impianto fotovoltaico per riscaldamento

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da franco mori » mar nov 13, 2012 1:53 pm

tieni presente cri che questo operatore dichiara consumi bassissimi pur ammettendo lo scarso rendimento proprio in base della velocita di funzionamento.

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » mar nov 13, 2012 5:02 pm

franco mori ha scritto:scusami cri , ma potresti essere piu chiaro sul perche e quasi tutto da ridere il discorso del fv. mi interessa a livello professionale chiaramente. per le ristrutturazioni intendo per chi ha un appartamento od una casa vecchia dove montare un idronico comporterebbe un grosso intervento mentre con questo tipo di riscaldamento si dovrebbe limitare a tagliare le porte di 2,5 cms
1) Perchè il FV è un sistema in controfase
2) Perchè il V C.E. premia (giustamente) l'autoconsumo, cosa che qs tipo di sistema non aiuta a fare, anzi...
3) Ristrutturazioni: come pensavo, per lo spessore ridotto (allora conviene usare altri sistemi); era più logico se per ristrutturazione si intendeva una riqualificazione energetica importante. Allora, arrivando al consumo quasi zero, anche se il sistema energeticamente parlando è una schifezza e un controsenso, ci può stare perchè cmq i costi d'esercizio sarebbero cmq bassi.
Ma se si fà una ristrutturazione senza curare troppo l'isolamento, con qs sistemi si fanno bagni di sangue, consoderando che per di più il consumo di corrente elettrica mi porta in fascia alta (di prezzo)

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » mar nov 13, 2012 5:04 pm

franco mori ha scritto:tieni presente cri che questo operatore dichiara consumi bassissimi pur ammettendo lo scarso rendimento proprio in base della velocita di funzionamento.
appunto, qdi va difficilmente d'accordo con l'autoconsumo del fotovoltaico

carletto
Messaggi: 1181
Iscritto il: lun feb 14, 2005 2:04 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Pordenone

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da carletto » mar nov 13, 2012 5:15 pm

Salvo non usarlo esclusivamente quando il FV produce a suffficenza senza ricorrere alla rete. Sì può fare, ma d'inverno andrebbe in funzione solo poche ore al giorno (sole permettendo) e se non sbaglio tale sistema invece funziona per rendere al meglio 24h24. Detta in soldoni da ometto ignorante è un discorso valido?

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » mar nov 13, 2012 5:37 pm

carletto ha scritto:Salvo non usarlo esclusivamente quando il FV produce a suffficenza senza ricorrere alla rete. Sì può fare, ma d'inverno andrebbe in funzione solo poche ore al giorno (sole permettendo) e se non sbaglio tale sistema invece funziona per rendere al meglio 24h24. Detta in soldoni da ometto ignorante è un discorso valido?
Se è il solo sistema (e visti i costi, cmq non bassi) non può essere altrimenti, non si può pensare che funzioni solo quando c'è il sole (sempre ammesso che il FV in inverno dia sufficiente potenza istantanea).
In ogni caso, se si vuole ottimizzare il FV, hanno più senso sistemi in grado di accumulare il calore per usarlo nei periodi in cui fà più freddo e presumibilmente la casa è più abitata (sera e mattina).
No, qs sistema non funziona 24h su 24 (al contrario) proprio perchè "sfrutta" la velocità di risposta; per non eccedere con i consumi "giocano" su qs velocità, ipotizzando di accendere l'impianto solo quando l'abitazione è abitata, senza avere tempi lunghi di messa a regime

gbykat
Messaggi: 1048
Iscritto il: dom set 23, 2012 8:21 am
Controllo antispam: diciotto
Contatta:

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da gbykat » mar nov 13, 2012 6:14 pm

ho letto di un sistema...aggregato compatto si chiama.
è molto interessante e devo ammettere che non ne avevo sentito parlare......evviva.
è come l' impianto che avevo visto io ma invece di succhiare l aria riscaldata dal geot o altrove la succhia dagli ambienti stessi ,la scambia e la butta fuori,nella stessa macchina cè una pompa di calore non grande che riscalda la stessa aria scambiata in entrata e quindi preriscaldata e fa acqua calda e aria tiepida da sbuffare in giro per la casa attraverso canaline.perfetta se alimantata da fotovoltaico e aiutata da pannelli solari termici.
diciamo come la VMC che qualcuno ha proposto ma un pochino più studiata.
chissà cosa costa...

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » mar nov 13, 2012 6:24 pm

è la macchina "tipica" che si mette nelle case passive.
Per costare costa.
Il discorso di abbianmento al FV in qs caso ha molto più senso, perchè la pdc mi può lavorare anche in raffrescamento e mi lavora tutto l'anno per produrre acs.
Sicuramente eviterei i pannelli solari termici.

gbykat
Messaggi: 1048
Iscritto il: dom set 23, 2012 8:21 am
Controllo antispam: diciotto
Contatta:

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da gbykat » mar nov 13, 2012 6:39 pm

cri_15 ha scritto:è la macchina "tipica" che si mette nelle case passive.
Per costare costa.
Il discorso di abbianmento al FV in qs caso ha molto più senso, perchè la pdc mi può lavorare anche in raffrescamento e mi lavora tutto l'anno per produrre acs.
Sicuramente eviterei i pannelli solari termici.
quanto costa? ho letto su un sito che tra canali e macchina van via 10.000 euri ma bisogna vedere i m3 ecc ecc.
ho visto un paio di schemi dove i termici li avevano messi per aiutare un pò.
ma in effetti,consumando molto meno di una pdc aria acqua .......
ne ho viste due versioni:
una che prendeva aria che passava prima sotto la casa(mi pare si chiami pozzo canadese) e quindi meno fredda.
un altro tipo che invece prendeva l'aria direttamente dentro la casa stessa.

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » mar nov 13, 2012 6:45 pm

hai le idee un (bel) pò confuse, ti consiglio di leggerti forum più tecnici, troverai molte risposte

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da franco mori » mar nov 13, 2012 6:48 pm

Il problema dell autoconsumo potrebbe essere risilto con un accumultore da casa.? Per le ristrutturazioni e ovvio che si parla di casi dove si fa riqualificazione energetica tipo un cappotto ed il cambio delle finestre.

Avatar utente
angel72
Messaggi: 792
Iscritto il: gio set 01, 2011 6:24 pm
Controllo antispam: cinque
Località: albenga

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da angel72 » mar nov 13, 2012 7:34 pm

gbykat ha scritto:
cri_15 ha scritto:è la macchina "tipica" che si mette nelle case passive.
Per costare costa.
Il discorso di abbianmento al FV in qs caso ha molto più senso, perchè la pdc mi può lavorare anche in raffrescamento e mi lavora tutto l'anno per produrre acs.
Sicuramente eviterei i pannelli solari termici.
quanto costa? ho letto su un sito che tra canali e macchina van via 10.000 euri ma bisogna vedere i m3 ecc ecc.
ho visto un paio di schemi dove i termici li avevano messi per aiutare un pò.
ma in effetti,consumando molto meno di una pdc aria acqua .......
ne ho viste due versioni:
una che prendeva aria che passava prima sotto la casa(mi pare si chiami pozzo canadese) e quindi meno fredda.
un altro tipo che invece prendeva l'aria direttamente dentro la casa stessa.
che marche hai visto?
stiam parlando di nilan, effiziento, drexel und weiss??

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da franco mori » mar nov 13, 2012 9:54 pm

cri_15 ha scritto: Allora, arrivando al consumo quasi zero, anche se il sistema energeticamente parlando è una schifezza e un controsenso, ci può stare perchè cmq i costi d'esercizio sarebbero cmq bassi.
quindi se uno vive in una casa in classe A o B, anche riscaldando poche ore al giorno, si riuscirebbe a farlo funzionare in autoconsumo.....stavo pensando al mio socio che due anni fa , a 600 metri di altezza, sotto una tormenta di neve e rimasto senza luce e caldaia per un giorno intero, perdendo la casa solo un grado in quel giorno. Per cui , molto empiricamente ma basandomi su case esistenti, credo che questo sistema , all atto pratico, non sia cosi male come dici tu. La velocita di risposta aiuterebbe appunto ad alzare la temperatura della casa nelle ore si sole che si manterrebbe poi durante la notte (quando si e sotto le coperte e quindi si dovrebbero abbassare i riscaldamenti ). A giugno ho inaugurato una casa in classe A climahaus con vmc, pompa di calore e riscaldamento idronico. Il sovrapprezzo e stato pero molto pesante per questo tipo di impianto, il cliente lo recuperera in veramente molti anni. Questo sistema mi sembra invece molto piu economico e versatile.

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » mer nov 14, 2012 10:40 am

franco mori ha scritto:...quindi se uno vive in una casa in classe A o B, anche riscaldando poche ore al giorno, si riuscirebbe a farlo funzionare in autoconsumo.....stavo pensando al mio socio che due anni fa , a 600 metri di altezza, sotto una tormenta di neve e rimasto senza luce e caldaia per un giorno intero, perdendo la casa solo un grado in quel giorno. Per cui , molto empiricamente ma basandomi su case esistenti, credo che questo sistema , all atto pratico, non sia cosi male come dici tu. La velocita di risposta aiuterebbe appunto ad alzare la temperatura della casa nelle ore si sole che si manterrebbe poi durante la notte (quando si e sotto le coperte e quindi si dovrebbero abbassare i riscaldamenti ). A giugno ho inaugurato una casa in classe A climahaus con vmc, pompa di calore e riscaldamento idronico. Il sovrapprezzo e stato pero molto pesante per questo tipo di impianto, il cliente lo recuperera in veramente molti anni. Questo sistema mi sembra invece molto piu economico e versatile.
1) se c'è la tormenta di neve, il tuo FV ti produce abbastanza solo per la lampadina di emergenza
2) con qs sistema, fatto funzionare in maniera discontinua, non riesci ad alzare un bel niente perchè non alza la temperatura dell'aria (la casa, se correttamente esposta, si scalderà molto di più grazie agli apporti solari diretti)
3) non costa poco, visto che hai detto che il costo è uguale ad una caldaia con sistema idronico (immagino radiatori) che mi farebbe consumare ed inquinare meno
4) l'energia elettrica è "pregiata", ed usarla per riscaldare con effetto joule è da criminali
5) comporta un peggioramento della classe energetica. Leggi qui (spero di non violare il regolamento del forum):http://www.ingegneri.info/forum/viewtop ... =9&t=55302
6)a parte che alcuni li hanno già vietati (per es il comune di Torino), mi devono spiegare come fanno, per edifici con pratica edilizia post 31/05/2012, a rispettare il decreto rinnovabili
7) il costo della vmc non centra niente, ci sarebbe cmq
8 devi cmq prevedere un sistema per produrre acs. Seguendo la logica impiantistica, dovresti mettere un bel boiler elettrico (altra schifezza immonda dal punto di vista energetico)

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da franco mori » mer nov 14, 2012 1:22 pm

I miei 53 anni mi portano a non estremizzare gli argomenti ma a cercare di sviscerarne il concetto. Il problema da cui ero partito era dovuto al fatto che una casa non riesce d esssere alimentata solo con un 6 kwh di fotovoltaico in presenza di una pdc. La velocita di risposta di questo sistema e la domotica fanno si che esso si possa invece alimentare con un 6 kwh. Per il discorso dell autonsumo si potrebbe optare per scegliere il 55 per cento di scarico fiscale e lo scambio sul posto anziche ll gse con la tariffa premio della autoconsumo oppure un accumulatore shuco che ti porterebbe l autoconsumo al 100per cento. Lo scopo era questo e questa ditta di domotica mi dice che e raggiungibile grazie a questa nanotecnologia che ripeto elimina i campi elettromgnetici. Mi risulta anche che il contatore dedicato alle pompe di calore non sia poi cosi conveniente a livello di tariffe. Se si riuscisse ad ottenere questo risultato si avrebbe una casa tutta alimentata ad energia solare. Tu dici che e un utopia ma questa ditta ci ha fatto un brevetto. Di certo come tutte le cose nuove va v erificato ed ho preso buona nota dei tuoi commenti di cui chiedero conferma a questa ditta.

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: impianto fotovoltaico per riscaldamento

Messaggio da cri_15 » mer nov 14, 2012 2:10 pm

franco mori ha scritto:... Il problema da cui ero partito era dovuto al fatto che una casa non riesce d esssere alimentata solo con un 6 kwh di fotovoltaico in presenza di una pdc. La velocita di risposta di questo sistema e la domotica fanno si che esso si possa invece alimentare con un 6 kwh. Per il discorso dell autonsumo si potrebbe optare per scegliere il 55 per cento di scarico fiscale e lo scambio sul posto anziche ll gse con la tariffa premio della autoconsumo oppure un accumulatore shuco che ti porterebbe l autoconsumo al 100per cento. Lo scopo era questo e questa ditta di domotica mi dice che e raggiungibile grazie a questa nanotecnologia che ripeto elimina i campi elettromgnetici. Mi risulta anche che il contatore dedicato alle pompe di calore non sia poi cosi conveniente a livello di tariffe. Se si riuscisse ad ottenere questo risultato si avrebbe una casa tutta alimentata ad energia solare. Tu dici che e un utopia ma questa ditta ci ha fatto un brevetto. Di certo come tutte le cose nuove va v erificato ed ho preso buona nota dei tuoi commenti di cui chiedero conferma a questa ditta.
Il discorso FV ti stà portando decisamente fuori strada. Un conto è la potenza di picco (i tuoi 6 kW), un altro l'energia prodotta (kWh). Nei mesi più freddi (dicembre, gennaio, febbraio), non avrai mai nè la potenza di picco massima, nè una grande quantità di energia prodotta (indicativamente, per qs 3 mesi, si produce il 15-18% dell'energia totale annua, mentre il carico richiesto dal sistema di riscaldamento è al massimo).
Sul FV il 55% non si può fare, ma il 50% (ex 36% e che da giufno tornerà 36%), anche se l'ADE pare che stia valutando se togliere il FV dai beni detraibili (tra l'altro si può fare solo con pratiche di ristrutturazione edilizia, non sul nuovo).
Discorso accumulo (qdi impianto ad isola e non collegato in rete): non è mai stato conveniente (ma magari lo diventerà) e nemmeno ecologico (lo si fà solo dove non ci sono alternative, cioè rete elettrica, tipo baite in montagna, ecc): il costo delle batterie è ancora alto, ci vuole un discreto spazio per contenerle, hanno durata limitata (come tutte le batterie), costi di smaltimento e per tutto quanto detto (smaltimento batteria e produzione pannelli FV) sono un costo ambientale più che un beneficio.

PS: la velocità di risposta, in abbinamento al FV, è un limite, non un pregio

Rispondi