Dopo 15 mesi di studio...

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » gio dic 07, 2017 5:25 pm

Ciao, ecco questo era un'altro punto che volevo chiarire, mi hai quasi risposto...

vi linko il sito dove trovate piantina (anche se non definitiva) e capitolato (anch'esso a detta loro non definitivo), rispetto a quel capitolato ho installato i riscaldamenti a pavimento radiante e aggiunto 2 porte scorrevoli del bagno. La casa avrà una superficie di 8/15 mq in più. (e sto pensando di montare una pompa di calore aria/acqua)

Come sempre la vostra competenza è preziosa per noi "non addetti hai lavori".

grazie!

http://www.forestimmobiliare.it/index.php/via-cesaro
Navigator78
 
Messaggi: 41
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » mar dic 19, 2017 5:10 pm

nessun suggerimento in merito alla classe dichiarata? non riesco a trovare specifiche che mi aiutino a capire quando assegnare una classe A4 o minore.

grazie
Navigator78
 
Messaggi: 41
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Paolo Boni » mer dic 20, 2017 10:19 am

come capitolato non è il massimo.
alcuni punti.
Mancanza ovunque di isolante all'interno delle pareti interne (praticamente senti tutto da una stanza all'altra visto che sei diviso da due singole lastre di cartongesso.
Mancanza di una seconda lastra in cartongesso che da consistenza alla parete la lastra singola è molto delicata e quindi occhio ad appoggiarti alle pareti.
Lo spessore del telaio portante non è specificata da nessuna parte (mi pare di poter prevedere un 12 cm) questo ti serve per valutare l'effettiva trasmittanza dato che c'è scritto che gli 0,14 sono "fino a 0,14". SIgnifica che tu non hai gli 014.

punto fondamentale da fare attenzione è alla stratigrafia tetto. sul capitolato riporta un pacchetto diverso da quello del tetto VEntus:

La stratigrafia del tetto dall’esterno verso l’interno sarà così composta:
Ø Tegola in laterizio
Ø Guaina ardesiata 4Kg/Mq
Ø OSB 12 mm

Ø Isolante
Ø Freno Vapore
Ø Perlinato 20 mm
Ø Struttura in Legno
Ø Gronda in alluminio preverniciato
Ø Scossalina in alluminio preverniciato
Ø Pettine anti uccelli

questa stratigrafia qualche anno fa, per una causa tra un cliente e il loro gruppo gliela avevo già contestata dato che forma condensa interna ed è assolutamente da non fare.
NON SI PUò METTERE FRENO VAPORE SOTTO E POI osb+GUAINA ARDESIATA SOPRA SENZA VENTILAZIONE TRASVERSALE.
TI MARCIRA' TUTTO ENTRO POCO TEMPO.

BASTA ANCHE SOLAMENTE FARE UN SEMPLICISSIMO DIAGRAMMA DI GLASER PER VEDERE CHE VI SI FORMA CONDENSA INTERNA.

Parlano inoltre di avvolgibili in pvc esterni.
Spero siano con cassonetto isolato ed a tenuta all'aria altrimenti tutte le attenzioni precedenti vanno a farsi benedire.

Del fotovoltaico ne avevamo già parlato, 1 kW picco mi pare poco. Esiste una norma che va in base ai mq di superficie coperta ed in base alla consegna della pratica edilizia e quindi dato che parlano dicendo "a norma di legge" fatti dare i dati della loro norma e del calcolo del kW che ti forniscono.

Altre osservazioni in merito alla classe energetica A4 sono le stesse che farei iio e quindi evito di ripeterle.
Ciao Paolo
Paolo Boni
 
Messaggi: 3430
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Località: Carpenedolo (BS)
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Paolo Boni » mer dic 20, 2017 10:20 am

come capitolato non è il massimo.
alcuni punti.
Mancanza ovunque di isolante all'interno delle pareti interne (praticamente senti tutto da una stanza all'altra visto che sei diviso da due singole lastre di cartongesso.
Mancanza di una seconda lastra in cartongesso che da consistenza alla parete la lastra singola è molto delicata e quindi occhio ad appoggiarti alle pareti.
Lo spessore del telaio portante non è specificata da nessuna parte (mi pare di poter prevedere un 12 cm) questo ti serve per valutare l'effettiva trasmittanza dato che c'è scritto che gli 0,14 sono "fino a 0,14". SIgnifica che tu non hai gli 014.

punto fondamentale da fare attenzione è alla stratigrafia tetto. sul capitolato riporta un pacchetto diverso da quello del tetto VEntus:

La stratigrafia del tetto dall’esterno verso l’interno sarà così composta:
Ø Tegola in laterizio
Ø Guaina ardesiata 4Kg/Mq
Ø OSB 12 mm

Ø Isolante
Ø Freno Vapore
Ø Perlinato 20 mm
Ø Struttura in Legno
Ø Gronda in alluminio preverniciato
Ø Scossalina in alluminio preverniciato
Ø Pettine anti uccelli

questa stratigrafia qualche anno fa, per una causa tra un cliente e il loro gruppo gliela avevo già contestata dato che forma condensa interna ed è assolutamente da non fare.
NON SI PUò METTERE FRENO VAPORE SOTTO E POI osb+GUAINA ARDESIATA SOPRA SENZA VENTILAZIONE TRASVERSALE.
TI MARCIRA' TUTTO ENTRO POCO TEMPO.

BASTA ANCHE SOLAMENTE FARE UN SEMPLICISSIMO DIAGRAMMA DI GLASER PER VEDERE CHE VI SI FORMA CONDENSA INTERNA.

Parlano inoltre di avvolgibili in pvc esterni.
Spero siano con cassonetto isolato ed a tenuta all'aria altrimenti tutte le attenzioni precedenti vanno a farsi benedire.

Del fotovoltaico ne avevamo già parlato, 1 kW picco mi pare poco. Esiste una norma che va in base ai mq di superficie coperta ed in base alla consegna della pratica edilizia e quindi dato che parlano dicendo "a norma di legge" fatti dare i dati della loro norma e del calcolo del kW che ti forniscono.

Altre osservazioni in merito alla classe energetica A4 sono le stesse che farei iio e quindi evito di ripeterle.
Ciao Paolo
Paolo Boni
 
Messaggi: 3430
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Località: Carpenedolo (BS)
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda tmx64 » mer dic 20, 2017 10:30 am

Ciao Navigator
Navigator78 ha scritto:nessun suggerimento in merito alla classe dichiarata? non riesco a trovare specifiche che mi aiutino a capire quando assegnare una classe A4 o minore.

Premesso che la definizione della classe energetica comporta la conoscenza completa del progetto (tavole di progetto, tutti i dettagli esecutivi, materiali, ...) ed un calcolo abbastanza complesso, anche una stima di massima esige la conoscenza di molti dettagli e caratteristiche dei materiali.
Le descrizioni che vedo sono assolutamente lacunose e, come già indicato da Paolo, contengono anche errori e qualità bassa.

ciao
TMX
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2262
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » mer dic 27, 2017 5:13 pm

grazie mille ragazzi, forse quel capitolato è quello "generico" che usano per le descrizioni sul sito (l'ho visto ripetuto su tutte le loro costruzioni).

Appena mi danno il definitivo lo posto.

grazie!:)
Navigator78
 
Messaggi: 41
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » mer dic 27, 2017 5:47 pm

Navigator78 ha scritto:Tetto


questo è quello che mi avevano mandato sul tetto...
Allegati
120FF407-7225-43FE-8E77-E8BA3E4F8113.jpeg
120FF407-7225-43FE-8E77-E8BA3E4F8113.jpeg (48.65 KiB) Osservato 2148 volte
Navigator78
 
Messaggi: 41
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda tmx64 » mer dic 27, 2017 7:48 pm

....bah...che dire...

Inoltre, sempre curioso e perplesso sui due cm di polistirene messi nella copertura, nella zona vicino alla parete perimetrale.
Ma perchè sostituiscono i 4 cm in lana di roccia con un 2 + 2 cm di polistirene e lana di roccia???
Ti hanno spiegato il motivo??

ciao
tmx
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2262
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » gio dic 28, 2017 12:32 am

Ciao tmx, purtroppo no anche per “colpa” mia.

Non sono tecnico... quindi la differenza fra 2+2 o 4 non la conosco perfettamente anche se sto studiando molto...

Comunque da una ditta che costruisce case in legno e non solo da oltre 60 anni mi aspetto che “errori” banali non ne facciano... ovvio poi fidarsi è bene ma non fidarsi...

Devo anche premettere che per acquistare una casa in bioedilizia e terreno dalle mie parti, avrei speso circa 70/90k in più... cosa che non ho.

Quindi questa già per me è un bel traguardo. I vostri consigli mi aiutano a capirci di più e vedere che tipo di prodotto sto acquistando, sperando di non ritrovarmi una casa diversa da quello che spero (bassi consumi e ben coibentata, vivibile in modo “naturale” ed ecosostenibile).

Grazie a tutti.
Navigator78
 
Messaggi: 41
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Paolo Boni » gio dic 28, 2017 7:47 pm

Da 60 anni sono nel mondo del legno.
Le case in legno sono sicuramente stati i precursori in centro italia ma non è da 60 anni che le fanno.
Per i 2 cm di polistirene non hanno molto senso. Anzi sarebbe sicuramente meglio migliorare lo sfasamento estivo con la lana di roccia da 4 cm
Paolo Boni
 
Messaggi: 3430
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Località: Carpenedolo (BS)
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » lun gen 01, 2018 11:02 am

Ciao Paolo e grazie dei dettagli.

Solo per capire: mi dici che sarebbe meglio 4 cm fi lana di roccia, io nel dettaglio del tetto leggo 4 cm di lana di roccia, forse non è messa nella posizione giusta?

Vorrei capire cosi potrei parlarne con l’architetto.

Altra info che mi avete suggerito, è il discorso pareti interne e cartongesso. Andrebbero messe 2 pareti attaccate di cartongesso? Da quanti cm secondo voi?

Grazie ancora e buon 2018!
Navigator78
 
Messaggi: 41
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » sab mar 10, 2018 1:18 pm

un saluto a tutti... a volte ritornano! :lol:

grazie ancora per tutti i consigli che mi avete dato, ne ho fatto tesoro e continuo a studiare.

Fra qualche settimana dovrebbe partire la costruzione.

Volevo sottoporvi una questione:

La casa sarà dotata di:
- riscaldamento a pavimento (fornito dalla ditta costruttrice);
- fotovoltaico da 4,5 sunpower con solaredge (non fornito dalla ditta ma acquistato a parte);
- Pompa di calore per acs ariston nuos 110lt (fornito dalla ditta costruttrice);
- Caldaia a condensazione (fornito dalla ditta costruttrice);
- condizionatore classe A++, ancora non so il modello, (fornito dalla ditta costruttrice);

avevo intenzione di chiedere alcune modifiche alla casa costruttrice:

Eliminare, pompa di calore acs + caldaia a condensazione + condizionatore e fare installare questa pompa di calore (la ditta ha la fornitura della ariston) Pompa di calore Ariston aria/acqua Nimbus Flex 70 m net 2 zone per avere in un'unico prodotto acs, riscaldamento e raffrescamento alimentata dal fotovoltaico.

Cosa ne pensate?

Valida come idea?

grazie! :wink:
Navigator78
 
Messaggi: 41
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » dom mar 11, 2018 10:30 pm

Nessun consiglio ragazzi?
Navigator78
 
Messaggi: 41
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda tmx64 » lun mar 12, 2018 10:22 am

Ciao Navigator
Navigator78 ha scritto:Nessun consiglio ragazzi?

Credo sia difficile darti un consiglio sena conoscere tutto il progetto e le caratteristiche della casa.
A naso direi che un unico generatore di calore sia più sensato rispetto alla soluzione caldaia + pompa.
E visto che si parla di elettrico e fotovoltaico + dovresti essere in zone molto soleggiate rispetto a noi milanesi "ciuccia-nebbia", magari inizierei anche a pensare ad un accumulo elettrico.

Mi sembra però strano che, a poche settimane dall'inizio della casa, state ancora valutando caratteristiche importanti dell'impiantistica.
Ormai tutte le componenti della casa sono interconnesse tra loro. In fin dei conti, si può dire che l'impianto è legato alle caratteristiche delle pareti, ai serramenti, all'orientamento,...
Fondamentale è il consiglio del termotecnico. E' lui che dovrebbe avere "il polso" della situazione termica della tua casa.

ciao
thomas
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 2262
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » lun mar 12, 2018 10:56 am

Ciao Thomas e grazie della risposta.

diciamo che sono io che sto valutando queste opzioni, visto che a detta loro non serviva neanche il riscaldamento a pavimento ma i termosifoni visto la zona climatica e l’alta efficenza energetica della casa mantendendo il calore e il fresco.

Preferirei spendere 1500/2000€ in più da subito, che poi dover mettere mano ad un’impianto che magari ha solo 2 anni di vita.

La mia idea sarebbe di staccarmi completamente dal gas se possibile. Con il costruttore sono in ottimi rapporti e prima di iniziare potrei avere la possibilità di cambiare qualcosa... ma se ne valesse la pena.

Sicuro che con pompa di calore e caldaia riuscire a scaldare bene e spendere poco, ma è quel poco che mi da fastidio. Perchè non avere riscaldamento e acs con il fotovoltaico? Unico dubbio sul raffrescamento, ho bisogno di un deumidificatore? Lascio il condizionatore?

Per l’accumulo ci avevo pensato, predisporro tutto per il futuro ma ora sarebbe “inutile” per il tipo di vita che faccio con la famiglia.

Grazie ancora
Navigator78
 
Messaggi: 41
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

PrecedenteProssimo

Torna a Bioedilizia - Bioarchitettura

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti