impianto fotovoltaico per riscaldamento

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da franco mori » ven nov 16, 2012 1:18 pm

a me hanno dichiarato con l impianto a pavimento di cui sopra un consumo per una casa in classe B di 200 mq circa 400 euro l anno alle mie latitudini...con la domotica ovvio.

ad ogni modo vorrei interrompere qui questa discussione che e sterile in quanto non fatta su un caso pratico.

per il forum tecnico ti stavo ovviamente provocando....

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » ven nov 16, 2012 1:48 pm

franco mori ha scritto:a me hanno dichiarato con l impianto a pavimento di cui sopra un consumo per una casa in classe B di 200 mq circa 400 euro l anno alle mie latitudini...con la domotica ovvio....
beh, se non lo fanno mai funzionare...
A parte gli scherzi:
chiedigli di non considerare il FV (poi eventualmente lo inseriamo a parte)
chiedigli quanti kWh di consumo hanno calcolato
chiedigli che costo hanno considerato per il kWh (€/kWh)

Avatar utente
angel72
Messaggi: 792
Iscritto il: gio set 01, 2011 6:24 pm
Controllo antispam: cinque
Località: albenga

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da angel72 » ven nov 16, 2012 3:19 pm

x cri:
in estremissima sintesi...
tu il FV lo vedi come integrazione calcolata di un impianto ?
o più come aiuto ad elettrodomestici, piastre induzione, consumi vari?
o più come "alla fine, se mi avanzano 10/15 mila euro, monto il FV"?

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » ven nov 16, 2012 3:51 pm

Se mi avanzano soldi (magari, non bastano mai) sicuramente, non sono esperto di finanza xò mi sembra cmq un buon investimento ed insieme si fà qualcosa per l'ambiente.
Sicuramente metterei cmq un FV da 3 kW, che, più o meno, a livello di kWh (ma non di autoconsumo) può coprire i classici consumi domestici che hai elencato (avrai visto anche tu, sul forum tecnico, dove ci sono impianti monitorati, che anche i più attenti difficilmente riescono ad arrivare al 40% di autoconsumo con impianti inferiori ai 3 kW, figurati con impianti più potenti). Se poi, tornando al discorso dei soldi avanzati, se uno dice: ma 3 kW mi costano 6000 € e 6 kW me ne costano 9-10000 €, se uno non deve chiedere finanziamenti, ci può pure stare che metta i 6 kW, ma sempre senza farsi fuorviare dal falso mito dell'indipendenza energetica.
Discorso integrazione calcolata di un impianto:
si può anche fare (non è che si ricavi un granchè), però con un sistema intelligente, che, per quanto ho detto prima, non è sicuramente quello del sistema ad infrarossi. Mi autocito:
diciamo che in inverno il FV ti produce qualcosa dall 9:30-10 alle 16, quanta gente c'è a casa in quelle ore?
Con un sistema inerziale (ad acqua o direttamente nel massetto) potrei accumulare l'energia prodotta dal FV (non in termini di energia elettrica) per usarla più tardi, quando il sole non c'è più e la casa viene abitata.
Quel sistema, invece, non accumula niente, scambia istantaneamente, e quando? Nelle ore in cui la casa non è abitata e, se c'è il sole, ho già gli apporti gratuiti diretti (inoltre sono già le ore più calde della giornata, qdi quelle con meno necessità di energia per riscaldamento).

Paolo Boni
Messaggi: 3472
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Carpenedolo (BS)
Contatta:

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da Paolo Boni » ven nov 16, 2012 6:43 pm

cri_15 ha scritto:Se mi avanzano soldi ...
Nessun problema investili in formazione... :mrgreen:
Vieni da me, ti informo e poi te ne puoi tornare a casa...
La formazione è alla base della buona riuscita delle cose, non trovate?

Paolo

Avatar utente
angel72
Messaggi: 792
Iscritto il: gio set 01, 2011 6:24 pm
Controllo antispam: cinque
Località: albenga

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da angel72 » sab nov 17, 2012 10:17 am

cri_15 ha scritto:Se mi avanzano soldi (magari, non bastano mai) sicuramente, non sono esperto di finanza xò mi sembra cmq un buon investimento ed insieme si fà qualcosa per l'ambiente.
Sicuramente metterei cmq un FV da 3 kW, che, più o meno, a livello di kWh (ma non di autoconsumo) può coprire i classici consumi domestici che hai elencato (avrai visto anche tu, sul forum tecnico, dove ci sono impianti monitorati, che anche i più attenti difficilmente riescono ad arrivare al 40% di autoconsumo con impianti inferiori ai 3 kW, figurati con impianti più potenti). Se poi, tornando al discorso dei soldi avanzati, se uno dice: ma 3 kW mi costano 6000 € e 6 kW me ne costano 9-10000 €, se uno non deve chiedere finanziamenti, ci può pure stare che metta i 6 kW, ma sempre senza farsi fuorviare dal falso mito dell'indipendenza energetica.
Discorso integrazione calcolata di un impianto:
si può anche fare (non è che si ricavi un granchè), però con un sistema intelligente, che, per quanto ho detto prima, non è sicuramente quello del sistema ad infrarossi. Mi autocito:
diciamo che in inverno il FV ti produce qualcosa dall 9:30-10 alle 16, quanta gente c'è a casa in quelle ore?
Con un sistema inerziale (ad acqua o direttamente nel massetto) potrei accumulare l'energia prodotta dal FV (non in termini di energia elettrica) per usarla più tardi, quando il sole non c'è più e la casa viene abitata.
Quel sistema, invece, non accumula niente, scambia istantaneamente, e quando? Nelle ore in cui la casa non è abitata e, se c'è il sole, ho già gli apporti gratuiti diretti (inoltre sono già le ore più calde della giornata, qdi quelle con meno necessità di energia per riscaldamento).
io mi perdo nei conti
- la domotica ti consente di far funzionare gli elettrodomestici nelle ore di produzione del FV, ti consente di gestire gli ombreggiamenti, ti consente di non andare in sovraccarico: ma la domotica te la regalano?? non andrebbe inserita nel bilancio energetico?
- inevitabilmente alla sera capiterà spesso di dover far funzionare contemporaneamente forno/piano induzione/riscaldamento, quindi almeno 6Kw di contatore saranno indispensabili (mi confermi che i costi fissi per la taglia da 4,5 sono quasi uguali ai 6?)...perciò l'incidenza di questi costi fissi, in rapporto al contatore da 3kw, sarà da tenere ben a mente .
se non si sta attenti, voglio dire, si arriva al paradosso di spendere un mucchio di soldi x risparmiare un pò di energia...và mica bene!

solteckenergia
Messaggi: 1
Iscritto il: lun nov 12, 2012 3:57 pm
Controllo antispam: cinque

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da solteckenergia » sab nov 17, 2012 10:07 pm

Interessante discussione, se volete potete contattare un nostro consulente esperto, tramite il nostro sito http://www.solteckenergia.it

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da franco mori » dom nov 18, 2012 8:46 am

un impianto da 6 kwh, con una quota di autoconsumo del 40%, ti dara un guadagno in 20 anni di circa 13 mila euro al netto dei costi di installazione, manutenzione ed assicurazione...13 mila euro diviso 20 anni sono circa 600 euro l anno....per cui ammortizzi la bolletta che sarebbe altrimenti stata di circa 1200 euro l anno del 50%. Cero se autoconsumi il 100 per cento il discorso cambia. Non e un gran guadagno , ma e un guadagno. E poi contribuisci a non inquinare.Per il resto hai ragione tu angel, per risparmiare 2 euro si vanno a spendere un sacco di soldi...pensa che il mio cliente che ha fatto la casa in classe A con pompa di calore , vmc e fv da 6 kwh ha avuto un sovrapprezzo di circa 20mila euro sull casa per realizzare un risparmio di

400 euro di bolletta gas
600 euro di luce elettrica.
in piu pero ha dovuto fare un contatore apposito per la pompa di calore che come ha confermato cri, ti fa realizzare un risparmio sui costi di energia inquinato da costi fissi, per cui ipotizziamo che comunque altri 200 euro l anno per far andare la pompa di calore?
per cui 400+600 risparmiati-200 spesi per alimentare la pompa di calore danno un risparmio annuo totale di 800 euro. Euro spesi 20000 ---ci vogliono 25 anni per ammortizzare l impianto. tra 25 anni lo butti via pero...

quindi io suggerirei

a- fate una bella casa in classe B da una ditta seria che la fa effettivamente in classe B (non spendete soldi per farvi certificare da Casa Clima, se andate da una ditta blasonata sono tutte minimo casaclima Classe B )
b- mettete un 3kwh di FV come suggerisce cri

avete fatto il massimo che potevate fare. tutti gli altri interventi sono un costo non ammortizzabile.

il concetto e' che la casa in se vi fa risparmiare non gli impianti che montate...e quindi cercate di risparmiare la luce spegnendo gli elettrodomestici che non servono, evitate le asciugatrici, usate lampade a basso consumo, evitate i forni ad induzione, tenete 20 gradi in casa e non 22, vi ammalerete anche di meno.

basta con questa mania della VMC per non aprire le finestre , aprite le finestre , al massimo vi verra un po di freddo in casa ma cosi vi irrobustite....ed irrobustite i vostri figli se li tenete sempre al caldo si ammaleranno piu facilmente

Avatar utente
angel72
Messaggi: 792
Iscritto il: gio set 01, 2011 6:24 pm
Controllo antispam: cinque
Località: albenga

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da angel72 » dom nov 18, 2012 10:11 am

le tue conclusioni sono sagge, ma avrò bisogno del conforto dei numeri per decidere. infatti l'alternativa che ho in mano, dopo aver effettuato l'analisi energetica è:
- qualcosa di simile a quanto proponi, oppure

- involucro "spinto" (che da me al mare vuol dir stratigrafia quasi normale e doppi vetri, niente di più)
- esecuzione delle opere certosina (ma non dovrebbe esser sempre così??)
- progettazione particolarmente attenta (ponti termici, apporti gratuiti, ombreggiamenti, etc etc)
- impiantistica minimale (vmc e piccola pdc, o macchine compatte tipo nilan)
- certificazione: si, intesa come criterio di lavoro, nel senso che chi costruirà si impegnerà al raggiungimento di determinati obiettivi, e per verificare il tutto servirà un soggetto esterno

ecco, questa è l'alternativa che voglio sondare, lo farò una volta superati i miei guai burocratici: solo allora avrà senso partire con progetti esecutivi e computi metrici

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da franco mori » dom nov 18, 2012 7:00 pm

volevo anche dire che comunque al mio cliente non importa nulla di rientrare in 20 anni dell investimento , dice che lui la casa la gode cosi....e gode ad usare l energia del sole e a non dovere aprire le finestre e ad avere sempre l aria pulita....eh certo se uno se lo puo permettere perche no? :D

Avatar utente
tmx64
Messaggi: 2306
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Milano

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da tmx64 » lun nov 19, 2012 10:16 am

franco mori ha scritto:...fate una bella casa in classe B ...tutti gli altri interventi sono un costo non ammortizzabile...
quoto Franco. La classe A e la casa passiva non sono assolutamente giustificabili dal punto di vista di risparmio economico. Ho anche forti dubbi dal punto di vista ecologico. Risparmio qualcosina dal punto di vista energetico a fronte magari di un impianto che per la sola sua produzione ha richiesto un consumo energetico molto elevato. Mah!!
A mio avviso
1) se voglio risparmiare economicamente, mi faccio una casa in classe B, non oltre. La classe B data solo dall'involucro, niente impianti particolari.
2) se voglio avere un basso impatto ecologico, allora
-non costruisco su terreno vergine ma demolisco un edificio vecchio ed energeticamente malandato o recupero/sopralzo un edificio esistente
-cerco di fare scelte il più possibile locali (materiali, imprese, tecnici,..)
-ma soprattutto cambio stile di vita (bicicletta, poca carne, frutta di stagione, pochi vestiti necessari, acquisti da filiere corte ...)

...un po' troppo un grillino veganiano ?!?! :D

ciao
TMX

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » lun nov 19, 2012 10:32 am

Ragazzi, leggete bene:
la casa di angel non sarebbe niente di "eccezionale" di per se, ma nel suo contesto (zona climatica) si raggiungono consumi da casa passiva, qdi fà benissimo a ragionare così..

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » lun nov 19, 2012 10:45 am

franco mori ha scritto:...in piu pero ha dovuto fare un contatore apposito per la pompa di calore che come ha confermato cri, ti fa realizzare un risparmio sui costi di energia inquinato da costi fissi, per cui ipotizziamo che comunque altri 200 euro l anno per far andare la pompa di calore?....
scusa franco, come già detto, qs è un'opzione che risulta molto conveniente oltre certi consumi, non un obbligo.

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da franco mori » lun nov 19, 2012 4:11 pm

cri_15 ha scritto:
franco mori ha scritto:...in piu pero ha dovuto fare un contatore apposito per la pompa di calore che come ha confermato cri, ti fa realizzare un risparmio sui costi di energia inquinato da costi fissi, per cui ipotizziamo che comunque altri 200 euro l anno per far andare la pompa di calore?....
scusa franco, come già detto, qs è un'opzione che risulta molto conveniente oltre certi consumi, non un obbligo.
appunto non certo per una casa in classe B reale di 200 mq....

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da franco mori » lun nov 19, 2012 4:13 pm

sei d accordo cri nel dire che questi impianti servono per grandi complessi o per case in classe C o D? parlo di convenienza economica

Rispondi