Asessualità

Forum dedicato ai diritti del mondo omosessuale e transgender.

Moderatore: alFaris

Asessualità

Messaggioda Haderian » mer gen 21, 2009 5:56 pm

Metto il sito di AVEN che è la rete per l'informazione e la visibilità degli asessuali (o antisessuali).
Questo orientamento (non identità!) sessuale è poco conosciuto e spesso è considerato un disturbo o una malattia, ma non è così.
Chi spontaneamente non prova interesse per l'attività sessuale e non prova attrazione nè di tipo romantico nè di tipo fisico per alcun sesso non è necessariamente malato. Semplicemente può essere asessuale, è una cosa naturale.

http://www.asexuality.org/it/
Haderian
 
Messaggi: 93
Iscritto il: mar gen 03, 2006 7:19 pm
Località: carpi

Re: Asessualità

Messaggioda alFaris » mar gen 27, 2009 11:49 pm

Essalamu Elikah!

Haderian ha scritto:Metto il sito di AVEN che è la rete per l'informazione e la visibilità degli asessuali (o antisessuali).

grazie per la segnalazione... però anche leggendo sul sito (qui http://www.asexuality.org/it/viewtopic.php?f=27&t=649 ) mi sembra che i due termini

Haderian ha scritto:asessuali (o antisessuali).

corrispondano a due atteggiamenti totalmente diversi... asessuale è

Haderian ha scritto:Chi spontaneamente non prova interesse per l'attività sessuale

altro è chi
Haderian ha scritto:non prova attrazione nè di tipo romantico nè di tipo fisico per alcun sesso


altro ancora è l' "antisessuale" che invece mi fa pensare al monaco del monte athos il quale addirittura arriva a negare l'accesso al monastero a qualsiasi essere dotato di organo sessuale femminile...

(e se provi a dire che non è vero ricorda che io sono il tuo sovrHEMmoderatore! :lol: )



Ua Elikah Essalam! by alFaris
Avatar utente
alFaris
 
Messaggi: 1586
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:01 pm
Località: Bracciano - Roma
Controllo antispam: cinque

Re: Asessualità

Messaggioda ariella » mer gen 28, 2009 12:01 am

che bello, quanti problemi in meno...(e non sono ironica)


Haderian ha scritto:Metto il sito di AVEN che è la rete per l'informazione e la visibilità degli asessuali (o antisessuali).
Questo orientamento (non identità!) sessuale è poco conosciuto e spesso è considerato un disturbo o una malattia, ma non è così.
Chi spontaneamente non prova interesse per l'attività sessuale e non prova attrazione nè di tipo romantico nè di tipo fisico per alcun sesso non è necessariamente malato. Semplicemente può essere asessuale, è una cosa naturale.

http://www.asexuality.org/it/
Avatar utente
ariella
 
Messaggi: 445
Iscritto il: ven apr 18, 2008 5:02 pm
Località: aprilia (lt)

Re: Asessualità

Messaggioda Haderian » dom feb 01, 2009 5:26 pm

Non sono asessuale ariella ma per quanto ne so direi che concordo a pieno con te!

Ammetto che è passato un po' dall'ultima volta che ho visitato il sito comunque penso che il termine asessuale sia sinonimo di antisessuale, dove "anti" è abbreviato, forse solo per non farlo sembrare qualcosa di avversivo e spaventoso.. Quello a cui il termine antisessualità fa pensare a te alFaris, io lo chiamo sessuofobia ed è un discordo diverso secondo me. Riassumendo, senza specificare gli/il soggetto del desiderio, le possibilità sono 4: attrazione solo fisica, attrazione romantica e fisica, attrazione solo romantica e nessuna attrazione. Per convenzione, il termine asessualità comprende le ultime 2. Queste sono solo classificazioni, etichette, come tutte le altre e dovrebbero servire solo per comodità nella comunicazione ma a volte sono devianti per il pensiero e l'interpretazione della realtà. Le possibilità sono così tante e varie...

Ciao!
Haderian
 
Messaggi: 93
Iscritto il: mar gen 03, 2006 7:19 pm
Località: carpi

Re: Asessualità

Messaggioda Aljandro » ven feb 13, 2009 9:20 pm

Ciao!
...non me ne vogliate, ma personalmente non mi convince questo movimento. Ci sono aspetti che non mi tornano.
...intanto vedo di capire...
saluti
alessandro
Avatar utente
Aljandro
 
Messaggi: 52
Iscritto il: gio feb 12, 2009 9:23 am

Re: Asessualità

Messaggioda Ouroboros » mar mar 24, 2009 8:55 pm

Ciao a tutti!
Ho deciso di rispondere a quest'argomento essendomene interessato per un certo periodo della mia vita. Personalmente, ho "adottato" il comportamento asessuale per un periodo considerevole di tempo, senza sentirmi necessariamente "anormale" ed anzi quella fase della mia vita mi ha portato a confrontarmi con altre prospettive utili ed interessanti. Certo è che come "movimento" è ancora giovane e quindi facilmente si incontrano contraddizioni, incertezze e si scivola facilmente nella querelle. I "puristi" del movimento facilmente additano coloro che "attraversano delle fasi" come falsi asessuali. La verità è che, come per qualsiasi altro comportamento sessuale, le etichette e gli sbarramenti divengono insensati, se si pensa che l'essere umano e la sua sfera psico emotiva sono tutt'altro che empirici o immutabili. E' si vero che si può abbracciare un comportamento sessuale anche per tutta la vita e portarlo addosso come una bandiera, il che non ci toglie certamente la libertà di essere qualsiasi cosa vogliamo se questo ci viene naturale.
Per me è stato naturale essere asessuale, semplicemente in questa fase della mia vita non lo sono ma potrei ritrovarmi tranquillamente a non provare interesse per il confronto sessuale in un altro momento della mia vita. Per altri invece la cosa potrebbe venir naturale anche per tutta l'esistenza. :D

Vorrei però mettere l'ACCENTO sulle definizioni. La A in asessuale sta a significare in questo caso "privo di" e non "contrario a" come suggerisce invece velatamente il prefisso "Anti". Nella fattispecie un asessuale può innamorarsi di un uomo, di una donna, di un transgender, di qualcuno di più grande o più piccolo di lui/lei, insomma, di chiunque col quale provi un'affinità, desiderarne la vicinanza, il conforto, il condividere con l'oggetto della sua passione momenti di gioia e di sofferenza, scambiare con esso persino dei baci, degli abbracci o delle carezze senza però venirne attratto in senso prettamente sessuale. Insomma, più che un tipo di comportamento sessuale l'asessualità può considerarsi in questo senso più come un NON comportamento, ma non esclude la sfera emotiva del soggetto nè lo pone in contrapposizione col sesso in sè. Semplicemente egli non desidera praticarlo.
Tecnicamente potrebbe dirsi asessuale anche una persona che acconsenta ai suoi "doveri coniugali" senza provarne però coinvolgimento o desiderio, per la sola gioia del partner, similarmente ad esempio ad una donna che nella scoperta tardiva della propria omosessualità (ed è soltanto un ESEMPIO) si conceda al marito senza però essere partecipe dell'atto. Insomma: pur acconsentendo al rapporto in sè, l'evento non coinciderebbe in questo caso col reale desiderio della persona, che resterebbe nell'intimo comunque omosessuale. :wink:
Ouroboros
 
Messaggi: 15
Iscritto il: dom nov 16, 2008 2:13 pm

Re: Asessualità

Messaggioda Angelo789 » lun set 26, 2011 9:12 pm

Ciao a tutti sono anch'io un asessuale e con un gruppo di amici abbiamo messo su un sito (asessuali.it) in cui ci incontriamo, c'è chat, forum e altro. Se ad altri asessuali va di unirsi a noi sono i benvenuti.
Angelo789
 
Messaggi: 1
Iscritto il: lun set 26, 2011 9:10 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Asessualità

Messaggioda aurea » dom apr 01, 2012 1:01 am

Angelo789 ha scritto:Ciao a tutti sono anch'io un asessuale ...


Allora... gli angeli... esistono davvero! :lol:
Avatar utente
aurea
 
Messaggi: 163
Iscritto il: gio mag 26, 2011 12:03 pm
Controllo antispam: diciotto


Torna a Identità di Genere, Orientamento Sessuale & Diritti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite