazione di una specifica proteina (MGP) che rimuove gli accumuli di calcio dalle arterie e da altri tessuti molli, ove possa essere anomalamente accumulato. Questi stessi risultati non si ottengono impiegando vitamina K1. La calcificazione arteriosa è una delle più importanti cause di ipertensione sistolica senile, legata precipuamente alla diminuita elasticità dei vasi Anche le vene varicose possono essere di molto peggiorate da una calcificazione legata alla carenza di vitamina K.
Interessante è il recente rilievo che la vitamina K inibisce una proteina denominata aterocalcina, scoperta nei tessuti aterosclerotici calcificati e coinvolta nello sviluppo dell’aterosclerosi stessa.
Un buon apporto di vitamina K2 rende le arterie più elastiche e morbide rimuovendo gli accumuli di calcio
PREVENZIONE ANTINEOPLASTICA
La vitamina K2 regola una proteina coinvolta con la crescita cellulare, cosa molto utile per prevenire la proliferazione tumorale soprattutto a livello polmonare e prostatico, ma anche in caso di leucemia e mieloma. Tale nutriente si è rivelato utile anche per cancro al seno ed al fegato, in particolare la supplementazione di vitamina K2 appare capace di prolungare la sopravvivenza nei pazienti con epatocarcinoma e di prevenire l’insorgenza di tale patologia nei pazienti con epatite C.
Studi recenti hanno approfondito i meccanismi con i quali la vitamina K esercita un ruolo antiproliferativo, essa induce differenziazione (quindi quanto meno riduce la malignità cellulare) e stimola l’apoptosi in maniera assai più lenta rispetto ai comuni chemioterapici. Viene stimolato, tramite la produzione di superossido, un cambiamento a livello della membrana mitocondriale con rilascio di citocromo C che induce l’apoptosi della cellula in maniera quasi fisiologica. Questi effetti della vitamina K sono inibiti dalla vitamina E e solo parzialmente dalla ciclosporina, farmaco normalmente usato per ridurre i livelli di apoptosi nei pazienti trapiantati o con patologie autoimmuni.
Nelle donne con pregresso cancro al seno in cura con anti estrogeni o inibitori dell’aromatasi il rischio osteoporotico è molto elevato. Ovviamente vanno evitate sostanze anche solo correlate con gli estrogeni (Boro ). La vit K ha un doppio ruolo in queste pazienti.
AZIONE ANTI AGING
E’ noto che l’incidenza di morbo di Alzheimer aumenta con l’età ed è maggiore nel genotipo con apolipoproteina E4. Un deficit relativo di vitamina K, che influenza le funzioni extraepatiche (coagulazione) della vitamina stessa, si verifica comunemente sia nell’invecchiamento maschile che in quello femminile. Le concentrazioni ematiche di vitamina K sono più basse nei soggetti con genotipo APOE4. Sono numerose le evidenze secondo le quali la vitamina K ha importanti funzioni a livello cerebrale inclusa la regolazione dell’attività sulfotransferasica e dei fattori di crescita correlati ai recettori fosfochinasici cellulari. L’ipotesi è che il deficit di vitamina K possa contribuire alla patogenesi del morbo di Alzheimer e che la sua supplementazione possa prevenire o ridurre il danno neuronale correlato a questa malattia o a fattori vascolari. La vitamina K2 si è dimostrata utile nella prevenzione del danno cerebrale da ictus e per antagonizzare l’invecchiamento
AZIONE SULLA FUNZIONE NERVOSA
Una proteina Gla vitamina K dipendente chiamata Gas6, simile alla vitamina S, ha attività neurotrofica a livello dei neuroni dell’ippocampo. Vari dati sperimentali dimostrano che questa proteina stimola la crescita e la sopravvivenza di molti tipi di cellule neuronali.
Il trattamento con inibitori della vitamina K riduce i sulfatidi e l’attività della glutatione-s-transferasi a livello cerebrale.
AZIONE ANTI INFIAMMATORIA
La vitamina K2 ha una potente azione anti infiammatoria (riduzione di PGE2, COX2, IL-6) e può essere molto utile in patologie quali l’artrite reumatoide e la sclerosi multipla. In ogni caso la riduzione dei livelli di infiammazione è giovevole a tutti i livelli, tramite il beneficio anti neoplastico e cardiovascolare ed è una delle spiegazioni del fattore longevità correlato a buoni livelli di vitamina K2.
La supplementazione di 1mg di vitamina K, è stata vantaggiosa nel compensare i difetti di carbossilazione tipici della fibrosi cistica.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... iaging.htm
TRADUZIONE:
Il segreto per evitare l'osteoporosi e l'aterosclerosi correlate al calcio
Mentre milioni di persone assumono integratori di calcio e vitamina D pensando di aiutare le loro ossa, la verità è che, senza l'aggiunta di vitamina K2, un tale regime di salute potrebbe rivelarsi pericoloso. Senza la vitamina K2, il corpo non può dirigere il calcio alle ossa dove è necessario; invece, il calcio risiede nei tessuti molli (come le arterie) - portando a una combinazione di osteoporosi e aterosclerosi, o il temuto "paradosso del calcio". Questo è il primo libro a rivelare quanto sia universale la carenza di vitamina K2 e il rischio (nella forma di cancro e diabete, tra le altre malattie) l'assenza di vitamina K2.
Scritto dal Dr. Kate Rheaume-Bleue, un esperto di salute popolare sulla televisione e radio canadesi, "Vitamina K2 e il paradosso del calcio" lancia un monito sulla popolarità della mania di calcio e vitamina D, mentre illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi. Il libro demistifica questo oscuro supernutriente - una vitamina liposolubile che gli esseri umani una volta prosperavano, ignorati dagli scienziati per quasi settanta anniDettagli come il consumo di animali nutriti con erba ha portato ad un'adeguata assunzione di vitamina K2 - mentre il mangime a base di cereali ha aiutato a sradicare la vitamina K2 dalle nostre diete Descrive come i medici stanno aumentando le dosi raccomandate di calcio e vitamina D - senza prescrivere la vitamina K2Dettagli più dannosi su transfats - e come la creazione di una vitamina K sintetica interferito con il metabolismo della vitamina K del corpo
Un libro essenziale per chiunque sia interessato alla salute delle ossa o al mantenimento della loro salute generale, "La vitamina K2 e il paradosso del calcio" è la guida per prendere la giusta combinazione di integratori e l'aggiunta di vitamina K2 a un regime giornaliero.

ORIGINALE
The secret to avoiding calcium-related osteoporosis and atherosclerosis
While millions of people take calcium and Vitamin D supplements thinking they're helping their bones, the truth is, without the addition of Vitamin K2, such a health regimen could prove dangerous. Without Vitamin K2, the body cannot direct calcium to the bones where it's needed; instead, the calcium resides in soft tissue (like the arteries)--leading to a combination of osteoporosis and atherosclerosis, or the dreaded "calcium paradox." This is the first book to reveal how universal a Vitamin K2 deficiency is, and the risk (in the form of cancer and diabetes, among other ailments) the absence of Vitamin K2 poses.
Written by Dr. Kate Rheaume-Bleue, a popular health expert on Canadian television and radio, "Vitamin K2 and the Calcium Paradox" sounds a warning about the popularity of the calcium and Vitamin D craze, while illustrating the enormous health benefits of Vitamin K2 in making the body less susceptible to dental cavities, heart disease, prostate cancer, liver cancer, diabetes, wrinkles, obesity, varicose veins, and other ailments.The book demystifies this obscure supernutrient--a fat soluble vitamin that humans once thrived on, ignored by scientists for almost seventy yearsDetails how the consumption of grass-fed animals led to adequate Vitamin K2 intake--while grain-based animal feed helped eradicate Vitamin K2 from our dietsDescribes how doctors are raising recommended doses of calcium and Vitamin D--without prescribing Vitamin K2Details more damning facts about transfats--and how the creation of a synthetic Vitamin K interfered with the body's Vitamin K metabolism
An essential book for anyone interested in bone health, or maintaining their overall health, "Vitamin K2 and the Calcium Paradox" is the guide to taking the right combination of supplements--and adding Vitamin K2 to a daily regimen.
TRADUZIONE
Recensioni editoriali
Dalla copertina posteriore
Stai prendendo calcio o vitamina D? Questo libro potrebbe salvarti la vita!
Scopri il segreto per evitare l'osteoporosi e le malattie cardiache.
Milioni di persone assumono vitamina D e integratori di calcio per la salute delle ossa. Una nuova ricerca mostra che questo aumenta il rischio di infarto e ictus perché il calcio aggiunto si accumula nelle arterie - il paradosso del calcio. Il segreto per mantenere le ossa forti e le arterie chiare è la vitamina K2, un soprannaturale poco noto a cui un tempo gli esseri umani prosperavano e che è stato ignorato dagli scienziati per quasi 70 anni.
All'interno di questo libro troverai:
In che modo il consumo di animali nutriti con erba ci ha tradizionalmente fornito ampie quantità di vitamina K2 - mentre il mangime per animali a base di cereali ha contribuito all'eradicazione della vitamina K2 nella nostra dieta moderna
Come il K2 è il più importante nutriente anti-invecchiamento per combattere le rughe, l'Alzheimer, le malattie cardiache, l'osteoporosi e altro
I benefici per la salute K2 promuove denti dritti e privi di cavità e ossa forti nei bambini
Quali deliziosi cibi "peccaminosi" sono pieni di cuore-sano K2

ORIGINALE
Editorial Reviews
From the Back Cover
Are you taking calcium or vitamin D? This book could save your life!
Learn the secret to avoiding osteoporosis and heart disease.
Millions of people take vitamin D and calcium supplements for bone health. New research shows that this actually increases the risk of heart attack and stroke because the added calcium builds up in arteries--the calcium paradox. The secret to keeping bones strong and arteries clear is vitamin K2, a little-known supernutrient that humans once thrived on and that has been ignored by scientists for almost 70 years.
Inside this book, you'll find:
How consumption of grass-fed animals traditionally provided us with ample quantities of vitamin K2--while grain-based animal feed contributed to the eradication of vitamin K2 in our modern diet
How K2 is the most important anti-aging nutrient for fighting wrinkles, Alzheimer's, heart disease, osteoporosis and more
The health benefits K2 promotes for straight, cavity-free teeth and strong bones in children
Which delicious "sinful" foods are brimming with heart-healthy K2.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... amento.htm
L'articolo in oggetto, molto informativo riporta:
"Gli effetti benefici della vitamina K2 sono stati ampiamente documentati in anni di ricerca e dalla comparazione tra Vita K1 e K2 è emerso che solo quest’ultima produce effetti positivi sulla salute. Ciò è coerente con quanto evidenziato da importanti studi, che hanno rilevato la superiorità in termini di benefici sulla salute della K2.
Citiamo quanto segue dal sito nutrizionenaturale.org, che ringraziamo calorosamente:
Nel 1980, si è scoperto che la vitamina K è necessaria per attivare una proteina, l'osteocalcina, che si trova nel midollo. Un decennio più tardi, un'altra proteina, vitamina K-dipendente, è stata scoperta: la proteina Gla (MGP), riscontrata nel sistema vascolare. Senza vitamina K, questa ed altre proteine, vitamina K dipendenti, restano inattivate e non possono svolgere le loro funzioni biologiche.
Un altro dato importante è che il MGP è un inibitore molto forte di calcificazione. Se viene inattivato il MGP, si rischiano gravi calcificazioni arteriose e questo è il motivo per cui la vitamina K è così importante per la salute cardiovascolare. Gli studi indicano che la vitamina K può anche far regredire la calcificazione arteriosa indotta dalla carenza di vitamina K."
Quindi la medicina ufficiale non ha scusanti, poichè informata sull'importanza di questa vitamina K2 e non ha mai fatto nulla, La dimostrazione è che non si parla mai di esami del sangue in merito per conoscerne i valori ed eventualmente provvedere, ma non solo, questo vale anche per la vitamina D in quanto entrambe fanno parte di quegli "ALIMENTI ESSENZIALI" nell'elenco della RGR (Razione Giornaliera Raccomandata)
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Avere dei valori normali, probabilmente si potrebbe evitare la morte di infarti ed ictus per molte persone.
Sappiamo che la prima causa di morti al mondo sono proprio gli ictus e gli infarti.
Ed ancora:
"Secondo il Dott Schurgers:
"C'è una forte correlazione tra l'MGP inattivo e le micro-calcificazioni. E' molto facile ipotizzare che la carenza di vitamina K è causa di micro-calcificazioni, che inducono, in cascata processi che portano all'aterosclerosi. "
Fino a pochi anni fa, il MGP era completamente sconosciuto il che sottolinea l'importanza per i medici di mantenersi aggiornati sulle ricerche che oggi si susseguono ad un ritmo molto rapido.
Il Dr. Schurgers afferma: "Abbiamo dimostrato che se si assumono le vitamine K1 e K2, la K1 va principalmente al fegato rimanendovi ed ha relativamente una breve emivita. Dopo tre o quattro ore dall'ingestione non c'è più traccia. Viene catturata dal fegato. La K2 va anche al fegato, ma il fegato la ridistribuisce tramite la frazione di colesterolo delle lipoproteine a bassa densità (LDL), localizzate nei tessuti periferici, come nelle ossa e nel sistema vascolare.
Così, oltre ad attivare il POP che è un potente inibitore di calcificazione, la K2 aiuta anche a prevenire la calcificazione arteriosa trasportando il calcio lontano dalle zone dove non dovrebbe esserci (nel rivestimento dei vasi sanguigni) verso i punti dove è veramente necessario (per esempio nel midollo).
La vitamina K2 è fondamentale nella prevenzione dell'osteoporosi. Gli studi scientifici infatti confermano che la vitamina K2 è essenziale per la salute delle ossa."
Quindi la malattia ARTEROSCLEROSI potrebbe essere prevenuta ed addirittura anche guarita, ma da parte della medicina non succede proprio nulla.
A cosa servono le RICERCHE in merito se alle persone manca addirittura la informazione di base?
Non dimentichiamoci che:
"Nel Prospect Study, in cui 16000 persone sono state seguite per 10 anni, i ricercatori hanno osservato che ogni dose supplementare di 10 mcg di K2 nella dieta, ha permesso una riduzione del 9% del rischio di malattia coronarica, mentre la vitamina K1 non ha ottenuto gli stessi i risultati.
Uno studio epidemiologico che ha seguito ben 11.000 uomini ha scoperto che un elevato apporto di vitamina K2 è positivamente correlato con un rischio più basso del 63% di cancro alla prostata avanzato.
Sono stati studiati una serie di diversi tipi di cancro, compresi Glioblastoma, cancro epatocellulare, tumore del polmone e cancro alla prostata.
Sulla base di questi risultati viene raccomandata vitamina K2 come prevenzione del cancro o per evitare una ricaduta dopo il trattamento del cancro."
Addirittura questa vitamina K2 è contro il cancro, ma chi informa di questo?
Ma perchè si dovrebbe informare? ormai certi tipi di cancro vengono fatti con la laparoscopia, una rendita per certi medici.
Concludo:
"Mentre il dosaggio ideale deve ancora essere determinato, gli studi indicano che abbiamo bisogno di circa 360-500 microgrammi (mcg) di vitamina K2 al giorno. Non ci sono effetti collaterali noti a dosaggi più alti, di conseguenza si ritiene che sia meglio eccedere."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... linici.htm

TRADUZIONE
L'integrazione a tre anni con il trattamento con menzona-7 a basso dosaggio aiuta a ridurre la perdita ossea nelle donne sane in postmenopausa.
ORIGINALE
Three-year low-dose menaquinone-7 supplementation helps decrease bone loss in healthy postmenopausal women.


TRADUZIONE
Osteoporos Int. 2013 Sep; 24 (9): 2499-507. doi: 10.1007 / s00198-013-2325-6. Epub 2013 23 marzo.
L'integrazione a tre anni con il trattamento con menzona-7 a basso dosaggio aiuta a ridurre la perdita ossea nelle donne sane in postmenopausa.
Knapen MH1, Drummen NE, Smit E, Vermeer C, Theuwissen E.
Informazioni sull'autore
Astratto

Abbiamo studiato se supplementi di vitamina K2 a basso dosaggio (menachinone-7, MK-7) potrebbero influire positivamente sulla salute delle ossa. Accanto a un miglioramento dello stato di vitamina K, l'integrazione di MK-7 ha ridotto significativamente il declino legato all'età nella densità minerale ossea e nella resistenza ossea. Gli integratori a basso dosaggio di MK-7 possono quindi aiutare le donne in post-menopausa a prevenire la perdita di tessuto osseo.
INTRODUZIONE:

Nonostante i dati contraddittori sulla supplementazione di vitamina K e sulla salute delle ossa, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha accettato l'indicazione sulla salute relativa al ruolo della vitamina K nel mantenimento dell'osso normale. In linea con l'opinione dell'EFSA, abbiamo dimostrato che la supplementazione di vitamina K1 (fillochinone) e K2 (menaquinone-4) a dosi elevate a 3 anni ha migliorato la salute delle ossa dopo la menopausa. A causa della maggiore emivita e della maggiore potenza della catena MK-7, abbiamo esteso queste indagini misurando l'effetto della supplementazione di MK-7 a basse dosi sulla salute delle ossa.
METODI:

Donne in postmenopausa in buona salute (n = 244) hanno ricevuto per 3 anni capsule placebo o MK-7 (180 µg MK-7 / giorno). La densità minerale ossea della colonna lombare, dell'anca totale e del collo del femore è stata misurata mediante DXA; sono stati calcolati gli indici di forza ossea del collo del femore. La valutazione della frattura vertebrale è stata eseguita mediante DXA e utilizzata come misura per le fratture vertebrali. Sono state misurate osteocalcina non carbossilata circolatoria (ucOC) e carbossilati OC (cOC); il rapporto ucOC / cOC serviva come marker dello stato di vitamina K. Le misurazioni si sono verificate al basale e dopo 1, 2 e 3 anni di trattamento.
RISULTATI:

L'assunzione di MK-7 ha migliorato significativamente lo stato di vitamina K e ha ridotto il declino correlato all'età in BMC e BMD alla colonna lombare e al collo del femore, ma non all'anca totale. La forza ossea è stata anche favorevolmente influenzata da MK-7. MK-7 ha diminuito significativamente la perdita in altezza vertebrale della regione toracica inferiore nel mid-site delle vertebre.
CONCLUSIONI:

I supplementi di MK-7 possono aiutare le donne in postmenopausa a prevenire l'osso

perdita. Se questi risultati possono essere estrapolati ad altre popolazioni, ad es. Bambini e uomini, è necessario un ulteriore approfondimento.


ORIGINALE
Knapen MH1, Drummen NE, Smit E, Vermeer C, Theuwissen E.
Author information
Abstract

We have investigated whether low-dose vitamin K2 supplements (menaquinone-7, MK-7) could beneficially affect bone health. Next to an improved vitamin K status, MK-7 supplementation significantly decreased the age-related decline in bone mineral density and bone strength. Low-dose MK-7 supplements may therefore help postmenopausal women prevent bone loss.
INTRODUCTION:

Despite contradictory data on vitamin K supplementation and bone health, the European Food Safety Authorities (EFSA) accepted the health claim on vitamin K's role in maintenance of normal bone. In line with EFSA's opinion, we showed that 3-year high-dose vitamin K1 (phylloquinone) and K2 (short-chain menaquinone-4) supplementation improved bone health after menopause. Because of the longer half-life and greater potency of the long-chain MK-7, we have extended these investigations by measuring the effect of low-dose MK-7 supplementation on bone health.
METHODS:

Healthy postmenopausal women (n?=?244) received for 3 years placebo or MK-7 (180 µg MK-7/day) capsules. Bone mineral density of lumbar spine, total hip, and femoral neck was measured by DXA; bone strength indices of the femoral neck were calculated. Vertebral fracture assessment was performed by DXA and used as measure for vertebral fractures. Circulating uncarboxylated osteocalcin (ucOC) and carboxylated OC (cOC) were measured; the ucOC/cOC ratio served as marker of vitamin K status. Measurements occurred at baseline and after 1, 2, and 3 years of treatment.
RESULTS:

MK-7 intake significantly improved vitamin K status and decreased the age-related decline in BMC and BMD at the lumbar spine and femoral neck, but not at the total hip. Bone strength was also favorably affected by MK-7. MK-7 significantly decreased the loss in vertebral height of the lower thoracic region at the mid-site of the vertebrae.
CONCLUSIONS:

MK-7 supplements may help postmenopausal women to prevent bone loss. Whether these results can be extrapolated to other populations, e.g., children and men, needs further investigation.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... pubmed.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 798
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » ven gen 25, 2019 3:10 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... pubmed.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Su questa pagina mi permetto di riportare in oggetto uno studio su questa eccezionale vitamina K2.
Addirittura un libro dal titolo:
"Il segreto per evitare l'osteoporosi e l'aterosclerosi correlate al calcio"
riporta:
"Mentre milioni di persone assumono integratori di calcio e vitamina D pensando di aiutare le loro ossa, la verità è che, senza l'aggiunta di vitamina K2, un tale regime di salute potrebbe rivelarsi pericoloso. Senza la vitamina K2, il corpo non può dirigere il calcio alle ossa dove è necessario; invece, il calcio risiede nei tessuti molli (come le arterie) - portando a una combinazione di osteoporosi e aterosclerosi, o il temuto "paradosso del calcio". Questo è il primo libro a rivelare quanto sia universale la carenza di vitamina K2 e il rischio (nella forma di cancro e diabete, tra le altre malattie) l'assenza di vitamina K2.
Scritto dal Dr. Kate Rheaume-Bleue, un esperto di salute popolare sulla televisione e radio canadesi, "Vitamina K2 e il paradosso del calcio" lancia un monito sulla popolarità della mania di calcio e vitamina D, mentre illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi. Il libro demistifica questo oscuro supernutriente - una vitamina liposolubile che gli esseri umani una volta prosperavano, ignorati dagli scienziati per quasi settanta anniDettagli come il consumo di animali nutriti con erba ha portato ad un'adeguata assunzione di vitamina K2 - mentre il mangime a base di cereali ha aiutato a sradicare la vitamina K2 dalle nostre diete Descrive come i medici stanno aumentando le dosi raccomandate di calcio e vitamina D - senza prescrivere la vitamina K2Dettagli più dannosi su transfats - e come la creazione di una vitamina K sintetica interferito con il metabolismo della vitamina K del corpo
Un libro essenziale per chiunque sia interessato alla salute delle ossa o al mantenimento della loro salute generale, "La vitamina K2 e il paradosso del calcio" è la guida per prendere la giusta combinazione di integratori e l'aggiunta di vitamina K2 a un regime giornaliero."
Quindi mi permetto di sottolineare la parte:
"illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi."
che conferma quanto sotto degli altri articoli correlati sui DENTI e sulle RUGHE.
A conferma di quanto sotto, l'articolo in oggetto recita:
"La vitamina K2, infatti, attiva una serie di speciali proteine che mobilizzano il calcio, promuove l’osteocalcina che attira il calcio nelle ossa e nei denti e attiva anche un’altra proteina chiamata MPG (Matrix GLA Protein) la quale mobilizza il calcio dai tessuti molli e dalle arterie, luoghi dove questo importante minerale può risultare dannoso.
Pare che la maggior parte delle persone soffra per una carenza di questa vitamina e pertanto ciò si ripercuote sulla deficitaria attivazione delle suddette proteine (osteocalcina e MGP) che proteggono ossa, vasi cuore e denti.
Il calcio, pertanto, non è sufficiente a garantire una buona salute delle ossa.
La vitamina D provvede al suo assorbimento nel sangue dagli alimenti mentre la vitamina K2 provvede all’assorbimento del calcio nelle ossa."
Ecco la conferma che la vitamina K2, oltre al resto, è importantissima per i denti, quindi per prevenire la carie, o magari anche eliminarla.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giorgi.htm
ATTENZIONE, ATTENZIONE, ATTENZIONE ED ANCORA A T T E N Z I O N E ! ? ! ? ! ?
Mi permetto di dirlo, in quanto ho scoperto e vi comunico la
PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI:
Mi spiego.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene la CARIE o addirittura te la ELIMINA, cosa faresti?
Dato che la CARIE è la SOLA CAUSA di spese folli dal dentista onde eliminare il dente incriminato e sostituirlo con un altro fittizio o addirittura farti montare un impianto onde poter masticare il cibo.
Ma non basta.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene le RUGHE o addirittura te le elimina, cosa faresti?
E' inutile che parli delle creme CHE NON MANGERESTI poichè prodotti chimici, ma che spalmandole sulla pelle permetti ai tuoi PORI di immetterle nel tuo corpo.
Non parliamo poi del loro costo.
Cosa faresti se tu sapessi che esiste un prodotto che può farti evitare INCTUS ed INFARTO in quanto è in grado di farti evitare o è in grado di eliminare le CALCIFICAZIONI ALLE ARTERIE E VASCOLARE, e ti fà evitare la OSTEOPOROSI, cosa faresti?
Certo, i medici da queste malattie ne traggono enormi profitti quindi insieme alle categorie sopra elencate per trarne PROFITTO hanno bisogno che tu queste cose le sappia, vero?
Pensa che:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Un "ALIMENTO ESSENZIALE" per TUTTI gli esseri viventi dei quali i più importanti l'ACIDO ASCORBICO., il CLORURO DI MAGNESIO e la vitamina D e gli altri elencati nella RGR (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della SALUTE.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Ho certezza che, data la loro rilevanza nel sangue di ogni individuo animale, ESSI LAVORANO IN SINERGIA.
Partiamo ora dall'inizio, nel 1915 durante la prima guerra mondiale il professor Pierre Delbet scoprì invece che usando il CLORURO DI MAGNESIO come DISINFETTANTE, questo elimina ogni forma di virus e batteri guarendo le ferite al 100%, quindi a quei tempi guariva i soldati evitando le amputazioni che dovevano farsi prima di questa scoperta, usando come disinfettante i prodotti proposti dalla medicina di allora. Nessuno di loro si ammalava più di setticemia e di cancrena e le altre malattie conseguenti alla errata disinfezione.
Di lui si scrive:
"Pierre Delbert: una scoperta audace.
Dobbiamo al professor Pierre Delbet la scoperta delle straordinarie virtù curative e preventive del CLORURO DI MAGNESIO. Bisogna sottolineare che qui non si tratta affatto di semplici ipotesi di lavoro, cogitazioni fumose senza altro fondamento che cercare di far colpo: certo che no! I risultati ottenuti con la terapia magnesiaca del professor Pierre Delbet poggiano su fatti scientifici basati su un'osservazione meticolosa.
Nato nel 1861, il professor Pierre Delbet per più di trent'anni di carriera fu quello che si definisce un "BARONE". La sua carriera in ambito medico fu esemplare: intermista in ospedale, primario responsabile della formazione degli altri medici in clinica, docente ordinario universitario, poi chirurgo in ospedale, premiato a più riprese dalla facoltà di Medicina e dalla Accademia di Medicina di Parigi di cui divenne membro, autore di importanti testi che furono capisaldi autorevoli di rifinimento. Morì nel 1957 a 96 anni compiuti. Tutto ciò indica che quest'illustre medico non aveva nulla del ciarlatano, ma le idee nuove sono accolte molto raramente come meriterebbero, sopratutto in ambito medico."
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... gnesio.pdf

La storia della scoperta della vitamina D parte nel 1919 quando venne evidenziato, da Huldschinsky, che bambini affetti da rachitismo guarivano se esposti alla luce ultravioletta. Un risultato simile lo si ottenne nel 1922 da A.F. Hess e H.B. Gutman usando, però, la luce solare e nello stesso periodo venne ipotizzata da Mc Collum l'esistenza di un composto liposolubile essenziale per il metabolismo delle ossa, studiando l'azione antirachitica dell'olio di fegato di pesce dal quale riuscì ad identificare una componente attiva. Già nel 1919-1920 Sir Edward Mellanby era pervenuto ad un'ipotesi simile studiando cani cresciuti sempre al chiuso. Nel 1923 Goldblatt e Soames riuscirono a dimostrare che quando il 7-deidrocolesterolo, presente nella pelle, viene colpito dai raggi ultravioletti esso dà origine ad un composto avente la stessa attività biologica del composto lipofilo di Mc Collum. La struttura della vitamina D venne identificata nel 1930 da A. Windaus.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... uciano.htm

Passiamo ora alla scoperta dell'ACIDO ASCORBICO che avvenne "ai tempi del giovane Szent-Gyorgyi i suoi studi furono rivoluzionari: un ruolo importante nei fenomeni di ossidoriduzione aveva un certo acido esuronico il quale mostrò anche di possedere la proprietà di curare e di prevenire lo scorbuto. Durante i grandi viaggi oceanici, cominciati nel 1500, lo scorbuto mieteva molte vittime fra i marinai, fino a quando, nel Settecento, si vide che le morti diminuivano se le navi portavano a bordo delle scorte di agrumi che, apparentemente, contenevano qualche sostanza curativa. Szent-Gyorgyi scoprì che si trattava proprio dell'acido esuronico che egli ribattezzò acido ascorbico e che oggi è noto come vitamina C. Per proseguire gli esperimenti occorreva disporre di una certa quantità della sostanza e Szent-Gyorgyi scoprì che proprio i peperoni, coltivati su larga scala intorno a Szeged, dove insegnava, ne avevano una elevata concentrazione. Le prime prove di estrazione furono fatte nel 1931 quando la stagione di raccolta era alla fine e fornirono pochi grammi; l'anno dopo l'estrazione cominciò all'inizio della campagna agricola e fornì qualche chilogrammo di acido ascorbico che poté essere distribuito ad altri laboratori.
Per queste sue ricerche Szent-Gyorgyi ebbe il premio Nobel per la medicina nel 1937."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... yorgyi.htm

Tutte queste informazioni le ho inserite l'una dopo l'altra in modo da capire esattamente dov'è questa mia dichiarata: "PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Come abbiamo potuto rilevare, cronologicamente l' "ALIMENTO ESSENZIALE" più giovane è appunto questa vitamina K2, stabilendo che tra il 1915 del CLORURO DI MAGNESIO al 1935 della vitamina K2 sono passati solo 10 anni, ma dal 1935 ad oggi 2018 ne sono trascorsi 88 di anni.
Stabilito questo posso quindi dire con certezza che molte persone, ricercatori o meno, in questo tempo hanno avuto modo di studiare e sperimentare i BENEFICI ottenuti ingoiando in qualche modo questi "ALIMENTI ESSENZIALI", contenuti sia dai CIBI NATURALI che con prodotti di sintesi.
Ora sappiamo che l'"ALIMENTO ESSENZIALE" più conosciuto è la vitamina D, la quale è collegata alla OSTEOPOROSI, poi la vitamina C da noi denominato ACIDO ASCORBICO, poi il MAGNESIO, nella forma di magnesio supremo, ma pur sempre MAGNESIO. Ora però con la giusta informazione si è capito che il principe delle forme di magnesio è appunto il CLORURO DI MAGNESIO poichè già in natura sul pianeta terra nei mari e negli oceani, dove esiste la maggior parte delle specie viventi, sia animali che vegetali. Questo determina senza ombra di dubbio la sua importanza per la vita sul pianeta terra.
Dopo questa chiara informazione, ecco che mi chiedo:
PERCHE' NON SI E' MAI SENTITO PARLARE DI QUESTA VITAMINA K2 SE NON NELL'ULTIMO PERIODO?
MA SOPRATUTTO, PERCHE' NON SI CONOSCONO I VERI BENEFICI GIA' RILEVATI DA RICERCHE CHE HANNO SPERIMENTATO QUESTA VITAMINA K2?
Sul web si trovano poche informazioni al riguardo e sempre molto vaghe.
Ora, prima di riportare questi dichiarati BENEFICI vorrei descrivere certi perchè di certe informazioni che troviamo abbondantemente sul web che personalmente ho potuto mettere insieme venendo a conoscenza di quanti vi stò riportando
Ho sempre pensato che i consigli che trovi sul web di non ingoiare la CARNE in quanto ecc. ecc. ecc. oppure di non ingoiare il LATTE ed i DERIVATI ecc. ecc. ecc., doveva avere un motivo molto valido per farlo e che quindi BEN REMUNERATI, ma non riuscivo a determinarne un motivo preciso. Quindi non riuscivo a metterlo a fuoco questo VERO MOTIVO di tanto accanimento, ma sapevo che era così, in quanto questi sono CIBI NATURALI a cui la EVOLUZIONE col tempo, ha adattato al corpo umano e che personalmente ingoio dalla mia nascita, sopratutto il LATTE ed sui derivati.
Scoprendo invece ciò che troverete sotto, ho capito esattamente quanto è importante per molte categorie la DISINFORMAZIONE che si legge sul web su questi CIBI NATURALI.
Iniziamo col dire che questi CIBI NATURALI contengono in maggior quantità quel sopra citato "ALIMENTO ESSENZIALE" chiamato vitamina K2, una vitamina liposolubile, quindi oleosa, quindi necessaria per la prevenzione o la MANUTENZIONE come lo sono TUTTO ciò che è un grasso o oleoso del corpo animale, della quale mi permetto di riportare parte dei suoi compiti DOCUMENTATI.
Prima però, mi permetto di elencare le CATEGORIE che da questa DISINFORMAZIONE ne traggono ENORMI PROFITTI:
LE INDUSTRIE DI BELLEZZA
I DENTISTI
LA MEDICINA
ED ALTRE CATEGORIE ANCORA CHE CONSIDERO MARGINALI.
A questo punto però devo elencare il perchè di questo profitti ed inizio riportando parti dell'articolo in oggetto che chiarirà, senza ombra di dubbio, quanto sopra dichiarato.
Naturalmente ho cercato conferme sulla vericidità di questo articolo e avendole trovate, riporterò delle conferme inconfutabili in merito con altri articoli, anche in inglese tradotti, come degli studi fatti da ricercatori. Tutto questo perchè ora sò COSA DEVO CERCARE.

