Gilbert & George - Napoli

Forum dedicato a tutte le forme d'Arte

Moderatore: lux

Gilbert & George - Napoli

Messaggioda lux » mar dic 15, 2009 7:53 pm

Per tutti i napoletani e non, per tutti quelli che tra una visita a S. Gregorio Armeno e un caffè non sanno che fare. Vi consiglio di fare un salto presso l'Accademia di Belle Arti per l'incontro con GILBERT & GEORGE. Io ci sarò :D
L'incontro è previsto per le ore 11 di giovedì 17 dicembre 2009 presso l'aula di Storia dell'Arte dell'Accademia di Belle Arti, che si trova in via Bellini 34.

Immagine Immagine
Avatar utente
lux
 
Messaggi: 153
Iscritto il: dom lug 20, 2008 11:48 pm
Località: Napoli

Re: Gilbert & George - Napoli

Messaggioda BioContessa » mer dic 30, 2009 6:50 pm

Ciao Luca, intanto un salutone e vorrei sapere come stai??
Anche tu super impegnato?? Eh??
Ci sei stato poi??? ... e cosa ci racconti??
Un Abbraccio
Renata
BioContessa
 
Messaggi: 79
Iscritto il: gio ago 23, 2007 7:31 pm

Re: Gilbert & George - Napoli

Messaggioda lux » sab gen 02, 2010 12:01 pm

Ciao Renata,
Va tutto bene, ma da come hai potuto capire, in questo periodo sono super-Impegnatissimo.
Non sono nemmeno riuscito a scrivere un resoconto di quel giorno. Infatti sono anche dispiaciuto di non aver potuto comunicare che il giorno successico si sarebbe inaugurata una loro mostra proprio qui a Napoli. Purtroppo io l'ho saputo proprio quel giorno perchè di pubblicità ne è stata fatta davvero poca.
Gilbert & George sono fantastici. Già a vederli a distanza, si riesce subito a capire che sono una coppia molto affiatata sia nella vita che nel lavoro. Infatti ad una delle domande hanno risposto che in ogni opera non potrebbe mai esistere l'uno senza l'altro.
In quell'incontro hanno parlato del loro modo di vedere la vita e quindi anche l'arte, spiegando il senso di alcune delle loro opere che ci sembravano incomprensibili. Una delle cose fondamentali che li rende unici, è sicuramente stato il modo in cui hanno sempre preso le distanze dai vari generi che si sono succeduti negli anni. Pur avendo partecipato ai megaconcerti hippie ad esempio, non si sono mai fusi a quel caos di droghe e alcol, hanno continuato a mantenere i "valori" in cui credevano. Ci hanno raccontato di quanto era buffo vedere tra la folla di capelloni e fasce colorate, due come loro vestiti in giacca e cravatta, non perchè fossero contro quel modo di vivere, ma perchè istintivamente hanno sempre voluto essere indipendenti in campo artistico senza mai lasciarsi confondere per aggregarsi a dei gruppi "alla moda" che sarebbero poi sfumati nel tempo.
Sono stato poi felice di ascoltare che le opere vengono create da loro stessi e con le proprie mani, perchè purtroppo oggi c'è la cattiva abitudine di farsi chiamare "artista" e non saper nemmeno mettere mano al proprio lavoro. Più della metà delle opere che si vedono in giro sono solo firmate dall'artista, ma sono eseguite da altre persone che rimangono in ombra.
Da un punto di vista etico Gilbert & George mi hanno fatto capire di essere informati e liberi da tutte quelle convinzioni imposte dalla società, e questo lo possiamo tranquillamente vedere in tutte le loro opere, anche se...spero di sbagliarmi, ma mi è parsa una cosa abbastanza forzata. Forse è semplicemente perchè io avrei discusso e lavorato alle mie opere con più verità e più rabbia rendendole più crude e immediate. E non è solo la questione che io vedo valuto le cose in modo diverso, ma credo che negli anni in cui hanno lavorato e tutt'ora lavorano, ci sono stati degli eventi che avrebbero fatto urlare, impazzire ed agire tutte le persone informate della realtà dei fatti.
Purtroppo non c'è stato il tempo di poter capire meglio tutti i loro punti di vista perchè l'incontro è durato poco più di 40 minuti a causa del ritardo dovuto al traffico.
Anche se breve è stato un incontro importante perchè sono stato felice poter capire con i miei occhi perchè Gilbert e George sono considerati così importanti nel mondo dell'arte.
Avatar utente
lux
 
Messaggi: 153
Iscritto il: dom lug 20, 2008 11:48 pm
Località: Napoli

Re: Gilbert & George - Napoli

Messaggioda BioContessa » dom gen 03, 2010 10:50 pm

Ciao Luca...
Si mi sono resa conto che sei superimpegnato.. ma se si tratta del tuo lavoro.. della tua arte.. Beh.. benvangano gli impegni !!!
Il tuo racconto sulla giornata è,come al solito, bene descritto da te... Hai reso ben chiare le sfaccettature dell'arte e dell filosofia degli artisti..
Le tue capacità sono veramente straordinarie..
Tienici informati sugli sviuppi annche del tuo lavoro artistico...
E.. la cucina... Sai io mi stodedicando un pò alla fotografia... ho ricevuto una bella reflex in regalo da Sauro ed ho in mente di sviluppare un pò interesse che ho.. insieme alla cucina... nel frattempo, in attesa di aver comunque nuove tue... Ti abbraccio e Ti auguro .. Buona Vita!! Auguriiiii
Renata
BioContessa
 
Messaggi: 79
Iscritto il: gio ago 23, 2007 7:31 pm

Re: Gilbert & George - Napoli

Messaggioda lux » mer gen 06, 2010 12:56 pm

Ciao Renata,
Mi fa tanto piacere sapere che ti stai dedicando alla fotografia :D . Aspetterò con ansia di vedere i tuoi scatti e magari dare qualche dritta anche a me che sono ancora a digiuno di questo argomento.
Rilggendo quello che ho scritto la volta scorsa mi sono reso conto di essere talmente fuori di testa al punto da non saper nemmeno più scrivere decentemente. Come potrai ben notare la punteggiatura va a caso :lol:
Volevo aspettare i primi risultati del mio lavoro ma, visto che se ne parla, ti anticipo il motivo della mio assenza. Oltre agli ultimi esami, sto già lavorando alla tesi.
Il progetto l'ho chiamato "Utopia" . Per il momento sto raccogliendo materiale e lavorando alla parte artistica, ma vorrei realizzare un racconto scritto e illustrato. Scriverò degli orrori e delle ingiustizie che ancora oggi esistono nel mondo, dedicando però più attenzione a chi non ha i mezzi per poter lottare, gli animali. Dalla vivisezione all'allevamento industriale, vorrei poter far luce sull'attuale condizione degli animali e del loro sfruttamento.
Mi fa rabbia pensare che sui giornali e in tv si parli di continuo dell'olocausto della seconda guerra mondiare ma nessuna parola per l'orrore che continuano ancora oggi a vivere gli animali, un dolore e una sofferenza che è sicuramente superiore a quello provato dagli ebrei nei campi di sterminio.
Confesso di incontrare tantissime difficoltà perchè il mio lavoro verrà giudicato da persone che pensano tutt'altro di questo argomento. Ho già avuto una piccola discussione col mio relatore sull'importanza del latte vaccino nell'alimentazione umana.
Nonostante la rabbia e le difficoltà però andrò avanti nel mio lavoro sperando di riuscirci nel pochissimo tempo che ho a disposizione. Naturalmente vi mostrerò i miei lavori appena saranno terminati. :)
Avatar utente
lux
 
Messaggi: 153
Iscritto il: dom lug 20, 2008 11:48 pm
Località: Napoli


Torna a Arte in libertà

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite