Dopo 15 mesi di studio...

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » lun ott 09, 2017 4:27 pm

Salve a tutti, scrivo per la prima volta sul forum ma vi seguo da un po.

Come da titolo, dopo circa 15 mesi di studi vari sulla bioedilizia (riscaldamenti, domotica, pannelli solari etc) mi sto accingendo a concludere l'acquisto di una porzione di bifamiliare in bioedilizia dal Gruppo Forest a Roma.

Purtroppo non ho un terreno edificabile, ne i soldi per poterne comprare uno e costruirci, ma ho collaborato con la suddetta società trovandone uno, dove poi costruiranno 4 villette (2 bifamiliari) con i criteri della bioedilizia (platorm frame, doppio livello di circa 85 mq e 100 di giardino).

Stanno progettando le case e se tutto va bene entro 12/15 mesi dovrebbero aver finito le villette.

Ho alcuni punti che vorrei sottoporvi, se posso: parlando con loro sui riscaldamenti, mi suggeriscono di installare una caldaia a condensazione e i termosifoni visto la zona e il clima. Io vorrei installare il riscaldamento e raffrescamento a pavimento per tanti motivi (spazio, polvere dei termosifoni, omogeneità del riscaldamento). Stavo valutando una pompa di calore al posto della caldaia, ma non riesco a capire i costi esatti... l'azienda che sto seriamente valutando e con cui ho già parlato è la sustech, che inoltre installerà un'impianto fotovoltaico da 3,3 o 4,5 kw con pannelli sunpower.

Per chiudere il cerchio, stavo pensando ad una domotica somfy per tende, persiane, cancello, illuminazione e sicurezza (ma questo è secondario).

Cosa ne dite? quale consigli sentite di darmi?

grazie :-) :wink:
Navigator78
 
Messaggi: 17
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda IngMR » mar ott 10, 2017 9:18 am

Navigator78 ha scritto:Salve a tutti, scrivo per la prima volta sul forum ma vi seguo da un po.

Come da titolo, dopo circa 15 mesi di studi vari sulla bioedilizia (riscaldamenti, domotica, pannelli solari etc) mi sto accingendo a concludere l'acquisto di una porzione di bifamiliare in bioedilizia dal Gruppo Forest a Roma.

Purtroppo non ho un terreno edificabile, ne i soldi per poterne comprare uno e costruirci, ma ho collaborato con la suddetta società trovandone uno, dove poi costruiranno 4 villette (2 bifamiliari) con i criteri della bioedilizia (platorm frame, doppio livello di circa 85 mq e 100 di giardino).

Stanno progettando le case e se tutto va bene entro 12/15 mesi dovrebbero aver finito le villette.

Ho alcuni punti che vorrei sottoporvi, se posso: parlando con loro sui riscaldamenti, mi suggeriscono di installare una caldaia a condensazione e i termosifoni visto la zona e il clima. Io vorrei installare il riscaldamento e raffrescamento a pavimento per tanti motivi (spazio, polvere dei termosifoni, omogeneità del riscaldamento). Stavo valutando una pompa di calore al posto della caldaia, ma non riesco a capire i costi esatti... l'azienda che sto seriamente valutando e con cui ho già parlato è la sustech, che inoltre installerà un'impianto fotovoltaico da 3,3 o 4,5 kw con pannelli sunpower.

Per chiudere il cerchio, stavo pensando ad una domotica somfy per tende, persiane, cancello, illuminazione e sicurezza (ma questo è secondario).

Cosa ne dite? quale consigli sentite di darmi?

grazie :-) :wink:


Ciao, non ho mai apprezzato troppo proposte immobiliari di questo genere. Al contrario, mi è piaciuto il tuo approccio su un periodo di informazione studio ecc per poter poi fare un investimento importante. Se per molti aspetti questi mesi di "studio" ti saranno molto utili per poter avere un'attenzione maggiore su eventuali proposte tecniche / materiali / ecc, purtroppo questi non ti eviteranno il doverti affiancare un tecnico mooolto preparato; in un certo senso ancor più preparato del solito. Questo perchè, in iniziative immobiliari, la committenza ha un ruolo molto marginale su tutta una serie di aspetti progettuali (architettonici, tecnici, impiantistici, ecc) ma, al contrario, dovrà fare le pulci su ciò che altri hanno pensato, previsto, deciso. PRIMA di firmare ti conviene farti dare tutta la documentazione necessaria: progetto architettonico, progetto depositato in comune (può non essere uguale), schede tecniche materiali, nodi e dettagli tecnici, tipologia di serramenti, progetto impiantistico, ecc e, insieme al TUO tecnico (NON quello proposto o suggerito dall'azienda) valutarli, sondare la possibilità di cambiarli/migliorarli e infine se corretti firmarli. In casi come questi spesso capita che si scelgano soluzioni economicamente vantaggiose per chi costruisce e l'esempio che riporti della scelta impiantistica ne è un chiaro esempio: non si valuta l'efficienza ma il costo.
IngMR
 
Messaggi: 448
Iscritto il: mer dic 05, 2012 10:27 am
Controllo antispam: cinque

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda tmx64 » mar ott 10, 2017 10:09 am

Ciao Navigator
Navigator78 ha scritto:... mi suggeriscono di installare una caldaia a condensazione e i termosifoni visto la zona e il clima. ..

Non sapevo che esistessero un clima e una zona ideali per la caldaietta con i termosifoni! :D
Scherzi a parte, in che zona sei? Il problema maggiore che avete è il caldo estivo o il freddo invernale?
La soluzione caldaia-termosifone la vedo un po' al risparmio o fatta da qualcuno legato alla vecchia edilizia.

ciao
tmx
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 1960
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » mar ott 10, 2017 10:42 pm

Eccomi,

Vi ringrazio per avermi risposto, per me è molto importante potermi confrontare con chi ne sa di più.

Si ormai sono tanti mesi che studio la bioedilizia e tutti i sistemi che ne fannonparte. Ho deciso con la mia famiglia di fare qualcosa per noi e per l’ambiente che ci circonda... ho un figlio di 7 anni e da tempo ho iniziato a spiegargli certi valori, sul rispetto delle persone e dell’ambiente augurandomi che sarà una persona civile e che la sua generazione possa portare solo bene al nostro pianeta.

Detto questo, grazie ancora per il dettaglio dei consigli, utili, anche se non sarà facile trovare un tecnico di cui fidarsi e che conosca bene l’argomento, ma dovró per forza di cose fargli le “pulci”.

Mi trovo in zona borghesiana, l’estate è molto caldo e l’inverno non è freddissimo. Per i riscaldamenti la penso esattamente come voi, secondo me vanno al risparmio anche se è una ditta che da tanti anni progetta e costruisce in bioedilizia. Diciamo che questa variante di teovargli un terreno e farlo costruire per loro è un po nuova (ne hanno fatte altre 2/3 simili a roma), ma per me è l’unica soluzione per avere una casa in bio.

Ho provato a cercare un terreno per costruire ma in questa zona, uno edificabile non si trova per meno di 70/80 mila, da aggiungere poi tutti i permessi etc e la costruzione e andiamo a finire sopra i 300k.

Capisco che qualcuno di voi penserà che se si vuole avere una casa di un certo “tipo” bisogna spendere o avere i soldi, ma sono stra-convinto che bisogna sostenere la bioedilizia anche con investimenti minori.

Se potete, potreste consigliarmi quale soluzione adottare per il riscaldamento? È davvero conveniente la pompa di calore con pavimento radiante? O mi basta una caldaia?

Grazie ancora!
Navigator78
 
Messaggi: 17
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda tmx64 » mer ott 11, 2017 1:54 pm

Ciao Navigator
Navigator78 ha scritto:... Mi trovo in zona borghesiana, l’estate è molto caldo e l’inverno non è freddissimo. .. con pavimento radiante ...

Premesso che non sono uno specialista d'impianti e nemmeno un termotecnico, visto però la tua situazione climatica (estati calde-torride, inverni miti), rischi di non utilizzare mai il riscaldamento a pavimento. Il che vuol dire aver buttato via dei soldi x l'impianto sbagliato.
Occhio che queste case le scaldi già mentre ti asciughi i capelli con il fon!

Mi concentrerei sul clima estivo (perciò lavorare sull'involucro) ed aggiungerei il minimo x l'inverno.

ciao
tmx
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 1960
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » mer ott 11, 2017 4:46 pm

Mmm grazie de consiglio.

Quindi per te, mettere pompa di calore con riscaldamento a terra (o caldaia a condensazione) sarebbe abbastanza inutile e troppo dispendioso.

Certo che termosifoni sono davvero “datati” peró rifletto sul consiglio.

Per il rinfrescamento cosa mi consigli? Solo condizionatori?

Forse mancano dei dati: io 5 giorni su 7 esco alle 8 e rienteo alle 21, vivo poco la casa.

Grazie ancora
Navigator78
 
Messaggi: 17
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda michele ricci » mer ott 11, 2017 6:30 pm

Navigator78 ha scritto:Mmm grazie de consiglio.

Quindi per te, mettere pompa di calore con riscaldamento a terra (o caldaia a condensazione) sarebbe abbastanza inutile e troppo dispendioso.

Certo che termosifoni sono davvero “datati” peró rifletto sul consiglio.

Per il rinfrescamento cosa mi consigli? Solo condizionatori?

Forse mancano dei dati: io 5 giorni su 7 esco alle 8 e rienteo alle 21, vivo poco la casa.

Grazie ancora


Ciao Navigator e benvenuto.

La prima cosa che mi viene da pensare è che non abbiamo abbastanza dati per capire qual'è il tipo di impianto giusto.
Non sappiamo innanzi tutto che tipo di involucro utilizza l'edificio e quindi la sua trasmittanza termica ad esempio, non sappiamo come è architettonicamente fatta la casa e che tipo di esposizione solare ha, non sappiamo effettivamente qual'è il tuo stile di vita e le tue reali necessità, e così via.

Personalmente dopo che c'è un progetto ben definito e so anche quali sono le abitudini (attuali e potenzialmente future) del cliente, prendo (assieme agli ingegneri impiantisti) in considerazione diversi sistemi di impianti per capire qual'è il migliore sotto il punto di vista del rapporto confort-praticità/costi.
Questo perchè non credo ci sia un tipo di impianto che in assoluto sia migliore degli altri e quindi va studiato per quel preciso progetto e sopratutto cliente.

Mi fa un po strano che propongano caldaia e termosifoni anche se stai in una zona non fredda. Non la escludo a priori ma credo che sia una tecnologia superata. Anche in case super efficienti che consumano quasi zero, si utilizzano ormai le pompe di calore, che vengono ovviamente dimensionate assieme al resto dell'impianto secondo quel consumo (basso). Quindi non credo che la pompa di calore debba essere scartata a priori per via della zona climatica. Sopratutto poi se vuoi fare raffreddamento estivo.

Se il pavimento radiante a pavimento può risultare sovradimensionato (perchè la classe energetica è mmolto buona) potresti scegliere, come spesso faccio io, in un riscaldamento radiante a parete più puntuale, esistono dei pannelli in terracruda da affogare dietro l'intonaco (magari sempre in terra cruda). Se opterai per un impianto fotovoltaico, la pompa di calore potrebbe essere vantaggiosa perchè la potresti far funzionare (tramite un semplice sistema automatizzato) nelle ore centrali del giorno (sia in inverno che in estate) in cui hai più apporto solare e quindi energia gratuita, se la casa è ben isolata ti basterà poche ore di riscaldamento/raffrescamento per tenere la casa ad una temperatura confortevole tutto il giorno e la notte.
Detto questo, il consiglio che sento di darti è: trovati un professionista ben aggiornato che ti dia una consulenza, che ti accompagni sulle scelte giuste.

Meglio spendere qualcosina in più su una buona consulenza ma fare scelte giuste sull'impianto che costa diverse migliaia di euro e che ti tieni tutta la vita.
Avatar utente
michele ricci
 
Messaggi: 14
Iscritto il: lun ago 14, 2017 11:37 am
Località: Ancona
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » gio ott 12, 2017 7:17 am

Ciao Michele e grazie dei buonissimi consigli.

Si è vero ho fornito pochi dati, anche perchè al momento, della casa non ne ho moltissimi... è ancora in progettazione: so che le pareri saranno platform frame, finestre triplo vetro e la casa scelta sarà esposta a sud/est.

Si anche per me i termosifoni sono superati.
Sicuramente cercheró un buon tecnico che mi aiuti nella scelta degli impianti, anche se sarebbe stato giusto e sicuramente adeguato avere tutto dalla casa costruttrice.

Per la pompa di calore che ne pensate di questa:

Viessmann Vitoset
Energycal DHW 260
Compresa installazione e iva 2.900,00 da 260 litri. Abbinato a pannelli solari sunpower e come stavo pensando riscaldamento a pavimento.

Grazie ancora!
Navigator78
 
Messaggi: 17
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda tmx64 » gio ott 12, 2017 10:32 am

Ciao Navigator
Navigator78 ha scritto:.. mi sto accingendo a concludere l'acquisto di una porzione di bifamiliare in bioedilizia dal Gruppo Forest a Roma..... ho fornito pochi dati, anche perchè al momento, della casa non ne ho moltissimi... è ancora in progettazione: so che le pareri saranno platform frame, finestre triplo vetro e la casa scelta sarà esposta a sud/est...

Giusto una mia curiosità: dici che stai acquistando da loro ma ancora non sai bene cosa stai acquistando?!?

Navigator78 ha scritto:... Sicuramente cercheró un buon tecnico che mi aiuti nella scelta degli impianti,..

Assolutamente basilare!

ciao
TMX
Avatar utente
tmx64
 
Messaggi: 1960
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Località: Milano
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » gio ott 12, 2017 12:43 pm

Tmx, rileggendo hai ragione... so cosa sto acquistando ma il progetto è in fase di realizzazione.

Nel concetto sto acquistando una porzione di bifamiliare di circa 90mq in due livelli con giardino,non sono un tecnico per descrivere tecnicamente la casa, anche perchè non ho ancora un capitolato.

La classe a detta loro sarà una A3, costruzione in platform frame. Finestre triplo vetro, caldaia a condensazione con termosifoni e condizionatori classe a++, fotovoltaico da 1 kw. Io voglio installare pompa di calore con riscaldamento a pavimento e ho tolto il loro pannello da 1kw e monteró 4.5 kw sunpower. Vedo altre loro costruzioni anche recenti e mi sono dato un’idea. Certo che ad oggi mi sono impegnato a trovare un terreno a me idoneo e che facesse gola anche a loro; l’impegno è a parole... per me importante ma ovviamente nel momento che saranno pronti a costruire dobbiamo vedere tante cose su carta.

Comunque davvero grazie del confronto, mi sta aiutando molto.
Navigator78
 
Messaggi: 17
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Paolo Boni » gio ott 12, 2017 1:43 pm

Fatti almeno dire come è la stratigrsfia parete e tetto e poi postala.
Non ti fidare troppo delle certificazioni, spesso sono molto poco corrispondenti all'effettivo funzionamento.
Per l'impianto fermati. Primaa devi conoscere cosa ti danno come involucro poi scegli l'impianto
Paolo Boni
 
Messaggi: 3202
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Località: Carpenedolo (BS)
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » gio ott 12, 2017 2:07 pm

Ottimo Paolo, allora cerco di farmi dire preventivamente queste informazioni e poi le posto.

Thanks
Navigator78
 
Messaggi: 17
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » gio ott 12, 2017 9:01 pm

Eccomi,

l’architetto del progetto mi ha fornito i dati:

Tetto:
POLISTIRENE 2 cm
RIVESTIMENTO IN TEGOLE
GUAINA ARDESIATA sp. 0,2 cm
OSB sp. 1,2 cm
VENTILAZIONE sp. 5 cm
GUAINA TRASPIRANTE
ISOLANTE LANA DI ROCCIA sp. 4 cm
ISOLANTE LANA DI ROCCIA sp.10 cm
BARRIERA AL VAPORE sp 0,2 cm
PERLINATO sp. 2 cm
TRAVETTO
PASSAFUORI
RETE PARAPASSERI

Pareti:

FINITURA ESTERNA
CAPPOTTO IN LANA DI ROCCIA sp. 6 cm
LASTRA OSB sp. 1,5 cm
MONTANTE KVH 6x12 cm
ISOLANTE LANA DI ROCCIA sp. 12 cm
LASTRA OSB sp. 1,5 cm
CONTROPARETE sp. 5 cm
LASTRA CARTONGESSO sp. 1,25 cm
INTERNO

Che ne dite?
Navigator78
 
Messaggi: 17
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda IngMR » ven ott 13, 2017 7:33 am

per essere un intervento di questo tipo mi aspettavo di peggio. è un telaio di base con una qualche attenzione in più rispetto ad altri. Sicuramente se fossimo in una situazione diversa, con la progettazione non in mano alla haus, ti potremmo dare indicazioni migliorative. In questo caso immagino che ogni richiesta di variazione diventerebbe molto dispendiosa. Fatti dare anche le schede tecniche dei materiali e prova a chiedere la possibilità (e costi) di "riempire" la controparete con del materiale isolante a bassa densità e/o aver un rivestimento interno in doppia lastra di cartongesso e non una singola
IngMR
 
Messaggi: 448
Iscritto il: mer dic 05, 2012 10:27 am
Controllo antispam: cinque

Re: Dopo 15 mesi di studio...

Messaggioda Navigator78 » ven ott 13, 2017 10:36 am

Ok grazie,

Provo ma credo sia difficile poter modificare una costruzione multipla (2 bifamiliari) ovvio che ci provo.

Unica cosa, se l’architetto mi chiede il perchè di tale richiesta devo presupporre che serva per massimizzare l’efficienza energetica... giusto?

Vi faccio sapere
Navigator78
 
Messaggi: 17
Iscritto il: lun ott 09, 2017 4:15 pm
Controllo antispam: diciotto

Prossimo

Torna a Bioedilizia - Bioarchitettura

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti