il trealosio

Forum informativo sulla corretta alimentazione vegetale (alimentazione fisiologica umana).

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu, Vasco Merciadri, lorenzo ferrante, Maurizio Falasconi

il trealosio

Messaggioda Federica Cupoloni » mer set 13, 2017 7:02 pm

E' considerato uno zucchero vegan?
Federica Cupoloni
 
Messaggi: 13
Iscritto il: mer set 13, 2017 6:48 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: il trealosio

Messaggioda Erica Congiu » gio set 14, 2017 11:37 am

Ciao Federica, grazie per questa domanda che mi ha dato modo di informarmi su questo zucchero che non avevo ancora inserito nel nuovo Biodizionario.
Il trealosio è uno zucchero disaccaride che si estrae in prevalenza dai funghi e dai lieviti, pertanto può essere considerato un ingrediente Vegan.
Avatar utente
Erica Congiu
 
Messaggi: 488
Iscritto il: sab dic 05, 2015 1:50 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: il trealosio

Messaggioda bothsidesofthecoin » dom giu 17, 2018 9:49 pm

Gentile Erica Congiu, lei qui afferma che uno zucchero può essere considerato Vegan...ma come fa uno zucchero ad essere considerato vegan mi scusi? Sarò io ignorante, probabilmente, ma da quello che so ogni tipo di zucchero raffinato fa molto male alla salute. Inoltre so per certo che lo zucchero semolato viene sbiancato attraverso ceneri animali. La ringrazio della spiegazione in anticipo. :)
bothsidesofthecoin
 
Messaggi: 8
Iscritto il: dom giu 17, 2018 9:41 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: il trealosio

Messaggioda Sauro Martella » dom giu 17, 2018 10:14 pm

Salve
In attesa della risposta della Dott.ssa Congiu, mi permetto di dire due parole anche io.

Per quanto riguarda il lato nutrizionale non entro nel merito in quanto non riguarda l’ambito VEGAN, mi permetto solo di dire che anche la farina raffinata non fa certo bene e secondo il tuo ragionamento dovremmo quindi desumere che gli spaghetti al pomodoro non sono adatti ai vegani?

Per quanto riguarda invece il processo di lavorazione dello zucchero, ti informo che lo zucchero raffinato che trovi normalmente in Europa ha come origine la barbabietola e nel processo di raffinazione del succo della barbabietola per estrarre lo zucchero, in è previsto in nessuna fase l’utilizzo di ceneri animali nella fase di filtraggio.

Le ceneri animali possono in alcuni casi venire utilizzate invece nella raffinazione dello zucchero proveniente dalla canna, ma questo zucchero non viene selezionato per la produzione del normale zucchero bianco.

Così, solo per dare qualche elemento di riflessione
Avatar utente
Sauro Martella
 
Messaggi: 1869
Iscritto il: lun set 27, 2004 8:27 pm
Località: Umbria
Controllo antispam: diciotto

Re: il trealosio

Messaggioda Erica Congiu » lun giu 18, 2018 3:25 pm

bothsidesofthecoin ha scritto:Gentile Erica Congiu, lei qui afferma che uno zucchero può essere considerato Vegan...ma come fa uno zucchero ad essere considerato vegan mi scusi? Sarò io ignorante, probabilmente, ma da quello che so ogni tipo di zucchero raffinato fa molto male alla salute. Inoltre so per certo che lo zucchero semolato viene sbiancato attraverso ceneri animali. La ringrazio della spiegazione in anticipo. :)


Si definisce "vegano" un alimento la cui produzione non comporti lo sfruttamento o l'uccisione degli animali.

C'è purtroppo una generalizzata disinformazione sul termine "vegan" e gli si attribuiscono spesso dei significati assolutamente non pertinenti che portano poi a delle aspettative che potrebbero essere disilluse.
"Vegan" non è una dieta. Ci sono persone vegane e ci sono persone che "seguono una dieta vegana". La differenza è che le diete hanno un inizio e nella maggiorparte dei casi, ahimè, una fine, mentre le persone vegane, che hanno fatto una scelta di cuore, difficilmente l'abbandoneranno.

Ho fatto questa premessa perchè associare al termine vegan l'idea di "salutare" "dimagrante" è un errore che può indurre le persone a pensare che possono abbuffasi di cotolette e brioches vegane senza ingrassare e rimanendo in perfetta salute. Non è assolutamente così gli alimenti vegetali elaborati possono essere insalubri esattamente come quelli animali, hanno solo il vantaggio che almeno a rimetterci è solo un essere vivente anzichè due (o molteplici).

Perchè una cosa faccia male alla salute lo deve stabilire un ente apposito, che, sulla base di tutte le ricerche effettuate su questo alimento, esprima un parere. Non ci sono dati che confermino la nocività dello zucchero bianco sulla salute in senso assoluto. Tant'è che viene liberamente venduto nei supermercati. Sappiamo solo che gli zuccheri vanno limitati nella dieta e che sicuramente un eccesso di zucchero può essere nocivo.

Poi ci sono i pareri, certo, da nutrizionista anche il mio parere è che lo zucchero bianco vada eliminato, ma questo è un altro discorso.

Sul "vecchio mito" che lo zucchero semolato venga sbiancato con ceneri animali, ha già risposto il nostro caro padrone di casa. Aggiungo solo che dopo l'era della mucca pazza, le industrie ci vanno molto caute con l'utilizzo delle ossa e delle cartilagini delle animali, per la paura di contaminazione da prioni. Figuriamoci se le utilizzerebbero per produrre un prodotto quotidianamente utilizzato dalla quasi totalità della popolazione mondiale. Dovrebbero spendere un capitale in analisi. Non conviene.
Qui comunque si parla di trealosio, la cui produzione è molto diversa dallo zucchero semolato.

Spero di aver chiarito tutti i dubbi!

Buon proseguimento!
Avatar utente
Erica Congiu
 
Messaggi: 488
Iscritto il: sab dic 05, 2015 1:50 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: il trealosio

Messaggioda bothsidesofthecoin » lun giu 18, 2018 7:30 pm

Grazie milel ad entrambi. Si impara ogni votla qualcosa di più. Purtroppo devo aver conosciuto dei vegani "falsi" ovvero persone che oltre a latte, carne pesce e uova hano anche eliminato ogni zucchero, farina padta e pane bianco, aglio e cipolla e mangiano solo cose biologiche. Io mi sto incamminando verso questa strada, più per questioni di salute che per gli animali, ma ci sto pensando anche a quello! Ho visto molti video che mi hanno shocckato letteralmente! Sono tre settimane che non tocco carne, pesce e sto eliminando le cose con derivati che avevo in casa, ma proprio a sentire questi miei conoscenti mi pareva uno stile di vita un pò difficile da mantenere . Ad ogni modo chiederò loro quando li vedrò ci nuovo, e grazie ancora alla dott.ssa per il suo aiùto, e anche a Sauro.
bothsidesofthecoin
 
Messaggi: 8
Iscritto il: dom giu 17, 2018 9:41 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: il trealosio

Messaggioda Erica Congiu » mer giu 27, 2018 7:29 pm

Non si tratta di vegani "falsi", si tratta di vegani che hanno fatto un percorso che li ha portati ad abbandonare altre cose che, arrivati ad un certo punto, sono diventate superflue o addirittura dannose per loro. Se anche tu deciderai di intraprendere questa strada, ti accorgerai che il tuo corpo ti spingerà naturalmente verso un'alimentazione naturale, sentirai proprio il bisogno di cose fresche, nel loro stato più naturale possibile. Mi fa sempre molto ridere quando le persone mi chiedono cosa mangio e si stupiscono del fatto che non investa capitali per comprare seitan, burger vari, biscotti, brioches e merendine vegan. Dico semplicemente che certe cose non mi attirano. Non le considero cose dannose, semplicemente se mi metti davanti una mela e una brioches vegana, sono più attirata dalla mela. Non lo faccio perchè sono a dieta, lo faccio perchè mi piace di più! Davvero!! :D

Ma questo vale per me, che sono una vegana di lunga data. Con una frase hai proprio centrato il nocciolo del problema "l'atteggiamento di queste persone ti hanno fatto sembrare l'alimentazione vegana uno stile di vita difficile da mantenere". Ecco perchè va sempre distinto il termine "vegano" e "salutista". Ben vengano burger, caramelle, gelati, panini e tutte le schifezze vegan possibili e immaginabili se questo può rendere meno "traumatico" il passaggio all'alimentazione vegetale. Sei solo tu a dover decidere quanto "praticabile" debba essere la tua alimentazione. Se la tua intenzione è quella di allontanarti dalla crudeltà, concentrati su questo, mantieni il tuo stile alimentare, togli solo la componente animale e sostituiscila con ciò che ti sembra più consono. Inizialmente rimpiazzerai la bistecca con una bistecca di soia magari, ma vedrai che col tempo ti verrà naturale sperimentare alternative più "salutiste"...e se invece non vorrai...va bene lo stesso! Starai comunque contribuendo a rendere il mondo un posto migliore...non mi sembra poco :D
Avatar utente
Erica Congiu
 
Messaggi: 488
Iscritto il: sab dic 05, 2015 1:50 pm
Controllo antispam: diciotto


Torna a Alimentazione vegetale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Fradani e 1 ospite