Dermatite

Forum dedicato all'alimentazione Crudista Vegan.

Moderatore: marco urbisci

Dermatite

Messaggioda swami863 » mar nov 17, 2015 10:15 pm

Apro un post per raccontare la mia esperienza con la pelle.
Ho sempre avuto la fortuna di una pelle bella. Mai un brufolo o rughe premature, nei miei primi 50 anni.
Due anni fa, dopo 2 anni di Vegan Crudismo tendenziale, in breve tempo avanza in viso una brutta Dermatite associata a Rosacea: in pratica viso pieno di brufoli ovunque e zone arrossate ai lati del naso, in certi giorni invalidanti per il prurito e la bruttezza della visione.

Mangio da anni Frutta sino a sera e a cena Verdure crude e una cotta insieme.
A tutti la pelle migliora, io non mi spiegavo cosa stesse succedendo.
Intorno a dirmi che erano problemi Emotivi. Sarà....ma nei primi 50 anni non ne avuti? :P

Neanche non potevo credere dopo 2 anni a una perenne Detox fisiologica.
Seguendo l' indicazione di Marco e Arbor ho iniziato a pensare a una Detox viziosa : ovvero stavo facendo ingerendo qualcosa che il mio corpo non gradiva.
Ho provato e riprovato sino a qualche giorno fa, in cui esasperata, ho dato una bella virata: una settimana a sola Frutta.

Dopo TRE giorni soli la Dermatite è scomparsa.
Premetto che non sono pronta nel lungo periodo per un cambiamento così drastico, ma se non altro ho capito che era il Pasto serale a tenere in piedi il gioco: forse il poco olio e sale ancora presenti....pomodori e peperoni li avevo tolti da tempo visto che irritavano su di me la pelle.

Ora si tratterà di organizzarmi per combinare cene più varie della Frutta (non vi dico il mio Pancino, enorme!), pur senza danneggiare la Pelle

Il mio Corpo è diventato sensibilino, eh!? :D
Avatar utente
swami863
 
Messaggi: 185
Iscritto il: ven nov 23, 2012 12:09 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Dermatite

Messaggioda arbor » mer nov 18, 2015 9:59 pm

Davvero molto interessante la tua esperienza, Alessandra, e senz’altro plausibile la tua interpretazione, e cioe’ che la tua dermatite fosse una forma di detox viziosa alimentata dalla tua cena a base di verdure, visto che la sparizione della dermatite ha coinciso proprio con l’eliminazione delle verdure e con la loro sostituzione con la frutta (un passaggio, questo, che potrebbe a sua volta indurre un nuovo processo di detox, questa volta virtuosa, sotto forma ad esempio di gonfiore addominale) . Come fa giustamente notare Alessandra, potrebbe trattarsi di una particolare sensibilita’ sviluppata dal nostro organismo, il quale, ad un certo stadio della sua disintossicazione, non gradirebbe piu’ determinati tipi di cibi, in questo caso le verdure, le quali funzionerebbero in modo simile a quello sperimentato da molti di noi coi cereali, i quali in non pochi casi possono diventare di fatto fonte di una sorta di detox infinita che solo con la loro eliminazione e’ possibile debellare.
Naturalmente si tratta solo di ipotesi, che pero’ vale la pena di verificare, andando a ridurre significativamente le verdure nella dieta, ad esempio limitandosi alla verdura a foglia tenera (nel frullato verde) e a poche altre, magari frullate o sotto forma di succo come il succo di carote ecc.
arbor
 
Messaggi: 594
Iscritto il: lun apr 23, 2012 1:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Dermatite

Messaggioda swami863 » mer nov 18, 2015 10:23 pm

Arbor spero che il mio corpo si rassegni alle verdure....non sono pronta a diventare Fruttariana :P

Gonfiore addominale? Di più Arbor, un palloncino dallo stomaco in giù, domani interrompo con una cena più tradizionale, sta diventando fastidioso, ma qui ci capiamo!
E poi sto iniziando a mangiare troppo, anche senza fame, credo sia anche questa detox, voglia di zuccheri smodata.... :roll:

Mi scuso x il doppio post, non so come cancellarlo il secondo
Avatar utente
swami863
 
Messaggi: 185
Iscritto il: ven nov 23, 2012 12:09 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Dermatite

Messaggioda keyraw » gio nov 19, 2015 12:46 pm

Dalla mia piccola esperienza in detox e crudismo, e dalla mia grande esperienza in pancioni gonfissimi :D ti posso dire che i green smoothies (o frullatoni verdi) sono un ottimo compromesso. Ho notato che le mega insalatone serali , soprattutto se a foglia verde (lattughe e simili) mi gonfiano parecchio, e il gonfiore non se ne va nemmeno nel giorno seguente. Frullarle mi aiuta a digerirle prima e soprattutto ad assumerne grandi quantità, e anche di varietà che magari nell'insalata non inserirei. Ad esempio la mattina mi piace frullare mezzo ananas con 50g di prezzemolo (buonissimo!). Oppure la sera, se ho fame e voglio qualcosa di più sostanzioso, frullo mezzo avocado, un mango e due manciate di spinaci. aggiungo pochissima acqua e ne ricavo un budino verde sfizioso :wink:
L'ipersensibilità che nel tempo si sviluppa verso "gli altri cibi" non ti preoccupa un po' ?
keyraw
 
Messaggi: 14
Iscritto il: gio ago 27, 2015 3:29 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dermatite

Messaggioda swami863 » gio nov 19, 2015 11:18 pm

Keyraw , davvero grazie x i suggerimenti, dovrò solo comprarmi elettrodomestici più potenti, non ho l' estrattore e ho un frullatore deboluccio :)

A proposito della tollerabilità verso gli altri cibi è la storia di tutti più o meno quando ci si radica in questi percorsi: ci sono crudisti che faticano anche con le verdure cotte.
Io a costo di mantenere gli sfoghini per ora crudista non sono pronta a diventarlo, anche x motivi sociali: stasera ad esempio ho mangiato una sottilissima pizza vegana integrale e desidero ogni tanto potermi permettere ancora queste uscite con gli amici vissute così, sporadicamente ma in libertà :)
Avatar utente
swami863
 
Messaggi: 185
Iscritto il: ven nov 23, 2012 12:09 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Dermatite

Messaggioda arbor » ven nov 20, 2015 7:00 pm

Ripensando al tuo messaggio, Ale, direi che è piuttosto improbabile che le verdure, anche se cotte, siano in qualche modo equiparabili ai cereali, al punto da determinare una sorta di detox viziosa. Piuttosto non è da escludersi, nella tua attuale condizione di tossiemia, qualche tua forma di suscettibilità o intolleranza nei confronti di questa o quella verdura (da individuare) peraltro destinata a scomparire insieme alla detox stessa. In effetti, k.r., ci sarebbe di che preoccuparsi di fronte a un panorama tanto vasto di intolleranze, che fortunatamente è solo transitorio. Credo che il problema di Ale sia ancora e sempre quello di una condizione tossica piuttosto alta; può ben darsi che una dieta prevalentemente fruttariana acceleri il processo di disintossicazione, ma sta di fatto che Alé non è intenzionata ad adottarla, quindi dovrà convivere con la sua detox ancora a lungo (quanto non si sa, speriamo molto presto) e forse anche con queste ipersensibilità transitorie dovute a impregnazione tossica piuttosto che alla natura stessa dei cibi (verdure).
Son d'accordo con te, k.r., il frullato verde è un ottimo compromesso per il pancione, e le verdure frullate risultano più digeribili
arbor
 
Messaggi: 594
Iscritto il: lun apr 23, 2012 1:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Dermatite

Messaggioda swami863 » sab nov 21, 2015 12:08 am

"....queste ipersensibilità transitorie dovute a impregnazione tossica"
Sono parole le tue Arbor che mi arrivano come una carezza, mi comunicano una finestra di azzurro, soprattutto pensare che sia una condizione transitoria ....a volte mi sembra una storia infinita!
Tu conosci il mio percorso, sai quanto la detox ha dato sintomi pesanti.

Vabbè guardiamo avanti!
Ahimè quello che mi rallenta sono soprattutto gli inviti: per quanto cucinino cose che amo è tutto più salato o con l' aggiunta di olive ecc che patisco molto e in un momento di ipersensibilità sfogo subito sulla pelle.

Isolarmi non mi piace e a volte questo è il risultato, ma voi come fate?
Avatar utente
swami863
 
Messaggi: 185
Iscritto il: ven nov 23, 2012 12:09 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Dermatite

Messaggioda arbor » sab nov 21, 2015 10:03 pm

Un mio vecchio collega di lavoro, di diversi anni più vecchio di me e che conoscevo solo di vista, era tra l'altro noto come quello che ai pranzi dove era invitato si limitava a mangiare qualche mela. Amava la montagna (faceva roccia), e i suoi pasti in giro per rifugi con gli amici erano invariabilmente le mele, mentre gli altri si mangiavano di tutto. Mi dispiace di non averlo conosciuto meglio, probabilmente era un rarissimo esemplare di fruttariano ante litteram: il quale non si faceva nessun ritegno nel mostrare le sue preferenze culinarie assai spartane, che gli altri accettavano come una sua peculiarità un po' bizzarra. Questo dovrebbe fare ciascuno di noi, cioè fare quel che gli pare, e gli altri che facciano altrettanto.
arbor
 
Messaggi: 594
Iscritto il: lun apr 23, 2012 1:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Dermatite

Messaggioda swami863 » dom nov 22, 2015 9:47 pm

Grazie Arbor,
abbiamo tutti bisogno di ricordare il Valore della Nostra Unicità!!
....che passa anche attraverso queste cose :)
Avatar utente
swami863
 
Messaggi: 185
Iscritto il: ven nov 23, 2012 12:09 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Dermatite

Messaggioda Shev » mar nov 24, 2015 10:36 pm

Buonasera a tutti!
Sono una nuova iscritta, sebbene legga da molti mesi questo bellissimo forum Vegan-Crudista :D
Perdonatemi se sbaglio sezione, ma non ne ho visto una dove ci si potrebbe presentare, perciò lo faccio in questo post, collegandomi al problema che mi è sopraggiunto da un pò di mesi e che è il fulcro di questa discussione.
Se ho sbagliato, perdonatemi.

Mi chiamo Silvia e ho 26 anni :mrgreen:
A 24 sono diventata vegetariana, un'idea che aveva da almeno due anni addietro dato che la carne, col senno di poi, mi ha dato bruciori di stomaco intensi che io associavo alla forte ansia che fin da piccola mi sono portata dietro. Ero da sempre una persona introversa, molto timida. Mi facevo tante seghe mentali, scusate il termine, ora invece mi sento più rilassata e meno oppressa da mille dubbi e paranoie.
Dopo un anno in cui pian piano ho tolto anche il pesce e lo yogurt, sono entrata nel mondo vegano. Dato che alterno fasi di estrema pigrizia ad altre in cui farei mille cose :roll: ho sempre ricercato un'alimentazione adeguata al mio voler diventare forte, ma anche tonica e con qualche muscolo. No, non mi spaventano, anche perchè posso benissimo sfatare il mito che se ci si allena con i pesi si diventa grosse. E' praticamente impossibile perchè le donne possiedono meno testosterone dell'uomo. Quelle Miss Olympia che si vedono in tv (come pure i Mister) sono pieni di sostanze dopanti e mi fanno rabbrividire, non solo pena.
Ritornando a me, aggiungo il fatto che da sempre soffro di binge eating o comunque sono dipendente dal cibo: come tantissimi sapranno esso è rifugio, appagamento mentale. Il cibo può essere ingoiato con una risata, ma anche assieme a lacrime amare. Perciò il sentirmi piena, ma piena fin a star male, certe volte, ancora non l'ho superato come problema.

A parte ciò, dopo gli ultimi mesi passati ad ingozzarmi di frutta secca, tofu e tante proteine ma altrettanti grassi, con l'erronea convinzione di mettere su massa muscolare perchè con i carboidrati io ingrassavo (come no), mi sono decisa a immettere più crudo nella mia alimentazione.
Attualmente io fino a mezzogiorno mangio solo frutta: sono arrivata a 4 cachi e 2 banane.
Una grandissima vittoria che ho raggiunto è che da agosto ho smesso di prendere caffè e la depressione è quasi sparita. L'offuscamento mentale, la mancanza di energie che per ANNI mi portavo dietro, prendendo integratori, accorgimenti, consigli visti su internet, si sta dileguando.
E leggevo di voi, delle vostre vittorie, di quanto vi sentivate lucidi e più calmi grazie al vostro consumo di più frutta e verdura cruda e io pensavo: "non fa per me", "non ce la farò mai", "non esiste che a me succeda qualcosa del genere, sono predisposta alla pressione bassa".
Da agosto ho tolto anche tutti zuccheri di qualsiasi genere (anche il miele), dolcificanti, gomme da masticare e cioccolato. L'energia ritorna! A discapito di chi afferma che invece bisogna mangiare cioccolato o bere caffè per avere quella spinta in più. Sì, certo, una scarica di energia che mi durava al massimo un'ora e dopo avrei voluto mangiarmi il mondo. E dopo mi sentivo più stanca, spossata, priva di voglia di vivere.
Ancora non ci credo di potermi alzarmi la mattina senza sembrare uno zombie e avere subito un pensiero limpido ed energia per fare. Sentirmi felice di vivere. Ovvio, non è sempre tutto rosa e fiori, ma come mi accorgo della bellezza di piccoli avvenimenti che succedono ogni giorno, prima, in 26 anni di vita, non mi era mai successo, giuro.
Mi accorgo della differenza appena mangio glutine o faccio mescoloni pesanti e la mente mi va in panne. Ho sonno, mi si blocca proprio il cervello e mi parte una specie di ansia, come se mi sentissi oppressa dentro.

E così è iniziata la mia dermatite, qualcosa che non ho mai avuto in vita mia. La mia mano destra è tipo devastata da una specie di psoriasi. L'ultimo mese è arrivata la dermatite anche all'inguine. Sotto l'ascella destra, ma poca e sotto al seno, lungo la striscia in cui si poggia il reggiseno. Non so se è allergia, ma l'altra mia mano, quella sinistra, è immacolata.
Lavoro come commessa in una panetteria, ma più che altro pulisco il laboratorio e anche se io lavo con la mano sinistra e la immergo nel detersivo, tocco qualsiasi cosa come faccio con la destra, essa non viene intaccata da nulla.
Ho subito pensato a una forte detox, dato che ho abbandonato frutta secca, legumi, quando li ho sempre mangiati molto.
Da un mesetto e mezzo, alterno giorni in cui sale e olio nemmeno li vedo ed è una benedizione, a delle abbuffate, che penso siano dovute alla mancanza di frutta. Sì, sono timorosa a fare il salto, ho sempre paura di una detox bella forte che ho già avuto in passato, inconsapevolmente.
Comunque, in parole povere, il mio datore di lavoro non vuole più vedermi così, anche perchè davanti ai clienti è uno schifo e in certi giorni mi dà molto fastidio. Ho provato creme omeopatiche e mi bruciano da impazzire. L'ultima è stata l'aloe al 98% molto buona e anche con quella zero.
Non prendo medicinali da un bel pò di tempo e il solo pensiero che debba utilizzare il cortisone mi fa venire l'ansia. Sono consapevole che non è con la chimica che io possa guarire, ma non ho più tempo.
Mi rivolgo a voi, che siete più esperti e anche se ho letto svariate risposte, vorrei un pò di sostegno, anche perchè in famiglia sono sola e non ho nessun amico con cui potermi confrontare o confidare.
Se qualcuno vuole rovinarsi la vita vedendo delle foto della mia mano, chieda pure xD In fin dei conti non ho più uno strato di pelle che mi protegge. No, non è così rivoltante, il fatto è che non dovrei proprio toccare l'acqua. E come faccio?
La dottoressa della mutua ha detto che si presenta come un fungo. Allora è la candida? Ma non ho bruciori interni.

Per finire e smettere di scrivere :mrgreen:
vi posso descrivere due mie giornate tipo.
Oggi per esempio ho mangiato:
- Colazione: due cachi, due banane
- Pranzo: piccola insalata con pomodori; un piatto di cicorie cotte, tante, troppe patate. Zero condimenti a parte il succo di limone nell'insalata. Le patate le mangio fino a scoppiare perciò supero pure il chilo. (Una brutta cosa è che non peso nulla, perchè come dai vostri suggerimenti ed esperienze, dovrei inizialmente farlo, per capire bene cosa immetto nel mio corpo :cry: )
- Cena: altro piattone di cicorie cotte, niente condimento.
La soddisfazione di percepire il vero sapore delle pietanze è imparagonabile, anche se esse sono cotte. Infatti mangiando i cereali ormai mi fanno schifo e devo coprirli con il sale :roll:

Ieri per esempio ho mangiato:
- Colazione: tre cachi, una banana
- Spezza fame: una banana e 150 gr lamponi
- Pranzo: due piattoni enormi di passato homemade di porro, zucca e poche patate ASSIEME a una di quelle zuppe pronte in 10 min con orzo e piselli spezzati. :roll: Poi una patata, come colpo di grazia.
- Cena: piatto di cime di rapa cotte e altre patate. Sì, sono una fissata.
Zero condimenti in tutto.
Condisco solo quando mi sparo 4 etti di pasta al farro con la passata di pomodoro confezionata. Una brutta bestia. Lì metto sale e olio, abbastanza da rendere la pasta molto gustosa.
Non m'interessano i numeri sulla bilancia, ma come mi sento di testa. Sono dimagrita perchè ho tolto moltissimi cibi confezionati come la pizza o le brioches confezionate prese al supermercato, pieni di grassi.
Chi arriverà fin qui a leggere...sarà molto apprezzato dalla sottoscritta :D :lol:
Fate pure domande, criticatemi, consigliatemi o ditemi due parole, per me è già abbastanza :wink:

Ps: riguardo il post di Arbor prima del mio, invidio molto in positivo le persone che se ne fregano degli altri abbastanza da mostrarsi come realmente sono. Sono più che forti. Bon, tronco qui!
Buona serata a tutti!
Avatar utente
Shev
 
Messaggi: 1
Iscritto il: sab nov 21, 2015 5:36 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dermatite

Messaggioda arbor » gio nov 26, 2015 12:16 am

Sono senza un p.c. valido e sto scrivendo con il tablet, che per me e' un supplizio inenarrabile, quindi cerco di condensare la mia risposta. Naturalmente la dermatite e' una forma di detox, indotta dal tuo cambio di dieta in senso virtuoso. Quindi fai bene a ribellarti ai farmaci. Mi risulta che in questi casi dei buoni risultati siano ottenibili con le erbe svedesi, che puoi consultare su google. L'altro modo di attenuare la dermatite e' quello di lenire la detox, cosa che si ottiene in due modi: 1) aumentando la quota di cibo cotto, in particolare di verdura cotta, stando bene attenta a non esagerare con le patate (che e' una verdura altamente amidacea, quindi piuttosto concentrata in zuccheri, non tanto quanto i cereali ma insomma piuttosto concentrata anche lei, quindi se ne mangi troppa ti fa sballare la glicemia e quewsto non va affatto bene), 2) mangiando a sufficienza, cioe' quanto richiesto dal nostro fabbisogno calorico, perche' se si mangia di meno parte subito la detox (si riduce l'impegno digestivo, quindi il corpo utilizza l'energia in tal modo risparmiata in direzione dell'autoguarigione ovvero della detox).
Alcuni consigli per la tua dieta. Giusta la direzione che hai intrapreso, quella cioe' orientata verso la dieta frugivora, a base esclusivamente di frutta e verdura (sia crude che cotte, sia la verdura ma anche la frutta volendo), quindi escludendo anche tutti i cereali (oltre ovviamente a tutti i cibi di derivazione animale), perche' hanno una quantita' sterminata di controindicazioni (a partire dall'incrostazione dei villi intestinali, attraverso cui avviene l'assimilazione dei nutrienti; se i villi non funzionano a dovere, in quanto atroifizzati da glutine caseina e altre porcherie, la conseguenza sono le varie carenze dei ogni genere, che poi si cerca di risolvere, ma inutilmente, ricorrendo agli integratori).
Quanta frutta e verdura? Quante ne servono per soddisfare il nostro fabbisogno calorico. Tieni conto che la frutta ha un discreto contenuto di calorie (zuccheri), mentre la verdura ne e' molto povera, con l'eccezione delle verdure amidacee (le patate in primis) che per lo piu' si mangiano cotte. Quindi in genere si deve mangiare molta piu' frutta che verdura, ad esempio 2 o 3 chili di frutta contro 1 chilo o anche piu' di verdure. Se pero', come nel tuo caso, si vuole frenare la detox, allora converra' aumentare la quota delle verdure cotte per lo piu' amidacee (volendo lo stesso risultato si ottiene anche aumentando il consumo di frutta cotta, ad esempio piu' banane cotte e meno banane crude, anche se in genere si preferisce puntare sull'aumento delle verdure cotte).
A colazione in genere meglio stare sulla frutta acquosa (agrumi e kiwi in inverno, meloni in estate, uva in autunno, ad esempio). Anche se nel tuo caso occorre tener presente che la frutta acquosa e' piu' depurativa (induce piu' detox) di quella zuccherina, per cui nel tuo caso ci potrebbe stare anche un po' di frutta zuccherina, per contenere la detox.
A pranzo meglio fare un pasto robusto di frutta zuccherina (banane e cachi). Un ottimo pasto completo e' il frullato verde (7-8 etti di banane frullate con un paio d'etti di lattuga o spinacino).
A cena verdure, prima le crude (insalatona) poi le cotte (patate e carciofi, broccoli, tuberi di bietola rossa, zucca, asparagi, carote ecc. ecc.
Ammessi gli eventuali spuntini intermedi, sia di frutta che di verdure (ottimo il succo di carote).
Nel tuo caso si trattera' di trovare la giusta proporzione di cotto, aumentandone la quota fino a trovare un tuo miglior equilibrio con la detox. Diciamo che questo tipo di menu' (a base di sola frutta e verdura) ha il pregio di non produrre danni (cosa che con i cereali non si da'), ma si limita solo a frenare la detox quando si aumenta la proporzione del cotto.
Non so se mi sono spiegato chiaramente, in caso chiederai ulteriori lumi.
arbor
 
Messaggi: 594
Iscritto il: lun apr 23, 2012 1:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Dermatite

Messaggioda swami863 » gio nov 26, 2015 9:08 am

Shev benvenuta!
Perché non aprire un post con un tuo Diario per monitorare anche i progressi in futuro?
E' prezioso rileggersi nel tempo :P

A proposito di Dermatite, sicuramente può essere Detox, se perdura nel tempo come nel mio caso, può essere però anche un ' infiammazione che si sfoga così.
Nel mio caso mi basta eliminare la fibra delle verdure crude (forse irritante x il mio pancino) per vederla regredire tantissimo, pur mantenendo alta la quota di frutta.
Avatar utente
swami863
 
Messaggi: 185
Iscritto il: ven nov 23, 2012 12:09 pm
Controllo antispam: cinque


Torna a Alimentazione Crudista

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 4 ospiti