La parte dell'articolo in oggetto che voglio citare scrive:
"1 Previene e contrasta la formazione di rughe: Una ricerca coreana del 2008 pubblicata nella rivista "Nephrology" dimostra che l'aumento della rugosità facciale dipenda molto spesso da una diminuzione della corretta funzione renale (uno dei sintomi di scarsa assunzione di vitamina k2). Agendo su più fronti, attraverso l'assunzione di questa vitamina, non solo è più facile contrastarne la formazione, ma anche riportare indietro l'orologio biologico
Prove edimiologiche dimostrano che le donne giapponesi, assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto), fonte principale di vitamina k2, risultano avere una pelle molto più distesa rispetto alle donne nordamericane della stessa età

2.Preserva la salute dei denti: Tra tutti i benefici della vitamina k2, la salute dentinale è il beneficio oggetto di maggior ricerca e maggiori risultati. Sarebbe molto semplice, infatti, grazie ad un'assunzione costante di k2, riuscire non solo a prevenire la placca ma anche a guarire la carie
L'anatomia del dente è costituita da una struttura calcificata simile all'osso e dunque come per le ossa stesse, richiede una buona quantità di osteocalcina, per un buon funzionamento e una buona conservazione"

Sulla SOIA mi permetto di sottolineare la parola "FERMENTAI" della frase: "assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto)".
Mi permetto di farli in quanto questo è la soia NON FERMENTATA ed usata dalle industrie alimentari:
"Il latte di soia: la verità
"Anche in questo caso in letteratura sono presenti studi con risultati contrastanti. Tra i tanti, senza creare inutili allarmismi ma solo per dare un'idea di quanto delicata sia la questione, ve ne sono alcuni che sottolineano la capacità degli isoflavoni di favorire la crescita e la proliferazione delle cellule tumorali mammarie. In base ai risultati di questi studi, la soia ed i suoi derivati sarebbero controindicati alle donne con storia presente o passata di cancro al seno."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... alatte.htm

La soia: la verità
Il progresso tecnologico rende possibile la produzione di proteine di soia isolate da ciò che in passato era considerato un sottoprodotto — l’elevata proteina della soia priva di grassi — e di trasformare qualcosa che sembra orribile e puzza terribilmente in prodotti che possono essere consumati da esseri umani. Gli aromi, i conservanti, i dolcificanti, gli emulsionanti e le sostanze nutritive sintetiche hanno trasformato quello che era il brutto anatroccolo dei cibi lavorati, la proteina della soia, in uno dei cibi miracolosi della New Age.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... verita.htm

DALLA FORMAZIONE DELLE RUGHE, QUINDI ORA SAPPIAMO CHI DA QUESTA MANCATA INFORMAZIONE NE TRE ENORMI GUADAGNI.
Di questo ne chiedo conferma alle persone che usano le CREME ANTI-RUGHE che costano un occhio della testa, perchè se costassero meno non avrebbero il valore che gli si attribuisce, ma purtroppo queste creme non le mangerebbero, non immaginando che questi PRODOTTI CHIMICI CANCEROGENI entrano nel loro corpo dai loro miliardi PORI, che tra l'altro la pagina dice:
"Oggi 30/04/2011 prima che tu legga delle CREME VARIE: antirughe, per il viso, per il corpo, solari e chi più ne ha più ne metta, voglio proporti un ragionamento che ti renderà possibile la valutazione di tutti questi "PRODOTTI CHIMICI", anche quelli comprati in erboristeria e dichiarati come naturali. Quando il tuo cervello determina che una parte del tuo corpo ha bisogno di un piccolo ritocco o ritieni di doverlo proteggere dai raggi solari, il tuo pensiero và subito ai vari prodotti che hai registrato in un angolo del cervello. Non pensi lontanamente che tutto ciò che ti ha colpito: la forma, il colore ed nome del prodotto scritto sul vasetto contenitore, la pubblicità fatta dalla casa produttrice, le parole così convincenti e poi il detto "se costa caro vale molto"; tutto questo è fatto in modo da poterti influenzare nelle scelta indirizzandoti verso un prodotto piuttosto che verso un altro. Sicuramente non ti passa neanche lontanamente nel cervello di farti la domanda che mi permetto di farti ora:
IL PRODOTTO CHE USI O DEVI COMPRARE, CHE SAI ESSERE UN "PRODOTTO CHIMICO", lo mangeresti? NOOOOOOOOOOO???????
Ti chiedo "ma perchè no????" Questo te lo dico io:
Hai paura che ingerendolo ti possa fare male. Ma NON hai mai pensato che sotto il piccolissimo strato di pelle hai la carne che fà parte del tuo corpo? Lo sai che la tua pelle tramite i pori respira e si nutre di ciò che le viene spalmato e quindi quei "PRODOTTI CHIMICI" che non ingerisci mettendoli in bocca, glieli fai avere attraverso la pelle? Cosa pensi che possano fare alla tua pelle ed alla tua salute "QUESTE CREME"?
A TE LA RISPOSTA.
Quindi ora che ne sei consapevole ti dico: "SULLA TUA PELLE METTICI SOLO QUELLO CHE MANGERESTI".
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... meviso.htm

ED ORA PARLANDO DELLE FORMAZIONI DI CARIE, SI PUO' CAPIRE QUANTI DANNI AVREBBERO QUESTI DENTISTI CHE SAPPIAMO TUTTI BENISSIMO DI CHE CIFRE SI PARLA SE SI HA BISOGNO DEL LORO INTERVENTO CHE GUARDA CASO E': O CON IVA O SENZA IVA.
COME BUON ULTIMO LA MEDICINA CHE SE TI VENGONO I TUMORI DELLA PELLE O DEVI FARE DEI RAGGI ALLA DENTATURA O ADDIRITTURA TI RECHI DAL DENTISTA DELLA MUTUA, LA PARCELLA SE TI VA' BENE LA PAGA IL MINISTERO DELLA SALUTE, IN QUANTO QUESTO DENTISTA NON LAVORA GRATIS.

Oh, ma allora della CARENZA della vitamina K2, anche i reni ne soffrono e lavorano male, potendo quindi dare problemi, ma questo lo "specializzato" nefrologo lo sà? glielo avranno insegnato? Mi auguro tanto di sì, ma se così fosse avremmo saputo di questa vitamina K2, in quanto prescrivendola o facendone fare gli esami del sangue, nel tempo almeno qualcuno lo saprebbe.
SONO INVECE CERTO DI NO.
Quindi mi permetto di ricordare a chi ha problemi di reni di farsi fare l'esame della
VITAMINA K2
che da questi risultati può vederne il valore, avendo così il modo di correre ai ripari dandogliela al proprio corpo affinchè possa usarla per la sua AUTONOMA GUARIGIONE.
Scusate, non vado oltre.....
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gavita.htm
Oggi 22 gennaio 2019, dopo avermi fatto fare ieri le richieste degli esami del sangue per Franca e per me, dal nostro medico di base, stamattina alle 7.30 ci siamo recati al laboratorio analisi per il giusto prelievo.
Dato che è dal 05/04/2018 che con Franca ingoiamo ogni giorno con costanza questa vitamina K2, quindi da quasi un anno, ho proposto al mio medico di richiedere anche i valori di questa. Al che, non avendo trovato gli estremi necessari mi ha comunicato che li cercava ed avremmo fatto questo esame un pò più in là.
Ebbene questa mattina alla impiegata che ha ritirato le richieste ho fatto la domanda logica per avere gli estremi necessari per questo esame e lei mi ha comunicato che il laboratorio questo esame lo fà, ma per la regione Piemonte non è mutuabile, quindi solo a pagamento ed al costo di
160.00 EURO
Mi permetto allora di comunicarvi il mio pensiero, e penso di non sbagliare.
Il tutto non può che determinare senza ombra di dubbio che vi è nel SISTEMA
LA MASSIMA MALAFEDE
in quanto oltre a non dare le GIUSTE INFORMAZIONI in merito a questa vitamina K2. si mette in condizioni il medico di base di NON FAR FARE QUESTO ESAME, in quanto che se uscisse CARENTE, è logico il DOVERE, da parte sua, di prescrivere questa vitamina come stà succedendo con la vitamina D.
Questo dimostra chiaramente che LA TUA, LA MIA, LA VOSTRA SALUTE PER IL SISTEMA SANITARIO NON E' LA PRIORITA', ANZI E' IL CONTRARIO.
Spero di non avervi tediato, in quanto non è la mia intenzione, ma farvi capire LE PURE VERITA'.
Per il resto degli esami del sangue, onde dimostrarvi la nostra SALUTE, posterò i risultati in altra settimana.

Questo post lo dedico ad una comunicazione per i VEGANI ed i VEGETARIANI.
Premetto che non ho nulla contro nessuno, tanto meno contro di voi, ma farvi parte di ciò che ho scoperto poco tempo fà.
Sappiamo tutti che chi si alimenta seguendo uno STILE DI VITA VEGETARIANO o VEGANO è facile che il loro corpo sia CARENTE di un "ALIMENTO ESSENZIALE" molto importante:
la VITAMINA B12
Però come detto, sapendolo, è possibile correre ai ripari ingerendo giornalmente quel cosi detto "INTEGRATORE" che personalmente ho denominato "ALIMENTO ESSENZIALE", anche solo per il fatto che questi sono nel mio sangue, quindi segnati a LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA, MA SOPRATUTTO PERCHE' NON AMMETTO DI ESSERE STATO "GENERATO" negli "INTEGRATORI", (e voi?) onde evitare sorprese di mancanza di salute.
Questo, come sappiamo è ammesso anche dai grandi sostenitori di questo STILE VEGETARIANO o VEGANO, ma nonostante questi sostenitori siano per la maggior parte di loro delle autorità mediche, che per nominarne alcuni:
come primo, l'oncologo Umberto Veronesi
seguito dall'oncologo Franco Berrino
seguiti da altri medici che ho sentito personalmente per radio, tv, ed altri mezzi di comunicazione per descrivere i vantaggi di questo STILE DI VITA.
Un altro personaggio molto conosciuto è Valdo Vaccaro, che inoltre gestisce un sito di informazione al riguardo della salute, dedicato ai VEGANI. ed ai VEGETARIANI, in quanto si dichiara VEGANO personalmente.
Ora, avendo personalmente scoperto la GRANDE IMPORTANZA della vitamina K2 per la VERA SALUTE, mi chiedo:
COME MAI TUTTI QUESTI PERSONAGGI NON VI HANNO INFORMATO DELLA IMPORTANZA DI QUESTA VITAMINA K2 PER LA SALUTE VOSTRA?
MI VOLETE CONVINCERE CHE LORO DI QUESTA VITAMINA K2 NON NE SANNO PROPRIO NULLA, DATO CHE CI SONO MOLTI STUDI CHE NE DIMOSTRANO LA IMPORTANZA?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ariani.htm
AVENDO INFORMAZIONE QUALI CIBI CONTENGONO QUESTA VITAMINA K2, DEDUCO CHE I CONSIGLI DI CERTI MEDICI SUL LATTE E SULLA CARNE; SIANO MOLTO INTERESSATI.
QUALCOSA DA AGGIUNGERE O DA TOGLIERE?
IN CONCLUSIONE E' FINALMENTE FACILE CAPIRE IL PERCHE' DELLA DISINFORMAZIONE SUI CIBI NATURALI E SULLA VITAMINA K2.

Il libro della naturopata francese Kate Rhéeaume-Bleue con tante informazioni sulla riscoperta della vitamina K2. Ecco i buoni motivi per cui assumerla e come:
1 Previene e contrasta la formazione di rughe: Una ricerca coreana del 2008 pubblicata nella rivista "Nephrology" dimostra che l'aumento della rugosità facciale dipenda molto spesso da una diminuzione della corretta funzione renale (uno dei sintomi di scarsa assunzione di vitamina k2). Agendo su più fronti, attraverso l'assunzione di questa vitamina, non solo è più facile contrastarne la formazione, ma anche riportare indietro l'orologio biologico
Prove edimiologiche dimostrano che le donne giapponesi, assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto), fonte principale di vitamina k2, risultano avere una pelle molto più distesa rispetto alle donne nordamericane della stessa età
2.Preserva la salute dei denti: Tra tutti i benefici della vitamina k2, la salute dentinale è il beneficio oggetto di maggior ricerca e maggiori risultati. Sarebbe molto semplice, infatti, grazie ad un'assunzione costante di k2, riuscire non solo a prevenire la placca ma anche a guarire la carie
L'anatomia del dente è costituita da una struttura calcificata simile all'osso e dunque come per le ossa stesse, richiede una buona quantità di osteocalcina, per un buon funzionamento e una buona conservazione
3. Aumenta il livello di fertilità: è dato recente che oggi, circa il 10% delle coppie non riesce a concepire, neanche con la fecondazione assistita. Gli organi sessuali maschili e femminili sono tra i principali regolatori della crescita della densità ossea
una mancanza notevole di osteocalcina può dunque ridurre la produzione di estrogeni e testosterone. Una regolare assunzione di cibi provenienti da bestiame la cui alimentazione sia a base d'erba, risulta centrale per la capacità riproduttiva.
4. Contrasta le malattie ossee e arteriose (osteoporosi, artrite, ostruzione delle arterie): lo sviluppo dello scheletro e della massa ossea avviene dalla nascita fino a circa 20 anni. Gli esperti concordano sul fatto che più massa si riesce a costruire nei primi vent'anni di età, più risulterà possibile prevenire l'osteoporosi. Più in generale, col passare degli anni, i livelli di osteocalcina tendono a diminuire e se debitamente inclusi nella propria dieta alimentare, la qualità della vita può nettamente migliorare
COME ASSUMERLA: i cibi che più di altri aiutano a includere la vitamina K2 nella propria dieta sono tutti gli alimenti fermentati, come ad esempio i fagioli di soia (natto) dal sapore molto forte ma utili anche alla riduzione del colesterolo
il tuorlo d'uovo (soprattutto se proveniente da gallina ruspante) per i grassi insaturi che riducono il colesterolo e i nutrienti essenziali
i formaggi provenienti da bestiame alimentato a erba, i cosiddetti grass-fed
altra fonte di vitamina k2 è la selvaggina, in particolare le carni d'anatra, fagiano, coniglio, tacchino, cinghiale sono tra i maggiori integratori di menachione
anche il pollo è un ottimo integratore di vitamina k2, oltre ad avere un'altissima concentrazione di proteine di buona qualità
QUANTITÁ CONSIGLIATA: la quantità raccomandata varia in base al fabbisogno del corpo, che può essere maggiore o minore in base allo stato di salute personale. La quantità varia, inoltre, in base alla tipologia di integratore K2 assunto (da alimento o da integratori del tipo MK-4 che estrae la vitamina k2 dalle piante di tabacco)."
Tra l'altro la pagina in oggetto dichiara:
"La vitamina K2, scoperta nel 1935 dal biochimico Carl Peter Henrick Dam, per questo ebbe il premio Nobel per la Medicina e la Fisiologia nel 1943, insieme allo statunitense Edward Adelbert Doisy che della vitamina K aveva realizzato la sintesi, sta attirando sempre più l'attenzione del mondo scientifico per via delle sue evidenti proprietà benefiche legate alla presenza di calcio nel nostro corpo. La K2 vitamin mette in azione una proteina nota come osteocalcina, che spazza via il calcio dai tessuti in cui potrebbe risultare dannoso (vene, arterie) spostandolo nelle ossa e nei denti. Un recente libro della dottoressa naturopata Kate Rhéaume-Bleue mette in evidenza le cause e gli effetti della vitamina K2, sostenendo che una corretta e costante assunzione, attraverso gli alimenti che ne offrono un maggiore apporto, non solo aiuta a contrastare la carenza di calcio ma contribuisce a migliorare la salute, contrastando patologie molto comuni. Tra gli indizi di una possibile carenza di vitamina K2 vi sono PROBLEMI RENALI, carie, osteoporosi e la formazione di rughe.
Scorri la gallery per scoprire i 4 buoni motivi per cui assumerla e dove trovarla
di Sara Rezk
16 Giugno 2017"

Oh, ma allora della CARENZA della vitamina K2, anche i reni ne soffrono e lavorano male, potendo quindi dare problemi, ma questo lo "specializzato" nefrologo lo sà? glielo avranno insegnato? Mi auguro tanto di sì, ma se così fosse avremmo saputo di questa vitamina K2, in quanto prescrivendola o facendone fare gli esami del sangue, nel tempo almeno qualcuno lo saprebbe.
SONO INVECE CERTO DI NO.
Quindi mi permetto di ricordare a chi ha problemi di reni di farsi fare l'esame della
VITAMINA K2
che da questi risultati può vederne il valore, avendo così il modo di correre ai ripari dandogliela al proprio corpo affinchè possa usarla per la sua AUTONOMA GUARIGIONE.
Scusate, non vado oltre.....
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gavita.htm

La vitamina K è una molecola liposolubile scoperta nel 1929 dallo scienziato danese Henrik Dam. Egli osservò che polli sottoposti ad una dieta inadeguata sviluppavano una particolare situazione clinica caratterizzata da bassi livelli di protrombina e spiccata tendenza emorragica. Successivamente gli stessi scienziati scoprirono che nutrendo questi animali con piante ricche di sostanze liposolubili (erba medica/medicago sativa) era possibile alleviare questi problemi. Questa sostanza che influiva sulla coagulazione (in danese : Koagulation) fu chiamata vitamina K. Negli stessi anni veniva anche scoperto che soggetti con gravi patologie epatiche ad impronta itterica avevano anch’essi bassi livelli di protrombina. Era stato chiarita la relazione tra vitamina K, adeguata funzione epatica e normale funzione coagulativa.
Formula chimica di varie molecole di Vitamina K
Quando si parla di vitamina K ci si riferisce non ad una singola molecola ma ad una famiglia di nutrienti, basilare è distinguere tra:
Vitamina K1 (o Fillochinone), sintetizzato da vari tipi di piante, si tratta di un’unica molecola.
Vitamina K2 (o Menachinone), sintetizzato da vari batteri della flora intestinale, in particolare Gram +, si distinguono qui vari gruppi di molecole in relazione alla catena laterale formata da un numero diverso di unità isopreniche:
– MK-4, menachinone a catena corta, meno attivo, presente soprattutto nei prodotti di derivazione animale, ottenuta comunque anche per via sintetica.
– MK- 7-13, menachinoni a catena più lunga, più attivi, presenti soprattutto in prodotti fermentati in particolare derivati dalla soia quali il Natto (MK-7). Più lunga è la catena isoprenica laterale, maggiore è la lipofilia della vitamina.
Vitamina K3 (o Menadione), molecola sintetica usata come sodio bisolfito nell’alimentazione di polli e suini, è idrosolubile ma poco stabile.
FONTI ALIMENTARI DI VITAMINA K
Le maggiori fonti dietetiche di vitamina K1 sono le verdure di colore verde scuro e gli olii vegetali. La vitamina K2 alimentare deriva da 2 maggiori fonti:
grassi di origine animale quali uova e latte e derivati . Gli animali accumulano K2 nei loro tessuti in proporzione diretta con la ricchezza in vitamina K1 dei vegetali che assumono. Ovviamente la carne ed il latte di animali allevati al pascolo sono molto più ricchi in questa vitamina rispetto agli animali tenuti in stalla e nutriti a cereali. La stessa cosa del resto accade con l’acido alfa linoleico.
specifici alimenti fermentati, quali in particolare la soia (Natto) ed il formaggio Brie. In questi casi la vitamina K2 è prodotta dall’azione di specifici batteri.
La vitamina K2 agisce attivando una specifica proteina (Osteocalcina) che stimola l’incorporazione del calcio nelle ossa e nei denti. E’ stato dimostrato che la vitamina K2 riduce il rischio di frattura indipendentemente dai livelli di mineralizzazione ossea. L’associazione con la vitamina D crea una specifica sinergia per il miglioramento della densità ossea. La vitamina K2 agisce anche stimolando la calcificazione del tessuto cartilagineo e rinforzando la struttura degli anelli intervertebrali risultando utile pertanto nell’artrosi degenerativa in generale e nella spondiloartrosi in particolare.
Studi recenti hanno evidenziato come la vit.K2 sia il maggior fattore di mobilizzazione del calcio. I suoi livelli sono direttamente correlati con un calo della mortalità in generale e cardiaca in particolare.
Il 20% dell’Osteocalcina non è legata alle ossa e circola a livello sanguigno. Poiché è prodotta solo dagli osteoblasti, il suo dosaggio rappresenta un attendibile marker di metabolismo osseo e dei livelli di vitamina K. Livelli elevati di osteocalcina si riscontrano in adolescenza, nel morbo di Paget e in altre patologie caratterizzate da aumento della mineralizzazione-riassorbimento osseo quali l’iperparatiroidismo. La non carbossilazione dell’osteocalcina per carenza di vitamina K è associata ad aumentato rischio di fratture dell’anca. Recentemente si è valorizzato il ruolo metabolico dell’osteocalcina non attivata che sembra giocare una parte positiva nel metabolismo glucidico. Gli studi sono ancora in corso ed appaiono confusi perché prevalentemente fatti su roditori i quali, rispetto agli umani, hanno assai maggior percentuale di osteocalcina carbossilata, tuttavia sembra chiaro un ruolo della vitamina K e conseguentemente dell’osteocalcina nel diabete II e l’importanza di una supplementazione ragionata della vitamina K stessa.
PROTEINA GLA DI MATRICE ( MGP)
AZIONE ANTIDIABETICA
Il deficit relativo di vitamina K è associato con maggiori picchi glicemici postprandiali e la supplementazione con vitamina K2 migliora il diabete II. Bisogna ricordare che i picchi insulinici correlati ai momenti di iperglicemia sono uno dei maggiori fattori di invecchiamento tissutale. Il ruolo, non ancora definito, della vitamina K nel metabolismo del glucosio è spiegabile tramite la complessa inter relazione tra vitamina K ed osteocalcina. Dati recenti indicherebbero che bassi livelli di osteocalcina totale (dipendenti dalla vit. D) e di osteocalcina non carbossilata (dipendenti da bassi livelli di vit. K) possano essere in rapporto con esacerbazione delle alterazioni del metabolismo glucidico. Interessante è il rilievo che topi geneticamente carenti di osteocalcina manifestano insulino resistenza e la somministrazione a questi animali di osteocalcina stimola la secrezione insulinica da parte delle cellule b pancreatiche e l’espressione dell’adiponectina (ormone molto favorevole per un buon equlibrio del metabolismo gluco-lipidico e che controlla l’obesità); queste proprietà sono attribuibili all’osteocalcina non carbossilata. Questi rilievi sono in parte modificati nell’uomo nel quale anche l’osteocalcina carbossilata dalla vitamina K sembra avere questi effetti favorevoli nel diabete. Interessante è anche il fatto che nelle donne con diabete gestazionale c’è un aumento dei livelli di osteocalcina che sembra essere un positivo adattamento alla problematica di insulino resistenza frequente in questi soggetti.
PREVENZIONE E TRATTAMENTO DELLE PATOLOGIE CARDIACHE
I livelli di assunzione di vitamina K2 sono inversamente correlati con morbilità e mortalità cardiovascolare. La supplementazione di tale vitamina, nell’animale da esperimento, riduce in 6 settimane del 50% le calcificazioni aterosclerotiche. Il meccanismo di azione è quello dell’attivazione di una specifica proteina (MGP) che rimuove gli accumuli di calcio dalle arterie e da altri tessuti molli, ove possa essere anomalamente accumulato. Questi stessi risultati non si ottengono impiegando vitamina K1. La calcificazione arteriosa è una delle più importanti cause di ipertensione sistolica senile, legata precipuamente alla diminuita elasticità dei vasi Anche le vene varicose possono essere di molto peggiorate da una calcificazione legata alla carenza di vitamina K.
Interessante è il recente rilievo che la vitamina K inibisce una proteina denominata aterocalcina, scoperta nei tessuti aterosclerotici calcificati e coinvolta nello sviluppo dell’aterosclerosi stessa.
Un buon apporto di vitamina K2 rende le arterie più elastiche e morbide rimuovendo gli accumuli di calcio
PREVENZIONE ANTINEOPLASTICA
La vitamina K2 regola una proteina coinvolta con la crescita cellulare, cosa molto utile per prevenire la proliferazione tumorale soprattutto a livello polmonare e prostatico, ma anche in caso di leucemia e mieloma. Tale nutriente si è rivelato utile anche per cancro al seno ed al fegato, in particolare la supplementazione di vitamina K2 appare capace di prolungare la sopravvivenza nei pazienti con epatocarcinoma e di prevenire l’insorgenza di tale patologia nei pazienti con epatite C.
Studi recenti hanno approfondito i meccanismi con i quali la vitamina K esercita un ruolo antiproliferativo, essa induce differenziazione (quindi quanto meno riduce la malignità cellulare) e stimola l’apoptosi in maniera assai più lenta rispetto ai comuni chemioterapici. Viene stimolato, tramite la produzione di superossido, un cambiamento a livello della membrana mitocondriale con rilascio di citocromo C che induce l’apoptosi della cellula in maniera quasi fisiologica. Questi effetti della vitamina K sono inibiti dalla vitamina E e solo parzialmente dalla ciclosporina, farmaco normalmente usato per ridurre i livelli di apoptosi nei pazienti trapiantati o con patologie autoimmuni.
Nelle donne con pregresso cancro al seno in cura con anti estrogeni o inibitori dell’aromatasi il rischio osteoporotico è molto elevato. Ovviamente vanno evitate sostanze anche solo correlate con gli estrogeni (Boro ). La vit K ha un doppio ruolo in queste pazienti.
AZIONE ANTI AGING
E’ noto che l’incidenza di morbo di Alzheimer aumenta con l’età ed è maggiore nel genotipo con apolipoproteina E4. Un deficit relativo di vitamina K, che influenza le funzioni extraepatiche (coagulazione) della vitamina stessa, si verifica comunemente sia nell’invecchiamento maschile che in quello femminile. Le concentrazioni ematiche di vitamina K sono più basse nei soggetti con genotipo APOE4. Sono numerose le evidenze secondo le quali la vitamina K ha importanti funzioni a livello cerebrale inclusa la regolazione dell’attività sulfotransferasica e dei fattori di crescita correlati ai recettori fosfochinasici cellulari. L’ipotesi è che il deficit di vitamina K possa contribuire alla patogenesi del morbo di Alzheimer e che la sua supplementazione possa prevenire o ridurre il danno neuronale correlato a questa malattia o a fattori vascolari. La vitamina K2 si è dimostrata utile nella prevenzione del danno cerebrale da ictus e per antagonizzare l’invecchiamento
AZIONE SULLA FUNZIONE NERVOSA
Una proteina Gla vitamina K dipendente chiamata Gas6, simile alla vitamina S, ha attività neurotrofica a livello dei neuroni dell’ippocampo. Vari dati sperimentali dimostrano che questa proteina stimola la crescita e la sopravvivenza di molti tipi di cellule neuronali.
Il trattamento con inibitori della vitamina K riduce i sulfatidi e l’attività della glutatione-s-transferasi a livello cerebrale.
AZIONE ANTI INFIAMMATORIA
La vitamina K2 ha una potente azione anti infiammatoria (riduzione di PGE2, COX2, IL-6) e può essere molto utile in patologie quali l’artrite reumatoide e la sclerosi multipla. In ogni caso la riduzione dei livelli di infiammazione è giovevole a tutti i livelli, tramite il beneficio anti neoplastico e cardiovascolare ed è una delle spiegazioni del fattore longevità correlato a buoni livelli di vitamina K2.
La supplementazione di 1mg di vitamina K, è stata vantaggiosa nel compensare i difetti di carbossilazione tipici della fibrosi cistica.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... iaging.htm
TRADUZIONE:
Il segreto per evitare l'osteoporosi e l'aterosclerosi correlate al calcio
Mentre milioni di persone assumono integratori di calcio e vitamina D pensando di aiutare le loro ossa, la verità è che, senza l'aggiunta di vitamina K2, un tale regime di salute potrebbe rivelarsi pericoloso. Senza la vitamina K2, il corpo non può dirigere il calcio alle ossa dove è necessario; invece, il calcio risiede nei tessuti molli (come le arterie) - portando a una combinazione di osteoporosi e aterosclerosi, o il temuto "paradosso del calcio". Questo è il primo libro a rivelare quanto sia universale la carenza di vitamina K2 e il rischio (nella forma di cancro e diabete, tra le altre malattie) l'assenza di vitamina K2.
Scritto dal Dr. Kate Rheaume-Bleue, un esperto di salute popolare sulla televisione e radio canadesi, "Vitamina K2 e il paradosso del calcio" lancia un monito sulla popolarità della mania di calcio e vitamina D, mentre illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi. Il libro demistifica questo oscuro supernutriente - una vitamina liposolubile che gli esseri umani una volta prosperavano, ignorati dagli scienziati per quasi settanta anniDettagli come il consumo di animali nutriti con erba ha portato ad un'adeguata assunzione di vitamina K2 - mentre il mangime a base di cereali ha aiutato a sradicare la vitamina K2 dalle nostre diete Descrive come i medici stanno aumentando le dosi raccomandate di calcio e vitamina D - senza prescrivere la vitamina K2Dettagli più dannosi su transfats - e come la creazione di una vitamina K sintetica interferito con il metabolismo della vitamina K del corpo
Un libro essenziale per chiunque sia interessato alla salute delle ossa o al mantenimento della loro salute generale, "La vitamina K2 e il paradosso del calcio" è la guida per prendere la giusta combinazione di integratori e l'aggiunta di vitamina K2 a un regime giornaliero.

ORIGINALE
The secret to avoiding calcium-related osteoporosis and atherosclerosis
While millions of people take calcium and Vitamin D supplements thinking they're helping their bones, the truth is, without the addition of Vitamin K2, such a health regimen could prove dangerous. Without Vitamin K2, the body cannot direct calcium to the bones where it's needed; instead, the calcium resides in soft tissue (like the arteries)--leading to a combination of osteoporosis and atherosclerosis, or the dreaded "calcium paradox." This is the first book to reveal how universal a Vitamin K2 deficiency is, and the risk (in the form of cancer and diabetes, among other ailments) the absence of Vitamin K2 poses.
Written by Dr. Kate Rheaume-Bleue, a popular health expert on Canadian television and radio, "Vitamin K2 and the Calcium Paradox" sounds a warning about the popularity of the calcium and Vitamin D craze, while illustrating the enormous health benefits of Vitamin K2 in making the body less susceptible to dental cavities, heart disease, prostate cancer, liver cancer, diabetes, wrinkles, obesity, varicose veins, and other ailments.The book demystifies this obscure supernutrient--a fat soluble vitamin that humans once thrived on, ignored by scientists for almost seventy yearsDetails how the consumption of grass-fed animals led to adequate Vitamin K2 intake--while grain-based animal feed helped eradicate Vitamin K2 from our dietsDescribes how doctors are raising recommended doses of calcium and Vitamin D--without prescribing Vitamin K2Details more damning facts about transfats--and how the creation of a synthetic Vitamin K interfered with the body's Vitamin K metabolism
An essential book for anyone interested in bone health, or maintaining their overall health, "Vitamin K2 and the Calcium Paradox" is the guide to taking the right combination of supplements--and adding Vitamin K2 to a daily regimen.
TRADUZIONE
Recensioni editoriali
Dalla copertina posteriore
Stai prendendo calcio o vitamina D? Questo libro potrebbe salvarti la vita!
Scopri il segreto per evitare l'osteoporosi e le malattie cardiache.
Milioni di persone assumono vitamina D e integratori di calcio per la salute delle ossa. Una nuova ricerca mostra che questo aumenta il rischio di infarto e ictus perché il calcio aggiunto si accumula nelle arterie - il paradosso del calcio. Il segreto per mantenere le ossa forti e le arterie chiare è la vitamina K2, un soprannaturale poco noto a cui un tempo gli esseri umani prosperavano e che è stato ignorato dagli scienziati per quasi 70 anni.
All'interno di questo libro troverai:
In che modo il consumo di animali nutriti con erba ci ha tradizionalmente fornito ampie quantità di vitamina K2 - mentre il mangime per animali a base di cereali ha contribuito all'eradicazione della vitamina K2 nella nostra dieta moderna
Come il K2 è il più importante nutriente anti-invecchiamento per combattere le rughe, l'Alzheimer, le malattie cardiache, l'osteoporosi e altro
I benefici per la salute K2 promuove denti dritti e privi di cavità e ossa forti nei bambini
Quali deliziosi cibi "peccaminosi" sono pieni di cuore-sano K2

ORIGINALE
Editorial Reviews
From the Back Cover
Are you taking calcium or vitamin D? This book could save your life!
Learn the secret to avoiding osteoporosis and heart disease.
Millions of people take vitamin D and calcium supplements for bone health. New research shows that this actually increases the risk of heart attack and stroke because the added calcium builds up in arteries--the calcium paradox. The secret to keeping bones strong and arteries clear is vitamin K2, a little-known supernutrient that humans once thrived on and that has been ignored by scientists for almost 70 years.
Inside this book, you'll find:
How consumption of grass-fed animals traditionally provided us with ample quantities of vitamin K2--while grain-based animal feed contributed to the eradication of vitamin K2 in our modern diet
How K2 is the most important anti-aging nutrient for fighting wrinkles, Alzheimer's, heart disease, osteoporosis and more
The health benefits K2 promotes for straight, cavity-free teeth and strong bones in children
Which delicious "sinful" foods are brimming with heart-healthy K2.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... amento.htm
L'articolo in oggetto, molto informativo riporta:
"Gli effetti benefici della vitamina K2 sono stati ampiamente documentati in anni di ricerca e dalla comparazione tra Vita K1 e K2 è emerso che solo quest’ultima produce effetti positivi sulla salute. Ciò è coerente con quanto evidenziato da importanti studi, che hanno rilevato la superiorità in termini di benefici sulla salute della K2.
Citiamo quanto segue dal sito nutrizionenaturale.org, che ringraziamo calorosamente:
Nel 1980, si è scoperto che la vitamina K è necessaria per attivare una proteina, l'osteocalcina, che si trova nel midollo. Un decennio più tardi, un'altra proteina, vitamina K-dipendente, è stata scoperta: la proteina Gla (MGP), riscontrata nel sistema vascolare. Senza vitamina K, questa ed altre proteine, vitamina K dipendenti, restano inattivate e non possono svolgere le loro funzioni biologiche.
Un altro dato importante è che il MGP è un inibitore molto forte di calcificazione. Se viene inattivato il MGP, si rischiano gravi calcificazioni arteriose e questo è il motivo per cui la vitamina K è così importante per la salute cardiovascolare. Gli studi indicano che la vitamina K può anche far regredire la calcificazione arteriosa indotta dalla carenza di vitamina K."
Quindi la medicina ufficiale non ha scusanti, poichè informata sull'importanza di questa vitamina K2 e non ha mai fatto nulla, La dimostrazione è che non si parla mai di esami del sangue in merito per conoscerne i valori ed eventualmente provvedere, ma non solo, questo vale anche per la vitamina D in quanto entrambe fanno parte di quegli "ALIMENTI ESSENZIALI" nell'elenco della RGR (Razione Giornaliera Raccomandata)
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Avere dei valori normali, probabilmente si potrebbe evitare la morte di infarti ed ictus per molte persone.
Sappiamo che la prima causa di morti al mondo sono proprio gli ictus e gli infarti.
Ed ancora:
"Secondo il Dott Schurgers:
"C'è una forte correlazione tra l'MGP inattivo e le micro-calcificazioni. E' molto facile ipotizzare che la carenza di vitamina K è causa di micro-calcificazioni, che inducono, in cascata processi che portano all'aterosclerosi. "
Fino a pochi anni fa, il MGP era completamente sconosciuto il che sottolinea l'importanza per i medici di mantenersi aggiornati sulle ricerche che oggi si susseguono ad un ritmo molto rapido.
Il Dr. Schurgers afferma: "Abbiamo dimostrato che se si assumono le vitamine K1 e K2, la K1 va principalmente al fegato rimanendovi ed ha relativamente una breve emivita. Dopo tre o quattro ore dall'ingestione non c'è più traccia. Viene catturata dal fegato. La K2 va anche al fegato, ma il fegato la ridistribuisce tramite la frazione di colesterolo delle lipoproteine a bassa densità (LDL), localizzate nei tessuti periferici, come nelle ossa e nel sistema vascolare.
Così, oltre ad attivare il POP che è un potente inibitore di calcificazione, la K2 aiuta anche a prevenire la calcificazione arteriosa trasportando il calcio lontano dalle zone dove non dovrebbe esserci (nel rivestimento dei vasi sanguigni) verso i punti dove è veramente necessario (per esempio nel midollo).
La vitamina K2 è fondamentale nella prevenzione dell'osteoporosi. Gli studi scientifici infatti confermano che la vitamina K2 è essenziale per la salute delle ossa."
Quindi la malattia ARTEROSCLEROSI potrebbe essere prevenuta ed addirittura anche guarita, ma da parte della medicina non succede proprio nulla.
A cosa servono le RICERCHE in merito se alle persone manca addirittura la informazione di base?
Non dimentichiamoci che:
"Nel Prospect Study, in cui 16000 persone sono state seguite per 10 anni, i ricercatori hanno osservato che ogni dose supplementare di 10 mcg di K2 nella dieta, ha permesso una riduzione del 9% del rischio di malattia coronarica, mentre la vitamina K1 non ha ottenuto gli stessi i risultati.
Uno studio epidemiologico che ha seguito ben 11.000 uomini ha scoperto che un elevato apporto di vitamina K2 è positivamente correlato con un rischio più basso del 63% di cancro alla prostata avanzato.
Sono stati studiati una serie di diversi tipi di cancro, compresi Glioblastoma, cancro epatocellulare, tumore del polmone e cancro alla prostata.
Sulla base di questi risultati viene raccomandata vitamina K2 come prevenzione del cancro o per evitare una ricaduta dopo il trattamento del cancro."
Addirittura questa vitamina K2 è contro il cancro, ma chi informa di questo?
Ma perchè si dovrebbe informare? ormai certi tipi di cancro vengono fatti con la laparoscopia, una rendita per certi medici.
Concludo:
"Mentre il dosaggio ideale deve ancora essere determinato, gli studi indicano che abbiamo bisogno di circa 360-500 microgrammi (mcg) di vitamina K2 al giorno. Non ci sono effetti collaterali noti a dosaggi più alti, di conseguenza si ritiene che sia meglio eccedere."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... linici.htm

TRADUZIONE
L'integrazione a tre anni con il trattamento con menzona-7 a basso dosaggio aiuta a ridurre la perdita ossea nelle donne sane in postmenopausa.
ORIGINALE
Three-year low-dose menaquinone-7 supplementation helps decrease bone loss in healthy postmenopausal women.


TRADUZIONE
Osteoporos Int. 2013 Sep; 24 (9): 2499-507. doi: 10.1007 / s00198-013-2325-6. Epub 2013 23 marzo.
L'integrazione a tre anni con il trattamento con menzona-7 a basso dosaggio aiuta a ridurre la perdita ossea nelle donne sane in postmenopausa.
Knapen MH1, Drummen NE, Smit E, Vermeer C, Theuwissen E.
Informazioni sull'autore
Astratto

Abbiamo studiato se supplementi di vitamina K2 a basso dosaggio (menachinone-7, MK-7) potrebbero influire positivamente sulla salute delle ossa. Accanto a un miglioramento dello stato di vitamina K, l'integrazione di MK-7 ha ridotto significativamente il declino legato all'età nella densità minerale ossea e nella resistenza ossea. Gli integratori a basso dosaggio di MK-7 possono quindi aiutare le donne in post-menopausa a prevenire la perdita di tessuto osseo.
INTRODUZIONE:

Nonostante i dati contraddittori sulla supplementazione di vitamina K e sulla salute delle ossa, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha accettato l'indicazione sulla salute relativa al ruolo della vitamina K nel mantenimento dell'osso normale. In linea con l'opinione dell'EFSA, abbiamo dimostrato che la supplementazione di vitamina K1 (fillochinone) e K2 (menaquinone-4) a dosi elevate a 3 anni ha migliorato la salute delle ossa dopo la menopausa. A causa della maggiore emivita e della maggiore potenza della catena MK-7, abbiamo esteso queste indagini misurando l'effetto della supplementazione di MK-7 a basse dosi sulla salute delle ossa.
METODI:

Donne in postmenopausa in buona salute (n = 244) hanno ricevuto per 3 anni capsule placebo o MK-7 (180 µg MK-7 / giorno). La densità minerale ossea della colonna lombare, dell'anca totale e del collo del femore è stata misurata mediante DXA; sono stati calcolati gli indici di forza ossea del collo del femore. La valutazione della frattura vertebrale è stata eseguita mediante DXA e utilizzata come misura per le fratture vertebrali. Sono state misurate osteocalcina non carbossilata circolatoria (ucOC) e carbossilati OC (cOC); il rapporto ucOC / cOC serviva come marker dello stato di vitamina K. Le misurazioni si sono verificate al basale e dopo 1, 2 e 3 anni di trattamento.
RISULTATI:

L'assunzione di MK-7 ha migliorato significativamente lo stato di vitamina K e ha ridotto il declino correlato all'età in BMC e BMD alla colonna lombare e al collo del femore, ma non all'anca totale. La forza ossea è stata anche favorevolmente influenzata da MK-7. MK-7 ha diminuito significativamente la perdita in altezza vertebrale della regione toracica inferiore nel mid-site delle vertebre.
CONCLUSIONI:

I supplementi di MK-7 possono aiutare le donne in postmenopausa a prevenire l'osso

perdita. Se questi risultati possono essere estrapolati ad altre popolazioni, ad es. Bambini e uomini, è necessario un ulteriore approfondimento.


ORIGINALE
Knapen MH1, Drummen NE, Smit E, Vermeer C, Theuwissen E.
Author information
Abstract

We have investigated whether low-dose vitamin K2 supplements (menaquinone-7, MK-7) could beneficially affect bone health. Next to an improved vitamin K status, MK-7 supplementation significantly decreased the age-related decline in bone mineral density and bone strength. Low-dose MK-7 supplements may therefore help postmenopausal women prevent bone loss.
INTRODUCTION:

Despite contradictory data on vitamin K supplementation and bone health, the European Food Safety Authorities (EFSA) accepted the health claim on vitamin K's role in maintenance of normal bone. In line with EFSA's opinion, we showed that 3-year high-dose vitamin K1 (phylloquinone) and K2 (short-chain menaquinone-4) supplementation improved bone health after menopause. Because of the longer half-life and greater potency of the long-chain MK-7, we have extended these investigations by measuring the effect of low-dose MK-7 supplementation on bone health.
METHODS:

Healthy postmenopausal women (n?=?244) received for 3 years placebo or MK-7 (180 µg MK-7/day) capsules. Bone mineral density of lumbar spine, total hip, and femoral neck was measured by DXA; bone strength indices of the femoral neck were calculated. Vertebral fracture assessment was performed by DXA and used as measure for vertebral fractures. Circulating uncarboxylated osteocalcin (ucOC) and carboxylated OC (cOC) were measured; the ucOC/cOC ratio served as marker of vitamin K status. Measurements occurred at baseline and after 1, 2, and 3 years of treatment.
RESULTS:

MK-7 intake significantly improved vitamin K status and decreased the age-related decline in BMC and BMD at the lumbar spine and femoral neck, but not at the total hip. Bone strength was also favorably affected by MK-7. MK-7 significantly decreased the loss in vertebral height of the lower thoracic region at the mid-site of the vertebrae.
CONCLUSIONS:

MK-7 supplements may help postmenopausal women to prevent bone loss. Whether these results can be extrapolated to other populations, e.g., children and men, needs further investigation.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... pubmed.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 798
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » dom gen 27, 2019 2:01 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... colite.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Debora Alabiso condivide il mio post della STOMIA ed io la ringrazio, ma al riguardo di questo post Paola Lauri ci fà parte della sua personale esperienza sulla diverticolite e la medicina.
Al riguardo dei CIBI NATURALI LATTE ED I SUOI DERIVATI che dice di aver eliminato, devo fare una dovuta correzione:
Che sia la eliminazione di questi CIBI NATURALI ad aver permesso la guarigione, è ASSOLUTAMENTE FALSO, in quanto ora sappiamo che la vitamina K2, tanto importante per il nostro corpo, contenuta in questi CIBI NATURALI, CARNE LATTE E DERIVATI, ecco che questa CONSIGLIATA PRATICA TANTO INTERESSATA ora sappiamo che è FALSA e fatta per la nostra MALATTIA.
Però al momento di questa testimonianza da parte di Paola Lauri questa informazione le era ancora mancante.
Fermo restando però l'implicito ingoiare degli "ALIMENTI ESSENZIALI" che in effetti sono loro, sia per lei che per me, hanno fatto sì che le nostre DIFESE IMMUNITARIE fossero tanto forti da portarci alla guarigione dei nostri problemi.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gavita.htm
Dal gruppo
Magia, esoterismo,mistero, per pochi intimi.

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... stomia.htm

ciaooo Franco
.
.
acidoascorbico.altervista.org
La mia esperienza con la STOMIA
acido ascorbico,acido ascorbico puro,acido ascorbico farmacia,acido…
11
Commenti: 3
Mi piace
Commenta
Commenti

Franco Genre
Franco Genre Ciao Debora Alabiso, GRAZIE per la collaborazione. ciaooo Franco

Mi piace

· Rispondi · 9 h

Paola Lauri
Paola Lauri Ciao franco una mia esperienza con la diverticolite acuta....dopo mesi di antibiotici etc etc...deve fare colonscopia a suo rischio e pericolo(gia una piccola perforazione c era). dunque potevo andare incontro ad una perforazione ed di conseguenza emorragia ti lascio immaginare il seguito........
Bene ho interrotto tutte le cure ho abolito alcuni alimenti tra cui il latte che io adoro.oggi devo dire che sto bene.
Ognuno di noi dovrebbe imparare a conoscere il proprio corpo, e tu sei stato bravissimo.

Mi piace

· Rispondi · 09 gennaio 2019 14:15

Franco Genre
Franco Genre Ciao Paola Lauri, GRAZIE per la tua testimonianza. E' per me molto importante, in quanto mi appoggia sulla inutilità della COLOSTOMIA e conferma i miei forti dubbi che venga fatta solo per un giro di affari, quindi PER IL LUCRO: ciaooo Franco

Mi piace
· Rispondi · 1 min
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... colite.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 798
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » mar gen 29, 2019 1:15 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... rabita.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Annamaria Parabita riporta la sua esperienza ed Arabella Scavizzi consiglia, mentre Milena Bianchi ringrazia gli "ALIMENTI ESSENZIALI" attraverso me.
Dal gruppo
Acido Ascorbico Pregi e Difetti

ciaooo Franco
.
.
0:00
3Annamaria Parabita, Lidia Carmen Esposito e 1 altra persona
Commenti: 3Condivisioni: 1
Mi piace
Commenta
Condividi
Commenti

Annamaria Parabita
Annamaria Parabita Caro Franco grazie a te li ingoio anch'io... capelli stupendi niente herpes è mai più malanni! ????
1

Mi piace
· Rispondi · 10 gennaio 2019 11:28

Arabella Scavizzi
Arabella Scavizzi Anche io ringrazio Franco..anzi seguitelo!
1

Mi piace
· Rispondi · 10 gennaio 2019 12:25

Genre Franco
Scrivi una risposta...

Allega una foto o un video

Genre Franco
Genre Franco Ciao Annamari Annamaria Parabita ed Arabella Scavizzi, vi ringrazio entrambe per la vostra testimonianza, ma devo dirvi che il merito non è mio, ma vostro per aver avuto fiducia negli "ALIMENTI ESSENZIALI" come l'ho avuta personalmente. ciaooo Franco

Mi piace
· Rispondi · · 15 h

Marialucia Tummolo
Marialucia Tummolo
2

Mi piace

· Rispondi · 14 h

Hulea Gabriela
Hulea Gabriela Ciao Franco
2

Mi piace

· Rispondi · 12 h

Milena Bianchi
Milena Bianchi Grazie Franco per tutti i consigli che mi dai.......pensa che le mie amiche sono invidiose che ho ancora un po' di tintarella e mi dicono che faccio le lampade....noi sappiamo come si fa....ti auguro una buona notte!
1

Mi piace
· Rispondi · 11 gennaio 2019 00:15

Genre Franco
Scrivi una risposta...

Allega una foto o un video

Genre Franco
Genre Franco Ciao Milena Bianchi, è un onore parlarti di queste cose, però complice sei tu con la fiducia in loro.GRAZIE da parte mia. Buona Giornata. ciaooo Franco

Mi piace
· Rispondi · 1 min
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... rabita.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 798
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » gio gen 31, 2019 8:08 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... utismo.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

L'articolo in oggetto dimostra la relazione statistica tra AUTISMO e VACCINI.
Ritengo che l'articolo non abbia bisogno di commenti da parte mia:
Link video
https://youtu.be/FeTJrAjfBx8
Prima però riporto con piacere la ALTERNATIVA AI VACCINI cui le MEDICINE, di qualsiasi branca siano. dell'era moderna nascondono da sempre a TUTTA LA UMANITA'.
Deve essere chiaro che a PREVENIRE o GUARIRE il corpo dell'individuo non può essere altro che ciò che è già dentro di lui, quindi per AUTOGUARIGIONE fatta dalle DIFESE IMMUNITARIE, e non possono essere MAI i PRODOTTI CHIMICI (VELENOSI) che con quel corpo non hanno nulla a che fare, ma proposte dalle RICERCHE SCIENTIFICHE.
Lo dichiaro in quanto i prodotti indispensabili a questo sono primi fra tutti l'ACIDO ASCORBICO ed il CLORURO DI MAGNESIO.
Entrambi sono degli "ALIMENTI ESSENZIALI" insieme a molti altri, che stanno, prima di tutto nel liquido seminale maschile di TUTTI I MASCHI ANIMALI al mondo dove in questo, il corpo di questo maschio, GENERA quello spermatozoo per la continuazione della sua specie. Di conseguenza stanno poi nel sangue di ogni specie animale al mondo, quindi scritti A LETTERE DI FUOCO nel loro DNA.
La riprova che siano nel nostro sangue ce la dà il medico di base con l'esame del sangue richiedendo al Laboratorio Analisi, i valori rilevati con i relativi valori di riferimento. Ma non basta, poichè la riprova inconfutabile ce la offre il Ministero Della Salute con un file *.PDF che li elenca uno per uno quelli attualmente conosciuti, fissandone un valore massimo giornaliero da ingoiare, denominandoli INTEGRATORI.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm
Ma non basta, stanno anche nel GERME di TUTTI i semi vegetali al mondo dal quale inizia la vita vegetale, dandoci la certezza della FRATELLANZA tra i due REGNI:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sperma.htm
Cosa sono gli "ALIMENTI ESSENZIALI"?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sasono.htm
Il CLORURO DI MAGNESIO è stato scoperto dal professor Pierre Delbet (1851-1957, 96 anni) nel 1915, ed usato da lui e dai suoi colleghi collaboratori come il dottor Neveu, per molti anni curando sopratutto le malattie dei bambini, ma anche quelle degli adulti.
La riprova è:
"La carenza di magnesio, un problema attuale
Magnesio e cloruro di magnesio per la salute.
La carenza di magnesio, così come per altri preziosi minerali, è sempre più evidente in una società indirizzata verso un sempre più diffuso costume di seguire una dieta povera di nutrienti.
Questo diffuso "malcostume" è supportato dalla pubblicità che invita a consumare piatti già pronti, sempre più industrializzati e raffinati. Ci ritroviamo così sulla tavola alimenti sempre più colorati, saporiti, veloci e facili da consumare ma, per contro,sempre più poveri dal lato nutrizionale:
Può raccontare, in due parole, la sconvolgente esperienza del dott. Delbet nell’utilizzo del cloruro di magnesio nella cura di malattie importanti come la Difterite? E, soprattutto, l’incredibile risposta dal Consiglio dell’Accademia di Medicina quando il professor Delbet propose la terapia magnesiaca per la cura di questa malattia?
"Il dott. Neveu, nel 1932, utilizzò in un caso di difterite una soluzione di cloruro di magnesio nel tentativo di ridurre il rischio di reazione allergica al siero antidifterico che avrebbe poi somministrato, poiché Delbet aveva dimostrato che la soluzione poteva ridurre la risposta allergica. Quando il giorno dopo arrivarono dal laboratorio le risposte delle analisi che confermavano la difterite, e quindi prima di aver somministrato il siero, Neveu si accorse con grande stupore che la bimba era già perfettamente guarita. Dopo questo caso ne trattò altri 5 nei mesi successivi, e tutti guarirono perfettamente.
Negli anni seguenti tratta oltre 60 casi, tutti guariti senza dover mai utilizzare il siero antidifterico. Allora pubblica su una rivista medica un paio di articoli sul trattamento della difterite ed alcuni colleghi lo provano e ne confermano gli ottimi risultati.
Nel 1943 Neveu si accorge che oltre alla difterite il cloruro di magnesio era in grado di guarire anche l’altro grande flagello di quegli anni, la poliomielite. Allora cerca di ottenere una ufficializzazione del metodo, presentandolo all’Accademia di Medicina e si rivolge a Delbet che ne era membro.
Ma l’Accademia rifiuta a Delbet il permesso di effettuare la comunicazione a nome di Neveu in quanto questi non è membro dell’Accademia (cosa che in altre occasioni era stata fatta senza problemi).
Allora Delbet decide di presentarla a suo nome ma anche qui con mille scuse gli viene negato il permesso di parlare.
Dopo lunghe e accese discussioni gli viene concessa la parola ma la sua relazione non verrà mai pubblicata sul bollettino dell’Accademia. Alle proteste di Delbet viene risposto ufficialmente che ‘Facendo conoscere un nuovo trattamento contro la difterite verrebbero impedite le vaccinazioni, mentre l’interesse comune è di generalizzare le vaccinazioni stesse’
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... gnesio.htm
E' comprensibile che il SISTEMA ha interessi a PRODURRE E RICAVARE DAI VACCINI E NON CURARE LE PERSONE.
Ecco che prima però devo fare un ragionamento molto logico che rende la idea della INNOCUITA' di questo CLORURO DI MAGNESIO per TUTTI gli esseri viventi, compreso l'uomo, cui il dottor Virgini scrive sul suo libro:
"pagina 27/29
E´ un residuo eliminato e cio` spiega perche´ l’apporto di magnesio risulta spesso tossico; nelle cellule, a un dato momento, si superano i limiti di tollerabilita`». Meglio quindi ricercare l’apporto di magnesio attraverso elementi trasmutabili e lasciare fare la natura, a meno che non si tratti di un disturbo patologico … Ma abbiamo visto quanto sia delicato per un medico dosare questo apporto."
http://digilander.libero.it/genfranco5/ ... irgini.pdf

E' da chiarire però che questa INNOQUITA' è dovuta ad un fatto molto importante ed è la AUTOPRODUZIONE di ACIDO ASCORBICO la cui CARENZA cambia tutto ciò che dovrebbe essere normale.
Quindi è altrettanto importante sapere che TUTTI gli esseri viventi, vegetali compresi, si AUTOPRODUCONO l'ACIDO ASCORBICO, che data questa AUTOPRODUZIONE vuol dire che nell'individuo questo "ALIMENTO ESSENZIALE" è IMPORTANTISSIMO, poichè è questo che permette la TRASMUTAZIONE da un elemento in un altro evitando così i possibili danni dalla ABBONDANZA di altri "ALIMENTI ESSENZIALI", mentre è altrettanto comprensibile che la CARENZA è causa di MALATTIE, dato che la AUTOGUARIGIONE è forte quanto sono forti le "DIFESE IMMUNITARIE" AUTOPRODOTTE

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... omanca.htm

Ed ora il ragionamento incontestabile:
Sappiamo con certezza che la forma di magnesio: CLORURO DI MAGNESIO, la maggiori parte è nei mari e non sulla terra ferma. Infatti sappiamo che nel mare Mediterraneo ogni litro di questa acqua ne contiene 7 grammi. Ma questo mare Mediterraneo è collegato agli altri mari e quindi agli Oceani, quindi chissà quanto di questo CLORURO DI MAGNESIO vi è in ogni loro litro della loro acqua.
Sappiamo però anche che sul pianeta terra, la maggior parte della vita, sia animale che vegetale sono appunto nelle acque marine. Quindi sappiamo che OGNI INDIVIDUO di queste specie nel CLORURO DI MAGNESIO, CI NASCONO, CI VIVONO TUTTA LA LORO VITA e CI MUOIONO, pertanto come potranno mai controllare la quantità di CLORURO DI MAGNESIO che possono ingoiare senza che questo causi dei danni al LORO CORPO?

Mentre l'ACIDO ASCORBICO, meglio conosciuto come vitamina C, è stato isolato dai peperoni piccanti nel 1931dal chimico Albert Szent-Gyorgyi (1893-1986, 93 anni), che nel 1937 ottenne per questo il Premio Nobel per la medicina.
Quindi faccio notare che le esperienze del professor Pierre Delbet e dei sui colleghi tra i quali il dottor Neveu, curavano le persone con il CLORURO DI MAGNESIO, però SENZA l'ACIDO ASCORBICO che è stato isolato solo nel 1931, quindi su persone CARENTI di questi.
Concludo che nel 1943, data della proposta del Professor Pierre Delbet al Simposio delle cure scoperte dal dottor Neveu, onde ufficializzarle, essi erano già informati sulla esistenza dell'ACIDO ASCORBICO, quindi hanno fatto di tutto, lecito ed illecito, pur di raggiungere il loro scopo, GENERAZIONE DOPO GENERAZIONE DI MEDICI, e mantenere le VACCINAZIONI.

Tranquilli, non sono quì per allarmare le persone che vogliono vaccinare i loro figli, o quelle che devono farlo, ma solo per sottoporre loro un fatto che ritengo molto importante e che devono tenere presente subito dopo la vaccinazione, poichè il rischio lo ritengo GRANDE.
Premetto che non sono medico, quindi non sono in grado di dare consigli in merito, ma data la mia esperienza di molti anni, dal lontano 1992 quindi di 26 anni, che ingoio l'ACIDO ASCORBICO ed il SELENIO giornalmente, ed ho aggiunto nel tempo altri "ALIMENTI ESSENZIALI" quali il CLORURO DI MAGNESIO, il BICARBONATO DI POTASSIO, la vitamina D ed altri, che nonostante i 4 (quattro) interventi subiti dal 2016 al 2017, quindi nel giro di 12 mesi, con periodi di permanenza ospedaliera di regolari controlli mattutini, della pressione sanguigna, con valori regolari di 130-70, della Saturazione dell’ossigeno nel sangue con un valore mai sotto i 95, e naturalmente la febbre rilevata dall'orecchio MAI SOPRA I 36.5 gradi.
Questi sono dati che si possono controllare in ogni momento.
Ma non solo questo, è dal 1992 che non ho mai più avuto febbre, in nessuna occasione, nonostante che non mi sia mai vaccinato, non ho mai avuto l'influenza o altre malattie comuni alla mia età di 60 e ad oggi 78 anni.
Quindi ecco che con la mia esperienza vissuta e vissuta con molte altre persone giorno dopo giorno, che stanno facendo come me, come ad esempio mia moglie, mi permetto, oltre a portare a conoscenza del rischio di malattie che possono causare sia il VACCINO che la TACHIPIRINA (PARACETASMOLO) come descritto sotto, voglio anche portare a conoscenza che ingoiando l'ACIDO ASCORBICO o somministrandolo ai bambini vaccinati, questo evita loro questa febbre causata dai VACCINI appena subiti.
Tenendo presente quanto sopra detto da Irwin Stone, ora mi permetto di riportare le mie dosi di ACIDO ASCORBICO in caso di necessità, che sono di 3 cucchiaini in un dito di acqua di rubinetto ogni ora per 4-5-6 volte di fila e garantisco che i miei piccoli disguidi si sono sempre risolti in giornata.
Naturalmente la diarrea può essere un evento possibile, ma sò con certezza che questa NON CAUSA ALCUN DANNO.
Questo lo scrivo solo per informazione, ma non è un invito a fare come me.
Specificato questo, ecco che arrivo allo scopo di questa mia pagina che è di informare che sia i VACCINI che la TACHIPIRINA (PARACETAMOLO) hanno le medesime CONTROINDICAZIONI che sommandosi possono causare le malattie che gli articoli elencano sotto, ma sopratutto
AUTISMO
Quindi in casi di febbre conseguente alla VACCINAZIONE, EVITARE l'uso della TACHIPIRINA (PARACETAMOLO) per abbassare questa febbre, DEVE ESSERE UNA REGOLA, seguendo invece i consigli dei dottori riportati nella pagina in fondo, usando PRODOTTI NATURALI da loro nominati.

Dell'articolo in oggetto mi permetto di sottolineare questa parte che dice:
"Ecco i consigli del Dott. Claudio Sauro per abbassare la febbre troppo alta
Adulti: Se supera i 39° nell’adulto è sufficiente assumere 2 litri di acqua fresca di rubinetto con dentro spremuti 4 limoni , e la febbre si abbasserà come con il paracetamolo. Se proprio non si abbassa è consigliabile assumere 2 gocce di metamizlo sodico (novalgina) ogni mezz’ora, in modo da portare la febbre a 38,5, e non sotto i 38,5.
Bambini: Una goccia ogni ora si può dare anche nel bambino (di metamizolo sodico) e generalmente in tre ore la febbre si abbassa sotto i 38°. Nel bambino va tenuta più bassa che nell’adulto per il pericolo di convulsioni. Ma anche nel bambino funziona benissimo acqua e limone.
Inoltre non si ricorra agli antibiotici se non nei casi veramente necessari, spesso anche gli antibiotici abbassano le difese, fanno passare il mal di gola, ma puntualmente questo si ripresenta una settimana dopo. Ed allora bisogna agire in altro modo, stimolando le difese. Devo dire che io vedo moltissimi bambini, le mamme me li portano perché non guariscono con le cure del pediatra, ma in cosa consistono queste cure?? nella somministrazione di paracetamolo e di antibiotici. Quello che è più grave è che moltissimi bambini sono rachitici (torace a botte) e pochi pediatri hanno l’accortezza di prescrivere Vitamina D; ora il rachitismo predispone alle bronchiti inoltre determina una caduta del sistema immunitario. Vedo sempre, che tolto il paracetamolo, e somministrata Vit D i bambini guariscono, sempre e non si ripresentano le bronchiti o le tracheiti o le faringiti."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tamolo.htm
Per l'articolo sotto non servono parole:
LETTERE - NOTIFICHE .... da inviare alle ASL od altro ENTE - 1
per i Vaccini richiesti per proteggere dai Vaccini adulti e bambini e/o DIFFIDA di NON vaccinazione,
per i vaccini richiesti dalla ASL o da altri enti, anche per poter lavorare,
e/o richiesta di Dati Bibliografici Scientifici comprovante anche e non solo 'innocuità dei vaccini.
Corrispondenza intercorsa fra un cittadino e relativa ASL di riferimento)
Leggere prima di continuare, la pagina su: Scuola e Vaccinazioni
NON FIRMARE MAI questo e nessun altro Modulo !
(od i moduli che le ASL presentano quando vi convocano per le vaccinazioni)
Bioetica, Vaccinazioni ed aspetti medico-legali
RIFORMA SANITARIA con Proposta di LEGGE Regionale Italiana, per vaccinazioni FACOLTATIVE

USA, Dic. 2016: Il Presidente TRUMP si schiera a favore della Liberta' di scelta sui Vaccini:
http://www.vacciniinforma.it/2016/12/17 ... itive/4870
...in Italia invece, la si e' IMPOSTA, alla faccia della liberta' di scelta e di cura !
La costrizione vaccinale e' imposta da Big Pharma con i suoi uomini,
immessi nei posti di potere e/o di chiave, delle e nelle nazioni del mondo...
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nistop.htm

Per quanto riguarda l’argomento vaccini è davvero strano come le notizie che vengono passate dai media più o meno seri non prendano in considerazione tutti gli studi a disposizione, anche quelli che pongono dei problemi legati alla salute dei bambini.
Aumento dell’autismo

Genetica? Maggiore capacità di diagnosi? Molte le ipotesi, inclusa quella che lega l’aumento delle percentuali dell’autismo ai vaccini. L’aumento riguarda molte aree del pianeta con una media stimata nei paesi sviluppati che si aggira intorno all’1,5% l’anno. Uno degli stati che presenta un tasso da capogiro è il Canada che nel 2018 conta un caso ogni 66 bambini.
Più bambini autistici dove c’è maggiore copertura vaccinale

Il Governo canadese ha anche rilasciato un importante documento mutuato dal National ASD Surveillance System che è preposto ad individuare il numero di giovani con diagnosi di autismo nelle regioni e nel tempo.

Il rapporto ha mostrato come aumenti costanti di autismo dal 2003 siano differenti tra le varie regioni del Canada. Perché in alcune regioni ci sono più casi di autismo?

I numeri mostrano come la prevalenza di autismo è più alta nelle province canadesi che hanno anche la più alta copertura vaccinale.

Il NASS ha raccolto dati provenienti dalle varie province su bambini dai 5 ai 17 anni con diagnosi confermata: British Columbia, New Brunswick, Terranova e Labrador, Nuova Scozia, Isola del Principe Edoardo, Quebe, Yukon.

I dati mostrano come nei territori di Terranova e Labrador nel 2015 era un bambino su 55 ad avere diagnosi di autismo, nel Prince Edward Island uno su 59, nel Quebec uno su 65, nello Yukon uno su 125.

Sorprendenti anche i tassi di crescita dell’autismo, nell’età compresa tra i 5 e i 14 anni dal 2003 al 2015 (per Newsfondland e Labrador dal 2003 al 2009)

Terranova e Labrador: da 6 a 19.6 per 1.000 (aumento del 227%)
Isola del Principe Edoardo: da 5 a 17.7 per 1.000 (aumento del 254%)
Quebec: da 3,5 a 15,7 per 1.000 (aumento del 349%)
Rapporto tra vaccini ed autismo

A scoprire un possibile rapporto tra vaccini e autismo è stato uno zelante operatore sanitario della Columbia Britannica: la prevalenza di autismo è più alta nelle province canadesi che hanno anche la più alta copertura vaccinale. Questa prova proviene da un sondaggio del 2013 realizzato dalla stessa agenzia di sanità pubblica del Canada, che ha esaminato la copertura vaccinale per provincia / territorio e il tipo di vaccino (vedi tabella divulgata da worldmercuryproject.org). Il sondaggio ha mostrato che la copertura entro i due anni era generalmente inferiore (con poche eccezioni) nel territorio dello Yukon rispetto alle tre province in cui il tasso di autismo è più alto. Per Terranova / Labrador e Quebec, la differenza percentuale nella copertura vaccinale era ovunque da cinque a quindici punti percentuali in più rispetto allo Yukon.

Pura casualità?

I dati in questione dovrebbero bastare a mettere sul piatto dei Governi dei paesi in cui il fenomeno autismo sta dilangando in modo preoccupante dei seri studi per individuarne anche le relazioni diretta di causa effetto, oltre a quelle statistiche.
Associazione medici e chiurughi americani ritengono necessari ulteriori indagini

A dare vigore alla relazione tra vaccino MMR e autismo è l’associazione di medici e chirurghi americani riferendosi allo studio già avviato nel 2001 che mostrava un aumento del tasso di diagnosi di autismo dopo aver ricevuto il primo vaccino contro morbillo-parotite-rosolia prima dei 36 mesi di età, rispetto a quanti lo ricevevano in seguito.

Lo studio è stato ritenuto essere falsato dalla scelta del CDC di aver escluso dalle statistiche alcuni bambini in base al certificato di nascita, riducendo la dimensione del campione di circa il 40% e facendo perdere il suo significato statistico.

L’alterazione dei dati è stata resa nota grazie ad un informatore del CDC (Centers for Disease Control and Prevention ) che aveva conservato le analisi originali prima che venissero distrutte al fine di occultare dati indesiderati.

Il dottor Brian Hooker (assistant professor of biology at Simpson University in Redding, Calif.) ha scritto un articolo sul numero invernale del Journal of American Physicians and Surgeons, affermando di aver rianalizzato lo stesso set di dati, includendo anche quel campione di bambini che era stato escluso.

In questo modo, il tasso di autismo è aumentato in modo allarmante, mostrando come sia del 25% più alto per i bambini neri e per i ragazzi in genere rispetto alle ragazze e mettendolo in relazione con il vaccino incriminato. La notizia è stata divulgata dall’agenzia di stampa americana APNews.

Secondo il dottor Hooker, il riesame dei dati fa concludere che il caso di relazione tra vaccini e autismo meriterebbe maggiori approfondimenti e che l’alterazione dei dati statistici ha fatto perdere una importante occasione di indagine sul dilagare dell’autismo.

Ricordiamo che la pubblicazione è avvenuta nel Journal of American Physicians and Surgeons, pubblicato dall’Association of American Physicians and Surgeons (AAPS) , un’organizzazione nazionale che rappresenta i medici in tutte le specialità dal 1943.


articolo originale
http://www.jpands.org/vol23no4/hooker.pdf
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... utismo.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 798
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » sab feb 02, 2019 3:44 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... inezza.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

L'articolo in oggetto riporta:
"Sanihelp.it - Mai più senza K2, consiglia Assolatte, perché è questa la vitamina-chiave per combattere gli effetti ell’invecchiamento: dalla pelle rilassata ai problemi cardiaci, dalle rughe alla carie dentaria, alle vene varicose. Inoltre, se i livelli sono troppo bassi le ossa faticano a mantenere un’adeguata mineralizzazione e cresce il rischio di fragilità ossea e osteoporosi.
È ampio, infatti, lo spettro d’azione della più giovane delle vitamine – perché scoperta molto tempo dopo le altre vitamine ­– e, ricerca dopo ricerca, si continuano a individuare nuovi benefici. Al punto da farla inserire tra i nutrienti indispensabili e da procacciarsi ogni giorno, scegliendo gli alimenti che la contengono naturalmente, come latte, yogurt, burro, formaggi freschi morbidi e fermentati, come Gorgonzola, Taleggio e Brie.
ed ancora:
"Per assumere i 25-50 microgrammi di vitamina K2 consigliati ogni giorno dai nutrizionisti, bastano 80 g di formaggio fermentato. Invece consumando le tre porzioni giornaliere di latte e yogurt consigliate dai Larn (pari a due bicchieri di latte e un di yogurt) si arriva già a coprire il 15% della rda consigliata. Se nel corso della giornata si consumano anche uova, carne o cereali si aumenta l’intake. Quella assunta tramite il consumo di alimenti lattiero-caseari (ossia il menachinone) viene lavorata dai batteri presenti nell’intestino, che la trasformano in una forma bioattiva.
A conferma di quanto sotto, l'articolo in oggetto recita:
"La vitamina K2, infatti, attiva una serie di speciali proteine che mobilizzano il calcio, promuove l’osteocalcina che attira il calcio nelle ossa e nei denti e attiva anche un’altra proteina chiamata MPG (Matrix GLA Protein) la quale mobilizza il calcio dai tessuti molli e dalle arterie, luoghi dove questo importante minerale può risultare dannoso.
Pare che la maggior parte delle persone soffra per una carenza di questa vitamina e pertanto ciò si ripercuote sulla deficitaria attivazione delle suddette proteine (osteocalcina e MGP) che proteggono ossa, vasi cuore e denti.
Il calcio, pertanto, non è sufficiente a garantire una buona salute delle ossa.
La vitamina D provvede al suo assorbimento nel sangue dagli alimenti mentre la vitamina K2 provvede all’assorbimento del calcio nelle ossa."
Ecco la conferma che la vitamina K2, oltre al resto, è importantissima per i denti, quindi per prevenire la carie, o magari anche eliminarla.
I farmaci comunemente usati per curare l’osteoporosi sono l’alendronato ed i bifosfonati; questi ultimi presentano, però, lo sfortunato effetto collaterale di aumentare il rischio di fratture.
a medicina convenzionale va, da sempre, dicendo che l’osteoporosi dipende da una mancanza di calcio e, per questo motivo, ne prescrive generose dosi quotidiane.
Ma spesso il calcio, specie se in eccesso, non va a depositarsi nelle ossa bensì nei tessuti molli specie le arterie.
Infatti, il fenomeno dell’aterosclerosi è aggravato da un eccesso di calcio.
La vitamina K2, infatti, attiva una serie di speciali proteine che mobilizzano il calcio, promuove l’osteocalcina che attira il calcio nelle ossa e nei denti e attiva anche un’altra proteina chiamata MPG (Matrix GLA Protein) la quale mobilizza il calcio dai tessuti molli e dalle arterie, luoghi dove questo importante minerale può risultare dannoso.
Petanto la vitamina K2 è la migliore forma di prevenzione atta ad invertire la calcificazione dei tessuti e dei vasi sanguigni in seguito ad aterosclerosi.
La vitamina K2 agisce, pertanto, in sinergia con altre vitamina liposolubili come la vitamina D e la A.
Pare che la maggior parte delle persone soffra per una carenza di questa vitamina e pertanto ciò si ripercuote sulla deficitaria attivazione delle suddette proteine (osteocalcina e MGP) che proteggono ossa, vasi cuore e denti.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giorgi.htm
ATTENZIONE, ATTENZIONE, ATTENZIONE ED ANCORA A T T E N Z I O N E ! ? ! ? ! ?
Mi permetto di dirlo, in quanto ho scoperto e vi comunico la
PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI:
Mi spiego.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene la CARIE o addirittura te la ELIMINA, cosa faresti?
Dato che la CARIE è la SOLA CAUSA di spese folli dal dentista onde eliminare il dente incriminato e sostituirlo con un altro fittizio o addirittura farti montare un impianto onde poter masticare il cibo.
Ma non basta.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene le RUGHE o addirittura te le elimina, cosa faresti?
E' inutile che parli delle creme CHE NON MANGERESTI poichè prodotti chimici, ma che spalmandole sulla pelle permetti ai tuoi PORI di immetterle nel tuo corpo.
Non parliamo poi del loro costo.
Cosa faresti se tu sapessi che esiste un prodotto che può farti evitare INCTUS ed INFARTO in quanto è in grado di farti evitare o è in grado di eliminare le CALCIFICAZIONI ALLE ARTERIE E VASCOLARE, e ti fà evitare la OSTEOPOROSI, cosa faresti?
Certo, i medici da queste malattie ne traggono enormi profitti quindi insieme alle categorie sopra elencate per trarne PROFITTO hanno bisogno che tu queste cose le sappia, vero?
Pensa che:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Un "ALIMENTO ESSENZIALE" per TUTTI gli esseri viventi dei quali i più importanti l'ACIDO ASCORBICO., il CLORURO DI MAGNESIO e la vitamina D e gli altri elencati nella RGR (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della SALUTE.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Ho certezza che, data la loro rilevanza nel sangue di ogni individuo animale, ESSI LAVORANO IN SINERGIA.
Partiamo ora dall'inizio, nel 1915 durante la prima guerra mondiale il professor Pierre Delbet scoprì invece che usando il CLORURO DI MAGNESIO come DISINFETTANTE, questo elimina ogni forma di virus e batteri guarendo le ferite al 100%, quindi a quei tempi guariva i soldati evitando le amputazioni che dovevano farsi prima di questa scoperta, usando come disinfettante i prodotti proposti dalla medicina di allora. Nessuno di loro si ammalava più di setticemia e di cancrena e le altre malattie conseguenti alla errata disinfezione.
Di lui si scrive:
"Pierre Delbert: una scoperta audace.
Dobbiamo al professor Pierre Delbet la scoperta delle straordinarie virtù curative e preventive del CLORURO DI MAGNESIO. Bisogna sottolineare che qui non si tratta affatto di semplici ipotesi di lavoro, cogitazioni fumose senza altro fondamento che cercare di far colpo: certo che no! I risultati ottenuti con la terapia magnesiaca del professor Pierre Delbet poggiano su fatti scientifici basati su un'osservazione meticolosa.
Nato nel 1861, il professor Pierre Delbet per più di trent'anni di carriera fu quello che si definisce un "BARONE". La sua carriera in ambito medico fu esemplare: intermista in ospedale, primario responsabile della formazione degli altri medici in clinica, docente ordinario universitario, poi chirurgo in ospedale, premiato a più riprese dalla facoltà di Medicina e dalla Accademia di Medicina di Parigi di cui divenne membro, autore di importanti testi che furono capisaldi autorevoli di rifinimento. Morì nel 1957 a 96 anni compiuti. Tutto ciò indica che quest'illustre medico non aveva nulla del ciarlatano, ma le idee nuove sono accolte molto raramente come meriterebbero, sopratutto in ambito medico."
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... gnesio.pdf

La storia della scoperta della vitamina D parte nel 1919 quando venne evidenziato, da Huldschinsky, che bambini affetti da rachitismo guarivano se esposti alla luce ultravioletta. Un risultato simile lo si ottenne nel 1922 da A.F. Hess e H.B. Gutman usando, però, la luce solare e nello stesso periodo venne ipotizzata da Mc Collum l'esistenza di un composto liposolubile essenziale per il metabolismo delle ossa, studiando l'azione antirachitica dell'olio di fegato di pesce dal quale riuscì ad identificare una componente attiva. Già nel 1919-1920 Sir Edward Mellanby era pervenuto ad un'ipotesi simile studiando cani cresciuti sempre al chiuso. Nel 1923 Goldblatt e Soames riuscirono a dimostrare che quando il 7-deidrocolesterolo, presente nella pelle, viene colpito dai raggi ultravioletti esso dà origine ad un composto avente la stessa attività biologica del composto lipofilo di Mc Collum. La struttura della vitamina D venne identificata nel 1930 da A. Windaus.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... uciano.htm

Passiamo ora alla scoperta dell'ACIDO ASCORBICO che avvenne "ai tempi del giovane Szent-Gyorgyi i suoi studi furono rivoluzionari: un ruolo importante nei fenomeni di ossidoriduzione aveva un certo acido esuronico il quale mostrò anche di possedere la proprietà di curare e di prevenire lo scorbuto. Durante i grandi viaggi oceanici, cominciati nel 1500, lo scorbuto mieteva molte vittime fra i marinai, fino a quando, nel Settecento, si vide che le morti diminuivano se le navi portavano a bordo delle scorte di agrumi che, apparentemente, contenevano qualche sostanza curativa. Szent-Gyorgyi scoprì che si trattava proprio dell'acido esuronico che egli ribattezzò acido ascorbico e che oggi è noto come vitamina C. Per proseguire gli esperimenti occorreva disporre di una certa quantità della sostanza e Szent-Gyorgyi scoprì che proprio i peperoni, coltivati su larga scala intorno a Szeged, dove insegnava, ne avevano una elevata concentrazione. Le prime prove di estrazione furono fatte nel 1931 quando la stagione di raccolta era alla fine e fornirono pochi grammi; l'anno dopo l'estrazione cominciò all'inizio della campagna agricola e fornì qualche chilogrammo di acido ascorbico che poté essere distribuito ad altri laboratori.
Per queste sue ricerche Szent-Gyorgyi ebbe il premio Nobel per la medicina nel 1937."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... yorgyi.htm

Ed infine cronologicamente, ecco arrivare la vitamina K2.
la pagina in oggetto dichiara:
"La vitamina K2, scoperta nel 1935 dal biochimico Carl Peter Henrick Dam, per questo ebbe il premio Nobel per la Medicina e la Fisiologia nel 1943, insieme allo statunitense Edward Adelbert Doisy che della vitamina K aveva realizzato la sintesi, sta attirando sempre più l'attenzione del mondo scientifico per via delle sue evidenti proprietà benefiche legate alla presenza di calcio nel nostro corpo. La K2 vitamin mette in azione una proteina nota come osteocalcina, che spazza via il calcio dai tessuti in cui potrebbe risultare dannoso (vene, arterie) spostandolo nelle ossa e nei denti. Un recente libro della dottoressa naturopata Kate Rhéaume-Bleue mette in evidenza le cause e gli effetti della vitamina K2, sostenendo che una corretta e costante assunzione, attraverso gli alimenti che ne offrono un maggiore apporto, non solo aiuta a contrastare la carenza di calcio ma contribuisce a migliorare la salute, contrastando patologie molto comuni. Tra gli indizi di una possibile carenza di vitamina K2 vi sono problemi renali, carie, osteoporosi e la formazione di rughe.
Scorri la gallery per scoprire i 4 buoni motivi per cui assumerla e dove trovarla
di Sara Rezk
16 Giugno 2017"

Tutte queste informazioni le ho inserite l'una dopo l'altra in modo da capire esattamente dov'è questa mia dichiarata: "PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Come abbiamo potuto rilevare, cronologicamente l' "ALIMENTO ESSENZIALE" più giovane è appunto questa vitamina K2, stabilendo che tra il 1915 del CLORURO DI MAGNESIO al 1935 della vitamina K2 sono passati solo 10 anni, ma dal 1935 ad oggi 2018 ne sono trascorsi 88 di anni.
Stabilito questo posso quindi dire con certezza che molte persone, ricercatori o meno, in questo tempo hanno avuto modo di studiare e sperimentare i BENEFICI ottenuti ingoiando in qualche modo questi "ALIMENTI ESSENZIALI", contenuti sia dai CIBI NATURALI che con prodotti di sintesi.
Ora sappiamo che l'"ALIMENTO ESSENZIALE" più conosciuto è la vitamina D, la quale è collegata alla OSTEOPOROSI, poi la vitamina C da noi denominato ACIDO ASCORBICO, poi il MAGNESIO, nella forma di magnesio supremo, ma pur sempre MAGNESIO. Ora però con la giusta informazione si è capito che il principe delle forme di magnesio è appunto il CLORURO DI MAGNESIO poichè già in natura sul pianeta terra nei mari e negli oceani, dove esiste la maggior parte delle specie viventi, sia animali che vegetali. Questo determina senza ombra di dubbio la sua importanza per la vita sul pianeta terra.
Dopo questa chiara informazione, ecco che mi chiedo:
PERCHE' NON SI E' MAI SENTITO PARLARE DI QUESTA VITAMINA K2 SE NON NELL'ULTIMO PERIODO?
MA SOPRATUTTO, PERCHE' NON SI CONOSCONO I VERI BENEFICI GIA' RILEVATI DA RICERCHE CHE HANNO SPERIMENTATO QUESTA VITAMINA K2?
Sul web si trovano poche informazioni al riguardo e sempre molto vaghe.
Ora, prima di riportare questi dichiarati BENEFICI vorrei descrivere certi perchè di certe informazioni che troviamo abbondantemente sul web che personalmente ho potuto mettere insieme venendo a conoscenza di quanti vi stò riportando
Ho sempre pensato che i consigli che trovi sul web di non ingoiare la CARNE in quanto ecc. ecc. ecc. oppure di non ingoiare il LATTE ed i DERIVATI ecc. ecc. ecc., doveva avere un motivo molto valido per farlo e che quindi BEN REMUNERATI, ma non riuscivo a determinarne un motivo preciso. Quindi non riuscivo a metterlo a fuoco questo VERO MOTIVO di tanto accanimento, ma sapevo che era così, in quanto questi sono CIBI NATURALI a cui la EVOLUZIONE col tempo, ha adattato al corpo umano e che personalmente ingoio dalla mia nascita, sopratutto il LATTE ed sui derivati.
Scoprendo invece ciò che troverete sotto, ho capito esattamente quanto è importante per molte categorie la DISINFORMAZIONE che si legge sul web su questi CIBI NATURALI.
Iniziamo col dire che questi CIBI NATURALI contengono in maggior quantità quel sopra citato "ALIMENTO ESSENZIALE" chiamato vitamina K2, una vitamina liposolubile, quindi oleosa, quindi necessaria per la prevenzione o la MANUTENZIONE come lo sono TUTTO ciò che è un grasso o oleoso del corpo animale, della quale mi permetto di riportare parte dei suoi compiti DOCUMENTATI.
Prima però, mi permetto di elencare le CATEGORIE che da questa DISINFORMAZIONE ne traggono ENORMI PROFITTI:
LE INDUSTRIE DI BELLEZZA
I DENTISTI
LA MEDICINA
ED ALTRE CATEGORIE ANCORA CHE CONSIDERO MARGINALI.
A questo punto però devo elencare il perchè di questo profitti ed inizio riportando parti dell'articolo in oggetto che chiarirà, senza ombra di dubbio, quanto sopra dichiarato.
Naturalmente ho cercato conferme sulla vericidità di questo articolo e avendole trovate, riporterò delle conferme inconfutabili in merito con altri articoli, anche in inglese tradotti, come degli studi fatti da ricercatori. Tutto questo perchè ora sò COSA DEVO CERCARE.

La parte dell'articolo in oggetto che voglio citare scrive:
"1 Previene e contrasta la formazione di rughe: Una ricerca coreana del 2008 pubblicata nella rivista "Nephrology" dimostra che l'aumento della rugosità facciale dipenda molto spesso da una diminuzione della corretta funzione renale (uno dei sintomi di scarsa assunzione di vitamina k2). Agendo su più fronti, attraverso l'assunzione di questa vitamina, non solo è più facile contrastarne la formazione, ma anche riportare indietro l'orologio biologico
Prove edimiologiche dimostrano che le donne giapponesi, assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto), fonte principale di vitamina k2, risultano avere una pelle molto più distesa rispetto alle donne nordamericane della stessa età

2.Preserva la salute dei denti: Tra tutti i benefici della vitamina k2, la salute dentinale è il beneficio oggetto di maggior ricerca e maggiori risultati. Sarebbe molto semplice, infatti, grazie ad un'assunzione costante di k2, riuscire non solo a prevenire la placca ma anche a guarire la carie
L'anatomia del dente è costituita da una struttura calcificata simile all'osso e dunque come per le ossa stesse, richiede una buona quantità di osteocalcina, per un buon funzionamento e una buona conservazione"

Sulla SOIA mi permetto di sottolineare la parola "FERMENTAI" della frase: "assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto)".
Mi permetto di farli in quanto questo è la soia NON FERMENTATA ed usata dalle industrie alimentari:
"Il latte di soia: la verità
"Anche in questo caso in letteratura sono presenti studi con risultati contrastanti. Tra i tanti, senza creare inutili allarmismi ma solo per dare un'idea di quanto delicata sia la questione, ve ne sono alcuni che sottolineano la capacità degli isoflavoni di favorire la crescita e la proliferazione delle cellule tumorali mammarie. In base ai risultati di questi studi, la soia ed i suoi derivati sarebbero controindicati alle donne con storia presente o passata di cancro al seno."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... alatte.htm

La soia: la verità
Il progresso tecnologico rende possibile la produzione di proteine di soia isolate da ciò che in passato era considerato un sottoprodotto — l’elevata proteina della soia priva di grassi — e di trasformare qualcosa che sembra orribile e puzza terribilmente in prodotti che possono essere consumati da esseri umani. Gli aromi, i conservanti, i dolcificanti, gli emulsionanti e le sostanze nutritive sintetiche hanno trasformato quello che era il brutto anatroccolo dei cibi lavorati, la proteina della soia, in uno dei cibi miracolosi della New Age.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... verita.htm

DALLA FORMAZIONE DELLE RUGHE, QUINDI ORA SAPPIAMO CHI DA QUESTA MANCATA INFORMAZIONE NE TRE ENORMI GUADAGNI.
Di questo ne chiedo conferma alle persone che usano le CREME ANTI-RUGHE che costano un occhio della testa, perchè se costassero meno non avrebbero il valore che gli si attribuisce, ma purtroppo queste creme non le mangerebbero, non immaginando che questi PRODOTTI CHIMICI CANCEROGENI entrano nel loro corpo dai loro miliardi PORI, che tra l'altro la pagina dice:
"Oggi 30/04/2011 prima che tu legga delle CREME VARIE: antirughe, per il viso, per il corpo, solari e chi più ne ha più ne metta, voglio proporti un ragionamento che ti renderà possibile la valutazione di tutti questi "PRODOTTI CHIMICI", anche quelli comprati in erboristeria e dichiarati come naturali. Quando il tuo cervello determina che una parte del tuo corpo ha bisogno di un piccolo ritocco o ritieni di doverlo proteggere dai raggi solari, il tuo pensiero và subito ai vari prodotti che hai registrato in un angolo del cervello. Non pensi lontanamente che tutto ciò che ti ha colpito: la forma, il colore ed nome del prodotto scritto sul vasetto contenitore, la pubblicità fatta dalla casa produttrice, le parole così convincenti e poi il detto "se costa caro vale molto"; tutto questo è fatto in modo da poterti influenzare nelle scelta indirizzandoti verso un prodotto piuttosto che verso un altro. Sicuramente non ti passa neanche lontanamente nel cervello di farti la domanda che mi permetto di farti ora:
IL PRODOTTO CHE USI O DEVI COMPRARE, CHE SAI ESSERE UN "PRODOTTO CHIMICO", lo mangeresti? NOOOOOOOOOOO???????
Ti chiedo "ma perchè no????" Questo te lo dico io:
Hai paura che ingerendolo ti possa fare male. Ma NON hai mai pensato che sotto il piccolissimo strato di pelle hai la carne che fà parte del tuo corpo? Lo sai che la tua pelle tramite i pori respira e si nutre di ciò che le viene spalmato e quindi quei "PRODOTTI CHIMICI" che non ingerisci mettendoli in bocca, glieli fai avere attraverso la pelle? Cosa pensi che possano fare alla tua pelle ed alla tua salute "QUESTE CREME"?
A TE LA RISPOSTA.
Quindi ora che ne sei consapevole ti dico: "SULLA TUA PELLE METTICI SOLO QUELLO CHE MANGERESTI".
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... meviso.htm

ED ORA PARLANDO DELLE FORMAZIONI DI CARIE, SI PUO' CAPIRE QUANTI DANNI AVREBBERO QUESTI DENTISTI CHE SAPPIAMO TUTTI BENISSIMO DI CHE CIFRE SI PARLA SE SI HA BISOGNO DEL LORO INTERVENTO CHE GUARDA CASO E': O CON IVA O SENZA IVA.
COME BUON ULTIMO LA MEDICINA CHE SE TI VENGONO I TUMORI DELLA PELLE O DEVI FARE DEI RAGGI ALLA DENTATURA O ADDIRITTURA TI RECHI DAL DENTISTA DELLA MUTUA, LA PARCELLA SE TI VA' BENE LA PAGA IL MINISTERO DELLA SALUTE, IN QUANTO QUESTO DENTISTA NON LAVORA GRATIS.

Oh, ma allora della CARENZA della vitamina K2, anche i reni ne soffrono e lavorano male, potendo quindi dare problemi, ma questo lo "specializzato" nefrologo lo sà? glielo avranno insegnato? Mi auguro tanto di sì, ma se così fosse avremmo saputo di questa vitamina K2, in quanto prescrivendola o facendone fare gli esami del sangue, nel tempo almeno qualcuno lo saprebbe.
SONO INVECE CERTO DI NO.
Quindi mi permetto di ricordare a chi ha problemi di reni di farsi fare l'esame della
VITAMINA K2
che da questi risultati può vederne il valore, avendo così il modo di correre ai ripari dandogliela al proprio corpo affinchè possa usarla per la sua AUTONOMA GUARIGIONE.
Scusate, non vado oltre.....

Oggi 22 gennaio 2019, dopo avermi fatto fare ieri le richieste degli esami del sangue per Franca e per me, dal nostro medico di base, stamattina alle 7.30 ci siamo recati al laboratorio analisi per il giusto prelievo.
Dato che è dal 05/04/2018 che con Franca ingoiamo ogni giorno con costanza questa vitamina K2, quindi da quasi un anno, ho proposto al mio medico di richiedere anche i valori di questa. Al che, non avendo trovato gli estremi necessari mi ha comunicato che li cercava ed avremmo fatto questo esame un pò più in là.
Ebbene questa mattina alla impiegata che ha ritirato le richieste ho fatto la domanda logica per avere gli estremi necessari per questo esame e lei mi ha comunicato che il laboratorio questo esame lo fà, ma per la regione Piemonte non è mutuabile, quindi solo a pagamento ed al costo di
160.00 EURO
COSI' TANTO?
Quante persone avranno la possibilità di farsela controllare?
Da incompetente, che differenza può esserci nella ricerca tra la vitamina D e questa vitamina K2?
Sono entrambe liposolubili, quindi il lavoro da effettuare dovrebbe avere uguale.
Già la ricerca della vitamina D è dalla medicina: DEMONIZZATA, addirittura i medici dichiarano che il farla controllare è diventata una moda e non vogliono farla fare, adducendo mille scusa: sì perchè in caso di CARENZA si sentono obbligati a prescriverla, ed ecco che allora, onde evitare di prescrivere anche la vitamina K2, le quali, come abbiamo capito DANNO LA SALUTE specialmente quest'ultima, A CHI NON NE E' CARENTE, ecco che è indispensabile che questa non possa essere controllata da chi non ne ha le possibilità.
Mi permetto allora di comunicarvi il mio pensiero, e penso di non sbagliare.
Il tutto non può che determinare senza ombra di dubbio che vi è nel SISTEMA
LA MASSIMA MALAFEDE
in quanto oltre a non dare le GIUSTE INFORMAZIONI in merito a questa vitamina K2. si mette in condizioni il medico di base di NON FAR FARE QUESTO ESAME, in quanto che se uscisse CARENTE, è logico il DOVERE, da parte sua, di prescrivere questa vitamina come stà succedendo con la vitamina D.
Questo dimostra chiaramente che LA TUA, LA MIA, LA VOSTRA SALUTE PER IL SISTEMA SANITARIO NON E' LA PRIORITA', ANZI AL CONTRARIO, LA PRIORITA' E' IL LUCRO.
Spero di non avervi tediato, in quanto non è la mia intenzione, ma farvi capire LE PURE VERITA'.
Per il resto degli esami del sangue, onde dimostrarvi la nostra SALUTE, posterò i risultati in altra settimana quelli di Franca ed i miei.
Naturalmente con Franca questa vitamina K2 la ingoiamo dall'aprile 2018.
Devo quindi fare presente che all'atto del prelievo del sangue da parte del personale preposto del laboratorio analisi, di norma, finito il prelievo viene tolto l'ago e subito messo sul buco del cotone applicando uno scotck per tenuta e togliendolo poi dopo alcuni minuti. In passato, di solito togliendo questo cotone vi era del sangue e per Franca era normale che le venisse un piccolo ematoma blu.
Stranamente questa volta per entrambi, il cotone aveva appena una piccolissima macchia di sangue e per Franca niente ematoma.
Questo fatto ci ha confermato che la vitamina K2 in noi, NON CARENTI, stà facendo il suo lavoro di anti-emorragico e ne abbiamo avuto soddisfazione.
Questo post lo dedico ad una comunicazione per i VEGANI ed i VEGETARIANI.
Premetto che non ho nulla contro nessuno, tanto meno contro di voi, ma farvi parte di ciò che ho scoperto poco tempo fà.
Sappiamo tutti che chi si alimenta seguendo uno STILE DI VITA VEGETARIANO o VEGANO è facile che il loro corpo sia CARENTE di un "ALIMENTO ESSENZIALE" molto importante:
la VITAMINA B12
Però come detto, sapendolo, è possibile correre ai ripari ingerendo giornalmente quel cosi detto "INTEGRATORE" che personalmente ho denominato "ALIMENTO ESSENZIALE", anche solo per il fatto che questi sono nel mio sangue, quindi segnati a LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA, MA SOPRATUTTO PERCHE' NON AMMETTO DI ESSERE STATO "GENERATO" negli "INTEGRATORI", (e voi?) onde evitare sorprese di mancanza di salute.
Questo, come sappiamo è ammesso anche dai grandi sostenitori di questo STILE VEGETARIANO o VEGANO, ma nonostante questi sostenitori siano per la maggior parte di loro delle autorità mediche, che per nominarne alcuni:
come primo, l'oncologo Umberto Veronesi
seguito dall'oncologo Franco Berrino
seguiti da altri medici che ho sentito personalmente per radio, tv, ed altri mezzi di comunicazione per descrivere i vantaggi di questo STILE DI VITA.
Un altro personaggio molto conosciuto è Valdo Vaccaro, che inoltre gestisce un sito di informazione al riguardo della salute, dedicato ai VEGANI. ed ai VEGETARIANI, in quanto si dichiara VEGANO personalmente.
Ora, avendo personalmente scoperto la GRANDE IMPORTANZA della vitamina K2 per la VERA SALUTE, mi chiedo:
COME MAI TUTTI QUESTI PERSONAGGI NON VI HANNO INFORMATO DELLA IMPORTANZA DI QUESTA VITAMINA K2 PER LA SALUTE VOSTRA?
MI VOLETE CONVINCERE CHE LORO DI QUESTA VITAMINA K2 NON NE SANNO PROPRIO NULLA, DATO CHE CI SONO MOLTI STUDI CHE NE DIMOSTRANO LA IMPORTANZA?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ariani.htm
AVENDO INFORMAZIONE QUALI CIBI CONTENGONO QUESTA VITAMINA K2, DEDUCO CHE I CONSIGLI DI CERTI MEDICI SUL LATTE E SULLA CARNE; SIANO MOLTO INTERESSATI.
QUALCOSA DA AGGIUNGERE O DA TOGLIERE?
IN CONCLUSIONE E' FINALMENTE FACILE CAPIRE IL PERCHE' DELLA DISINFORMAZIONE SUI CIBI NATURALI E SULLA VITAMINA K2.

Il libro della naturopata francese Kate Rhéeaume-Bleue con tante informazioni sulla riscoperta della vitamina K2. Ecco i buoni motivi per cui assumerla e come:
1 Previene e contrasta la formazione di rughe: Una ricerca coreana del 2008 pubblicata nella rivista "Nephrology" dimostra che l'aumento della rugosità facciale dipenda molto spesso da una diminuzione della corretta funzione renale (uno dei sintomi di scarsa assunzione di vitamina k2). Agendo su più fronti, attraverso l'assunzione di questa vitamina, non solo è più facile contrastarne la formazione, ma anche riportare indietro l'orologio biologico
Prove edimiologiche dimostrano che le donne giapponesi, assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto), fonte principale di vitamina k2, risultano avere una pelle molto più distesa rispetto alle donne nordamericane della stessa età
2.Preserva la salute dei denti: Tra tutti i benefici della vitamina k2, la salute dentinale è il beneficio oggetto di maggior ricerca e maggiori risultati. Sarebbe molto semplice, infatti, grazie ad un'assunzione costante di k2, riuscire non solo a prevenire la placca ma anche a guarire la carie
L'anatomia del dente è costituita da una struttura calcificata simile all'osso e dunque come per le ossa stesse, richiede una buona quantità di osteocalcina, per un buon funzionamento e una buona conservazione
3. Aumenta il livello di fertilità: è dato recente che oggi, circa il 10% delle coppie non riesce a concepire, neanche con la fecondazione assistita. Gli organi sessuali maschili e femminili sono tra i principali regolatori della crescita della densità ossea
una mancanza notevole di osteocalcina può dunque ridurre la produzione di estrogeni e testosterone. Una regolare assunzione di cibi provenienti da bestiame la cui alimentazione sia a base d'erba, risulta centrale per la capacità riproduttiva.
4. Contrasta le malattie ossee e arteriose (osteoporosi, artrite, ostruzione delle arterie): lo sviluppo dello scheletro e della massa ossea avviene dalla nascita fino a circa 20 anni. Gli esperti concordano sul fatto che più massa si riesce a costruire nei primi vent'anni di età, più risulterà possibile prevenire l'osteoporosi. Più in generale, col passare degli anni, i livelli di osteocalcina tendono a diminuire e se debitamente inclusi nella propria dieta alimentare, la qualità della vita può nettamente migliorare
COME ASSUMERLA: i cibi che più di altri aiutano a includere la vitamina K2 nella propria dieta sono tutti gli alimenti fermentati, come ad esempio i fagioli di soia (natto) dal sapore molto forte ma utili anche alla riduzione del colesterolo
il tuorlo d'uovo (soprattutto se proveniente da gallina ruspante) per i grassi insaturi che riducono il colesterolo e i nutrienti essenziali
i formaggi provenienti da bestiame alimentato a erba, i cosiddetti grass-fed
altra fonte di vitamina k2 è la selvaggina, in particolare le carni d'anatra, fagiano, coniglio, tacchino, cinghiale sono tra i maggiori integratori di menachione
anche il pollo è un ottimo integratore di vitamina k2, oltre ad avere un'altissima concentrazione di proteine di buona qualità
QUANTITÁ CONSIGLIATA: la quantità raccomandata varia in base al fabbisogno del corpo, che può essere maggiore o minore in base allo stato di salute personale. La quantità varia, inoltre, in base alla tipologia di integratore K2 assunto (da alimento o da integratori del tipo MK-4 che estrae la vitamina k2 dalle piante di tabacco)
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gavita.htm
Addirittura un libro dal titolo:
"Il segreto per evitare l'osteoporosi e l'aterosclerosi correlate al calcio"
riporta:
"Mentre milioni di persone assumono integratori di calcio e vitamina D pensando di aiutare le loro ossa, la verità è che, senza l'aggiunta di vitamina K2, un tale regime di salute potrebbe rivelarsi pericoloso. Senza la vitamina K2, il corpo non può dirigere il calcio alle ossa dove è necessario; invece, il calcio risiede nei tessuti molli (come le arterie) - portando a una combinazione di osteoporosi e aterosclerosi, o il temuto "paradosso del calcio". Questo è il primo libro a rivelare quanto sia universale la carenza di vitamina K2 e il rischio (nella forma di cancro e diabete, tra le altre malattie) l'assenza di vitamina K2.
Scritto dal Dr. Kate Rheaume-Bleue, un esperto di salute popolare sulla televisione e radio canadesi, "Vitamina K2 e il paradosso del calcio" lancia un monito sulla popolarità della mania di calcio e vitamina D, mentre illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi. Il libro demistifica questo oscuro supernutriente - una vitamina liposolubile che gli esseri umani una volta prosperavano, ignorati dagli scienziati per quasi settanta anniDettagli come il consumo di animali nutriti con erba ha portato ad un'adeguata assunzione di vitamina K2 - mentre il mangime a base di cereali ha aiutato a sradicare la vitamina K2 dalle nostre diete Descrive come i medici stanno aumentando le dosi raccomandate di calcio e vitamina D - senza prescrivere la vitamina K2Dettagli più dannosi su transfats - e come la creazione di una vitamina K sintetica interferito con il metabolismo della vitamina K del corpo
Un libro essenziale per chiunque sia interessato alla salute delle ossa o al mantenimento della loro salute generale, "La vitamina K2 e il paradosso del calcio" è la guida per prendere la giusta combinazione di integratori e l'aggiunta di vitamina K2 a un regime giornaliero."
Quindi mi permetto di sottolineare la parte:
"illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi."
che conferma quanto sotto degli altri articoli correlati sui DENTI e sulle RUGHE.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... amento.htm
La vitamina K è una molecola liposolubile scoperta nel 1929 dallo scienziato danese Henrik Dam. Egli osservò che polli sottoposti ad una dieta inadeguata sviluppavano una particolare situazione clinica caratterizzata da bassi livelli di protrombina e spiccata tendenza emorragica. Successivamente gli stessi scienziati scoprirono che nutrendo questi animali con piante ricche di sostanze liposolubili (erba medica/medicago sativa) era possibile alleviare questi problemi. Questa sostanza che influiva sulla coagulazione (in danese : Koagulation) fu chiamata vitamina K. Negli stessi anni veniva anche scoperto che soggetti con gravi patologie epatiche ad impronta itterica avevano anch’essi bassi livelli di protrombina. Era stato chiarita la relazione tra vitamina K, adeguata funzione epatica e normale funzione coagulativa.
Formula chimica di varie molecole di Vitamina K
Quando si parla di vitamina K ci si riferisce non ad una singola molecola ma ad una famiglia di nutrienti, basilare è distinguere tra:
Vitamina K1 (o Fillochinone), sintetizzato da vari tipi di piante, si tratta di un’unica molecola.
Vitamina K2 (o Menachinone), sintetizzato da vari batteri della flora intestinale, in particolare Gram +, si distinguono qui vari gruppi di molecole in relazione alla catena laterale formata da un numero diverso di unità isopreniche:
– MK-4, menachinone a catena corta, meno attivo, presente soprattutto nei prodotti di derivazione animale, ottenuta comunque anche per via sintetica.
– MK- 7-13, menachinoni a catena più lunga, più attivi, presenti soprattutto in prodotti fermentati in particolare derivati dalla soia quali il Natto (MK-7). Più lunga è la catena isoprenica laterale, maggiore è la lipofilia della vitamina.
Vitamina K3 (o Menadione), molecola sintetica usata come sodio bisolfito nell’alimentazione di polli e suini, è idrosolubile ma poco stabile.
FONTI ALIMENTARI DI VITAMINA K
Le maggiori fonti dietetiche di vitamina K1 sono le verdure di colore verde scuro e gli olii vegetali. La vitamina K2 alimentare deriva da 2 maggiori fonti:
grassi di origine animale quali uova e latte e derivati . Gli animali accumulano K2 nei loro tessuti in proporzione diretta con la ricchezza in vitamina K1 dei vegetali che assumono. Ovviamente la carne ed il latte di animali allevati al pascolo sono molto più ricchi in questa vitamina rispetto agli animali tenuti in stalla e nutriti a cereali. La stessa cosa del resto accade con l’acido alfa linoleico.
specifici alimenti fermentati, quali in particolare la soia (Natto) ed il formaggio Brie. In questi casi la vitamina K2 è prodotta dall’azione di specifici batteri.
La vitamina K2 agisce attivando una specifica proteina (Osteocalcina) che stimola l’incorporazione del calcio nelle ossa e nei denti. E’ stato dimostrato che la vitamina K2 riduce il rischio di frattura indipendentemente dai livelli di mineralizzazione ossea. L’associazione con la vitamina D crea una specifica sinergia per il miglioramento della densità ossea. La vitamina K2 agisce anche stimolando la calcificazione del tessuto cartilagineo e rinforzando la struttura degli anelli intervertebrali risultando utile pertanto nell’artrosi degenerativa in generale e nella spondiloartrosi in particolare.
Studi recenti hanno evidenziato come la vit.K2 sia il maggior fattore di mobilizzazione del calcio. I suoi livelli sono direttamente correlati con un calo della mortalità in generale e cardiaca in particolare.
Il 20% dell’Osteocalcina non è legata alle ossa e circola a livello sanguigno. Poiché è prodotta solo dagli osteoblasti, il suo dosaggio rappresenta un attendibile marker di metabolismo osseo e dei livelli di vitamina K. Livelli elevati di osteocalcina si riscontrano in adolescenza, nel morbo di Paget e in altre patologie caratterizzate da aumento della mineralizzazione-riassorbimento osseo quali l’iperparatiroidismo. La non carbossilazione dell’osteocalcina per carenza di vitamina K è associata ad aumentato rischio di fratture dell’anca. Recentemente si è valorizzato il ruolo metabolico dell’osteocalcina non attivata che sembra giocare una parte positiva nel metabolismo glucidico. Gli studi sono ancora in corso ed appaiono confusi perché prevalentemente fatti su roditori i quali, rispetto agli umani, hanno assai maggior percentuale di osteocalcina carbossilata, tuttavia sembra chiaro un ruolo della vitamina K e conseguentemente dell’osteocalcina nel diabete II e l’importanza di una supplementazione ragionata della vitamina K stessa.
PROTEINA GLA DI MATRICE ( MGP)
AZIONE ANTIDIABETICA
Il deficit relativo di vitamina K è associato con maggiori picchi glicemici postprandiali e la supplementazione con vitamina K2 migliora il diabete II. Bisogna ricordare che i picchi insulinici correlati ai momenti di iperglicemia sono uno dei maggiori fattori di invecchiamento tissutale. Il ruolo, non ancora definito, della vitamina K nel metabolismo del glucosio è spiegabile tramite la complessa inter relazione tra vitamina K ed osteocalcina. Dati recenti indicherebbero che bassi livelli di osteocalcina totale (dipendenti dalla vit. D) e di osteocalcina non carbossilata (dipendenti da bassi livelli di vit. K) possano essere in rapporto con esacerbazione delle alterazioni del metabolismo glucidico. Interessante è il rilievo che topi geneticamente carenti di osteocalcina manifestano insulino resistenza e la somministrazione a questi animali di osteocalcina stimola la secrezione insulinica da parte delle cellule b pancreatiche e l’espressione dell’adiponectina (ormone molto favorevole per un buon equlibrio del metabolismo gluco-lipidico e che controlla l’obesità); queste proprietà sono attribuibili all’osteocalcina non carbossilata. Questi rilievi sono in parte modificati nell’uomo nel quale anche l’osteocalcina carbossilata dalla vitamina K sembra avere questi effetti favorevoli nel diabete. Interessante è anche il fatto che nelle donne con diabete gestazionale c’è un aumento dei livelli di osteocalcina che sembra essere un positivo adattamento alla problematica di insulino resistenza frequente in questi soggetti.
PREVENZIONE E TRATTAMENTO DELLE PATOLOGIE CARDIACHE
I livelli di assunzione di vitamina K2 sono inversamente correlati con morbilità e mortalità cardiovascolare. La supplementazione di tale vitamina, nell’animale da esperimento, riduce in 6 settimane del 50% le calcificazioni aterosclerotiche. Il meccanismo di azione è quello dell’attivazione di una specifica proteina (MGP) che rimuove gli accumuli di calcio dalle arterie e da altri tessuti molli, ove possa essere anomalamente accumulato. Questi stessi risultati non si ottengono impiegando vitamina K1. La calcificazione arteriosa è una delle più importanti cause di ipertensione sistolica senile, legata precipuamente alla diminuita elasticità dei vasi Anche le vene varicose possono essere di molto peggiorate da una calcificazione legata alla carenza di vitamina K.
Interessante è il recente rilievo che la vitamina K inibisce una proteina denominata aterocalcina, scoperta nei tessuti aterosclerotici calcificati e coinvolta nello sviluppo dell’aterosclerosi stessa.
Un buon apporto di vitamina K2 rende le arterie più elastiche e morbide rimuovendo gli accumuli di calcio
PREVENZIONE ANTINEOPLASTICA
La vitamina K2 regola una proteina coinvolta con la crescita cellulare, cosa molto utile per prevenire la proliferazione tumorale soprattutto a livello polmonare e prostatico, ma anche in caso di leucemia e mieloma. Tale nutriente si è rivelato utile anche per cancro al seno ed al fegato, in particolare la supplementazione di vitamina K2 appare capace di prolungare la sopravvivenza nei pazienti con epatocarcinoma e di prevenire l’insorgenza di tale patologia nei pazienti con epatite C.
Studi recenti hanno approfondito i meccanismi con i quali la vitamina K esercita un ruolo antiproliferativo, essa induce differenziazione (quindi quanto meno riduce la malignità cellulare) e stimola l’apoptosi in maniera assai più lenta rispetto ai comuni chemioterapici. Viene stimolato, tramite la produzione di superossido, un cambiamento a livello della membrana mitocondriale con rilascio di citocromo C che induce l’apoptosi della cellula in maniera quasi fisiologica. Questi effetti della vitamina K sono inibiti dalla vitamina E e solo parzialmente dalla ciclosporina, farmaco normalmente usato per ridurre i livelli di apoptosi nei pazienti trapiantati o con patologie autoimmuni.
Nelle donne con pregresso cancro al seno in cura con anti estrogeni o inibitori dell’aromatasi il rischio osteoporotico è molto elevato. Ovviamente vanno evitate sostanze anche solo correlate con gli estrogeni (Boro ). La vit K ha un doppio ruolo in queste pazienti.
AZIONE ANTI AGING
E’ noto che l’incidenza di morbo di Alzheimer aumenta con l’età ed è maggiore nel genotipo con apolipoproteina E4. Un deficit relativo di vitamina K, che influenza le funzioni extraepatiche (coagulazione) della vitamina stessa, si verifica comunemente sia nell’invecchiamento maschile che in quello femminile. Le concentrazioni ematiche di vitamina K sono più basse nei soggetti con genotipo APOE4. Sono numerose le evidenze secondo le quali la vitamina K ha importanti funzioni a livello cerebrale inclusa la regolazione dell’attività sulfotransferasica e dei fattori di crescita correlati ai recettori fosfochinasici cellulari. L’ipotesi è che il deficit di vitamina K possa contribuire alla patogenesi del morbo di Alzheimer e che la sua supplementazione possa prevenire o ridurre il danno neuronale correlato a questa malattia o a fattori vascolari. La vitamina K2 si è dimostrata utile nella prevenzione del danno cerebrale da ictus e per antagonizzare l’invecchiamento
AZIONE SULLA FUNZIONE NERVOSA
Una proteina Gla vitamina K dipendente chiamata Gas6, simile alla vitamina S, ha attività neurotrofica a livello dei neuroni dell’ippocampo. Vari dati sperimentali dimostrano che questa proteina stimola la crescita e la sopravvivenza di molti tipi di cellule neuronali.
Il trattamento con inibitori della vitamina K riduce i sulfatidi e l’attività della glutatione-s-transferasi a livello cerebrale.
AZIONE ANTI INFIAMMATORIA
La vitamina K2 ha una potente azione anti infiammatoria (riduzione di PGE2, COX2, IL-6) e può essere molto utile in patologie quali l’artrite reumatoide e la sclerosi multipla. In ogni caso la riduzione dei livelli di infiammazione è giovevole a tutti i livelli, tramite il beneficio anti neoplastico e cardiovascolare ed è una delle spiegazioni del fattore longevità correlato a buoni livelli di vitamina K2.
La supplementazione di 1mg di vitamina K, è stata vantaggiosa nel compensare i difetti di carbossilazione tipici della fibrosi cistica.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... iaging.htm
L'integrazione a tre anni con il trattamento con menzona-7 a basso dosaggio aiuta a ridurre la perdita ossea nelle donne sane in postmenopausa.
Osteoporos Int. 2013 Sep; 24 (9): 2499-507. doi: 10.1007 / s00198-013-2325-6. Epub 2013 23 marzo.
L'integrazione a tre anni con il trattamento con menzona-7 a basso dosaggio aiuta a ridurre la perdita ossea nelle donne sane in postmenopausa.
Knapen MH1, Drummen NE, Smit E, Vermeer C, Theuwissen E.
Informazioni sull'autore
Astratto
Abbiamo studiato se supplementi di vitamina K2 a basso dosaggio (menachinone-7, MK-7) potrebbero influire positivamente sulla salute delle ossa. Accanto a un miglioramento dello stato di vitamina K, l'integrazione di MK-7 ha ridotto significativamente il declino legato all'età nella densità minerale ossea e nella resistenza ossea. Gli integratori a basso dosaggio di MK-7 possono quindi aiutare le donne in post-menopausa a prevenire la perdita di tessuto osseo.
INTRODUZIONE:
Nonostante i dati contraddittori sulla supplementazione di vitamina K e sulla salute delle ossa, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha accettato l'indicazione sulla salute relativa al ruolo della vitamina K nel mantenimento dell'osso normale. In linea con l'opinione dell'EFSA, abbiamo dimostrato che la supplementazione di vitamina K1 (fillochinone) e K2 (menaquinone-4) a dosi elevate a 3 anni ha migliorato la salute delle ossa dopo la menopausa. A causa della maggiore emivita e della maggiore potenza della catena MK-7, abbiamo esteso queste indagini misurando l'effetto della supplementazione di MK-7 a basse dosi sulla salute delle ossa.
METODI:
Donne in postmenopausa in buona salute (n = 244) hanno ricevuto per 3 anni capsule placebo o MK-7 (180 µg MK-7 / giorno). La densità minerale ossea della colonna lombare, dell'anca totale e del collo del femore è stata misurata mediante DXA; sono stati calcolati gli indici di forza ossea del collo del femore. La valutazione della frattura vertebrale è stata eseguita mediante DXA e utilizzata come misura per le fratture vertebrali. Sono state misurate osteocalcina non carbossilata circolatoria (ucOC) e carbossilati OC (cOC); il rapporto ucOC / cOC serviva come marker dello stato di vitamina K. Le misurazioni si sono verificate al basale e dopo 1, 2 e 3 anni di trattamento.
RISULTATI:
L'assunzione di MK-7 ha migliorato significativamente lo stato di vitamina K e ha ridotto il declino correlato all'età in BMC e BMD alla colonna lombare e al collo del femore, ma non all'anca totale. La forza ossea è stata anche favorevolmente influenzata da MK-7. MK-7 ha diminuito significativamente la perdita in altezza vertebrale della regione toracica inferiore nel mid-site delle vertebre.
CONCLUSIONI:
I supplementi di MK-7 possono aiutare le donne in postmenopausa a prevenire l'osso
perdita. Se questi risultati possono essere estrapolati ad altre popolazioni, ad es. Bambini e uomini, è necessario un ulteriore approfondimento.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... pubmed.htm
L'articolo in oggetto, molto informativo riporta:
"Gli effetti benefici della vitamina K2 sono stati ampiamente documentati in anni di ricerca e dalla comparazione tra Vita K1 e K2 è emerso che solo quest’ultima produce effetti positivi sulla salute. Ciò è coerente con quanto evidenziato da importanti studi, che hanno rilevato la superiorità in termini di benefici sulla salute della K2.
Citiamo quanto segue dal sito nutrizionenaturale.org, che ringraziamo calorosamente:
Nel 1980, si è scoperto che la vitamina K è necessaria per attivare una proteina, l'osteocalcina, che si trova nel midollo. Un decennio più tardi, un'altra proteina, vitamina K-dipendente, è stata scoperta: la proteina Gla (MGP), riscontrata nel sistema vascolare. Senza vitamina K, questa ed altre proteine, vitamina K dipendenti, restano inattivate e non possono svolgere le loro funzioni biologiche.
Un altro dato importante è che il MGP è un inibitore molto forte di calcificazione. Se viene inattivato il MGP, si rischiano gravi calcificazioni arteriose e questo è il motivo per cui la vitamina K è così importante per la salute cardiovascolare. Gli studi indicano che la vitamina K può anche far regredire la calcificazione arteriosa indotta dalla carenza di vitamina K."
Quindi la medicina ufficiale non ha scusanti, poichè informata sull'importanza di questa vitamina K2 e non ha mai fatto nulla, La dimostrazione è che non si parla mai di esami del sangue in merito per conoscerne i valori ed eventualmente provvedere, ma non solo, questo vale anche per la vitamina D in quanto entrambe fanno parte di quegli "ALIMENTI ESSENZIALI" nell'elenco della RGR (Razione Giornaliera Raccomandata)
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Avere dei valori normali, probabilmente si potrebbe evitare la morte di infarti ed ictus per molte persone.
Sappiamo che la prima causa di morti al mondo sono proprio gli ictus e gli infarti.
Ed ancora:
"Secondo il Dott Schurgers:
"C'è una forte correlazione tra l'MGP inattivo e le micro-calcificazioni. E' molto facile ipotizzare che la carenza di vitamina K è causa di micro-calcificazioni, che inducono, in cascata processi che portano all'aterosclerosi. "
Fino a pochi anni fa, il MGP era completamente sconosciuto il che sottolinea l'importanza per i medici di mantenersi aggiornati sulle ricerche che oggi si susseguono ad un ritmo molto rapido.
Il Dr. Schurgers afferma: "Abbiamo dimostrato che se si assumono le vitamine K1 e K2, la K1 va principalmente al fegato rimanendovi ed ha relativamente una breve emivita. Dopo tre o quattro ore dall'ingestione non c'è più traccia. Viene catturata dal fegato. La K2 va anche al fegato, ma il fegato la ridistribuisce tramite la frazione di colesterolo delle lipoproteine a bassa densità (LDL), localizzate nei tessuti periferici, come nelle ossa e nel sistema vascolare.
Così, oltre ad attivare il POP che è un potente inibitore di calcificazione, la K2 aiuta anche a prevenire la calcificazione arteriosa trasportando il calcio lontano dalle zone dove non dovrebbe esserci (nel rivestimento dei vasi sanguigni) verso i punti dove è veramente necessario (per esempio nel midollo).
La vitamina K2 è fondamentale nella prevenzione dell'osteoporosi. Gli studi scientifici infatti confermano che la vitamina K2 è essenziale per la salute delle ossa."
Quindi la malattia ARTEROSCLEROSI potrebbe essere prevenuta ed addirittura anche guarita, ma da parte della medicina non succede proprio nulla.
A cosa servono le RICERCHE in merito se alle persone manca addirittura la informazione di base?
Non dimentichiamoci che:
"Nel Prospect Study, in cui 16000 persone sono state seguite per 10 anni, i ricercatori hanno osservato che ogni dose supplementare di 10 mcg di K2 nella dieta, ha permesso una riduzione del 9% del rischio di malattia coronarica, mentre la vitamina K1 non ha ottenuto gli stessi i risultati.
Uno studio epidemiologico che ha seguito ben 11.000 uomini ha scoperto che un elevato apporto di vitamina K2 è positivamente correlato con un rischio più basso del 63% di cancro alla prostata avanzato.
Sono stati studiati una serie di diversi tipi di cancro, compresi Glioblastoma, cancro epatocellulare, tumore del polmone e cancro alla prostata.
Sulla base di questi risultati viene raccomandata vitamina K2 come prevenzione del cancro o per evitare una ricaduta dopo il trattamento del cancro."
Addirittura questa vitamina K2 è contro il cancro, ma chi informa di questo?
Ma perchè si dovrebbe informare? ormai certi tipi di cancro vengono fatti con la laparoscopia, una rendita per certi medici.
Concludo:
"Mentre il dosaggio ideale deve ancora essere determinato, gli studi indicano che abbiamo bisogno di circa 360-500 microgrammi (mcg) di vitamina K2 al giorno. Non ci sono effetti collaterali noti a dosaggi più alti, di conseguenza si ritiene che sia meglio eccedere."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... linici.htm
Sanihelp.it - Mai più senza K2, consiglia Assolatte, perché è questa la vitamina-chiave per combattere gli effetti dell’invecchiamento: dalla pelle rilassata ai problemi cardiaci, dalle rughe alla carie dentaria, alle vene varicose. Inoltre, se i livelli sono troppo bassi le ossa faticano a mantenere un’adeguata mineralizzazione e cresce il rischio di fragilità ossea e osteoporosi.

È ampio, infatti, lo spettro d’azione della più giovane delle vitamine – perché scoperta molto tempo dopo le altre vitamine ­– e, ricerca dopo ricerca, si continuano a individuare nuovi benefici. Al punto da farla inserire tra i nutrienti indispensabili e da procacciarsi ogni giorno, scegliendo gli alimenti che la contengono naturalmente, come latte, yogurt, burro, formaggi freschi morbidi e fermentati, come Gorgonzola, Taleggio e Brie.

L’attenzione a non farsi mai mancare la vitamina K2 diventa più importante dopo i 50 anni e in casi di menopausa precoce o amenorrea, quando la carenza è documentata. Ma anche l’assunzione prolungata di antibiotici, la malnutrizione, l’abuso di alcol e gravi patologie intestinali o epatiche possono comportare un deficit.

La principale funzione della vitamina K2 è quella di legare il calcio che circola nel sangue, evitando che si depositi nelle arterie e nei tessuti molli, e di dirottarlo nelle ossa. Con due risultati: diminuire il rischio che si formino placche di calcio nelle arterie e aumentare la calcificazione ossea, proteggendo sia dalle patologie cardiovascolari che da quelle legate all’osteoporosi.

La vitamina K2 è anche una garanzia di eterna giovinezza estetica perché contribuisce a mantenere la pelle tonica e senza rughe, come hanno rilevato gli studi condotti sulle popolazioni orientali che ne assumono molta con I cibi, come coreani e giapponesi.

Per assumere i 25-50 microgrammi di vitamina K2 consigliati ogni giorno dai nutrizionisti, bastano 80 g di formaggio fermentato. Invece consumando le tre porzioni giornaliere di latte e yogurt consigliate dai Larn (pari a due bicchieri di latte e un di yogurt) si arriva già a coprire il 15% della rda consigliata. Se nel corso della giornata si consumano anche uova, carne o cereali si aumenta l’intake. Quella assunta tramite il consumo di alimenti lattiero-caseari (ossia il menachinone) viene lavorata dai batteri presenti nell’intestino, che la trasformano in una forma bioattiva.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... inezza.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 798
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » lun feb 04, 2019 9:03 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... udizio.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Voglio ringraziare Monica Fredella, che con le proverbiali quattro parole, oltre che darmi una infinita soddisfazione, mi fà capire che devo continuare con la informazione in quanto lei e persone come lei continuano a leggerle.

dal gruppo
Magia, esoterismo,mistero, per pochi intimi.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giorgi.htm

ciaooo Franco
.
.
acidoascorbico.altervista.org
IMPORTANZA DELLA VITAMINA K2
acido ascorbico,acido ascorbico puro,acido ascorbico farmacia,acido…
44
Commenti: 2
Mi piace
Commenta
Commenti

Franco Genre
Franco Genre Ciao David Balestri, GRAZIE per la collaborazione. ciaooo Franco

Mi piace

· Rispondi · 1 g

Monica Fredella
Monica Fredella Franco Genre articolo interessantissimo. Salvo tutti i suoi post. Grazie mille per queste preziose info
1

Mi piace

· Rispondi · 19 gennaio 2019 5:10


Franco Genre
Franco Genre Ciao Monica Fredella, cosa dirti? GRAZIE per il tuo giudizio che per me è un incoraggiamento a continuare su questa strada. Però, in coscienza devo dirti che il merito non è mio personale ma degli "ALIMENTI ESSENZIALI" che mi danno la VERA SALUTE e mi aprono la mente, dei quali ti racconto. ciaooo Franco

Mi piace
· Rispondi · 1 min
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... udizio.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 798
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » mer feb 06, 2019 10:12 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ariani.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Oggi 22 gennaio 2019, dopo avermi fatto fare ieri le richieste degli esami del sangue per Franca e per me, dal nostro medico di base, stamattina alle 7.30 ci siamo recati al laboratorio analisi per il giusto prelievo.
Dato che è dal 05/04/2018 che con Franca ingoiamo ogni giorno con costanza questa vitamina K2, quindi da quasi un anno, ho proposto al mio medico di richiedere anche i valori di questa. Al che, non avendo trovato gli estremi necessari mi ha comunicato che li cercava ed avremmo fatto questo esame un pò più in là.
Ebbene questa mattina alla impiegata che ha ritirato le richieste ho fatto la domanda logica per avere gli estremi necessari per questo esame e lei mi ha comunicato che il laboratorio questo esame lo fà, ma per la regione Piemonte non è mutuabile, quindi solo a pagamento ed al costo di
160.00 EURO
COSI' TANTO?
Quante persone avranno la possibilità di farsela controllare?
Da incompetente, che differenza può esserci nella ricerca tra la vitamina D e questa vitamina K2?
Sono entrambe liposolubili, quindi il lavoro da effettuare dovrebbe avere uguale.
Già la ricerca della vitamina D è dalla medicina: DEMONIZZATA, addirittura i medici dichiarano che il farla controllare è diventata una moda e non vogliono farla fare, adducendo mille scusa: sì perchè in caso di CARENZA si sentono obbligati a prescriverla, ed ecco che allora, onde evitare di prescrivere anche la vitamina K2, le quali, come abbiamo capito DANNO LA SALUTE specialmente quest'ultima, A CHI NON NE E' CARENTE, ecco che è indispensabile che questa non possa essere controllata da chi non ne ha le possibilità.
Mi permetto allora di comunicarvi il mio pensiero, e penso di non sbagliare.
Il tutto non può che determinare senza ombra di dubbio che vi è nel SISTEMA
LA MASSIMA MALAFEDE
in quanto oltre a non dare le GIUSTE INFORMAZIONI in merito a questa vitamina K2. si mette in condizioni il medico di base di NON FAR FARE QUESTO ESAME, in quanto che se uscisse CARENTE, è logico il DOVERE, da parte sua, di prescrivere questa vitamina come stà succedendo con la vitamina D.
Questo dimostra chiaramente che LA TUA, LA MIA, LA VOSTRA SALUTE PER IL SISTEMA SANITARIO NON E' LA PRIORITA', ANZI AL CONTRARIO, LA PRIORITA' E' IL LUCRO.
Spero di non avervi tediato, in quanto non è la mia intenzione, ma farvi capire LE PURE VERITA'.
Per il resto degli esami del sangue, onde dimostrarvi la nostra SALUTE, posterò i risultati in altra settimana quelli di Franca ed i miei.
Naturalmente con Franca questa vitamina K2 la ingoiamo dall'aprile 2018.
Devo quindi fare presente che all'atto del prelievo del sangue da parte del personale preposto del laboratorio analisi, di norma, finito il prelievo viene tolto l'ago e subito messo sul buco del cotone applicando uno scotck per tenuta e togliendolo poi dopo alcuni minuti. In passato, di solito togliendo questo cotone vi era del sangue e per Franca era normale che le venisse un piccolo ematoma blu.
Stranamente questa volta per entrambi, il cotone aveva appena una piccolissima macchia di sangue e per Franca niente ematoma.
Questo fatto ci ha confermato che la vitamina K2 in noi, NON CARENTI, stà facendo il suo lavoro di anti-emorragico e ne abbiamo avuto soddisfazione.
Ora il post lo dedico ad una comunicazione per i VEGANI ed i VEGETARIANI.
Premetto che non ho nulla contro nessuno, tanto meno contro di voi, ma farvi parte di ciò che ho scoperto poco tempo fà.
Sappiamo tutti che chi si alimenta seguendo uno STILE DI VITA VEGETARIANO o VEGANO è facile che il loro corpo sia CARENTE di un "ALIMENTO ESSENZIALE" molto importante:
la VITAMINA B12
Però come detto, sapendolo, è possibile correre ai ripari ingerendo giornalmente quel cosi detto "INTEGRATORE" che personalmente ho denominato "ALIMENTO ESSENZIALE", anche solo per il fatto che questi sono nel mio sangue, quindi segnati a LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA, MA SOPRATUTTO PERCHE' NON AMMETTO DI ESSERE STATO "GENERATO" negli "INTEGRATORI", (e voi?) onde evitare sorprese di mancanza di salute.
Questo, come sappiamo è ammesso anche dai grandi sostenitori di questo STILE VEGETARIANO o VEGANO, ma nonostante questi sostenitori siano per la maggior parte di loro delle autorità mediche, che per nominarne alcuni:
come primo, l'oncologo Umberto Veronesi
seguito dall'oncologo Franco Berrino
seguiti da altri medici che ho sentito personalmente per radio, tv, ed altri mezzi di comunicazione per descrivere i vantaggi di questo STILE DI VITA.
Un altro personaggio molto conosciuto è Valdo Vaccaro, che inoltre gestisce un sito di informazione al riguardo della salute, dedicato ai VEGANI. ed ai VEGETARIANI, in quanto si dichiara VEGANO personalmente.
Ora, avendo personalmente scoperto la GRANDE IMPORTANZA della vitamina K2 per la VERA SALUTE, mi chiedo:
COME MAI TUTTI QUESTI PERSONAGGI NON VI HANNO INFORMATO DELLA IMPORTANZA DI QUESTA VITAMINA K2 PER LA SALUTE VOSTRA?
MI VOLETE CONVINCERE CHE LORO DI QUESTA VITAMINA K2 NON NE SANNO PROPRIO NULLA, DATO CHE CI SONO MOLTI STUDI CHE NE DIMOSTRANO LA IMPORTANZA?
QUINDI MI CHIEDO: CI SONO O CI FANNO, DATO CHE QUESTI GIOCANO CON LA MIA SALUTE, L'UNICA CHE HO?
MA NON SOLO, ORA, AVENDO LA CERTEZZA PROVATA DELLA UTILITA' PER LA MIA SALUTE DELLA VITAMINA K2, E SAPENDO CON CERTEZZA CHE IL MIO SIMILE E' INFINGARDO E FALSO, MI E' VENUTO ANCHE IL DUBBIO CHE QUESTI STRACONOSCIUTI PERSONAGGI QUESTA ALIMENTAZIONE NON L'ABBIANO MAI SEGUITA NELLA LORO VITA, MA LO DICHIARANO PER IL LUCRO, COME FANNO I PERSONAGGI DELLO SPETTACOLO CON LA PUBBLICITA'.
PER IL DIO DENARO: IL PERNO ATTUALE DEL MONDO DI EGOISMO.
LA RIPROVA?
LA RICHIESTA CONTINUA DI DENARO, CON OGNI MEZZO, TV, RADIO, STAMPA, ADDUCENDO CHE SIA PER LA RICERCA SUL TUMORE, PRIMA ERA PER GLI ADULTI, ORA E' ANCHE PER I BAMBINI, MA COSA NE FARANNO DI TUTTI QUEI DENARI VISTO CHE I TUMORI CONTINUANO IMPERTERRITI SULLA LORO STRADA???
E' QUINDI COMPRENSIBILE CHE DIETRO A QUESTI FALSI COMPORTAMENTI E FALSE INFORMAZIONI GIRANO CIFRE ENORMI DI DENARO, QUINDI COME NON SI POTRA' CAPIRE L'INFLUENZA DI TUTTO QUESTO DENARO?
Inoltre mi permetto di riportare un esempio che evidenzia un fatto molto importante sulla durata della vita di Umberto veronesi:
la durata della vita, dell'oncologo, la rapporto con la durata della vita di personaggi che ritengo degli SCIENZIATI del secolo scorso, i quali hanno ingoiato con COSTANZA GIORNALIERA, l'ACIDO ASCORBICO per molti anni della loro vita. Uno di questi è Irwin Stone, il quale l'ACIDO ASCORBICO lo ha ingoiato e, che di conseguenza ed è comprensibile, lo studiato per più di 50 anni.
Riguardo alla durata della sua vita scrive:
"La mia dose giornaliera raccomandata di acido ascorbico si avvicinerebbe molto a quella sintetizzata quotidianamente dai mammiferi con il gene del il GLO intatto. In condizioni di stress le dosi devono essere incrementate Ho preso per molti anni circa 20 grammi di acido ascorbico giornalmente, oltre trecento volte l’attuale RDA, godendo sempre di ottima salute per tutto il periodo. Nelle mie pubblicazioni del 1983 relative agli effetti del regime mega-ascorbico sull’invecchiamento e sulla sindrome di Alzhaimer, cito come esempi lampanti del potere che l’acido ascorbico ha nel mantenere una lunga e sana vita attiva, senza malattie, i miei vecchi amici e colleghi: Albert Szent-Gyorgyi (età 91); Linus Pauling ( età 83); Frederick Klenner (età 77); me stesso (età 77). Stanno tutti lavorando ancora sodo e nessuno mostra la minima traccia di Alzhaimer."
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... 50anni.pdf

Quindi con i benefici apportati alla loro salute dall'ACIDO ASCORBICO, di cui ormai abbiamo i provati benefici questi SCIENZIATI hanno vissuto:
Albert Szent-Gyorgyi nato a Budapest, 16 settembre 1893 – Woods Hole, 22 ottobre 1986, lo scopritore di questo ACIDO ASCORBICO, nel 1931 cui ha ricevuto il Premio Nobel per la medicina nel 1937, ed ha vissuto 93 anni.
Linus Pauling, il due volte Premio Nobel, per la chimica e per la pace, è nato a Portland, 28 febbraio 1901 – Big Sur, 19 agosto 1994, ed ha vissuto 93 anni.
Frederick Klenner, medico, è nato a Pennsylvania 22 ottobre 1907 - Reidsville 20 maggio 1984, ed ha vissuto 77 anni.
Irwin Stone nato nel 1907 - Los Angeles 1984, ed ha vissuto 77 anni.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nziati.htm

Quindi ora posso concludere che ho forti dubbi che il Veronesi ingoiasse anche lui, l'ACIDO ASCORBICO, in quanto potenzialmente in grado di aver avuto queste nostre informazioni.

Sugli inganni perpetrati da sempre, mi spiego meglio:
Dato che con la DISINFORMAZIONE ci guadagnano un sacco di categorie, come elencato sopra, da questa alimentazione, oltre queste però dobbiamo aggiungere anche le INDUSTRIE ALIMENTARI.
Certo, per esempio quelle della SOIA, cui da questi personaggi è consigliato il LATTE DI SOIA.
Al riguardo dobbiamo tenere presente che sui benefici della soia vi sono delle divergenze a livello mondiale sull'uso di questa, escluso le nazioni nelle quali la soia è un prodotto da sempre.
Sì perchè il "natto" è un formaggio ricavato da questa soia, ed abbiamo visto che è un ottimo apportatore di vitamina K2, PERO' E' RICAVATO DALLA SOIA "FERMENTATA", che quindi durante la fermentazione i prodotti controindicati alla salute umana se ne sono andati.
Al contrario del latte di soia e di tutti quei prodotti ricavati e venduti dalle nostre industrie, senza aspettare la "FERMENTAZIONE", in quanto questa è una perdita in denaro.
Dell'articolo sottolineo la parola "FERMENTATA" della frase: "assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto)".
Mi permetto di farlo in quanto le industrie alimentari usano per produrre i prodotti che propongono suglu scaffali, la soia NON FERMENTATA:
"Il latte di soia: la verità
"Anche in questo caso in letteratura sono presenti studi con risultati contrastanti. Tra i tanti, senza creare inutili allarmismi ma solo per dare un'idea di quanto delicata sia la questione, ve ne sono alcuni che sottolineano la capacità degli isoflavoni di favorire la crescita e la proliferazione delle cellule tumorali mammarie. In base ai risultati di questi studi, la soia ed i suoi derivati sarebbero controindicati alle donne con storia presente o passata di cancro al seno."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... alatte.htm

La soia: la verità
Il progresso tecnologico rende possibile la produzione di proteine di soia isolate da ciò che in passato era considerato un sottoprodotto — l’elevata proteina della soia priva di grassi — e di trasformare qualcosa che sembra orribile e puzza terribilmente in prodotti che possono essere consumati da esseri umani. Gli aromi, i conservanti, i dolcificanti, gli emulsionanti e le sostanze nutritive sintetiche hanno trasformato quello che era il brutto anatroccolo dei cibi lavorati, la proteina della soia, in uno dei cibi miracolosi della New Age.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... verita.htm

A questo punto, visto i risultati pro e contro la mia SALUTE di quanto sopra e sapendo quanto le persone umane sono attaccate al dio denaro, e non posso escluderne alcuna, sopratutto i personaggi di questa portata, posso concludere che la posta in gioco: LA MIA SALUTE, è troppo alta per potermi fidare delle loro dichiarazioni in merito a quanto fin'ora.
Vediamo ogni giorno in tv, personaggi molto conosciuti, che sicuramente non useranno MAI i prodotti che pubblicizzano, quindi che differenza ci sarà da questi sopraelencati personaggi?
Siamo quindi sicuri di questo dichiarano su queste ALIMENTAZIONI? oppure per loro è un mezzo di pubblicità?
Ora lascio ad ognuno di voi la GIUSTA PALLA affinchè possa decidere autonomamente sulla SUA SALUTE e per questa, quale strada deve prendere per mantenersela.
Da parte mia sono certo che ognuno di voi ha avuto sottomano le prove della MIA SALUTE, nel dubbio eccovela con l'ultimo mi video:
https://www.facebook.com/genre.franco/v ... 554438894/
La corsa sulla passerella con la descrizione DOCUMENTATA degli interventi chirurgici subiti in una anno: QUATTRO + INFEZIONE da punto metallico dimenticato + INTOSSICAZIONE involontaria da BORO.
https://www.facebook.com/genre.franco/v ... 237020894/

Inconfutabile vero?
Al riguardo di questa vitamina K nei vegetali si trova la vitamina K1, però purtroppo quella trasmutata in vitamina K2 negli intestini è troppo poca per uscirne dalla eventuale CARENZA come cita un articolo.
Al riguardo la pagina recita:
"L'articolo in oggetto, molto informativo riporta:
"Gli effetti benefici della vitamina K2 sono stati ampiamente documentati in anni di ricerca e dalla comparazione tra Vita K1 e K2 è emerso che solo quest’ultima produce effetti positivi sulla salute. Ciò è coerente con quanto evidenziato da importanti studi, che hanno rilevato la superiorità in termini di benefici sulla salute della K2.
Citiamo quanto segue dal sito nutrizionenaturale.org, che ringraziamo calorosamente:
Nel 1980, si è scoperto che la vitamina K è necessaria per attivare una proteina, l'osteocalcina, che si trova nel midollo. Un decennio più tardi, un'altra proteina, vitamina K-dipendente, è stata scoperta: la proteina Gla (MGP), riscontrata nel sistema vascolare. Senza vitamina K, questa ed altre proteine, vitamina K dipendenti, restano inattivate e non possono svolgere le loro funzioni biologiche.
Un altro dato importante è che il MGP è un inibitore molto forte di calcificazione. Se viene inattivato il MGP, si rischiano gravi calcificazioni arteriose e questo è il motivo per cui la vitamina K è così importante per la salute cardiovascolare. Gli studi indicano che la vitamina K può anche far regredire la calcificazione arteriosa indotta dalla carenza di vitamina K."
Quindi la medicina ufficiale non ha scusanti, poichè informata sull'importanza di questa vitamina K2 e non ha mai fatto nulla, La dimostrazione è che non si parla mai di esami del sangue in merito per conoscerne i valori ed eventualmente provvedere, ma non solo, questo vale anche per la vitamina D in quanto entrambe fanno parte di quegli "ALIMENTI ESSENZIALI" nell'elenco della RGR (Razione Giornaliera Raccomandata)
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Avere dei valori normali della K2, insieme alla OMOCISTEINA, probabilmente si potrebbe evitare la morte causata da infarti ed ictus per molte persone.
Sappiamo che la prima causa di morti al mondo sono proprio gli ictus e gli infarti.
Ed ancora:
"Secondo il Dott Schurgers:
"C'è una forte correlazione tra l'MGP inattivo e le micro-calcificazioni. E' molto facile ipotizzare che la carenza di vitamina K2 è causa di micro-calcificazioni, che inducono, in cascata processi che portano all'aterosclerosi. "
Fino a pochi anni fa, il MGP era completamente sconosciuto il che sottolinea l'importanza per i medici di mantenersi aggiornati sulle ricerche che oggi si susseguono ad un ritmo molto rapido.
Il Dr. Schurgers afferma: "Abbiamo dimostrato che se si assumono le vitamine K1 e K2, la K1 va principalmente al fegato rimanendovi ed ha relativamente una breve emivita. Dopo tre o quattro ore dall'ingestione non c'è più traccia. Viene catturata dal fegato. La K2 va anche al fegato, ma il fegato la ridistribuisce tramite la frazione di colesterolo delle lipoproteine a bassa densità (LDL), localizzate nei tessuti periferici, come nelle ossa e nel sistema vascolare.
Così, oltre ad attivare il POP che è un potente inibitore di calcificazione, la K2 aiuta anche a prevenire la calcificazione arteriosa trasportando il calcio lontano dalle zone dove non dovrebbe esserci (nel rivestimento dei vasi sanguigni) verso i punti dove è veramente necessario (per esempio nel midollo).
La vitamina K2 è fondamentale nella prevenzione dell'osteoporosi. Gli studi scientifici infatti confermano che la vitamina K2 è essenziale per la salute delle ossa."
Quindi la malattia ARTEROSCLEROSI potrebbe essere prevenuta ed addirittura anche guarita, ma da parte della medicina non succede proprio nulla.
A cosa servono le RICERCHE in merito se alle persone manca addirittura la informazione di base?
Non dimentichiamoci che:
"Nel Prospect Study, in cui 16000 persone sono state seguite per 10 anni, i ricercatori hanno osservato che ogni dose supplementare di 10 mcg di K2 nella dieta, ha permesso una riduzione del 9% del rischio di malattia coronarica, mentre la vitamina K1 non ha ottenuto gli stessi i risultati.
Uno studio epidemiologico che ha seguito ben 11.000 uomini ha scoperto che un elevato apporto di vitamina K2 è positivamente correlato con un rischio più basso del 63% di cancro alla prostata avanzato.
Sono stati studiati una serie di diversi tipi di cancro, compresi Glioblastoma, cancro epatocellulare, tumore del polmone e cancro alla prostata.
Sulla base di questi risultati viene raccomandata vitamina K2 come prevenzione del cancro o per evitare una ricaduta dopo il trattamento del cancro."
Addirittura questa vitamina K2 è contro il cancro, ma chi informa di questo?
Ma perchè si dovrebbe informare? ormai certi tipi di cancro vengono fatti con la laparoscopia, una rendita per certi medici.
Concludo:
"Mentre il dosaggio ideale deve ancora essere determinato, gli studi indicano che abbiamo bisogno di circa 360-500 microgrammi (mcg) di vitamina K2 al giorno. Non ci sono effetti collaterali noti a dosaggi più alti, di conseguenza si ritiene che sia meglio eccedere."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... linici.htm

Mi stò permettendo questa comunicazione in quanto per ingoiare NATURALMENTE questa vitamina K2 è indispensabile ingoiare i CIBI NATURALI da voi tanto demonizzati.
La pagina recita:
"Il libro della naturopata francese Kate Rhéeaume-Bleue con tante informazioni sulla riscoperta della vitamina K2. Ecco i buoni motivi per cui assumerla e come:

1 Previene e contrasta la formazione di rughe: Una ricerca coreana del 2008 pubblicata nella rivista "Nephrology" dimostra che l'aumento della rugosità facciale dipenda molto spesso da una diminuzione della corretta funzione renale (uno dei sintomi di scarsa assunzione di vitamina k2). Agendo su più fronti, attraverso l'assunzione di questa vitamina, non solo è più facile contrastarne la formazione, ma anche riportare indietro l'orologio biologico
Prove edimiologiche dimostrano che le donne giapponesi, assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto), fonte principale di vitamina k2, risultano avere una pelle molto più distesa rispetto alle donne nordamericane della stessa età

2.Preserva la salute dei denti: Tra tutti i benefici della vitamina k2, la salute dentinale è il beneficio oggetto di maggior ricerca e maggiori risultati. Sarebbe molto semplice, infatti, grazie ad un'assunzione costante di k2, riuscire non solo a prevenire la placca ma anche a guarire la carie
L'anatomia del dente è costituita da una struttura calcificata simile all'osso e dunque come per le ossa stesse, richiede una buona quantità di osteocalcina, per un buon funzionamento e una buona conservazione

3. Aumenta il livello di fertilità: è dato recente che oggi, circa il 10% delle coppie non riesce a concepire, neanche con la fecondazione assistita. Gli organi sessuali maschili e femminili sono tra i principali regolatori della crescita della densità ossea
una mancanza notevole di osteocalcina può dunque ridurre la produzione di estrogeni e testosterone. Una regolare assunzione di cibi provenienti da bestiame la cui alimentazione sia a base d'erba, risulta centrale per la capacità riproduttiva.

4. Contrasta le malattie ossee e arteriose (osteoporosi, artrite, ostruzione delle arterie): lo sviluppo dello scheletro e della massa ossea avviene dalla nascita fino a circa 20 anni. Gli esperti concordano sul fatto che più massa si riesce a costruire nei primi vent'anni di età, più risulterà possibile prevenire l'osteoporosi. Più in generale, col passare degli anni, i livelli di osteocalcina tendono a diminuire e se debitamente inclusi nella propria dieta alimentare, la qualità della vita può nettamente migliorare

COME ASSUMERLA: i cibi che più di altri aiutano a includere la vitamina K2 nella propria dieta sono tutti gli alimenti fermentati, come ad esempio i fagioli di soia (natto) dal sapore molto forte ma utili anche alla riduzione del colesterolo
il tuorlo d'uovo (soprattutto se proveniente da gallina ruspante) per i grassi insaturi che riducono il colesterolo e i nutrienti essenziali
i formaggi provenienti da bestiame alimentato a erba, i cosiddetti grass-fed
altra fonte di vitamina k2 è la selvaggina, in particolare le carni d'anatra, fagiano, coniglio, tacchino, cinghiale sono tra i maggiori integratori di menachione
anche il pollo è un ottimo integratore di vitamina k2, oltre ad avere un'altissima concentrazione di proteine di buona qualità
QUANTITÁ CONSIGLIATA: la quantità raccomandata varia in base al fabbisogno del corpo, che può essere maggiore o minore in base allo stato di salute personale. La quantità varia, inoltre, in base alla tipologia di integratore K2 assunto (da alimento o da integratori del tipo MK-4 che estrae la vitamina k2
dalle piante di tabacco)."
Tra l'altro la pagina in oggetto dichiara:
"La vitamina K2, scoperta nel 1935 dal biochimico Carl Peter Henrick Dam, per questo ebbe il premio Nobel per la Medicina e la Fisiologia nel 1943, insieme allo statunitense Edward Adelbert Doisy che della vitamina K aveva realizzato la sintesi, sta attirando sempre più l'attenzione del mondo scientifico per via delle sue evidenti proprietà benefiche legate alla presenza di calcio nel nostro corpo. La K2 vitamin mette in azione una proteina nota come osteocalcina, che spazza via il calcio dai tessuti in cui potrebbe risultare dannoso (vene, arterie) spostandolo nelle ossa e nei denti. Un recente libro della dottoressa naturopata Kate Rhéaume-Bleue mette in evidenza le cause e gli effetti della vitamina K2, sostenendo che una corretta e costante assunzione, attraverso gli alimenti che ne offrono un maggiore apporto, non solo aiuta a contrastare la carenza di calcio ma contribuisce a migliorare la salute, contrastando patologie molto comuni. Tra gli indizi di una possibile carenza di vitamina K2 vi sono PROBLEMI RENALI, carie, osteoporosi e la formazione di rughe.
Scorri la gallery per scoprire i 4 buoni motivi per cui assumerla e dove trovarla
di Sara Rezk
16 Giugno 2017"

Oh, ma allora della CARENZA della vitamina K2, anche i reni ne soffrono e lavorano male, potendo quindi dare problemi, ma questo lo "specializzato" nefrologo lo sà? glielo avranno insegnato? Mi auguro tanto di sì, ma se così fosse avremmo saputo di questa vitamina K2, in quanto prescrivendola o facendone fare gli esami del sangue, nel tempo almeno qualcuno lo saprebbe.
SONO INVECE CERTO DI NO.
Quindi mi permetto di ricordare a chi ha problemi di reni di farsi fare l'esame della
VITAMINA K2
che da questi risultati può vederne il valore, avendo così il modo di correre ai ripari dandogliela al proprio corpo affinchè possa usarla per la sua AUTONOMA GUARIGIONE.
Scusate, non vado oltre.....
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gavita.htm
L'articolo a conferma riporta:
"Sanihelp.it - Mai più senza K2, consiglia Assolatte, perché è questa la vitamina-chiave per combattere gli effetti ell’invecchiamento: dalla pelle rilassata ai problemi cardiaci, dalle rughe alla carie dentaria, alle vene varicose. Inoltre, se i livelli sono troppo bassi le ossa faticano a mantenere un’adeguata mineralizzazione e cresce il rischio di fragilità ossea e osteoporosi.
È ampio, infatti, lo spettro d’azione della più giovane delle vitamine – perché scoperta molto tempo dopo le altre vitamine ­– e, ricerca dopo ricerca, si continuano a individuare nuovi benefici. Al punto da farla inserire tra i nutrienti indispensabili e da procacciarsi ogni giorno, scegliendo gli alimenti che la contengono naturalmente, come latte, yogurt, burro, formaggi freschi morbidi e fermentati, come Gorgonzola, Taleggio e Brie.
ed ancora:
"Per assumere i 25-50 microgrammi di vitamina K2 consigliati ogni giorno dai nutrizionisti, bastano 80 g di formaggio fermentato. Invece consumando le tre porzioni giornaliere di latte e yogurt consigliate dai Larn (pari a due bicchieri di latte e un di yogurt) si arriva già a coprire il 15% della rda consigliata. Se nel corso della giornata si consumano anche uova, carne o cereali si aumenta l’intake. Quella assunta tramite il consumo di alimenti lattiero-caseari (ossia il menachinone) viene lavorata dai batteri presenti nell’intestino, che la trasformano in una forma bioattiva.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... inezza.htm
Quindi vi invito ad interessarvi seriamente su questa vitamina K2 di cui i sopra citati personaggi non hanno mai dato alcuna informazione sulla eventuale CARENZA nel vostro corpo, non vi sembra strano tutto questo?. Deduco senza ombra di dubbio che questa è una classica DISINFORMAZIONE che dato il ruolo di questi personaggi che dicono di dedicarsi alla salute umana, ritengo che sia molto fuorviante.
Infatti questi personaggi questa vitamina K2 come è per tutti gli altri da me denominati "ALIMENTI ESSENZIALI" cominciando dall'ACIDO ASCORBICO li chiamano INTEGRATORI e conoscendo il significato di questa parola ci lasciano tutti in CARENZA.
Cosa sono gli "ALIMENTI ESSENZIALI"?
La pagina recita:
"Domanda: mi puoi dire cosa sono gli "ALIMENTI ESSENZIALI"?
Sono definiti "ALIMENTI ESSENZIALI" quegli alimenti che si trovano nel liquido seminale maschile di tutti maschi animali del mondo e dei quali questa è l'analisi chimica:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... sperma.htm
Per intenderci, sono parte di quei denominati "integratori", cui la medicina li ha radunati in un file PDF stabilendo dei limiti massimi giornalieri necessari al corpo umano per mantenerlo in salute (che ritengo ridicoli). C'è da chiedersi con che criterio questi limiti sono stati fissati. Però come posso chiamarli "integratori" se fanno parte del mio sangue e quindi segnati a LETTERE DI FUOCO nel mio DNA?
La medicina ha riunito nella parola "INTEGRATORI" molti prodotti, dei quali i prodotti DOPANTI che forniscono i clienti certe palestre per far venire loro dei muscoli incredibili, ed altri che usano i ciclisti per vincere delle gare, o altri sportivi che vogliono ottenere dei risultati fuori dalla norma. Ma come sappiamo nello sport si fanno i controlli per eliminare chi si DOPA. Ma questo viene fatto poichè ingoiando questi si rischia la vita. Ecco che per spaventare le persone, la MEDICINA ha furbescamente inserito gli "ALIMENTI ESSENZIALI" tra questi "INTEGRATORI" in modo che a nessuno venga in mente di ingoiarli, facendo credere che possono rischiare la vita.
Eccone la dimostrazione pratica:
La pagina recita: """Voglio riportare anche quì quello che è avvenuto nei giorni scorsi e cioè che la RGR Razione Giornaliera Raccomandata per la vitamina C (ACIDO ASCORBICO) è stata aumentata dal Ministero della Salute da (60x300%=) 180 milligrammi a 240 milligrammi variando addirittura il sistema di conteggio. Precedentemente se NON stavi accorto non ti accorgevi che potevi moltiplicare x 300%, quindi tutti continuavano ad interpretare 60 milligrammi anzichè 180 milligrammi come valore massimo (di questo me ne dovete rendere atto). D'ora in poi invece troveremo sempre 240 milligrammi. Quindi col metodo precedente avevano capito che ingerendone 180 milligrammi l'acido ascorbico ti poteva fare bene, allora imbrogliavano le carte per farti fare astinenza=malattia obbligata. Questo stà a dimostrare che finalmente qualcuno si è accorto che la Razione Giornaliera era troppo bassa e che il sistema di conteggio era fasullo quindi lascio a voi l'interpretazione. A buon intenditor poche parole. Quindi possiamo dire che dai 60 ai 240 milligrammi il COLPO è GROSSO!!!!! Cosa ne dite di integrare allora? Ora non basta più un frutto (magari conservato nei frigoriferi e raccolto 8 mesi prima, quindi scarsissimo se non privo di acido ascorbico) al giorno per arrivare alla raccomandazione di 240 milligrammi.
Il dicembre 2011 sono stati variati molti parametri e per la vitamina C (ACIDO ASCORBICO) il parametro è stato portato a 500 mg.
Nell'aprile 2013 il valore del parametro della vitamina C (ACIDO ASCORBICO) è stato portato a 1000 mg. e si è più che raddoppiato il valore della vitamina D.
Che si sia capito che questo ACIDO ASCORBICO (vitamina C) è' il maggior componente dello SPERMA, ma insieme a lui TUTTI gli altri componenti "ALIMENTI ESSENZIALI", regolati da questa molto discutibile tabella.
Spero che si rendano veramente conto che stanno andando CONTRONATURA."
ATTENZIONE, ATTENZIONE, ATTENZIONE ED ANCORA A T T E N Z I O N E ! ? ! ? ! ?
Mi permetto di dirlo, in quanto ho scoperto e vi comunico la
PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI:
Mi spiego.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene la CARIE o addirittura te la ELIMINA, cosa faresti?
Dato che la CARIE è la SOLA CAUSA di spese folli dal dentista onde eliminare il dente incriminato e sostituirlo con un altro fittizio o addirittura farti montare un impianto onde poter masticare il cibo.
Ma non basta.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene le RUGHE o addirittura te le elimina, cosa faresti?
E' inutile che parli delle creme CHE NON MANGERESTI poichè prodotti chimici, ma che spalmandole sulla pelle permetti ai tuoi PORI di immetterle nel tuo corpo.
Non parliamo poi del loro costo.
Cosa faresti se tu sapessi che esiste un prodotto che può farti evitare INCTUS ed INFARTO in quanto è in grado di farti evitare o è in grado di eliminare le CALCIFICAZIONI ALLE ARTERIE E VASCOLARE, e ti fà evitare la OSTEOPOROSI, cosa faresti?
Certo, i medici da queste malattie ne traggono enormi profitti quindi insieme alle categorie sopra elencate per trarne PROFITTO hanno bisogno che tu queste cose le sappia, vero?
Pensa che:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Un "ALIMENTO ESSENZIALE" per TUTTI gli esseri viventi dei quali i più importanti l'ACIDO ASCORBICO., il CLORURO DI MAGNESIO e la vitamina D e gli altri elencati nella RGR (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della SALUTE.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gavita.htm
Addirittura un libro dal titolo:
"Il segreto per evitare l'osteoporosi e l'aterosclerosi correlate al calcio"
riporta:
"Mentre milioni di persone assumono integratori di calcio e vitamina D pensando di aiutare le loro ossa, la verità è che, senza l'aggiunta di vitamina K2, un tale regime di salute potrebbe rivelarsi pericoloso. Senza la vitamina K2, il corpo non può dirigere il calcio alle ossa dove è necessario; invece, il calcio risiede nei tessuti molli (come le arterie) - portando a una combinazione di osteoporosi e aterosclerosi, o il temuto "paradosso del calcio". Questo è il primo libro a rivelare quanto sia universale la carenza di vitamina K2 e il rischio (nella forma di cancro e diabete, tra le altre malattie) l'assenza di vitamina K2.
Scritto dal Dr. Kate Rheaume-Bleue, un esperto di salute popolare sulla televisione e radio canadesi, "Vitamina K2 e il paradosso del calcio" lancia un monito sulla popolarità della mania di calcio e vitamina D, mentre illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi. Il libro demistifica questo oscuro supernutriente - una vitamina liposolubile che gli esseri umani una volta prosperavano, ignorati dagli scienziati per quasi settanta anniDettagli come il consumo di animali nutriti con erba ha portato ad un'adeguata assunzione di vitamina K2 - mentre il mangime a base di cereali ha aiutato a sradicare la vitamina K2 dalle nostre diete Descrive come i medici stanno aumentando le dosi raccomandate di calcio e vitamina D - senza prescrivere la vitamina K2Dettagli più dannosi su transfats - e come la creazione di una vitamina K sintetica interferito con il metabolismo della vitamina K del corpo
Un libro essenziale per chiunque sia interessato alla salute delle ossa o al mantenimento della loro salute generale, "La vitamina K2 e il paradosso del calcio" è la guida per prendere la giusta combinazione di integratori e l'aggiunta di vitamina K2 a un regime giornaliero."
Quindi mi permetto di sottolineare la parte:
"illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi."
che conferma quanto sotto degli altri articoli correlati sui DENTI e sulle RUGHE.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... amento.htm
Al di là delle FALSITA' ed alle BUGIE che ci propina il SISTEMA da sempre, usando anche la PUBBLICITA' SPAZZATURA e mai come in questi giorni nostri, pur di mantenerci in MALATTIA, eccomi a proporvi, oltre agli "ALIMENTI ESSENZIALI", un'altra realtà che è a portata di clic, senza scopo di lucro e senza un fine di ALIMENTAZIONE; come invece lo sono certe ALIMENTAZIONI che pur di ottenere il loro scopo recondito molto ben nascosto, agendo apertamente su parole come "ETICA" ecc. ed informazioni totalmente sbagliate, agendo anche sui sentimenti delle persone, le indirizzano verso una ALIMENTAZIONE che ritengo totalmente errata.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sasono.htm

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ariani.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 798
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » dom feb 10, 2019 2:09 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... minaK2.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Daniela Biroli, è nella norma, il risultato delle DEMONIZZAZIONI fatte dalla medicina su ciò che è LA BASE DELLA VITA sulla terra. Personalmente li ho chiamati "ALIMENTI ESSENZIALI" mentre la medicina per creare la paura li chiama INTEGRATORI, ecco che allora le persone hanno paura di questi che già sono nel suo corpo.
Ma la medicina riesce a sopravvivere proprio per la paura creata nelle persone, poichè vi è certezza che non ha mai guarito alcuna malattia, quindi non è per la bontà delle sue cure che viene seguita, ma perchè non ha alternative.

La pagina recita:
"Sono definiti "ALIMENTI ESSENZIALI" quegli alimenti che si trovano nel liquido seminale maschile di tutti maschi animali del mondo e dei quali questa è l'analisi chimica:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... sperma.htm
confermata dalla RGR (Razione Giornaliera Raccomandata) scritta dal Ministero della Salute, la quale riporta la lista completa degli "ALIMENTI ESSENZIALI", definiti dalla medicina INTEGRATORI, che personalmente, dato che sono nel mio sangue e nel liquido seminale maschile nel quale sono stato GENERATO, oh ma allora sono SCRITTI A LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA, QUINDI cCOME POSSO ACCETTARE DI ESSERE STATO GENERATO NEGLI INTEGRATORI? riportando dei valori massimi giornalieri consigliati (IRRISORI), che come abbiamo visto, oltre che essere nel liquido seminale maschile, sono anche nel sangue di TUTTI gli animali al mondo, quindi anche nel mio, dato che il medico ne richiede i valori facendomi fare l'esame del sangue.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... minab1.htm

Dal gruppo:
Cloruro di Magnesio, i veri amici

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giovinezza

ciaooo Franco
.
.
acidoascorbico.altervista.org
Vitamina K2, molecola della giovinezza: ecco come assumerla 17-05-2018
20Andrea Dalbuongrano Fazion, Fabio Vizzari e altri 18
Commenti: 4Condivisioni: 13
Mi piace
Commenta
Condividi
Commenti

Daniela Biroli
Daniela Biroli Ciao Franco, grazie di quanto sopra, non vedo scritto però se ci sono controindicazioni, c'è chi dice di si e chi dice di no.
1

Mi piace

· Rispondi · 02 gennaio 2019 14:12

Genre Franco
Scrivi una risposta...

Genre Franco
Genre Franco Ciao Daniela Biroli, devi partire da un solo principio. Se ci fossero eccessi pericolosi sarebbe la fine del mondo vivente, in quanto nessun animale e nessun vegetale, in quanto entrambi i regni hanno bisogno degli stessi "ALIMENTI ESSENZIALI", quindi non hanno il bilancino per pesarli o si preoccupano di ingerirene di meno poichè contenuti nei CIBI NATURALI che ingoiano ogni giorno. ------continua------->
1

Mi piace

· Rispondi · 3 h

Genre Franco
Genre Franco Quindi di PERICOLOSO E' SOLO LA CARENZA, CAUSA DI MALATTIE e lo stiamo vivendo. E' chi ti dice il contrario è perchè fà parte del CONTRARIO DI TUTTO, in quanto dal TUTTO GIUSTO ne ha dei danni finanziari. Questo deve essere per inciso. Quindi TRANQUILLA, poichè della innoquità lo dichiarano tutti gli studi ciaooo Franco
1

Mi piace

· Rispondi · 3 h · Modificato

Daniela Biroli
Daniela Biroli Grazie di fatti io la prendo da un anno e mi fa solo che bene, volevo una conferma anche da parte tua
1

Mi piace

· Rispondi · 3 h
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... minaK2.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 798
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » dom feb 10, 2019 2:09 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... minaK2.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Daniela Biroli, è nella norma, il risultato delle DEMONIZZAZIONI fatte dalla medicina su ciò che è LA BASE DELLA VITA sulla terra. Personalmente li ho chiamati "ALIMENTI ESSENZIALI" mentre la medicina per creare la paura li chiama INTEGRATORI, ecco che allora le persone hanno paura di questi che già sono nel suo corpo.
Ma la medicina riesce a sopravvivere proprio per la paura creata nelle persone, poichè vi è certezza che non ha mai guarito alcuna malattia, quindi non è per la bontà delle sue cure che viene seguita, ma perchè non ha alternative.

La pagina recita:
"Sono definiti "ALIMENTI ESSENZIALI" quegli alimenti che si trovano nel liquido seminale maschile di tutti maschi animali del mondo e dei quali questa è l'analisi chimica:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... sperma.htm
confermata dalla RGR (Razione Giornaliera Raccomandata) scritta dal Ministero della Salute, la quale riporta la lista completa degli "ALIMENTI ESSENZIALI", definiti dalla medicina INTEGRATORI, che personalmente, dato che sono nel mio sangue e nel liquido seminale maschile nel quale sono stato GENERATO, oh ma allora sono SCRITTI A LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA, QUINDI cCOME POSSO ACCETTARE DI ESSERE STATO GENERATO NEGLI INTEGRATORI? riportando dei valori massimi giornalieri consigliati (IRRISORI), che come abbiamo visto, oltre che essere nel liquido seminale maschile, sono anche nel sangue di TUTTI gli animali al mondo, quindi anche nel mio, dato che il medico ne richiede i valori facendomi fare l'esame del sangue.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... minab1.htm

Dal gruppo:
Cloruro di Magnesio, i veri amici

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giovinezza

ciaooo Franco
.
.
acidoascorbico.altervista.org
Vitamina K2, molecola della giovinezza: ecco come assumerla 17-05-2018
20Andrea Dalbuongrano Fazion, Fabio Vizzari e altri 18
Commenti: 4Condivisioni: 13
Mi piace
Commenta
Condividi
Commenti

Daniela Biroli
Daniela Biroli Ciao Franco, grazie di quanto sopra, non vedo scritto però se ci sono controindicazioni, c'è chi dice di si e chi dice di no.
1

Mi piace

· Rispondi · 02 gennaio 2019 14:12

Genre Franco
Scrivi una risposta...

Genre Franco
Genre Franco Ciao Daniela Biroli, devi partire da un solo principio. Se ci fossero eccessi pericolosi sarebbe la fine del mondo vivente, in quanto nessun animale e nessun vegetale, in quanto entrambi i regni hanno bisogno degli stessi "ALIMENTI ESSENZIALI", quindi non hanno il bilancino per pesarli o si preoccupano di ingerirene di meno poichè contenuti nei CIBI NATURALI che ingoiano ogni giorno. ------continua------->
1

Mi piace

· Rispondi · 3 h

Genre Franco
Genre Franco Quindi di PERICOLOSO E' SOLO LA CARENZA, CAUSA DI MALATTIE e lo stiamo vivendo. E' chi ti dice il contrario è perchè fà parte del CONTRARIO DI TUTTO, in quanto dal TUTTO GIUSTO ne ha dei danni finanziari. Questo deve essere per inciso. Quindi TRANQUILLA, poichè della innoquità lo dichiarano tutti gli studi ciaooo Franco
1

Mi piace

· Rispondi · 3 h · Modificato

Daniela Biroli
Daniela Biroli Grazie di fatti io la prendo da un anno e mi fa solo che bene, volevo una conferma anche da parte tua
1

Mi piace

· Rispondi · 3 h
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... minaK2.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 798
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » mar feb 12, 2019 6:51 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ak2mk7.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Devo sottolineare quanto scrive dei prodotti alimentari delle industrie il dottor Weston Price:
Noi ormai abbiamo perso talmente memoria di tutto questo, che la dentatura storta è accettata come "normale" nei bambini e la carie attribuita alla scarsa igiene.
Gli esseri umani possono sviluppare una carenza di vitamina K2 in soli sette giorni di dieta con poca vitamina K; e questo è uno dei motivi fondamentali per cui livelli insufficienti di vitamina K2 sono tanto comuni. L’altro motivo principale della grande diffusione di carenza di vitamina K2 è che assumerla dalla nostra dieta è diventato estremamente difficile con i cibi moderni. Quali erano questi «cibi del commercio moderno», come li definì Price, che sembravano avere un effetto tanto nocivo su chi li mangiava? Cibo che poteva essere trasportato per lunghe distanze senza rovinarsi: farina bianca, zucchero bianco, riso bianco, grassi vegetali, prodotti in scatola e altri cibi lavorati, raffinati e privati di qualsiasi sostanza vitale. In altre parole: gli elementi che costituiscono il fondamento della nostra dieta industrializzata.
Quando abbiamo tolto gli animali dai pascoli, inconsapevolmente abbiamo rimosso la vitamina K2 dalla nostra dieta. Gli esseri umani non sono in grado di trasformare la vitamina K1 assunta dalle piante in vitamina K2. Gli animali possono farlo, innanzitutto se nella loro dieta ricevono abbondanti dosi di vitamina K1. I cereali contengono soltanto una parte del precursore della vitamina K2 che si trova nell’erba verde. Quando gli animali pascolavano sui prati, nel cibo a nostra disposizione la vitamina K2 era abbondante. I prodotti principali di una dieta comune, come burro, uova, formaggio e carne, anche se consumati in quantità relativamente esigue, erano in grado di soddisfare il nostro fabbisogno di menachinone. Da quando gli animali vengono nutriti nelle stalle con cereali, non sintetizzano più la vit. K2, di conseguenza noi ne siamo carenti (anche se la carne è "biologica"!).
Il grasso di animali alimentati a erba ha un alto contenuto di menachinone e tende ad avere un colore giallo o arancione più intenso rispetto al grasso di animali non alimentati a erba. Ecco una buona regola da seguire quando si scelgono i cibi ricchi di vitamina K2: in generale, più il grasso è giallo o arancione, maggiore è il contenuto di vitamina K2. Un’altra fonte di proteine grass-fed è la selvaggina. L’anatra, il fagiano, il coniglio, il cervo, il cinghiale (e così via) si nutrono naturalmente di vegetazione verde.

Weston Andrew Valleau Price [1] (6 set 1870 - 23 gen 1948) è stato un dentista conosciuto soprattutto per le sue teorie sul rapporto tra alimentazione, salute dentale, e la salute fisica. Ha fondato l'istituto di ricerca nazionale Dental Association, che divenne la sezione di ricerca della American Dental Association, ed è stato il presidente della NDA dal 1914 al 1928. [2] [3] [4]
Price inizialmente ha fatto la ricerca dentale sul rapporto tra terapia endodontica e denti pulpless e malattia sistemica più ampia, nota come teoria infezione focale, una teoria che ha portato in molte estrazioni di tonsille e denti. [5] teoria infezione focale cadde in disgrazia nel 1930 e è stato spinto ai margini della odontoiatria dal 1950. [6]
Nel 1930, Price aveva spostato il suo interesse per la nutrizione. Nel 1939, ha pubblicato la nutrizione e la degenerazione fisica, [7] in dettaglio i suoi viaggi globali studiando le diete e nutrizione di diverse culture. Il libro si conclude che gli aspetti di una moderna dieta occidentale (soprattutto farina, zucchero, grassi vegetali e moderni lavorati) causano carenze nutrizionali che sono una causa di molti problemi dentali e problemi di salute. I problemi dentali lui osservate includono il corretto sviluppo della struttura facciale (per evitare sovraffollamento dei denti) oltre alla carie dentale. Questo lavoro ha ricevuto recensioni contrastanti, e continua ad essere citato oggi da sostenitori di molte teorie diverse, tra cui l'odontoiatria controversi e teorie nutrizionali.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nprice.htm
Tutto ciò sono esattamente gli stessi come segni di carenza di magnesio !! Mentre ci sono certamente andando sempre essere quelli che semplicemente non può tollerare l'assunzione di vitamina D Supplementi per un motivo o un altro, la buona notizia è che la stragrande maggioranza di questi problemi possono essere risolti o facilmente prevenuta essere sicuri di prendere cofattori sufficienti , con vitamina a e la vitamina K di essere altrettanto importante quanto prendere il magnesio in una dose sufficiente per risolvere qualsiasi carenza latente, come ad esempio, che viene disegnato sulla pagina di magnesio dosaggio, insieme con la vitamina d.
Come magnesio e vitamina D
Lavorare insieme
Dal momento che è necessario il magnesio per la conversione della vitamina D nella sua forma attiva, è anche vero che l'assunzione di vitamina D non può sollevare i livelli ematici di vitamina D in coloro che sono carenti di magnesio !! Assicurarsi di leggere questo nuovo e di capire questo magnesio e vitamina D interrelazione:
Il magnesio è 'consumata' quando la vitamina D viene convertita nella sua forma attiva nel sangue
Il magnesio è 'richiesto' per convertire la vitamina D nella sua forma attiva nel sangue
Funziona in entrambi i modi. Il magnesio non è solo esaurita, ma non permette di convertire la vitamina D se non si ha abbastanza magnesio, al fine di consentire la vitamina D da convertire !! In molti casi in cui grandi dosi di vitamina D sono prese, ma il livello di vitamina D non venire, sia per la persona carente e il loro medico credono che stanno avendo problemi di assorbimento della vitamina D. Questo finisce per provocare:
Un sacco di paura che un serio problema medico di base esiste
Inutilmente alti dosaggi di vitamina D sono spesso prese causando un peggioramento della carenza di magnesio
Migliaia e talvolta decine di migliaia di dollari vengono spesi in inutili test medici per trovare il problema 'assorbimento'
La carenza di magnesio sottostante è spesso mai trovato e affrontato, perché il test per i livelli di magnesio non è un test utile per determinare necessità di tale nutriente
A differenza dei farmaci, nutrienti sono 'sinergico' e interconnessi tra loro. Soprattutto nel caso di magnesio e vitamina D è estremamente importante che si prende il magnesio e vitamina D insieme quando si sta assumendo la vitamina D al fine di evitare questi problemi.
Un'altra ragione di questo è che il magnesio aiuta l'assorbimento del calcio, così, e molte donne che prendono vitamina D e calcio 'le mie ossa' non finire per prendere il magnesio insieme con questi due Fertilizzanti- e questo può compromettere l'efficacia costruzione osso del vitamina d e calcio.
Quindi, non farsi prendere l'assunzione di vitamina D senza prendere sia magnesio e vitamina D insieme! E 'davvero così importante! Continua a leggere per scoprire quali altri fattori possono influenzare l'assorbimento della vitamina D.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... aminaD.htm

Però abbiamo notizia che con la vitamina D3 per le ossa è necessaria anche la vitamina K2.
Che se ne sia carenti non lo ritengo vero, in quanto il nostro corpo negli intestini, grazie a 3 (tre) componenti se la AUTOPRODUCE, usando i batteri ESCHERICHIA COLI, che in questo intestino ci vivono in simbiosi, l'ACIDO ASCORBICO ed il LATTOSIO.
"Escherichia coli è un batterio di comune riscontro nell'intestino di uomini ed animali omeotermi. Gram negativo, asporigeno, aerobio - anaerobio facoltativo, di forma bastoncellare, l'Escherichia coli è un normale commensale del colon; ciò significa che vive a spese dell'organismo umano senza arrecare particolari danni o benefici. Si nutre di zuccheri come lattosio e glucosio, che fermenta originando acidi e gas, e contribuisce alla produzione di vitamina K. Per questa loro caratteristica e per la capacità di contrastare la colonizzazione intestinale da parte di patogeni, i ceppi innocui di Escherichia coli possono essere considerati addirittura simbionti; ciò significa che sia loro che l'ospite traggono reciproco vantaggio dalla convivenza."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... akcoli.htm

come si leggerà anche nell'articolo sotto:"Vitamina K2 o menachinoni di origine batterica (sintetizzata dai batteri simbionti normalmente presenti nella flora intestinale umana, come quelli appartenenti al genere Escherichia (come Escherichia coli)."
In proposito Linus Pauling ci spiega molto bene la funzione di questi batteri avendo a disposizione l'ACIDO ASCORBICO ed il LATTOSIO:
"pagina 277/340------batterio ESCHERICHIA COLI e il LATTOSIO (LATTE) e i "GENI REGOLATORI"
Si tratta di un fenomeno ben noto nei batteri. Il comune batterio intestinale ESCHERICHIA COLI solitamente usa come sua fonte di carbonio il glucosio, che è uno zucchero semplice, ma può anche vivere di lattosio (lo zucchero presente nel latte), che è un disaccaride. Quando si trasferisce una coltura di E. COLI dal glucosio al lattosio, per un pò di tempo essa cresce molto lentamente, poi si sviluppa rapidamente. Per poter vivere di lattosio l'organismo deve contenere un enzima che lo scinde in due parti; l'E. COLI è capace di fabbricare questo enzima, la betagalattossidasi, perchè possiede il gene corrispondente nel suo materiale genetico; ma, quando vive nutrendosi di glucosio, ogni cellula della coltura contiene soltanto una decina di molecole di questo enzima; se lo si trasferisce in un mezzo che contiene lattosio, ogni cellula sintetizza qualche migliaio di molecole dell'enzima, permettendogli di UTILIZZARE BENE IL LATTOSIO.
Questo processo è chiamato "formazione enzimatica indotta"; è stato scoperto nel 1900 ed è stato studiato in modo approfondito dal biologo francese Jaques Monod, che nel 1965 ha ricevuto il premio Nobel per la Medicina insieme con Francois Jacob e Andrew Lwoff.
Monod e i suoi colleghi dimostrarono che il tasso di produzione dell'enzima sotto controllo del suo "gene specifico" è a sua volta controllato da un altro gene, chiamato "gene regolatore". Quando, nel mezzo in cui vive la coltura, il lattosio è scarso o assente, il "gene regolatore" cessa la sintesi dell'enzima, allo scopo di alleggerire il batterio del compito non necessario di fabbricare un enzima utile. Quando invece è presente il lattosio, il "gene regolatore" avvia il processo di sintesi dell'enzima, per poter utilizzare il lattosio come nutrimento.
E' dimostrato che anche gli esseri umani hanno degli enzimi regolatori che controllano la sintesi degli enzimi implicati nella conversione dell'ACIDO ASCORBICO in altre sostanze. Queste altre sostanze, che sono prodotti di ossidazione, sono utili; è noto, per esempio, che riescono a tenere sotto controllo il cancro negli animali meglio dell'ACIDO ASCORBICO (Omura e colleghi, 1974 e 1975).
Ma l'ACIDO ASCORBICO è anch'esso una sostanza importante, direttamente implicata nella sintesi del COLLAGENE ed in altre reazioni dell'organismo umano.
Sarebbe catastrofico se gli enzimi dovessero svolgere il loro lavoro con tanta efficacia da convertire tutto l'ACIDO ASCORBICO e l'acido deidroascorbico in prodotti di ossidazione che non hanno le stesse proprietà biochimiche che ha la vitamina. Per questa ragione i "geni regolatori" arrestano o rallentano la produzione degli ENZIMI allorchè venga ingerita una bassa quantità di ACIDO ASCORBICO; ma quando tale quantità è grande, gli enzimi vengono prodotti in quantità maggiori, permettendo la conversione di una quantità maggiore di ACIDO ASCORBICO NELLE ALTRE SOSTANZE UTILI.
Conclusine: "se manca l'ACIDO ASCORBICO, viene rallentata la produzione di "geni regolatori" e quindi si diventa allergici al LATTOSIO"."
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... nalelp.pdf

E' importante che si dica che la dose giornaliera che è raccomandata oggi, internazionalmente, non esclude nessun paziente dalla carenza di vitamina D, è una dose irrisoria, molto sotto la dose fisiologica.
E allora, quando abbiamo iniziato a dare la dose fisiologica, che è la dose di 10.000 unità giornaliere, cioè la dose che si produce con pochi minuti di esposizione solare, ossia, se hai addosso canottiera e bermuda, con le gambe e le braccia esposte al sole, produrrai in 20 minuti, se hai la pelle chiara e sei giovane, 10.000 unità di vitamina D al giorno.
Allora, 10.000 UI è una dose fisiologica, non è una super dose.
Però la maggior parte dei dottori considerano questa dose potenzialmente tossica
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imbraa.htm

Tra l'altro la pagina dichiara:
"La vitamina K2, scoperta nel 1935 dal biochimico Carl Peter Henrick Dam, per questo ebbe il premio Nobel per la Medicina e la Fisiologia nel 1943, insieme allo statunitense Edward Adelbert Doisy che della vitamina K aveva realizzato la sintesi, sta attirando sempre più l'attenzione del mondo scientifico per via delle sue evidenti proprietà benefiche legate alla presenza di calcio nel nostro corpo. La K2 vitamin mette in azione una proteina nota come osteocalcina, che spazza via il calcio dai tessuti in cui potrebbe risultare dannoso (vene, arterie) spostandolo nelle ossa e nei denti. Un recente libro della dottoressa naturopata Kate Rhéaume-Bleue mette in evidenza le cause e gli effetti della vitamina K2, sostenendo che una corretta e costante assunzione, attraverso gli alimenti che ne offrono un maggiore apporto, non solo aiuta a contrastare la carenza di calcio ma contribuisce a migliorare la salute, contrastando patologie molto comuni. Tra gli indizi di una possibile carenza di vitamina K2 vi sono PROBLEMI RENALI, carie, osteoporosi e la formazione di rughe.
Scorri la gallery per scoprire i 4 buoni motivi per cui assumerla e dove trovarla
di Sara Rezk
16 Giugno 2017"

Oh, ma allora della CARENZA della vitamina K2, anche i reni ne soffrono e lavorano male, potendo quindi dare problemi, ma questo lo "specializzato" nefrologo lo sà? glielo avranno insegnato? Mi auguro tanto di sì, ma se così fosse avremmo saputo di questa vitamina K2, in quanto prescrivendola o facendone fare gli esami del sangue, nel tempo almeno qualcuno lo saprebbe.
SONO INVECE CERTO DI NO.
Quindi mi permetto di ricordare a chi ha problemi di reni di farsi fare l'esame della
VITAMINA K2
che da questi risultati può vederne il valore, avendo così il modo di correre ai ripari dandogliela al proprio corpo affinchè possa usarla per la sua AUTONOMA GUARIGIONE.
Scusate, non vado oltre.....
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gavita.htm
Oggi 22 gennaio 2019, dopo avermi fatto fare ieri le richieste degli esami del sangue per Franca e per me, dal nostro medico di base, stamattina alle 7.30 ci siamo recati al laboratorio analisi per il giusto prelievo.
Dato che è dal 05/04/2018 che con Franca ingoiamo ogni giorno con costanza questa vitamina K2, quindi da quasi un anno, ho proposto al mio medico di richiedere anche i valori di questa. Al che, non avendo trovato gli estremi necessari mi ha comunicato che li cercava ed avremmo fatto questo esame un pò più in là.
Ebbene questa mattina alla impiegata che ha ritirato le richieste ho fatto la domanda logica per avere gli estremi necessari per questo esame e lei mi ha comunicato che il laboratorio questo esame lo fà, ma per la regione Piemonte non è mutuabile, quindi solo a pagamento ed al costo di
160.00 EURO
COSI' TANTO?
Quante persone avranno la possibilità di farsela controllare?
Da incompetente, che differenza può esserci nella ricerca tra la vitamina D e questa vitamina K2?
Sono entrambe liposolubili, quindi il lavoro da effettuare dovrebbe avere uguale.
Già la ricerca della vitamina D è dalla medicina: DEMONIZZATA, addirittura i medici dichiarano che il farla controllare è diventata una moda e non vogliono farla fare, adducendo mille scusa: sì perchè in caso di CARENZA si sentono obbligati a prescriverla, ed ecco che allora, onde evitare di prescrivere anche la vitamina K2, le quali, come abbiamo capito DANNO LA SALUTE specialmente quest'ultima, A CHI NON NE E' CARENTE, ecco che è indispensabile che questa non possa essere controllata da chi non ne ha le possibilità.
Mi permetto allora di comunicarvi il mio pensiero, e penso di non sbagliare.
Il tutto non può che determinare senza ombra di dubbio che vi è nel SISTEMA
LA MASSIMA MALAFEDE
in quanto oltre a non dare le GIUSTE INFORMAZIONI in merito a questa vitamina K2. si mette in condizioni il medico di base di NON FAR FARE QUESTO ESAME, in quanto che se uscisse CARENTE, è logico il DOVERE, da parte sua, di prescrivere questa vitamina come stà succedendo con la vitamina D.
Questo dimostra chiaramente che LA TUA, LA MIA, LA VOSTRA SALUTE PER IL SISTEMA SANITARIO NON E' LA PRIORITA', ANZI AL CONTRARIO, LA PRIORITA' E' IL LUCRO.
Spero di non avervi tediato, in quanto non è la mia intenzione, ma farvi capire LE PURE VERITA'.
Per il resto degli esami del sangue, onde dimostrarvi la nostra SALUTE, posterò i risultati in altra settimana quelli di Franca ed i miei.
Naturalmente con Franca questa vitamina K2 la ingoiamo dall'aprile 2018.
Devo quindi fare presente che all'atto del prelievo del sangue da parte del personale preposto del laboratorio analisi, di norma, finito il prelievo viene tolto l'ago e subito messo sul buco del cotone applicando uno scotck per tenuta e togliendolo poi dopo alcuni minuti. In passato, di solito togliendo questo cotone vi era del sangue e per Franca era normale che le venisse un piccolo ematoma blu.
Stranamente questa volta per entrambi, il cotone aveva appena una piccolissima macchia di sangue e per Franca niente ematoma.
Questo fatto ci ha confermato che la vitamina K2 in noi, NON CARENTI, stà facendo il suo lavoro di anti-emorragico e ne abbiamo avuto soddisfazione.

Per rivedere il pensiero di questo FALSO articolo sotto citato, dobbiamo partire da una informazione molto precisa e valida che dice:
"Nel nostro organismo, normalmente avvengono fenomeni di natura elettrica e di natura atomica, sia negli interscambi fra cellula e cellula che all'interno della cellula stessa.
Ogni nostra cellula possiede un equilibrio fra il suo interno ed il suo esterno che si fonda sulla stabilità del potenziale di membrana e sulla regolarità del meccanismo della pompa sodio-potassio.
Tutti gli elementi leggeri (almeno 21) sono essenziali per la vita. Di questi in particolare sono quattro quelli fondamentali: Sodio, Potassio, Calcio e Magnesio.
L'individuo sano possiede:
- tutti gli elementi necessari nella giusta quantità
- un regolare potenziale di membrana e un regolare funzionamento della pompa sodio-potassio
- un sistema immunitario integro ed efficiente
NELL'ORGANISMO SANO, E SECONDO LE NECESSITA', SI PRODUCONO, PER AZIONE DEGLI ENZIMI, DELLE TRASMUTAZIONI DI UN ELEMENTO IN UN ALTRO: IL CALCIO IN POTASSIO O IN MAGNESIO, IL SODIO IN O MAGNESIO, IL MAGNESIO IN CALCIO, IL POTASSIO IN CALCIO ECC.. IN PARTICOLARE, L'EQUILIBRIO DELLA POMPA SODIO-POTASSIO è SALVAGUARDATA DAGLI ASCORBATI DEI QUATTRO ELEMENTI, CIOE' DALLA SALINIFICAZIONE DI QUESTI ULTIMI OPERATA DALL'ACIDO ASCORBICO
L'organismo equilibrato è in grado di mantenere attivo questo processo e di conseguenza il sistema immunitario preposto a combattere ogni forma di aggressione."
Quindi la parte iniziale dell'articolo non ha ragione di essere:
"Nonostante l’ossessione nella nostra società per assunzione di calcio, gli studi mostrano ripetutamente che le culture con il più elevato consumo di latte e prodotti caseari, e quindi con la più alta assunzione di calcio, presentano la maggiore incidenza di fratture osteoporotiche e di denti in cattive condizioni.
Questa osservazione ha dato origine a quello che viene chiamato il “paradosso del calcio”.
Come è possibile che nel mondo occidentale sono considerati necessari da 1000 a 1500 mg di calcio al giorno per mantenere la salute delle ossa mentre molte altre popolazioni mantengono forti le ossa e i denti in discrete condizioni con l’assunzione di 400 mg o meno di calcio?" "
quindi, NON CONTA la quantità di CALCIO, ma la quantità di ACIDO ASCORBICO ingoiato per la SALINIFICAZIONE di questo minerale se in eccesso per trasmutarlo negli altri minerali di cui in eventuale CARENZA.
Un esempio che dimostra chiaramente quanto sopra è quello di un COLOMBO che nel periodo invernale, carente di CIBO, trovandone uno SOLO contenente molto POTASSIO, sicuramente non sapendo che può causargli danni alla salute lo ingoia tranquillamente per mesi.
Naturalmente però tutto questo POTASSIO potrebbe arrecare danni a questo colombo, non solo ma se dipendesse dalla medicina dichiarerebbe questo colombo in IPERKALEMIA o IPERPOTASSEMIA, senza tenere conto che invece Madre Natura non vuole che questo succeda, altrimenti cesserebbe la vita sulla terra, ed ecco che allora questa Madre Natura e la EVOLUZIONE gli vengono in soccorso ed il FEGATO del colombo gli AUTOPPRODUCE dal concepimento alla morte la necessaria quantità di ACIDO ASCORBICO per ovviare e TRASMUTARE per mezzo della SALINIFICAZIONE tutto questo POTASSIO negli altri minerali ESSENZIALI, di cui è carente il CIBO e che ha bisogno per non ammalarsi e rischiare la estinzione.
Accertato che l'ACIDO ASCORBICO ingoiato in giuste dosi, gioca un ruolo molto importante con gli "ALIMENTI ESSENZIALI", equilibrandoli alle sue necessità, riguardo alla OSTEOPOROSI, della quale soffrono milioni di persone e di cui si colpevolizza il CALCIO, sono certo che si debba smettere di colpevolizzare questo MINERALE, ma che si debba rivolgere lo sguardo verso un "ALIMENTO ESSENZIALE" denominato vitamina D (un ORMONE), di cui vi è una CARENZA ACCERTATA su famiglie complete e quindi di tutta la popolazione umana. Per conoscere la CARENZA basta un semplice esame del sangue richiedendo i valori di:
vitamina D
PARATORMONE
CALCIO (che sono CERTO lo si rileverà nel sangue SEMPRE NORMALE)
OMOCISTEINA
vitamina B12
e sono certo che se si ha il COLESTEROLO ALTO si ha CARENZA CERTA di vitamina D.
Questa vitamina D dovrebbe essere AUTOPRODOTTA dal corpo sotto la pelle, trasmutando il COLESTEROLO anch'esso AUTOPRODOTTO dal fegato con l'ausilio dei raggi UV del SOLE, che è fonte di vita per ogni essere vivente, ma a causa della mancata esposizione e della DEMONIZZAZIONE, VOLUTAMENTE si fà evitare la AUTOPRODUZIONE di questo INDISPENSABILE ORMONE vitamina D.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ormone.htm
Traduzione dall'inglese dell'articolo del dr. Mercola
Cosa devi sapere sulla vitamina K2, D e calcio
Storia a colpo d'occhio
La vitamina K2 è un'importante vitamina solubile in grassi che svolge un ruolo fondamentale nella protezione del tuo cuore e del cervello e nella costruzione di forti ossa. Essa svolge anche un ruolo importante nella protezione del cancro
Il ruolo biologico della vitamina K2 è quello di aiutare a spostare il calcio nelle aree corrette del tuo corpo, come le tue ossa ei denti. Aiuta anche a rimuovere il calcio da aree in cui non deve essere, come nelle arterie e nei tessuti molli
Le quantità ottimali di vitamina K2 sono ancora in fase di indagine, ma sembra probabile che 180-200 microgrammi di vitamina K2 potrebbero essere sufficienti per attivare le proteine K2 dipendenti del vostro corpo per trasferire il calcio nelle aree corrette
Se prendi la vitamina D orale, devi anche assumere la vitamina K2. La carenza di vitamina K2 è in realtà ciò che produce i sintomi della tossicità della vitamina D, che include una calcificazione inappropriata che può portare all'indurimento delle arterie
Se prendi un integratore di calcio, è importante mantenere il giusto equilibrio tra calcio, vitamina K2, vitamina D e magnesio. La mancanza di equilibrio tra queste sostanze nutritive è il motivo per cui gli integratori di calcio sono stati associati ad un aumento del rischio di infarto e ictus
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... storia.htm

E' però naturale che l'articolo di questo non ne parli, mancandogli questa informazione che però noi ora l'abbiamo.
Quindi spero che queste possano aiutarvi a difendervi da queste trappole.
Traduzione dall'inglese dell'articolo del dr. Mercola
Cosa devi sapere sulla vitamina K2, D e calcio
Storia a colpo d'occhio
La vitamina K2 è un'importante vitamina solubile in grassi che svolge un ruolo fondamentale nella protezione del tuo cuore e del cervello e nella costruzione di forti ossa. Essa svolge anche un ruolo importante nella protezione del cancro
Il ruolo biologico della vitamina K2 è quello di aiutare a spostare il calcio nelle aree corrette del tuo corpo, come le tue ossa ei denti. Aiuta anche a rimuovere il calcio da aree in cui non deve essere, come nelle arterie e nei tessuti molli
Le quantità ottimali di vitamina K2 sono ancora in fase di indagine, ma sembra probabile che 180-200 microgrammi di vitamina K2 potrebbero essere sufficienti per attivare le proteine K2 dipendenti del vostro corpo per trasferire il calcio nelle aree corrette
Se prendi la vitamina D orale, devi anche assumere la vitamina K2. La carenza di vitamina K2 è in realtà ciò che produce i sintomi della tossicità della vitamina D, che include una calcificazione inappropriata che può portare all'indurimento delle arterie
Se prendi un integratore di calcio, è importante mantenere il giusto equilibrio tra calcio, vitamina K2, vitamina D e magnesio. La mancanza di equilibrio tra queste sostanze nutritive è il motivo per cui gli integratori di calcio sono stati associati ad un aumento del rischio di infarto e ictus

Dott. Mercola
Che cosa è così speciale circa la vitamina K2?
La vitamina K è in realtà un gruppo di vitamine liposolubili. Tra i due principali, K1 e K2, quelli che ricevono la massima attenzione sono K1, che si trova in verdure a foglia verde e è molto facile da ottenere attraverso la vostra dieta. Questa mancanza di distinzione ha creato molta confusione ed è uno dei motivi per cui la vitamina K2 è stata trascurata per così tanto tempo.
I tre tipi di vitamina K sono:
La vitamina K1, o il fililoquinone, si trova naturalmente in piante, in particolare nelle verdure; K1 va direttamente al tuo fegato e ti aiuta a mantenere la coagulazione sana del sangue
La vitamina K2, chiamata anche menaquinone, è fatta dai batteri che allineano il tratto gastrointestinale; K2 va dritto alle pareti dei vasi sanguigni, alle ossa e ai tessuti diversi dal fegato
La vitamina K3, o menadione, è una forma sintetica che non consiglio; È importante notare che tossicità è avvenuta nei neonati iniettati con questa vitamina K3 sintetica
Esso svolge anche un ruolo nella rimozione del calcio da aree in cui non dovrebbe essere, come nelle arterie e nei tessuti molli.
"K2 è veramente critico per mantenere le ossa forti e le arterie chiare", dice Rheaume-Bleue.
Ora, la vitamina K2 può essere suddivisa in due categorie aggiuntive, chiamate:
MK-4 (menaquinone-4), una forma di vitamina K2 a catena corta trovata in burro, tuorli d'uovo e alimenti a base di animali
MK-7 (menaquinone-7), forme a catena lunga trovate in alimenti fermentati. C'è una varietà di queste forme lunghe, ma la più comune è MK-7. Questo è quello che vorrai cercare nei supplementi, perché in una forma supplementare, i prodotti MK-4 sono in realtà sintetici. Non sono derivati da prodotti alimentari naturali contenenti MK-4.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... storia.htm
Un nuovo studio suggerisce che la mancanza di matrice attiva Gla-proteica (MGP) è associata a calcificazione vascolare, rigidità vascolare e arteriosa.
L' attivazione del MGP dipende dalla vitamina K, per cui questi risultati possono quindi sottolineare l'importanza di un adeguato apporto di vitamina K per la salute cardiovascolare.
Hogne Vik, il medico che ha condotto lo studio ha detto che: "Il meccanismo di MGP che inibisce la calcificazione delle arterie è stato chiaramente comprovato nel cellule animali e umane".
"In effetti, una quantità adeguata di vitamina K è necessaria per attivare l' MGP ed è ampiamente riconosciuto che la vitamina K2 come menachinone-7 (MK7) è la forma più biodisponibile e bioattiva di vitamina K come supplemento alimentare disponibile al giorno d' oggi.".
Nel primo studio, pubblicato sulla rivista scientifica "Nefron"(1), sono stati inclusi 83 pazienti con malattia renale cronica (CKD), con un'età media di 62,9 +/- 13,9 anni.
I ricercatori hanno misurato la calcificazione vascolare e la rigidità vascolare misurando anche le lesioni delle calcificazioni nell'aorta addominale, e attraverso la valutazione dell' indice vascolare chiamato cardio-ankle e la velocità delle pulsazioni.
I livelli plasmatici ematici di MGP inattivi sono stati misurati con il metodo ELISA.
I ricercatori hanno provato che i livelli inattivi di MGP nel plasma sono aumentati a seconda della gravità della malattia renale cronica, e sono stati positivamente associati con una maggiore calcificazione vascolare.
Essi hanno concluso che alti livelli di MGP inattivi (noti anche come dp-ucMGP), possono anche " essere utilizzati come marker di una precoce calcificazione vascolare nei pazienti con Insufficienza Renale Cronica (IRC)"
Nel secondo studio, i due ricercatori hanno studiato i percorsi collegati alla rigidità arteriosa in un gruppo di 66 soggetti che avevano il diabete di tipo 2, con un'età media di 62 +/- 12 anni.
Scrivendo sul Journal of Hypertension, i ricercatori hanno utilizzato velocità delle pulsazioni per misurare la rigidità arteriosa attraverso a la tonometria arteriosa (Una tecnica per la misurazione della pressione sanguigna).
Essi hanno scoperto che i livelli di MGP inattivi circolanti era indipendentemente associata con velocità della pulsazione nei pazienti diabetici.
"Questo suggerisce che se la vitamina K2 è carente, la mancata attivazione del MGP può portare a calcificazioni importanti delle arterie e potrebbe essere corretta con la supplementazione di vitamina K2 nei pazienti con diabete", hanno concluso i ricercatori.
Questi studi confermano ancora una volta che la regolare supplementazione di vitamina K2 è essenziale per la salute cardiovascolare.
"Questi nuovi studi clinici hanno documentato correlazioni tra la calcificazione delle arterie e elevate quantità MGP inattivi, sia nei pazienti diabetici che nei pazienti con insufficienza renale cronica", spiega il Dott. Vik.
"La buona notizia è che la vitamina K2/MK-7 (come la Primal K2 1000) ha dimostrato di ridurre i livelli di matrice attiva Gla-proteica (MGP) e che la K2 ha dimostrato di ridurre la rigidità arteriosa in soggetti sani e in pazienti con malattie renali."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zionea.htm
L'European Heart Journal ha pubblicato un importante studio che evidenzia il potenziale dell'integrazione di vitamina K2 per la stenosi della valvola aortica calcifica (CAVS), una condizione cardiovascolare comune nella popolazione anziana in cui attualmente non esiste alcuna terapia medica.
Secondo i ricercatori, una volta che la grave sintomatologia della stenosi della valvola aortica calcifica si è sviluppata, la prognosi senza intervento è deprimente.
Attualmente l'unico trattamento per stenosi della valvola aortica calcifica (CAVS) è la sostituzione della valvola aortica chirurgica o trans catetere (AVR), a cui non tutti i pazienti sono adatti.
Mentre numerosi studi hanno tentato di riutilizzare interventi farmacologici di uso comune per rallentare la progressione di CAVS, però ma non hanno finora alterato il corso della patologia.
La ricerca rileva che gli studi hanno dimostrato che le statine, ampiamente utilizzate per l'abbassamento dei lipidi nell'aterosclerosi e nell'infiammazione, non hanno alcun effetto sulla progressione o sugli esiti clinici della CAVS e potrebbero effettivamente esacerbare la condizione.
Tuttavia, i ricercatori hanno notato che la vitamina K2, in particolare i menachinoni a catena lunga (MK7), poiché sono trasportati efficientemente oltre il fegato.
"La supplementazione di vitamina K è un'opzione allettante per ricostituire le riserve vascolari di vitamina K per garantire un'inibizione ottimale della calcificazione", hanno scritto i ricercatori.
Questo studio è molto significativo, perchè riconoscendo che le terapie mediche si stanno rivelando inefficaci, i ricercatori stanno facendo luce su alternative efficaci efficaci, come appunto la Vitamina K2-MK7 ha già dimostrato ampiamente.
Per esempio, un precedente studio cardiovascolare triennale in donne sane in postmenopausa che assumevano solo 180 mcg al giorno di Vitamina K2-MK7 , che ha dimostrato una cessazione e persino una regressione nella rigidità arteriosa.
La rilevanza di questo studio di tre anni ha portato a diversi studi da parte della comunità medica per pazienti con calcificazione delle arterie coronarie esistenti, calcificazione della valvola aortica e calcificazione delle arterie periferiche.
Lo studio dell’ European Heart Journal conclude:
"I meccanismi fisiopatologici coinvolti nell'avvio e nella progressione di stenosi della valvola aortica calcifica vengono rapidamente chiariti e includono infiammazione, fibrosi e calcificazione.
Con questa nuova conoscenza, abbiamo identificato nuovi bersagli terapeutici come la vitamina K2-MK7 e nuove tecniche di imaging che possono essere utilizzate per testare l'efficacia di nuovi agenti e per approfondire ulteriormente la nostra comprensione fisiopatologica."
Per l' ennesima volta è stata comprovata l' inutilità delle statine, cioè dei farmaci anticolesterolo, a favore di sostanze più naturali come la K2.
Ricordo che la Vitamina K2 è contenuta nella carne allevata ad erba oppure negli integratori come ad esempio la "Primal K2 1000"
Evitate comunque quelli estratti dalla soia perchè possono dare allergie e problemi intestinali.
Bibliografia:
Knapen MHJ, et al. Menaquinone-7 supplementation improves arterial stiffness in healthy postmenopausal women: double-blind randomised clinical trial. Thrombosis and Haemostasis (2015) 19;113(5).
Peeters FECM, et al. Calcific aortic valve stenosis: hard disease in the heart. Euro Heart J (2017) 0,1-8.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zioneb.htm
L'articolo riporta:
"Sanihelp.it - Mai più senza K2, consiglia Assolatte, perché è questa la vitamina-chiave per combattere gli effetti ell’invecchiamento: dalla pelle rilassata ai problemi cardiaci, dalle rughe alla carie dentaria, alle vene varicose. Inoltre, se i livelli sono troppo bassi le ossa faticano a mantenere un’adeguata mineralizzazione e cresce il rischio di fragilità ossea e osteoporosi.
È ampio, infatti, lo spettro d’azione della più giovane delle vitamine – perché scoperta molto tempo dopo le altre vitamine ­– e, ricerca dopo ricerca, si continuano a individuare nuovi benefici. Al punto da farla inserire tra i nutrienti indispensabili e da procacciarsi ogni giorno, scegliendo gli alimenti che la contengono naturalmente, come latte, yogurt, burro, formaggi freschi morbidi e fermentati, come Gorgonzola, Taleggio e Brie.
ed ancora:
"Per assumere i 25-50 microgrammi di vitamina K2 consigliati ogni giorno dai nutrizionisti, bastano 80 g di formaggio fermentato. Invece consumando le tre porzioni giornaliere di latte e yogurt consigliate dai Larn (pari a due bicchieri di latte e un di yogurt) si arriva già a coprire il 15% della rda consigliata. Se nel corso della giornata si consumano anche uova, carne o cereali si aumenta l’intake. Quella assunta tramite il consumo di alimenti lattiero-caseari (ossia il menachinone) viene lavorata dai batteri presenti nell’intestino, che la trasformano in una forma bioattiva.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... inezza.htm
L'articolo in oggetto, molto informativo riporta:
"Gli effetti benefici della vitamina K2 sono stati ampiamente documentati in anni di ricerca e dalla comparazione tra Vita K1 e K2 è emerso che solo quest’ultima produce effetti positivi sulla salute. Ciò è coerente con quanto evidenziato da importanti studi, che hanno rilevato la superiorità in termini di benefici sulla salute della K2.
Citiamo quanto segue dal sito nutrizionenaturale.org, che ringraziamo calorosamente:
Nel 1980, si è scoperto che la vitamina K è necessaria per attivare una proteina, l'osteocalcina, che si trova nel midollo. Un decennio più tardi, un'altra proteina, vitamina K-dipendente, è stata scoperta: la proteina Gla (MGP), riscontrata nel sistema vascolare. Senza vitamina K, questa ed altre proteine, vitamina K dipendenti, restano inattivate e non possono svolgere le loro funzioni biologiche.
Un altro dato importante è che il MGP è un inibitore molto forte di calcificazione. Se viene inattivato il MGP, si rischiano gravi calcificazioni arteriose e questo è il motivo per cui la vitamina K è così importante per la salute cardiovascolare. Gli studi indicano che la vitamina K può anche far regredire la calcificazione arteriosa indotta dalla carenza di vitamina K."
Quindi la medicina ufficiale non ha scusanti, poichè informata sull'importanza di questa vitamina K2 e non ha mai fatto nulla, La dimostrazione è che non si parla mai di esami del sangue in merito per conoscerne i valori ed eventualmente provvedere, ma non solo, questo vale anche per la vitamina D in quanto entrambe fanno parte di quegli "ALIMENTI ESSENZIALI" nell'elenco della RGR (Razione Giornaliera Raccomandata)
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Avere dei valori normali, probabilmente si potrebbe evitare la morte di infarti ed ictus per molte persone.
Sappiamo che la prima causa di morti al mondo sono proprio gli ictus e gli infarti.
Ed ancora:
"Secondo il Dott Schurgers:
"C'è una forte correlazione tra l'MGP inattivo e le micro-calcificazioni. E' molto facile ipotizzare che la carenza di vitamina K è causa di micro-calcificazioni, che inducono, in cascata processi che portano all'aterosclerosi. "
Fino a pochi anni fa, il MGP era completamente sconosciuto il che sottolinea l'importanza per i medici di mantenersi aggiornati sulle ricerche che oggi si susseguono ad un ritmo molto rapido.
Il Dr. Schurgers afferma: "Abbiamo dimostrato che se si assumono le vitamine K1 e K2, la K1 va principalmente al fegato rimanendovi ed ha relativamente una breve emivita. Dopo tre o quattro ore dall'ingestione non c'è più traccia. Viene catturata dal fegato. La K2 va anche al fegato, ma il fegato la ridistribuisce tramite la frazione di colesterolo delle lipoproteine a bassa densità (LDL), localizzate nei tessuti periferici, come nelle ossa e nel sistema vascolare.
Così, oltre ad attivare il POP che è un potente inibitore di calcificazione, la K2 aiuta anche a prevenire la calcificazione arteriosa trasportando il calcio lontano dalle zone dove non dovrebbe esserci (nel rivestimento dei vasi sanguigni) verso i punti dove è veramente necessario (per esempio nel midollo).
La vitamina K2 è fondamentale nella prevenzione dell'osteoporosi. Gli studi scientifici infatti confermano che la vitamina K2 è essenziale per la salute delle ossa."
Quindi la malattia ARTEROSCLEROSI potrebbe essere prevenuta ed addirittura anche guarita, ma da parte della medicina non succede proprio nulla.
A cosa servono le RICERCHE in merito se alle persone manca addirittura la informazione di base?
Non dimentichiamoci che:
"Nel Prospect Study, in cui 16000 persone sono state seguite per 10 anni, i ricercatori hanno osservato che ogni dose supplementare di 10 mcg di K2 nella dieta, ha permesso una riduzione del 9% del rischio di malattia coronarica, mentre la vitamina K1 non ha ottenuto gli stessi i risultati.
Uno studio epidemiologico che ha seguito ben 11.000 uomini ha scoperto che un elevato apporto di vitamina K2 è positivamente correlato con un rischio più basso del 63% di cancro alla prostata avanzato.
Sono stati studiati una serie di diversi tipi di cancro, compresi Glioblastoma, cancro epatocellulare, tumore del polmone e cancro alla prostata.
Sulla base di questi risultati viene raccomandata vitamina K2 come prevenzione del cancro o per evitare una ricaduta dopo il trattamento del cancro."
Addirittura questa vitamina K2 è contro il cancro, ma chi informa di questo?
Ma perchè si dovrebbe informare? ormai certi tipi di cancro vengono fatti con la laparoscopia, una rendita per certi medici.
Concludo:
"Mentre il dosaggio ideale deve ancora essere determinato, gli studi indicano che abbiamo bisogno di circa 360-500 microgrammi (mcg) di vitamina K2 al giorno. Non ci sono effetti collaterali noti a dosaggi più alti, di conseguenza si ritiene che sia meglio eccedere."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... linici.htm

Da "La vitamina che ti farà vivere 100 anni. Il miracolo della vitamina K2" di Kate Rhéaume-Bleue (2017)
Weston Price (un dentista americano) nei primi decenni del '900 studiò la dentatura e la morfologia della mandibola dei popoli primitivi e la mise in relazione con l'alimentazione.Nel praticare la sua professione di odontoiatra, si accorse che nelle nuove generazioni le affezioni dentali erano più frequenti di quelle che lui aveva riscontrato nella generazione precedente e che addirittura alcuni disturbi erano del tutto nuovi. Oltre ad avere più carie, molti bambini avevano arcate piccole e conseguentemente denti storti. Ragionando sulle possibili cause, il sospetto cadde sull’alimentazione. Egli notò che le condizioni dei denti riflettevano la salute generale del soggetto. Si fece strada nella sua mente che forse la moderna alimentazione era povera di qualche fattore. Ai suoi tempi, esistevano già eccellenti testimonianze di antropologi sulle perfette dentature della gente appartenente a culture non ancora “intaccate” dalla civiltà. Fu allora, che decise di partire alla ricerca delle ultime popolazioni “primitive” del Pianeta o di quelle comunità che ancora si attenevano ad un’alimentazione tradizionale. Egli voleva valutarne lo stato di salute, soprattutto da un punto di vista odontoiatrico. È così che fece più volte il giro del mondo, visitando gli angoli più remoti del pianeta (isole del Pacifico, Alaska, Africa e gli ultimi “paleolitici” dell’Australia). Poté constatare e documentare con eloquenti fotografie che dove questi popoli erano rimasti fedeli alla loro dieta tradizionale, le carie e i denti storti erano praticamente inesistenti; la mandibola era ben sviluppata e le tre parti della faccia ben proporzionate. Studiando invece gli indigeni che avevano iniziato a consumare gli alimenti raffinati e ricchi di zuccheri dei coloni occidentali, egli accertò un notevole aumento del decadimento dentale. Oltre ad un aumento delle carie, i giovani avevano, con sorprendente frequenza, un viso che tendeva ad essere triangolare e questo comportava arcate dentali più strette, poco spazio per i denti che quindi crescevano storti. Questo aspetto del viso strideva, se paragonato ai visi più ovali e alle mandibole più possenti e squadrate degli indigeni che seguivano ancora la dieta tradizionale. Inoltre, gli indigeni che avevano abbandonato i loro alimenti nativi, erano molto meno resistenti alle malattie.
Price riuscì a comprendere che responsabile dell’inevitabile declino fisico non era la presenza di qualche «fattore dannoso»; piuttosto, era «l’assenza di alcuni fattori essenziali». Per dimostrare questa teoria fece analisi chimiche su migliaia di campioni di cibi tradizionali per stabilirne il contenuto nutrizionale, e confrontò i dati con i campioni della dieta americana dei suoi tempi. Scoprì che le diete delle persone sane appartenenti alle culture tradizionali contenevano almeno quattro volte i minerali e le vitamine idrosolubili e almeno dieci volte più vitamine liposolubili rispetto alla media della dieta industrializzata. Price capì che le vitamine liposolubili avevano il ruolo di «catalizzatori» e «attivatori», poiché l’organismo ne ha bisogno per poter utilizzare tutti gli altri nutrienti ricavati dall’alimentazione. In particolare un nutriente, che definì semplicemente «Attivatore X», era diverso dalle altre vitamine liposolubili conosciute, e aveva chiaramente profondi effetti sulla salute dei denti e delle ossa. Price scoprì quella sostanza nelle uova di pesce, nei tuorli d’uovo e nella carne, ma soprattutto nel grasso butirrico delle mucche che mangiavano erba verde che cresceva rapidamente. Fu da quest’ultima fonte che Price creò un olio ricco di attivatore X, col quale formulò un protocollo nutrizionale per la cura delle carie.
Dopo qualche anno due scienziati scoprirono che "l'attivatore X" era la vitamina K (e presero il Nobel).
Noi ormai abbiamo perso talmente memoria di tutto questo, che la dentatura storta è accettata come "normale" nei bambini e la carie attribuita alla scarsa igiene.
Gli esseri umani possono sviluppare una carenza di vitamina K2 in soli sette giorni di dieta con poca vitamina K; e questo è uno dei motivi fondamentali per cui livelli insufficienti di vitamina K2 sono tanto comuni. L’altro motivo principale della grande diffusione di carenza di vitamina K2 è che assumerla dalla nostra dieta è diventato estremamente difficile con i cibi moderni. Quali erano questi «cibi del commercio moderno», come li definì Price, che sembravano avere un effetto tanto nocivo su chi li mangiava? Cibo che poteva essere trasportato per lunghe distanze senza rovinarsi: farina bianca, zucchero bianco, riso bianco, grassi vegetali, prodotti in scatola e altri cibi lavorati, raffinati e privati di qualsiasi sostanza vitale. In altre parole: gli elementi che costituiscono il fondamento della nostra dieta industrializzata.
Quando abbiamo tolto gli animali dai pascoli, inconsapevolmente abbiamo rimosso la vitamina K2 dalla nostra dieta. Gli esseri umani non sono in grado di trasformare la vitamina K1 assunta dalle piante in vitamina K2. Gli animali possono farlo, innanzitutto se nella loro dieta ricevono abbondanti dosi di vitamina K1. I cereali contengono soltanto una parte del precursore della vitamina K2 che si trova nell’erba verde. Quando gli animali pascolavano sui prati, nel cibo a nostra disposizione la vitamina K2 era abbondante. I prodotti principali di una dieta comune, come burro, uova, formaggio e carne, anche se consumati in quantità relativamente esigue, erano in grado di soddisfare il nostro fabbisogno di menachinone. Da quando gli animali vengono nutriti nelle stalle con cereali, non sintetizzano più la vit. K2, di conseguenza noi ne siamo carenti (anche se la carne è "biologica"!).
Il grasso di animali alimentati a erba ha un alto contenuto di menachinone e tende ad avere un colore giallo o arancione più intenso rispetto al grasso di animali non alimentati a erba. Ecco una buona regola da seguire quando si scelgono i cibi ricchi di vitamina K2: in generale, più il grasso è giallo o arancione, maggiore è il contenuto di vitamina K2. Un’altra fonte di proteine grass-fed è la selvaggina. L’anatra, il fagiano, il coniglio, il cervo, il cinghiale (e così via) si nutrono naturalmente di vegetazione verde.
PROBLEMI LEGATI A CARENZA DI VITAMINA K2
osteoporosi
aterosclerosi
aumento del rischio di cancro (tra cui quelli al seno, alla prostata e al fegato)
diabete
vene varicose
cavità dentali
malattia di Crohn
problemi renali
arcata dentaria stretta e denti accavallati
problemi adolescenza
malattie del sistema nervoso e del cervello
In base a ricerche recenti risulta che la carenza di vitamina K2 riguarda la maggior parte delle persone. Uno studio del 2007 ha rivelato che la maggior parte delle persone non ha livelli sufficienti di vitamina K2 per attivare completamente le proteine necessarie a una ottimale salute delle ossa e del cuore. Secondo le attuali conoscenze su come e perché invecchiamo, la mancata percezione di una carenza di vitamina K2 oggi avrà conseguenze nel prosieguo della vita. La carenza di vitamina K2 deve essere considerata un fattore di rischio serio per l’aumento della perdita ossea in postmenopausa, la calcificazione delle arterie, il diabete, l’insufficienza renale in stadio terminale e l’invecchiamento stesso.
Quando c’è abbondanza di vitamina K2, le ossa restano forti e le arterie pulite
La vitamina K2 convoglia il calcio nelle ossa, aumentandone la densità minerale e ostacolando le fratture, e al tempo stesso previene e rimuove la pericolosa calcificazione delle arterie. La vitamina K2 attiva un numero di proteine speciali che spostano il calcio all’interno del corpo. In particolare, la vitamina K2 mette in azione una proteina chiamata osteocalcina, che lega il calcio nelle ossa e nei denti, dove c’è bisogno di calcio. La vitamina K2 attiva un’altra proteina, nota come proteina GLA della matrice (o MGP, dall’inglese Matrix GLA protein), che spazza via il calcio da tessuti come le arterie, le vene e la pelle, dove il minerale è sgradito e dannoso. La vitamina K2 non solo previene l’aterosclerosi, ma distrugge le placche nelle arterie che mettono in pericolo la nostra vita. Alcuni studi condotti sugli animali mostrano una diminuzione del 37 per cento del calcio presente nelle arterie dopo sole sei settimane di dieta ricca di vitamina K2.
Vitamina K2 per l’artrite
L’artrite reumatoide si ritiene di natura autoimmune. Gli adulti con l’artrite reumatoide hanno un altissimo rischio di sviluppare l’osteoporosi e malattie cardiovascolari, e l’aumento del rischio non è totalmente spiegato dai tradizionali fattori di rischio per quelle malattie. Forse perché la carenza di vitamina K2 deve ancora manifestarsi come fattore di rischio ufficiale. La classica distruzione ossea e delle articolazioni visibile nell’artrite reumatoide è causata dall’attivazione degli osteoclasti. La sinovia – lo spazio pieno di fluido tra le articolazioni – contiene le stesse cellule che demoliscono l’osso durante il processo di rimodellamento. Nell’artrite reumatoide, le cellule causano più distruzione di quanta il corpo sia in grado di ripararne, portando al decadimento delle articolazioni. Esperimenti clinici mostrano che la vitamina K2, da sola o in combinazione con i farmaci per l’osteoporosi, tiene sotto controllo gli osteoclasti indisciplinati per prevenire danni alle articolazioni in pazienti con l’artrite reumatoide. Gli studi in vitro – cioè, gli esperimenti in laboratorio – mostrano che la vitamina K2 inibisce la proliferazione di altre cellule malate osservate nell’artrite reumatoide. Questo rende il menachinone un nuovo agente promettente per la cura dell’artrite reumatoide, con o senza altri farmaci antinfiammatori.
K2 per un parto più facile
Apparentemente, il viso stretto che simbolizza la carenza prenatale di vitamina K2 è associata anche a un bacino stretto. Il fatto che, come popolazione, stiamo diventando mediamente più alti probabilmente non è indice di un’alimentazione migliore, ma di un suo peggioramento. Una carenza di vitamine liposolubili genera corpi più alti e magri, ma i nostri geni sono predisposti a proporzioni del corpo ottimali, che stanno diventando distorte. La percentuale di parti cesarei in Nord America è al suo massimo storico, con circa il 30 per cento dei bambini che nascono in questo modo. Molti studi mostrano che le donne con una carenza di vitamina D hanno quattro volte più possibilità di partorire con taglio cesareo rispetto alle donne con maggiori livelli di vitamina D al momento del parto. Se c’è di mezzo la vitamina D dovremmo chiederci se sia coinvolta anche la vitamina K2.
Price dimostrò che è possibile accorciare i tempi del travaglio con la stessa cura che favorisce arcate dentarie più ampie e denti dritti. Egli infatti notò che in genere le difficoltà del parto diminuiscono, e la forza e la vitalità del bambino aumentano, quando la madre ha un’alimentazione adeguatamente rinforzata durante il periodo di formazione del bambino. Egli aveva osservato che in molti gruppi di indigeni passati all'alimentazione "industriale", il parto era diventato più lungo e difficile. Egli collegò questo problema al fatto che erano venute meno le speciali pratiche alimentari riservate tradizionalmente agli uomini e alle donne che si avvicinavano all’età della procreazione, oltre ai bambini in età di sviluppo.
Vitamina K2 per il diabete
Nel 2007, una ricerca rivoluzionaria sconvolse la comunità scientifica rivelando che il nostro scheletro, tramite la proteina osteocalcina vitamina K2-dipendente, ha un’influenza notevole sulla produzione di insulina da parte dell’organismo e su una sensibilità a essa. Quella scoperta fondamentale fece fare un salto dimensionale alla nostra percezione dello scheletro, che da impalcatura inerte passò a essere considerata una ghiandola endocrina dinamica. In un articolo comparso sulla prestigiosa rivista «Cell», i ricercatori spiegarono che l’osteocalcina, prodotta all’interno delle ossa, ha la capacità di favorire la tolleranza del corpo al glucosio. E questo rende la vitamina K2 fondamentale per la prevenzione di una malattia che ha raggiunto proporzioni epidemiche: il diabete insulino-resistente. La seconda più alta concentrazione di vitamina K2 nel corpo si trova nel pancreas: l’organo che produce l’insulina e regola i livelli di zucchero nel sangue. Negli animali e negli esseri umani, sembra che una carenza di vitamina K influenzi negativamente la produzione di insulina da parte del pancreas. La somministrazione di un integratore di vitamina K2 per una sola settimana nei soggetti sani e non diabetici sottoposti agli studi ha dimezzato la produzione di insulina a due ore di distanza dopo i pasti. Il fatto che gli integratori di vitamina K2 abbassino i livelli di insulina a lungo termine (due ore dopo il pasto) indica che il menachinone aiuta l’insulina a lavorare con più efficacia.
Il diabete di tipo 2 ha un paio di amici famigerati: le coronaropatie e l’osteoporosi. I diabetici insulino-resistenti hanno un’alta probabilità di sviluppare queste malattie dovute alla carenza di vitamina K2. In base alle evidenze che stanno emergendo in vari settori scientifici e al fatto che i diabetici di tipo 2 sono molto a rischio di sviluppare due malattie molto radicate legate alla carenza di menachinone – l’osteoporosi e l’aterosclerosi –, consiglio ai miei pazienti diabetici, prediabetici e sovrappeso 240 microgrammi di MK-7.
Vitamina K2 per la salute neurologica e del cervello
La vitamina K2 ha un ruolo nelle malattie, compreso l’Alzheimer, che colpiscono il sistema cognitivo e il sistema nervoso centrale. Il cervello è la sede di una delle più alte concentrazioni di vitamina K2 all’interno del corpo dopo il pancreas, le ghiandole salivari e lo sterno , e fornisce una riserva utile di vitamina K2 per il cuore e le arterie maggiori. La straordinaria capacità del menachinone di prevenire il danneggiamento dei neuroni da parte dei radicali liberi è una buona ragione perché il cervello faccia incetta di questo nutriente. Oltre a questa notevole azione di tipo antiossidante, la vitamina K2 nel cervello contribuisce alla produzione di mielina. La sclerosi multipla (SM) è una malattia dovuta al danneggiamento di alcune parti di mielina nel cervello e nel midollo spinale. La SM è stata a lungo messa in relazione con l’amica liposolubile della vitamina K2: la vitamina D. Il succo della ricerca sui benefici della vitamina K2 al cervello è che la chiave è la prevenzione: la vitamina K2 deve essere presente prima dell’attacco dei radicali liberi. Nutrite il cervello con cibi ricchi di vitamina K2 grass-fed, prodotti caseari fermentati o integratori.
Vitamina K2 per la prevenzione del cancro
L’azione anticancerogena della vitamina K è stata osservata sia in studi condotti sugli animali che in studi in vitro su tessuti cellulari umani. I risultati del primo grande studio dedicato al nesso tra apporto alimentare di vitamina K e rischio generale di cancro furono pubblicati nel 2010. Un maggiore apporto di vitamina K2 è associato a una riduzione del rischio di sviluppare il cancro e della morte per cancro in generale, con quest’ultima ridotta di circa il 30 per cento. Mentre una carenza di vitamina K2 non provoca il cancro di per sé, è però maggiormente associata alle forme di cancro più aggressive e fatali.
Leucemia
Il menachinone induce l’apoptosi – o morte cellulare – di tutti i tipi di cellule leucemiche utilizzate negli esperimenti. In sostanza, stimola l’autodistruzione dei globuli bianchi presenti in quantità eccessiva all’interno del sangue. L’effetto benefico si riscontra tanto nelle cellule cancerose coltivate in laboratorio quanto in quelle appena isolate da campioni di sangue di pazienti affetti da leucemia. La vitamina K2, inoltre, si allea con la vitamina A aumentando la capacità di distruggere il cancro rispetto all’utilizzo di uno solo dei due nutrienti. Anche se raggirare le cellule cancerose per indurle al suicidio è già un risultato notevole, la vitamina K2 non spazza via tutte le cellule maligne. In altre parole, non cura il cancro. Alcuni tipi di cellule della leucemia sembrano essere particolarmente resistenti agli effetti della vitamina K2, e il menachinone ha soltanto una leggera o moderata capacità di distruggere queste cellule. Tuttavia, nel 2001, i ricercatori scoprirono che il menachinone ha un altro asso antitumorale nella manica per combattere queste cellule ribelli. Piuttosto che eliminare le cellule resistenti, la vitamina K2 ne stimola la differenziazione facendole trasformare in innocui globuli bianchi del sangue. Il livello di differenziazione è la misura della progressione del cancro: meno le cellule sono differenziate, più il cancro è sviluppato. Spronando le cellule cancerose a differenziarsi o morire, la vitamina K2 ha una doppia azione sui pazienti affetti da leucemia.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ak2mk7.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 798
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » gio feb 14, 2019 7:41 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... posito.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Monik Lorillo e Lidia Carmen Esposito scrivono:

01 febbraio 2019 19:10·

Ciao Monik Lorillo, grazie per l'amicizia. Avrei dovuto metterti un lungo messaggio, ma facebook me lo ha bloccato poichè non piace al SISTEMA. Dato l'argomento sulla SALUTE che trattiamo, puoi capire il perchè, vero? Per te invece potrebbe essere molto importante. Scusami.
Il messaggio è su questo link:
http://acidoascorbico.globalfreeforum.com/viewtopic.php
Per la pagina odierna che viene sostituita dalla nuova ogni tre giorni, quindi stesso link
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... pagina.htm
ciaooo Franco
acidoascorbico.globalfreeforum.com
il forum dell'acido ascorbico - Leggi argomento - Benvenuto nuovo amico su facebook
Commenti: 2
Mi piace
Commenta
Commenti

Monik Lorillo
Monik Lorillo Grazie genre franco per tutti le tue informazioni e tua disponibilità.
2

Mi piace
· Rispondi · 10 h

Lidia Carmen Esposito
Lidia Carmen Esposito Ciao Monik, spero che riesci a capire quanto è importante vivere senza medicinali che hanno controindicazioni, e persone come Franco Genre ce ne vogliono... Ciao cognata ci sentiamo
1

Genre Franco
Genre Franco Ciao Monik Lorillo e Lidia Carmen Esposito, GRAZIE ci cuore, per me è un onore, quindi la mia vita leggere le vostre parole. ciaooo Franco

Mi piace
· Rispondi · 1 min
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... posito.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 798
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » sab feb 16, 2019 9:21 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... minak2.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Con piacere riporto quanto scrive Paola Mazzonello e non ho nulla da aggiungere.

Paola Mazzonello Io la prendo da anni... e da almeno 7 anni non vado da 1 medico ( a parte l’oculista) e prendo una grande varietà di Alimenti Essenziali- lavoro come un mulo ( ho aperto un ristorante 6 mesi fa) ho 62 anni e ringrazio TUTTI I GIORNI GIANFRANCO - per le inestimabili info che mi hanno rimesso AL MONDO-
Sono anche reduce di 2 tumori al seno -
Mai stata meglio in vita mia
2

Mi piace
 · Rispondi
 · 902 febbraio 2019 23:35


Genre Franco Ciao Paola Mazzonello, GRAZIE, sono felice che stai bene, ma questo lo devi a te stessa in quanto come è stato per me, hai capito la importanza degli "ALIMENTI ESSENZIALI", non lasciandoli più. In quanto a tumori, ti faccio compagnia, poichè per me è stato quello al colon. Per l'oculista, dovresti farti il collirio poichè è fantastico. ciaooo Franco

Mi piace
 · Rispondi
 · 10 min
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... minak2.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 798
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Precedente

Torna a Archivio forum

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti