Confronto tecniche costruzione legno-paglia

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Rispondi
yatahaze
Messaggi: 57
Iscritto il: sab giu 16, 2012 9:04 pm
Controllo antispam: cinque

Confronto tecniche costruzione legno-paglia

Messaggio da yatahaze » sab dic 15, 2018 9:11 pm

Chiedo ai più esperti una spiegazione sui pro e contro di differenti tecniche realizzative per case in legno paglia e intonaci naturali.
Per esempio Novello case utilizza la tecnica della prefabbricazione di moduli autoportanti, grossi cassoni in legno contenenti paglia.
Casaattiva invece usa la tecnica della struttura portante in legno (al posto del CA) e tamponamenti in balle di paglia.
La prima ha il vantaggio di poter essere prefabbricato, la seconda solo la struttura , mentre l'applicazione delle bale in paglia dev essere fatto in loco.
Però il mio dubbio è da un punto di vista strutturale, quale delle due opzioni "regge" di più? Ad occhio dico la seconda.
Poi: nel primo caso come si fa ad applicare gli intonaci in argilla/calce direttamente sul legno? Nel secondo caso si applicano direttamente sulla paglia, è meglio credo.

che ne pensate?

P.S. per uno che abita in Toscana, dove non ci sono ditte, almeno credo specializzate, in queste case, cosa consigliate?

Paolo Boni
Messaggi: 3481
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Carpenedolo (BS)
Contatta:

Re: Confronto tecniche costruzione legno-paglia

Messaggio da Paolo Boni » sab dic 15, 2018 11:14 pm

Questione strutturale è indifferente.
Quello che conta sono i calcoli ben fatti.
Questione delle tecniche costruttive tra novello e casattiva l'unica cosa che cambia è che novello usa balle di paglia di Riso, mentre casattiva utilizza la balletta classica.
Intonaci su assi di legno prendono bene e non hanno problenatiche. Nemmeno su ballette hanno problemi. Di norma si utilizza la posa di arelle prima di intonacare.

Zona toscana.
Mi pare di capire che vuoi affrontare il lavoro in economia, quindi quello che serve è avere bene le idee chiare degli errori da evitare sia sull'utilizzo del legno che su quello della paglia.
Per il resto siamo qui
Paolo

yatahaze
Messaggi: 57
Iscritto il: sab giu 16, 2012 9:04 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Confronto tecniche costruzione legno-paglia

Messaggio da yatahaze » dom dic 16, 2018 2:26 pm

Paolo Boni ha scritto:Questione strutturale è indifferente.
Quello che conta sono i calcoli ben fatti.
Cosa può far propendere allora per l'una o l'altra costruzione? Il secondo tipo con moduli autoportanti, immagino abbia un costo di realizzazione inferiore, perché una struttura in legno massiccia (primo caso) credo costi di più.
Paolo Boni ha scritto: Zona toscana. Mi pare di capire che vuoi affrontare il lavoro in economia
Che intendi "in economia"? No autocostruzione, l'ideale sarebbe trovare una ditta che monti la struttura e faccia gli intonaci e pareti interne, il mio dubbio è se ce ne sono in loco, non vorrei fare da cavia...
per questo sto guardando a ditte come Novello o Casattiva
poi per i serramenti, gli impianti, posso fare da solo affidandomi a ditte locali che conosco.
e mio suocero è muratore, potrebbe fare la platea/gabbioni di sassi lui per esempio.

Avatar utente
tmx64
Messaggi: 2315
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Milano

Re: Confronto tecniche costruzione legno-paglia

Messaggio da tmx64 » lun dic 17, 2018 11:21 am

Ciao Yatahaze
yatahaze ha scritto:... che ne pensate?
Non è il sistema che fa la differenza ma chi è il tuo progettista. Tutti i sistemi devono garantire la resistenza strutturale.
Posso avere il miglior sistema (sulla carta) ma progettato da incompetenti e montato da disperati.
Le costruzioni in paglia sono molto più "delicate" da progettare rispetto ad una banalissima casa in legno.
Prima di ogni cosa, devi cercarti un progettista che abbia già esperienza in case in paglia, non un sistema costruttivo.

Lo stesso arch. Boni ne "mastica" parecchio di case in paglia.
Non ne trovi molti in giro che sappiano mettere mano ad un progetto in paglia...anzi, trovi poco o niente...


ciao
thomas

Alex Merotto
Messaggi: 98
Iscritto il: lun mag 01, 2017 9:30 am
Controllo antispam: diciotto

Re: Confronto tecniche costruzione legno-paglia

Messaggio da Alex Merotto » lun dic 17, 2018 1:47 pm

Dal punto di vista strutturale molto meglio il sistema a cassoni prefabbricati. Non si può fare un telaio in legno come se fosse di cemento armato. Ad ogni modo cercati un progettista (anche strutturale) che ne capisca e che ne abbia già fatte.

Ciao

A.

yatahaze
Messaggi: 57
Iscritto il: sab giu 16, 2012 9:04 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Confronto tecniche costruzione legno-paglia

Messaggio da yatahaze » lun dic 17, 2018 4:59 pm

Quello che mi preoccupa è la lontananza. Conosco dei progettisti anche qua in Toscana ma sono abbastanza distanti....chi verrebbe poi 2-3 volte a settimana sul cantiere a controllare i lavori?
Uno del nord Italia è difficile, quanto costerebbe?
Idem per le pratiche in comune....quante figure tecniche dovrei pagare?
1. l'architetto che fa il progetto. ok potrebbe essere anche lontano
2. strutturista, potrebbe essere anche lontano
3. geologo, ok locale
4. tecnico per pratiche in comune, accatastamenti ecc ecc

Paolo Boni
Messaggi: 3481
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Carpenedolo (BS)
Contatta:

Re: Confronto tecniche costruzione legno-paglia

Messaggio da Paolo Boni » mar dic 18, 2018 12:25 pm

La prefabbricazione consente anche la gestione a distanza. Unica discriminante una progettazione spinta e squadre di persone competenti durante la realizzazione

Nicola0768
Messaggi: 55
Iscritto il: mar lug 12, 2016 1:56 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Confronto tecniche costruzione legno-paglia

Messaggio da Nicola0768 » ven dic 21, 2018 10:26 am

Yatahaze hai MP

yatahaze
Messaggi: 57
Iscritto il: sab giu 16, 2012 9:04 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Confronto tecniche costruzione legno-paglia

Messaggio da yatahaze » ven mar 29, 2019 8:27 am

Riprendo questo topic senza aprirne un altro con una domanda: ho letto che nella posa delle balle di paglia, se si mettono con gli steli verticali si raggiunge il doppio dell'isolamento. Questo permette in sostanza di fare pareti più strette.
Ma se uno ha più spazio, ipotizzo, anche 55 cm di parete, se è così, non conviene comunque metterle in verticale?
Mettendo gli steli in verticale si hanno lati negativi o controindicazioni? La parete traspira di meno e la paglia rilascia l'umidità verso l'esterno in misura minore che mettendo la balla con gli steli in orizzontale?
grazie

Paolo Boni
Messaggi: 3481
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Carpenedolo (BS)
Contatta:

Re: Confronto tecniche costruzione legno-paglia

Messaggio da Paolo Boni » ven mar 29, 2019 9:28 am

yatahaze ha scritto:
ven mar 29, 2019 8:27 am
Riprendo questo topic senza aprirne un altro con una domanda: ho letto che nella posa delle balle di paglia, se si mettono con gli steli verticali si raggiunge il doppio dell'isolamento. Questo permette in sostanza di fare pareti più strette.
Ma se uno ha più spazio, ipotizzo, anche 55 cm di parete, se è così, non conviene comunque metterle in verticale?
Mettendo gli steli in verticale si hanno lati negativi o controindicazioni? La parete traspira di meno e la paglia rilascia l'umidità verso l'esterno in misura minore che mettendo la balla con gli steli in orizzontale?
grazie
Non proprio così.
Vedo di risponderti puntualmente:
  • si parla di fibre parallele o perpendicolari al flusso termico (parallele sono quelle stese, perpendicolari quelle in verticale) detto questo il potere isolante migliora con il flusso perpendicolare per il semplice fatto che permette meno il passaggio del freddo o del caldo. Chiaramente è una balletta prodotta dal campo non da fabbrica e quindi non pensare che tutti gli steli siano nello stesso verso ma hanno solamente una prevalenza. Detto questo non c'è una differenza così elevata come "il doppio" ma solamente isolano meglio con gli steli verticali
  • Le pareti le devi fare con le dimensioni delle ballette che mediamente sono misurate tenendo gli steli orizzontali con gli spaghi che la legano verso l'alto (dimensioni 35/40 X 45/50 x 50/120) Ricapitolando quasi tutti le mettono con steli orizzontali e quindi la parete risulta spessa circa 50 cm (intonaci esclusi). Posarle così hai il vantaggio di poter poi rifilare con tagliasiepi o seghe a gattuccio tutti gli steli irregolari preparandoti quindi una parete idonea per potergli posare poi l'intonaco. Posarli con steli verticali riduci la parete mediamente di 10 cm ma hai il grosso problema di non poter più regolarizzar la parete perchè ti ritrovi tutti gli spaghi in facciata e non puoi tagliarli altrimenti si sfalda tutto. Quando le uso in verticale servono termointonaci (calce-canapa) ad alti spessori e tanta attenzione
  • La traspirabilità non cambia minimamente
Ciao Paolo

yatahaze
Messaggi: 57
Iscritto il: sab giu 16, 2012 9:04 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Confronto tecniche costruzione legno-paglia

Messaggio da yatahaze » ven mar 29, 2019 11:19 am

Paolo Boni ha scritto:
ven mar 29, 2019 9:28 am
Posarli con steli verticali riduci la parete mediamente di 10 cm ma hai il grosso problema di non poter più regolarizzar la parete perchè ti ritrovi tutti gli spaghi in facciata e non puoi tagliarli altrimenti si sfalda tutto.
molto chiaro, grazie.
ipotizzando invece una prefabbricazione con cassoni di legno non dovrebbe esserci il problema dello spago e si potrebbe metterle da 50 cm in verticale aumentando così l'isolamento?

Paolo Boni
Messaggi: 3481
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Carpenedolo (BS)
Contatta:

Re: Confronto tecniche costruzione legno-paglia

Messaggio da Paolo Boni » ven mar 29, 2019 2:02 pm

yatahaze ha scritto:
ven mar 29, 2019 11:19 am
Paolo Boni ha scritto:
ven mar 29, 2019 9:28 am
Posarli con steli verticali riduci la parete mediamente di 10 cm ma hai il grosso problema di non poter più regolarizzar la parete perchè ti ritrovi tutti gli spaghi in facciata e non puoi tagliarli altrimenti si sfalda tutto.
molto chiaro, grazie.
ipotizzando invece una prefabbricazione con cassoni di legno non dovrebbe esserci il problema dello spago e si potrebbe metterle da 50 cm in verticale aumentando così l'isolamento?
Si certo.
In questo modo però devi farti produrre tutte le ballette con lunghezza 50 cm da posare nella parte più lunga e ti costerebbe di più.
IL prezzo lo trovi a balletta e non a volumetria.
Paolo

Rispondi