Dopo 15 mesi di studio...

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Paolo Boni » ven ott 13, 2017 12:01 pm

Non hai problemi a farle aggiungere solo per la tua parte. Non comporta nulla per loro. Solo costi aggiuntivi.
Occhio alla lastra singola di cartongesso. È molto debole
Insisti che te la mettano doppia.
Paolo Boni
 
Messaggi: 3411
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Località: Carpenedolo (BS)
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda tmx64 » ven ott 13, 2017 12:39 pm

Ciao Navigator.
Direi stratigrafie un po' troppo leggere per un clima caldo.
Anche la singola lastra interna di cartongesso non tiene molto dal punto di vista meccanico.
Mi sfugge anche il senso del polistirene da 2 cm citato sopra la tegola

ciao
tmx
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2232
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Paolo Boni » ven ott 13, 2017 1:09 pm

tmx64 ha scritto:Ciao Navigator.
Direi stratigrafie un po' troppo leggere per un clima caldo.
Anche la singola lastra interna di cartongesso non tiene molto dal punto di vista meccanico.
Mi sfugge anche il senso del polistirene da 2 cm citato sopra la tegola

ciao
tmx

concordo pure io.
Così ad occhio il polistirene io l'ho interpretato come quei pannelli sottotegola (anche se comunque non ne capisco l'utilità)
Paolo Boni
 
Messaggi: 3411
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Località: Carpenedolo (BS)
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » ven ott 13, 2017 2:30 pm

Ok grazie,

quindi da quello che capisco il cartongesso lo mettereste doppio all’interno, giusto?

Altri cose da poter richiedere?

Grazie ragazzi...
Navigator78
 
Messaggi: 40
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » ven ott 13, 2017 2:38 pm

Ho ricevuto anche i disegni di come dovrebbe essere realizzato, tetto e pareti.

Se mi dovesse chiedere il perchè della modifica? Perchè rischio che in estate (temperature alte) non riesco a mantenere il fresco all’interno? O per via della “fragilità” della struttura?

Grazie
Allegati
59B574BC-149E-4621-AE89-25BBE5E42728.png
59B574BC-149E-4621-AE89-25BBE5E42728.png (157.41 KiB) Osservato 1910 volte
Ultima modifica di Navigator78 il ven ott 13, 2017 2:47 pm, modificato 1 volta in totale.
Navigator78
 
Messaggi: 40
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » ven ott 13, 2017 2:40 pm

Tetto
Allegati
120FF407-7225-43FE-8E77-E8BA3E4F8113.jpeg
120FF407-7225-43FE-8E77-E8BA3E4F8113.jpeg (48.65 KiB) Osservato 1910 volte
Navigator78
 
Messaggi: 40
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda tmx64 » ven ott 13, 2017 3:37 pm

Ciao Navigator
Navigator78 ha scritto:.. Perchè rischio che in estate (temperature alte) non riesco a mantenere il fresco all’interno? O per via della “fragilità” della struttura?...

In merito alle tue domande ed allo schema parete:
- Con la stratigrafia indicate, in estate il caldo può entrare più velocemente e non venire attenuato sufficientemente come intensità. Il che si traduce in maggiori consumi per raffrescare.
- Strutturalmente, visto che dovrebbe trattarsi di una casa su due piani, forse ci sono problemi di schiacciamento dei montanti verticali sull'elemento orizzontale di base
- La finestra mi sembra montata molto all'interno + poco protetta termicamente all'esterno (bancale esterno incluso). Probabilmente potrebbe esserci un ponte termico su tutto il perimetro del serramento. Il che potrebbe (non è detto!) tradursi in formazione di possibili muffe, nel corso degli anni a venire, sul perimetro del serramento
- Una parete con questi materiali e con questi spessori è anche debole dal punto di vista acustico. Una stratigrafia del genere si avvicina molto ai 40 dB minimi di abbattimento acustico richiesti dalla legge. Basta un minimo di difetto nella posa delle pareti o dei serramenti e sei subito sotto il limite. Niente di tragico naturalmente...

ciao
TMX
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2232
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda tmx64 » ven ott 13, 2017 3:49 pm

Navigator78 ha scritto:Tetto

..mi sfugge il motivo x cui hanno previsto il polistirolo nell'ultima parte della zona coibentata...
Anche una barriera al vapore subito dopo il perlinato non ha molto senso visto che hai una camera di ventilazione.

Rimane, a mio avviso, un tetto troppo leggero x un clima caldo.

ciao
tmx
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2232
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » ven ott 13, 2017 4:47 pm

Capisco... certo sarà “difficile” parlare con l’archietetto visto che non sono un tecnico ma un “semplice” cliente che si informa e studia una costruzione in bioedilizia e dover argomentare quello che mi state consigliando.

Certo i soldi sono i miei ovviamente. Mi devo far affiancare da un professionista altrimenti rischio che faccio peggio...

Ps.
Premetto che questi disegni non sono definitivi, ma sicuramente vicini alla costruzione definitiva.
Navigator78
 
Messaggi: 40
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Paolo Boni » ven ott 13, 2017 8:33 pm

Mio commento
Trattasi di classica statigrafia poco attenta alle necessità del legno.
Poche attenzioni ai ponti termici e anche alle ovvie necessità costruttive.

Paolo
Paolo Boni
 
Messaggi: 3411
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Località: Carpenedolo (BS)
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda IngMR » lun ott 16, 2017 7:45 am

tutto vero quello che ti è stato detto. C'è da tener in considerazione però che non ti trovi nella posizione di poter aver grandi libertà di scelte, sia nella progettazione architettonica che in quella tecnica. Quello che ti stanno offrendo non è il max ma è comunque migliore della media negli interventi paragonabili al tuo, considerando che spesso propongono degli xlam 3 strati, cappotto eps (forse - se va bene - lana minerale di pessima qualità) e contropareti il più povero possibile. Devi comunque tener presente anche il costo, hai un budget preciso e devi riuscire a conciliare tutti gli aspetti. Resta poi il fatto che il legno non è l'unica soluzione costruttiva possibile, ne l'unica di qualità, ne l'unica che offra standard di comfort elevati
IngMR
 
Messaggi: 585
Iscritto il: mer dic 05, 2012 10:27 am
Controllo antispam: cinque

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » lun ott 16, 2017 4:51 pm

Ingmr hai ragione! Voglio dire che purtroppo margini di modifiche credo siano minime, inoltre come hai detto tu ho un budget che non posso sforare. Considerate che questa abitazione si aggira sui 215.000€. A Roma nella zona di Borghesiana, nuova costruzione, con efficienza energetica alta, indipendente con giardino non se ne trovano a quelle cifre.

Diciamo che tirando un po le somme non sto comprando il top della bioedilizia (per via del budget) ma non sto acquistando neanche una casa che mi farà rimpiangere di averla comprata... giusto? Fin’ora ho abitato in una semindipendente in cemento classe G

Come giustamente dici tu ci sono anche altre soluzioni costruttive, ma a Roma i prezzi sono molto elevati e se parliamo di abitazioni indipendenti al 100% ci vuole un terreno proprio, e il minimo budget si aggira sui 300k.

Sapendo un po di dati in più, quali impianti mi consigliereste? (Provando ad aggiungere un’altro pannello di cartongesso alle pareti come suggerito da voi)

Grazie ancora!
Navigator78
 
Messaggi: 40
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Paolo Boni » lun ott 16, 2017 5:48 pm

Navigator78 ha scritto:Ingmr hai ragione! Voglio dire che purtroppo margini di modifiche credo siano minime, inoltre come hai detto tu ho un budget che non posso sforare. Considerate che questa abitazione si aggira sui 215.000€. A Roma nella zona di Borghesiana, nuova costruzione, con efficienza energetica alta, indipendente con giardino non se ne trovano a quelle cifre.

Diciamo che tirando un po le somme non sto comprando il top della bioedilizia (per via del budget) ma non sto acquistando neanche una casa che mi farà rimpiangere di averla comprata... giusto? Fin’ora ho abitato in una semindipendente in cemento classe G

Come giustamente dici tu ci sono anche altre soluzioni costruttive, ma a Roma i prezzi sono molto elevati e se parliamo di abitazioni indipendenti al 100% ci vuole un terreno proprio, e il minimo budget si aggira sui 300k.

Sapendo un po di dati in più, quali impianti mi consigliereste? (Provando ad aggiungere un’altro pannello di cartongesso alle pareti come suggerito da voi)

Grazie ancora!


Il Top sarebbe un bell'impianto di riscaldamento e condizionamento a pavimento (però sicuramente ti inciderà sulla cifra finale)
Alternativa sono i classici termosifoni con i classici condizionatori (Soluzione più economica).

Altra alternativa sarebbe andare tutto in pompa di calore con un buon boiler di accumulo e termoconvettori per riscaldamento e raffrescamento.

In ogni caso meglio un minimo di analisi ben fatta.
Paolo
Paolo Boni
 
Messaggi: 3411
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Località: Carpenedolo (BS)
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » mar ott 17, 2017 9:36 am

In effetti andrei sul riscaldamento a pavimento e pompa di calore se riesco con il budget, credo sia la cosa migliore.

Secondi voi vivendo la casa 4/5 ore al giorno x 5 giorni e due giorni “pieni” (riposo dal lavoro), io mia moglie e un piccolo di 7 anni, in 85 mq circa con giadino in due livelli potrebbero bastare 3.3 kw o meglio 4.5kw per il fotovoltaico?

Grazie!
Navigator78
 
Messaggi: 40
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Paolo Boni » mar ott 17, 2017 10:00 am

Navigator78 ha scritto:In effetti andrei sul riscaldamento a pavimento e pompa di calore se riesco con il budget, credo sia la cosa migliore.

Secondi voi vivendo la casa 4/5 ore al giorno x 5 giorni e due giorni “pieni” (riposo dal lavoro), io mia moglie e un piccolo di 7 anni, in 85 mq circa con giadino in due livelli potrebbero bastare 3.3 kw o meglio 4.5kw per il fotovoltaico?

Grazie!


Il fotovoltaico praticamente non ti serve a niente. Per ora metti il minimo di legge e non di più. Chiedi alla ditta quanto mettono di fotovoltaico e massimo se proprio vuoi arriva ai 3 kW.
Diventerà utile quando saranno convenienti le batterie di accumulo.
Paolo
Paolo Boni
 
Messaggi: 3411
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Località: Carpenedolo (BS)
Controllo antispam: diciotto

PrecedenteProssimo

Torna a Bioedilizia - Bioarchitettura

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti