Aggancio a terra

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Re: Aggancio a terra

Messaggioda tmx64 » ven lug 20, 2018 10:08 am

Ciao Cargo
Cargo ha scritto:.. La mia casa a telaio sarà interamente in abete lamellare, l aggancio è previsto su un cordolo rialzato con guaina. Le pareti non le hanno ancora costruite, consigliate di chiedere che il dormiente venga fatto in larice? ...

Tieni conto che la guaina che risvolta sul cordolo protegge sicuramente dall'umidità di risalita ma non dall'acqua che arriva dall'alto....anzi..
Mi spiego meglio: se appoggio il dormiente su una guaina continua non avrò problemi di umidità che mi arriva dal basso ma non sono ancora garantito dall'acqua che mi arriva dall'alto.
Il listone deve essere a sua volta inguainato parzialmente.
Farlo in larice è una soluzione migliore ma, in tutti i modi, lo proteggerei a sua volta.

ciao
thomas
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2235
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda Cargo » ven lug 20, 2018 12:12 pm

Thomas da dove arriverebbe l'acqua dall'alto? Parli di possibili infiltrazioni o di condensa? La casa è a un piano con una bella grondaia da un metro
Cargo
 
Messaggi: 84
Iscritto il: dom mar 18, 2018 6:39 pm
Controllo antispam: Diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda tmx64 » ven lug 20, 2018 3:28 pm

Ciao Cargo
Cargo ha scritto:Thomas da dove arriverebbe l'acqua dall'alto? Parli di possibili infiltrazioni o di condensa? La casa è a un piano con una bella grondaia da un metro

Intendo acqua da infiltrazioni dalla superficie. Acqua piovana o acqua quando lavo fuori.

ciao
thomas
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2235
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda tmx64 » ven lug 20, 2018 4:16 pm

Mia auto-cito
tmx64 ha scritto:... le tue perplessità riguardano principalmente la certificazione del materiale?!?...

certificati del genere potrebbero andare bene?
http://conf.ebis.at/I00853/conf6542213967326.pdf

ciao
thomas
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2235
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda IngMR » lun lug 23, 2018 8:36 am

non so! non è proprio la mia lingua..!! da quel poco che posso intuire però resto della mia idea... non per partito preso ovviamente! comunque esistono delle regole sui materiali da costruzione per usi strutturali, per cui..
La mia idea comunque è opinione mia, esistono poi diversi tecnici che nemmeno se lo pongono il problema (purtroppo) e tanti altri che non ritengono proprio essere un problema. Resto sempre della curiosità di sapere cosa ne pensa il tuo strutturista (o sei tu??)
IngMR
 
Messaggi: 585
Iscritto il: mer dic 05, 2012 10:27 am
Controllo antispam: cinque

Re: Aggancio a terra

Messaggioda tmx64 » lun lug 23, 2018 5:00 pm

Ciao IngMR
Ma siamo rimasti solo noi su questo forum? Saremo mica degli Highlanders?!? Marca male perché uno dei due dovrà tagliare la testa all'altro! :)

IngMR ha scritto:... da quel poco che posso intuire però resto della mia idea...

Scusa se sono di coccio ma fammi capire meglio: tu dici che l'appoggio con il vetro cellulare non va bene perché non ho una certificazione strutturale soddisfacente?
Oppure, al di là del problema della certificazione, non è una soluzione corretta, che non ti piace?
Cosa non ti convince nella certificazione/dichiarazione che ti ho allegato??

In fin dei conti, quando ho una bifalda di 30 metri che si appoggia su un neoprene concettualmente ho una situazione simile. Anzi, con la bifalda ho valori di schiacciamento molto più importanti.

ciao
Thomas
p.s. sono ing anch'io ma non mi occupo direttamente di calcolo strutturale.
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2235
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda IngMR » mar lug 24, 2018 8:07 am

tmx64 ha scritto:Ciao IngMR
Ma siamo rimasti solo noi su questo forum? Saremo mica degli Highlanders?!? Marca male perché uno dei due dovrà tagliare la testa all'altro! :)



ahah, sarò qua fino al 9 agosto (ahime!), poi avrai tutto il forum per te....!!!

siam di coccio tutti e due, per cui c'è la possibilità che questa discussioni duri all'infinito!
Io parto dal fatto che ci sono diversi problemi circa alcuni nodi e che tutti vanno affrontati. Sarà per la mia professione ma ritengo che il primo sia sempre quello della sicurezza strutturale, ancor prima degli aspetti termici e altro. Quello che non mi piace non è ne il vetro cellulare ne l'assenza di certificazioni, ma il fatto che in qualsiasi caso si crei una distanza (un vuoto) tra piano orizzontale e verticale, a subirne le conseguenze sono gli elementi di connessione. Questi lavorano al meglio se messi nelle corrette condizioni, ovvero in totale combinazione tra le parti. è ovvio che i 20 mm non sono la condizione ottimale ma non creano particolari disagi, ma 50mm a mio parere si. Questo non vuol dire che in caso di evento (sisma o altro) i connettori non funzionano e la casa crolla, ma dopo l'ipotetico evento i connettori rischiano di avere un'efficienza inferiore. il "vuoto" amplifica la possibilità di deformazione dei connettori e per me questo è da evitare assolutamente. per assurdo è come se gettassi del CA e per un piccolo tratto in un'ipotetica intersezione strutturale lasciassi i ferri scoperti.
Dato che anche io son testardo, mi potresti dire l'opinione del tuo collega?? Sono curioso di sentir un'altra voce in capitolo!

Poi, per l'aspetto termico e di impermeabilizzazione il vetro cellulare funziona bene
IngMR
 
Messaggi: 585
Iscritto il: mer dic 05, 2012 10:27 am
Controllo antispam: cinque

Re: Aggancio a terra

Messaggioda Paolo Boni » mar lug 24, 2018 8:37 am

IngMR ha scritto:
tmx64 ha scritto:Ciao IngMR
Ma siamo rimasti solo noi su questo forum? Saremo mica degli Highlanders?!? Marca male perché uno dei due dovrà tagliare la testa all'altro! :)



ahah, sarò qua fino al 9 agosto (ahime!), poi avrai tutto il forum per te....!!!

siam di coccio tutti e due, per cui c'è la possibilità che questa discussioni duri all'infinito!
Io parto dal fatto che ci sono diversi problemi circa alcuni nodi e che tutti vanno affrontati. Sarà per la mia professione ma ritengo che il primo sia sempre quello della sicurezza strutturale, ancor prima degli aspetti termici e altro. Quello che non mi piace non è ne il vetro cellulare ne l'assenza di certificazioni, ma il fatto che in qualsiasi caso si crei una distanza (un vuoto) tra piano orizzontale e verticale, a subirne le conseguenze sono gli elementi di connessione. Questi lavorano al meglio se messi nelle corrette condizioni, ovvero in totale combinazione tra le parti. è ovvio che i 20 mm non sono la condizione ottimale ma non creano particolari disagi, ma 50mm a mio parere si. Questo non vuol dire che in caso di evento (sisma o altro) i connettori non funzionano e la casa crolla, ma dopo l'ipotetico evento i connettori rischiano di avere un'efficienza inferiore. il "vuoto" amplifica la possibilità di deformazione dei connettori e per me questo è da evitare assolutamente. per assurdo è come se gettassi del CA e per un piccolo tratto in un'ipotetica intersezione strutturale lasciassi i ferri scoperti.
Dato che anche io son testardo, mi potresti dire l'opinione del tuo collega?? Sono curioso di sentir un'altra voce in capitolo!

Poi, per l'aspetto termico e di impermeabilizzazione il vetro cellulare funziona bene


PRATICAMENTE STATE PARLANDO DI ARIA PORTANTE :D
Paolo Boni
 
Messaggi: 3412
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Località: Carpenedolo (BS)
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda IngMR » mar lug 24, 2018 10:38 am

esatto! portante e certificata! di cui rischi di avere responsabilità anche tu in veste di progettazione e DL.. era meglio fare il gelataio
IngMR
 
Messaggi: 585
Iscritto il: mer dic 05, 2012 10:27 am
Controllo antispam: cinque

Re: Aggancio a terra

Messaggioda Paolo Boni » mar lug 24, 2018 10:41 am

IngMR ha scritto:esatto! portante e certificata! di cui rischi di avere responsabilità anche tu in veste di progettazione e DL.. era meglio fare il gelataio

:D :D :D pensa che al mio primo esame di università, andato pure male, il professore ad un certo punto mi ha chiesto...
"sicuro di voler fare l'architetto? non vorrebbe fare il gelataio???"

Col senno di poi...
Paolo Boni
 
Messaggi: 3412
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Località: Carpenedolo (BS)
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda IngMR » mar lug 24, 2018 11:17 am

quel professore in realtà ti voleva proteggere!
IngMR
 
Messaggi: 585
Iscritto il: mer dic 05, 2012 10:27 am
Controllo antispam: cinque

Re: Aggancio a terra

Messaggioda tmx64 » mer lug 25, 2018 11:11 am

Paolo Boni ha scritto:..."sicuro di voler fare l'architetto? non vorrebbe fare il gelataio???"...

..in effetti, guardandoti meglio, un po' la faccia da gelataio ce l'hai....prova a dire "preferisce cioccolato o stracciatella?"

Hai il lago di Garda dietro casa. Ti prendi un bel triciclo a pedali, con un bel ombrellone, e ti giri tutto il lago. Soldi a palate con i crucchi!!!
Non ti hanno appena fatto pure la più bella pista ciclabile del mondo, a strapiombo sul lago?!?
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2235
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda tmx64 » mer lug 25, 2018 11:12 am

IngMR ha scritto:quel professore in realtà ti voleva proteggere!

secondo me, il professore aveva solo voglia di un gelato.
Probabilmente l'esame era a luglio e il Boni gli stava facendo un pippone tremendo sulla bioedilizia....l'avrà sfinito!
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2235
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda tmx64 » mer lug 25, 2018 11:28 am

Ciao IngMR
IngMR ha scritto:... Quello che non mi piace non è ne il vetro cellulare ne l'assenza di certificazioni, ma il fatto che in qualsiasi caso si crei una distanza (un vuoto) tra piano orizzontale e verticale, a subirne le conseguenze sono gli elementi di connessione. ....

Perché lo consideri come vuoto e perchè dici che gli elementi metallici ne risentono ?!?
Il braccio nei connettori metallici non mi cambia, sia se uso un listone in legno sia che utilizzo un listone in vetro cellulare. Dal punto di vista di calcolo ho sempre lo stesso braccio. In tutti i modi il vetro cellulare sarà agganciato sia al cemento (tasselli o malta) che alla parete (viti).

Per me, seguendo il tuo ragionamento, avrei problemi molto più critici nell'esempio della bifalda. Carichi mooootlo più elevati e concentrati e "botta" sismica tutta sul singolo aggancio.

ciao
thomas
p.s. lo sai che, visto da come non ci capiamo, potremmo benissimo sposarci?!?!!
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2235
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda Paolo Boni » mer lug 25, 2018 1:38 pm

tmx64 ha scritto:ciao
thomas
p.s. lo sai che, visto da come non ci capiamo, potremmo benissimo sposarci?!?!!


ING... occhio...
tmx ci ha provato pure con me... :D
Paolo Boni
 
Messaggi: 3412
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Località: Carpenedolo (BS)
Controllo antispam: diciotto

PrecedenteProssimo

Torna a Bioedilizia - Bioarchitettura

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti