Topheryl Acetate puro o arricchito in tocotrienols?

Forum di supporto al sito Biodizionario.it

Moderatore: Fabrizio Zago

Topheryl Acetate puro o arricchito in tocotrienols?

Messaggioda vlee » ven feb 02, 2007 7:01 pm

Sto usando una crema a base di tocopheril acetate con cui devo dire mi sono trovato molto bene in passato, ma mi lascia non poche perplessità.
Vi posto l'INCI e tento di commentarlo, come meglio posso, per evitare inutili perdite di tempo, poichè il mio dubbio è ben specifico:

-Tocopheril Acetate: una delle poche creme che lo dietene al primissimo posto, senza acqua.

-Wheath (triticum Vulgare) Germ Oil: si può presumere che si tratti di olio di germe di grano Buxus chinensis, olio di jojoba, ottimo umettante, (ricco in vit E ma non efficace per la pelle, quanto per la conservazione della crema stessa, credo).

-Tocotrienols: sono i principi attivi contenuti nella vitE, loro ne vantano una funzione antiossidante molto più potente del solo tocopheril....e qui il primo dubbio.

-Elaeis Guineunais (palm) Oil: credo si riferiscano a "Elaeis guineensis Jacq palm oil", ovvero l'olio di palma.

-Squalene: emolliente ampiamente citato, da non confondere con il peggiore "squalane".

-Phytosterols è un termine collettivo che si riferisce agli steroli vegetali delle piante, che sono residui della pianta che contengono le strutture chimiche analoghe al colesterolo, di più nun sò.

Ora a parte la composizione che nel complesso sembra buona, il mio dubbio nasce sul costo troppo eccessivo: 16€ circa per 200ml di prodotto e presto verrà rimpiazzato da un'identica crema con uguale costo e di soli 20ml.
Io inizialmente la comprai per il beneficio arrecato dalla vitamina E sulla pelle, in particolar modo dalla sua forma acetata (Tocopheril Acetato), e considerando il costo del tocopheril acetato puro circa 10 euro per 100ml, mi chiedevo (alla vigilia della fine del mio tubbetto) se non fosse meglio a questo punto comprarlo direttamente puro, oppure hanno ragione loro e devo preferire la loro crema perchè arricchita con i tocotrienoli?
Vi ringrazio anticipatamente tutti per le risposte.
Avatar utente
vlee
 
Messaggi: 73
Iscritto il: mer nov 01, 2006 10:10 pm

Messaggioda Laura12 » ven feb 02, 2007 8:03 pm

Ciao Vlee, dagli ingredienti che trascrivi questa non si direbbe una crema ma un olio o comunque un composto anidro (no acqua).
Fai confusione tra olio di germe di grano e olio (cera) di jojoba che sono diversi e distinti tra loro, hanno entrambi azione emolliente.
I tocotrienoli sono componenti importanti della vitamina E, rappresentano la parte maggiormente antiossidante, probabilmente in questo prodotto sono stati ulteriormente aggiunti per potenziare l'effetto.
Il tocoferile acetato è la forma acetata del tocoferolo (vitamina E pura), ne contiene all'incirca la metà, a contatto con la pelle si scinde e rende disponibile la vitamina; in realtà recenti studi hanno verificato che ciò non accade molto efficacemente.

Se ti piace l'effetto della vitamina E sulla pelle ti conviene acquistare in farmacia il tocoferolo puro o il tocoferile acetato, senza marca; non sono molto maneggevoli e ti conviene "tagliarli" con un olio a tuo piacimento.
Ultima modifica di Laura12 il sab feb 03, 2007 12:05 pm, modificato 1 volta in totale.
Laura12
 
Messaggi: 2794
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 am

Messaggioda vlee » ven feb 02, 2007 11:42 pm

Ciao Laura, sì effettivamente non ha una consistenza della crema, anche se loro non scrivono niente sopra, nel foglietto c'è scritto: potente antiossidante, crema barriera, crema antisfregamento........ma è meglio chiamarla olio veicolato o qualcos'altro come hai evidenziato, la sua consistenza è simile al tocopheril acetato puro, solo che si assorbe meglio ed è meno densa.

Per l'olio di germe, non faccio confusione, credevo che ci fossero entrambi, C'è scritto triticum vulgare, credo che ci siano tre tipi di estratti, bhò, forse mi sbaglio, il relatà non so cosa bene sia questo "Wheath (triticum Vulgare) Germ Oil" germ oil è sicuro l'olio di germe di grano, ma c'è qualcos'altro.

Dici che il tocoferolo puro è meglio? mi pareva di aver letto da Fabrizio che la vitamina E è ottima come antiossidante per le creme e che sulla pelle non fa molto effetto, mentre il tocopheril acetato è meglio.

Che olio mi consigli per il tocopheril acetate?
Ciao e grazie
Avatar utente
vlee
 
Messaggi: 73
Iscritto il: mer nov 01, 2006 10:10 pm

Messaggioda Landre82 » sab feb 03, 2007 11:45 am

vlee ha scritto:Dici che il tocoferolo puro è meglio? mi pareva di aver letto da Fabrizio che la vitamina E è ottima come antiossidante per le creme e che sulla pelle non fa molto effetto, mentre il tocopheril acetato è meglio.


Ciao Vlee .. A meno che tu non sia del mestiere o non abbia conoscenze o non ti capiti gente disponibilissima...il tocoferolo è difficilissimo da reperire , mentre il tocoferile acetato lo trovi con facilità.
Io lo uso in alcuni miei oleoliti e devo dire che l' effetto si sente !!!
La dose che uso ( e che mi hanno sempre consigliato ) e tra il 5 , max 10% di tocoferile acetato .
Puoi provare con una parte di olio di mandorle dolci e metà di jojoba o girasole ...ma ogni olio va benissimo !
Avatar utente
Landre82
 
Messaggi: 1069
Iscritto il: mar ott 11, 2005 7:07 pm
Controllo antispam: cinque

Messaggioda Laura12 » sab feb 03, 2007 12:06 pm

Sono d'accordo con Landre :-).
Laura12
 
Messaggi: 2794
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 am

Messaggioda Jenny » sab feb 03, 2007 5:16 pm

Laura12 ha scritto:Il tocoferile acetato è la forma acetata del tocoferolo (vitamina E pura), ne contiene all'incirca la metà, a contatto con la pelle si scinde e rende disponibile la vitamina; in realtà recenti studi hanno verificato che ciò non accade molto efficacemente.


Laura, magari ne contenesse la metà... in realtà nel tocoferile acetato la vitamina E pura è presente a livelli infinitesimali, praticamente se ce n'è l'1% è già tanto. In genere si aggira intorno allo 0,2% :(
Jenny
 
Messaggi: 791
Iscritto il: mar gen 31, 2006 10:20 pm
Località: provincia di Pesaro...

Messaggioda vlee » lun feb 05, 2007 2:25 am

Laura la tua frase buttata lì:
"in realtà recenti studi hanno verificato che ciò non accade molto efficacemente"
mi ha lasciato sbigottito e sono andato a fare alcune ricerche, che mai mi sarei sognato di fare, trovando conferma a quello che dici.

Il problema non è la forma di vitamina E, anzi se si vuole utilizzare la vitamina E in ambito farmacologico, la molecola del tocoferolo deve essere stabilizzata nella forma acetato. Quindi fino a qui confermo quello che credevo di aver capito dalle parole di Fabrizio.
Il problema nasce dal fatto che il tocoferolo acetato non è in grado di funzionare come antiossidante fino a quando il radicale acetico, preposto per questa funzione, non si scinde diventando "tocopherolo libero" ed andando a catturare i suoi compari radicali dannosi. Ora occupando esso stesso il gruppo della serie aromatica idrossile, per avenire tale scissione "abbisogna" della presenza esclusiva (se e solo se) di enzimi di tipo esterasico. Ma questi enzimi nella cute non si trovano in superficie, ma solo negli strati più profondi dell'epidermide, dove arriva poco e niente di quello che spalmiamo.
In più recenti studi hanno dimostrato che la bioconversione del tocoferoloacetato in tocoferolo libero è molto lenta e quasi trascurabile a meno di non usare particolari prodotti termosensibili come le mousse, che io ho usato in passato e che tutto sono fuorchè biocompatibili.

Riporto testuali parole di un articolo uscito su dermo cosmo news:

"Uno studio ha dimostrato come
l’applicazione di vitamina E acetato
in formulazione oleosa non venga
assorbita dalla cute se non solamente
nello strato corneo superficiale,
dove non è possibile la conversione
del tocoferolo acetato in
tocoferolo(6). In tal modo le formulazioni
topiche tradizionali di vitamina
E in olio, non potendo essere trasformate
in tocoferolo libero, non
possono svolgere una efficace azione
antiossidante"
Avatar utente
vlee
 
Messaggi: 73
Iscritto il: mer nov 01, 2006 10:10 pm

Messaggioda Landre82 » lun feb 05, 2007 9:09 am

Si , in effetti avevo sentito un dibattito in merito a ciò che dice Vlee ... Ti dirò...io nei miei oleoliti metto il tocoferile acetato come emolliente e non come antioosidante. Per questo scopo uso la jojoba - nb: non è un conservante , però ha un qualche effetto , essendo una cera molto resistente .
Avatar utente
Landre82
 
Messaggi: 1069
Iscritto il: mar ott 11, 2005 7:07 pm
Controllo antispam: cinque

Messaggioda Laura12 » lun feb 05, 2007 11:16 am

Grazie Vlee per aver riassunto in maniera così chiara quelle che sono le recenti novità sul tocoferile acetato, insieme all'informazione di Jenny sulla quantità effettiva contenuta di vitamina E dobbiamo dedurre che questa sostanza non funge proprio da antiossidante?
Fabrizio? Esperti, che ci dite sulla base della vostra esperienza?
Laura12
 
Messaggi: 2794
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 am

Messaggioda Jenny » lun feb 05, 2007 2:18 pm

Tra gli spignattatori gira voce che la vit. E acetato non faccia nulla contro l'ossidazione. Come antiossidante dei grassi è più adatto il tocoferolo, magari in abbinamento alla vitamina C... sembra che per un complesso processo chimico queste due vitamine agiscano in sinergia "rigenerandosi" a vicenda, mantenendo in ottimo stato i grassi più che con il solo uso di tocoferolo.
Non ho fatto particolari ricerche in merito, però mi fido di chi spignatta da anni :D
Jenny
 
Messaggi: 791
Iscritto il: mar gen 31, 2006 10:20 pm
Località: provincia di Pesaro...

Messaggioda aliadimaggio » lun feb 05, 2007 4:08 pm

Jenny ha scritto:Tra gli spignattatori gira voce che la vit. E acetato non faccia nulla contro l'ossidazione. Come antiossidante dei grassi è più adatto il tocoferolo, magari in abbinamento alla vitamina C... sembra che per un complesso processo chimico queste due vitamine agiscano in sinergia "rigenerandosi" a vicenda, mantenendo in ottimo stato i grassi più che con il solo uso di tocoferolo.
Non ho fatto particolari ricerche in merito, però mi fido di chi spignatta da anni :D


...ma, scusate la mia ignoranza, la pelle è veramente in grado di assorbire queste sostanze avvalendosene per un effetto antietà?
Avatar utente
aliadimaggio
 
Messaggi: 173
Iscritto il: dom lug 30, 2006 11:21 am
Località: Forlì
Controllo antispam: cinque

Mi associo ad aliadimaggio:

Messaggioda malva » lun feb 05, 2007 5:53 pm

la discussione su vit e tocoferile acetato si è fatta complicata e sono emersi argomenti che paiono smentire quanto sostenuto precedentemente in questo ed altri forum.
insomma : serve o non serve spalmarsi vitamina E sulla pelle? e quale forma della stessa? e poi: davvero la forma acetata contiene percentuali così basse di vitamina?
Qualcuno può gentilmente aiutarci a fare un pò di chiarezza?
malva
 
Messaggi: 6
Iscritto il: dom dic 31, 2006 4:04 pm

Messaggioda Landre82 » lun feb 05, 2007 6:22 pm

Ciao Malva io non sono un esperto però , da quanto ho capito , leggendo le varie discussioni ( qui e in altri forum ) è emerso che il tocoferile acetato è un buon emolliente e male non fa alla pelle , anzi. Il problema nasce quando si vuole ( sempre dal tocoferile acetato ) un effetto antiossidante...in questo caso sembra non essere utile in questo senso.
Invece il tocoferolo PURO è un antiossidante.
Fabriiiiiiiiiiiiiiiiii...appena puoi dicciiii dicci!!!! che questa cosa ci interessa !!!
:D
Avatar utente
Landre82
 
Messaggi: 1069
Iscritto il: mar ott 11, 2005 7:07 pm
Controllo antispam: cinque

Messaggioda pata » lun feb 05, 2007 6:42 pm

Si può riportare un intervento preso da un altro forum? è quello di un esperto e secondo me molto chiarificatore.
pata
 
Messaggi: 803
Iscritto il: mer mar 30, 2005 3:08 pm

Messaggioda Laura12 » lun feb 05, 2007 7:45 pm

pata ha scritto:Si può riportare un intervento preso da un altro forum? è quello di un esperto e secondo me molto chiarificatore.


Riporta! E pure di corsa ;-).
Laura12
 
Messaggi: 2794
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 am

Prossimo

Torna a BioDizionario: Cosmetici e prodotti Biodegradabili

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti