Carenza vitamine B(idrosolubili) e secchezza-dermatiti

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Carenza vitamine B(idrosolubili) e secchezza-dermatiti

Messaggioda gels » mer feb 10, 2016 6:56 pm

Ciao. Ho 31 anni. Ho deciso da circa 2 anni di adottare una dieta vegetariana cercando di avvicinarmi alla vegana. Mangio molta frutta, arance, kiwi, pele e mele oltre a nocciole e mandorle in misura moderata settimanalmente queste ultime da qualche mese Non mangio più latte, carne e cibo di origine animale da appunto 2 anni. Non dico che mi sto pentendo(anzi forse sì perchè una carne di vitello alla settimana per me era comunque gustosa) ma qualche considerazione la faccio. Premetto una cosa, prendo poco sole sia d'estate (mi piace poco andare in spiaggia) che di inverno ovviamente(quindi il fattore vitamina d potrebbe esserci e presto farà le analisi in merito ma francamente non penso sia questo il problema).. Il problema è che INFATTI mi sono accorto che la mia PELLE soprattutto viso, intorno alla bocca, sulla labbra fronte, soffre di ECCESSIVA e CRONICA secchezza, (desquamazione screpolatura) e visto che il sottogruppo della vitamina B compresa la niacina deriva quasi solo da carne e latte (il latte la biotina) ho messo tutto in correlazione.
Qualcosa della vitamina b si trova ovviamente nei legumi (mangio ogni settimana almeno 3 volte tra pasta lenticchie, fagioli piselli e farro), ma con la cottura si perde tutto e qualcosina nella frutta secca ma molto poco.
In vita mia son sempre stato astemio e non fumatore.
Poi c'è il capitolo del lievito di birra mai preso che riguarda tutta la vitamina b come fattore integrativo. Il problema è se e come prenderlo visto che dovrei prendelro in pratica a tempo indeterminato e come ogni integratore ha anche il suo costo. Oppure posso prendere il lievito di birra secco, ma otlre ad essere mi sembra sconsigliato e difficile da trovare buono.
gels
 
Messaggi: 29
Iscritto il: mar mar 24, 2015 12:28 pm
Controllo antispam: Diciotto

Re: Carenza vitamine B(idrosolubili) e secchezza-dermatiti

Messaggioda gels » mer feb 10, 2016 7:08 pm

dimenticaov mangio una votla alla settimana una frittata
gels
 
Messaggi: 29
Iscritto il: mar mar 24, 2015 12:28 pm
Controllo antispam: Diciotto

Re: Carenza vitamine B(idrosolubili) e secchezza-dermatiti

Messaggioda gels » mer feb 10, 2016 7:27 pm

Inoltre da quando ho inziato la vegetariana quasi vegana soffro molto il freddo :(
gels
 
Messaggi: 29
Iscritto il: mar mar 24, 2015 12:28 pm
Controllo antispam: Diciotto

Re: Carenza vitamine B(idrosolubili) e secchezza-dermatiti

Messaggioda arbor » dom feb 14, 2016 10:33 am

Questa in breve la mia esperienza in materia di carenza di vitamine del gruppo B. Premetto che ho avuto un infarto a 50 anni (ora ne ho 65) e che quindi ero particolarmente interessato ai fattori di rischio cardiovascolare: per questo avevo fatto l'esame dell'Omocisteina, riscontrando un valore molto elevato, indice di alto rischio cardiovascolare. Allora (2004) ero vegano, e mi ero rivolto per un consulto alla Dott.sa Luciana Baroni, che presso quel mondo è un'autorità. La sua diagnosi è stata: carenza di vitamina B12. Terapia: integrazione di b12. La diagnosi era probabilmente corretta, non così però si è rivelata la terapia. Infatti io ho provveduto subito ad integrare la b12, e a farlo massicciamente seguendo il consiglio della dottoressa. Tanto che avevo portato il valore della b12 a circa 1000. Ma la mia omocisteina rimaneva sempre bloccata su valori molto elevati. Questa storia è andata avanti non per qualche mese, ma per qualche anno, finché scoraggiato ho deciso di smettere d'integrare, anche per timore d'intossicarmi. Nel frattempo poi avevo scoperto l'igienismo, il crudismo, e con essi la dieta frugivora, a base esclusiva di frutta e verdura, quindi senza cereali e legumi. Solo dopo un paio d'anni di adozione di tale nuova dieta ho finalmente deciso di ricontrollare i miei valori, che con mia felice sorpresa ho trovato molto soddisfacenti malgrado non avessi più integrato di b12 per anni. Questa la mia interpretazione dei fatti. Quello che è nel frattempo cambiato è stata la capacità assimilati va dei nutrienti, che come si sa avviene attraverso i villi intestinali, che infatti grazie alla nuova dieta (a zero glutine, zero caseina ecc) hanno potuto ripulirsi dalle vecchie incrostazioni che ne minavano la funzionalità. E tanto è bastato perché non ci fosse più bisogno di ulteriori integrazioni di nutrienti, oltre quelli contenuti nella dieta. Una dieta, ripeto, frugivora, cioè a sola base di frutta e verdure, il tutto in proporzioni quantitative adeguate, grazie anche ad una discreta attività fisica. A quel punto ogni problema di carenza vitaminica (ma anche di sali minerali) dovrebbe, almeno di norma, risolversi automaticamente. Naturalmente non è escluso che possa verificarsi qualche caso di resistenza, anche se credo si tratti di casi estremi, nei quali quindi si dovrà giocoforza fare ricorso a qualche forma di integrazione (secondo il principio a mali estremi estremi rimedi). E in tutti i casi, non prima di aver provato la dieta frugivora, che resta secondo me la strada maestra, la sola capace di valorizzare al massimo grado la funzionalità dei nostri villi intestinali, da cui dipende la nostra capacità assimilativa dei nutrienti, che a mio avviso è la vera chiave di volta di ogni problematica di carenza nutrizionale.
arbor
 
Messaggi: 594
Iscritto il: lun apr 23, 2012 1:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Carenza vitamine B(idrosolubili) e secchezza-dermatiti

Messaggioda arbor » dom feb 14, 2016 10:39 am

Anche il freddo è una sensazione normale in fase di transizione, dunque destinato a passare, mano a mano che il sangue e le arterie si ripuliscono e riprendono fluidità grazie alla nuova dieta, a basso contenuto di grassi e proteine (schema 80/10/10). Può volerci un anno, forse due, e poi tutto si sistema. Risultato tanto più garantito quanto più si bandiranno cereali e legumi dalla dieta.
arbor
 
Messaggi: 594
Iscritto il: lun apr 23, 2012 1:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Carenza vitamine B(idrosolubili) e secchezza-dermatiti

Messaggioda gels » dom feb 14, 2016 4:06 pm

cioè dovrei togliere anche cereali integrali o pseudocereali come farro e grano saraceno oltre che legumi considerando che ogni settimana mangio lenticchie, fatto, fagioli, piselli/ceci?
No per me sarebbe impossibile .
Io non capisco una cosam anzi 2
Punto primo: Secondo i fabbisogni quotidiani e tabelle nutrizionali degli alimenti pubblicate dai vari siti che poi sono tabelle quasi del tutto simili o identiche, per esempio l'organismo AVREBBE bisogno di Biacina (b3) per 20mg al giorno.
Calcolando che per esempio l'alimento vegetale che contiene più Niacina mi sembra sia il lievito di birra che ne contiene 11mg per 100g di prodotto, significa che bisognerebbe mangiare 4 panetti di lievito di birra ogni giorno.
Poi c'è il lievito di birra secco e la crusca di frumento che contengono 38 e 30 mg per ogni 100g di prodotto.
[b]Quindi come cavolo fa un vegano, un vegetariano ad assumere Niacina Riboflavina, Piridossina e le altre vitamine B in modo sufficiente senza mangiare CARNE?

Il sito scienzavegetariana curato dalla Baroni consiglia di NON assumere integratori di vitamina del sottogruppo B ma per esempio mette le scaglie di lievito secco e la crusca come alimenti PRIMARI per l'integrazione di queste vitamine.
Mentre CONSIGLIA in caso di carenza di B12 di imtegrare con integratori indicandoli direttamente.

Mentre altri NON consigliando questi integratori

Un'altra cosa chenon capisco come si fa ad esaminare il dosaggio nel siero di queste vitamine del sottogruppo B?
I laboratori fanno solo la b12

L'esame della omocisteina è davevro utile? Si fa negli ospedali col SSN?
gels
 
Messaggi: 29
Iscritto il: mar mar 24, 2015 12:28 pm
Controllo antispam: Diciotto

Re: Carenza vitamine B(idrosolubili) e secchezza-dermatiti

Messaggioda arbor » lun feb 15, 2016 11:39 am

A me risulta che le vitamine del gruppo B siano in genere ben presenti in una dieta crudi sta (o comunque prevalentemente tale) correttamente intesa. Questo tanto più che c'è parecchia sinergia tra le varie vitamine del gruppo stesso: un'eventuale carenza dell'una viene facilmente corretta dall'altra, che funziona quindi come una sorta di integratore biologico naturale. Il quadro delle sinergie è poi comunque talmente complesso e intricato (pensa alla sinergia tra iodio e la forma attiva della B2, o tra B6 e B9 e omocisteina ecc.), che a volerci mettere il becco si rischia solo di fare grandi pasticci.
A proposito di omocisteina comunque, questo è un esame importante (che si può fare con il SSN) sia in funzione cardiovascolare che come indice di vitamina b12. Infatti la forma attiva di b12 (la metilcobalamina) produce l'effetto di abbassare l'omocisteina trasformandola in metionina: quindi quando l'omocisteina è alta, vuol dire che la forma attiva di b12, che è quella che conta, risulta carente.
Comunque, ripeto, io credo che chi adotta una dieta come la nostra, prevalentemente frugivora, ricca di abbondante frutta e verdura cruda, non ha in genere problemi di carenze di vitamine del gruppo B, anche senza bisogno di ricorrere a panetti di lievito di birra. Io non ne consumo nemmeno un grammo, e non soffro di alcuna carenza, anzi ho risolto un vecchio problema di omocisteina a sua volta dovuto a una carenza di b12 nella sua forma attiva. E io credo che il segreto di questa nostra formula vincente consista, come ho già detto, nella nostra eccellente capacità assimilati va dei nutrienti, dovuta a villi intestinali sani e puliti proprio grazie alla nostra dieta.
A me comunque fa abbastanza specie che un giovanotto di 30 anni decida di ricorrere a qualche integratore, e quindi accetti la sconfitta, senza aver prima tentato la strada maestra di una dieta corretta, senza aver cioè prima combattuto la sua battaglia. Mi fa specie perché, se ce l'ho fatta io, intorno ai 60 anni, figuriamoci per uno che ha la metà dei miei anni. Certo che può essere comodo ricorrere agli integratori, perché questo ci evita di rimettere in discussione certe nostre vecchie abitudini alimentari sbagliate, che sono all'origine di tante nostre carenze, di cui poi ci lamentiamo e da cui siamo ossessionati. Ecco allora che con l'integrazione si crede di rimettere tutto a posto. Speranza tuttavia illusoria, perché il problema non viene risolto ma solo rinviato e peggiorato.

Quanto infine all'eliminazione di cereali e legumi, è chiaro che non si può fare da un giorno all'altro, ci vuole gradualità. Io sono stato per alcuni anni vegetariano poi vegano, e credevo che mai e poi mai avrei potuto rinunciare alla mia nuova dieta ideale, centrata appunto su cereali e legumi. Salvo poi smentirmi clamorosamente qualche anno dopo, quando son finalmente passato alla dieta frugivora. Insomma mai dire mai. Quindi in bocca al lupo anche a te.
arbor
 
Messaggi: 594
Iscritto il: lun apr 23, 2012 1:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Carenza vitamine B(idrosolubili) e secchezza-dermatiti

Messaggioda swami863 » lun feb 15, 2016 12:20 pm

Sono Vegana tendenzialmente crudista da circa 4 anni e nei primi 2 anche io ho avuto forte carenza di B12.
Inizialmente presi un integratore molto forte che mi rimise il valore a posto, ma facevo addirittura la pipì gialla fosforescente, cosi passai al ben più dolce B12 di Longlife.

Nei mesi erano più le volte che mi scordavo, fino a un anno fa in cui lo smisi del tutto.
recentemente ho rifatto le Analisi e pur se da un anno non assumo nulla il Valore della B12 è rientrato da solo, evidentemente il mio intestino sta lavorando assai meglio.

Lo stesso dicasi per il freddo, concordo con Arbor che il tempo è un alleato, quando il grosso delle tossine sarà fuoriuscito, la temperatura corporea si assesterà, ho amici Crudisti che anche in pieno inverno ormai si coprono davvero poco.

La Perseveranza premia, la Natura ha tempi lunghi :P
Avatar utente
swami863
 
Messaggi: 185
Iscritto il: ven nov 23, 2012 12:09 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Carenza vitamine B(idrosolubili) e secchezza-dermatiti

Messaggioda gels » lun feb 15, 2016 9:28 pm

francamente sul nodo fondamentale dell'assunzione di b12 sono disorientato, perchè i pareri sono totalmente discordanti sulla necessità di integrazione tramite chimica. Certo con una frittata al giorno forse non cis arebberio problemi a ragigugnere il fabbisogno, ciò che mi sembra perlò evidente è singificativo, è che se la B12 è assimilabile solo tramite cibo di origine animale significa che forse si va contro natura non mangiando cibo di origine animale?
gels
 
Messaggi: 29
Iscritto il: mar mar 24, 2015 12:28 pm
Controllo antispam: Diciotto

Re: Carenza vitamine B(idrosolubili) e secchezza-dermatiti

Messaggioda arbor » mar feb 16, 2016 7:59 am

Spiacente ma ci sono brutte notizie sul fronte onnivoro. In primo luogo è risaputo che la b12 è altamente termolabile, dunque si danneggia e viene inattivata con la cottura dei cibi. In secondo luogo una carenza di b6 e di folati - una condizione, questa, che si registra con frequenza tra gli onnivori e fra alcuni vegetariani/vegani ma non certo fra i crudisti, che infatti presentano alti livelli di b6 e folati - induce un'omocisteina elevata, a sua volta associata a una carenza di b12. In terzo luogo assistiamo di fatto a numerosi casi di omocisteina elevata anche in presenza di una dieta a base di prodotti animali (carne in particolare), posto che tali alimenti contengono una maggiore quantità, rispetto a una dieta a base vegetale, di metionina, dal cui metabolismo deriva l'omocisteina (la quale, in un organismo ben funzionante, dovrebbe poi ritrasformarsi in metionina).
Se la popolazione occidentale dovesse misurare il grado di rischio cardiovascolare attraverso l'omocisteina, che è un indicatore migliore rispetto al colesterolo per le malattie cardiovascolari (cosa che non succederà perché non ci sono farmaci per abbassare l'omocisteina mentre per il colesterolo sì), assisteremmo a molte amare sorprese per la salute della gente comune, proprio a causa della dieta a base di prodotti animali.
Tutto sommato mi pare allora che la dieta crudista, a base di abbondanti quantità di frutta e verdura cruda, sia ancora quella migliore quanto a presenza di b12attiva: e ciò tanto sotto il profilo dei quantitativi netti assunti (introdotti dall'esterno attraverso la dieta oppure autoprodotti dall'intestino), quanto per quel che riguarda la capacità di assorbimento di b12 da parte di un intestino tenue particolarmente efficiente come normalmente è quello dei crudisti. Naturalmente anche sulla sponda crudi sta possono verificarsi casi particolari di significativa insufficienza di b12, dovuti perlopiù ad una serie di cofattori (tra i quali in particolare l'insufficienza di fattore intrinseco), nei quali sarà opportuno valutare qualche forma d'integrazione di b12 (da notare che con un integratore sublinguale, il fattore intrinseco non si rende più indispensabile per l'attivazione della b12).
arbor
 
Messaggi: 594
Iscritto il: lun apr 23, 2012 1:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Carenza vitamine B(idrosolubili) e secchezza-dermatiti

Messaggioda swami863 » mar feb 16, 2016 9:18 am

Senza considerare quanti Onnivori hanno la B12 bassissima, solo che è un esame che viene prescritto poco a loro, forti delle proteine animali.
Avatar utente
swami863
 
Messaggi: 185
Iscritto il: ven nov 23, 2012 12:09 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Carenza vitamine B(idrosolubili) e secchezza-dermatiti

Messaggioda gels » mar feb 16, 2016 9:49 am

un altro fattore che mi preoccupa assolutamente è il CALCIO che non ho mai controllato e ho letto che il suo dosaggio nel siero è quasi inutile(come dovrei controllarne i livello visto che spesso ho dolori muscolari incomprensibili per la mai ETA' figuriamoci più avanti quando sarà un 50-60enne :( ). Assumo pochissimi alimenti praticament enulla che contengono calcio dopo aver anandonato latte e derivati. Cerco di bere 3 l di acqua al giorno di rubinetto che fanno solo 100 dei 1000 mg di fabbisogno
gels
 
Messaggi: 29
Iscritto il: mar mar 24, 2015 12:28 pm
Controllo antispam: Diciotto

Re: Carenza vitamine B(idrosolubili) e secchezza-dermatiti

Messaggioda swami863 » mar feb 16, 2016 4:47 pm

Ti consiglio di documentarti di più, leggi dei testi di Igienismo, testi di Arnold Ehret, il libro di Marco Urbisci visto che è qui tra noi ti aiuteranno a tranquillizzarti.
Avatar utente
swami863
 
Messaggi: 185
Iscritto il: ven nov 23, 2012 12:09 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Carenza vitamine B(idrosolubili) e secchezza-dermatiti

Messaggioda arbor » mar feb 16, 2016 5:07 pm

Ecco un altro classico caso in cui il problema non è di carenza, di calcio in questo caso, ma è un problema di carenza metabolica, anzi un doppio problema di natura metabolica: da un lato l'acidificazione dell'organismo dovuta a una dieta scorretta come quella onnivora in particolare, e dall'altro una deficienza enzimatica specifica (non insomma una mancanza di calcio, ma dell'enzima specifico capace di fissarlo e attivarlo).
Una delle spiacevoli conseguenze della dieta convenzionale è l'eccesso di acidità provocato dall'eccesso di proteine (come nel caso della dieta onnivora, ma non solo), cui il corpo, nel tentativo di rialcalinizxare il sistema, reagisce sottraendo minerali (calcio in particolare) dalle ossa. problema che va evidentemente risolto a monte, correggendo la dieta, la quale deve essere appunto alcalinizzante, come il nostro pH, come appunto la dieta frugivora (ricordiamoci che anche i cereali/legumi sono acidificanti, mentre gli agrumi, che pure sono acidi a livello di stomaco, hanno poi una risoluzione alcalina a livello di intestino tenue).
Il problema della carenza enzimatica specifica si risolve da un lato adottando una dieta ricca di enzimi, come appunto quella frugivora, a base di vegetali crudi; e dall'altro con l'esposizione al sole, la quale stimola la produzione di vitamina D, promuove la mineralizzazione ossea e sintetizza gli enzimi preposti al trasporto attivo del calcio disponibile, aumentando così il suo assorbimento. Il calcio non attivato dal suo enzima infatti non va a fissarsi nelle ossa, ma va a depositarsi sui tessuti molli (come ad esempio le arterie coronarie, con tutte le gravi conseguenze che conosciamo per la calcificazione delle placche ecc.ecc.).
Sarebbe comunque opportuno che tu ti informassi un po' di più, leggendo autori come Colin Campbell (tue China study), o anche come Marco Urbisci, moderatore di questo blog. Una corretta informazione è in grado di risolvere a monte tanti nostri falsi problemi, evitando ci di incorrere in una quantità di errori, ma questa ce la dobbiamo andare a cercare e a studiare da noi stessi in primo luogo.
arbor
 
Messaggi: 594
Iscritto il: lun apr 23, 2012 1:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Carenza vitamine B(idrosolubili) e secchezza-dermatiti

Messaggioda gels » sab mar 12, 2016 12:34 am

queste le foto delle varie manifestazioni
TUTTE SUL VISO


http://imgur.com/a/EB1Eq

vitamina D 25oh 13 valori 30-100
ige totali 72 0-158
penso che queindi la vitamina d possa la causa, penso che l'abbia tenuta cosi bassa per tantissimi anni! :(
nei prossimi giorni avrò gli altri b12, folati e omocisteina, magnesemia

si può escludere un problema allergico?

vorrei prendere questo integratore della Incite Vitamina D 3 Molto Forte 5000 IU 365
http://www.amazon.it/Vitamina-Compresse ... op?ie=UTF8
Calcium Carbonate, Cellulose, Magnesium Stearate, Silicone Dioxide. Non credo che possano dare allergia

che dite?
gels
 
Messaggi: 29
Iscritto il: mar mar 24, 2015 12:28 pm
Controllo antispam: Diciotto

Prossimo

Torna a Archivio forum

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti