shea butter ethyl esters

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

shea butter ethyl esters

Messaggioda gianluca » sab feb 20, 2016 8:20 pm

Che ne pensate degli esteri etilici del burro di karitè ?
In confronto al dicaprylyl ether e al coco caprylate che spread ha ?
gianluca
 
Messaggi: 945
Iscritto il: mer ott 06, 2004 10:12 am
Località: Roma

Re: shea butter ethyl esters

Messaggioda Fabrizio Zago » dom feb 21, 2016 11:35 am

Io non li uso proprio, il burro di karitè mi piace così come natura crea. Secondo me lo spread è molto più basso che le altre due sostanze che hai citato.
Ciao
Fabrizio
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: shea butter ethyl esters

Messaggioda gianluca » dom feb 21, 2016 2:24 pm

Ma questi esteri possono essere usati puri sulla pelle (magari mettendoci un pò di vitamine) o vanno messi in percentuale in un flacone col coco caprylate ? Sono verdi ?
gianluca
 
Messaggi: 945
Iscritto il: mer ott 06, 2004 10:12 am
Località: Roma

Re: shea butter ethyl esters

Messaggioda Turchina82 » lun mag 09, 2016 2:41 pm

Fabrizio, ti disturbo perchè l'ingrediente in oggetto è il primo in lista di uno stick alta protezione di una nota marca che sta rivedendo e rinverdendo molto i suoi INCI. Mi interessava essendo portatrice sana di couperose e pelle diafana, ma prima di spendere 9,50 € per 8 ml di "biacca" volevo un tuo prezioso parere.
Grazie mille.
Turchina82
 
Messaggi: 40
Iscritto il: mer ott 14, 2015 1:28 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: shea butter ethyl esters

Messaggioda Fabrizio Zago » lun mag 09, 2016 5:37 pm

Ciao Turchina82,
che ci siano ditte che rinverdiscono i loro prodotti non può che farmi piacere ed anche riflettere sul fatto che solo qualche anno fa non avrei mai pensato che ci fossero, uso le tue parole, "una nota marca che sta rinverdendo i suoi INCI". Meglio così!
Adesso una pillola di tecnica così ci capiamo meglio: il burro di karité a cui rinnovo tutto il mio amore eterno, è un componente che può cambiare anche di molto, essere più morbido, più ricco in insaturi, in insaponificabili rispetto ad un altro karité proveniente da un altro paese africano.
Gli esteri di karité hanno lo svantaggio di diminuire la naturalità della materia prima ma il grande vantaggio di essere omogenei e dunque molto facilmente lavorabili.
Usando il karité vergine potresti trovarti che con una passata finisci lo stick o ti abradi le labbra. Meglio dunque un po' di sintesi che l'impossibilità di offrire un prodotto correttamente realizzato.
Ciao
Fabrizio
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto


Torna a Nuovo BioDizionario: Cosmetico & Alimentare

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 21 ospiti