Il riscaldamento ad aria

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatore: Letizia65

Il riscaldamento ad aria

Messaggioda franco mori » mar feb 16, 2016 2:32 pm

Da questo mese la Rensch Haus ci ha girato le specifiche tecniche per adottare il riscaldamento solo ad aria con vmc nelle nostre case Spazio Positivo. Con l avvertenza che è un tipo di riscaldamento che in certe zone consuma molta elettricità
...ora chiedo le vostre esperienze ( gyb e company) a tal proposito. Magari di qualcuno che lo ha avuto anche nel 2013/14 perché quest anno fino ad oggi è stato non eccessivamente freddo.
Avatar utente
franco mori
 
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: Il riscaldamento ad aria

Messaggioda cri_15 » mar feb 16, 2016 3:13 pm

hai qualcosa da postare?
aggregati compatti? vmc termodinamiche? altro?

PS:
vorrei sfatare questo mito che qs inverno sia stato più caldo di altri degli ultimi anni...casomai si può dire che non ha nevicato...ma i gradi giorno da ottobre a fine gennaio di quest'anno sono stati più alti (che vuol dire temperatura media più fredda) sia dello scorso anno sia di 2 anni fa
GG (ottobre 2013-gennaio 2014): 1321,5
GG (ottobre 2014-gennaio 2015): 1194,5
GG (ottobre 2015.gennaio 2016): 1369
cri_15
 
Messaggi: 664
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: Il riscaldamento ad aria

Messaggioda franco mori » mar feb 16, 2016 3:25 pm

Sarà' cri...ma qui a Milano la notte non ha quasi mai gelato ed io consumo mezzo sacco di pellet al giorno contro il sacco dello scorso anno ed ho messo guanti e cuffie poche volte....appena posso posto i dati tecnici
Avatar utente
franco mori
 
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: Il riscaldamento ad aria

Messaggioda Votan » mar feb 16, 2016 7:57 pm

Ciao,

qui da noi (Alpi Orientali, zona climatica F) è stato molto freddo e poco nevoso (almeno fino a fine gennaio)...

Noi abbiamo una casa del 2013 a tecnica mista (block sopra e telaio sotto), come riscaldamento abbiamo solo una pompa di calore geotermica collegata a riscaldamento a pavimento (+ Vmc ) senza (per il momento...) fotovoltaico (paese incassato tra montagne con "poche" ore di sole nei mesi invernali).

Per riscaldamento ambiente + acqua, luce, cucina ad induzione ed altri elettrodomestici nel 2014 spesi circa 800 euro di bolletta Enel, nel 2015 quasi 1100...
Votan
 
Messaggi: 111
Iscritto il: lun gen 16, 2012 1:30 pm
Località: bl
Controllo antispam: cinque

Re: Il riscaldamento ad aria

Messaggioda gbykat » mar feb 16, 2016 9:30 pm

bel 3d franco:
bisogna vedere cosa si intende per grossa spesa elettrica, ovviamente in ragione delle dimensioni della casa,delle abitudini.per me che nella casa vecchia sono abituato a spendere 4000 euro anno di energia adesso mi par di sognare.
cmq credo di essere quello che ha la casa più "estrema" nel senso del titolo della discussione.
scrivo la mia esperienza....
i dettagli:
zona climatica E
classificazione casa A+
mq calpestabili pt 86 p1°45
soggiorno di 36 mq in doppia altezza
ampie vetrate triplovetro per un totale di 37mq

impianti:
vmc mydatec 250 aria aria in pompa di calore w650 cop sui 5
regolazione a serrande automatica
due resistenze in batteria post riscaldamento tot 1500 w al bisogno
nei 3 bagni preriscaldamento con termoarredi 3x500w con termostato
nel soggiorno doppia altezza 2 infrarosso pannello da 700w con termostato
acs in pdc ariston nuos 250
fornelli elettrici alogeni
niente pannelli termici sul tetto
impianto ftw da 3kwp

spese e consumi:
bimestre novembre dicembre totale consumo 620 kw per una spesa di 218 euro
contatore da 4,5 contratto non residenziale, fotovoltaico non ancora avviato,casa vuota, temperatura impostata 18 gradi.
nel consumo cè compreso anche l utilizzo delle attrezzature per i lavori in corso e le luci e l acs al minimo.
bimestre in corso con la casa ancora vuota(entriamo dopo pasqua credo ma non abbiamo fretta)i consumi sono più bassi perchè è entrato in funzione il ftw.
i totali di 6000kw di consumo previsto per un anno sembrano fin troppi. perchè da aprile ad ottobre non dovrei consumare proprio nulla . bisogna poi anche scalare la produzione di ftw che tra quello utilizzato e quello venduto dovremmo essere sui 3400 kw. quindi consumo annuale previsto e credo reale siamo sui 3000kw. se passo al contatore residenziale siamo sui 600-800 euro annui totali di spesa elettrica per riscaldamento e luminera. mi pare fin troppo poco.non ci credo finchè non lo vedo.ma anche fossero 1200 ci metto la firma.

confort aria aria.
il rumore delle ventole e del motore non si sente, la macchina non ha unità esterna. quella del boiler un pochino si ma se si chiude la porta non si sente quasi niente e poi va solo di giorno.nei periodi freddi fa fatica a raggiungere la temperatura con la casa da freddo ma una volta raggiunta non la molla più. i termostati partono fanno il loro lavoro. il trucco è proprio quello non aprire e mantenere la temperatura, come una macchina che parte dal casello in autostrada . ci mette un pò a raggiungere i 120kmh e consuma un po ma poi se la tieni a 120 consuma pochissimo.
le resistenze le ho usate per far raggiungere la temperatura poi quasi mai usate. gli infrarossi servono un pò di più invece perchè la doppia altezza fa salire subito il caldo.
anche la zona dove ci sono le vetrate più grandi che poi è sempre il soggiorno con la doppia altezza è quella che soffre un pochino. la soluzione degli infrarossi è eccellente ed economica.
il confort è ottimo, non si sentono differenze di temperatura tra lo stare davanti ad un vetro o in mezzo alle stanze.
l aria è asciutta e non vi è traccia di polveri. non si sente mai il flusso dell aria.
quindi credo che il riscaldamento ad aria per questecase sia ottimo.
una soluzione pratica ed economica ed ecologica anche. e alla fine non è vero che la corrente costa più del gas.
gbykat
 
Messaggi: 933
Iscritto il: dom set 23, 2012 8:21 am
Controllo antispam: cinque

Re: Il riscaldamento ad aria

Messaggioda franco mori » mer feb 17, 2016 7:01 am

Per Votan, il tuo caso non è quello che intendo io. Tu hai un riscaldamento a pavimento azionato da pompa di calore. Tra l altro non specifichi la classe della casa né i metri quadri , poi sei in zona F ...un freddo intenso...quindi non saprei dare un giudizio sul tuo consumo. Gyb invece è proprio il caso che intendo io. Unica cosa che ha quel tipo di riscaldamento da un inverno solo e , checche' ne dica cri e le sue statistiche, questo è stato un inverno mancato. Ho amici che hanno girato in moto tutto gennaio con temperature fra i 10 e 15 gradi! Quindi gyb rimandato a tempi più freddi! :mrgreen: ho aperto questo 3D perché non so se consigliare questo impianto ai miei clienti. Certo l idea che se apro le finestre la casa mi perde calore non mi piace molto. L aria calda e' diversa da una fonte costante di calore di un elemento radiante, il comfort a mio parere è' minore. Sono convinto che la spesa sia simile a livello di euri per il consumo annuale.
Avatar utente
franco mori
 
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: Il riscaldamento ad aria

Messaggioda cri_15 » mer feb 17, 2016 10:00 am

franco mori ha scritto:...Unica cosa che ha quel tipo di riscaldamento da un inverno solo e , checche' ne dica cri e le sue statistiche, questo è stato un inverno mancato. Ho amici che hanno girato in moto tutto gennaio con temperature fra i 10 e 15 gradi! Quindi gyb rimandato a tempi più freddi!....


e vabbè, ci sono stati dei giorni di gennaio (in altri anni) che si sono avuti quasi 25 °C...questo inverno segue il trend degli ultimi 20 anni, con medie superiori di più di 2 °C rispetto agli anni 60 e 70. Di sicuro non è stato freddo, ma nemmeno caldo, soprattutto rispetto all'anno scorso che è stato decisamente più caldo...
e poi lo sai che è proprio nelle belle giornate di sole in cui si raggiungono i 10-12 °C che poi di notte si va sotto 0?
una cosa è certa: rispetto all'anno scorso hai imparato ad usare la stufa a pellet, o quantomeno ad ottimizzarne i consumi...
cri_15
 
Messaggi: 664
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: Il riscaldamento ad aria

Messaggioda franco mori » mer feb 17, 2016 12:08 pm

:mrgreen: Questo forum e' bello perché si discute su tutto! Cri ....l inverno non c e stato! Punto!!! Inutile che tiri fuori le statistiche di Bernacca degli anni 70!!a Milano non e neanche mai nevicato!
Avatar utente
franco mori
 
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: Il riscaldamento ad aria

Messaggioda gbykat » mer feb 17, 2016 3:51 pm

da me ha fatto abbastanza freddo. più dell anno scorso che non ha nemmeno gelato. cmq siamo vicini alla media. siamo anche esposti a nord. sicuramente asciutto.
cmq il discorso del riscaldamento ad aria è una bella comodità, se ha mantenuto temperatura e costi quest anno a una media di -2 lo farà anche a una media di -8. consumando un pò di più,
l unico problema è (e forse un tecnico lo saprà spiegare meglio di me che sogno ignorante come una bestia)secondo me, che la casa non ha masse importanti,non ha nemmeno il massetto, non ha inerzie, e quindi se si rafredda son dolori, perchè ad aria e con la potenza a disposizione che ,visto il tipo di case, è veramente poca, ci vogliono le ora per tornare in temperatura. da qui l importanza di una buona progettazione, la presenza della vmc con recuperatore, un bel pacchetto parete serramenti,una cas abuona insomma.
perchè se la casa non è buona con solo l aria non la scaldi più.

con questo volevo chiederti dunque se avete deciso di fare case serie.???? :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

scherzo franco, :mrgreen: mi è venuta così.le vostre case sono ottime.
gbykat
 
Messaggi: 933
Iscritto il: dom set 23, 2012 8:21 am
Controllo antispam: cinque

Re: Il riscaldamento ad aria

Messaggioda franco mori » mer feb 17, 2016 5:15 pm

:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: semplicemente i tedeschi hanno deciso che in Baviera fa caldo e quindi il riscaldamento ad aria può' anche funzionare! È' una maniera per farsi una vmc allo stesso prezzo di un pavimento con caldaia....con i pro e contro che tu molto chiaramente hai spiegato
Avatar utente
franco mori
 
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: Il riscaldamento ad aria

Messaggioda gbykat » mer feb 17, 2016 8:19 pm

franco mori ha scritto::mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: semplicemente i tedeschi hanno deciso che in Baviera fa caldo e quindi il riscaldamento ad aria può' anche funzionare! È' una maniera per farsi una vmc allo stesso prezzo di un pavimento con caldaia....con i pro e contro che tu molto chiaramente hai spiegato

è una pensata furba, che migliora l offerta e abbassa i costi e tiene conto dei prossimi imminenti cambiamenti nell ambito tariffario energetico elettrico e degli obblighi di legge a proposito di fotovoltaico e quote termiche.
gbykat
 
Messaggi: 933
Iscritto il: dom set 23, 2012 8:21 am
Controllo antispam: cinque

Re: Il riscaldamento ad aria

Messaggioda danilo.milesi » mer feb 17, 2016 8:40 pm

gbykat ma tu l'ultimo strato di parete interna cosa hai? cartongesso, fibrogesso, legno? spessori?
più che altro per vedere se il mio intestardimento sulla doppia lastra di fibrogesso invece del cartongesso ha senso.
danilo.milesi
 
Messaggi: 34
Iscritto il: sab nov 15, 2014 9:09 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Il riscaldamento ad aria

Messaggioda gbykat » gio feb 18, 2016 7:31 pm

danilo.milesi ha scritto:gbykat ma tu l'ultimo strato di parete interna cosa hai? cartongesso, fibrogesso, legno? spessori?
più che altro per vedere se il mio intestardimento sulla doppia lastra di fibrogesso invece del cartongesso ha senso.

l ultimo strato interno dal telaio verso l interno, sono l osb che contiene l isolamento del telaio,se non ricordo male 18mm, poi ci sono ilistelli della controparete dove corrono gli impianti che sono 5 cm ripieni di lana minerale e poi una lastra di fermacell quindi fibrogesso.una sola, fin troppo.
perchè due?
gbykat
 
Messaggi: 933
Iscritto il: dom set 23, 2012 8:21 am
Controllo antispam: cinque

Re: Il riscaldamento ad aria

Messaggioda danilo.milesi » gio feb 18, 2016 7:36 pm

per dare inerzia termica alla parete.
danilo.milesi
 
Messaggi: 34
Iscritto il: sab nov 15, 2014 9:09 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Il riscaldamento ad aria

Messaggioda gbykat » gio feb 18, 2016 7:54 pm

danilo.milesi ha scritto:per dare inerzia termica alla parete.

non male come pensata, un tantino costosa forse. funziona? chiedo perchè comunque sono materiali inerti.
gbykat
 
Messaggi: 933
Iscritto il: dom set 23, 2012 8:21 am
Controllo antispam: cinque

Prossimo

Torna a Bioedilizia - Bioarchitettura

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alex Merotto e 3 ospiti