Aggancio a terra

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Aggancio a terra

Messaggioda tmx64 » mar lug 10, 2018 9:49 am

Ciao a tutti.
Vista la calma piatta estiva, giusto x rinfrescare il forum, torno sul punto critico e sensibile delle case prefabbricate: l'aggancio a terra.

Oltre alle soluzioni classiche (cordolo in c.a e listone di partenza in legno), ci sono le già citate soluzioni in metallo
http://www.cordoloventilato.it/
http://www.alufoot.com/it/dati_tecnici/prodotti.html
Sicuramente costose! Secondo me, non molto utilizzabili.

Ci sarebbe anche il fantastico vetro cellulare in strisce
https://it.foamglas.com/it-it/prodotti/ ... s-standard
ma sempre con il grosso problema dei costi, tempi di posa aggiuntivi e la difficoltà di posarlo e metterlo in bolla prima della posa della parete.

Stiamo valutando la possibilità di utilizzare i pannelli (costi molto ma molto più accessibili delle strisce già pronte), tagliarli a misura in stabilimento (spessore parete), sempre in stabilimento applicarli alla base della parete (viti e/o collanti) e arrivare in cantiere con la parete già pronta con la sua bella "scarpa" in vetro cellulare. Resta la relativa difficoltà del posizionamento in bolla di tutta la parete ma è abbastanza fattibile previ platea abbastanza in quota.

Che ne dite?!?

ciao
thomas
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2250
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda gbykat » mar lug 10, 2018 8:16 pm

MA il vecchio buon metodo del morale in larice appoggiato sulla guaina con spessorini e le vecchie buone piastre?
anche perchè se la casa viene montata bene,guaina e controguaina,e le relative procedure per tenere asciutta la parte bassa,non dovrebbero presentarsi problemi.
la vecchia scuola.
Non sono assolutamente contrario ai materiali nuovi però costano un accidente.
gbykat
 
Messaggi: 1039
Iscritto il: dom set 23, 2012 8:21 am
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda IngMR » mer lug 11, 2018 7:53 am

ciao gby perchè funziona molto bene sul piano cartaceo ed economico. Resto dell'idea che il dormiente in larice sia un aspetto che debba essere giustamente superato, anche se ammetto che alcune soluzioni sono decisamente onerose. Purtroppo ci sono tanti aspetti considerati onerosi e apparentemente poco utili
IngMR
 
Messaggi: 587
Iscritto il: mer dic 05, 2012 10:27 am
Controllo antispam: cinque

Re: Aggancio a terra

Messaggioda Paolo Boni » mer lug 11, 2018 8:28 am

Sino ad ora le hanno superate con soluzioni non termicamente idonee.
Risolvi un problema e ne crei un altro.
Ad oggi preferisco ancora un buon attacco a terra ben studiato
Paolo Boni
 
Messaggi: 3415
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Località: Carpenedolo (BS)
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda tmx64 » gio lug 12, 2018 5:12 pm

Ciao Ing
IngMR ha scritto:... Resto dell'idea che il dormiente in larice sia un aspetto che debba essere giustamente superato ...

perchè?
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2250
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda gbykat » sab lug 14, 2018 8:29 am

si concordo sull'efficacia dei nuovi sistemi e materiali,mi resta sempre il dubbio sul beneficio costi e risultati perchè resto dell'idea che se il progetto e l'esecuzione sono fatti bene non è necessario buttar dentro soldi in più per sistemi innovativi e nuovi che dano poi alla fine lo stesso risultato.
Anche perchè le nuove soluzioni possono essere buone quanto vuoi ma se le metti giù con il kulo siamo di nuovo messi male.
Anche vero che un nuovo sistema,usato bene,che aumenta le prestazioni,accorcia tempi di montaggio e predisposizioni e facilita un pò tutto ,sicuramente alla fine fa risparmiare sia tempo che denaro e che tutte le cose innovative,all'inizio,costano un botto.
gbykat
 
Messaggi: 1039
Iscritto il: dom set 23, 2012 8:21 am
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda Paolo Boni » sab lug 14, 2018 9:41 am

Non li trovo comunque efficaci
Proteggo da una parte ed esponi a ponti termici dall'altra.
Poi il cordolo ventilato lo trovo pericoloso quasi allo stesso modo.
Mi piacerebbe vedere le temperature superficiali delle ali di appoggio e poi valutare nel tempo cosa possa succedere.
Per ora utilizzerei solamente il vetro cellulare tra i vari sistemi.
Inoltre non trovo che sia la strada corretta.
Paolo
Paolo Boni
 
Messaggi: 3415
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Località: Carpenedolo (BS)
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda Paolo Boni » sab lug 14, 2018 9:42 am

Non li trovo comunque efficaci
Proteggo da una parte ed esponi a ponti termici dall'altra.
Poi il cordolo ventilato lo trovo pericoloso quasi allo stesso modo.
Mi piacerebbe vedere le temperature superficiali delle ali di appoggio e poi valutare nel tempo cosa possa succedere.
Per ora utilizzerei solamente il vetro cellulare tra i vari sistemi.
Inoltre non trovo che sia la strada corretta.
Paolo
Paolo Boni
 
Messaggi: 3415
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Località: Carpenedolo (BS)
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda tmx64 » lun lug 16, 2018 10:47 am

Ciao Paolo
Paolo Boni ha scritto:..
Poi il cordolo ventilato lo trovo pericoloso quasi allo stesso modo.
Mi piacerebbe vedere le temperature superficiali delle ali di appoggio e poi valutare nel tempo cosa possa succedere....

Anche a me il cordolo ventilato in metallo non è che mi faccia impazzire.
Sia ben chiaro: non l'ho mai utilizzato e non ho mai sentito di problematiche legate al suo utilizzo.

ciao
thomas
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2250
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda IngMR » lun lug 16, 2018 12:25 pm

tmx64 ha scritto:Stiamo valutando la possibilità di utilizzare i pannelli (costi molto ma molto più accessibili delle strisce già pronte), tagliarli a misura in stabilimento (spessore parete), sempre in stabilimento applicarli alla base della parete (viti e/o collanti) e arrivare in cantiere con la parete già pronta con la sua bella "scarpa" in vetro cellulare.
ciao
thomas


ciao se ho ben inteso arrivereste con la parete (telaio o xlam) con strisce di pannelli posati sui fianchi e sotto? per la parte sotto, il vostro ingegnere cosa dice del distacco strutturale che si crea tra base della parete e fondazione? sui dati di prestazione strutturale presente nelle schede tecniche del prodotto ci sarebbe da discutere

Per il cordolo in larice ritengo sia da superare perchè le condizioni di progetto (cordolo perfettamente posato, perfettamente inguainato e protetto, ecc) si ritrovano praticamente solo su carta..
IngMR
 
Messaggi: 587
Iscritto il: mer dic 05, 2012 10:27 am
Controllo antispam: cinque

Re: Aggancio a terra

Messaggioda Paolo Boni » lun lug 16, 2018 8:30 pm

IngMR ha scritto:Per il cordolo in larice ritengo sia da superare perchè le condizioni di progetto (cordolo perfettamente posato, perfettamente inguainato e protetto, ecc) si ritrovano praticamente solo su carta..

Oppure nei miei cantieri ... :D
Paolo Boni
 
Messaggi: 3415
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Località: Carpenedolo (BS)
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda IngMR » mar lug 17, 2018 11:24 am

mi riservo di rispondere
IngMR
 
Messaggi: 587
Iscritto il: mer dic 05, 2012 10:27 am
Controllo antispam: cinque

Re: Aggancio a terra

Messaggioda tmx64 » mar lug 17, 2018 1:39 pm

Ciao Ing
IngMR ha scritto: ...con strisce di pannelli posati sui fianchi e sotto? per la parte sotto, il vostro ingegnere cosa dice del distacco strutturale che si crea tra base della parete e fondazione? ...

La striscia applicata solo sotto. La fuga che eventualmente avrò sotto la parete/vetro cellulare lo andrò a riempire con malta liquida, come facciamo già con i listoni in legno.

Ciao
thomas
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2250
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Aggancio a terra

Messaggioda IngMR » mar lug 17, 2018 1:50 pm

ciao, no intendevo chiedere come la pensa il vostro ing del distacco strutturale creato proprio dalla striscia di vetro cellulare posato sotto la parete in legno. di fatto è un distacco di alcuni centimetri che in caso di sisma è da considerare come un vuoto
IngMR
 
Messaggi: 587
Iscritto il: mer dic 05, 2012 10:27 am
Controllo antispam: cinque

Re: Aggancio a terra

Messaggioda tmx64 » mar lug 17, 2018 4:36 pm

Ciao Ing
IngMR ha scritto:ciao, no intendevo chiedere come la pensa il vostro ing del distacco strutturale creato proprio dalla striscia di vetro cellulare posato sotto la parete in legno. di fatto è un distacco di alcuni centimetri che in caso di sisma è da considerare come un vuoto

Dici?!? Perché lo consideri come vuoto?
Il vetro cellulare mi può lavorare sui carichi verticali....tipo come se fosse il classico listone di partenza. Il taglio del sisma lo faccio passare dalle squadrette.

ciao
thomas
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2250
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Prossimo

Torna a Bioedilizia - Bioarchitettura

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti