impianto fotovoltaico per riscaldamento

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da franco mori » mer nov 14, 2012 6:33 pm

Seguendo il tuo ragionamento cri il fotovoltsaico nn si dovrebbe proprio fare...infatti tutti noi usiamo la luce alla sera e di più d inverno....il contributo gse serve appunto a compensare quest situazione. Poi nn si capisce perche un riscaldaamento a pavimento più veloce sia contro luso del fotovoltaico....xasa xoibentata la riscaldo prima con meno energia e la casa mantiene il calore prodotto.non si fa altro che parlre qui che son meglio i termosifoni perche uno li aalza la sera quando torna a casa cosa che nn si puo fare col pavimento per il riotardo di risposta ......e tu ora mi vieni a dire che un riscaldamento a pavimento veloce nn e conveniente....da un punto di vista teorico hai sicuramente ragione ma all atto pratico la cosa secondo me cambia

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da franco mori » mer nov 14, 2012 8:24 pm

l ho scritto al buio col blackberry.....perdonate gli errori ...ehhe :roll: :roll: :roll:

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » gio nov 15, 2012 11:53 am

franco mori ha scritto:Seguendo il tuo ragionamento cri il fotovoltsaico nn si dovrebbe proprio fare...infatti tutti noi usiamo la luce alla sera e di più d inverno....il contributo gse serve appunto a compensare quest situazione. Poi nn si capisce perche un riscaldaamento a pavimento più veloce sia contro luso del fotovoltaico....xasa xoibentata la riscaldo prima con meno energia e la casa mantiene il calore prodotto.non si fa altro che parlre qui che son meglio i termosifoni perche uno li aalza la sera quando torna a casa cosa che nn si puo fare col pavimento per il riotardo di risposta ......e tu ora mi vieni a dire che un riscaldamento a pavimento veloce nn e conveniente....da un punto di vista teorico hai sicuramente ragione ma all atto pratico la cosa secondo me cambia
Non dico assolutamente che il FV non si deve fare, ma non ti devi far traviare nella scelta, soprattutto con qs sistema che non ha inerzia.
Vediamo se riesco a spiegarmi meglio:
diciamo che in inverno il FV ti produce qualcosa dall 9:30-10 alle 16, quanta gente c'è a casa in quelle ore?
Con un sistema inerziale (ad acqua o direttamente nel massetto) potrei accumulare l'energia prodotta dal FV (non in termini di energia elettrica) per usarla più tardi, quando il sole non c'è più e la casa viene abitata.
Quel sistema, invece, non accumula niente, scambia istantaneamente, e quando? Nelle ore in cui la casa non è abitata e, se c'è il sole, ho già gli apporti gratuiti diretti (inoltre sono già le ore più calde della giornata, qdi quelle con meno necessità di energia per riscaldamento).
Inoltre, come già detto, ti fa rientrare quasi sempre in fascia alta dei consumi.
Il sistema di per se è quanto di più scarso esista come rendimento energetico, e si "gioca" con la domotica.
Allora, provocazione per provocazione, installiamo la stessa domotica e facciamogli gestire allo stesso modo stufette ad infrarossi da 8,90 €/cad, così risparmiamo parecchio anche sui costi d'impianto.
http://www.euronics.it/acquistaonline/c ... 80-p1.html

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da franco mori » gio nov 15, 2012 1:00 pm

E va beh stai esagerando pero con la provocazione! :D. Poi il bello del sistema e proprio quello lo accendo mi riscalda subito e la casa mi tiene il caldo....come ti dicevo le ns case come alcune altre (certo non quelle in classe b teorica assemblate a pene di segugio e piene di spifferi...) Ci mettono 24 ore a perdere un grado...

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » gio nov 15, 2012 1:16 pm

Si, ma la casa è ugualmente isolata per tutti i sistemi di riscaldamento, qdi la stessa velocità di risposta ce l'hai anche con radiatori alimentati a media/bassa temperatura, xò con un sistema energeticamente molto più efficiente.
Se tu guardi bene, in quei sistemi si sfrutta l'effetto irraggiamento, qdi non è che scaldi l'ambiente (il classico esempio è: temperatura esterna rigida, al sole stai bene, all'ombra hai freddo, qdi appena va via il sole senti freddo). Qui il principio è lo stesso, non è che scaldi la casa e qs resta calda.
Alla fine qs sistemi hanno un mercato soltanto perchè con gli isolamenti di adesso, i consumi, e di conseguenza i costi sono cmq bassi rispetto a quello cui eravamo abituati...

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da franco mori » gio nov 15, 2012 5:39 pm

oramai sta diventando un tormentone il nostro cri....sembra il cane che si morde la coda ....si potrebbe pensare come dici tu di applicare la domotica ad una pompa di calore che pero alimenti i termosifoni e non il pavimento per evitare il ritardo di risposta? sempre per ottenere il famoso risultato di rimanere entro i 6kw di fotovoltaico

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » gio nov 15, 2012 5:52 pm

Potrebbe, con radiatori alimentati a bassa temperatura.
Basterebbe capire che con una pompa di calore assorbo 1 e rendo 3; con le resistenze elettriche assorbo 1 e rendo 1 per capire che è molto più facile stare nei 6 kW (il FV non centra niente) con una pdc piuttosto che con una porcheria del genere

gbykat
Messaggi: 1048
Iscritto il: dom set 23, 2012 8:21 am
Controllo antispam: diciotto
Contatta:

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da gbykat » gio nov 15, 2012 7:02 pm

cri_15 ha scritto:
franco mori ha scritto:Seguendo il tuo ragionamento cri il fotovoltsaico nn si dovrebbe proprio fare...infatti tutti noi usiamo la luce alla sera e di più d inverno....il contributo gse serve appunto a compensare quest situazione. Poi nn si capisce perche un riscaldaamento a pavimento più veloce sia contro luso del fotovoltaico....xasa xoibentata la riscaldo prima con meno energia e la casa mantiene il calore prodotto.non si fa altro che parlre qui che son meglio i termosifoni perche uno li aalza la sera quando torna a casa cosa che nn si puo fare col pavimento per il riotardo di risposta ......e tu ora mi vieni a dire che un riscaldamento a pavimento veloce nn e conveniente....da un punto di vista teorico hai sicuramente ragione ma all atto pratico la cosa secondo me cambia
Non dico assolutamente che il FV non si deve fare, ma non ti devi far traviare nella scelta, soprattutto con qs sistema che non ha inerzia.
Vediamo se riesco a spiegarmi meglio:
diciamo che in inverno il FV ti produce qualcosa dall 9:30-10 alle 16, quanta gente c'è a casa in quelle ore?
Con un sistema inerziale (ad acqua o direttamente nel massetto) potrei accumulare l'energia prodotta dal FV (non in termini di energia elettrica) per usarla più tardi, quando il sole non c'è più e la casa viene abitata.
Quel sistema, invece, non accumula niente, scambia istantaneamente, e quando? Nelle ore in cui la casa non è abitata e, se c'è il sole, ho già gli apporti gratuiti diretti (inoltre sono già le ore più calde della giornata, qdi quelle con meno necessità di energia per riscaldamento).
Inoltre, come già detto, ti fa rientrare quasi sempre in fascia alta dei consumi.
Il sistema di per se è quanto di più scarso esista come rendimento energetico, e si "gioca" con la domotica.
Allora, provocazione per provocazione, installiamo la stessa domotica e facciamogli gestire allo stesso modo stufette ad infrarossi da 8,90 €/cad, così risparmiamo parecchio anche sui costi d'impianto.
http://www.euronics.it/acquistaonline/c ... 80-p1.html
scusa ma se faccio il contratto cn il gse,con le recenti regole,io gli dò corrente tutto il giorno e lui me la restituisce la sera.e proprio perchè di giorno non cè nessuno in casa glie ne dò di più.e tieni conto che se installi un contatore ad hoc per la pompa ,il prezzo della corrente è veramente esiguo.quindi alla fine consumi poco ,produci tanto,e quel che consumo è quasi tutto su una pompa di calore che paga poco la corrente...magari ci guadagno pure...dove sbaglio?

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da franco mori » gio nov 15, 2012 7:06 pm

cri_15 ha scritto:Potrebbe, con radiatori alimentati a bassa temperatura.
Basterebbe capire che con una pompa di calore assorbo 1 e rendo 3; con le resistenze elettriche assorbo 1 e rendo 1 per capire che è molto più facile stare nei 6 kW (il FV non centra niente) con una pdc piuttosto che con una porcheria del genere
dimentichi il costo che e ben diverso , e la comodita dello spessore per le riqualificazioni energetiche. ed il fatto che stiamo parlando di un pavimento vs termosifoni. Comunque anche questa da te prospettata mi sembra un ottima soluzione se pur piu costosa

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da franco mori » gio nov 15, 2012 7:08 pm

gbykat ha scritto:
cri_15 ha scritto:
franco mori ha scritto:Seguendo il tuo ragionamento cri il fotovoltsaico nn si dovrebbe proprio fare...infatti tutti noi usiamo la luce alla sera e di più d inverno....il contributo gse serve appunto a compensare quest situazione. Poi nn si capisce perche un riscaldaamento a pavimento più veloce sia contro luso del fotovoltaico....xasa xoibentata la riscaldo prima con meno energia e la casa mantiene il calore prodotto.non si fa altro che parlre qui che son meglio i termosifoni perche uno li aalza la sera quando torna a casa cosa che nn si puo fare col pavimento per il riotardo di risposta ......e tu ora mi vieni a dire che un riscaldamento a pavimento veloce nn e conveniente....da un punto di vista teorico hai sicuramente ragione ma all atto pratico la cosa secondo me cambia
Non dico assolutamente che il FV non si deve fare, ma non ti devi far traviare nella scelta, soprattutto con qs sistema che non ha inerzia.
Vediamo se riesco a spiegarmi meglio:
diciamo che in inverno il FV ti produce qualcosa dall 9:30-10 alle 16, quanta gente c'è a casa in quelle ore?
Con un sistema inerziale (ad acqua o direttamente nel massetto) potrei accumulare l'energia prodotta dal FV (non in termini di energia elettrica) per usarla più tardi, quando il sole non c'è più e la casa viene abitata.
Quel sistema, invece, non accumula niente, scambia istantaneamente, e quando? Nelle ore in cui la casa non è abitata e, se c'è il sole, ho già gli apporti gratuiti diretti (inoltre sono già le ore più calde della giornata, qdi quelle con meno necessità di energia per riscaldamento).
Inoltre, come già detto, ti fa rientrare quasi sempre in fascia alta dei consumi.
Il sistema di per se è quanto di più scarso esista come rendimento energetico, e si "gioca" con la domotica.
Allora, provocazione per provocazione, installiamo la stessa domotica e facciamogli gestire allo stesso modo stufette ad infrarossi da 8,90 €/cad, così risparmiamo parecchio anche sui costi d'impianto.
http://www.euronics.it/acquistaonline/c ... 80-p1.html
scusa ma se faccio il contratto cn il gse,con le recenti regole,io gli dò corrente tutto il giorno e lui me la restituisce la sera.e proprio perchè di giorno non cè nessuno in casa glie ne dò di più.e tieni conto che se installi un contatore ad hoc per la pompa ,il prezzo della corrente è veramente esiguo.quindi alla fine consumi poco ,produci tanto,e quel che consumo è quasi tutto su una pompa di calore che paga poco la corrente...magari ci guadagno pure...dove sbaglio?
le regole son cambiate non c e piu lo scambio sul posto ma una tariffa omnicomprensiva ed un premio sull autoconsumo. quindi cio che produci e non consumi ....ciccia..lo regali all enel...se invece fai lo scarico fiscale del 50% per cento ( cioe installi il fv non sul nuovo ma sull appena abitato... :lol: ) allora usufruisci dello scambio sul posto..poi non e vero che le tariffe sono esigue per la pompa di calore...a conti fatti c e poca differenza

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » ven nov 16, 2012 10:31 am

gbykat ha scritto:...scusa ma se faccio il contratto cn il gse,con le recenti regole,io gli dò corrente tutto il giorno e lui me la restituisce la sera.e proprio perchè di giorno non cè nessuno in casa glie ne dò di più.e tieni conto che se installi un contatore ad hoc per la pompa ,il prezzo della corrente è veramente esiguo.quindi alla fine consumi poco ,produci tanto,e quel che consumo è quasi tutto su una pompa di calore che paga poco la corrente...magari ci guadagno pure...dove sbaglio?
Sbagli perchè sei rimasto al Conto Energia preistorico, infatti nella prima risposta ti avevo "fatto i complimenti" per gli "ottimi" consigli dei tecnici...

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » ven nov 16, 2012 10:38 am

franco mori ha scritto:..dimentichi il costo che e ben diverso , e la comodita dello spessore per le riqualificazioni energetiche. ed il fatto che stiamo parlando di un pavimento vs termosifoni. Comunque anche questa da te prospettata mi sembra un ottima soluzione se pur piu costosa
si è detto molte volte che nelle case molto isolate l'impianto a pavimento perde alcuni dei suoi "plus" rispetto ai radiatori.
Dimentichi che hai detto il costo è uguale a caldaia + radiatori, escluso la domotica, che non ti regalano.
Dimentichi che non rispetti la quota rinnovabili, qdi la legge.
Ecc, ecc

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » ven nov 16, 2012 10:50 am

franco mori ha scritto:..poi non e vero che le tariffe sono esigue per la pompa di calore...a conti fatti c e poca differenza
franco, le cose bisogna dirle giuste, non facciamo il minestrone
Allora se la pdc ha SCOP = 3 (per semplificare il concetto chiamiamolo "rendimento stagionale"), vuol dire che quando assorbo 1 kWh ne immetto in ambiente 3 kWh, mentre le resistenze assorbono 1 kWh ed immettono in ambiente 1 kWh.
Quindi vuol dire, che a parità di energia immessa (che poi è ciò che mi consente di riscaldare), la pompa di calore consuma 1/3 rispetto alle resistenze elettriche.
Con la pdc non sei obbligato a mettere il 2° contatore, è un'opzione che hai, il problema è che hanno alzato parecchio i costi fissi, perciò al di sotto di certi consumi i costi fissi incidono molto.
Le tariffe, invece, intese come costo dell'energia che si consuma, sono parecchio diverse:
il kWh sul contatore pdc costa circa 0,19 €; quello che si prende dal contatore domestico, poichè si va in fascia di consumo alta, supera i 0,3 €/kWh, che, a casa mia, è quasi il 60% in più.
Adesso chiudo, se volete capirne di più vi consiglio di leggere qualche forum dove si parla di energia in materia molto più seria e competente, vi aiuterà a comprendere meglio le cose :wink:

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da franco mori » ven nov 16, 2012 11:29 am

eh no no ...non mi freghi mica..... :D :D :D ( facciamo questa discussione credo per passatempo oramai...ma tant e visto lo scarso volume di lavoro si vede che ce lo possiamo permettere)

- il riscaldamento a pavimento da tutto un altro confort rispetto ai radiatori, io poi ho detto che il prezzo e equivalente a caldaia e riscaldamento a pavimento. Lo so che la pdc rende di piu ma questo rendimento si perde per il ritardo di risposta nel pavimento, nei radiatori a bassa temperatura certamente no , ma comunque c e un sovrapprezzo per la pompa di calore ( hai ammesso anche tu che non c e differenza di prezzo fra pavimento e radiatori, se non per l isolamento sotto soletta che comunque sarebbe un bene avere in qualsiasi casa) e poi a quanti gradi vanno i radiatori a bassa temperatura?
- alla fine dei conti , cio che vale e ' il prezzo che paghi e quindi se la bolletta differisce di pochi euro poco mi aiuta che nominalmente costi di meno l energia.

nel forum tecnico non ci vengo perche siete poco pratici guardate solo ai dati tecnici senza calarvi nella realta delle cose...(tie... :lol: :lol: :lol: )

comunque alla fine visto che se fai una casa ben coibentata spendi poche centinaia di euro per riscaldarla tutti questi impianti
sono INUTILI.....

l unica cosa utile e' il FV

per il resto una bella caldaia o una stufa e sei a posto.

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » ven nov 16, 2012 12:26 pm

franco mori ha scritto:... il riscaldamento a pavimento da tutto un altro confort rispetto ai radiatori, io poi ho detto che il prezzo e equivalente a caldaia e riscaldamento a pavimento. Lo so che la pdc rende di piu ma questo rendimento si perde per il ritardo di risposta nel pavimento, nei radiatori a bassa temperatura certamente no , ma comunque c e un sovrapprezzo per la pompa di calore ( hai ammesso anche tu che non c e differenza di prezzo fra pavimento e radiatori, se non per l isolamento sotto soletta che comunque sarebbe un bene avere in qualsiasi casa) e poi a quanti gradi vanno i radiatori a bassa temperatura?
- alla fine dei conti , cio che vale e ' il prezzo che paghi e quindi se la bolletta differisce di pochi euro poco mi aiuta che nominalmente costi di meno l energia.

nel forum tecnico non ci vengo perche siete poco pratici guardate solo ai dati tecnici senza calarvi nella realta delle cose...(tie... :lol: :lol: :lol: )

comunque alla fine visto che se fai una casa ben coibentata spendi poche centinaia di euro per riscaldarla tutti questi impianti
sono INUTILI.....

l unica cosa utile e' il FV

per il resto una bella caldaia o una stufa e sei a posto.
in una casa isolata i pannelli radianti vanno cmq poche ore al giorno, soprattutto quando hai gli apporti gratuiti esterni, qdi quando non vanno è come avere un pavimento normale ben isolato, e cmqeventualemente si possono usare pannelli a parete o a bassa inerzia (ma costano di più)
I radiatori vanno alla temperatura di progetto in funzione delle dispersioni (possono essere alimentati anche a meno di 40 °C se alimentati a pompa di calore; chiaro che sentirai al tatto il radiatore tiepido/freddo, ma non devi pensare che non stia scaldando e farti condizionare se in casa hai la temperatura di comfort, diciamo 20°C).
Questo è un esempio di accrocchio su una casa vecchia non particolarmente isolata riscaldata con radiatori: http://www.portalsole.it/pdc_online_maurizio.phpquella della bolletta non l'hai proprio capita:
con la pdc c'è la possibilità di pagare l'energia elettrica 0,19 €/kWh, altrimenti se resti sul primo contatore, la paghi esattamente uguale a quel che paghi con le resistenze elettriche (diciamo che vai a circa 0,3 €/kWh, peccato che c'è un fattore 3 di differenza. Adesso, quanto influisce qs fattore 3? Chiaramente in percentuale sempre uguale, però diciamo che a parità di energia immessa (che ribadisco, è quel che ti serve per scaldare la casa), se con la pdc pago 200 €, con la resistenza elettrica ne pago 600. Prendiamo un edificio con le stesse caratteristiche di isolamento ma molto più grande: con la pdc pago 1000 €, con le resistenze elettriche 3000 €.

Forum tecnico (che poi non c'è solo quello): si fanno discorsi teorici, ma si discute anche di casi pratici, di gente che ha costruito o sta costruendo, di gente che cerca di ottimizzare i parametri impiantistici e gente che ha impianti monitorati. Una cosa è sicura, passando per il forum tecnico molta gente ha aperto gli occhi sulla grandissima disinformazione che fanno molti tecnici o venditori di FV, e proprio pochi post fà abbiamo visto che anche qui c'è gente che è stata "consigliata" molto male

Rispondi