quale pasta?

Forum informativo sulla corretta alimentazione vegetale (alimentazione fisiologica umana).

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu, Vasco Merciadri, lorenzo ferrante, Maurizio Falasconi

quale pasta?

Messaggioda alex1978 » gio ago 24, 2017 4:05 pm

Salve a tutto il Forum,
il mio dilemma è come scegliere una marca di pastasciutta che sia sana. Non è un problema piccolo, perchè in famiglia ne consumiamo molta.
Spiego perchè sono in difficoltà: la pastasciutta è ovviamente fatta di farina, e non mi è chiaro come capire se una farina è buona o no. Il problema è che l'attuale normativa sulle farine definisce farine di tipo 00, 0, 1, 2, integrale in base alla composizione della farina e purtroppo non in base alla lavorazione. Quindi i produttori di farine si sono inventati di miscelare farine di tipo 00, poco sane, con crusche varie e ottenegono una farina che definiscono integrale. Tale farina è marchiata come integrale, ma, a differenza da quello che pensa il consumatore, non è affatto sana. Questo problema delle farine finte integrali si riversa nella pasta, come faccio a fidarmi quando tra gli ingredienti trovo scritto "farina integrale"? Evidentemente non posso...
Voi, quali criteri usate per comprare la pasta? Grazie dei consigli.

Alessandro :x
alex1978
 
Messaggi: 16
Iscritto il: dom mar 13, 2016 5:58 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: quale pasta?

Messaggioda edo22 » gio ago 24, 2017 5:51 pm

Ciao Alex,
Non sono un esperto, nè tantomeno un medico o un agricoltore. Il tuo problema me lo sono posto anche io, sebbene ora non consumi grandi quantità di cereali sottoforma di pasta (circa un paio di volte al mese).
Quello che ti posso dire è che la migliore tipologia/marca di pasta fatta con grano e farina di tipo 00 sarà peggiore di una qualsiasi pasta integrale priva di glutine, anche se di un marca/tipologia non rinomata. Invece tra una 00 e una integrale non vedo grossa differenza, se stiamo parlando del più comune grano, che di per sè io non trovo salutare.
Sarà poi una scelta ancora migliore concentrarsi direttamente sul consumo di chicchi interi e integrali, sto parlando di riso, grano saraceno, quinoa e soprattutto del miglio (escludo l'amaranto perché, a causa del chicco di misura ridottissima, trovo difficile eliminarne le saponine, sostanze schiumose che spariscono solo con un abbondante risciacquo, anche con acqua calda, previa cottura.) La loro preparazione, una volta presa la mano, è semplice e necessita di cotture rapide in cui non è importante che siano cotte al minuto esatto in cui è indicato ad esempio sulla scatola di spaghetti.

Se vogliamo rimanere sulla pasta ti consiglio di provare quella di grano saraceno di marca Felicia bio, che trovo ottima ma ha solo un inconveniente: costa circa 6,5€ al kilo!! Mannaggia! :mrgreen:
Esistono poi le paste di riso o riso/quinoa/mais (abbastanza economiche, ma contengono però emulsionanti per farle stare insieme, e le eviterei per un consumo ricorrente) che al gusto trovo pessime, a quel punto, ancora una volta, meglio andare sul chicco; oppure quelle fatte di legumi, che non sono male, ma costicchiano anche queste, e che comunque non trovo meglio del legume intero.

Quindi, ricapitolando: se uno è affezionato allo spaghetto e al maccheroncino purtroppo non ci sono a mio modo di vedere alternative salutari, a meno che non si voglia/possa spendere un patrimonio.

L'alternativa migliore è andare sui chicchi integrali molto meglio se senza glutine; certo bisogna farci l'abitudine ma se non si prova non si saprà mai.
Ciao :wink:
edo22
 
Messaggi: 9
Iscritto il: ven set 02, 2016 11:32 am
Controllo antispam: diciotto

Re: quale pasta?

Messaggioda Erica Congiu » lun ago 28, 2017 8:42 pm

Ciao Alex, per rispondere alla tua domanda il mio consiglio è evitare i brand più "commerciali" a basso costo, che appunto usano questo stratagemma di aggiungere la crusca alla farina 00. Personalmente mi trovo bene con la pasta "Rummo", che trovo spesso in offerta.
Ma ancora meglio, come ti hanno già consigliato, sarebbe cercare di limitare il più possibile l'utilizzo di pasta a favore di cereali in chicco. Alcuni, come il miglio e il grano saraceno hanno tempi di cottura molto brevi e costano pochissimo, quindi sono pratici come la pasta. Il mio stratagemma per i cerali che richiedono una cottura più lunga è quello di cucinarne una grossa quantità e suddividerla in monoporzioni che conservo in freezer e scongelo al momento del bisogno. Per un pasto veloce mi basta saltare in padella qualche verdura, poi aggiungo il cereale ancora congelato, lascio cuocere e in una decina di minuti è pronto!

Erica
Biologa Nutrizionista Assovegan
Responsabile controllo etichette VEGANOK
Responsabile progetto Biodizionario alimentare
Avatar utente
Erica Congiu
 
Messaggi: 421
Iscritto il: sab dic 05, 2015 1:50 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: quale pasta?

Messaggioda alex1978 » ven set 01, 2017 10:55 pm

Grazie a tutti e due per le risposte, prima di leggere la risposta di Erica, avevo già comprato alla Coop una buona scorta di pasta Rummo, che secondo me ha un buon rapporto qualità-prezzo. E' veramente molto interessante la vostra visione sull'alimentazione, che suggerisce un uso a largo spettro dei cereali in genere, piuttosto che focalizzarsi, come faccio io, sul binomio pastasciutta/riso :idea:
alex1978
 
Messaggi: 16
Iscritto il: dom mar 13, 2016 5:58 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: quale pasta?

Messaggioda Perla » gio set 07, 2017 12:26 pm

Ciao a tutti,
come pasta di grano oggi ci sono molte paste fatte con farine di grani antichi che eliminano il problema del grano duro creso.
Le paste fatte con grani antichi in genere provengono da farine biologiche o in conversione e spesso la macinatura è a pietra, inoltre hanno un contenuto limitato di glutine.
A mio parere sono molto buone come gusto e come resa. Certo non sono da primo prezzo al super, ma........

Perla
Perla
 
Messaggi: 155
Iscritto il: ven mar 11, 2005 11:59 am
Località: milano

Re: quale pasta?

Messaggioda Valentina73 » sab set 09, 2017 12:47 pm

In un supermercato biologico ci saranno marche alternative?
Valentina73
 
Messaggi: 5
Iscritto il: dom ago 27, 2017 4:17 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: quale pasta?

Messaggioda Luis28 » gio ott 05, 2017 11:51 am

Ciao Alex!
Ecco i 3 consigli che di solito do a chi mi chiede come scegliere la pasta (l'ultimo è un trucco semplicissimo che pochi sanno).

1) Mangia pasta integrale tutte le volte che puoi (ovvero tutte le volte che non la condisci con il sugo di pomodoro, non è un buon abbinamento): a parità di calorie (e di prezzo) avrai molti più nutrienti
2) Scegli il grano duro Senatore Cappelli, un grano antico italiano più digeribile e gustoso dei grani moderni, molto delicato anche nella versione integrale. Purtroppo costa di più, ma io credo che la pasta, anche quella artigianale e carissima, abbia sempre un buon rapporto qualità prezzo: un piatto da 100g di pasta artigianale Senatore Cappelli può costare 50 centesimi, ma mi sembra comunque un prezzo che chi vuole mangiare sano e buono sia disposto di buon grado a pagare.
3) Tieni conto che il grano non è tutto: una lavorazione ad alta temperatura può distruggere i nutrienti, i sali minerali e le vitamine (basti pensare che sopra gli 80°C si perde il 40% di vitamina B1 e il 53% di B2), ma anche il gusto. Le lavorazioni industriali essiccano a 110-120°C a volte di più (così la pasta è pronta in 2-3 ore), bisogna cercare paste essiccate a bassa temperatura, diciamo sotto i 60°C, per avere il top del gusto e della salute. Ma siccome pochi, anzi pochissimi, riportano la temperatura di essiccazione sulla confezione bisogna ricorrere a un piccolo e semplice segreto: guardare il colore! Se è giallo intenso e lucido lasciate perdere, la pasta ha subito la reazione di Maillard che si sviluppa ad alte temperature, gelatinizza l'amido e crea una pasta che tiene la cottura ma è difficile da digerire, oltre a non sapere di niente. La vera pasta è di colore giallo pallido ed è rugosa.

Se volete qualche indicazione di marca, vi consiglio la pasta AmoreTerra che si trova in molti negozi specializzati (qui c'è una lista: https://www.amoreterra.com/acquista/) oppure sul sito Verdi Radici (https://www.verdiradici.it/shop/prodotti/pasta-biologica). Perché ve la consiglio? Perché essiccano la pasta a 34° per una giornata intera! (Se non ci credete guardate qui https://www.instagram.com/p/BZ3Q0X-Hu1b/?taken-by=filieraamoreterra)
Luis28
 
Messaggi: 4
Iscritto il: mar feb 21, 2017 4:17 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: quale pasta?

Messaggioda Cama » ven ott 13, 2017 4:46 pm

Salve Enrica,
vorrei sapere se a riguardo della pasta Rummo, fai riferimento a entrambi i tipi, e cioè a quella di grano duro e a quella bio integrale ?
Giusto per imparare gentilmente ti chiedo in cosa differisce ad esempio dalla pasta De Cecco, che nel test di Altro Consumo risulta la migliore, mentre la Rummo di grano duro di qualità media ?
Grazie Cama
Cama
 
Messaggi: 578
Iscritto il: gio feb 18, 2016 7:41 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: quale pasta?

Messaggioda Goldfinger » ven ott 13, 2017 6:44 pm

I grani antichi tipo saraceno senza glutine vengono legati da altri agenti addizionati, non so se siano migliori del grano classico
Goldfinger
 
Messaggi: 3
Iscritto il: ven ott 13, 2017 6:21 pm
Controllo antispam: Diciotto

Re: quale pasta?

Messaggioda Erica Congiu » mar ott 17, 2017 12:15 pm

Cama ha scritto:Salve Enrica,
vorrei sapere se a riguardo della pasta Rummo, fai riferimento a entrambi i tipi, e cioè a quella di grano duro e a quella bio integrale ?
Giusto per imparare gentilmente ti chiedo in cosa differisce ad esempio dalla pasta De Cecco, che nel test di Altro Consumo risulta la migliore, mentre la Rummo di grano duro di qualità media ?
Grazie Cama

Il test di altroconsumo tiene conto di vari parametri, come l'etichettatura, la prova assaggio, l'origine del grano, ecc... vedo che la pasta rummo è stata penalizzata soprattutto per la presenza, nei campioni, di Deossinivalenolo, una micotossina.
I parametri che uso io, invece, si basano soprattutto sull'impatto ambientale e le politiche adottate dell'azienda, e la Rummo mi piace perchè si è impegnata a ridurre le emissioni di CO2 e perchè comunque rimane una realtà abbastanza "di nicchia" seppur reperibile nella grande distribuzione. Non mi piace arricchire le grandi corporazioni, ecco...
Detto ciò so per certo che la De Cecco lavora molto bene, ha degli standard qualitativi altissimi, ho lavorato per un'azienda che produceva i sughi per loro e il loro livello di "pignoleria" mi aveva veramente impressionato.
Quindi davvero, quando si sceglie una pasta ci possono essere veramente millemila parametri da valutare, alla fine si deve fare un compromesso tra i valori che ci stanno più a cuore. Per me la priorità è sicuramente il sostegno alle piccole realtà e l'utilizzo di grano di qualità. Questa cosa del Deossinivalenolo tra l'altro non la sapevo, quindi grazie cama per avermi dato modo di informarmi!
Ripeto, io la pasta la utilizzo si e no 2 volte al mese, preferisco i cereali in chicco integrali, rigorosamente da agricoltura biologica, perchè ahimè sui cereali ci finiscono i peggio pesticidi, quindi l'integrale è quello più esposto a questo tipo di contaminazione.
Avatar utente
Erica Congiu
 
Messaggi: 421
Iscritto il: sab dic 05, 2015 1:50 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: quale pasta?

Messaggioda Cama » mer ott 18, 2017 3:45 pm

Ciao Erica,
grazie per i chiarimenti, comunque la pasta Rummo analizzata è quella di grano duro non la biologica integrale per la quale si potrebbe pensare l'assenza del Deossinivalenolo, in quanto biologica ? Diversamente da te la mangio frequentemente, sia di grano duro che integrale bio.
Trovo interessante la tua alimentazione di cereali in chicco bio e integrali. Gentilmente mi daresti un pò di info a riguardo.
Concordo con Goldfinger che i grani senza glutine contengono additivi emulsionanti e stabilizanti .
Saluti ad entrambi Cama
Cama
 
Messaggi: 578
Iscritto il: gio feb 18, 2016 7:41 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: quale pasta?

Messaggioda Valeria90 » gio ott 19, 2017 8:08 am

Ciao Cama,
ti chiedo scusa in anticipo per l'intromissione, ma nell'attesa che la dott.sa Congiu dia il suo (ben più autorevole ) parere, posso dirti la mia esperienza.
Io consumo quasi esclusivamente cereali (o pseudo cereali) in chicchi e, nonostante mi limiti a quelli coltivati in Italia e senza glutine, la scelta rimane comunque ampia: riso (normale, rosso e nero), quinoa bianca, miglio, sorgo, grano saraceno ed avena (poi ovviamente c'è il mais, che io acquisto prevalentemente sotto forma di farina per polenta). Li compro tutti biologici, integrali (dove applicabile) ed italiani ( :D ) e ti posso assicurare che, anche così, non hanno assolutamente prezzi favolosi.
Sono tutti buonissimi, estremamente versatili e nessuno ha tempi di cottura biblici, anzi alcuni sono decisamente rapidi.
A mio parere in questo modo si hanno due grandi vantaggi: un'alimentazione decisamente varia (perché ognuno di questi alimenti ha proprietà uniche) e l'acquisto del proprio cibo nella forma il meno lavorata possibile, che dovrebbe sempre essere la scelta da privilegiare.
Secondo me vale decisamente la pena di provare!
Avatar utente
Valeria90
 
Messaggi: 24
Iscritto il: dom mag 21, 2017 6:55 pm
Controllo antispam: Diciotto

Re: quale pasta?

Messaggioda Cama » gio ott 19, 2017 5:10 pm

Ciao Valeria 90,
grazie per le info che mi dai, sicuramente variare e inserire ulteriori alimenti nella propria dieta è più salutare, infatti se sono presente qui è solo per imparare ed evitare errori .
Il riso comunque lo consumo, non integrale nè bio, ora mi avvicinerò ai cereali che hai elencato, incomincerò a guardare le varie offerte del negozio bio che frequento.
Considerando che a parte i cereali per la prima colazione, non uso altro, secondo me è un argomento troppo vasto per liquidarsi con una risposta, verrò qui a confrontarmi e a porre i miei dubbi.
Leggo che i cereali integrali contengono composti antinutrizionali che ostacolano l'assorbimento di elementi minerali, quali ferro, calcio, zinco, magnesio, ragion per cui non vanno consumati con alimenti ricchi di sali minerali, poi che nei cereali in genere manca un amminoacido essenziale la lisina.
Quindi mi chiedo quali sono gli abbinamenti giusti in particolare con gli integrali, quali alimenti vanno insieme consumati e quali evitati ? necessitano di ammollo ? ecc..
Saluti Cama
Cama
 
Messaggi: 578
Iscritto il: gio feb 18, 2016 7:41 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: quale pasta?

Messaggioda Valeria90 » gio ott 19, 2017 6:05 pm

Ciao Cama,
comincio con il dire che sono perfettamente d'accordo con te riguardo alla complessità e vastità dell'argomento; e continuo sottolineando che io non sono affatto una professionista del settore, quindi l'unica cosa su cui mi baso è la mia esperienza personale (e un po' di studio da autodidatta...).
Per quanto riguarda i punti da te indicati posso dirti questo:

1. lisina: è senz'altro vero che è scarsamente presente nei cereali (a parte, se non ricordo male, la quinoa), ma questo vale per tutti i tipi di cereali. In ogni caso non mi sembra un problema, dal momento che la lisina è invece abbondante nei legumi (a parte, anche qui se non ricordo male, la soia);
2. antinutrienti: questo è un punto un po' controverso, a cui a mio parere si tende a dare troppa importanza. Io so che gli antinutrienti dei cereali vengono neutralizzati dall'ammollo e dalla successiva cottura; tieni inoltre presente che i cereali integrali sono infinitamente più ricchi di minerali rispetto a quelli raffinati, quindi anche se gli antinutrienti in essi contenuti non risultassero completamente inattivati, alla fine il bilancio resta sempre positivo. Per di più questi tanto demonizzati antinutrienti (che comunque si trovano anche nei legumi ed in alcuni tipi di verdure) hanno anche dimostrate proprietà antitumorali, il che non è mai male ( :D ).

Non so se tu sei vegana: io lo sono da dodici anni e ti assicuro che non ho mai sofferto di nessuna carenza (l'unica cosa che integro è l'ovvia vitamina B12). Sono molto attenta alla varietà ed alla qualità di quello che mangio, ma a parte questo non c'è bisogno di diventare matti.
Ovviamente spero che la dott.sa Congiu possa confortarci e consigliarci al meglio, dall'alto della sua ben più alta esperienza e professionalità!
Avatar utente
Valeria90
 
Messaggi: 24
Iscritto il: dom mag 21, 2017 6:55 pm
Controllo antispam: Diciotto

Re: quale pasta?

Messaggioda Cama » ven ott 20, 2017 6:08 pm

Ciao Valeria, neanch'io sono un'esperta del settore, ed è solo per apprendere, almeno gli elementi base per una corretta alimentazione, che sono nel forum.Condivido quanto tu dici e proprio per questo, per attenuare questi limiti, chiamiamoli così dei cereali, chiedevo come dovremmo combinare le pietanze ? Per esempio io uso
mangiare la pasta integrale con la verdura, ad esempio rape e orecchiette , riso e verza, ecc, però ora, in considerazione degli antinutrienti nell'integrale ovvierò non usando più l'integrale . Comunque aspettiamo Erica per migliori suggerimenti.
Cama
 
Messaggi: 578
Iscritto il: gio feb 18, 2016 7:41 pm
Controllo antispam: diciotto

Prossimo

Torna a Alimentazione vegetale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite